Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By senhull

Non Preparare Trame

Per preparare le sessioni è meglio concentrarsi sul creare delle situazioni da presentare ai giocatori. Preparare delle trame delineate e specifiche è controproduttivo.

Read more...

Ryuutama, Gioco di Ruolo Natural Fantasy

Ryuutama parla dell'esplorazione un mondo bucolico ed idilliaco, eccovi la recensione di questo nuovo gioco di ruolo fantasy proveniente dal Giappone e tradotto anche in italiano.

Read more...

Acheron Books distribuirà il GdR Primi Re

Acheron Books ha annunciato una partnership con Epic Party Games per la distribuzione di Primi Re, un GdR narrativo ambientato in una Roma oscura, brutale e misteriosa. 

Read more...

Ed Greenwood: Ricordi Preziosi

Ed Greenwood ci racconta come fosse la vita all'interno della TSR durante la sua epoca d'oro.

Read more...

Gearbox annuncia il GdR di Tiny Tina

La Gearbox Software ha annunciato la futura pubblicazione di un GdR ispirato ad uno dei DLC più folli del first person shooter Borderlands 2. Oggi vedremo di scoprire qualcosa in più su questo progetto.

Read more...

    Asmodee Italia annuncia 3 nuove uscite per D&D 5E

    • Il 2020 si prospetta un anno molto ricco per Dungeons & Dragons 5a Edizione in lingua italiana, dato che la Asmodee Italia continua ad annunciare nuove uscite.

    Dopo aver annunciato pochi giorni fa l'uscita di Eberron Rising from the Last War, la Asmodee porterà nel nostro paese anche altri due prodotti targati D&D ed ha finalmente rilasciato la data di uscita di un altro prodotto già annunciato.

    Come sempre, vi invitiamo a ricordare che tutte le date di uscita riportate qui di seguito sono puramente indicative e potrebbero essere soggette ad eventuali spostamenti. Detto questo, cominciamo con le novità:

    Gift Set di Dungens & Dragons

    La prima novità ad essere annunciata su Facebook è stata la pubblicazione in Italiano del magnifico Gift Set di Dungeons & Dragons, un box contenente i tre manuali base (Manuale del Giocatore, Guida del Dungeon Master e Manuale dei Mostri) arricchiti da copertine speciali e lo Schermo del Dungeon Master anch'esso impreziosito da un'immagine deluxe.
    Al momento il set non ha ancora una data di uscita, se non il fatto che è previsto per la seconda parte dell'anno, ma Asmodee ha dato due importanti informazioni: il prezzo, che sarà intorno ai 160€, e soprattutto il fatto che verrà stampato una sola volta e che quindi sarà disponibile solo fino ad esaurimento scorte, rendendolo un vero e proprio oggetto da collezione.

    7162018_iojcoqiuiewjcjd.png

    Dungeons & dragons: Guida Omnicomprensiva di Xanathar

    La seconda novità è che finalmente la già annunciata Guida Omnicomprensiva di Xanathar ha una sua data di uscita, ovvero Aprile 2020, il che con Baldur's Gate Discesa nell'Avernus in arrivo questo mese ci porta ad avere due uscite una dietro l'altra.

    La Guida Omnicomprensiva di Xanathar offrirà ai giocatori nuove sottoclassi per i personaggi e nuovi incantesimi, mentre al Dungeon Master fornirà numerose nuove regole per arricchire le proprie campagne, come una versione alternativa delle Attività Fuori Servizio (Downtime), una variante della regola sull'assegnazione degli Oggetti Magici,  una regola opzionale che rende più importanti in gioco gli Strumenti, una variante della regola sulle Trappole, comode tabelle per gli incontri casuali e tanto altro ancora.

    Qui trovate la recensione della versione in inglese.

    Qui trovate invece la biografia dell' "autore" della guida, il beholder Xanathar.

    large.82003873_737422036666945_232749564

    Dungeons & Dragons: Fuori dall'Abisso

    La terza novità annunciata per il 2020 sarà invece l'arrivo di Fuori dall'Abisso (Out of the Abyss), la campagna per PG di livello 1-15 che ci porterà nell'Underdark dei Forgotten Realms. La Asmodee Italia, infatti, ha rivelato che quest'avventura uscirà intorno a Giugno/Luglio 2020.

    Qui potete trovare la recensione che abbiamo pubblicato su Dragons' Lair.

    Ecco, invece, la sinossi come appare sul sito della Asmodee Italia.

