Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Death of Divinity, Dreadful Realms, Heroes of the Cypher System

Vediamo assieme le ultime novità su Kickstarter relative al mondo dei GdR.

Read more...

Per Jeremy Crawford modificare razze e allineamenti in D&D richiederà anni

In un'intervista, il Lead Desiger della WotC ha parlato di Razze, Allineamenti e dei piani futuri della WotC in merito.

Read more...

Le strutture dei giochi - Parte 13: Strutture Personalizzate

In questa tredicesima parte della nostra rubrica sulle strutture di gioco, risponderemo alla domanda lasciata in sospeso la settimana scorsa: cosa succede se la struttura adatta non esiste?

Read more...

Una prima anticipazione sul GdR di Dune

Dopo l'annuncio iniziale di due anni fa, la Modiphius ha rilasciato delle prime anticipazioni su Dune RPG, il GdR dedicato alla famosa serie letteraria di fantascienza.

Read more...

Jaquayare i dungeon: Parte 2 - Le tecniche della Jaquays

Nella seconda parte di questa rubrica su come rendere i dungeon più eccitanti scopriremo le tecniche usate da Jennel Jaquays per disegnare le sue mappe.

Read more...

    Chierico, Druido, Mago e un nuovo Sondaggio

    • Ecco a voi il nuovo Arcani Rivelati di Ottobre, dedicato a nuove Sottoclassi per il Chierico, il Druido e il Mago. In aggiunta, la WotC ha rilasciato un Sondaggio riguardante l'Arcani Rivelati del 19 Settembre, dedicato al Bardo e al Paladino.

    Articolo di Ari Levitch, Dan Dillon e Ben Petrisore Jeremy Crawford, con e F. Wesley Schneider - 3 Ottobre 2019

    Nota del Traduttore: le traduzioni italiane dei nomi delle Sottoclassi presentate in questo articolo non sono ufficiali.
     

    Questa settimana tre Classi ricevono una nuova opzione da playtestare. Il Chierico riceve un nuovo Dominio Divino: il Dominio del Crepuscolo (Twilight Domain). Il Druido ottiene un nuovo Circolo Druidico: il Circolo dell'Incendio (Circle of Wildfire). E il Mago ottiene una nuova Tradizione Arcana: l'Onomanzia (Onomancy), la magia dei veri nomi. Vi invitiamo a dare una lettura a queste Sottoclassi, a provarle in gioco e a farci sapere cosa ne pensate nel Sondaggio prossimamente in arrivo sul sito ufficiale di D&D.

    Il Sondaggio

    E' ora anche disponibile un Sondaggio riguardante il precedente Arcani Rivelati, che presentava il Collegio dell'Eloquenza (College of Eloquence) per il Bardo e il Giuramento dell'Eroismo (Oath of Heroism) per il Paladino. Per favore, seguite il link del Sondaggio per farci sapere cosa ne pensate.

    Questo è Materiale da Playtest

    Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.

    arcani rivelati: chierico, druido e mago

    sondaggio: bardo e paladino


     


    Article type: Arcani Rivelati


    User Feedback

    Recommended Comments

    Capisco che il Mago nel MDG abbia già un sacco di opzioni rispetto alle altre classi grazie alle scuole di Magia ma perchè nelle espansioni e negli Arcani Rivelati devono dargli sempre gli archetipi più sfigati?

    Voglio dire, il mago dei nomi...

    "AH! Sarai anche temuto da tutti come Argazoth il Distruggitore, ma io ho potere su di te perchè SO CHE IL TUO VERO NOME È CIRO!"

    Ma il vero problema è che mentre gli altri archetipi di Mago possono sempre accedere ai loro poteri basta che il nemico superi il tiro salvezza per Extract Name (cosa più che probabile durante una boss fight) ed ecco che tutti i poteri di questo archetipo diventano bellamente inutili.

    Edited by Grimorio
    Link to comment
    Share on other sites

    Ho dato una letta molto veloce

    Twilight domain: molto carino, da un sacco di bonus utili, la lista di incantesimi mi lascia un po' perplesso ma ci sta.

