Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Il Barbaro e il Monaco

Articolo di Ben Petrisor, con Dan Dillion e F. Wesley Schneider - 15 Agosto 2019
Nota: le traduzioni dei nomi delle meccaniche citate in questo articolo sono non ufficiali.
Questa settimana due Classi, il Barbaro e il Monaco, scoprono nuove possibilità da playtestare. Il Barbaro riceve un nuovo Cammino Primordiale: il Cammino dell'Anima Selvaggia (Path of the Wild Soul). Nel frattempo il Monaco ottiene una nuova Tradizione Monastica: la Via del Sè Astrale (the Way of the Astral Self). Vi invitiamo a dare una lettura a queste Sottoclassi, a provarle in gioco e a farci sapere cosa ne pensate. Tenete d'occhio il sito di D&D per un nuovo sondaggio e fateci sapere in quest'ultimo cosa ne pensate dell'Arcani Rivelati di oggi.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
Arcani rivelati: il barbaro e il monaco
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/barbarian-and-monk
Read more...

Intervista a Massimo Bianchini di Asmodee Italia su D&D 5e

Massimo Bianchini, Country Manager di Asmodee Italia e dal 1997 una delle principali teste dietro alla traduzione dei manuali di D&D, ha di recente rilasciato un'intervista al sito Tom's Hardware, grazie alla quale possiamo farci un'idea più chiara sul modo in cui la Asmodee Italia gestisce la localizzazione di D&D 5e in italiano e su cosa possiamo aspettarci per il prossimo futuro.
L'intera intervista è disponibile sul sito Tom's Hardware, mentre qui di seguito potrete trovare alcuni estratti riguardanti specificatamente D&D 5e.
Grazie a @Checco per la segnalazione.
 
In questa epoca di ritorno in auge del gioco di ruolo Asmodee si è “portata a casa” uno dei prodotti più noti e diffusi sul mercato: Dungeons & Dragons. Come sta andando la linea editoriale?
Sta andando molto bene, e anche Wizards of the Coast e Gale Force 9 sembrano molto contente di quanto stiamo sviluppando sul mercato. Non c’è la certezza assoluta, ma in base alle informazioni di cui siamo in possesso, l’italiano è la seconda lingua in cui vengono venduti più manuali al mondo (dopo ovviamente l’inglese)!
La domanda più “pressante” e diffusa nella community dei giocatori di D&D è: “quando esce il modulo X?” “qual è la linea editoriale per raggiungere le pubblicazioni USA?”. Cosa possiamo rispondere in merito? Wizards of The Coast ha “ingranato la quinta” nella velocità di lancio di prodotti… come riuscirete a stare al passo?
L’accelerazione da parte di Wizards of the Coast si è verificata nel corso dell’ultimo anno e al momento stiamo cercando delle contromisure per riuscire a stare al passo. L’idea iniziale era quella di seguire la schedule di uscite originale con l’inserimento in semi-contemporanea delle novità più importanti dell’anno. Ed effettivamente, almeno inizialmente, eravamo riusciti a recuperare “tempo”: la nostra frequenza di uscite era più alta rispetto a quella delle uscite americane.
Purtroppo ora non è più così: il successo world-wide di D&D ha dato un impulso pazzesco alle produzioni americane e stiamo cercando con tutte le nostre forze di tenere il ritmo. Occorre anche dire che alcuni accessori prodotti da Gale Force 9 (come gli schermi del DM dedicati alle campagne o le carte incantesimo, oggetti magici e dei mostri) sono produzioni aggiuntive che portano via risorse, e che vanno ad aggiungersi alla realizzazione dei manuali. (E bisogna anche aggiungere che il gioco da tavolo del Dungeon del Mago Folle, in uscita a fine anno, è andato in coda alla produzione: lo staff che se ne occupa, per ovvie esigenze di coerenza, è lo stesso).
Il discorso generale è che è molto difficile lavorare su prodotti in maniera che non presentino errori di traduzione, e come si può immaginare ciò porta via molto tempo. In ogni caso, pur essendo partiti in ritardo rispetto alle edizioni di altri paesi (Francia, Spagna o Germania, per nominarne qualcuno) siamo comunque in linea con il numero di uscite di questi ultimi.
Il mercato USA gode di numerose versioni “collector” dei vari volumi. Sarà possibile vedere qualcosa anche per il mercato italiano o i numeri attuali sono ancora lontani da permettere stampe di manuali in edizioni diverse?
Siamo in attesa, ormai da molti mesi, dell’autorizzazione alla pubblicazione di questi magnifici manuali “collector”, che sono molto richiesti e che speriamo prima o poi di riuscire a portare nei negozi.
D&D ricopre un posto particolare nella tua evoluzione sia di appassionato sia lavorativa. Da quanto segui il prodotto come “giocatore” e da quanto come “addetto ai lavori”? Quando hai saputo di avere “in casa” il gioco quali sono state le tue reazioni? Felicità o “terrore” per la fan base che avresti dovuto affrontare?
Considerando che il primo manuale che ho editato risale al 1997 (Manuale del Giocatore di AD&D Seconda Edizione) direi che la fase del “terrore” l’ho passata da un pezzo. Diciamo che per la Quinta Edizione ero un po’ preoccupato perché non avevo seguito molto le uscite in inglese dal 2014 in poi… Quando abbiamo ottenuto i diritti, nel 2017, ho dovuto rispolverare glossari e terminologie che non toccavo da molti anni (dal 2009, ultimo manuale che ho seguito per la Quarta Edizione), ma alla fin fine crediamo di avere svolto un buon lavoro.
Attualmente siamo arrivati alla sesta stampa, che consideriamo un bel traguardo! C’è da dire che ho curato solamente la pubblicazione del Manuale del Giocatore, per tutte le altre uscite mi sono avvalso di una mia collaboratrice storica molto in gamba, Chiara Battistini, che sta seguendo tutta la produzione, lavorando sulla traduzione di un’altra pietra miliare del settore, Fiorenzo Delle Rupi.
Quanto del tuo bagaglio culturale e di esperienza troviamo nella attuale versione del gioco? Ti sei “portato dal passato” qualche glossario o elemento che avete utilizzato per mantenere una coerenza con le vecchie edizioni?
Ho una cartella “Glossari” creata più o meno nel millennio scorso, che ho (abbiamo) utilizzato nel corso di tutte le edizioni. In origine, cercammo di mantenere coerenza con la vecchia scatola rossa di D&D, pubblicata da Editrice Giochi, come ad esempio il mitico Dardo Incantato.
In linea di massima abbiamo sempre cercato di mantenere il massimo della coerenza possibile tra un’edizione e l’altra, anche nei termini più ricercati. Per esempio, nella Guida degli Avventurieri alla Costa della Spada, di prossima uscita, i termini geografici sono esattamente gli stessi della scatola base di Forgotten Realms di AD&D Seconda Edizione, pubblicata più di vent’anni fa!
Attualmente Asmodee attraverso Gale Force 9 detiene i diritti per la pubblicazione dei manuali cartacei e non quelli PDF. Il mercato sempre più sembra richiedere la vendita in bundle o anche singola per le versioni digitali… se si aprisse la possibilità secondo te il mercato italiano sarebbe una piazza interessante per questa tipologia di distribuzione?
Devo dire che nutro forti dubbi in merito, da noi la pirateria è ancora ampiamente diffusa, anche se capisco che sarebbe molto comodo avere la versione in pdf dei manuali per facilità di consultazione durante le sessioni di gioco. C’è da dire che è un problema che non si pone, dal momento che questa non è una decisione che spetta ad Asmodee Italia ma bensì a Wizards of the Coast.
Qualche numero sulla vendita di D&D in Italia? Siamo rimasti alle 10.000 copie del Manuale del Giocatore, qualche aggiornamento?
Al checkpoint di metà luglio siamo arrivati a 14.000 copie, ma il periodo migliore dell’anno è da settembre in poi.

