Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

16 Nuovi Talenti

Articolo di Taymoor Rehman, Jeremy Crawford, Ben Petrisor, Dan Dillon e Ari Levitch - 13 Luglio 2020
L'Arcani Rivelati di oggi presenta una selezione di nuovi Talenti per Dungeons & Dragons. Ogni Talento offre un modo per diventare migliori in qualcosa o per ottenere una capacità del tutto nuova. Potete trovare questi talenti nel PDF disponibile più in basso.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: 16 nuovi talenti
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/feats
Read more...

Fuga dall'Abisso esce il 30 Luglio in italiano

In questi giorni la Asmodee Italia ha aggiornato la pagina del suo sito dedicata alle prossime uscite, rivelando finalmente la data di uscita di Fuga dall'Abisso, un'avventura per PG di livello 1-15 ambientata nel Sottosuolo dei Forgotten Realms e caratterizzata dalla presenza dei mostruosi Signori dei Demoni. Completamente tradotta in lingua italiana, l'avventura uscirà in tutti i negozi il 30 Luglio 2020.
Ovviamente è importante tenere presente che, come specificato sempre dalla Asmodee sul suo sito, le date da lei annunciate sono da considerarsi sempre indicative e potrebbero subire variazioni in caso di contrattempi.
Qui di seguito potrete trovare la descrizione ufficiale dell'Avventura, la copertina del manuale e la recensione da noi pubblicata su DL'.
Grazie a @AVDF per la segnalazione.
Fuga dall'Abisso
L’Underdark è un mondo sotterraneo ricco di meraviglie, un labirinto sterminato e contorto dove regna la paura, popolato da mostri orrendi che non hanno mai visto la luce del giorno. È quaggiù che l’elfo oscuro Gromph Baenre, Arcimago di Menzoberranzan, lancia un empio incantesimo con l’intenzione di infiammare l’energia magica che pervade l’Underdark: nel farlo, spalanca una serie di portali collegati al regno demoniaco dell’Abisso. Ciò che ne esce stupisce lo stesso arcimago, e da quel momento in poi, la follia che aleggia sull’Underdark non fa che crescere e minaccia di scuotere i Reami Dimenticati fin dalle loro fondamenta. Fermate la follia prima che divori anche voi!
Data di uscita: 30 Luglio 2020
Lingua: italiano
Formato: Copertina rigida
Articoli di Dragons' Lair:
❚ Recensione di Fuori dall'Abisso

Read more...

I vecchi manuali di D&D su DMs Guild ora hanno un Disclaimer

Disclaimer: vista l'alta sensibilità del tema trattato in questo articolo (considerato Tema a Rischio, come specificato negli articoli 1.6 e 1.12 del Regolamento di Dragons' Lair), abbiamo deciso di disabilitare i commenti. Si tratta di una soluzione temporanea, che abbiamo deciso di adottare in attesa di poter introdurre una versione più aggiornata del Regolamento. Nei prossimi giorni, infatti, lo Staff di DL' si riunirà per definire nuove linee guida riguardanti proprio la discussione di argomenti simili. Nel frattempo ci scusiamo per il disagio.
 
In linea con un annuncio sul trattamento della Diversità da lei rilasciato qualche settimana fa e in riconoscimento del fatto che, rispetto a 40 anni fa (quando D&D è nato), il mondo è cambiato, la Wizards of the Coast ha deciso di inserire all'interno dei vecchi manuali di Dungeons & Dragons pubblicati sul DMs Guild un Disclaimer riguardante il contenuto in essi trattato. Tale Disclaimer ha lo scopo di avvisare i lettori di oggi che quei manuali sono figli del loro tempo e che, quindi, possono contenere idee, concetti e affermazioni che non rispecchiano i valori del D&D di oggi. Un esempio di manuale in cui è stato inserito il Disclaimer è Oriental Adventures per la 1e.
Qui di seguito potete trovare la traduzione del Disclaimer in italiano:
Ed ecco qui la versione originale:
Fonte: https://www.enworld.org/threads/older-d-d-books-on-dms-guild-now-have-a-disclaimer.673147/
Read more...
By aza

ManaDinamica – Magia ed Entropia

La magia può sembrare una cosa meravigliosa: si tratta di uno strumento in grado di fare, in prima approssimazione, qualunque cosa.
Abbiamo tuttavia già visto nel precedente articolo che la faccenda non è così semplice: infatti, per ottenere un qualunque effetto magico che sia fisicamente coerente, abbiamo bisogno di spendere energia. E abbiamo bisogno di ottenere questa energia da qualche parte.
Ma il problema non si ferma qui: ogni volta che l’energia viene trasformata da una forma all’altra, una porzione di essa sempre maggiore viene dispersa, diventando inutilizzabile per il suo scopo originario
Oggi parliamo del secondo principio della termodinamica… applicato alla magia!

Calore e movimento
Se mettiamo a contatto tra loro due oggetti a diverse temperature, il più caldo comincerà a raffreddarsi e il più freddo a scaldarsi finché non raggiungeranno la stessa temperatura.
Questo fenomeno, detto “principio zero della termodinamica”, è evidente se mettiamo un cubetto di ghiaccio nell’acqua d’estate: il cubetto si scalda, sciogliendosi, ma nel farlo raffredda l’acqua.
Quello che è accaduto è che una certa quantità di energia, detta calore, ha abbandonato il corpo caldo, raffreddandolo, per introdursi in quello più freddo e riscaldarlo.
Questo passaggio di energia può essere “imbrigliato” per ottenere movimento: le macchine in grado di compiere queste trasformazioni sono dette Motori Termici, tra cui il motore a scoppio, il motore stirling e l’immancabile motore a vapore.

Un modellino di motore stirling. Una lieve differenza di temperatura tra il sopra e il sotto della base è sufficiente per far girare la ruota.
Un motore termico ha infatti bisogno di due “ambienti”, uno più caldo dell’altro, e la sua capacità di funzionamento dipende proprio da tale differenza di temperatura.
Quando, nel mondo reale, gli scienziati, ingegneri e inventori del ‘700 e ‘800 cominciarono a studiare il rapporto tra il calore fornito a una macchina a vapore e l’energia meccanica (cioè legata allo spostamento della vaporiera) che essa era in grado di rilasciare, si accorsero che una porzione di tale energia veniva perduta.
Infatti, parte di quel calore andava comunque a riscaldare l’ambiente esterno, più freddo ovviamente della caldaia: questo implica che, se da una parte l’aria esterna circola ed è in grado di rinnovarsi, la caldaia va via via raffreddandosi e richiede sempre nuovo combustibile.
Per quanto si possano migliorare numerose parti di un motore, per esempio riducendo gli attriti (che dissipano ulteriore preziosa energia), una porzione di dispersioni energetiche dovute a questo scambio di calore sarà sempre, inesorabilmente presente.
Tale evidenza portò a una delle formulazioni del “Secondo Principio della Termodinamica”, quella di Lord Kelvin: “È impossibile realizzare una trasformazione ciclica il cui unico risultato sia la trasformazione in lavoro di tutto il calore assorbito da una sorgente omogenea” 
Fu questa triste scoperta, l’inevitabile dispersione dell’energia, che portò gli scienziati del tempo alla definizione di una nuova grandezza fisica: l’Entropia.
Energie inutilizzabili
L’Entropia viene spesso definita come lo “stato di disordine di un sistema”, ma si tratta di una definizione che può confondere: infatti non si tratta banalmente di sistemi nei quali gli elementi siano “riposti ordinatamente”.
Due oggetti a temperature diverse e a contatto tra loro, infatti, sono ugualmente “ordinati” prima o dopo aver scambiato calore tra loro.
Quello che invece sappiamo grazie ai motori termici è che se due oggetti hanno temperature diverse è possibile usarli per generare energia meccanica, mentre questo è impossibile se hanno la stessa temperatura.
In questo secondo caso, infatti, la loro energia è stata “distribuita” tra di essi, mentre inizialmente essa era “disponibile” per generare lavoro.

