Jump to content

Leaderboard

  1. MattoMatteo

    MattoMatteo

    Circolo degli Antichi


    • Points

      2

    • Posts

      8.3k


  2. Percio

    Percio

    Circolo degli Antichi


    • Points

      2

    • Posts

      1.3k


  3. Masked00

    Masked00

    Circolo degli Antichi


    • Points

      1

    • Posts

      178


  4. SamPey

    SamPey

    Circolo degli Antichi


    • Points

      1

    • Posts

      3.6k


Popular Content

Showing content with the highest reputation on 10/18/2021 in Posts

  1. Questa volta trovo che Lewis Pulsipher abbia un po' rotto con il suo paragonare D&D a un gioco militare: non lo è, e se poteva esserlo nella prima incarnazione di Gary Gyrax, sicuramente non lo è più da almeno una trentina d'anni, quindi continuare a marcare la cosa mi sembra stucchevole. Inoltre, cosa centra tirare in ballo eventi storici come le guerre mondiali o la guerra fredda per un gioco come D&D? Ho riletto l'articolo, e ancora non capisco quale dovrebbe essere il collegamento. Tento di spiegarmi meglio: 1) Tesi di Lewis: Oggi (19 Ottobre 2018) predomina lo stile di gioco da lui autodefinito "Tutto ruota attorno a me" 2) Analisi di questo stile di gioco di ruolo. 3) Vari resoconti aneddotici sul gioco di ruolo. 4) Riferimenti a (presunte) tendenze generazionali del secondo dopo guerra o della guerra fredda. 5) Chiosa finale sul modo corretto di giocare di ruolo (con ulteriore stigmatizzazione dello stile "Tutto ruota attorno a me"). Ora, a prescindere se si è d'accordo o meno con analisi dell'autore dell'articolo... ma il punto 4 è evidente sia fuori luogo all'interno della struttura, è l'unico che sconfina dall'argomento preso in esame (il gioco di ruolo) per andare a parlare di tutt'altro, di una dimensione storica, socio-culturale, che nulla a che vedere con quello che Lewis Pulsipher faceva, o vorrebbe venisse fatto, da un gruppo di giocatori in "un corridoio con dozzine di mostri umanoidi".
    1 point
  2. Wellby Resomi conto che proseguire nella discesa significherebbe mettere miei nervi ben oltre il loro limite di tenuta, e forse mettere a rischio la mia vita stessa, risalgo il baratro rapidamente per ricongiungermi con i miei compagni. Non senza agitazione comunico le mie sensazioni: "Il torrente prosegue in fondo al baratro, ma il lago ne è guardiano. Non lo disturberei per niente al mondo."
    1 point
  3. 1 point
  4. Zasheir Richiamo micra e mi faccio raccontare tutto, poi osservo con aria soddisfatta la scena. @tutti
    1 point
  5. Quanto vuoi investire? Hai modo di pagare qualcuno per la copertina, le illustrazioni e/o le mappe? Hai modo di pagare un editor? Qualche consiglio vario, specialmente se vuoi fare tutto DIY: Il master deve avere un'idea chiara dell'avventura fin dalle prime pagine. Se si tratta di un'avventura investigativa spiega il tutto; non lasciare al master il compito di risolvere il mistero assieme ai giocatori. Vale la pena investire dello spazio per questo Tutto il background che non è strettamente indispensabile per giocare l'avventura è inutile, così come quello che non emerge al tavolo e di cui i giocatori non scopriranno mai. Non sprecare spazio per questo, ma fai scoprire ai giocatori tutto ciò che gli serve Cerca di far stare tutte le informazioni che servono di volta n volta in una pagina (in due se pensi di stamparla; nel caso pagina sinistra e destra in modo che non si debba voltare pagina). Se avanza spazio e puoi permettertelo o hai un certo talento riempi lo spazio con illustrazioni. Se possibile scegli qualcosa che sia utile a master e giocatori (un oggetto particolare contenuto nella stanza ad esempio) Organizza le informazioni necessarie in modo sensato, evitando wall of text. Trovi ottimi consigli in questa serie. Il Master deve poter gestire l'avventura senza dover prendere appunti. Inserisci più informazioni che puoi sulla mappa, in modo che il master abbia dei riferimenti utili con un semplice sguardo Considera che il numero di pagine totale è sempre un multiplo di 4, compresa copertina e retro. Tienilo a mente quando scrivi l'avventura, e valuta se tagliare qualcosa o sfruttare lo spazio restante per offrire qualche contenuto di gioco extra o un'illustrazione (sempre il più utile possibile a master e giocatori) Ti prego, giustifica il testo! Al tavolo il formato A5 è più comodo del più diffuso A4 (e le illustrazioni costano meno