Fonte: https://www.tomshw.it/culturapop/asmodee-dungeons-dragons-e-giochi-di-ruolo-intervista-a-massimo-bianchini/
Read more...

Le prime Anteprime di Pathfinder 2e: diversi mostri, la scheda del PG e altro

Pathfinder 2e uscirà in lingua inglese l'1 Agosto 2019, ovvero all'incirca fra una settimana (come vi avevamo scritto in un articolo, invece, la versione italiana dovrebbe arrivare intorno all'Aprile del 2020). Per l'occasione, dunque, la Paizo ha deciso di mostrare alcune anteprime tratte dai due manuali base, il Core e il Bestiario: la scheda del PG, alcuni estratti dalle sezioni per il DM, e le statistiche del Goblin, dello Scheletro, del Gremlin, del Gogiteth, e di numerose altre creature.
Troverete le anteprime infondo all'articolo: per ingrandire le immagini cliccate su di esse. Due versioni ad alta definizione della Scheda del PG, tuttavia, una delle quali progettata appositamente per la stampa, sono disponibili ai seguenti link:
❚ Scheda del PG di Pathfinder 2e colorata
❚ Scheda del PG B/N pensata per la stampa
Per visionare, invece, diverse altre anteprime sui mostri di Pathfinder 2e rispetto a quelle pubblicate in questo articolo, potete visitare questa pagina del sito della Paizo (anche in questo caso, cliccate sulle immagini per ingrandirle).











Read more...

Keith Baker annuncia Project Raptor: un nuovo supplemento per Eberron

Keith Baker, originale ideatore di Eberron, ha annunciato l'intenzione di rilasciare su DMs Guild un supplemento pensato per espandere l'ambientazione per la 5a Edizione di D&D. All'interno di Project Raptor (Progetto Raptor), infatti, nome che al momento identifica questo misterioso nuovo manuale, l'autore vuole sviluppare il mondo di Eberron, andando a presentare regioni mai esplorate fino ad ora. Il supplemento è previsto per la fine del 2019.
Qui di seguito potete trovare la traduzione dell'annuncio ufficiale:
Sempre nella pagina dell'annuncio Keith Baker aggiunge:

Read more...

Pausa Estiva degli Articoli

Vi annunciamo che visto l'arrivo dell'estate le rubriche regolari di articoli e news che vi vengono presentati dalla D'L saranno sospesi fino a Settembre, così da dare allo Staff possibilità di godersi delle meritate vacanze.
Una buona estate e buon gioco a tutti quanti.
Lo Staff D'L.
Read more...
Bomba

Capitolo Venti – Il giorno in cui la Savana si tinse di sangue

Recommended Posts

Capitolo Venti – Il giorno in cui la Savana si tinse di sangue

Quando Sharifa finì di completare il proprio incantesimo, gli eroi sentirono uno strattone all'altezza dello stomaco prima di giungere, le gambe tremanti, all'interno dell'enclave dei rakayiq, i lucertoloidi. La prima sensazione che gli alloctoni percepirono fu il caldo, un afa secca alimentata dal sole cocente e che non era stemperata dal vento che spirava tra gli edifici, più simile al tiepido sbadigliare di un gigante che non a una corrente rinfrescante, capace solo di spostare l'abbondante polvere presente in quel luogo.

L'Impero dei rakayiq aveva di certo visto tempi migliori: le immense costruzioni in pietra a più piani erano in rovina, le lunghe scalinate dei templi avevano diversi gradini mancanti, le colonne in basalto che sorreggevano erano usurate dal tempo, le statue delle fontane erano rotte e l'acqua poco limpida. Ma ciò che sembrava ormai solo il sogno di un archeologo aveva ancora un'anima, un'anima palpitante nelle poche centinaia di indigeni che abitavano ancora quel luogo troppo grande per loro in un'ambiente così ostile. I lucertoloidi erano fisicamente simili a Sharifa, alti dal metro e ottanta ai due metri (specialmente i maschi), dalla muscolatura nodosa e con scaglie che variavano dal verde al grigrio passando per il marrone.

La presenza di nuovi giunti sembrò attirare fin da subito l'attenzione delle autorità, con due guardie cittadine che giunsero appena una donna con un cucciolo in braccio gli diede una voce. Le forze dell'ordine non erano armati di clave o mazze come cavernicoli, ma con lance dalla punta in ferro, scudi levigati e armature in pelle di animali rinforzate con fermi in ferro e schinieri in cuoio. Essi giunsero le armi in mano verso il gruppetto, intimando l'altolà in un Comune stentato.

Prima di poter dire la loro, un vecchio lucertoloide (diverse scaglie mancavano sulla sua pelle grigia) vestito con una lunga tunica color blu e argento rivolse parole aspre agli uomini di pattuglia Govey Zun! Rek Kos Sharifa Briinah Shayq!

x chi capisce il Draconico

Spoiler

Abbassate le armi! Lei è Sharifa, la sorella del nostro regnante!

L'ordine ebbe successo. Gli uomini abbassarono prontamente le armi, facendo un inchino nei confronti di Sharifa. Il vecchio, raggiunti gli eroi, rivolse loro un saluto Naadir al-Mohiuddin si presentò Perdonate il mio linguaggio, ma molto tempo è passato dall'ultima volta che ho parlato con umani. Sono un savio il lucertoloide tentennò In vostra lingua si dice anche... maestro, credo. Sono stato maestro di Sharifa il vecchio sorrise in direzione della discendente dei draghi di ottone, prima di riportare la sua attenzione ai non-lucertoloidi Il vostro venuta... il lucertoloide si morse un labbro La vostra venuta non era prevista, ma il nostro shayq vorrà conferire con voi. Alcune cose sono cambiate da quando sei giunta da noi l'ultima volta, Sharifa Naadir si grattò una guancia con uno dei suoi artigli Ma penso sia meglio che ne parli tuo fratello, Musaaid. Tu disse rivolto a una delle guardie Informa lo shayk che ci sono stranieri di nord la guardia fece un cenno del capo prima di incamminarsi velocemente. Naadir si rivolse di nuovo agli eroi Vi chiedo scusa, io... noi... il vecchio brontolò cercando di trovare le parole giuste Vi do il benvenuto a ciò che rimane dell'Impero dei rakayiq. Il suo nome è stato perduto, motivo per cui noi lo chiamiamo ormai solo Impero. Siete liberi di poter girare come ospiti Naadir si sedette sul ciglio di una fontana, sospirando nel momento in cui diede riposo alle proprie gambe. Sarebbe rimasto a disposizione di chiunque avrebbe avuto domande per lui.

