Nocciolupo

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    180
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    1

Nocciolupo ha vinto il 8 Gennaio

I contenuti di Nocciolupo hanno ricevuto più mi piace di tutti!

Informazioni su Nocciolupo

  • Rango
    Anziano
  • Compleanno 17/04/1991

Informazioni Profilo

  • Sesso
    Maschio
  • Località
    Genova

Visitatori recenti del profilo

271 visualizzazioni del profilo
  1. DnD 5e

    IAN NK667 Cancelli di Vecchia città (Con Tarik)
  2. DnD 5e

    IAN NK667
  3. DnD 5e

    IAN NK667 Porte di Vecchia città
  4. Stili di Gioco

    Secondo però stai un po' confondendo due concetti abbastanza differenti. Nel corso della conversazione mi pare che più o meno tutti si siano detti d'accordo del fatto che la morte di un personaggio è (generalmente) un elemento da tenere in programma come una possibile eventualità, nonchè una cosa che tenda a far giocare gli stessi giocatori in maniera un po' più matura e ruolata e meno eumate. Detto questo, credo ci sia da fare una dovuta distinzione tra uno stile crudo e violento dove la morte è dietro l'angolo (magari perché i combattimenti sono impegnativi, magari perché il regolamento stesso paga un certo stile di gioco), ed uno dove con un singolo potere/incantesimo/capacità si possa uccidere un pg o un avversari. Sono fortemente convinto che i save or die uccidano qualunque forma di pathos dagli scontri, sia da un lato che dall'altro. Perchè se Damodex, sommo necromante e nemico di tutta la campagna viene ucciso prima ancora che possa agire perché Gianni il mago ha vinto l'iniziativa e lui ha fallito il tiro salvezza, mi pare un finale a dir poco moscio per quello che doveva essere lo scontro finale. Stesso dicasi del mio personaggio, con il quale ho vissuto belle storie e avventure, che si trova a morire non perché ho calcolato male a livello tattico lo scontro, non perché mi sono ostinato a combattere quando sarebbe stato più saggio ritirarsi, e nemmeno perché tutta la sera sono stato flagellato dalla sfortuna ai dadi (e ancora, avrei potuto ritirarmi); ma perché semplicemente ad un certo punto un singolo ed arbitrario tiro di dado ha deciso che io dovevo fare almeno X o morire. Capisco che tu possa sentirti frustrato dall'atteggiamento del giocatore, e comprendo come possa irritarti (personalmente anche io lo troverei un atteggiamento fastidioso), però non tutti hanno la stessa concezione di "crudo e violento". Tu stesso hai citato Abercrombie, in nessuno dei suoi libri capita mai che uno dei personaggi principali muoia per un save or die, Uthil, Thorn Batu, Grom Gil Gorm erano tutti grandi guerrieri e ci si aspettava da loro (come lettore) che morissero degnamente tenendo una spada in pugno.
  5. Stili di Gioco

    @MadLuke esatto, è proprio questo che intendo. Anche "giustiziare" un personaggio in automatico perché nessuno ha fatto un buon tiro di percezione è una cosa che non avrei fatto. Io personalmente avrei optato per un turno di sorpresa per gli attaccanti ed ovviamente i personaggi senza equipaggiamento/armature. Penso che se da giocatore il master mi avesse ucciso il personaggio in un modo del genere mi sarei arrabbiato, non perché il mio personaggio sia morto, ma perché io, come giocatore non avevo nessun potere, nessun modo per impedirlo.
  6. Stili di Gioco

    Io personalmente sono a favore del fatto che i pg possano morire (nella mia attuale campagna da DM sono già morti tre personaggi). Rende realistico il gioco e rende interessanti le scelte del giocatore, sapere che potresti morire ti porta ad agire in maniera sensata e con approcci più sottili ed intelligenti, piuttosto che pensare di essere in un videogioco dove comunque in un modo o nell'altro puoi sempre salvarti. Detto questo però io ho sempre odiato i save or die. Mi è sempre stato antipatico il fatto che un singolo tiro di dado, a prescindere dalle azioni del giocatore e del DM potesse decidere della vita di un personaggio. Personalmente ritengo che siano una scelta stupida di design e sono contento del fatto che il sistema che attualmente uso (d&d 5) non li preveda.
  7. DnD 5e

    IAN NK667 Cancelli di Vecchia Città
  8. DnD 5e

    IAN NK667
  9. DnD 5e

    IAN NK667
  10. DnD 5e

    IAN NK667
  11. DnD 5e

    IAN NK667
  12. DnD 5e

    IAN NK667
  13. DnD 5e

    IAN NK667
  14. DnD 5e

    IAN NK667
  15. DnD 5e

    IAN NK667 DM Mi appoggio contro un muro e ne approfitto per farmi una bella dormita, tanto per un bel po' non ci saranno schermaglie, ed al momento non ho niente di meglio da fare.