Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Vampiri 5E ha vinto l'Origins Award come Miglior GDR

Articolo di Morrus del 16 Giugno 2019
Sono stati nominati i vincitori degli Origins Award e Vampire: The Masquerade 5th Edition ha ricevuto il premio nella categoria dei giochi di ruolo mentre il Mordenkainen’s Tome of Foes della WotC lo ha vinto in quella dei supplementi per i GDR.

Ecco la lista completa dei vincitori:
Gioco dell’Anno: Root (Leder Games) Gioco da Tavolo: Root (Leder Games) Gioco di Carte: The Mind (Pandasaurus Games) Gioco per Famiglie: The Tea Dragon Society Card Game (Renegade Game Studios) Gioco Collezionabile: Keyforge: Call of the Archons (Fantasy Flight Games) Gioco di Ruolo: Vampire: The Masquerade 5th Edition (Modiphius Entertainment) Supplemento per Giochi di Ruolo: Mordenkainen’s Tome of Foes (Wizards of the Coast) Gioco di Miniature: Necromunda (Games Workshop), Star Wars Legion (Fantasy Flight Games) Accessorio per Giochi: Placca trofeo con testa di drago nero (WizKids) Link all’articolo originale: https://www.enworld.org/forum/content.php?6405-Vampire-5E-Is-Origins-RPG-Award-Winner
Read more...

E' uscito il manuale Acquisitions Incorporated!

A partire dal 18 Giugno 2019 è uscito Acquisitions Incorporated, supplemento per D&D 5e collegato alla celebre campagna giocata per anni da Penny Arcade e conosciuta con il nome di Acquisitions Inc. Il manuale, ufficialmente finanziato e riconosciuto dalla WotC, contiene un'avventura per PG di livello 1-6,  regole per creare e gestire una proprio Franchise (una vera e propria impresa d'affari), una serie di ruoli speciali per chi lavora nell'impresa, nuovi Background, opzioni per PG e altro ancora.
Per chi tra voi non lo conoscesse, Acquisitions Inc. è iniziato circa una decina di anni fa (durante il periodo della 4a Edizione di D&D) sotto forma di un podcast, durante il quale Chris Perkins (attuale membro del D&D team presso la WotC e uno dei principali designer della 5e) e altri esponenti del Penny Arcade mettevano in scena la loro personale campagna di Dungeons & Dragons. Con il passare degli anni l'Acquisitions Inc. ha ottenuto un successo tale da diventare un vero e proprio show dal vivo, simile a ciò che è oggi il celebre Critical Role con Matt Mercer. Inoltre, Penny Arcade è diventato anche il responsabile dell'organizzazione del gioco dal vivo presso il circuito di convention PAX, oltre che del più recente PAX Unplugged.

L'Acquisition Inc. giocato dal vivo con Chris Perkins come DM
Dopo tanti anni di successo, Penny Arcade ha deciso di pubblicare un manuale per D&D dedicato interamente all'Acquisitions Inc. L'idea era quella di finanziare il progetto attraverso Kickstarter, ma quando la WotC ha scoperto ciò che Penny Arcade stava creando, ha deciso di proporre loro una collaborazione e di finanziare lei la realizzazione del manuale, che ora è finalmente disponibile per l'acquisto.
Qui di seguito potete leggere la descrizione ufficiale del manuale, pubblicato sul sito ufficiale della WotC:
Acquisition Incorporated
Un prodotto di D&D creato in collaborazione con Penny Arcade Inc.
BENVENUTI AD ACQUISTIONS INCORPORATED!
Esplorate un gran numero di pericoli e di personalità per il più grande gioco di ruolo al mondo.
Quando siete agli inizi nell'attività del partecipare alle avventure, può non essere male poter contare su un qualche appoggio. Può essere di grande aiuto avere accesso ai potenti artefatti, alla competenza e lavori che l'Acquisitions Incorporated (Acq Inc) è in grado di offrire a una nuova impresa. Unitevi a Omin Dran, Jim Darkmagic e a Viari come mai prima nel manuale di Campagna per Dungeons & Dragons di Acquisition Incorporated!
Preparatevi per il successo quando tenterete di gestire la vostra impresa fantasy, utilizzando tutti gli ingredienti di cui avete bisogno per includere Acquisition Incorporated nella vostra campagna di D&D, in modo da fondare il vostro franchise e assumere i ruoli speciali al suo interno. In aggiunta, ci sono sempre delle posizioni che potrebbero diventare disponibili...semplicemente non provate a chiedervi come mai.
Imparate tutto quello che vi serve per far partire la vostra impresa fantasy dal momento che inizierete la vostra carriera oggi, in qualità di orgogliosi membri dell'Acquisitions Incorporated. Acquisitions Incorporated ha tutto quello di cui avete bisogno per giocare a D&D 5e come se foste sul palco assieme alla squadra (del Penny Arcade, NdTraduttore) al PAX! Nuovi Background, nuove opzioni per i PG, informazioni sui franchise e molto altro! Iniziate il vostro franchise di Acquisitions Incorporated all'interno dei Forgotten Realms o di qualunque altro luogo del Multiverso. Acquisitions Incorporated è un nuovo genere di campagna di D&D pieno di pazzesche attività criminali (il termine originale è "heist", difficile da tradurre in italiano; pensate ai colpi alla Ocean's Eleven, NdTraduttore) e momenti esilaranti, ed è uno dei nuovi modi per raccontare fantastiche storie di D&D. Include un'avventura che porterà i personaggi dal livello 1 al livello 6, stabilendo la rivendicazione del vostro gruppo su un mondo che esso ha appena iniziato ad esplorare - e da cui ha appena iniziato a ricavare del profitto. DETTAGLI DEL PRODOTTO:
Prezzo: 49,95 dollari
Data di uscita: 18 Giugno 2019
Formato: Copertina rigida
Lingua: Inglese
Fonte: https://dnd.wizards.com/products/tabletop-games/rpg-products/acqinc
Read more...

5 modi per spendere una fortuna

Articolo di J.R. Zambrano del 12 Giugno 2019
Qual è il punto nell'andare a svolgere delle missioni e mettere da parte dell'oro se poi non lo si può spendere in qualcosa di incredibile? Ecco a voi alcuni consigli su come spendere i vostri risparmi in gioco.
Parliamo di ricompense. Vi siete impegnati con grande fatica per non mandare a gambe all'aria la campagna, avete effettivamente seguito i vari indizi/obiettivi/richieste di aiuto che il DM vi ha tirato contro e avete finito le missioni che vi si erano presentate. E questa volta siete riusciti a fermare il paladino prima che dicesse "Il duro lavoro è una ricompensa di per sé", quindi vi siete trovati con un bel gruzzolo d'oro. Ogni tanto capita. Quindi cosa ci farete ora?
E prima che diciate "comprare armi magiche e oggetti meravigliosi" sappiate che vi state dando la zappa sui piedi. Quelli si possono già trovare nelle tabelle dei tesori casuali. E se il vostro DM non le usa, diventerà presto frustrato dai combattimenti contro i mostri "resistenti ai danni non magici" e da quanto sono lunghi, quindi finirà per farvene trovare qualcuna lo stesso.
E in ogni caso stareste spendendo soldi in oggetti da usare per fare altre missioni. Vi siete sudati quelle MO, MA, MR e, occasionalmente, ME. Spendetele in qualcosa di degno da avere. Non investitele nel rendere il prossimo dungeon più facile da affrontare, quel +1 non è così fondamentale quando il vostro chierico può lanciare Benedizione e il mago può lanciare Palla di Fuoco. Se dovete fare un investimento fatelo in qualcosa che valga la pena. Quindi non siate noiosi e spendete i vostri soldi immaginari in qualcosa di incredibile; dopotutto nella vita reale non potete comprare un castello.