Una rapida esplorazione della zona avrebbe rivelato una realtà nuova anche per Sharifa: la presenza di orchi. Ma essi non erano stupidi e violenti come Geerum o stupidi e malvagi come Kaahan: quelli che avevano preso posto nelle case in rovina o erano in fila ad elemosinare cibo presso una mensa da campo erano più simili a profughi, gli abiti sporchi, le femmine impegnate a tenere occupati i bambini, i maschi dall'umore a terra. Non parlavano molto, ringraziando con parole a mezza bocca i lucertoloidi che dividevano con loro i frutti dell'allevamento, principalmente caprini dai quali i rakayiq traevano latte e cibo, e della coltura in quell'ambiente sterile Se il fiume non ci darà altro limo, anche con gli incantesimi dei sacerdoti faremo la fame mormorò un contadino ad un suo simile, il quale scosse la testa avvilito.

L'Impero dei rakayiq, seppur rimaneggiato, aveva comunque alcuni esercizi attivi: un vasaio che si occupava anche di intrecciare cesti di vimini, due sarti che nella loro bottega si occupavano di confezionare abiti per i savi e i sacerdoti oltre che alle guardie, una femmina che si occupava di forgiatura di armi, armature e strumenti di tutti i giorni, diversi mercanti di stoffe e venditori di cibo e pelli. Posto sulla sommità di un vecchio tempio, al termine di una lunga scalinata di trenta gradini, si trovava un altare dedicato alle celebrazioni per la divinità adorata, Bahamut il Drago di Platino.

X chi è interessato ad andare al tempio

Spoiler

A gestire il tempio erano due sacerdoti, un esemplare dalle scaglie marroni di nome Maazin al-Jama e la sua adepta dalle scaglie grigio chiaro di nome Mudrika el-Asmar. Maazin non sembrava molto avvezzo al parlare in Comune, motivo per il quale gli onori di casa vennero fatti da Mudrika Benvenuti al tempio di Bahamut, se giungete come amici potrete trovare conforto sotto la protezione del Drago di Platino. Disponiamo anche di pergamene per coloro che intendono affrontare i pericoli della Savana.

Pergamene in vendita al tempio di Bahamut (tutte divine):

-2 pergamene di Luce Incandescente (LI 8, 1000mo l'una)

-2 pergamene di Creare Cibo e Acqua (LI 8, 1000mo l'una)

-3 pergamene di Cura Ferite Moderate (LI 3, 150mo l'una)

Maazin cercò di dire qualcosa, ma finì per scuotere la testa Maazin non è bravo con la vostra lingua avrebbe risposto Mudrika Ma qualora necessitiate di magie specifiche egli potrebbe iscriverle, sebbene i nostri mezzi siano limitati. Molto del nostro sapere è stato perduto.

x chi è interessato a dare un'occhiata al mercato

Spoiler

Coloro che avessero girato le bancarelle avrebbero trovato ben poco di interessante, abituati come si erano alle squisitezze di Acquastrino e alla disponibilità di Firedrakes. I lucertoloidi erano un popolo povero nato in una terra di antiche e potenti risorse. Il loro cibo era frugale, ma i monili abbondavano. L'acqua era una risorsa preziosa, ma le armi magiche erano diffuse e variegate. Fu proprio alla bottega del fabbro che essi colsero questo aspetto, notando un paio di armi valide in mezzo a una botte piena di creazioni più recenti e rimaneggiate.

-Lancia lunga Anatema degli Esterni (Malvagi) +2 (scontato, 12305mo)

-Corsesca Sacra +1 (scontata, 12308mo)

E' il prezzo più basso con cui posso liberarmene avrebbe risposto la lucertoloide che si occupava della bottega, pulendosi le mani con un panno So che farei fortuna vendendole al nord, ma non posso permettermi di abbandonare l'enclave neanche per un giorno.

Ma non era un sacerdote colui che si rivolgeva a una piccola folla (una quindicina circa) di lucertoloidi. Un esemplare piuttosto grosso e dalle scaglie color marrone tendente al rosso stava dicendo la sua “Uno shayk è come una pietra salda che svetta in mezzo al deserto. Il vento che soffia non può smuoverlo, e la sua ombra offre ristoro e frescura al suo popolo” Kitab al Qadama, 1° Cilindro, 6° Versetto recitò Io dico che lo shayk può aiutarci, ma lo può fare solo liberandosi di questi orchi! esclamò. Alcuni spettatori applaudirono le mani Basta con questi orchi che delinquono! Basta con questi orchi che vengono da noi sperando che gli riempiremo lo stomaco! Basta con questi profughi che arrivano ogni giorno! E il Drago di Platino dov'è? domandò Bahamut è potente, ma non ci porta la pioggia e sta a noi rimboccarci le maniche. Un solo culto non è sufficiente, per questo io vi invito a pregare per Ahmon-Ibor, colui che veglia sui lucertoloidi e su loro solamente! diversi spettatori annuirono, intrigati dalle parole del demagogo.

x tutti

Spoiler

Come ad ogni capitolo taggo tutti i partecipanti (consiglio l'iscrizione al capitolo per non perdersi neanche un aggiornamento)

@Fezza @Minsc  @Nightmarechild

@AndRe89

@Pippomaster92 @ToGrowTheGame @Plettro

Checkpoint nella notte tra il 23 e il 24 maggio con la convocazione al cospetto dello shayq. Nella notte tra il 22 e il 23 posterò come intermezzo per eventuali interazioni con png e simili. Dato che i pg non hanno il dono dell'ubiquità, interagire con un determinato png impedisce di farlo con altri. I personaggi sono comunque liberi di diversi e andare dove meglio ritengono, finchè all'interno dell'enclave e, ricevuta risposta (vedi l'intermezzo), possono anche decidere di spostarsi per andare da un'altra parte.

 

Edited by Bomba
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra

La barda non era pronta a vedere quella terra piena di miseria e povertà: persino gli orchi profughi le fecero stringere il cuore quando vide i più giovani denutriti e vestiti di stracci lerci. Controbattere al predicatore non avrebbe fatto altro che rafforzare le sue parole xenofobe e di sicuro una straniera appena arrivata in quelle terre non avrebbe potuto convincere all'accoglienza un popolo bessato dalla siccità e dalla povertà. 

Decise quindi di salire la scalinata che conduceva al tempio sacro del Drago di Platino e lí vi trovò l'adepta ed il suo padre spirituale. Dopo aver ringraziato con un inchino la ragazza, Chandra si rivolse a Maazin al-Jama in draconico per metterlo a proprio agio e presentarsi formalmente

Spoiler

Piacere Maazin al-Jama, il mio nome è Chandra Silverhand e vengo da amica e seguace di Bahamut. Siamo arrivati da poco insieme a Sharifa e non ho potuto che notare la miseria che avvolge queste terre: la siccità è una dannazione forse peggiore della guerra ed il senso di impotenza che può generare incalcolabile. Siamo giunti alla ricerca di Unvarkerentilarhys di cui non abbiamo più notizie e della genia non morta di Tyrigaryanthilax, il Flagello Blu, per estirparla da queste terre e riportare pace e prosperità per quamto possibile. Potete aiutarci? Ma, cosa più importante, come possiamo aiutare voi tutti? 

 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dravicov, Vane a D'il

Ma stiamo scherzando prima il matrimonio e adesso questo. Dalle tormente di neve all'arido clima di questo posto. Me*da. Dravicov aveva rapidamente girato la zona.