Se immaginiamo le unità di energia termica come palline, esse possono essere utilizzate per produrre movimento solo finché sono separate
Badate bene che, dopo lo scambio di calore, tale energia non è stata “perduta” nel nulla: l’energia totale è conservata e così il primo principio della termodinamica, solo essa non è più “sfruttabile” alla stessa maniera.
La sua “qualità” è diminuita.
L’Entropia è, di fatto, la misura di questa “riduzione di qualità” dell’energia di un sistema.
Un’evidenza nata sia dall’osservazione naturale che dagli studi di Carnot è che l’entropia è sempre in continua, inesorabile crescita, e quindi la “qualità” dell’energia è in perenne calo.
Ciò ha portato a un’ulteriore formulazione del secondo principio della termodinamica: “in un sistema isolato l’entropia non può mai diminuire”.
Tutti i fenomeni spontanei, infatti, aumentano (o quantomeno mantengono inalterata) l’entropia del sistema: il calore fluisce da un corpo caldo a uno freddo, anche quando si cerca di imbrigliarlo con un motore, riducendo inevitabilmente l’efficacia del processo (come abbiamo già visto).
Tutti i fenomeni naturali che portano alla dispersione dell’energia sono prima o poi inevitabili: il ghiaccio fonde, gli oggetti cadono, il ferro si ossida, le pile si scaricano, le stelle si spengono e gli esseri viventi, alla fine, periscono.
Questo non significa che sia impossibile ottenere effetti opposti a quelli spontanei: abbiamo ad esempio inventato frigoriferi e condizionatori per abbassare la temperatura.
Tuttavia, tali macchinari si “limitano” a spostare il calore, ad esempio, del cibo congelato nell’ambiente fuori dal frigo, e consumano energia per farlo: parte di questa energia poi, ovviamente, non sarà utilizzabile per raffreddare gli alimenti ma verrà dispersa.
Se noi cercassimo di utilizzare la differenza di temperatura tra frigo e stanza per alimentare un motore termico, otterremmo ancora meno energia di quella necessaria per mantenere il cibo congelato.
L’energia necessaria per raffreddare un oggetto è insomma superiore a quella che si otterrebbe utilizzandolo come ambiente freddo per un motore termico: questo perché parte di quell’energia è stata dispersa proprio a causa dell’entropia.
Come per un cambio di valuta, scambiare euro per dollari avrà un costo: riscambiando indietro dollari con euro, un ulteriore costo, ci troveremmo in mano meno soldi di quelli iniziali.

Ogni trasformazione d’energia riduce quella disponibile per nella nuova forma, disperdendone inevitabilmente altra a causa dell’entropia
Inoltre, andando ad effettuare il calcolo, vedremmo che, dove l’entropia dell’interno del frigorifero è diminuita, quella del suo esterno è aumentata di una quantità superiore: l’entropia totale infatti aumenta sempre.
A seguito di un’azione su un sistema che ne riduca l’entropia ci sarà sempre un sistema più grande che lo circondi la cui entropia totale è aumentata (o al limite è rimasta identica): si dice in gergo che “l’entropia dell’universo” non può mai diminuire.
Come per i frigoriferi, anche i meccanismi degli esseri viventi riescono a mantenere sotto controllo l’entropia, a scapito tuttavia delle sostanze che espellono: gli scarti del corpo umano, se anche non fossero per esso dannosi, sarebbero comunque meno nutrienti dell’equivalente cibo necessario per crearli.
Se fossimo in grado di assimilare gli elementi nutritivi del terreno e produrre autonomamente determinate molecole biologiche necessarie per il nostro organismo, come alcune proteine, troveremmo svantaggioso nutrirci di piante e animali poiché il loro “passaggio” ha rubato energia.
Ogni trasformazione di energia ha, infatti, un determinato “rendimento”, cioè una percentuale dell’energia investita che è effettivamente utilizzabile dopo una trasformazione: il rendimento è sempre inferiore al 100% e tale perdita, dovuta all’entropia, va accumulandosi ad ogni passaggio.
Se, per esempio, della benzina viene bruciata per spingere un’automobile, tale processo è più efficiente (si ha cioè a disposizione più energia effettiva) che se tale motore fosse usato per produrre energia elettrica ed essa, a sua volta, utilizzata per alimentare un motore elettrico di un’automobile: motivo per cui le auto elettriche sono efficienti e meno inquinanti solo se ci sono scelte oculate nella produzione dell’energia elettrica.
A loro volta, i combustibili fossili come il petrolio, “fonti” di energia, non sono che l’effetto della degradazione di energie ben superiori accumulate milioni di anni fa durante la crescita, ad esempio, delle piante ormai fossilizzate e dell’azione dei batteri su di esse: l’energia spesa, insomma, per creare un albero e trasformarlo in carbone fossile è superiore a quella ottenuta bruciando quello stesso combustibile.
Per riassumere il concetto, l’entropia è la misura della degradazione dell’energia di un sistema: essa aumenta inesorabilmente a ogni trasformazione d’energia, rendendola sempre più inutilizzabile e portando spontaneamente a fenomeni come la dispersione del calore, dell’energia e la devastazione del tempo.
Gli effetti sulla magia
Ma quali effetti avrebbe l’entropia sulla magia, alla luce anche dell’articolo precedente?
Tanto per cominciare, l’energia magica disponibile sarebbe, se possibile, ancora meno.
Che sia accumulata fuori o dentro il mago, l’energia magica tenderebbe a disperdersi: sarebbe forse questo fenomeno a concedere l’esistenza di incantesimi che permettano la percezione della magia.
Questo implicherebbe, per esempio, che gli effetti magici vadano a svanire nel tempo e causino tutti quei classici eventi come l’indebolimento dei sigilli magici per trattenere chissà quale oscuro demone del passato.
Sarebbe anche molto in linea con tutte quelle ambientazioni nelle quali la magia si è via via ridotta e non sia più facile come un tempo produrre chissà quali effetti meravigliosi, un classico anche di tanti racconti  che pongono spesso le vicende in epoche successive a quelle degli dei e degli eroi: un tale sapore si respira, ad esempio, nelle Cronache del ghiaccio e del fuoco, nel Signore degli Anelli ma anche, da un certo punto di vista, in ambientazioni dove magia e tecnologia si confondono come Warhammer 40.000.

Ma come giustificare la presenza di antichi artefatti di ere perdute in grado di garantire immensi poteri, come quelli tipici della terra di mezzo?
Una maniera per limitare lo scambio di energia al minimo è quello di utilizzare contenitori adiabatici, che riescono quasi ad azzerare lo scambio di calore (chiaramente non è possibile azzerare completamente le perdite per un tempo infinito… proprio per colpa dell’entropia!).
L’idea di ridurre la dispersione dell’energia è ampiamente utilizzata in ambito tecnologico per materiali isolanti (basta pensare all’edilizia o ai termos) nonché per altre applicazioni come i Volani, pesanti oggetti tenuti in rotazione nel vuoto su cuscinetti magnetici in modo che non disperdano il loro movimento rotatorio (il quale viene poi utilizzato, all’occorrenza, per produrre energia).
Impedire a un oggetto magico di rilasciare energia potrebbe essere sia una maniera per allungare la sua vita sia, nell’ottica precedente, di celarne la natura.
Ma un oggetto di potere immenso in grado di durare millenni potrebbe somigliare di più a una forma di vita magica, che ottiene la sua energia dall’ambiente esattamente come le piante (entro un certo limite) dal sole.
In base a come funzioni il mana in un mondo di finzione, oggetti e creature che si nutrono di esso potrebbero ridurne la disponibilità magica in una determinata area, cosa che potrebbe portare a divertenti implicazioni.

Ma l’effetto più importante dell’entropia sulla magia è che la sua energia è ancora più preziosa: ad ogni trasformazione, infatti, viene dissipata, che sia per il passaggio dal metabolismo umano a una riserva magica, dall’ambiente circostante agli incantesimi stessi.
Gli incantesimi poi dovrebbero, se possibile, agire in maniera estremamente diretta: sollevare un masso, per esempio, dovrebbe evitare di richiedere l’apertura di un portale sul piano elementale dell’aria per manifestare una corrente ascensionale (anche se può darsi che un mero sollevamento non sia poi così facile da ottenere… ma ne parleremo oltre!).
Alla stessa maniera, una palla di fuoco potrebbe essere ottenuta separando ossigeno e idrogeno nel vapore acqueo presente nell’aria, spezzando i loro legami tra loro e ottenendo, per ricombinazione, un effetto esplosivo… ma questo richiederebbe un enorme dispendio di energia.
Perfino l’arco elettrico di un fulmine sarebbe molto più semplice da causare, ma richiederebbe comunque più energia di una punta affilata sparata magicamente sul nemico.
Diversa invece la situazione se queste energie magiche fossero presenti e pronte a svilupparsi in maniera selvaggia: in tal caso, il mago potrebbe limitarsi a gestire con perizia il flusso magico incontrollato, lasciando la dispersione energetica più grande alla fonte magica…

Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2020/01/22/manadinamica-magia-ed-entropia/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.
Read more...
By aza

ManaDinamica – Conservazione dell’Energia

Uno dei problemi da affrontare, nei giochi e nella fiction in generale, dovuto all’introduzione della magia è integrare tali fenomeni all’interno del mondo per creare un contesto coerente e in qualche modo credibile.
In questa rubrica, dedicata soprattutto agli inventori di mondi (che siano scrittori o dungeon master), cercheremo di analizzare come potrebbe funzionare una magia “fisicamente corretta” ed evitare la classica domanda: “ma perché, se c’è la magia, la gente continua a zappare la terra e morire in modi atroci?”.