    Circle of wildfire: un druido blaster, che figata! Molto carino lo spirito/compagno animale, blazing endurance mi sembra molto forte come capacità nonostante sia molto situazionale.

    Onomancy: (truenamer faceva schifo?) concept carino, peccato sia focalizzato praticamente sul far danni e basta. 

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    Penso che il capstone del wilfire sia qualcosa di assurdo! Resti a 1 pf anzichè andare a terra e continui a combattere con una valanga di pf temporanei! Bellissimo

    Wizard onomancy ha alcune cose interessanti (come bless sui compagni aggratis, niente male -si suppone che tu conosca il nome dei tuoi compagni <.<). La capstone è forte, cambiare i danni in forza/psichici è un buon escamotage per superare le resistenze nemiche. Tuttavia mi sarei aspettato qualcosa di piu vario in generale sulla classe (sembra concepita per urlare nomi e fare danno, speravo piu control). 

    Twilight domain lo trovo carino, gli incantesimi sono belli, la channel divinity non mi piace molto, il divine strike classici danni in piu sempre graditi,  la capstone è interessante, avere darkness e permettere a tutti di vederci dentro potrebbe risolvere non pochi problemi.

    Link to comment
    Share on other sites

    Twilight è interessante, un po' deboluccio magari ma il volo a volontà a livello 6 è alquanto potente. più che altro appena l' ho letto ho immaginato un prete svolazzante che cade come una pera cotta quando qualcuno lo illumina con fascio di luce.
    Circle of Wildfire è buono e mi piace il tema, ma occupa lo spazio di "druido col pet" che avrei preferito vedere occupato da un vero compagno animale. Inoltre ho recentemente letto un' homebrew con lo stesso identico tema, e la considero molto più legata al tema di fuoco e rinnovamento. In sintesi, questo circolo è buono di per sè e mi permette di interpretare un druido ricco di spunti, ma in questo caso  mamma Wizard  mi soddisfa di meno di Reddit.
    Onomancy è il mio preferito, a prima vista sembra Op ma se si vanno a vedere le limitazioni si vede che è alquanto ben bilanciato. Ci voleva una tradizione più focalizzata su danni e debuff a bersaglio singolo. E poi le possibilità narrative e di sottoquest date dalla classe sono infinite. Voto A+.

    Edited by Theraimbownerd
    Link to comment
    Share on other sites
    9 ore fa, Grimorio ha scritto:

    Capisco che il Mago nel MDG abbia già un sacco di opzioni rispetto alle altre classi grazie alle scuole di Magia ma perchè nelle espansioni e negli Arcani Rivelati devono dargli sempre gli archetipi più sfigati?

    Voglio dire, il mago dei nomi...

    "AH! Sarai anche temuto da tutti come Argazoth il Distruggitore, ma io ho potere su di te perchè SO CHE IL TUO VERO NOME È CIRO!"

    Ma il vero problema è che mentre gli altri archetipi di Mago possono sempre accedere ai loro poteri basta che il nemico superi il tiro salvezza per Extract Name (cosa più che probabile durante una boss fight) ed ecco che tutti i poteri di questo archetipo diventano bellamente inutili.

    Motivo per cui se sai di dover affrontare un nemico forte (tipo uno con resistenza leggendaria), il vero nome te lo cerchi prima, ruolando. Anche questa è la bellezza dell' archetipo.

    Link to comment
    Share on other sites
    3 minuti fa, Theraimbownerd ha scritto:

    Motivo per cui se sai di dover affrontare un nemico forte (tipo uno con resistenza leggendaria), il vero nome te lo cerchi prima, ruolando. Anche questa è la bellezza dell' archetipo.

    Mica in tutte le avventure sai con chi hai a che fare

    Link to comment
    Share on other sites
    2 minuti fa, Theraimbownerd ha scritto:

    Vero. Per questo i personaggi con questo archetipo dovranno fare del loro meglio per scoprirlo. Le meccaniche incoraggiano l' interpretazione.