Quartier Generale
Nella vita reale non potete comprare un castello, ma in D&D sì. Non costa neanche così tanto tutto sommato. Anche se non fosse un castello, qualsiasi gruppo di avventurieri dovrebbe avere una sorta di quartier generale, anche se fosse semplicemente una stanza riservata per voi in una taverna malfamata. Magari potreste finalmente mettere in mostra tutti quei preziosi oggetti d'arte che continuate a trovare e rendere invidiosi i nobili che vi vengono a trovare. Qualsiasi posto compriate impegnatevi e fatelo davvero vostro.

Fatevi fare qualcosa su misura.
Solitamente molti giocatori passano abbastanza tempo a pensare a come appaiono i loro personaggi. A meno che non pensiate ai vostri personaggi solo come ad un assieme di statistiche sempre in crescita, potreste pensare di cambiare il vostro aspetto iconico. Comprate dei vestiti da nobili, quelli da 200 mo. Come direbbe Adam Ant, spendete i vostri soldi per apparire fantastici e attirare l'attenzione.

Una banda, un araldo e un seguito personali.
Bene, parliamo di professionisti salariati. Certo ci sono portatori di torce, scopritori di trappole e così via (anche se qualsiasi mercenario può essere uno scopritore di trappole se giustamente stimolato), ma perché non assumere un bardo che canti le vostre eroiche gesta? O un araldo che annunci il vostro arrivo a corte? Oppure un alchimista o un erborista personali? Perché girare per negozi? Assumete direttamente un professionista, fategli mettere su l'attività nella vostra base e avrete un PNG particolare da amare e apprezzare.

Mezzi di trasporto
Se Ghosts of Saltmarsh ha dimostrato qualcosa è che D&D funziona meglio con le navi. Quindi prendetevi una nave. Oppure un carro per trasportare cose. O meglio ancora convincete il DM a farvi mettere delle ruote alla vostra nave e avrete due mezzi di trasporto in uno. Niente più Fantasy Uber per il vostro gruppo.

Compratevi un titolo nobiliare
Altrimenti, se davvero volete cambiare le carte in tavola, chiedete al DM (o a qualsiasi PNG sia al potere) quanto costa comprarsi un titolo nobiliare. Dopotutto anche nel nostro mondo è stato fatto ripetutamente. Con sufficiente oro si può comprare di tutto e, se non lo si spende, si può solo rendere stagnante l'economia del vostro mondo fantasy. Quindi non vi trattenete e andate a spendere quantità ingenti di oro in maniera irresponsabile.
Fateci sapere in che modo preferite spendere il vostro oro nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/06/dd-5-ways-to-spend-a-fortune.html
Read more...

Colonne Sonore per GdR

La Sonor Village è una compagnia di Roma che si occupa di sonorizzazioni e di creazione di colonne sonore, che lavora alla creazione di materiale per vari GdR.   Sentiamo cosa ha da dirci @Antonio Affrunti, il direttore di questa compagnia, in merito ai loro progetti legati al mondo del gioco di ruolo:   In questi anni Sonor Village ha lavorato per i seguenti editori: Upper Comics, Verbavolant, Fallvision, Acchiappasogni, Minos Game, Hyper Comix, I.D.E.A., A.P.S., Scuola di GdR, Dicegames Italia  e altri.
Read more...

Una Vita da Mimic

Articolo di J.R. Zambrano del 08 Giugno 2019
Quando un mostro può essere qualsiasi cosa non c'è fine al divertimento. Diamo assieme uno sguardo più ravvicinato al Mimic.
Il mostro....era qui un secondo fa lo giuro...aspetta forse si è nascosto in quel baule....no, non è lì. Ma allora dove potrebbe essere andato? Forse è diventato la scrivania? Maledizione tutto questo è davvero imbarazzante. Dopo tutta la fatica fatta, il viaggio nel sottosuolo, i tre mercenari dispersi che ci hanno aiutato a "identificare" il mostro, il faticoso rientro (tra cui quello sfortunato incontro con la nave container) e ora abbiamo pure perso il mostro che speravamo di mettere sotto i riflettori. Direi che è il caso che stiate all'erta, potrebbe essere dovunque. Potrebbe essere qualsiasi cosa.

Ciascuna di queste miniature di mimic è a sua volta un vero mimic. Mimiception.
Il Mimic è parte integrante della storia di D&D. Trova la sue radici nella filosofia di creazione dei dungeon di Gygax, per cui praticamente ogni elemento del dungeon poteva e doveva essere un pericolo per il gruppo. I giocatori non dovevano mai riposare sugli allori. I Mimic erano un modo per assicurarsi che i giocatori non si sentissero mai completamente al sicuro. Anche scoprire un tesoro poteva essere un rischio.

La lezione che si voleva impartire era quella di non fidarsi mai di niente. Specialmente quando pensate che il DM stia distribuendo delle ricompense. Il Mimic è un esempio perfetto di come sfruttare la mentalità dei giocatori (e non solo dei personaggi). Questo approccio era amato da Gygax, che inventava trappole e puzzle pensati per ostacolare le persone che sedevano al tavolo con lui. Questo è il mito per cui cose come La Tomba degli Orrori sono così leggendarie.
I Mimic sono semplicemente la naturale evoluzione di questo concetto. E penso che ci sia qualcosa di platonico dietro il concetto di questo mostro. Sono creature che hanno necessariamente delle motivazioni o una chiara origine - anche se in seguito sono diventati esseri del Sottosuolo - ma a volte potevano essere amichevoli e altre letali. A prescindere da come andava la cosa, sicuramente la faccenda diventava interessante quando ci si trovava davanti ad un mostruoso baule parlante affamato di avventur(i)e(ri).

Tutto ebbe inizio con il Mimic della 1E. Nel 1977 dentro il primo Manuale dei Mostri abbiamo intravisto per la prima volta queste creature sotterranee, descritte come incapaci di sopportare la luce del sole. In grado di imitare perfettamente legno o pietra, questi Mimic esistevano in due varietà. Quelli più piccoli da 7-8 Dadi Vita e che a volte potevano essere amichevoli (oltre ad essere più intelligenti dei loro cugini più grandi), se venivano sfamati: questi Mimic potenzialmente amichevoli potevano a volte aiutare un avventuriero, fornendo consigli su ciò che avevano visto di recente.
I Mimic più grandi, da 9-10 Dadi Vita, attaccavano qualsiasi cosa indiscriminatamente, come ci si poteva aspettare.
Anche se quello nell'illustrazione è uno scrigno, i Mimic potevano assumere la forma di colonne, porte, sedie ed ogni oggetto composto della sostanza che potevano imitare. Rimanevano in agguato aspettando di essere toccati da una creatura, per poi attaccare con i loro pseudopodi e con la colla adesiva, che faceva sì che le creature che ci entravano in contatto rimanessero appiccicate al Mimic stesso. Presumibilmente finché la colla non si dissolveva oppure il Mimic non veniva distrutto.
I Mimic ricevettero anche un articolo della serie "Ecologia di..." su Dragon #75, con come autore Ed Greenwood che spiegava come essi avessero delle macchie oculari (punti dove erano presenti organi fotosensitivi molti sensibili) sparse su tutto il corpo, motivo per cui erano accecati dalla luce solare diretta.

Il Mimic della 2E è molto più colorato, avendo assunto una tinta rosso accesso che sicuramente poteva attrarre degli avventurieri. Questi Mimic sono più dettagliati. Non sono semplicemente dei mostri già esistenti in natura: devono essere creati magicamente con un carapace esterno che li protegga da eventuali prede che decidono di combattere per la propria vita. Esistono in due varietà come prima, normale e uccisore, e ciascuna fa quello che si potrebbe pensare.
I Mimic della 2E sono più grandi delle loro controparti della 1E, ma a parte questo sono praticamente uguali, compresi gli attacchi con i 3d4 pseudopodi e con la colla adesiva, che ora viene gestita più chiaramente a livello di regole. Si può dissolvere con l'alcool, anche se ci vogliono tre round, dopo di che ci si può liberare. Altrimenti gli avventurieri sono attaccati al Mimic che può attaccarli liberamente.
Tuttavia, nonostante le similitudini tra le versioni della 1E e 2E, quest'ultima rimane l'edizione più importante per lo sviluppo del Mimic per una ragione

Mimic spaziali. Esatto. Introdotti in Spelljammer, questi Mimic potevano fingersi delle zone di spazio aperto, con il loro colore naturale della pelle che sembrava una visione del cosmo. O, in alternativa potevano apparire come detriti alla deriva, come navi (o parti di navi) da tempo abbandonate, in attesa che un avventuriero le reclamasse. Potevano anche lanciare incantesimi, erano illusionisti esperti e amavano mangiare i maghi e rubare le loro cose. Direi che il vecchio adagio si dimostrava vero: siamo ciò che mangiamo.