IL PROBLEMA ENERGETICO
Se la magia fosse fisicamente corretta, dovrebbe rispettare alcune leggi fra le quali i famosi Principi della Termodinamica (o, per l’occasione, della “Manadinamica”).
Tra questi, il primo è il cosiddetto “Principio di conservazione dell’Energia” che richiede che l’energia totale coinvolta in un fenomeno sia conservata, cioè che la sua quantità totale al termine del processo sia uguale a quella iniziale (contando, in entrambi i casi, tutte le forme di energia presente).
Ma cos’è l’Energia?
L’Energia è una grandezza fisica che descrive vari fenomeni simili capaci di trasformarsi l’uno nell’altro: l’energia elettrica usata per alimentare una stufa si trasforma in energia termica, e quella termica in un motore produce energia meccanica sotto forma di velocità (energia cinetica) e/o sollevando pesanti carichi (energia potenziale).

Ma l’energia è anche la base del funzionamento del nostro corpo: noi otteniamo energia dal cibo che mangiamo (dove è accumulata in forma di energia chimica dei suoi costituenti nutritivi) e usiamo questa energia per muoverci, respirare, pensare e per il corretto funzionamento del nostro metabolismo.
Possiamo dire tranquillamente che la stragrande maggioranza dei fenomeni che conosciamo prevede trasformazioni e scambi di energia, e la magia non può non ricadere in questo sistema: per sollevare un masso con il potere di un incantesimo, l’energia necessaria deve essere ottenuta da qualche parte.
È questo continuo richiamo al “pagamento” di energia che permette di creare un sistema magico fisicamente coerente. Non solo, l’incantesimo deve richiedere tutta l’energia necessaria per ottenere l’effetto desiderato: la generazione di temperature estreme di una palla di fuoco, la crescita di una pianta o lo spostamento di masse ingenti può richiedere una quantità estrema di energia, e talvolta anche difficile da calcolare (soprattutto quando ci sono di mezzo creature viventi o teletrasporti, ma avremo modo di parlarne in altri articoli).
Cerchiamo dunque di rispondere alla domanda: da dove proviene tutta questa energia?
MICROORGANISMI E CONDENSATORI
Una prima possibilità evidente è che l’energia possa essere ottenuta da quella del mago stesso.
Il corpo umano consuma l’energia ottenuta dal cibo per le sue attività, compresa una fetta importante (circa il 60-70%) unicamente per mantenere le funzioni vitali come la respirazione, la circolazione, il pensiero e il mantenimento della temperatura.
Un essere umano, in base all’età, al sesso e all’attività che compie, ha un consumo energetico quotidiano che può andare tra le 1500 e le 2500 kilocalorie circa: la stessa quantità di energia, espressa in Joule (l’unità di misura dell’energia nel sistema internazionale), oscilla tra i 6300 e i 10500 KiloJoule.
Se fosse possibile prendere una piccola frazione, ad esempio l’1% dell’energia di una “persona media” (8000 KJ per comodità), avremmo a disposizione 80 KJ, cioè 80.000 Joule.

Ma “quanti” sono 80.000 Joule?
Sono, ad esempio, pari all’energia necessaria per sollevare di un metro un masso di 8 tonnellate!
L’energia per una simile impresa titanica, ben lontana dalle capacità umane e facilmente assimilabile a un “prodigio magico”, è pari al solo 1% dell’energia consumata da un essere umano “medio”.
Ciò che impedisce a una persona di usare la sua energia in questa maniera è il concetto di “potenza”, cioè l’ammontare di energia che può essere emessa in un determinato ammontare di tempo. I nostri muscoli non sono abbastanza potenti da sollevare massi di una tonnellata (1000 kg) in alto di un metro, ma più che capaci di trasportare un oggetto di 10 kg per un dislivello di 100 metri: queste due azioni richiedono lo stesso ammontare di energia, ma la prima richiede molta più forza e molto meno tempo.

Se riuscissimo a rilasciare energia in tempi inferiori, potremmo letteralmente dare vita alla magia partendo dalla stessa energia dei corpi umani: ma come accumulare questa energia e rilasciarla tutta assieme?
Un mago potrebbe avere una “riserva” di energia magica che viene lentamente ricaricata dal suo stesso metabolismo e che può essere rilasciata rapidamente dando vita a effetti magici, e l’energia mancante del mago potrebbe giustificare la classica carenza di forza fisica che accomuna i maghi in molti giochi di ruolo.
Un’opzione potrebbe essere fare ricorso a sostanze prodotte dall’organismo e accumulate in appositi tessuti, come facciamo già nella realtà con i grassi, in grado di essere “bruciate” per ottenere un picco di energia.
Se invece non volessimo alterare la biologia umana, potremmo immaginarci un microorganismo simbiontico simile ai famosi Midi-Chlorian di Star Wars, in grado di sopravvivere solo in organismi molto specifici (magari in maniera simile a quello che accade con gli antigeni del sangue, solo più complesso).
Infine, il mago potrebbe ottenere energia sottraendola dagli esseri viventi circostanti, in pieno stile “rituali sacrificali” o, più semplicemente, prendendo ispirazione dalla recente serie di The Witcher.

Il rilascio dell’energia dovrebbe essere rapido, con un funzionamento simile a quello del flash delle macchine fotografiche. Le pile, infatti, non sono in grado di fornire una potenza sufficiente per il lampo: il flash, in questo caso, è ottenuto da un Condensatore, un componente dei circuiti in grado di accumulare al suo interno cariche elettriche (cioè, sostanzialmente, elettroni, le particelle che compongono la corrente elettrica) e di scaricarsi molto velocemente.
In questo modo, anche se la velocità di ricarica della pila è ridotta, il condensatore è in grado di fornire rapidamente una grande quantità di energia per il flash: allo stesso modo, un mago dovrebbe essere in grado di bruciare rapidamente la sua riserva energetica per ottenere, in poco tempo, grandi quantità di energia per dare vita ai suoi incantesimi.

Un condensatore. La vostra scheda madre ne è piena.
CATALIZZATORI
Se invece l’energia fosse ottenuta esternamente dal mago, come potrebbe egli averne accesso? E come giustificare una quantità limitata di uso di tale potere?
Sempre pensando a un consumo (almeno iniziale) di energia da parte del mago, si potrebbe ipotizzare un’interazione tra il mago e una sostanza esterna, simile alla Trama nel mondo di Forgotten Realms, grazie al quale il mago ottiene i suoi effetti facendo da catalizzatore.
In chimica, molti processi che trasmettono energia verso l’esterno (esoergodici) non avvengono spontaneamente, ma devono essere “stimolati” tramite una certa quantità di energia iniziale, detta energia di attivazione. Si può immaginare, ad esempio, che una certa reazione rilasci 5 Joule di energia, ma che la sostanza debba prima ricevere due Joule come energia di attivazione per avere inizio.
Un esempio pratico di questi fenomeni sono le combustioni, delle quali parleremo in un futuro articolo: un oggetto che brucia emette energia termica, ma ha prima bisogno di un innesco, un evento in grado di fornirgli l’energia necessaria per far partire la combustione.

Un Catalizzatore è un elemento, di solito una sostanza chimica, in grado di produrre un effetto di Catalisi, cioè di ridurre l’energia di attivazione: nell’esempio precedente la reazione potrebbe, grazie a un catalizzatore, richiedere un solo Joule per avere inizio.
Se il mago fosse in grado di agire da catalizzatore per la magia, questo spiegherebbe come mai solo i maghi sono in grado di usare tale potere, cioè perché l’energia di attivazione è troppo elevata e i non-maghi non sono in grado di abbassarla.
Contemporaneamente, se fosse sempre lui a fornire l’energia iniziale (ridotta grazie alla catalisi) si giustificherebbe anche un utilizzo limitato della magia da parte dell’incantatore.
MASSA ED ENERGIA
Un’ultima, notevole fonte di energia è la cosiddetta annichilazione della materia: la possibilità cioè di trasformare direttamente materia in energia mediante la famosa formula di Einstein.

Si tratta di una quantità di energia enorme: mezzo grammo di materia produrrebbe la stessa energia della bomba di Hiroshima.
Fortunatamente si tratta, nel mondo reale, di un processo assai complesso da ottenere: per avere una annichilazione è necessario far incontrare ogni particella del nostro materiale con la sua antiparticella. Queste ultime sono complesse da ottenere e prodotte solo da reazioni nucleari rare e altresì molto costose, in termini energetici (e non), da ottenere: all’attuale stato delle cose, il più grande apparato in grado di generare tali antiparticelle (il Large Hadron Collider, o LHC, del CERN di Ginevra) sarebbe in grado di ottenere un grammo di antimateria in… qualche milione di anni!
Tuttavia, immaginando di ottenere energia dai due processi precedenti, sarebbe forse possibile annichilire quantità di materia sufficientemente piccole da concedere comunque effetti prodigiosi… se l’antimateria fosse già presente. Infatti, produrre antimateria richiede processi molto più costosi (in termini di energie) di quanto poi riottenuto dall’annichilazione, fino a 10 miliardi di volte tanto.
Anche se, infine, essa fosse già disponibile al mago, questi dovrebbe assicurarsi di mantenere l’antimateria confinata nel vuoto, impedendogli di interagire con qualunque genere di materia, perfino l’aria: tale situazione viene comunemente ottenuta, nel mondo reale, tramite potenti campi elettromagnetici che possono risultare letali alle persone che si avvicinano troppo.