    L’Underdark è un mondo sotterraneo ricco di meraviglie, un labirinto sterminato e contorto dove regna la paura, popolato da mostri orrendi che non hanno mai visto la luce del giorno. È quaggiù che l’elfo oscuro Gromph Baenre, Arcimago di Menzoberranzan, lancia un empio incantesimo con l’intenzione di infiammare l’energia magica che pervade l’Underdark: nel farlo, spalanca una serie di portali collegati al regno demoniaco dell’Abisso. Ciò che ne esce stupisce lo stesso arcimago, e da quel momento in poi, la follia che aleggia sull’Underdark non fa che crescere e minaccia di scuotere i Reami Dimenticati fin dalle loro fondamenta. Fermate la follia prima che divori anche voi!

    oota_cover.jpg


    News type: Prossima Uscita


    User Feedback

    Recommended Comments

    Tra i vari errori che sono stati commessi con la 4ed di D&D, c'è stato quello di fare manuali su manuali con pezzi di regole che venivano aggiornati e implementati in modo da vendere più e più libri (Giocatore 1, 2, 3, DM 1, 2, mostri 1, 2, oggetti magici 1, 2...) senza contare le ambientazioni e gli allegati vari (poteri marziali, psionici, divini, arcani, primevi, etc...): ecco, io spero, ma sono abbastanza fiducioso, che non vogliano rifare lo stesso errore.
    Non lo dico tanto per me (a scanso di equivoci, io e il mio party abbiamo deciso di attenerci ai soli manuali di base), ma per la diffusione di questo GdR in generale, perché obbligare la gente ad acquistare di continuo espansioni, alla fine porta all'allontanamento, anziché a un ritorno economico.

    Link to comment
    Share on other sites
    12 ore fa, Fulminus ha scritto:

    obbligare la gente ad acquistare di continuo espansioni, alla fine porta all'allontanamento, anziché a un ritorno economico.

    Considerando che proprio la 5e rilascia pochi ma buoni supplementi non riesco davvero a capire questa critica.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites
    1 minuto fa, Burronix ha scritto:

    Considerando che proprio la 5e rilascia pochi ma buoni supplementi non riesco davvero a capire questa critica.

    Nemmeno io capisco perché mi fai una critica estrapolando un estratto fuori dal contesto generale, in cui esprimo proprio l'auspicio che non si arrivi a questo punto, che, se attuato, può risultare controproducente.
    Per chiarezza, ti riporto il mio intero post, grassettando il punto che hai bellamente ignorato.

     

    12 ore fa, Fulminus ha scritto:

    Tra i vari errori che sono stati commessi con la 4ed di D&D, c'è stato quello di fare manuali su manuali con pezzi di regole che venivano aggiornati e implementati in modo da vendere più e più libri (Giocatore 1, 2, 3, DM 1, 2, mostri 1, 2, oggetti magici 1, 2...) senza contare le ambientazioni e gli allegati vari (poteri marziali, psionici, divini, arcani, primevi, etc...): ecco, io spero, ma sono abbastanza fiducioso, che non vogliano rifare lo stesso errore.
    Non lo dico tanto per me (a scanso di equivoci, io e il mio party abbiamo deciso di attenerci ai soli manuali di base), ma per la diffusione di questo GdR in generale, perché obbligare la gente ad acquistare di continuo espansioni, alla fine porta all'allontanamento, anziché a un ritorno economico.

     

    Link to comment
    Share on other sites
    • Administrators
    12 ore fa, Fulminus ha scritto:

    Tra i vari errori che sono stati commessi con la 4ed di D&D, c'è stato quello di fare manuali su manuali con pezzi di regole che venivano aggiornati e implementati in modo da vendere più e più libri (Giocatore 1, 2, 3, DM 1, 2, mostri 1, 2, oggetti magici 1, 2...) senza contare le ambientazioni e gli allegati vari (poteri marziali, psionici, divini, arcani, primevi, etc...): ecco, io spero, ma sono abbastanza fiducioso, che non vogliano rifare lo stesso errore.
    Non lo dico tanto per me (a scanso di equivoci, io e il mio party abbiamo deciso di attenerci ai soli manuali di base), ma per la diffusione di questo GdR in generale, perché obbligare la gente ad acquistare di continuo espansioni, alla fine porta all'allontanamento, anziché a un ritorno economico.

    Mi spiace, ma dissento.

