Jump to content

Nocciolupo

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    318
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    1

Nocciolupo last won the day on January 8 2017

Nocciolupo had the most liked content!

Community Reputation

152 Grifone

About Nocciolupo

  • Rank
    Profeta
  • Birthday 04/17/1991

Profile Information

  • Gender
    Maschio
  • Location
    Genova

Recent Profile Visitors

1,048 profile views
  1. Secondo me se vuoi evitare multiclassamenti vari la soluzione più semplice (ed imho anche la più elegante) sarebbe semplicemente quella di fargli prendere il Beast master come specializzazione del barbaro, cambiando magari Share spells al livello 15 con la possibilità di condividere l'ira.
  2. Allora il druido della luna è sbroccato ai livelli bassi e poi si pareggia a quelli alti, e tieni presente che per tutta la sua carriera rimane un fullcaster. Come dicevi un paio di livelli da barbaro (in realtà ne basta uno) per la riduzione dei danni in ira possono veramente fare la differenza, è come se raddoppiassero la già immensa mole di pf del druido.
  3. Ovviamente avranno la possibilità di uscire, sia sotto forma di un banale TS, sia soprattutto sotto forma di "crescita del personaggio" Temevo una risposta del genere, sinceramente le idee che erano venute in mente a me erano o estremamente complicate, o richiedevano tiri segreti (che non faccio mai quindi sarebbe sospetto) oppure erano evidenti ai personaggi. Forse alla fine quella di scalare le risorse usate dagli avversari è quella che più ci si avvicina, anche se lo limiterei ai punti ferita (mentre per incantesimi ed oggetti lascerei quello che hanno utilizzato i pg, se ad esempio il pg usa sfocatura anche la sua controparte ha sfocatura)
  4. Eccomi qua con l'ennesima domanda. Nella campagna che sto conducendo i personaggi si sono uniti ad una spedizione di nani che cercano una fortezza perduta della loro razza, dove secondo la leggenda un essere divino avrebbe depositato la propria incudine sulla quale ha forgiato degli oggetti magici. Devono ancora partire e sarà un lungo arco narrativo quindi ho tempo per prepararmi, ma il mio dubbio è il seguente: questa fortezza nanica ha numerose difese a protezione di questa famosa incudine, l'ultima delle quali è il "Labirinto", che però non è una costruzione ma una costrizione della mente, la mia idea era quella di "rinchiudere" i personaggi nelle proprie paure ed insicurezze fargliele affrontare, in modo che per uscire dal labirinto debbano sconfiggerle; e pensavo di fare che questi combattimenti con i propri nemici personali o con le proprie paure fossero in realtà combattimenti tra gli stessi personaggi del gruppo. E quindi veniamo al nodo gordiano, come potrei gestire meccanicamente la cosa? Come far combattere i personaggi contro degli avversari che in realtà non ci sono quando in realtà stanno combattendo tra loro stessi? E ancora come fare che non se ne accorgano (almeno immediatamente) e che non risulti evidente la cosa?
  5. Come detto dagli altri parlane al tuo DM, io una volta giocai un paladino degli antichi solo come concept meccanico, ma che come personaggio era lo studente di una scuola di magia che bossava le lezioni e fumava polvere di fata, non proprio il classico "paladino dall'armatura scintillante". Magari anche per il tuo DM le classi sono solo pacchetti di abilità. Magari qualcun'altro vorrà giocare un ladro che perà è membro di un ordine sacro e si definisce un "paladino". Se comunque non dovesse vederla così, giuramenti come vendetta, oathbreaker e conquista non sono proprio da buono per forza.
  6. Una foresta di quelle dimensioni genera enormi quantità di ossigeno (pensate alla tera del Giurassico), e questo unito alla pressione delle "profondità della foresta" potrebbe creare delle creature immense che popolano gli abissi del pianeta. Magari alcuni gruppi di umani o altre razze si sono adattati a questo tipo di ambiente, scavando gli alberi per ricreare ambienti più o meno pressurizzati ed usando delle piante come filtri dell'aria per poter respirare (tipo Nausicaa della Valle del Vento.) Questi umani vivono in mezzo alle creature giganti occupando la stessa nicchia ecologica che nel nostro mondo è occupata dagli insetti.