Sarebbe invece possibile ottenere parte dell’energia dagli atomi mediante fusione e fissione: in questo caso, tuttavia, la quantità di energia ottenuta da ogni atomo è molto inferiore e sarebbero necessarie quantità importanti di materiale (e il materiale giusto!), nonché condizioni peculiari di temperatura e pressione altrettanto complesse da ottenere (che richiederebbero ulteriori, drammatiche energie iniziali).
IL PREZZO DA PAGARE
Questa (relativamente) vasta serie di opzione potrebbe far pensare che ottenere energia possa essere semplice, ma si tratta di una conclusione errata.
Il mago dovrebbe indubbiamente pagare il prezzo iniziale consumando parte della sua stessa energia, energia che, se fosse accumulata in una sorta di condensatore magico, non sarebbe disponibile dell’incantatore (al di fuori del suo uso magico) e lo lascerebbe permanentemente spossato.
Se facesse inoltre da catalizzatore per una qualche fonte esterna di energia, essa si andrebbe, nel tempo, a consumare inevitabilmente la fonte di energia magica esterna proprio come i combustibili che diventano inutilizzabili dopo essere bruciati.
Infine, la stessa capacità di annichilire materia richiederebbe una grossa fonte di antimateria oppure energie tali da non giustificarne l’utilizzo, e anche l’energia nucleare si potrebbe sfruttare solo con condizioni estreme di temperatura e pressione.

E’ evidente dunque che l’idea di usare la magia per affrontare problemi altrimenti risolvibili è una mossa assai sconveniente, e che rivolgersi agli incantesimi dovrebbe essere giustificato solo da una necessità particolare e immediata.
E ancora non abbiamo parlato del fatto che non tutta quell’energia può essere utilizzata per lanciare una magia… ma per quello, aspettate il prossimo articolo di Manadinamica!
Articolo originale: http://www.profmarrelli.it/2020/01/15/manadinamica-conservazione-energia/

Se questo articolo ti è piaciuto, segui il prof. Marrelli su facebook e su ludomedia.  
Read more...
Bomba

Capitolo Quattro – Un percorso nella terra delle illusioni

Recommended Posts

Mulroht Tanner

Perché perdere l'occasione di farsi guardare male un altro po'?

Spoiler

Mulroht vota per tenere Efraym con il gruppo, e per andare a Verdequalcosa, dalle ninfe locali.

 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vassilixia  con Shaun

Spoiler

Con papa? chiese la giovane scoppiando a ridere, ma Shaun è impossibile,  come può venirti in mente una cosa simile.

Ascolta non preoccuparti di me, disse evitando di farsi abbracciare,  goditi questa infatuazione.

Io non ti chiedo niente e soprattutto non voglio più sposarti. Qualunque cosa succeda ho capito che non sono la persona speciale con cui desideri condividere la vita, e se davvero ritieni che non sono un mostro allora penso di avere il diritto di trovare anch'io qualcuno che mi guardi e desideri come tu fai con Luna.

Ora vai, dobbiamo prepararci.

Agganciandosi alle parole di Damien, Vassi provò un ultima volta ad estorcere qualche informazione al loro ospite: si, Verderovere sarà la nostra meta ma se da quelle parti si trovasse anche uno di quegli oneiromanti che ha citato potremmo approfittare per incontrarlo. Se non è troppo disturbo si conosce dove essi dimorano?

Edited by shadizar

Share this post


Link to post
Share on other sites

Angelica Draconis

La notte infine proseguì tranquilla, sebbene Efraym avesse coinvolto nella sua punizione anche Kat. Il Mattino dopo i segni erano ancora evidenti sui due, soprattutto sul lucertoloide. Angelica si avvicinò a Kat per assicurarsi stesse bene, poverina chissà che nottata che ha dovuto passare  ,per fortuna però il dolore venne ben presto alleviato e l'unico danno rimasto sembrava la confisca delle armi.

Si accede ben presto un discussione con Efraym ovviamente protagonista. La ragazza però decise di non aggiungersi al coro di voci, in fin dei conti aveva già espresso il suo parere la sera precedente. Si avvicinò quindi al sacerdote Grazie per l'ospitalità e ci scusi ancora per l'inconveniente causato da quel poco di buono. Se possibile aiuteremo sicuramente nella ricerca della principessa, in primis cercando di coinvolgere le ninfe e poi indagando noi stessi.

Quando la conversazione del resto del gruppo si spostò sulla votazione di dove andare, oltre che farne di Efraym, Angelica intervenne Io andrei dalle ninfe, come suggerito da Finres e da lì continuerei le nostre indagini, ovviamente senza Ragdarg.

@DM

Spoiler

Manovre tutte quelle che ho.

Incantesimi

Primal Hunter, Primal Instict, Heroics, Wraithstrike.

 

Edited by Von

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

x Efraym, Vassilixia e Forgrim

Spoiler

 

Vassilixia cura 10 DANNI a Efraym (1 carica della cintura)

Forgrim cura 24 DANNI a Efraym (3 cariche della cintura)

 

Nel frattempo, a una rispettabile distanza...

Spoiler

 

Calixtria Draconis si portò una mano al petto Coff... coff... Eff... Glurg! boccheggiò, rischiando di mandare di traverso la colazione. Suo marito Clint la guardò confuso Un'altra delle tue “cattive sensazioni”?

Sì! disse guardandolo con occhi sbarrati Qualcosa di... orrendo! replicò infine la duchessa di Acquastrino, battendosi il petto Sento che... la mia dinastia è in pericolo!

Clint scosse la testa Calixtria, sono preoccupato per te. Sono giorni che ti comporti in maniera strana e comunque ciò non toglie che se la tua dinastia, che è anche la mia ha un problema, quello è solo la fissazione tua e di tuo padre per il sangue. Vassi e Shaun possono comunque avere ottime vite e figli sani con altri--

LALALALA!! Calixtria si portò le mani alle orecchie NON SENTO!!

 

Finres accolse senza ulteriori domande la rapida spiegazione di Luna circa il “nomignolo” di Efraym, forse anche in virtù della forte discussione che si svolse a seguito della votazione indetta. Se Dorian parve sul punto di perdere le staffe una volta per tutte, il suo passare alle mani venne anticipato da Malik in persona. Il fratello di Efraym non mancò di andare a muso duro contro il consanguineo, redarguendolo e dando la rotta alla votazione, che sancì infine l'espulsione dell'incauto lucertoloide Penso che siamo quasi tutti d'accordo, allora concluse il Von Gebsatell Spero tu non abbia a creare altri guai e possa tornare senza problemi alle tue terre augurò, forse più per circostanza. Flopsy osservò afflitto prima il padrone, poi il gruppo di avventurieri. Il destriero di Efraym nitrì di dolore quando Sovrano Nero lo colpì ad un fianco, nitrendo in maniera strana, come se fosse compiaciuto dalla turbolenta situazione. Per il lucertoloide, comunque, il verdetto era giunto quasi all'unanimità e sanciva infine il suo allontanamento dalla compagnia, che valutò i piani per la ripartenza.

Quando Finres portò loro una mappa, essa non era molto diversa da quella che Bastesio aveva offerto loro, sebbene non proferirono parola sul fatto che fossero già stati muniti Come dissi ieri enunciò l'elfo Verderovere si trova poche miglia più a sud di Mylmanor, a tre giorni e mezzo di distanza, direi, se non vi attarderete per strada la tappa parve ottenere il maggior consenso del gruppo, sebbene le parole di Deborah non rimasero inascoltate per quanto riguardava la loro avversaria Sì, è una descrizione molto precisa confermò la sua precedente vittima onirica.

La partenza da Fodell fu diversa dal solito: una leggera nebbia si era levata in quella fredda mattina e non vi furono saluti Vedete di fare attenzione, potrei passare guai se vi comportaste da idioti come il vostro amico fu il poco allegro “augurio” di Finres Eltear, che li congedò mentre si trovava in piedi davanti al tempio. Gli abitanti di Fodell, che avevano accolto con freddezza quegli stranieri così diversi e così incuranti della legge, degnarono loro a malapena uno sguardo mentre essi si allontanavano dall'insediamento, superando alcuni alberi adibiti a laboratori artigianali che sorgevano oltre una radura su cui si trovava un albero di saelas dalla corteccia nera come il carbone, ma dalle radici solide e robuste, alto più di trenta metri, una meraviglia che la notte gli aveva negato di vedere fino a quel mattino. L'unica eccezione a quella triste partenza venne da un'elfa che li chiamò nella sua lingua madre, quando essi erano già usciti da un centinaio di metri dal villaggio. Come tutte le membre della loro razza, essa era molto attraente, dal viso tondo e dalle orecchie a punta che si intravedevano in mezzo alla lunga chioma castano scuro Saesa kwara lle hielv amin verno' amin merna saesa a' hielv lle sana

x chi capisce l'elfico

Spoiler

Per favore, fermatevi! Voi avete aiutato mio marito, io vorrei aiutare voi. Non abbiamo molto, ma per favore, prendete questi!