    La 4e ha molti meno supplementi della 3e (una delle edizioni di maggior successo). E a sua volta la 3e ha molti meno supplementi della 2e.
    Ai tempi della seconda edizione c'erano anche 8 supplementi al mese! Si 8 al mese! Basti pensare che a fine edizione c'erano una quarantina di Monstrous Compendium.

    Oltre a questo, nessuno obbliga nessuno a comprare. Il problema dei GdR è proprio quello, con i manuali base uno potrebbe giocare per sempre.

    • Like 4
    Link to comment
    Share on other sites

    Sogno un basic con i tre corebook, gratuito per divulgare il più possibile, in forma completa al 100% (senza mancanze di nessun genere). Il resto invece, da usufruitore di Beyond mi va bene così.

    Comunque, ben vengano questi nuovi manuali tradotti. Speriamo di metterci in pari e con pochi errori, una spina nel fianco in queste operazioni.

    Link to comment
    Share on other sites
    7 minuti fa, aza ha scritto:

    Mi spiace, ma dissento.

    La 4e ha molti meno supplementi della 3e (una delle edizioni di maggior successo). E a sua volta la 3e ha molti meno supplementi della 2e.
    Ai tempi della seconda edizione c'erano anche 8 supplementi al mese! Si 8 al mese! Basti pensare che a fine edizione c'erano una quarantina di Monstrous Compendium.

    Oltre a questo, nessuno obbliga nessuno a comprare. Il problema dei GdR è proprio quello, con i manuali base uno potrebbe giocare per sempre.

    Fin per carità, non ho detto che la mia fosse una verità assoluta, ma solo che per me e per molti di quelli con cui ho giocato (a parte la 2e, che in effetti conosco poco e ci ho giocato ancora meno) si sono sempre lamentati della 4e.
    Magari la causa, oltre a problemi di natura prettamente economica (non ricordo cosa costassero quelli della 3, perché da player mi rifacevo spesso al materiale del DM, ma quelle della 4e e della 5e non sono certo economici), ma anche ad altri difetti dell'edizione stessa, il che aumentava l'effetto disagio.

    2 minuti fa, Maiden ha scritto:

    Sogno un basic con i tre corebook, gratuito per divulgare il più possibile, in forma completa al 100% (senza mancanze di nessun genere). Il resto invece, da usufruitore di Beyond mi va bene così.

    Comunque, ben vengano questi nuovi manuali tradotti. Speriamo di metterci in pari e con pochi errori, una spina nel fianco in queste operazioni.

    Eh, quello sarebbe una cosa notevole, ma non credo che il marketing sia d'accordo...

    Sugli errori, concordo che è meglio lavorarci un po' di più per fare un lavoro migliore, piuttosto che farsi prendere dalla frenesia per accelerare i tempi.

    Link to comment
    Share on other sites
    13 ore fa, Fulminus ha scritto:

    Tra i vari errori che sono stati commessi con la 4ed di D&D, c'è stato quello di fare manuali su manuali con pezzi di regole che venivano aggiornati e implementati in modo da vendere più e più libri (Giocatore 1, 2, 3, DM 1, 2, mostri 1, 2, oggetti magici 1, 2...) senza contare le ambientazioni e gli allegati vari (poteri marziali, psionici, divini, arcani, primevi, etc...): ecco, io spero, ma sono abbastanza fiducioso, che non vogliano rifare lo stesso errore.
    Non lo dico tanto per me (a scanso di equivoci, io e il mio party abbiamo deciso di attenerci ai soli manuali di base), ma per la diffusione di questo GdR in generale, perché obbligare la gente ad acquistare di continuo espansioni, alla fine porta all'allontanamento, anziché a un ritorno economico.

    Anche considerando la frase in grassetto mi sembra un po' stravagante esprimere certe speranze e timori a cinque anni e mezzo dall'uscita del gioco, quando ormai la politica editoriale è ben chiara, anche grazie al fatto che i designer ne parlano spesso e volentieri.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites
    46 minuti fa, The Stroy ha scritto:

    Anche considerando la frase in grassetto mi sembra un po' stravagante esprimere certe speranze e timori a cinque anni e mezzo dall'uscita del gioco, quando ormai la politica editoriale è ben chiara, anche grazie al fatto che i designer ne parlano spesso e volentieri.

    Visto che a quanto pare l'ho fatta fuori dal vasino, mi scuso se il mio intervento (auspicio che a quanto mi dite è già più che confermato) è risultato inutile e disperisvo per la mia ignoranza sull'argomento.

    Link to comment
    Share on other sites


    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.