@AndRe89 @Minsc @Pippomaster92 @Nightmarechild @Plettro @Fezza

Cercando il gruppetto e riunendolo disse OK, gente prima di fare qualunque cosa propongo una breve riunione di gruppo. Dravicov si stava togliendo la giacca per riporla nello zaino. La situazione non è delle migliori a prima vista. Non vedo guerrieri in giro a parte quelli che ci hanno accolto, però questo lo vedremo dopo parlando con lo "Shayk". Nobile Sharifa tu hai notato qualcosa che ci può essere utile? Aspettó che Sharifa parlasse dopo di che aggiunse credo che la cosa migliore prima dell'arrivo dello shayk sia di procurarci informazioni grezze, prima che la nostra identita sia di dominio pubblico. Mi è sembrato di vedere la nobile Chandra fiondarsi al tempio. Ma con le sue doti oratorie non credo avrà problemi.. direi che potremmo dividerci in tre gruppi a questo punto.. da quanto ho sentito e visto con i miei occhi di elfo alcuni orchi vengono qui in preda alla disperazione per cercare asilo, ma non credo che siano tutti dello stesso parere. Penso che un gruppo di lucertoloidi non li veda di buon grado. Nobile Sharifa vorresti occuparti tu di questa questione magari con il supporto del lucente Golban? Per quanto riguarda gli orchi invece proporrei Zhuge e TomPo, qualcuno dovrà pur ascoltare cosa hanno da dire loro. Io e Winn ci occuperemo invece di comprare e fare domande ai negozianti. Ho sentito in oltre che il raccolto non è buono.. ma per quello sareste tu Nobile Sharifa e Chandra a poter porre rimedio. Opterei per dare una dimostrazione dei vostri poteri per accaparrarci l'amicizia del popolo, molti vi conosceranno già, e assicurare i nostri servigi una volta conclusa la spedizione. Dravicov si guardava in giro costantemente orecchie allerta. Questo signori è quello che propongo. Sta a voi adesso.

prima di andare Dravicov disse un'ultima cosa all'orecchio di Sharifa credo che il tuo maestro abbia altro da dire dovrebbe andare da lui prima di tutto

@master 

Spoiler

Ascoltare +3 osservare +3 percepire intenzioni +5

Per chiunque provi ad avvicinarsi o ascoltare cosa sto dicendo

 

@tutti

Spoiler

Scusate per il post così ma domani sarò incasinato e non potrò rispondere quasi di niente. In più mi sono venute le idee e le ho scritte di getto

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Mi inchinai profondamente di fronte a colui che si presentò a noi come savio, riconobbe Shafira e il fatto che le fece da maestro mi bastò come presentazione. 

Volli presentarmi a mia volta.. Mi hanno chiamato Tom Po, e come si può capire dal mio aspetto sono originario della savana ..lasciai poi parola a Shafira, sicuro che avrebbe spiegato meglio di me la situazione e cosa ci facevamo in quei luoghi.
Al vedere che l'anziano si sedette sul ciglio di una fontana aprii la sacca che portavo con me, per osservare gli oggetti che avevo portato, tirandone fuori uno e rimaneggiandolo tra le mani
Una fontana.. sono stato uno sciocco nel pensare che questi piccoli oggetti che ho portato potessero aiutare queste popolazioni..non basteranno mai, il nostro aiuto dovrà essere di altro tipo e molto più consistente.

Riposi l'oggetto nella sacca e volli dirigermiverso il mercato per capire cosa offriva il posto e respirare a grandi boccate l'aria di casa..o quasi.

Poco prima di muovere un passo, il nostro nuovo compagno Dravicov volle suggerire una strategia 
Gli esuli non credo abbiano una visione completa della situazione.
Il fratello di Shafira ci spiegherà cosa sta succedendo in questi posti e io non sono portato per ascoltare e parlare.
Inoltre se conosco Chandra immagino non vorrà dare una.. dimostrazione.. dei propri poteri, e nemmeno Shafira: dal poco che ho osservato è una usufruitrice di magia morigerata.

Detto questo non voglio suggerire nulla, ognuno è libero di agire come crede, ma credo sarebbero dimostrazioni di magia fini a se stesse che non potranno aiutare questi esseri.

Vado al mercato, forse mi fermerò al sole a godermi un pò di caldo per mitigare tutto il freddo che abbiamo preso nelle lande del Nord

  

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Winn'Ier Deh Puh

Scusa Dravicov, ma sono d'accordo con Tom Po, non possiamo fare niente adesso... Aspettiamo che dice il capo e poi si vede. disse facendo spallucce.

Ehi Tom! Posso venire con te, sì? Non darò fastidio giuro! detto questo, Winn'Ier seguì l'apatico felinide e si sdraiò poco distante da lui, a prendere il sole.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sharifa (lizardfolk stregona)

Arrivo nella Savana

La donna venne accolta dall'afosa aria di casa, che inspiró con piacere. Ma appena posò gli occhi sulla propria gente cominciò a notare gli orchi e gli altri segni della guerra. Prima di poter dire qualcosa fu però interrotta prima dalle guardie e poi dal proprio maestro.

Fu davvero felice di rivederlo "Maestro al-Mohiuddin! Lasciate che vi presenti i miei compagni" disse prima di nominarli uno per uno, escluso Tom Po che aveva fatto da solo.

"Maestro, prima di parlare con lo shayk vorrei fare un rapido giro del villaggio, mi sembra siano cambiate molte cose e...ho un po' di nostalgia di casa"

Si accostó ai compagni, ascoltando le loro idee "Dravicov, temo che la mia magia non possa fare molto per siccità e fame: ho però degli oggetti magici che potrebbero alleviare un po' le sofferenze del mio popolo. E a tal proposito, voglio proprio dirne un paio a quello che sta arringando la folla. Per quanto riguarda gli orchi: qualcun'altro parla la loro lingua?"

Una volta organizzato il gruppo, Sharifa si spostò nella piazzetta dove il grosso lizardfolk parlava a gran voce.

Acquastrino ladrona

La stregona si mosse alle spalle della piccola folla e aspettó il momento opportuno per prendere la parola in draconico "Non ti vergogni a citare il Kitabal Qadama cambiandone il significato? Non sta forse scritto che ospitare lo straniero è un dovere sacro? E se rifiuti di aiutare lo straniero, come puoi accettare il suo aiuto? Vergogna e disonore, a te che disconosci Bahamut e irridi la sua protezione! Ma ben peggio siete voi che lo ascoltate: egli è un folle e voi lo seguite come le capre seguono il pastore!"

DM

Spoiler

Diplomazia + 16

 

  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dravicov, Vane a D'il

Un po' indispettito ma sempre stoico e inespressivo Dravicov rispose ai compagni che lo stavano seguendo al mercato. Nessun problema ragazzi io ho proposto di dividerci i compiti per battere a tappeto la zona, solo per farci un'idea di come parlare con il capo dell'impero. Lasciò trapelare un sorriso, camminando tra le bancarelle del mercato. Avevo comunque intenzione di andare a comprare delle frecce e di parlare con i negozianti. Ritenevo probabile che anche tu Tom po conoscessi le lingue del sud e quindi sarebbe stata la cosa migliore parlare con gli orchi profughi. Zhuge? A questo punto deciderà lui il da farsi. Mi è sembrato fra i più saggi del gruppo, anche se non mi convince pienamente un uomo del katai. Stessa cosa per la nobile Sharifa e Golban, ma di loro sono molto più sicuro.