La donna porse verso Kat un sacco di iuta chiuso con un nastro verde, all'interno del quale si trovavano una faretra di ventri frecce da arco lungo, una sciarpa di lana rossa, un giaciglio e due razioni da viaggio composte da formaggio di brixashulty, uova, lattuga e pane nero. La donna non si trattenne con i viaggiatori, guardandosi attorno per poi tornare di corsa al proprio villaggio. Il gruppo potè quindi ricominciare il proprio viaggio all'interno di Frondargentea, con destinazione la elitaria corte fatata di Verderovere, immersa nel cuore di quell'ambiente selvaggio, il sogno proibito di qualunque amante del verde e del colore, il quale filtrava nonostante la nebbia illuminando la brina circostante in un caleidoscopio di colori. Gli uccelli mattutini cinguettarono, levandosi dai rami più alti al passaggio della numerosa compagnia, il cui obiettivo era ora solo quello di trovare un indizio che li conducesse dalla fattucchiera Zaleria.

x Vassilixia e Deborah

Spoiler

A seguito del viaggio intrapreso nel corso della notte, nel corso della mattinata Dorian Von Gebsatell chiese con educazione a Deborah e Vassilixia di poter conferire in privato con loro. Se la richiesta era stata formulata con una certa formalità e con poche e semplici parole, nel rivolgersi a loro il giovane non mancò di mostrare un certo nervosismo Ho avuto modo di comprendere che il viaggio nel mio sogno ha mostrato più di quanto non avrei voluto iniziò Per prima cosa vorrei scusarmi con entrambe se vi ho messo in pericolo, specialmente ora tu, Deborah, che hai subito questa notte l'ordalìa che io ho vissuto fin da quando sono stato preso di mira da Zaleria disse guardando afflitto la tiefling Ma vorrei scusarmi con entrambe, se ciò che potete aver visto vi abbia messo in imbarazzo. In verità, se fosse possibile, vorrei avere una velocità di scavare per potermi seppellire tale è l'imbarazzo che provo io in questo momento disse, lasciando quindi da parte le formalità Lo confesso, entrambe siete state spesso al centro dei miei pensieri in questi giorni. Ma voglio essere chiaro sul fatto che, per quanto siate tra le donne più attraenti che abbia mai conosciuto, il mio pensare a voi non è dettato solo da una forte attrazione fisica... certo, quella c'è ma... Dorian tossì, sollevando lo sguardo verso di loro Ma prima di tutto ho trovato in voi due donne responsabili, intelligenti e tenaci, pur mantenendo la vostra innocenza a discapito di quanto vogliate sembrare o siate costrette a sembrare più temibili. Mi dispiace avervelo dovuto far sapere in questo modo, specie dopo avervi conosciuto da pochi giorni. Spero non ne avrete con me e che ciò non metta in discussione qualunque rapporto di amicizia vi sia tra di voi disse infine Saprò comprendere se non ve la sentirete di chiacchierare più con me concluse, come indeciso se aggiungere altro. Egli sarebbe stato disponibile a parlare in privato con le due, qualora richiesto Ci tenevo a dirlo a tutte e due insieme, per non avere segreti con voi.

x tutti

Spoiler

 

A seguito della votazione, Efraym conclude qui la sua avventura.

Prossimo post nella notte tra il 4 e il 5 febbraio. Il resto gruppo impiegherà tre giorni e mezzo per raggiungere Verderovere. Per il viaggio sono necessarie 4 razioni per ogni pg. E' possibile cacciare, tuttavia a meno che il cacciatore non sia in grado di procedere a una velocità di almeno 9m in terreno naturale/sottobosco (che normalmente la dimezza), il viaggio si allungherà ad un ritmo raddoppiato in base al numero di giorni in cui si intende effettuare la caccia. E' fatto obbligo ad ogni pg indicare i mezzi con i quali intendono sostentarsi per questo periodo. Le ultime razioni sono state consumate da Deborah (che se non erro è stata la prima a far presente le sue scorte)

E' fatta richiesta di indicare eventuali metodi con cui ci si intende opporre alle invasioni notturne di Zaleria o ai danni da essa causati.

 

 

  • Haha 1
  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vassilixia con @Organo84 e Dorian

Spoiler

Sei molto premuroso a volerti chiarire disse Vassilixia sorridendo ma rassicurati perché non hai fatto nulla di sconveniente.

Ciò che si è capito e' che hai un debole per noi e lasciati dire che, vista la gran quantità di ninfe splendide che ci circondano, il tuo è stato un gran complimento e non un'offesa.

Se può farti felice sarò lieta di farti fare un giretto nei miei sogni quando tutto sarà finito concluse tendendogli la mano per sigillare il patto.

Piuttosto disse dopo che anche Deborah si fu espressa, quindi si tratta proprio di una incursione della strega, non hai solo avuto un sonno agitato magari condizionato dagli eventi... preoccupante ma ci dà anche tanti indizi: prima di tutto pare che non possa entrare in due persone contemporaneamente e questo significa anche che probabilmente gli altri oneiromanti sono innocenti e possiamo consultarli senza ritenerli dei nemici.

La seconda cosa  è che ci serve per forza trovarne uno per capire come ha potuto trovare la strada verso i sogni di entrambi.

Terminato il colloquio a tre e avendo concluso i propri preparativi si avvicinò dunque ad Efraym per salutarlo @GelTheBest

Spoiler

Sono costernata e affranta per non essere riuscita ad inculcarti un poco di buon senso  gli disse allungando una mano per accarezzargli la guancia. Ti prego torna all'istituto e applicati in diplomazia; i risultati che potrai ottenere ti stupiranno!

In caso contrario nella Savana avranno perso un principe ma guadagnato un buon rapper.

Abbi cura di te.

Gli ultimi due compagni con cui era assolutamente intenzionata a parlare in quel viaggio erano Mulroth @PietroD e Alucard. Si avvicinò prima al nano:

Spoiler

Ovviamente si avvicinò a lui con tutte le cautele facendosi notare prima con un cenno della mano e un gran sorriso.

Sapeva dai racconti del fratello che l'amico era molto impacciato nel relazionarsi con gli altri e anche che la sua natura predatoria lo portava a volte ad agire in maniera molto materiale prima di pensare. 

Vassi non sapeva se ciò fosse vero, per ora aveva visto solo un ragazzo molto dolce, bravo a giocare di ruolo, pronto a procurarsi panini per tutti e disposto a sostituire Kat per la punizione...più ci pensava e più la sua stima nei confronti del mezzo abissale cresceva.

Ti sei comportato davvero bene esordì arrivandogli di fronte. Intendo stanotte, con Kat; offrirti al posto suo è stata una cosa eroica e giusta.

Purtroppo erano talmente arrabbiati da non darti retta. A volte succede a tutti di agire senza pensare,lo hanno fatto anche le guardie mentre tu non hai reagito alle loro offese e anche quello è stato il comportamento migliore concluse sorridendo. 

Adesso però parliamo della caccia.

Io non sono per nulla brava ma se mi guidi magari potrei aiutarti ad esempio facendo rumore da un lato per spingere la preda verso di te. Che ne dici? Potrebbe essere divertente.

Spoiler

Vassi offre a Mulroth il suo aiuto per cacciare. Sopravvivenza +2

 

L'ultimo compagno cui si avvicinò di sua sponte fu Alucard e lo fece dopo averci rimuginato parecchio, fissando la sua schiena durante gran parte del primo giorno di viaggio,  e dandosi infine della stupida per la sua codardia. @Zellos

Spoiler

E-ehm, Alucard? Posso parlarti da sola? Il volto del ragazzo le pareva sempre un po' canzonatorio e anche per questo Vassi aveva tentennato,ma si stava arrovellando su troppe questioni per non chiedere il suo parere.

Riguardo alle parole di Zaleria, quelle sul fatto mio e delle tare di famiglia e... insomma tu di medicina un poco te ne intendi vero? Cioè ho visto con quel bambino a Pescalia, balbettò diventando sempre più rossa, insomma lei ha detto che sono un aborto della natura  ed ecco, io, io credo che tutti lo pensino anche se non lo dicono. Stupita Vassi si accorse che senza volerlo stava dicendo troppo; si morse le labbra cercando di darsi un contegno e ricacciando indietro le lacrime che le pungevano gli occhi.

Sai forse qual'e' l'opinione della medicina su questo argomento? Insomma, il mio è pur sempre il sangue di un drago, io non penso proprio che sia così facile indebolirlo e farlo ammalare. Forse va bene per le altre razze ma i draghi, suvvia... .