I Mimic della 3E avevano una colorazione molto più naturale. I loro pseudopodi sono ancora menzionati nella descrizione, anche se l'illustrazione mostra chiaramente due braccia pronte a compiere il tipico attacco di schianto che ha caratterizzato i Mimic così a lungo. Ci è voluto fino alla 3E per categorizzare gli attacchi naturali che non fossero morsi e artigli come schianto, ma è cosa buona che si sia trovata quella categoria generale.
Questi Mimic, tuttavia, erano molto meno potenti. Le meccaniche di D&D avevano iniziato ad essere un po' meno punitive e questo appare chiaro nella loro capacità adesiva. Non era più una cattura automatica, ma c'era un tiro salvezza sui Riflessi con CD 16 per evitare di perdere un'arma quando li si attaccava. Detto questo, il Mimic aveva anche ottenuto un attacco stritolante che poteva usare su qualsiasi creatura con cui era in lotta, cosa resa molto più semplicemente grazie al suo adesivo naturale. E 1d8+4 danni non sono cosa da poco.

I Mimic della 4E finirono un po' fuori dai binari. C'erano i soliti vecchi Mimic che tutti conoscevano ed amavano, detti Mimic Oggetto in questa edizione. Solo che questi Mimic potevano assumere la forma di un qualsiasi oggetto OPPURE potevano tornare alla loro forma "originaria", quella di una melma, per poter fare tutte le cose divertenti che fanno le melme, tra cui schiacciarsi in spazi molto piccoli senza subire svantaggi.
Tuttavia c'era un'altra forma di Mimic in questa edizione, una che poteva assumere la forma di un altro essere senziente, usandone la forma per uccidere i simili e mangiarne altri, assumendone la forma e lasciando dietro di sé una scia di cadaveri sfruttando il suo aspetto sempre in cambiamento. Il che sembra molto simile ad un Doppelganger, ma tranquilli vi giuriamo solennemente che sono cose differenti.

Il Mimic della 5E è un trionfante ritorno alle origini. L'illustrazione mostra chiaramente cos'è un Mimic e come funzione. Ritengo che questa immagine sia la migliore trasposizione del concetto di fondo del mostro che abbiamo avuto sin dalla 1E, il che è tutto un dire. Come in precedenza il Mimic ritorna ad essere in grado di assumere la forma di qualsiasi oggetto fatto di pietra, legno o altri materiali basilari, e sono celebri per assumere spesso la forma di scrigni. E nella 5E queste capacità sono rappresentate perfettamente a livello meccanico dall'Imitazione Perfetta, che è valida fintanto che rimangono immobili. Non appena un Mimic si muove viene messo in uso l'adesivo - e questi Mimic sono in grado di afferrare qualsiasi cosa Enorme o più piccola con la loro colla. Tuttavia è sufficiente una prova con CD 13 per scappare alla presa, il che apparentemente implica che la loro colla ha perso parecchia forza dal 1977 ad oggi.
Tuttavia hanno il lusso di poter infliggere danni E usare la colla con i loro attacchi di pseudopodi, il che li pone in posizione perfetta per usare il loro attacco con il morso, cosa che permette al Mimic di infliggere danni perforanti e da acido ad un ritmo notevole.
E questo è il Mimic, una colonna portante della storia di D&D. Essi incarnano il "gioco" per certi aspetti: sono divertenti, ma anche letali, e quando appaiono non ci si sente troppo in colpa nel combatterli, dato che sono essenzialmente dei bauli. Oppure, citando uno dei miei episodi preferiti, una porta che conduce in una stanza con uno scrigno (che ovviamente è un secondo Mimic).
Ci si può sempre divertire con loro e hanno portato alla creazione di cose meravigliose, come il Mimic Antico delle dimensioni di una piccola casa, un mio grande favorito. Quindi, se state cercando un modo per fregare i vostri giocatori, beh, vi basterà voltarvi di nuovo verso questo articolo, dato che in realtà è anch'esso un Mimic.
Graaaaaarararghh!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/06/rpg-monsters-its-a-mimics-life-for-me.html
Read more...
Bomba

Capitolo Quattro - La bella scomparsa nel bosco

Recommended Posts

 

Capitolo Quattro - La bella scomparsa nel bosco

La mattina era appena iniziata, quando la piccola combriccola guidata da Beregar Stonewall, ciambellano di Firedrakes, aveva intrapreso il cammino in direzione del Borgo di Foglia Nuova™ (dove spira il vento di nuove avventure), ultimo posto in cui poteva essere stato avvisatato il drago rosso Azariaxis, rapitore della contessina Sophia Von Gebsatell, sorella del sovrano di Firedrakes, il principe Derbel. E laddove non ci fosse stata solo la possibilità di sposare uno dei reali, o la ricompensa faraonica promessa, un nutrito gruppo di coraggiosi stava ora marciando all'inseguimento del Terrore Cremisi, con l'intento di porre fine alle sue brame di conquista della ridente Glantria, la regione che stavano percorrendo da tre giorni ormai.

Quel quarto giorno sembrava tuttavia partito con il piede giusto per la compagnia che, a bordo dei propri cavalli, prevedeva di raggiungere per l'ora di pranzo il borgo a ridosso della Foresta dell'Arbusto Nero, un ampio tratto boscoso che si infittiva via via che l'ampia distesa alberata si estendeva verso le propaggini a nord di Glantria. La giornata, dopo la pioggia del giorno precedente, era ora limpida, il cielo sgombro di nubi e l'erba verde bagnata da ben più che della rugiada del mattino.

Chiacchierando, il gruppo potè fare l'unica pausa prevista per quella giornata verso la metà del mattino, quando essi raggiunsero una piccola oasi naturale immersa nel verde, a pochi metri di distanza dalla Via del Mercante che stavano attraversando Ah, Fontefortuna! esclamò Beregar avvicinandovisi Ne ho sentito parlare, ma non l'avevo mai vista! Si dice che la sorte possa arridire a coloro che cerchino la fortuna visitando questo luogo spiegò

Fontefortuna era di dimensioni assai modeste, non più che una suggestiva fontana lavorata da una conformazione rocciosa naturale, la cui acqua che sgorgava da un ruscelletto creava un piccolo sistema di cascate che ricadevano in un piccolo stagno dalle acque cristalline. I visitatori, anche quelli con gli occhi meno acuti, poterono notare una ampia varietà di monete di ogni tipo sul fondo dello stesso.