    No io lo vedo come una classe da scommettitore, è una scommessa contro il tiro salvezza, se non lo supera bombardi in bersaglio con un sacco di danni, risultando più potente di un mago con un'altra tradizione arcana, se lo supera invece fai danno normale da incantesimi ma senza tutti quei bonus e poteri in più che avrebbero gli altri maghi.

    Link to comment
    Share on other sites
    47 minuti fa, Grimorio ha scritto:

    No io lo vedo come una classe da scommettitore, è una scommessa contro il tiro salvezza, se non lo supera bombardi in bersaglio con un sacco di danni, risultando più potente di un mago con un'altra tradizione arcana, se lo supera invece fai danno normale da incantesimi ma senza tutti quei bonus e poteri in più che avrebbero gli altri maghi.

    Per me invece quella class feature è da usare contro i nemici più debolucci, mentre contro i boss importanti di trama (che di solito hanno  cose come resistenza leggendaria) viene dato per scontato che i veri nomi li hai ricercati in maniera tradizionale. E poi  un bless gratis sugli alleati non si rifiuta mai.

    Link to comment
    Share on other sites
    46 minuti fa, Theraimbownerd ha scritto:

    Per me invece quella class feature è da usare contro i nemici più debolucci, mentre contro i boss importanti di trama (che di solito hanno  cose come resistenza leggendaria) viene dato per scontato che i veri nomi li hai ricercati in maniera tradizionale. E poi  un bless gratis sugli alleati non si rifiuta mai.

    e se il boss finale fosse un demone a caso fortissimo che viene evocato da quello che pensavate per tutta l'avventura essere il bbeg? e si possono fare moltissimi altri esempi analoghi. le battaglie finali possono sempre avere dei colpi di scena improvvisi. in quel casi la classe si avvia verso la strada della fortuna, se il ts viene fallito bene, se no sei limitato. inoltre come dici te basta una resistenza leggendaria e puff, classe senza poteri. per me da dei poteri anche interessanti, tuttavia è castrata e limitante in certi versi.

    riguardo al bless ti do ragione, apprezzo il potere e, potendolo usare gratis un numero di volte pari al tuo mod di intelligenza, tanta roba (resta il fatto che il resto delle features serve per far danni e si ricade nel problema di prima).

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites
    3 minuti fa, SamPey ha scritto:

    e se il boss finale fosse un demone a caso fortissimo che viene evocato da quello che pensavate per tutta l'avventura essere il bbeg? e si possono fare moltissimi altri esempi analoghi. le battaglie finali possono sempre avere dei colpi di scena improvvisi. in quel casi la classe si avvia verso la strada della fortuna, se il ts viene fallito bene, se no sei limitato. inoltre come dici te basta una resistenza leggendaria e puff, classe senza poteri. per me da dei poteri anche interessanti, tuttavia è castrata e limitante in certi versi.

    riguardo al bless ti do ragione, apprezzo il potere e, potendolo usare gratis un numero di volte pari al tuo mod di intelligenza, tanta roba (resta il fatto che il resto delle features serve per far danni e si ricade nel problema di prima).

    Beh, se da master fai una cosa del genere sapendo che hai questo tipo di personaggio nel party secondo me sei un po' odioso. Ricercare i verinomi è parte integrante della fantasia che questa classe promette, negargliela è come negare il terreno favorito al ranger o rubare le armi al guerriero.