A quel punto disse rivolgendosi palesemente a Tom po. Ritengo doveroso un appunto amico felinide. Intendo dare una mano a questo popolo e per "dimostrazione" intendevo un incantesimo che fosse in grado di fare piovere su queste terre aride. Sempre che le nostre amiche ne siano in grado. Concluse Dravicov con un sorriso a bocca chiusa. Vi lascio adesso.. ho appena adocchiato una bottega di armi. A dopo. 

Bottega del fabbro

Salve nobil donna, sono un avventuriero in cerca di armamenti.... Ho notato in effetti delle armi di ottima fattura persino per i canoni di un elfo, non penso di poterle comprare purtroppo. Dravicov aveva appena utilizzato tutti i muscoli facciali per assumere un'espressione dispiaciuta. Sicuramente semmai si potesse aprire un commercio con il nord farebbe fortuna. Poi si mosse verso un'altro punto della bancarella. Sarei interessato a comprare invece delle frecce e un'arma bianca di buona fattura. E aggiungo che, se riesce a darmi delle informazioni riguardo ai vostri rapporti con le altre razze che popolano il sud, queste monete disse lasciando sul bancone 20 mo sono già vostre. Dravicov disse quello che sapeva a riguardo. Degli orchi e degli altri lucertoloidi, lasciando spazio anche per gli gnoll e i felinidi.

@master

Spoiler

Diplomazia +0 raccogliere informazioni +0

Compro  60 frecce e una spada lunga o corta in base a quello che c'e

 

Edited by ToGrowTheGame

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Certo che si.. risposi al grosso umano indicando con un braccio una direzione che volevo prendere ..l'aria secca spira maggiormente su quella lieve collina, oltre le rovine. 
..e mi incamminai.

@Winn'Ier Deh Puh [Momento catartico per Tom Po]

Cita

Giunto in prossimità della lieve altura potevo anche osservare meglio il circondario.
Mi sedetti a gambe incrociate posando la sacca dove si trovavano gli oggetti, tirando fuori dalla mia sacca il medesimo oggetto che avevo però acquistato nelle lande del Nord, per poi pronunciare le parole per riempirlo.

Vuoi? Sporsi il bicchiere all'uomo
Non capisco nulla di magia, ma l'acqua è fresca e so bene che a questa polvere si fatica ad abituarsi.
Viene dalle terre del Nord, forse è fresca per quel motivo..

Feci spallucce, ma sapevo che anche l'uomo che avevo di fianco non era un "sommellier della trama" e forse condividevamo più cose di quello che appariva ai meri occhi.

Respirai a pieni polmoni e cercai di abbassare i miei battiti al minimo per poter focalizzarmi in toto sulle percezioni che mi arrivavano dalle vibrisse.
La mia parte animale si sentiva molto più viva in quel posto, anche se eravamo ancora lontani dai miei luoghi natii, sentivo crescere in me l'emozione: avrei rivisto i luoghi dove ero cresciuto.
Respirai nuovamente.

Nei prossimi giorni saremo chiamati a compiere nuovamente imprese che alcune persone considereranno nei tempi che verranno.. straordinarie.
Non ti considerare tale, noi siamo oltre questo mero concetto.. l'ho imparato vivendo di persona momenti come questo.
Compiamo atti che salvano vite che non conosceremo mai, e non dovremo farci riconoscere per le strade perchè le genti non hanno bisogno di volti, ma di eroi.

La senti la brezza ed il suo sussurro?
Senti crescere in te l'ebbrezza cosciente degli eroi?
Guarda la tua mano..
..sole e sale arderanno la tua pelle, influssi lunari muoveranno la tua marea
E' si grande da prendere il mondo intero, ma rimarrai saldo al compito.
Respira e abbraccia il tuo destino.

Rivolsi più parole in quel momento ad un uomo a me sconosciuto più che in qualsiasi altro momento della mia vita.
Non sapevo il perchè, ma mi sentivo stranamente vicino a quell'uomo.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Golban Brown Drowdson

Il teletrasporto fu veloce ed istantaneo come doveva essere una magia arcana di quell'entità. In un secondo cosi il paladino si ritrovo in un luogo che mai aveva visitato. Senti un calore soffocante entrargli nei polmoni e nella pelle, l' armatura che solito portava sembrava stavolta avere un peso maggiore. In poco tempo furono raggiunti da delle guardie che non smisero di puntare le loro armi fino all'intervento di un anziano "uomo", o meglio di un anziano lucertoloide. Golban non riusci a capire le parole dette da quella saggia creatura ma per fortuna la sua compagna di viaggio sembro essere ben consapevole di quello che stava facendo. Sharifa fece le dovute presentazioni del gruppo al savio E' un piacere fare la vostra conoscenza esordi il paladino con un inchino appena lady Sharifa disse il suo nome. Come poi il gruppo fu congedato Golban prima di intraprendere la strada verso il tempio riprese la parola vi ringrazio per la disponibilità che state mostrando, e mi scuso per il disturbo che le stiamo procurando.

Uscendo sentì ancora quel calore pungente questo caldo è quasi soffocante... penso il paladino, finché non venne interrotto dalle parole dell'elfo. Penso che riusciremo a farci una idea di come sia la situazione in questo luogo anche solo girando per le strade. Io comunque penso che andrò verso il tempio per scambiare due parole con il sommo sacerdote, il tempio di Bahamut in genere è un luogo di accoglienza e benevolenza disse a sua volta.

Come iniziò ad incamminarsi la voce di un predicatore richiamo la sua attenzione. Non fu l'unico ad assere attirato dalle assurde parole di quel personaggio, anche Sharifa non poté non avvicinarsi. Se il paladino si limito solo a pensare queste persone non dovrebbero avere il diritto di parola..un predicatore di odio non è mai un buon segnale... Sharifa intervenne con parole decise e ferme o almeno è quello che Golban intui, non riuscendo a capire la lingua usata.

Dopo aver ascoltato la risposta di quel fomentatore di folle Golban intraprese la strada verso il tempio. Durante quel tragitto vide quanta povertà fosse presente, e come famiglie migrate in quella città a stento riuscissero a mantenersi in vita ci deve essere un modo per riportare un po di benessere in questo luogo... Decise cosi di comprare qualche sacca di cibo e donarlo a quei poveri mendicati i quali dovevano anche provvedere alle loro piccole creature, cercando anche di capire il perché della loro migrazione. 

Al Tempio

Entrando verso il tempio vide che Lady Chandra stava gia interloquendo con i sacerdoti. Si avvicino senza disturbare cercando di far notare la sua presenza a Chandra. Appena gli rivolsero la parola si presentò con il suo solito inchino Il mio nome è Golban Brown Drowdson dei Sacri Liberatori di St. Cuthbert, compagno di viaggio della qui presente Lady Chandra. E' un onore per me entrare in questo sacro luogo. Riprese poi il silenzio per non disturbare il discorso che avevano intrapreso con la barda.

@DM

Spoiler

Faccio una prova di Conoscenze Religioni +8 per Ahmon-Ibor, la divinità che nomina il predicatore.

Compro del cibo, carne se c'è, per donarla a qualche famiglia che sta mendicando chiedendo il perche di quella loro condizione. Dimmi quanto oro levare (ho 946mo)

 

Edited by AndRe89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Winn'Ier Deh Puh

xTom Po: Che l'apatia sia con te

Spoiler

Winn'Ier scalò la collina assieme a Tom Po, non disse una parola, il silenzio e la compostezza del monaco erano incredibili.
Si sedette accanto al felinide No, grazie rispose di fronte all'offerta del bicchiere magico Sto bene così.