Fontefortuna

Spoiler
Risultati immagini per natural fountain

Lo squadrone di avventurieri, tuttavia, non erano gli unici visitatori presenti a Fontefortuna. Una coppia di carristi aveva parcheggiato il proprio mezzo vicino al lago, mentre i due stavano seduti sull'erba, rifocillandosi con dei panini fatti in casa. Oltre a loro, un nano in armatura sembrava valutare le proprie opzioni sul futuro. Alcuni uccelli cinguettarono in quello scenario. Uno addirittura si posò sulla spalla destra di Ariabel.

x Thorlum

Spoiler

Thorlum non ha difficoltà a riconoscere il ciambellano Beregar Stonewall, la cui famiglia fa parte del clan Murodipietra, un clan piccolo ma anticamente alleato con il clan Tagliapietra. L'altro nano non gli è chiaro a quale clan possa appartenere. Tuttavia Thorlum, in cerca di fama e ricchezza, sa della spedizione del principe Derbel di un nutrito gruppo di avventurieri e della faraonica ricompensa proposta per chi darà il colpo finale al drago Azariaxis


x tutti

 

Spoiler

Per sicurezza taggo tutti @ilmena @Dmitrij @Fezza @Pyros88 @Ghal Maraz @Ian Morgenvelt @PietroD @Organo84 @Minsc @Nightmarechild @shadizar @SassoMuschioso  @Arthalili  @Nilyn @zinco @Ipergigio

Ricordo di iscriversi alla discussione per non perdersi gli aggiornamenti

 

Edited by Bomba
  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra

Il viaggio era stato più piacevole del previsto anche se il gruppo stava andando a cercare un drago sputafiamme e si avvicinava ad ogni passo di più: in un modo o nell'altro quell'impresa sembrava straordinaria. Vuoi per l'eterogeneità delle persone che vi partecipavano, vuoi per la fine ingloriosa che avrebbero potuto fare tutti: in un modo o nell'altro sarebbero comunque finiti nei libri di storia.

La barda, come spesso avveniva anche in orari improbabili, rispose immediatamente alle parole del ciambellano instillando il dubbio in molti che potessero essere in realtà la stessa persona ventriloqua che faceva comparire l'altra con un'illusione per prendersi gioco del gruppo. Scese da cavallo lasciando riposare per un momento anche il destriero e si sgranchì la schiena salutando da lontano con un cenno gli altri avventori. I panini dei carristi gli fecero notare che lo stomaco iniziava a rumoreggiare e decise di zittirlo addentando una mela tirata fuori dalla sacca avvicinandosi allo specchio d'acqua che brillava grazie all'oro che rifletteva la luce dal fondo

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thorlum TagliaRocce (Nano Guerriero)

 

Che spreco di Monete...quanto oro buttato. Se avessero voluto la fortuna, si sarebbero tenuti queste monete!!! Dunque, non si può lasciare tutta questa fortuna nell'acqua...vediamo di trovare il punto migliore in cui recuperarne un pò....  Thorlum si aggirava intorno alla riva del lago cercando il punto migliore per poter entrare nell'acqua e prendere più monete possibile. Osservando la zona, vide un numero nutrito gruppo di avventurieri, o così sembrava, avvicinarsi al lago. Osservando ancora meglio, vide due nani e in uno di questi riconobbe subito il ciambellano Beregar Stonewall ma sopratutto riconobbe il simbolo del clan MuroDiPietra. Un MuroDiPietra....e niente di meno che il ciambellano di corte! L'altro invece non riesco a capire chi sia.

Avvicinatosi ai due nani: Brym Arm Grung (in nanico: L’Oro abbondi in miniera) sono Thorlum TagliaRocce, figlio di Thoror nipote di Thoric. E' sempre un piacere incontrare un amico lungo il cammino. Ho sentito voci su una spedizione organizzata dal principe, e in effetti mi aspettavo di incontrare prima o poi qualcosa. Pensavo che il principe sarebbe stato a capo della spedizione, ma giustamente quando si vuole un lavoro ben fatto si chiama sempre un nano.

 

Destrizione fisica:

Spoiler
Spoiler

2pzxzdh.jpg

Thorlum è un nano di 50 anni alto 125 cm. Ha gli occhi grigi e i capelli cappelli rossi, legati dietro la nuca. La lunga barba, anch’essa rossa, divisa in tre lunghe trecce, alla cui estremità si notano dei grossi anelli di ferro. La sua corporatura è massiccia e muscolosa. Porta diverse cicatrici, segno di una vita decisamente dura. Se le si osserva con più con attenzione, se ne intravede una decisamente particolare: grossa e lunga che corre lungo tutto il collo.

In armatura con alle spalle un mantello verde fermato da dei spallacci ben lavorati. In vita una cintura che sulla cui destra è appeso un corno. Non si riescono a notare le armi, visto il grosso martello che porta appresso. Questo di un colore molto scuro ha un bassorilievo inciso con lo stemma del clan di appartenenza (Un grande martello e un diamante su fondo verde). Nel lungo manico una scritta in Nanico: poldaz veghnin, poldaz krusk (forte la pietra, più forte il martello).

Dall’aspetto è difficile dire se sia un Nano amichevole oppure no.

 

 

Edited by SassoMuschioso
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clarissa Pendragon

L'Oasi Naturale

Fontefortuna,mai nome fu più appropriato.un piccolo ruscello d'acqua limpida che attraverso giochi d'acqua,e piccole cascate si incanalava in una bellissima fontana ricavata nella roccia stessa,dove per propiziare gli dei chiunque poteva lanciare delle monete e sperare nella provvidenza divina.

@Chandra

Chandra stava mangiando una mela sul bordo delle fontana ammirando lo spettacolo.Scendo da cavallo e tenendolo per le briglie mi avvicino alla fontana.

Bellissimo posto,non esistono luoghi cosi da dove provengo io.Speriamo che questa Fontefortuna sia di buon auspicio.

Immergo le mani nell'acqua e mi bagno il viso,poi mi lego i capelli e mi rinfresco.

E' proprio una fortuna che un luogo cosi bello non sia stato contaminato dal drago,sarebbe stato un durissimo colpo per il morale.Invece adesso possiamo riposare e rifiatare.

Speriamo che porti fortuna anche a noi.

Prendo dalla mia cintura la sacchetta dei soldi, una moneta di rame,una d'argento e una d'oro e le lancio nella fontana,e mi siedo anche io sul bordo a guardare i giochi d'acqua mangiando una mela e dandone un pezzo al cavallo mentre lo accarezzo.

Edited by Arthalili

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull (nano guerriero)

Aspetto:

Spoiler

1300666_orig.thumb.jpg.98ef285b5de0338fa610ff6d80d236ce.jpg

Il nano dalle trecce bianche, che competeva per anzianità con lo stesso Beregar, scese da cavallo e lasciò che la bestia si abbeverasse al lago. Rispose al saluto del nano appena incontrato con la frase d'uso "Som fortsatt er overflod i venen, etter å ha fylt kistene!" (in nanico: "che ancora abbondi nella vena, dopo aver riempito i forzieri")

"Il mio nome è Trull Tanner." non dichiarò i propri patronimici, diversamente da quanto fatto in passato nel prestare giuramento. In questa occasione non aveva intenzione di essere formale. Non di fronte ad un tale spreco di monete. Ed al conseguente inquinamento delle acque.

Lasciò i convenevoli a Beregar, era quasi certo che non avrebbe lasciato senza lavoro un avventuriero che si portava dietro un martello di quelle dimensioni. Lui come armi portava una catena ed un arco, un martello di quel genere l'aveva maneggiato solo nella fucina della madre, e per poco non ci aveva rimesso tre dita del piede sinistro quando gli era sfuggito. In compenso, si era beccato tre giorni di corvèe.

Tirò la cavezza del cavallo per farlo smettere di bere dal punto in cui si era fermato, e gli parlò dandogli una pacca sulla mascella muscolosa. "Andiamo vicino al punto in cui sgorga, là sarà più pulita." Fece un cenno di saluto al terzo nano.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

@ Celeste, Kiffa, Bjorn, Tonum [Durante il viaggio Chapter 3]

Spoiler

La tiefling prosegue ad avanzare con il proprio cavallo leggero, donando una leggera occhiata alla piccola mezzelfa che pare non aver dato particolare attenzione alle parole di Celeste, ma ben presto saranno gli occhi rossi della tiefling a farlo nel tornare ad inquadrare il volto dell'umana dai capelli bianchi. Ne ascolta le parole e le motivazioni del suo gesto della scorsa sera, oltre al suo cambiare discorso su qualcosa di ben diverso.

Sinceramente non ho molto di cui raccontare.. Non sono mai stata una viaggiatrice, piuttosto sono stata adottata da una famiglia di contadini a Pescalia. Sono cresciuta lì e ho passato tutta la mia vita lì. Posso raccontarti qualcosa sulla produzione del vino, ma non penso che siano storie particolarmente divertenti ed esaltanti.