    Edited by Theraimbownerd
    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites
    13 minuti fa, Theraimbownerd ha scritto:

    Beh, se da master fai una cosa del genere sapendo che hai questo tipo di personaggio nel party secondo me sei un po' odioso. Ricercare i verinomi è parte integrante della fantasia che questa classe promette, negargliela è come negare il terreno favorito al ranger o rubare le armi al guerriero.

    non sono d'accordo. Se il mio racconto ha come boss finale una simile a quella citata sopra sarei odioso solo perché uno dei giocatori ha scelto una sottoclasse particolare quindi io devo modificare radicalmente la mia storia per far si che lui contro il boss finale riesca ad usare i suoi poteri? non mi sembra avere senso. sicuramente darei spunti narrativi e di roleplay ma non è giusto definire un master odioso solo perché la storia che ha inventato e che sta raccontando potrebbe limitare le abilità di un personaggio (pienamente cosciente delle capacità della classe che ha preso). 

    Link to comment
    Share on other sites
    2 minuti fa, SamPey ha scritto:

    non sono d'accordo. Se il mio racconto ha come boss finale una simile a quella citata sopra sarei odioso solo perché uno dei giocatori ha scelto una sottoclasse particolare quindi io devo modificare radicalmente la mia storia per far si che lui contro il boss finale riesca ad usare i suoi poteri? non mi sembra avere senso. sicuramente darei spunti narrativi e di roleplay ma non è giusto definire un master odioso solo perché la storia che ha inventato e che sta raccontando potrebbe limitare le abilità di un personaggio (pienamente cosciente delle capacità della classe che ha preso). 

    Per me la storia va sviluppata insieme ai PG, così da dare a ognuno di loro la possibilità i brillare e di risolvere eventuali archi del personaggio. Se un mio giocatore gioca un chierico non posso non dare un ruolo alla sua chiesa nella storia, se gioca un warlock devo inserire il suo patrono in qualche modo, se gioca un truenamer gli faro' ricercare verinomi.  E tutte queste cose dovranno avere una influenza rilevante nella storia. Dopotutto la storia che si racconta è dei giocatori tanto quanto lo è del master, preferibilmente anche di più.

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites
    • Moderators - supermoderator
    31 minuti fa, SamPey ha scritto:

    Se il mio racconto ha come boss finale una simile a quella citata sopra sarei odioso solo perché uno dei giocatori ha scelto una sottoclasse particolare quindi io devo modificare radicalmente la mia storia per far si che lui contro il boss finale riesca ad usare i suoi poteri?

    Verrebbe da disquisire che è la "vostra" storia, non la tua. Il bello del GdR è lo storytelling condiviso, non un DM che vuole raccontare il suo romanzo ai giocatori.

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites
    3 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

    Verrebbe da disquisire che è la "vostra" storia, non la tua. Il bello del GdR è lo storytelling condiviso, non un DM che vuole raccontare il suo romanzo ai giocatori.

    Sono d'accordo, tuttavia non ritengo giusto dover imporre un certo regime narrativo (che oltre al DM si estende anche agli altri giocatori) perche la classe che ha scelto un personaggio lo impone. Non dico che non abbia abilità intetessanti o che non si possa ruolare (anzi penso abbia moltissimi spunti narrativi) tuttavia è legata a questo concetto in modo troppo radicale; con alcune variazioni per me si potrebbe risolvere questo problema (per esempio un modo piu pratico di conoscere il nome di un bersaglio senza ricorrere a TS). Una classe basata sui nomi DEVE avere una solida componente ruolistica, e l'archetipo coglie un argomento molto affasciante non ho da ridire,  però credo che sarebb bastata un'abilità per cogliere il vero nome leggermente diversa e sarebbe andata bene. 

    • Like 2
    Link to comment
    Share on other sites
    7 ore fa, Alonewolf87 ha scritto:

    Verrebbe da disquisire che è la "vostra" storia, non la tua. Il bello del GdR è lo storytelling condiviso, non un DM che vuole raccontare il suo romanzo ai giocatori.

    La cosa funziona nel caso di avventure inventate dal DM, non con i mega moduli che la WOC continua a far uscire.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    Vedo ben poca qualità ed equilibrio in queste ultime ondate di Arcani Rivelati, lo scrivo avendo letto quello del guerriero, ladro, ecc. or ora.

    Andiamo male, bisogna che ci mettano le mani su pesantemente, perché questa roba non è proponibile.