 

 

Invasioni notturne @Bomba

Spoiler

Vassi nel dormire non toglie la veste della resistenza+1

Vassi indossa l'anello del sostentamento quindi oltre a non avere bisogno di procurarsi cibo ed acqua ha bisogno di sole due ore di sonno.

Se durante queste 2 ore dovesse venir disturbata lascerà trascorrere altre 2 ore prima di tornare a dormire.

Dovesse vedere uno dei compagni dormienti che si agita molto nel sonno si avvicinerà al suo orecchio per sussurrare frasi del tipo: Zaleria inciampa e cade con la faccia nella cacca di cavallo, la terra sotto i suoi piedi l'inghiotte, è vestita da pagliaccio e tutti ridono di lei ecc ecc.

Se il compagno si sveglia gli darà spiegazioni.

Ho intenzione di giocare così almeno la prima notte ( e scriverlo in game) ma inizio a dirtelo.

 

Edited by shadizar
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luna Bjornsdòttir

La decisione del gruppo fu quasi unanime, e anche se non capiva le ragioni di Shaun non voleva certo incolparlo per quello.

Io ho un po' di razioni disse avvicinandosi a Malik @Redik mi è sembrato di capire che tu sia senza, se vuoi possiamo dividerle fino a Verderovere sorrise porgendo al lucertoloide un sacchetto con un paio di razioni Mi spiace per tuo fratello. Per quanto non mi stesse simpatico immagino che la tua decisione non sia stata presa a cuor leggero. Se vuoi parlare sappi che ci sono  poggiò una mano sulla spalla del principe prima di allontanarsi e avvicinarsi a Deborah

La strega ha fatto visita anche a te? domandò lievemente preoccupata dalle condizioni della tiefling Mi sembri distrutta, povera allungò una mano verso di lei accarezzandole il viso. Il tocco della ninfa era caldo e trasmise una sensazione decisamente piacevole alla tiefling Va meglio? Se vuoi ho anche qualcosa da mangiare

@Organo84

Spoiler

Uso il potere del Dominio del piacere per rimuovere lo stato di affaticato da Deborah(dovrebbe curare anche 3 danni, ma non credo sia ferita)
scalo 4 razioni a persona nel caso (può sfamare altre tre persone)

 

Edited by Cronos89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Alucard Borealis

@Master

Spoiler

Era rimasto pensieroso, per un po’ sulla inchiesta di Dorian. Il caos susseguitosi poco dopo, la votazione e tutto il resto lo avevano trattenuto un poco dal rispondere. Cercò un momento per parlargli in privato.

<<Scusami Dorian...non ti avevo ancora risposto. E lasciami qualche secondo prima: la onirimante sta cercando, oltre che con la mancanza di sonno, di influenzarti con simboli. Cerca di farti pensare di essere inadatto al trono, cercando di convincerti con trucchetti per farti vedere il futuro più brutto e pauroso, come le tartine inchiostrate ed il succo di mela, metafore di meno soldi e ricchezza e di tentazione. Fregatene...

Ed è qui che mi collego a ciò che mi avevi chiesto...non puoi farti odiare. Tu sei il futuro principe e nessuno dovrebbe odiarti. Se fosse possibile...fai fare a me. Sono un tiefling, mia madre era Seline Decanti...nessuno si aspetta che io faccia qualcosa di buono. Posso farti da parafulmine, in modo che nessuno possa dirti niente.>> gli dico tutto di un fiato, non guardandolo negli occhi. Sono forse un poco rosso in viso, ma cerco di non darlo a vedere: lui potrebbe amare la sorellona o Vassi, non può e non deve pensare a me.

Martirio, che tristezza. Questo non mi fa certo sorridere, anzi...

@shadizar

Spoiler

Era soprappensiero ed assorto in chissà cosa, quando Vassilixia lo chiamò. A doverlo avvisare fu il suo ospite. 

Alucard, ti vuole la futura duchessa Draconis, un poco di attenzione.

<<Oh, ah!...Si, si, nessun...nessun problema. Nessuno.>> disse mentre si tolse le cuffie e si avvicinò a lei.

La ascoltò un attimo, poi le sorrise caldamente. <<Aborto di natura? Lo ha detto solo per farti arrabbiare e perdere il controllo: sei bellissima e gentile, non ti sei forse mai vista allo specchio?>> le prese la mano con le sue, guardandola dritta negli occhi  <<Non ti sei accorta dal sogno di ciò che Dorian prova per te, anche solo dopo due giorni?>> la voce leggermente tremula.

Si voltò poi, come a cercar qualcosa od a distogliere lo sguardo, passandosi una mano poco sopra la guancia destra.

Tirò su col naso un attimo, osservandola poi come solo in quel momento avesse capito.

<<Ah, ma ti riferisci all’endogamia dei Draconis? In realtà, quella può essere pericolosa. Molte religioni hanno come dogma di fede di non sposarsi fra consanguinei per quello che PUÒ succedere, non che succeda sempre. Da studioso di medicina ( anche se il mio campo è più la mente), ti posso dire che effettivamente ci sono rischi: sterilità, malattie ereditarie, in alcuni casi anche precoce mollezza della mente o del corpo. Ma dipende da caso a caso. È per questo che di solito anche i nobili si sposano massimo fra cugini...e che tutte le creature di carne superiori evitano queste cose.>> disse facendo spallucce.

<<Ma io ti chiedo un’altra cosa, perché spero di essere tuo amico: te sei innamorata? Quando ti addormenti è il tuo ultimo pensiero e quando ti svegli è il tuo primo? È quella la cosa importante...per il resto, c’è la magia e la bravura dei cerusici! Anche tua zia ha avuto un figlio grazie a quella e tu stessa sei venuta al mondo grazie a mio Zio Oceiros.>>

@master: su. Sonno e cibo

Spoiler

Ho il giaciglio magico per dormire al meglio ( anche se di certo non impedisce intromissioni magiche), ho poi le everlasting ration e l’everfill mug per mangiare e bere.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Vassilixia con Alucard @Zellos

Spoiler

Nonostante la ragazza avesse posto le sue domande con un' ansia crescente, questa venne man mano scomparendo alle parole dell'amico davvero?? Oh dei grazie. Per un attimo stavo quasi credendo di essere io quella in torto disse sollevata, portandosi una mano al petto per calmare il cuore ma  ottenendo invece l'effetto di evidenziare ancora di più il seno procace.

Certo che siamo amici, ma sull'amore proprio non saprei cosa dirti, l'unica esperienza in tal senso è quella di Shaun e non mi ha portato altro che dolore.  

In questo gruppo siete tutti dei ragazzi splendidi e non nego di essere davvero curiosa e, disse arrossendo, di pensarvi spesso... ma da cosa si capisce quando inizia l'innamoramento?  

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Astrid

Il gruppo poté finalmente ricominciare il viaggio, stavolta verso Verderovere, dove avrebbero cercato di recuperare un minimo di fiducia da parte di Finres.
Durante il viaggio, la ragazza stette principalmente al fianco della sorella, nonostante la rossa si allontanasse ogni tanto dalla ninfa per cercare di parlare con altri membri del suo gruppo.

@Redik

Spoiler

Ehi, Malik disse la ninfa mettendosi a cavalcare per un poco al fianco del lucertoloide Ascolta, volevo chiederti scusa per le minacce che ho fatto a tuo fratello... E' che ero parecchio arrabbiata per mia sorella... confessò al principe della savana Comunque non temere, è un tipo parecchio grosso tuo fratello, dovrebbe riuscire a tornare a casa tutto intero cercò di rassicurarlo poco convinta Però... Volevo dirti anche questo... Ho notato che ti sei scaldato molto per mia sorella... insinuò un pò sospettosa E ho notato che avete parlato molto in questi giorni... continuò, con espressione ancora più sospettosa C'è qualcosa che io non so? chiese per un ultima volta, indagatrice.
Perché se c'è davvero qualcosa che non so... Primo: dovrei saperla e secondo: dovresti andare a parlare a Kat. disse rivolgendole lo sguardo Sei uno dei pochi con cui parla volentieri e credo che le farebbe piacere se qualcuno oltre a me le stesse vicino... 

@PietroD

Spoiler

Anche Mulroht venne intercettato dalla rossa, la quale decise di provare a riparlarci: le ultime parole che si erano scambiati non erano molto positive Ehi, Mulroht disse toccandolo cautamente sulla spalla Come va? Senti, volevo ringraziarti di aver provato a metterti al posto di Kat, sei stato molto eroico per me. disse sorridendogli, cercando di dimenticare le sue parole a Lagocristallo Senti, va tutto bene con la partenza di Efraym, vero? Ho visto che tu volevi restasse con noi, ma posso assicurarti che è la cosa migliore per tutti e pure per lui. Vedrai che tornerà a casa sano e salvo, a fine missione vi ritroverete e festeggerete con quel gioco dove non vince mai nessuno... Come si chiama? Labirinti&Minotauri? chiese per provare a distrarlo e a sdrammatizzare.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eoliòn Von Gebsatell (umana silverbrow mezza celestiale) 

"Che ha detto?" si azzardò a chiedere Eoliòn una volta che l'elfa si fosse allontanata. 

