Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Baldur's Gate III annunciato all'E3 2019

Negli ultimi giorni si è tenuto a Los Angeles l'E3 2019, il più importante evento dell'anno per il settore videoludico. Durante questa occasione gli sviluppatori della Larian Studios (celebri per aver realizzato la serie Gdr Divinity: Original Sin) hanno annunciato di essere al lavoro su Baldur's Gate III, attesissimo seguito della serie di Gdr videoludici Baldur's Gate, basata su D&D. Il progetto è ancora agli inizi, tanto che gli sviluppatori non hanno potuto rivelare alcuna data di uscita o mostrare alcun video di gameplay. E' stato rivelato, tuttavia, che il gioco sarà rilasciato per PC e per Stadia, il nuovo servizio videoludico di Google. Gli sviluppatori, inoltre, hanno mostrato un video teaser che aiuta quantomeno a farsi un'idea iniziale di quello che potremo aspettarci sul contenuto del gioco (attenzione, che nel video vengono mostrate alcune scene abbastanza cruente, nonostante si tratti di un filmato in computer grafica).
Come si può notare dal trailer, i Mind Flayer dovrebbero costituire una delle minacce principali all'interno di Baldur's Gate III. Nel trailer, in particolare, è possibile vedere un cavaliere del Pugno Fiammeggiante che subisce la ceremorfosi, un orribile processo in grado di trasformare un bersaglio in un nuovo Mind Flayer. Il fondatore della Larian Studios, Swen Vincke, ha fatto notare che questo processo di trasformazione avviene molto più velocemente di quanto normalmente accadrebbe. Non essendo stato mostrato un video di gameplay, non è possibile sapere la forma esatta che assumerà il gioco. E' stato comunque rivelato che Baldur's Gate III utilizzerà una versione riadattata del regolamento di D&D 5e. Un videogioco, infatti, ha delle esigenze differenti rispetto al Gdr cartaceo (ad esempio non esiste il DM, che può inventarsi sul momento soluzioni per risolvere certi imprevisti), motivo per cui gli sviluppatori dovranno introdurre delle modifiche o delle aggiunte al regolamento là dove sarà necessario, in modo da garantire ai giocatori la migliore esperienza possibile. In ogni caso, queste modifiche verranno decise in collaborazione con la WotC, che fornirà il suo supporto e collaborerà con la Larian Studios anche per quanto riguarda lo sviluppo della storia del gioco (non casualmente Mike Mearls , Franchise Creative Director di D&D 5e, ha partecipato all'E3 2019 assieme al fondatore della Larian Studios, Swen Vicke). Riguardo alla storia, è stato rivelato che Baldur's Gate III costituirà un diretto seguito dell'Avventura per D&D 5e Baldur's Gate: Descent into Avernus, in uscita il 17 Settembre 2019. Come i suoi predecessori, invece, anche Baldur's Gate III dovrebbe fornire, oltre alla campagna Single Player, anche la possibilità di giocare in Multiplayer. Per quanto riguarda la grafica, invece, il gioco dovrebbe utilizzare il motore grafico 3D sviluppato dalla Larian Studios, motivo per cui potrebbe avere un aspetto molto differente rispetto a quello dei precedenti capitoli. Come già detto, tuttavia, è ancora troppo presto per sapere esattamente quale sarà la forma finale del gioco.
Altri aggiornamenti sul gioco verranno rivelati dalla Larian Studios col tempo, man mano che i lavori procederanno. Non hanno intenzione di sbilanciarsi in maniera eccessiva, prima di avere qualcosa di concreto in mano.
Per coloro tra voi che non conoscono la serie Baldur's Gate, ne abbiamo parlato brevemente in questo articolo dedicato alla storia dei videogiochi basati su D&D.

Fonti:
https://www.enworld.org/forum/content.php?6366-Baldur-s-Gate-III-Announced

https://multiplayer.it/articoli/baldurs-gate-3-intervista-larian-studio.html
Read more...