Riporta lo sguardo in avanti per seguire meglio la strada che il gruppo sta percorrendo, così da rendersi conto anche della presenza degli altri avventurieri.

Sono cresciuta e ho scoperto di non essere un'umana. Durante l'adolescenza ho sviluppato i miei tratti e il dono della magia e per gli abitanti è stato un duro colpo, ma posso dire che pure io non sono stata la persona più tranquilla di questo mondo a notare questi cambiamenti. C'è chi mi ha dato una mano ad essere ben vista, ma adesso non c'è più nessuno che valga la pena di restare.

Abbassa un poco lo sguardo per riflettere o, semplicemente, ricordare qualche momento della sua precedente vita, spostando lo sguardo su Kiffa che sta lì vicino a lei.

Per quanto riguarda lei.. Beh.. L'ho incontrata alle tende mediche che era ricoperta di sangue altrui mentre stava cercando di dare una mano. Da quanto so, sta viaggiando da un paio di giorni tutta da sola e suo nonno era un mago. Sinceramente non credevo che il ciambellano arruolasse anche ragazzine così piccole, ma se lei è sicura..

Si apre un leggero sorriso in sua direzione, quasi ricercasse una certa complicità, prima di sentire il passo di altri zoccoli che si avvicinano e notare la presenza del nordico Bjorn. I ricordi del loro incontro si rifanno vividi nella sua mente, tanto da farle distogliere immediatamente lo sguardo dal colosso umano.

Uhuh.. Ti stai vergognando per caso?

Oh.. Stai zitta

Salve

Bofonchia appena la tiefling, continuando a guardare davanti a sè, prima di tornare a guardare Kiffa che diventa la successiva attenzione del nordico. Non pare disquisire sulla situazione "amicizia" tra Seline e Kiffa.. Pare che le stia bene così, altrimenti la sua voce si sarebbe già fatta sentire, proprio come nel caso dell'arrivo di Tonum e del suo commento riguardo alla razza di Seline. Quest'ultima smuove la coda per poi guardare storto Tonum.

Nonono

Proferisce in direzione di Celeste, scuotendo la testa per quanto riguarda quelle parole che cercano di essere addolcite in una qualche maniera.

Sono curiosa di sapere per quale motivo la sottoscritta non dovrebbe partecipare. Cosa potrei fare?

Spostando successivamente lo sguardo su Bjorn che parla della rigidità che appartiene a lui e alla sua gente.. Chissà come mai Seline non la pensa proprio così dopo il loro primo incontro, andando a distogliere lo sguardo e tornare su Tonum.

Il viaggio così prosegue fino all'arrivo di Fontefortuna, dove il manipolo di avventurieri decide di fare una pausa verso la metà del mattino. La tiefling scende così dal proprio cavallo e aiuta, nel caso ce ne fosse bisogno, anche la piccola mezzelfa per poi lasciar riposare il proprio destriero in attesa di riprendere la marcia.

Finalmente.. Non vedevo l'ora di rimettere i piedi per terra.

Annuisce la tiefling per poi avvicinarsi verso la fontana in cui si trovano anche Clarissa e Chandra. Si appoggia su di essa con entrambe le mani, portandosi dalla parte opposta dell'aasimar ed iniziare a gesticolare un poco con la mano destra, portando a chiudere le palpebre e toccandosele con il dito indice e medio.

Ztin kx kufal

Spoiler

"Mostrami la magia" Abissale.

Utilizza il trucchetto "Detect Magic"

Riapre così gli occhi che saranno di un rosso più acceso del solito, cercando di notare possibile auree magiche all'interno di quella fontana, giusto per la curiosità di sapere quanto i racconti del ciambellano possano trovare fondamento.. Non crede molto alla fortuna, almeno che questa non sia dettata dalla magia. Solo in questo momento la tiefling pare voler approfittare di ciò che ha fatto per alzare lo sguardo dalla fontana ed osservare attentamente i vari presenti e i nuovi giunti per notare possibile presenza di auree magiche.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (umano chr/tem)


@Aspetto, se qualcuno non ha mai letto a riguardo:

Spoiler

Tonum è un ragazzo umano alto circa 1.85 m e dal fisico decisamente robusto. Una grossa armatura lascia scoperta solamente la testa, dai capelli castani ricci e con barba e baffi piuttosto folti.
Allo zaino sono fissati alcuni giavellotti e una lancia di ottima fattura con la lama a forma di saetta.

Tonum ha un carattere simile alla tempesta: un attimo prima quieto e distratto, un attimo dopo adirato o appassionato. Difficilmente si può dire cosa stia pensando. Non ha particolari valori morali o legami, tranne un'adorazione religiosa per il tempo atmosferico, e per le tempeste in particolare. Adora quindi la pioggia e i temporali, apprezza la libertà e la ribellione all'ordine imposto dall'alto. Ama il buon cibo e le comodità, e non disdegna i guadagni facili. Non dà un estremo valore all'amicizia, ma non è nemmeno egoista o incline a tradire gli altri. 

è una persona conviviale, anche se non è molto abile nel parlare e trattare con le persone, e spesso fa gaffe di stampo razziale o simili.

è partito per questa missione perchè è un cacciatore di draghi, a cui però manca una grossa preda per fare curriculum.
Secondariamente, è partito alla ricerca di soldi, fama e donne. Per almeno una di queste cose pare essere sulla buona strada.

 

@Celeste, Kiffa, Bjorn, Seline [Durante il viaggio Chapter 3]

Spoiler

Una fitta di dolore mi salì dal polso fino all'altezza della spalla quando Celeste mi diede un "leggero" schiaffo sulla mano, fratturandomi di netto lo scafoide. 
Ahiooooo!!!! Ma non bastava un rimprovero verbale?  Dopo una veloce parola curativa che mi rimise in sesto l'osso ascoltai Bjorn che provava a voltare la mia frase verso di lui.

Nein! Voglio dire... no, no, mi riferivo a lei. Non sto generalizzando Seline per la sua razza, sto solo dicendo che la totalità dei suoi simili con cui ho avuto a che fare in passato erano degli elementi poco raccomandabili. MOLTO poco raccomandabili. Le stavo semplicemente chiedendo se lei facesse eccezione, e quali fossero le sue motivazioni per venire con noi. Sapete, ci sono leggende che narrano dell'esistenza di un diavolo... o forse era un demone, che aiutava gli essere umani. Ci sono persino storie di un vampiro che aiutava i suoi alleati umani contro altri vampiri. Ma questo non toglie che se incontrassi un demone o un vampiro prima di invitarlo in casa mia gli chiederei QUANTOMENO quali siano le sue intenzioni. Non sono razzista, eh.

Spoiler

Finalmente ho trovato una maniera per inserire quest'ultima frase in un mio post in maniera coerente😂

 

 

Arrivati alla fontana della fortuna: 

Uff, ci sta proprio una pausa. Cercare di spiegare e giustificare le proprie opinioni è molto stressante. Forse dovrei proprio astenermi dall'esprimerle.

Mi avvicinai alla fontana e lanciai una moneta nell'acqua, concentrandomi sul mio desiderio.

Vorrei riuscire a parlare con le persone senza risultare sgradevole e fuori luogo. Diavolo, è come se una parte di me, una mia particolare caratteristica, mi limitasse in queste interazioni sociali. Dovrei migliorare questa mia caratteristica; ma cosa ci vorrà? Sarà una semplice questione di esperienza? E quanto ci metterò per farla risultare anche solo nella media delle altre persone, per cercare di essere più gradevole agli altri? Ci saranno oggetti magici che possono fare qualcosa? Dovrò informarmi. 