  7. Questa mi ispira veramente un sacco, e gli artwork sembrano spettacolari 😄
  8. Al 3° livello se scegli come patto quello della lama puoi applicare il bonus di carisma anche alle armi a due mani.
  9. Fino a che non ho visto il nuovo logo della 5E non ero sicuro che non si trattasse invece di materiale per la 2E.
  10. Da un paio di anni (cioè da quando ho comprato il manuale di M&M italiano) mi gira in testa un'idea. Se M&M è un sostanzioso remodel del motore 3E, secondo voi sarebbe possibile un M&M che si basi sul motore 5E? Diciamo una versione un poì più snella e leggera?
  11. Certamente, non lo consiglierei però mai a neofiti o giocatori che hanno bisogno di binari che li guidino nella creazione del personaggio, la scelta di abilità, poteri e talenti può essere veramente soverchiante. M&M funziona al meglio quando si crea il personaggio avendo già qualcosa in mente, che spesso è praticamente l'opposto del processo in d&d et simila.
  12. Si è molto più bilanciato di qualsiasi edizione di D&D (anche della 5 se è per questo), oltre ad avere la stessa pool di punti uguale per tutti per compare abilità e poteri dell'eroe ci sono dei limiti matematici che non possono essere superati: ora non ho il manuale sottomano ma mi pare che ad esempio la somma del bonus d'attacco e del proprio valore di danno non possa superare il doppio del proprio power level, quindi si può avere il personaggio che picchia forte ma è impreciso, o quello preciso ma che fa poco danno, ma non entrambi. Detto questo giocare a M&M è fattibilissimo ed imho tirerebbe fuori personaggi molto più interessanti ed originali dello standard d&d, magari con cose come personaggi con un potere "tematico" tipo Seven Deadly Sins o One Piece (quello che può controllare il fuoco, quello superforte, quello che parla con gli animali). Se non erro esisteva anche una versione ufficiale per usare il regolamento in chiave fantasy, mi pare si chiamasse Wizards & Warlords o qualcosa del genere.
  13. Ma scusa se si vuole dare un taglio più eroico alla storia perché non usare delle regole apposta per evitare la morte ma magari dando altri tipi di svantaggi. Non penso che Star Wars avrebbe fatto successo se Luke fosse morto al primo ingaggio con i trooper ancora su Tatooine, o se Leonida fosse morto al secondo giorno di scontro con i Persiani (o ancora prima quando affrontava il lupo) Quello che dici che la morte aiuta a rendere un personaggio eroico è vero, ma deve essere una morte inerente con la storia e lo sviluppo del personaggio. Un conto è far morire Boromir alle cascate di Rauros dopo che ha tentato di sottrarre l'anello di Frodo, un conto è farlo morire contro un orchetto random nelle miniere di Moria, in etrambi i casi il personaggio lascia la storia, ma direi che l'impronta che lascia è decisamente diversa. Allo stesso modo ci si può accordare con i giocatori in diversi modi: ad esempio contro avversari "minori" non si può morire, oppure che quando un personaggio dovrebbe morire gli si chiede se vuole effettimante che succeda così oppure subire altri tipi di svantaggi (essere rapito, menomato, perdere qualcosa di prezioso, far morire un png importante, ecc...)
  14. Parlane con i tuoi giocatori e potresti risolvere con un banalissimo retcon, della serie: "ragazzi non mi piacciono queste cose per i motivi X ed Y, e volevo cambiarle nel modo Z, vi va bene?" probabilmente ti diranno di si perché gli piace e si divertono. Se siete tutti d'accordo non vedo perché nel vostro gioco non potreste cambiare le cose come volete voi.
  15. Vista la quantità di relitti nella seconda mappa direi proprio per il supplemento a tema navale.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.