    1 point
  6. 1 point
  7. Quindi i neri non sono in grado di distinguere equando sono sporchi e quando no? Non sono capaci di lavarsi, né di truccarsi e struccarsi? O si lavano quando cominciano a puzzare oppure devono andare ad intuito? Questa non l'ho capita. Ed indipendentemente da tutto, per assurdo, sarebbe tanto difficile asciugarsi per tornare bianchi e controllare di essersi lavati per bene? In una civiltà dove il colore della pelle è mutevole non si farà affidamento su quella per riconoscere la gente, allo stesso modo in cui tu non fai affidamento sui vestiti per riconoscere qualcuno al giorno d'oggi e riconosci i tuoi amici qualsiasi cosa indossino. Solo una piccola precisazione: Nell'impero romano gli schiavi erano molto più liberi rispetto a quello che è l'mmaginario collettivo di schiavo, e i romani hanno fatto durare la schiavitù un po' più di qualche minuto.
    1 point
  8. Il mio gatto si infila costantemente in recipienti anche più piccoli di quello. Un normale comportamento tipico della sua specie. La foto non rappresenta alcuna mutilazione né sofferenza, a meno che non vogliamo vedercela. Non voglio invalidare la tua reazione emotiva di fronte ad essa, siamo tutti esseri umani, ma l'intento ironico del post (citare deliberatamente una nota bufala "vintage" facendola diventare "vera" nel mondo immaginario) mi sembra palese. Che la cosa non sia verosimile e non sia realizzabile in pratica è chiaro a tutti: è proprio quello a garantire che rimanga un'innocua piccola assurdità di un mondo fantasy volutamente pieno di assurdità, e nessuno rischi di prenderla sul serio.
    1 point
  9. Nessuna offesa, tranquillo. Ho voluto specificare giusto per evitare che qualcuno pensasse che questa cosa del "le colpe dei padri ricadono sui figli" fosse una cosa del cattolicesimo moderno (o che pensasse che sei tu a pensarlo), quando in realtà risale a molto prima (e, come fai notare tu, non è nemmeno esclusiva degli ebrei).
    1 point
  10. Faccio la solita critica che mi rende antipatico, per mettere in luce degli aspetti mlgiorabili, mantenendo integri quelli valevoli. I gattini in barattolo erano una leggenda metropolitana pre-internet, l'equivalente per le nostre mamme dello Slenderman. L'autore non ha poi guardato molto oltre il proprio naso. E' fisicamente impossibile tenere un animale in barattolo e aspettarsi che campi più di un giorno. Fanno la cacca, ad esempio, ok? POI PER PIACERE LEVATE IMMEDIATAMENTE QUELLA FOTO. E' l'equivalente di vedere un essere umano mutilato. Capisco la necessità di creare mondi esotici, come viene viene, ma se noto certe cose io che sono idiota figuriamoci un giocatore: Qualcosa urla forte nelle mie orecchie "vai a controllare il manuale di Talislanta! Presto!" "Anche i maschi piangono" AHAHAHAHAAH. Perché non dovrebbero? Ah aspetta, è tutto ripreso da JoJo Battle Tendency, ora capisco, sono il Popolo dei Pilastri. Ok ok, chiaro. "Se un uomo di Noth piange dopo che l'avete insultato, significa che si sta rafforzando nello spirito per compiere atti terribili." - ok ok è quello. La pelle diventa nera se bagnata, voglio vedere come si lavano le mani questi. "Ho le mani sporche di inchiostro... ah no. ah si. ah no". Però amano truccarsi, quindi mi chiedo come diavolo si struccano o cose del genere. Guarda caso piove sempre o piangono sempre e quindi saranno tutti a macchiette, righe e dimmi te che casino riconoscersi l'un l'altro. In un clima piovoso e umido le cancellate sono l'elemento architettonico che forse forse si svilupperebbe meno di tutti (la ruggine, gente). Magari svilupperebbero reti fognarie e vasche. Bellissimi