DM: 

Spoiler

Converto un'Individuazione del magico in un cura minori, e perdo una mo

 

 

Edited by ilmena
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Umana Elocatrice) 

Tonum, Seline, Kiffa, Bjorn [Durante il viaggio Chapter 3]

Spoiler

Celeste ascoltò ogni parola del racconto della Tielfling, finalmente soddisfatta di avuto modo di poter conoscere quell'individuo per la quale in realtà trovava una certa affinità. Capisco... Mi dispiace ancora per come sia finita... Sai anche io ho vissuto la mia infanzia in campagna, qui nelle Pianure Verdeggianti. Soltanto che eravamo da soli, una piccola casetta sperduta... I miei genitori erano avventurieri prima di stabilirsi dopo la mia nascita. Infatti non eravamo chissà cosa come fattori, non mi ricordo nemmeno come si lavora una spiga di grano per dirti... Però il ricordo che ho più impresso della mia casa sono i profumi dei fiori che crescevano attorno alla nostra proprietà. La lavanda, la loricena gialla... Uh! Ma sto divagando. Mi sono persa a fantasticare e probabilmente non ti interessa...  Eh eh... Comunque quello che volevo dire è che non tutti devono per forza avere una storia avvincente dietro alle proprie spalle per essere ciò che si vuole essere. Gli insegnamenti dei miei genitori mi hanno formata molto, come immagino per te le persone che ti sono state accanto, però il resto vien da se.

Poi rivolse lo sguardo alla piccolina a affiancata da Seline. E lei invece è partita all'avventura per cercare di seguire le orme del nonno, come io feci con i miei genitori 2 anni fa... Non mi sono mai pentita di questa scelta Sicura?, ma mi chiedo se lei possa avere la mia stessa reazione e consapevolezza. È molto giovane... 

Celeste, dopo essere stata ripresa da Seline rimase in silenzio sperando che la risposta di Tonum non risultasse troppo offensiva nei confronti della sua nuova e piacevole conoscente. Di certo l'elocatrice non avrebbe per nessuna ragione perso l'occasione di poter fare una nuova amicizia... 

Ancora una volta quella pausa fu sgradita alla giovane, seppur fosse l'unica prevista per quel giorno, la quale cominciò nuovamente a chiudere ed ad aprire ripetutamente il coperchio del suo preziosissimo marchingeno. Dopo la giornata di ieri l'ansia di non riuscire ad arrivare in tempo per salvare Sophia oppure che il drago potesse nuovamente creare altri disastri si faceva sempre più alta. Si accorse poi dell'arrivo di un Nano che si approcciò a Beregar. La ragazza scese dalla sua cavalcatura, levitando da terra per non sporcare gli stivaletti celesti nuovi, per avvicinarci poi al nano che si era fatto avanti. Salutò l'individuo con un cenno con la mano affiancandosi anche al ciambellano, anche perché era una priorità proteggerlo sino al termine della missione. Sorrise, poi, solarmente al nano, come era suo solito fare. Saluti! Sono Celeste un'avventuriera girovaga! Ha per caso bisogno di aiuto straniero? 

@SassoMuschioso

Spoiler

Link scheda con descrizione personalità ed altro ed immagine rappresentativa. 

https://www.myth-weavers.com/sheet.html#id=1677895

Spoiler

Capelli bianchi come la neve e occhi di ghiaccio. Celeste a prima vista si direbbe essere un soggetto singolare. Albina per così dire... E soprattutto dotata di singolari poteri. Snella, seppur di corporatura allenata, Celeste viaggia con uno spadone ricurvo che potrebbe sembrare troppo grande per essere maneggiato da una fanciulla, ma che in realtà maneggia come se in mano tenesse una piuma, probabilmente questo a causa della magia che è in lei. Indossa sempre qualcosa che la contraddistingua, braccialetti, abiti neri e borchiati di argento e di una particolare bussola/orologio che porta sempre legata con una catenina alla cinta degli abiti, un regalo dei suoi genitori. Un dettaglio che può sorprendere è che la ragazza quanda usa un incantesimo oppure ha l'umore alterato è che i suoi occhi diventavano completamente azzurri, sembrando quasi inquietanti. 
PS: una volta terminata la visita a Firedrakes Celeste ha aggiunto ai suoi indumenti una collana di perle verfi con un'unghia di drago ed un paio di stivali bianchi o celesti, a seconda delle occasioni. 
PSS: dall'inizio dell'avventura i capelli di Celeste sono più corti di 3 dita

 02BRB9m.jpg

 

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po (Monaco felinide)

[CAPITOLO 3 FLASHBACK]
@Tonum, DM - Reminder

Spoiler

Uno.. due.. tre.. ma questi chi sono?
Mi avvicinai a Tonum ed al ciambellano per chiedere chiarimenti sui nuovi volti che vidi assieme a quelli che già conoscevo.
Non credo di aver dormito più di una notte, eppure noto nuovi volti. Chi sarebbero questi?

Niente. Non una risposta. Nè da Tonum, nè dal ciambellano.
Che nella notte io sia diventato un fantasma?
Non ci diedi troppo conto, forse entrambi sovrappensiero potrebbero non aver sentito le mie parole. Decisi di cercare altrove delle risposte, preferendo non presentarmi direttamente a quei nuovi arrivati che sembravano già conoscere gli altri del gruppo: l'orco.

Mi avvicinai tranquillo alla sua mole imponente affiancando il mio cavallo al suo..

[CAPITOLO 4]

Orco. Sembra che ci siano nuovi personaggi in gara con te per la mano della Principessa.. sai chi sono?
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flurio Pascolari (umano cavaliere)

Il viaggio verso Borgo di Foglia Nuova™ (dove spira il vento di nuove avventure) era finora tranquillo. Al nostro gruppo si erano unito alcuni nuovi avventurieri fra cui anche Clarissa, cosa che indusse Flurio a viaggiare in coda al gruppo cercando di starle il più lontano possibile. Erano giunti ora in un luogo ideale per una sosta: Fontefortuna. Avevano trovato altra gente con i loro carri fermi nella piccola radura. Beregar e Trull si erano avvicinati a due nani dall'aspetto capace e combattivo. Il cavaliere intuì che il numero ei avventurieri della loro piccola combriccola si sarebbe allargato a breve.

Ad ogni modo, la faccenda non lo interessava, così decise scaramanticamente di avvicinarsi alla fonte e lanciò distrattamente una moneta nel piccolo stagno.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thorlum TagliaRocce (Nano Guerriero)

 

Thorlum fece un cenno del capo al Nano che prese il cavallo per portarlo a bere in una zona, pare, più consona. Trull Tanner .....Mi piacerebbe sapere che razza di Ollam gli ha insegnato le buone maniere....quando si usa troppo legno e poco ferro si ottengono sempre pessimi risultati....

Mentre Thorlum seguiva con lo sguardo Trull allontanarsi, la sua attenzione venne attirata dalle parole di una giovane donna: Ti sembra che abbia bisogno di aiuto? rispose in tono secco, senza alcun sorriso nel volto, fissando la donna negli occhi. Un nano non ha mai bisogno di aiuto... continuò con orgoglio. Pero immagino che un aiuto servirebbe a te.... per un modico prezzo di 3000 MO posso farti degli ottimi pesi in ferro che possono aiutarti a tenere i piedi saldamente per terra... continuò notando la ragazza che fluttuava da terra.

Share this post


Link to post
Share on other sites

ASPETTO SELINE PER @SassoMuschioso

Spoiler

Seline appare come una giovane ragazza che ha appena raggiunto la maggiore età. Accenna forme femminili, sebbene non sia molto prosperosa e possiede un corpo piuttosto snello e sicuramente poco adatto a lavori di forza bruta, rendendolo invece più agile e scattante. La giovane appare come una qualsiasi umana, tranne per alcuni tratti che sono stati contaminati dal suo retaggio abissale. Un paio di corna rosse spuntano sulla fronte per ripiegare all'indietro e far finire la punta ad indicare verso il cielo, una coda del medesimo colore è un altro segno della sua natura e, nonostante possa sembrare alquanto liscia, si possono notare la presenza di squame su di essa. Occhi rossi e pelle che tende ad una sfumatura rossastra finiscono i tratti abissali visibili della tiefling. I capelli sono di un castano scuro, leggermente mosso, il naso è piccolo e le labbra sottili.