Il barbaro ascoltò con attenzione il monaco, affascinato, dalle sue parole.
Io non... non mi ritengo straordinario, cioè sì, non sono molti quelli come me... ma... credo di capire cosa tu voglia dire...

Prese un respiro dell'aria polverosa della savana e si sentì... bene.
Non mi sono mai fermato a... a respirare e basta... è molto sottovalutato.
Prese un'altro respiro di quell'aria afosa.
Tom, credo di sentirlo, credo di sentire la brezza degli eroi... La sento. 

Se ne stette a fissare l'orizzonte con un sorriso stampato in volto, tanto da ignorare la fame ed il caldo.
All'inizio era un pò preoccupato in quanto, Tom Po, stava facendo gli stessi discorsi che faceva il druido Gargamellor quando non prendeva le sue medicine.
Però, poi, cominciò ad imitare il gatto e... si mise in pace con il mondo... A meditare... 
Lui... Tom Po... e la grande savana...
Gli riusciva anche parecchio bene! Era risaputo, infatti, che l'arte della meditazione si prestava meglio alle menti vuote.

Passò un bel momento con il monaco.
 

 

Edited by Plettro
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

La città di pietra

Il primo sguardo alla città fu per Liang la riscoperta di un piacere: da troppo tempo osservava comunità umane per la maggior parte, diverse tra loro ma comunque fin troppo simili. Il villaggio dei lucertoloidi, invece, aveva geometrie misteriose e affascinanti che riaccesero il suo amore per le culture differenti. Ascoltò in silenzio le parole del maestro di Sharifa e dei suoi compagni, per poi rivolgersi all'anziano lucertoloide. Si fekiik wux, nao pliso (Draconico: Io ti saluto, saggio maestro). Il mio nome è Zhuge Liang, viandante del Katai. Sono onorato di conoscere il maestro di lady Sharifa. Siete anche voi un arcanista? Dopo la risposta dell'anziano, Liang procedette. Siamo venuti qui per tentare di aiutarvi contro la minaccia del Flagello Blu, ma pare che anche altri problemi attanaglino la vostra società. Potete parlarcene, Tiichiul Tilabil? (Onorevole Anziano).

Agitare le masse

Liang ascoltò le parole dell'oratore della piazza, riflettendo sulle loro implicazioni. Lady Nicolette, ho bisogno di una vostra opinione, cortesemente: cosa pensate del discorso? Cosa credete spinga quel relatore a queste dichiarazioni? Come hanno recepito il discorso gli astanti?

xDM

Spoiler

Conoscenze religioni su Ahmon-Ibor= +22

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Dopo le presentazioni di rito, il savio si rivolse a Tom Po La tua razza è benvol... benvenuta nel nostro Impero disse l'anziano rettiloide Non ti ho visto prima, ma divideremo con te il nostro cibo come i saggi insegnano Naadir rimase quindi in silenzio, rispettando l'intimità tra il felinide e Winn'Ier. Quando Zhuge gli rivolse la parola, l'anziano aggrottò le sopracciglia Come dissi, troverei più giusto che vene... ve... ne parlasse il nostro shayk. Possiedo qualche potere arcano l'anziano scosse la testa Ma niente di paragonabile a Sharifa. E' la sua covata quella che rappresenta la nostra più grande speranza

x Dravicov e Sharifa

Spoiler

Sharifa Diplomazia +16+11=27

Dravicov Diplomazia +0+2+16=18

La rettiloide aveva modi diretti e spicci Io non sei nobile disse, dimostrando alcuni problemi con la lingua Comune, specialmente i verbi. Ella accettò comunque le monete dell'elfo, soppesandole per un attimo e annuendo Aspettate intimò, prima di andare a prendere tre quadrelli pieni di frecce dalla punta in ferro Con queste potrai colpito. Per l'arma... nei successivi minuti, Dravicov ricevette diverse armi e gli venne chiesto di provarle, mulinando colpi al vento Più bilanciata... non male... furono i commenti della forgiatrice prima di trovare una spada lunga con cui anche il nativo di Frondargentea riuscisse a trovarsi a suo agio Noi usate armi per colpito predoni, gnoll, anche orchi... ma questi sei profughi, shayk decidette di offerto. Felinidi invece amici, noi commerciare molto con loro, ma tipi schivi

x Golban

Spoiler

-6mo

Conoscenze (religioni) +8+15=23

Ahmon Ibor non era un nome noto nei territori di Glantria, tuttavia Golban sapeva che diverse divinità venivano chiamate in maniera differente in base alle culture relative. Ripassando mentalmente i nomi di cui era a conoscenza, però, non riuscì a trovare una divinità del suo pantheon che avesse un simile altro appellativo.

x Zhuge

Spoiler

Conoscenze (religioni) +22+14=36

Il nome non era nuovo a Liang. In una delle sue precedenti vite egli fu un lucertoloide, membro di una piccola covata di una tribù palustre che venne trucidata da degli adoratori di Ahmon Ibor, che dopo aver tratto volontari dalla sua tribù sterminarono coloro che non si erano convertiti al loro culto. Ricordò ancora una volta quando il loro sacerdote urlò il proprio dissenso prima di venire decapitato Non serviremo mai il Principe dei Demoni!

Nicolette riflettè Bella domanda comunicò la voce dell'adepta Sembra animato da un fervore demagogico molto forte, ma potrebbe avere i suoi interessi dietro. E' un buon oratore, parla con parole semplici e comprensibili, slogan facili da ricordare. E ti dirò Liang, quando si tratta di politica e religione, le lingue sono sempre biforcute.

Nonostante Golban avesse comprato gallette e fette di formaggio e li avesse distribuiti agli affamati, la maggior parte di loro non sembrò particolarmente intenzionata a parlare. Pur in maniera contrita, diversi orchi ringraziarono il paladino. L'unica nota di interesse venne da un bambino che rivolse una domanda nella sua lingua natìa al campione della legge. Sua madre lo richiamò seccamente, prima che potesse riformulare la propria domanda.

Nel frattempo, le parole di Sharifa aveva generato un profondo imbarazzo tra la folla che fino a poco prima pendeva dalle labbra del predicatore Eccola qua, la solita predicatrice delle rovine sociali! Io dico che prima devono venire i rettiloidi e poi--

Ehi, lei è benedetta dai draghi! lamentò una rettiloide color mattone dalla folla

E allora? Lui ha ragione, dovremmo chiudere le nostre porte! rimbrottò un giovane rettiloide dalle scaglie verdi

Presto un acceso dibattito si instaurò in quel piccolo assembramento di persone, tanto che alcune guardie si presentarono per monitorare la situazione. Dopo i primi tentativi, il predicatore terminò la propria predica, ribadendo la necessità di trovare il modo di risollevare la società rimanendo fedeli al proprio retaggio. Terminato, si rivolse direttamente a Sharifa Lei mi parla di come interpreto le scritture? Io dico che sono gli altri a non conoscerle e costoro non meritano il nostro aiuto. Cosa hanno fatto per noi gli orchi? Delinquono, spacciano, stuprano... Se non vi fossero la Savana sarebbe un posto migliore! brontolò incollerito.