    Si rischia molto, libri di classi squilibrate sono la cancrena delle edizioni. Poi cosa succede? 

    Si va avanti per un poco, ma ad un certo punto è necessaria una riorganizzazione e... Taaac: ecco la sesta.

    Siamo al 5° anno di vita, il prossimo sarà il 6°, quanti ne abbiamo davanti 2/3?

    Personalmente mi piacerebbe fosse un'edizione decennale, ma queste robe puzzano. Eccome se puzzano.

     

    Edited by OrtodelGrognard
    Link to comment
    Share on other sites
    Il 18/10/2019 alle 08:16, OrtodelGrognard ha scritto:

    Vedo ben poca qualità ed equilibrio in queste ultime ondate di Arcani Rivelati, lo scrivo avendo letto quello del guerriero, ladro, ecc. or ora.

    Andiamo male, bisogna che ci mettano le mani su pesantemente, perché questa roba non è proponibile.

    Si rischia molto, libri di classi squilibrate sono la cancrena delle edizioni. Poi cosa succede? 

    Si va avanti per un poco, ma ad un certo punto è necessaria una riorganizzazione e... Taaac: ecco la sesta.

    Siamo al 5° anno di vita, il prossimo sarà il 6°, quanti ne abbiamo davanti 2/3?

    Personalmente mi piacerebbe fosse un'edizione decennale, ma queste robe puzzano. Eccome se puzzano.

     

    Perche pensi siano improponibili? E perche pensi siano sbilanciate?

    Non capisco la tua perplessità sull'edizione. Mi pare che la 5e stan andando bene e stia vendendo (segni che sta piacendo al pubblico), inoltre grazie serie tv come stranger things (o anche rick and morty) il pubblico di dnd si sta espandendo (non mancano le citazioni in film, libri e altre serie tv che incuriosiscono il pubblico) e la 'semplicità' della 5e porta anche un pubblico piu giovane a provare il gioco (non so se è già uscito ma avevo letto della realizzazione manuali più semplici e 'infantili' di 5e proprio per semplificare e incentivare i piu giovani ad approcciarsi al gioco).

    Link to comment
    Share on other sites

    Ciao,

    Non è una perplessità sull'edizione per come è adesso. 

    La 5a edizione funziona bene perché è centrata sul miglior PH della storia di D&D e il suo regolamento non è rettificato dal 2014. Stanno provando a replicare la Xanathar perché i manuali è meglio venderli anche ai giocatori, ma per fare ciò rischiano di incrinare un sistema fatto di pesi e misure col calibro.

    Davvero c'è bisogno di questa roba? No, sono concept tirati per le orecchie. 

    Lo dico e lo ripeto, se amate questa edizione lasciate perdere questi UA e bocciateli nel feedback alla casa madre.

    Edited by OrtodelGrognard
    Link to comment
    Share on other sites
    2 ore fa, OrtodelGrognard ha scritto:

    Ciao,

    Non è una perplessità sull'edizione per come è adesso. 

    La 5a edizione funziona bene perché è centrata sul miglior PH della storia di D&D e il suo regolamento non è rettificato dal 2014. Stanno provando a replicare la Xanathar perché i manuali è meglio venderli anche ai giocatori, ma per fare ciò rischiano di incrinare un sistema fatto di pesi e misure col calibro.

    Davvero c'è bisogno di questa roba? No, sono concept tirati per le orecchie. 

    Lo dico e lo ripeto, se amate questa edizione lasciate perdere questi UA e bocciateli nel feedback alla casa madre.

    Sono delle beta, esattamente come i programmi, e invece di pagare playtesters li danno in prova ai giocatori per avere dei feedback gratuitamente.

    Alcuni sono validi ed hanno il loro senso, altri sono fatti davvero coi piedi, e se notate finora solo molto pochi (se non forse nessuno) sono diventati ufficiali e tutti gli altri sono caduti nel dimenticatoio.

    Edited by Grimorio
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites


    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.