Celeste, Kiffa, Bjorn, Tonum [Durante il viaggio Chapter 3]

Spoiler

Dubito proprio che un diavolo o un demone si prodighi all'aiuto di qualcuno.. Se lo fa è probabilmente per un proprio tornaconto personale

Proferisce in direzione di Tonum, in risposta alle sue parole e probabilmente andando contro i propri interessi e alla propria presenza all'interno di quel gruppo di avventurieri. Il cavallo prosegue così la sua via per poi tornare ad osservare meglio l'umano che ha avanzato i propri pensieri sugli esponenti della razza di Seline o, meglio, per la maggior parte di essi.

Comunque non ho mai conosciuto nessuno della mia razza, essendo rimasta tutta la mia vita a Pescalia. Mi sono fatta tante domande, ma penso di aver chiaramente capito da dove proviene il mio sangue.. E per quanto riguarda la motivazione per cui mi sono unita a voi..

Solleva un poco lo sguardo, riflettendo attentamente alla risposta che deve dare, lasciando giusto un po' di suspance.

Devo risolvere un paio di questioni personali e, una di queste, è proprio il drago che stiamo cercando di scovare e affrontare. Penso sia abbastanza scontato che i miei genitori non ci siano più per causa sua. Uccidere quella creatura è il primo passo per regolare alcuni conti personali.

Silenzio subito dopo, ascoltando attentamente le parole di Celeste che, nel suo divagare e raccontare, non può far altro che riportare Seline alla sua vita precedente.. Essendo in una qualche maniera molto simile a quella dell'umana, sebbene in un villaggio e non in una casa isolata.

Beh direi che ti ho formata bene allora, mia piccola Seline.

Eri l'unica alla fine che ci credeva.. Mamma e papà si sono convinti solo grazie a te, lo sappiamo entrambe.

Volevano bene anche a te e lo sai.. Altrimenti perchè ti sei unita a tutto questo?

Principalmente per te.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor (Umano Adepto dei Draghi)

Flashback con Ariabel, poco dopo la ripartenza

Spoiler

 

Dopo essersi rimessi in marcia, Clint di nuovo affiancò la sua cavalcatura a quella di Arabiel, deciso finalmente a provare a scambiare quattro chiacchiere con la sfuggente nobildonna Elfa. 

Mentre i cavalli procedevano a briglia sciolte, Clint quindi cercò di riprendere la conversazione che si era interrotta due sere prima: "Buona giornata, milady, spero di non disturbarvi. Vedo che viaggiate spesso in solitaria: posso chiedervi se c'è qualche motivo, in tal senso? So che vi siete unita a noi in maniera tardiva e non ci siamo mai presentati come si dovrebbe. Me ne dolgo, ma questa impresa ci plasma tutti come può... Ora, però, vorrei un minimo rimediare. Non mi sono intromesso, quando vi siete presentata a Lord Stonewall la prima volta, quindi non ho capito quasi nulla sulle vostre origini, tranne che siete di sangue nobile e che siete arrivata alla nostra compagine in maniera, forse, rocambolesca. Posso chiedervi da dove venite e se avete davvero intenzione di partecipare alla battaglia col Terrore Cremisi? Perché, in tal caso, sarà necessario cominciare a discutere anche del vostro ruolo nello scontro...".

 

Alla fonte

Stanco della cavalcata, Clint smontò non appena possibile, le sue povere ossa che cominciavano a lamentarsi, dopo tutti quei giorni al passo ed al trotto. Ignorando l'ultimo di una lunga serie di incontri casuali con avventurieri ritardatari e masochisti, mosse alla fonte, in cerca di ristoro e, perché no, di un colpo di fortuna. Fece quindi oscillare nell'aria una moneta, per poi riprenderla e gettarsela alle spalle, in modo che si aggiungesse al mucchio di denari già presenti sul fondo della vasca.

'Una moneta d'oro in meno per il tesoro di Azariaxis...', pensò, mentre si girava per rivolgere un saluto ai due carristi affamati. 

Edited by Ghal Maraz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Skaldsson (Kalashtar Ardente)

Seline, Tonum, Kiffa, Celeste [Durante il viaggio]

Spoiler

Guardó perplesso la tiefling quando sembrava distogliere lo sguardo ad ogni costo, non riuscendo a capirne la ragione. Mmm... Che sia ancora imbarazzata per il nostro primo incontro? Non la biasimo, in effetti. Non deve essere stato piacevole. Mentre stava ancora riflettendo sul comportamento della tiefling, sentì Tonum spiegare il motivo della sua discriminazione. Evidentemente era destinato ad essere incapace di spegnere ogni diatriba, visto come tendevano a finire i suoi tentativi in tal senso. La tiefling rispose quindi prontamente, senza però difendere veramente la sua razza. Rivelò però quello che Bjorn temeva: si trovava qui per vendetta, il drago aveva ucciso entrambi i suoi genitori. Se non fossero stati a cavallo si sarebbe lanciato in un abbraccio fraterno, come in uso tra i guerrieri delle sue terre. Anche se, pensandoci bene, forse era meglio così: probabilmente avrebbe iniziato a pensare male di lui o ad evitarlo a prescindere. Mi dispiace, Seline. Non avevo immaginato che tu ci stessi seguendo per questa ragione. Proferì il nordico con empatia, pur non potendo comprendere pienamente quel dolore. Se mi permetti, vorrei darti un piccolo consiglio: non permettere alla vendetta di avvelenarti. Cerca nei ricordi la forza di compiere quest'impresa, ma non lasciarti cadere preda del rancore. Proprio come temevo. Speravo proprio di sbagliarmi anche questa volta. Ma non sta a me insegnarti come vivere la tua vita: son certo che i tuoi genitori lo hanno fatto molto meglio di questo guerriero. Voglio solo che tu, come chiunque altro, sia libera di scegliere il destino che più ti aggrada. Il discorso con Tonum era temporaneamente passato in secondo piano, ma anche questo dettaglio non era completamente un male.

Arrivarono presto nella foresta, abbandonando il monotono mare d'erba che li aveva accompagnati nei giorni precedenti. Bjorn era contento di quel cambio di paesaggio, oltre ad essere curioso di sentire il famoso "vento di nuove avventure" che soffiava nella loro prossima tappa Che sia scirocco? Oppure quel freddo vento che si abbatte sul Granducato del Freuli, terra madre di ogni blasfemia partorita sul nostro mondo? Voleva anche cercare di capire la ragione di quella strana particella che il ciambellano sembrava aggiungere ogni volta che nominava quel luogo: non l'aveva mai vista associata ad un paese.

Desidero quindi di fermarsi davanti ad una fonte dal passato leggendario, che si diceva portare fortuna a chiunque lanciasse delle monete all'interno. Vicino ad essa era presente un nano, intenzionato ad unirsi a loro. Inizialmente soddisfatto da quell'idea, Bjorn ne rimase presto deluso: sembrava essere scortese, oltre che molto arrogante. Non certo una persona con cui avrebbe brindato. Decise quindi di approfittare della pausa per approfondire la conoscenza di tutti i nuovi arrivati, partendo da Ariabel. Era fondamentale avere una chiara idea di chi fossero per affrontare al meglio lo scontro. Avvicinatosi all'elfa provò a ripassare il rituale che gli aveva suggerito Clint, ma non riusciva a ricordare se avrebbe dovuto inchinarsi o baciare quella donna. Per evitare di fare figure come quella avvenuta la giornata precedente con la tiefling optò per un semplice piegamento del capo, come faceva davanti agli Jarl. Salve, madama. Non abbiamo avuto modo di presentarci, nonostante sia trascorso un po' di tempo dalla sua entrata nel gruppo: sono Bjorn Skaldsson, avventuriero di professione.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

Celeste, Kiffa, Bjorn, Tonum [Durante il viaggio Chapter 3]

Spoiler

Le parole successive appartengono a Bjorn che pare riportarla nel mondo reale, lontano da quella mente contorta e ricca di labirinti dal quale la tiefling non riesce a trovare una via d'uscita che la possa rendere libera. Lo sguardo difatti è abbassato, continuando a ragionare tra sè dopo le ultime parole di Celeste, rialzando infine l'attenzione sul nordico che riprende con le sue parole e lasciando che un leggero sorriso si presenti sulle labbra di lei, giusto all'ultime parole di Bjorn.