x Chandra e Golban

Spoiler

Il viso di Maazin si illuminò vedendo giungere Chandra, la quale si rivolse ad egli nella sua lingua natìa Tu sei stata benedetta da Bahamut rispose nello stesso idioma Le tue scaglie sono lucenti e la tua postura quella di una nobile. Nel tuo paese devi avere un ruolo importante commentò Vorrei dirti dove trovare Unvarkerentilarhys, lo vorrei davvero, ma da almeno tre anni egli non è stato visto. Temiamo per la sua salute, più di quanto temiamo forse per le nostre condizioni il sacerdote scosse la testa Lo shayq è buono e gentile, ma il cibo scarseggia. Abbiamo un po' di acqua, ma sempre più orchi giungono chiedendo asilo, sfuggendo al Flagello Blu. Il cibo non ci basterà di questo passo, ma... Maazin sorrise Qualora vi servano i nostri servigi vi verremo incontro il più possibile

x tutti

Spoiler

Dravicov può aggiungere nel proprio equipaggiamento 60 frecce e una spada lunga

Golban può togliere dai propri risparmi 6mo

Chandra e i pg che la accompagnano hanno uno sconto del 10% nell'acquisto di pergamene divine presso il tempio di Bahamut

Come anticipato, il seguente conta come intermezzo. Resta valido il checkpoint indicato in precedenza per il proseguio della trama.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

@Winn'Ier Deh Puh

Bevvi dalla tazza magica e percepii quel fresco nordico che tanto mi ricordava Blavandshock. Percepii il brivido lungo la schiena e fui felice di essere nelle mie terre e non più in mezzo alla neve.
Rimasi a contemplare il posto per un pò di tempo e volli godermi il caldo quanto più possibile.
Poi mi alzai e volli scendere per raggiungere gli altri

Di giorno fa molto caldo, ma di notte la temperatura scende molto e bisogna coprirsi se ci si trova negli spazi aperti senza riparo, tienilo a mente.
Scendiamo, ricongiungiamoci agli altri.. se non hai altro da fare ovviamente.

Scesi la collinetta e, prima di andare a trovare gli altri, percorsi le strade del luogo cercando di buttare un occhio a chi mi sembrava più assetato, e nel caso fossi riuscito ad avvicinarmi.. avrei dato loro da bere utilizzando gli oggetti che mi ero portato dietro

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sharifa (lizardfolk stregona)

Aiutiamoli a casa loro

La lizardfolk lasciò parlare l'arringatore di folle senza ribattere direttamente a lui, ma rivolgendosi alla folla. Parlò nella lingua draconica, per esprimersi al meglio "Ascoltate quello che dice, avanti! Ascoltate bene le scempiaggini che escono dalla sua bocca! Ha solo paura, come voi, ma vuole sfruttarla per farvi agire come più preferisce. Io dico che siamo meglio di così, e lo faccio senza retorica: ho viaggiato lungo in cerca di aiuto, e sei stranieri sono venuti con me per aiutare voi. Ebbene si, degli stranieri. Mammiferi dal nord che non conoscono le scritture...per questo motivo dovrei allontanarli? Oppure visto che vi tornano utili, li accoglierete a braccia aperte? Vi comportate come cuccioli che agiscono come meglio preferiscono!"

DM

Spoiler

Diplomazia +16

In attesa dello sheyk

Dopo aver sgridato la folla, Sharifa tornò nel punto in cui si era teletrasportata e si sedette in silenzio a fianco del proprio maestro. Non erano necessarie parole per fargli capire quanto fosse lieta di rivederlo.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra 

La barda ringraziò il vecchio sacerdote e l'adepta con parole formali e gentili nella loro lingua sacra scusandosi per doversi congedare: Non metterei mai bocca nelle usanze di un popolo non mio, ma ho visto che la fame e la disperaziine stanno iniziando a spargere il seme dell'odio e della violenza. Come seguace del Drago di Platino sento di dover fare qualcosa per evitare che questi comportamenti deviati possano condurre a dell'inutile e dannosa violenza. Golban, vuoi un passaggio? - disse rivolta al paladino che l'aveva accompagnata fin davanti al tempio sacro - Con permesso... Disse prima di formulare una rapida formula magica: il suo corpo iniziò a mutare forma aumentando a dismisura nelle dimensioni, le ali divennero come vele argentate di un vascello ed il viso si allungò e deformò fino a diventare quello di un enorme drago dalle scaglie di puro platino che riflettevano la calda luce della savana come uno specchio. Si abbassò con la zampa anteriore sinistra e con il collo fino a terra per permettere a Golban di issarsi in groppa se l'avesse desiderato e spiccò il volo sulla scalinata in direzione della piazza dove il predicatore stava ancora discutendo con Sharifa. 

 

@Aspetto di Bahamut (taglia enorme) 

Spoiler

600px-Bahamut.jpg

Ruggendo come fosse un rumore di migliaia di uomini in battaglia, atterrò spiegando le ali dinnanzi al predicatore dopo che abbastanza persone si furono scansate per evitare l'impatto di una creatura tanto possente e torreggiando su di lui tuonò il suo rimprovero: Sei solo un falso profeta! Come osi distorcere le parole del Dio dei Draghi per i tuoi viscidi scopi? Il primo insegnamento di Bahamut è stato quello di difendere i deboli e gli indifesi, non di certo quello di scacciare il diverso. Noi tutti siamo deboli se paragonati ad altri, ed il messaggio è quindi di fratellanza e supporto verso chi possiamo e dobbiamo proteggere! Il mio nome è Chandra Silverhand, discendente diretta di Anzalisilvar - la protettrice del Nord - e sono rinata consacrando la mia vita al Drago di Platino. Siamo qui per aiutarvi perché è quello che Bahamut ci ha insegnato, ma nin solo per aiutare la vostra razza: orchi, felinidi...anche gli gnoll se necessario. Davanti alla morte che vuol portare il Flagello Blu siamo tutti uguali e se non intendete abbattere le vostre differenze per superare insieme questo momento di crisi, tanto vale tagliarci la gola a vicenda e non soffrire una carestia! 

Spoiler

Prima del teletrasporto ti ricordo che avevo lanciato beauty's caress ed hearth of earth (l'avevo scritto mi pare al mio penultimo post del vecchio capitolo). Lancio improvisation con gli arcanist gloves e draconic polymorph per diventare un aspetto di bahamut (recupero lo slot di 5° con miser with magic). Alla prova di diplomazia uso 7 punti di improvisation e 4 di loresong:

Modificatore alla prova di diplomazia: 1d20+22+carisma (base 19+5d4)

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Dravicov, Vane a D'il

Bottega del fabbro

Spoiler

Dravicov aveva compreso le parole della lucertoloide. Bene la ringrazio per le informazioni e... disse ruotando la spada ..anche per questa spada lunga. Ottima. Le auguro di riuscire a commerciare con il nord un giorno. Forse non troppo lontano, abbia fiducia nel suo dio. Rinfoderò la spada. Appoggiò la cinta con i quadrelli alla spalla e uscì per la strada del mercato. Qualcosa però colse la sua attenzione. 