Master

Spoiler

Eoliòn si autosostenta grazie a Everlasting Rations e Everfull Mug, inoltre possiede Magic Bedroll per dormire comodamente.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kat Po

Ancora acciaccata, la ninfa felina ebbe bisogno di una mano o due da parte della sorella per salire sul suo cavallo e mettersi in marcia. @Plettro

Quando l'elfa le si avvicinò, Kat prese il sacco in mano e sorrise gentile all'elfa per poi dirle nella sua lingua (cioè l'elfico) "Grazie a te. Prenditi cura di tuo marito." 

"Ci ha ringraziato per aver aiutato il marito... Doveva essere la moglie di cacciatore che è stato messo al palo con noi la notte scorsa." Kat disse rispondendo ad Eolión. @Pyros88

La marcia rimase a lungo silenziosa per Kat che continuava imperterrita a pensare che il fatto che proseguivano con un compagno di meno fosse una sua mancanza. Forse se avesse fatto meno l'offesa... Se non si fosse coricata...

Spoiler

Col giaciglio e le razioni date dall'elfa Kat può riposare comodamente e ha razioni per 3 giorni (me ne era rimasta una in equipaggiamento).

Dopo il terzo giorno provo a cercare a cacciare con Luna @Cronos89 con punteggio di sopravvivenza di +14 (se Luna casta l'incantesimo per muoversi più rapidamente nel sottobosco).

 

Edited by REDDISH-MUSE
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragnar Bjornsson

Ottenute le informazioni dal sacerdote, lui e i suoi compagni osservarono la partenza di Efraym. Ragnar lo salutò con uno sbadiglio, mettendosi quindi in sella per leggere il documento che gli era stato consegnato da Finres, imprecando quando notó che l'elfo non aveva segnato nulla in merito ai posti in cui trovare gli oneiromanti. Spero che sia un arrivederci, Padre. Anche no, sinceramente. Ma sarebbe bello vederlo inchinarsi al mio cospetto. Fece quindi partire il cavallo, procedendo verso la loro prima meta: la corte fatata di Verderovere, stando alle storie abitata da delle ninfe estremamente avare. Non che sia un problema: è molto semplice trattare con le persone avide, soprattutto quando sono spocchiose. Osservo sorpreso la donna elfica che si avvicinò portandogli dei doni per il trattamento che avevano riservato al marito, ringraziandola in elfico prima di congedarsi. Avvicinò il proprio cavallo a quello di Angelica, tornando a discutere con la ragazza. Alla fine non mi hai dato le informazioni sul culto del nostro "amico abbraccia ninfe". Peccato, ero seriamente incuriosito da quale potesse essere la sua dea. Probabilmente la patrona della simpatia, visto il soggetto. Disse ironico mentre lanciava un'occhiata alla mappa, per assicurarsi che la strada fosse corretta.

Spoiler

Master

Spoiler

Ragnar ha un Anello del Sostentamento.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Malik Al Rasul (Lucertoloide Mezzo-Drago di Ottone)


Ignorò le parole di Efraym in risposta alla sua sfuriata, così come ignorò Forgrim @SassoMuschioso, non era assolutamente dell'umore giusto per stare a sentire nessuno, tanto meno le parole senza senso del sacerdote su combattimenti rituali e cose simili.

Ripartirono così dal villaggio mentre Ef rimaneva indietro. Dentro di se era veramente a pezzi, anche se non riusciva ad incolparsi eccessivamente nonostante tutto. Le occasioni erano state tante e le cose erano andate sempre peggio, arrivando a coinvolgere con conseguenze gravi anche gli altri. Anche Kat.

Venne distratto dai suoi pensieri quando un'elfa si avvicinò a loro, subito fuori dal limitare della piccola cittadina, non comprese quello che stava dicendo loro, ma questa consegnò un sacchetto a Kat, sembrava riconoscente o comunque ben disposta nei loro confronti. Proseguirono passando oltre quello che era uno degli alberi più strani affascinanti e imponenti che il lucertoloide avesse mai visto. Lasciò che il cavallo proseguisse da solo per qualche metro, mentre osservava quel meraviglioso esemplare.

Luna lo sorprese assorto a rimirare l'albero @Cronos89

Spoiler

" Come?! " allungò una mano, prendendo il sacchetto che la figlia di Veldrada le porgeva, capendo solo dopo aver guardato al suo interno cosa le avesse detto in precedenza " Grazie, si... effettivamente mi era rimasta solo una bacca magica che mi ha procurato Eoliòn. Devo procurarmi qualcosa per provvedere alle mie necessità comunque, non posso continuare a saccheggiarvi le scorte " scherzò cercando di alleggerire il peso che si sentiva sullo stomaco.
Annuì mestamente quando Luna gli parlò della decisione appena presa " E' una cosa alla quale ho pensato tutta la notte e nonostante ciò, questa mattina non ero convinto di che decisione prendere... Poi però le condizioni di Kat e le parole di Ef, mi hanno fatto scattare qualcosa dentro. Nemmeno io mi aspettavo di reagire in quel modo " accolse il gesto di conforto con piacere " Ti ringrazio... mi farebbe piacere riuscire a conoscervi meglio tutti e se dovessi aver bisogno di parlare di qualunque cosa, l'offerta è valida anche per te "  concluse di rimando con un sorriso.

Continuarono la marcia, di tanto in tanto guardava la coppia di sorelle, cercando di capire come stesse Kat, quando Astrid si allontanò dalla sorella, avvicinandosi a lui @Plettro

Spoiler

" Ho fatto e detto anche io cose di cui non vado molto fiero... Posso capirti, ero preoccupato anche io per lei " abbassò lo sguardo, sentendosi ancora in colpa " Si... Lo spero almeno, insomma se evita di comportarsi come un'idiota sono sicuro che non avrà problemi. Forgrym su una cosa non sbagliava, ha un animo buono, ma stentavo a riconoscerlo ultimamente " sorrise leggermente imbarazzato, quando la ninfa dai capelli rossi gli parlò della sorella " Quindi si é notato? Io be... Ecco non saprei bene cosa dirti, sono rimasto sorpreso dalla mia stessa reazione... É stato qualcosa di più, non riesco a capirlo bene. Stavo cercando di capire come stesse prima di andarci a parlare ora... In realtà ho anche timore che possa avervela con me o che non mi voglia parlare, ma visto quanto mi stai dicendo, credo che sia inutile continuare a pensarci "

Conclusa la conversazione con Astrid si avvicinò quindi a Kat @REDDISH-MUSE approfittando di uno dei momenti in cui la ninfa felinide era sola

Spoiler

" Ehi... come ti senti? " chiese, sondando il terreno, condividendo un umore non esattamente gioviale con la ninfa " Io mi sento veramente uno schifo... Non ho potuto fare niente per evitarti quella punizione ingiusta, per qualcosa di cui non hai nessuna colpa! " scosse un po la testa " Certo non sono io quello che ha passato una notte al palo e malmenato, ma ti assicuro che mi sento veramente in colpa per quanto successo... So che i nostri compagni hanno già provveduto a curarti a dovere, ma se dovessi avere bisogno di qualsiasi cosa... be non hai che da chiedere! " fece un po' di strada di fianco a Kat parlando con lei, cercando di rendere meno pesante la giornata.

 

Edited by Redik

Share this post


Link to post
Share on other sites

Angelica Draconis

Abbandonato Efraym, sperando che questi ritornasse all'Istituto seguendo i consigli di chi gli era più vicino, la scolaresca si lasciò alle spalle Fodell.
Angelica si avvicinò a Kat, che sembrava ancora dolorante e acciaccata per la nottata. Ciao Kat, tutto bene? Mi sembri ancora un po' provata per la nottata. Se vuoi potrei darti un po' di sollievo. Le rimase poi accanto per una buona parte del viaggio, non aveva parlato molto con la ninfa fino a questo momento e forse era giunto il momento di fare due chiacchiere.

Ho ancora il foglietto, se vuoi te lo lascio, ma immagino che ormai non serva più a molto. rispose, forse smorzando un po' i toni ironici del tiefling senza volerlo. In realtà la dea Vandria è molto benevola dedicata ad aiutare gli altri, ma credo che il regime elfico abbia indurito tutti, seguaci e sacerdoti compresi. 

@

Spoiler
 
 
 
 
Spoiler

se Kat accetta la curo per le mie possibilità con Opportunistic Piety MAX 24pf

@Ian Morgenvelt @REDDISH-MUSE

Edited by Von

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kat Po

La ninfa felinide era molto perplessa delle improvvise attenzioni che non si sentiva di meritare, ma ciononostante fece del suo meglio per non sembrare apatica o aggressiva… Anche se si sentiva… Però si distrasse dai suoi pensieri cupi dalle parole di Angelica. @Von

"No, ti ringrazio. Domani starò già meglio." Kat disse spiegandosi meglio "E' più saggio risparmiare i nostri oggetti magici ed evitare magie in una zona come questa. Domani mi sarò già rimessa. Se così non fosse, ho ancora qualche pozione da parte. Piuttosto… Io ancora non l'ho chiesto ad Astrid, e non avendo avuto la forza di parlare con gli altri non so bene cosa sia successo, quindi forse tu ne sai qualcosa in più. Intendo… Nei sogni."