E' questo il punto, Bjorn. Non sono libera di scegliere il mio destino, almeno non adesso.. Avrò bisogno di tempo e potere.

Solleva per qualche istante entrambe le mani, come se dovesse arrendersi a chissà quale entità invisibile.

Anche se non sembra, per il momento sono legata e non posso fare altrimenti.. Dimmi, Bjorn, hai mai perso qualcuno di caro? I miei genitori erano persone a cui volevo bene, sebbene sia sempre stata un'orfanella adottata, ma c'è chi ha creduto in me più di loro. Forse l'unica persona che lo ha effettivamente fatto in quel villaggio ed adesso..

Lascia cadere quella frase, tornando a guardare di fronte a sè con fare nostalgico.

Il pensiero di lei mi tormenta ogni giorno.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (umano, chr/tem)

@ Celeste, Kiffa, Bjorn, Seline [Durante il viaggio Chapter 3]

Spoiler

Il mio sguardo tentennò alla risposta della giovane tiefling, e misi una mano vicino al cuore in segno di scuse. 
Capisco... scusami, non immaginavo potesse esserci una persona della tua razza che sia stata allevata dagli umani. Questa è proprio la prima volta che ne sento parlare. Tutti i membri della tua razza con cui ho avuto più o meno a che fare erano individui malvagi, egoisti, violenti... ma a quanto pare tu, come... quasi tutti noi, qui, sei speciale. Capisco benissimo perchè ci vuoi seguire allora; ti chiedo scusa se ho dubitato di te, e ti ringrazio per la tua risposta decisa ma tranquilla. Denota una maturità mentale che non immaginavo, a vederti. Le apparenze ingannano anche in questo senso. 

Mi allontanai dal gruppetto, e mi portai più avanti nella fila.

Guardai brevemente il nuovo arrivato. 
Oh, finalmente un avventuriero come si deve: un nano con un martello! Qualcuno di normale ci dovrà pur essere.
Notai anche che Clint, Clarissa e Flurio lanciarono una o più monete.

Qualche desiderio o proposito in particolare?  chiesi loro con un mezzo sorriso.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kiffa Borealis (mezzelfa stregona)

Il viaggio non è pesato in modo particolare alla mezzelfa. Dopo essersi addentrata nella foresta, la comitiva ha deciso di accamparsi nei pressi di una fonte sulla quale si narrano parecchie leggende, lì c'è un nano con un grosso martello ad attenderli e per qualche ragione l'attenzione di KIffa come quella di Tonum ne fu attratta. Kiffa avvertì l'impulso di presentarsi al nuovo arrivato "Sono Kiffa Borealis." Dice mentre il grosso martello del nano continua a focalizzare l'attenzione della ragazza "Ma... riesci davvero ad usarlo quello?" E accenna al grande martello.

Edited by Ipergigio

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

x Seline

Spoiler

La tiefling si concentrò sull'incantesimo, scandagliando l'area di Fontefortuna. Tuttavia non percepì alcuna magia in quel luogo.

Varie monete caddero nello stagno di Fontefortuna, unendosi alle altre che formavano il letto di quel luogo di riposo, contribuendo (secondo il parere dei nani) all'inquinamento della fauna locale. Tuttavia il ciambellano non commentò la cosa, limitandosi a smontare dal suo cavallo per fare le presentazioni di rito E' un lieto incontro quello che facciamo, Thorlum Tagliarocce esordì E la missione alla quale partecipiamo ti deve essere già nota. Ma no, il principe non guida la spedizione, la sua presenza è richiesta in importanti affari di stato, la stessa responsabilità che lega gli anziani del clan Murodipietra cui faccio parte. Ma non è solo ai convenevoli che voglio soffermarmi spiegò il ciambellano Azariaxis il Terrore Cremisi è passato di qua, portando distruzione. Servono tutte le braccia capaci, motivo per il quale accetto il tuo aiuto in questa impresa. Considerati parte di questa combriccola, le cui presentazioni dovranno essere fatte in fretta, se non vogliamo rischiare che il drago e la contessa muoiano di vecchiaia nel frattempo.

Chandra e Clarissa frattanto sbocconcellarono un paio di mele, mentre Clint preferì la compagnia dei due carristi, che si rivelarono essere giunti proprio dal Borgo di Foglia Nuova™ (dove spira il vento di nuove avventure) Salute a voi, messere disse il primo, un quarantenne dal viso rubizzo e dal naso a patata Stavamo giusto per andarcene. La nostra consegna di legname non può aspettare a lungo, per quanto un bel panino sia sempre una pausa sfiziosa in questa nostra vita agreste

Puoi dirlo forte disse il suo compare, un ometto basso e dai denti storti, intento in una approfondita ispezione delle cavità nasali E sinceramente preferisco tenermi lontano dal borgo, finchè quel drago rosso sorvolerà la zona

Ah, non nominarlo! esclamò il primo battendosi le mani sulle orecchie Non voglio nemmeno ricordare quando è passato sopra le nostre case!

Ci credo, te la sei fatta nei pantaloni quando hai udito il suo ruggito! rimbeccò il secondo, aggiustandosi una spiga di grano tra le labbra

E ci credo, me lo ricordo ben-- l'uomo si interruppe, facendo un'espressione contrita Ecco, grazie... adesso devo cambiarmi! disse, per poi avviarsi verso il carro con una strana andatura, simile a quella di un granchio.

x tutti

Spoiler

rapido checkpoint a domani notte, in cui ci sarà la ripartenza con l'arrivo della brigata al Borgo di Foglia Nuova™

Spoiler

(dove spira il vento di nuove avventure)

 

 

Edited by Bomba
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

Un viaggio pieno di soste interessanti, invero... Non certo come mi ricordavo fosse una caccia ad un drago... Pensò Liang, smontando da cavallo per osservare la fonte. Quando il nano armato di maglio si presentò al ciambellano Stonewall, si avvicinò e si presentò al nuovo arrivato.  Dum aniwarnelvav arnacuigh, hondal. (Trad. Nanico: che il fato vi doni abbondanza d'oro, giovane guerriero.) Il mio nome é Zhuge Liang. Ci accompagnerete anche voi in questa impresa?

descrizione fisica

Spoiler

L'uomo non sembrava avere più di una trentina d'anni, ed era alto, almeno per la media della sua terra. I tratti facciali tipici della gente del Katai erano infatti incontrovertibilmente incisi sul suo viso, incorniciato da barba corta e baffi, neri come i capelli che portava lunghi. Indossava una verde veste di foggia orientale, a metà tra una giacca e un mantello, che tuttavia non poteva nascondere del tutto il giaco di maglia di metallo brunito che proteggeva il suo petto. al fianco destro era assicurata una grande spada ricurva, mentre dal lato sinistro, assicurato alla cinta con strisce di cuoio nero, pendeva un tomo rilegato di pelle rossa.

 

Edited by Nightmarechild

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor (Umano Adepto dei Draghi)

"Ahem... bene, bene, bene...", commentò allora Clint, rivolgendosi all'uomo con la spiga di grano tra le labbra, "... e non è che, per puro caso, mi sapresti indicare alcune cose?

Tipo: quand'è passato il drago? Al di sopra del vostro Borgo, intendo? 

E, magari, se qualcuno dei vostri ha capito dove stesse andando? Magari ha lasciato delle tracce? Sai, è meglio evitare guai...

E poi, non so... mi pare di capire che Foglia Nuova sia stato risparmiato... il che è un bene! Ma... il drago sembrava arrabbiato? Di fretta? Aveva... già dei prigionieri? O del tesoro con sé? Oppure sta continuando a girare lì attorno?

Sì, insomma, qualcuno ha notato qualcosa di lui?".

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.