tetti spioventi. Ma il ferro battuto? I nobili hanno il tempo di farsi crescere barba e capelli, mentre i poveracci devono continuamente rasarsi. Anche se ci si rade per mostrare il rango, quindi uno non sa bene cosa fare. Un ladro ammette di essere un ladro perché non può usare campanelle ("eh no guardi, niente campanelle, sono un ladro") se non che devi essere un ladro ricco perché un ladro povero comunque non si fa crescere barba e capelli. Crocifiggere con dei pesanti pesi ai piedi significa non aver capito come si crocifigge. La polizia segreta, per meglio restare segreta, ha dei tatuaggi. Sul petto. Ottima idea. Che nessuno deve replicare, quindi tutti sanno come sono fatti. Ma siamo sicuri sia la "polizia segreta"? Se sei un medico lo sei tutta la vita perché come lo levi un tatuaggio dalla faccia? E se cambi mestiere? "ah, siete arretrati!" > "sto scrivendo una parola dietro l'altra quindi mi sono incartato, boh fate voi". Senza contare che un soldato si tatua *le uccisioni*, quindi un addetto a una catapulta porello non sa che fare. Gli schiavi sono "lasciati relativamente liberi di autogovernarsi" - ok, guarda quanti minuti durerà il tuo schiavismo. Nei parchi (dove cresce solo una pianta rossa, per dirmi prima che nel castello più grande del mondo cresce solo una pianta con foglie nere) trovi un casino di "uomini barbuti" che si lamentano del tempo (chissà da dove ha preso l'idea...), fermo restando che in un luogo dove da sempre piove di continuo i vecchi starebbero a casa e non si lamenterebbero di una normalità. Le iene come animali domestici sono l'idea più assurda che io possa concepire, anche perché vivono nelle savane e se abitano un clima freddo umido forse forse non sono iene ma altri animali. Sono proprio questioni metaboliche, tanto valeva inventarsi un'altra creatura. Non è che mi fa schifo la fantasia, ma se sviluppi una cultura si intende che essa abbia dei presupposti. Una cosa del genere semplicemente non si svilupperebbe (il che non significa che non si possa, con vero genio, creare roba interessante E credibile).
    1 point
  11. Era un'idea diffusa in una certa epoca storica (se ne trovano tracce anche in Grecia e altre culture). E anche Pascal riflette sulla questione! Non volevo offendere nessuno, nel caso mi scuso.
    1 point
  12. Ok, giusto per cavillare, da cattolico credente e praticante: questa cosa del "le colpe dei padri ricadono sui figli" c'era solo nella parte più antica del vecchio testamento, ma che era stata poi smentita già dai profeti; nel nuovo testamento, poi, questa smentita viene confermata da Gesù (mica il primo pinco pallino che passa), ad esempio nel caso del cieco nato ("Maestro, chi ha peccato, perchè nascesse cieco, lui o i suoi genitori?" gli chiede Pietro, e Gesù risponde "Nessuno ha peccato, ma perchè si vedesse la potenza di Dio" e guarisce il cieco... miracolo che, tra l'altro, ripeterà lo stesso Pietro qualche tempo dopo la morte e resurrezione di Gesù).
    1 point
  13. 3 609 873.m41 6.32 La nave iniziò ad avvicinarsi alla Burning Isle e la prima cosa che gli accoliti videro fu una colonna di fumo nero che si sollevava da essa come se un'intera città fosse andata a fuoco. Quando la nave fu più vicina, nella fioca luce del pomeriggio, la loro meta fu meglio visibile. Era un vulcano di circa tre chilometri di raggio, su cui erano state costruite molte strutture a cupola senza finestre, ciascuna ricoperta da uno spesso strato di cenere. La cupola centrale era circondava da tre obelischi immensamente alti, da cui fuoriuscivano i fumi del vulcano che salivano nel cielo. Quella era la loro meta: la Casa di polvere e cenere. La nave approdò dietro ad altre tre skyship vicino a degli edifici prefabbricati di recente fattura Una dozzina di figure si muovevano fra i moli e gli edifici. Altri due moli erano pronti ad accogliere altre navi ma erano in quel momento vuoti. @all
    1 point
This leaderboard is set to Rome/GMT+02:00
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.