Gli occhi da elfo di Dravicov si spalancarono e una sfumatura di incredulità si mostrò sul suo viso. UN DRAGO! Esattamente, un drago di platino stava planando sulla piazza della città lizard. Ali maestose stavano alzando la polvere dal mercato e le fronde degli alberi si stavano deformando dalla forza del battito. Bahamut si è mostrato! Non ci sono dubbi è una sua manifestazione, forse, la battaglia che stiamo per affrontare è più pericolosa di quello che pensavo?! Un dio!?!? Dravicov non esitò un attimo e si fiondò a tutta velocità nella piazza, giungendo in tempo per sentire quello stesso drago rimproverare quei lecertoloidi che aizzavano la folla contro i profughi orchi.

Ad un certo punto il drago si presentò con il nome di Chandra Silverhand e fu lì che l'elfo capì. Il quel momento un sorriso malevolo cancellò la preoccupazione dell'elfo.. ma permase l'incredulità.. E io che volevo dessero una "dimostrazione" disse sotto voce e una risata uscì involontariamente. Ehm.. tossì schiarendo la voce, arco impugnato e freccia incoccata si avvicinò a Chandra e Golban. Vi consiglio di seguire il consiglio della Nobile Chandra, discendente dei Draghi, la disgrazia che sta per arrivare alle porte di questa civiltà è niente in confronto al problema che vi attanaglia. Lo sguardo di Dravicov divenne quello di un cacciatore che punta la preda. E se non riuscite a mettere di lato queste convinzioni sbagliate e collaborare con le altre razze non ha senso difendervi, ma vi darò una mano a tagliarvi la gola. Io il Vane a D'il ero comandante delle forze di Frondargentea, reame elfico, so come affrontare una battaglia e non ci servono petulanti lucertole ma guerrieri che si fidano del compagno che hanno affianco. Che egli sia un elfo, un uomo o un drago. E indicò rispettivamente. O volete forse provare l'ebbrezza di essere voi stessi profughi? Scappate e cercate asilo allora! 

@Master

Spoiler

Intimidire +6 

 

Edited by ToGrowTheGame

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sharifa (lizardfolk stregona)

Il patatrac

La lizardfolk stava aspettando le reazioni della folla, quando un drago di platino piombó a sconquassare la situazione, con Dravicov a rincarare la dose. Chiaramente sono l'unica rasul del gruppo. Se volevamo farci notare, è stato un successo.

La donna ricacció in bocca parole non troppo entusiaste o cortesi. Non disse altro alla folla: che senso avrebbe avuto, dopo l'apparizione del drago?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Winn'Ier Deh Puh

Il barbaro scese dalla collinetta insieme a Tom Po, per poi vagare per la città.

Incontrò di nuovo il lucertoloide che fomentava la folla contro gli orchi assieme a Sharifa che provava a far ragionare gli altri pelle a scaglie.

Winn'Ier si mise accanto a Sharifa pronto ad intervenire nel caso la situazione fosse degenerata.

Spoiler

Preparo un'azione: Se qualcuno si avvicina un pò troppo bruscamente a Sharifa, la tocca, la spintona oppure le lancia qualcosa, Winn'Ier si frappone tra i due senza reagire prendosi gli insulti, le botte o la roba che gli lanciano, senza reagire.

La situazione degenerò.

Un drago che rispose al nome di Chandra, comparì in cielo, declamando parole di saggezza e uguaglianza, seppur con un tono di superiorità.

Dravicov portava lo stesso messaggio, seppur con parole tutt'altro che costruttive, intenzionato a minacciare la folla.

Persino Winn'Ier capì che le cose non si stavano mettendo bene Sharifa, forse è meglio che te ne vada, le cose si fanno tese. Io provo a portare via Dravicov se le cose si mettono male.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Golban Brown Drowdson

Il paladino cercò di comprendere il piu possibile dalle parole del sacerdote e dalle risposte di Chandra, ma ben poche furono le informazioni che recepì. Capì il nome di Unvarkerentilarhys, intuendo che la discussione vergeva su quell'argomento forse hanno informazioni utili a riguardo..sarebbe importantissimo.. Non fece per intervenire finche Chandra non si rivolse direttamente a lui, offrendogli un passaggio. Riamase interdetto da quell'offerta, erano entrambi a piedi e in un luogo abbastanza vicino. Lo stupore di Golban pero non potè che aumentare appena vide come la nobile Chandra stava prendendo la forma di un maestoso drago di platino. Ali enormi e nobili, scaglie dure e lucenti come l'argento, o meglio il platino, visto la sua natura. Osservando oltre il sacro tempio Chandra si abbasso leggermente come per invitare il paladino a montare sopra. Lo stupore di Golban era cosi intenso che non ebbe modo neanche di riflettere, si avvicino, e sali come se la sua mente fosse preda di quella creatura maestosa. 

Chandra, in forma di quel meraviglioso drago di plantino spicco il volo con sopra il paladino. L'aria calda inizio ad essere mitigata dal vento che quelle maestose ali producevano, mentre per la prima volta Golban osservava come incantato quel meraviglioso panorama. Il viaggio però fu breve, ed in poco tempo arrivaro a destinazione. Chandra scese con l'autorita degna di un drago in quella piazza che poco prima aveva orecchie solo per quel pazzo predicatore. Come fece scendere il paladino Chandra inizio a parlare. Dure e giuste furono le sue parole! Il paladino presa coscienza di quello che stava accadendo fece per intervenire Non vi è salvezza o futuro per nessuno se non salviamo tutta la savana..solo cosi questo luogo potra nuovamente prosperare..! fece per continuare, ma l'elfo prese parola prima di lui. 

La situazione stava diventando sempre più calda per aggiungere altre parole. Golban cerco di guardarsi attorno per capire la situazione, e a questo punto cercò di comprende l'animo di quel fomentatore di folle che poco prima aveva nominato una divinità sconosciuta al paladino.

Spoiler

Cerco di vedere se la folla si sta movimentando aggressivamente ed eventuali guardie. 

Inoltre faccio un Individuazione del Male sopratutto verso quel predicatore per capire le sue reali intenzioni, visto che non conosco la divinità che proclama.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

L'arrivo di un drago!

Una scena così l'avevo già vista, per ben due volte.. o forse tre contando anche Azariaxis. O forse di più, avevo perso il conto in effetti: tra Emurcuriadar (o come diavolo si chiamasse), la protettrice del Nord.. eppure non mi ero mai abituato.

Però comprendevo ciò che stava passando dentro le teste di chi osservava: ammirazione, smarrimento, paura, speranza..tante cose. 

Mi voltai verso l'uomo che pensavo al mio fianco.. Beh non è stato difficile trovare il drago di otton.. non c'era più. ..e. Si era posizionato al fianco di Sharifa, chissà poi perché. 

Feci spallucce e mi arrampicai su di una costruzione rialzata, per avere la visuale più grande e da lì potei anche ascoltare le parole di quello che avevo scambiato per il drago di ottone. Chandra? Esclamai esterrefatto. 

Mi sbagliavo completamente quando pensavo che avremmo tenuto un profilo basso ed un brivido mi corse lungo la coda quando rividi quel momento nel quale Thorlum si presentò con bassssssssissimo profilo ad Huruk-Rast. Mi sembrava tremendamente simile. 

Tuttavia ero rilassato. Se fosse successo qualcosa me la sarei goduta dalla mia posizione, non sarei certo intervenuto. Era mio interesse vedere come si sarebbe evoluta la cosa.. é a differenza di Huruk-Rast, ormai eravamo già dentro la loro enclave, non potevano certo sbatterci la porta in faccia. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.