Share this post


Link to post
Share on other sites

Eoliòn Von Gebsatell (umana silverbrow mezza celestiale) 

"Ah, capisco. È rincuorante vedere che gli Elfi sanno essere riconoscenti e che non sono tutti così rigidi ed inquadrati oltre che chiusi verso gli estranei." disse con spontaneità, osservando l'elfa muoversi in fretta in lontananza. "Peccato sembrino così pochi o così spaventati da non mostrarsi in tal maniera."

Mentre lei ed i compagni si allontanavano da Fodell, l'occhio le cadde subito su quella pianta tutta nera, davvero unica nel suo genere, inquietante ed affascinante all ostesso tempo. "Avete notato anche voi quella pianta? La conoscete? È normale che sia così?" 

Lungo il tragitto non poté fare a meno di notare l'espressione di Malik, quindi decise di accostarsi a lui in un momento di discrezione e di parlargli a tu per tu @Redik

Spoiler

"Hai fatto la cosa giusta, Malik. Non voglio nemmeno immaginare quanto è stata dura, lo è stato anche per me che voglio davvero molto bene a tuo fratello, Efraym. Sono molto arrabbiata con lui, ma non lo odio, e spero che capisca che lo abbiamo fatto per il suo bene oltre che per il nostro. Non è tagliato per questo tipo di missione ed in testa ha con etti an ora troppo idealizzati, non riesce a venire a patti con la realtà di come giri il mondo. È bello che cerchi con tutto sé stesso di cambiare il mondo in meglio, almeno se onso il suo punto di vista, però deve anche capire che non ha il potere di farlo, sopratutto si farlo tutto da solo e a prescindere dalle conseguenze e di chi gli stia attorno."

"Vedrai che capirà e che ti perdonerà. In pratica gli hai salvato la vita, te ne sarà grato appena maturerà un po' di buon senso."

Master 

Spoiler

Condiviso le mie razioni/acqua giornaliere con chi ne avesse più bisogno.

Se non erro, da regole, prima di subire gli effetti della mancanza di cibo devono passare alcuni giorni. Vorrei impedirlo dando una, razione giornaliere e digiunando di conseguenza io 1 giorno ogni 3.

 

 

Edited by Pyros88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mulroht Tanner

Vassilixia

Spoiler

“Grazie delle tue parole, era solo mio dovere di Tanner. Grazie anche della tua offerta. Temo digiunerò a partire da domani. Ho solo una bacca magica e... mele e carote che mi hai fatto tu. Nessuna ulteriore scorta. Potrei anche cavarmela con la caccia, ma dovrei essere molto più veloce, per non rallentarvi.”

Sorrise alla ragazza

“Grazie davvero.”

@shadizar

Astrid

Spoiler

Il rapporto con l'amica non era cambiato, per Mulroht, quindi non ebbe alcuna reazione ad essere toccato da lei, se non che i tatuaggi rossi sembrarono perdere un po' di contrasto rispetto al colore della pelle.

“Grazie delle tue parole, era solo mio dovere di Tanner.”

Parole sincere e pacate.

Ma Astrid pareva scegliere sempre un passo falso dopo uno indovinato.

“Citerò un detto degli gnomi. Hanno scelto i giganti, li hanno allontanati; eri alla forgia e ci sei rimasto. Hanno scelto i Troll, li hanno allontanati; eri al mulino e ci sei rimasto. Hanno scelto i goblin, li hanno allontanati; eri a pesca e ci sei rimasto. Hanno scelto gli halfling, li hanno allontanati; eri in casa, ti sei chiuso dentro. Hanno scelto gli gnomi, li hanno allontanati; sei prigioniero, e per te non senti spade ma solo pianti.”

Aveva preparato tutt'altra risposta, per giustificare il suo voto. Ma questa gli sembrò al momento più schietta e pacata.

@Plettro

Lo stomaco cominciò a brontolare dal secondo giorno, come previsto. Dannazione. Avrebbe proprio fatto volentieri visita alla spazzatura della panetteria degli elfi, ora.

Spoiler

Una bacca magica per il primo giorno.

EDIT: @Bomba Mele e carote di qualità 'da cavalli' dono di Vassilixia dei giorni scorsi [qualche chilo, non quantificate come razioni].

Digiuno gli altri giorni se non rallentiamo per qualcun altro.

Se rallentiamo, Survival +6 Che va a +8 per l'aiuto di Vassilixia.

 

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ragnar Bjornsson

Non preoccuparti. Piuttosto, potresti raccontarmi qualcosa delle ninfe di Verderovere? Chiese alla Draconis, lanciando poi uno sguardo alla pianta indicata da Eoliòn. Dopo tutto quello che ho visto in questi giorni, un albero nero di trenta metri è il minore dei mali. Ma sono certo che Alucard saprà farci una conferenza improvvisata sulla sua importanza nella storia del popolo elfico. Concluse facendo un occhiolino al fratello.

Spoiler

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Deborah Borealis(Tiefling Burattinaia del Terrore) 

Madnyss & Sorrow(Burattini)

La strega fece un cenno col capo a Dorian quando le venne data la ragione sui comportamenti della fattucchiera. Di fronte a tutta quella stanchezza, tuttavia, Luna si avvicinò con fare apprensivo. Sentì la mano della ninfa carezzarle il volto, impartendole una sensazione piacevole. La tiefling portò la mano destra su quella di Luna per toccarla... Grazie, sei gentile... Disse col solito tono incolore. Se possibile vorrei chiedere a te le provviste, le ho terminate durante il viaggio. Accettò l'offerta, accennando un lieve sorriso all'amica. Il gruppo fu deciso per dirigersi a trovare le ninfe di Frondargentea residenti a Verderovere... L'idea non entusiasmava gran che la Borealis, ma lì almeno avrebbe avuto l'opportunità di apprendere di più sulla magia di Frondargentea, illusionisti ed oneiromanti... Era anche un modo per tenere fede al patto richiesto di Levantia. Fu anche l'occasione propizia per liberarsi di Efraym, finalmente. Osservò del tutto stranita i pochi che desideravano tenerlo col gruppo dopo i casini capitati... Ma non commentò, questa volta il messaggio era entrato in testa al lucertoloide quindi poté semplicemente osservarne la partenza... 

Vassilixia e Dorian

Spoiler

Una particolarità giunse dal principe Dorian, che si azzardò di avvicinare le due donne dei suoi sogni, letteralmente. Guardò con chiaro imbarazzo il giovane, dato che si nascondeva il volto coi capelli, ma tenendo comunque un'espressione rigida. N-non hai nulla da scusarti... Zaleria semplicemente ha sbagliato persona da provocare... Disse con tetra convinzione. Comunque, se devo essere onesta sei stato carino a dircelo e sono lusingata... La tua sincerità è molto affascinante... Disse distogliendo un po' lo sguardo. Osservò Vassilixia completamente stranita, quando propose di far entrare il principe nei suoi sogni... Se va bene fino a cinque giorni fa non sapevi nemmeno cos'era la Oneiromanzia, stregona... Bha... 

Scosse velocemente il viso per poi commentare semplicemente... Dovremmo vedere cosa succede in queste notti ed arrivare a Verderovere, prima di fare ulteriori speculazioni. 

 

X DM

Spoiler

-Sogni:

Per la prima giornata ho 2 Cerchio di Protezione contro il Male, (LI 9). Gli altri giorni se recupero il riposo posso optare per Love Nest del Boef che protegge dagli scrutamenti e dalle divinazioni, se non basta allora ancora coi Cerchi. (se riesco cerco di proteggere Dorian oltre che Deborah). 

-Cibo:

Prendo 4 razioni da Luna. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Luna

Certo! disse a Deborah Non devi neanche chiederlo sorrise porgendole le razioni necessarie per il viaggio Se dovesse nuovamente farti visita dimmelo, non potrò fare molto, ma almeno posso renderti meno stanca si staccò poi dalla Tiefling per andare dal fratello.

Con Ragnar

Spoiler

Non abbiamo poi finito il discorso dell'altro giorno disse sperando che avesse voglia di parlare un po' Anche io ho avuto una idea simile con Airona, anche se ora con Gardia via da Lagocristallo e il fatto che Astrid diventerà madre della futura dama del lago credo che non ci sia bisogno di fare troppi sotterfugi si chinò appena verso Ragnar, guardandolo negli occhi Mi vorresti dire che hai fatto tutto solo per Astrid? domandò curiosa @Ian Morgenvelt

 

 

Edited by Cronos89

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.