D&D: La Magia Trionfa – I Cinque Migliori Incantesimi Per Maghi

Articolo di J.R. Zambrano del 03 Giugno 2019
È giunto ancora una volta il momento, amici, quindi apriamo i nostri libri di incantesimi e diamo un'occhiata ai migliori incantesimi per i maghi.
Quando si parla di Dungeons and Dragons i maghi sono forse i più iconici tra gli utilizzatori di magia. Sono gli arcanisti originali, coloro che hanno manipolato la magia Vanciana di D&D sin dal suo primo esordio (piccola nota a margine, Jack Vance, i cui romanzi hanno ispirato il sistema magico usato da D&D, grazie alla magia degli anagrammi è anche la fonte del nome di “Vecna”). Maghi e D&D stanno bene insieme come incantesimi e libri di incantesimi. E con il fatto che dispongono della più ampia selezione di incantesimi e della possibilità di aggiungerli tutti al loro libro, come fate a scegliere i migliori incantesimi? Beh, potreste provare a iniziare con questi.
Scudo

Questo incantesimo dovrebbe far parte dell'arsenale di ogni Mago. Fa tutto quello che vorreste ottenere da un incantesimo difensivo: se usato correttamente, può sostanzialmente neutralizzare un singolo attacco (e innalzare le vostre difese per un intero round), o bloccare un Dardo Incantato che vi colpirebbe. È un qualcosa di reattivo, e che rende il giocatore che lo utilizza una parte attiva nella sopravvivenza del proprio personaggio, oltre ad essere semplicemente piacevole da usare. Potete immaginare di sollevare uno scudo magico e smussare la forza di un attacco. È un incantesimo che narra una piccola storia ogni volta che lo lanciate ed è una degna aggiunta per ogni libro di incantesimi da mago.
Ritirata Rapida

In D&D, specialmente se state giocando con una mappa da battaglia e una griglia, la mobilità è un elemento chiave. Un posizionamento attento può significare la differenza tra la vita e la morte. E quando avete solo 1d6 punti ferita disponibili, essere in grado di muoversi due volte in un turno è davvero grandioso. Potete assicurarvi di avere sempre disponibile quel poco di raggio in più per i vostri incantesimi o di essere sempre appena fuori dalla portata di un nemico, il tutto tramite un singolo incantesimo. Non capita spesso di imbattersi in un buff che sia contemporaneamente offensivo e difensivo, ma questo permette di fare davvero un pò di tutto ed è soltanto di 1° livello.
Suggestione

Questo è l'incantesimo che avreste voluto che fosse Charme su Persone. Ogni utilizzatore di magia che si immagina di essere un manipolatore di menti si ritrova ad anelare il 3° livello: quando potrà finalmente lanciare Suggestione. Questo è l'incantesimo Trucco Mentale dei Jedi, quello che vi permette di dare un piccolo suggerimento che il vostro obiettivo eseguirà al meglio delle sue abilità. Ci sono incantesimi più potenti che fanno la stessa cosa o che lo fanno peggio, ma questo è il primo a permettervi di ottenere i vostri scopi a discapito della volontà altrui.
Palla di Fuoco

A proposito di ottenere i propri scopi, Palla di Fuoco è in assoluto uno degli incantesimi più iconici. Si tratta dell'incantesimo di attacco più potente (per il suo livello) nel gioco. Assieme a Fulmine, che colpisce meno bersagli ma lancia gli stessi dadi, Palla di Fuoco si trova in tutte le edizioni e vi permette di tirare abbastanza d6 da poter bruciacchiare qualsiasi avversario. È abbastanza potente da non rimpiangere quasi mai di averlo lanciato e solo per questo motivo merita di essere inserito in lista.
Metamorfosi

Per finire torniamo a un altro incantesimo che può funzionare in due maniere. Usatelo sul vostro guerriero per trasformarlo in un T. Rex o in un'altra bestia, oppure bersagliate un nemico per renderlo qualcosa di innocuo, come un pesce rosso, per tutta la durata del combattimento. Esilio potrebbe permettervi di rimuovere del tutto un nemico, ma Metamorfosi vi rende un ottimo amico agli occhi del gruppo. Con i Maghi, la chiave è la flessibilità, e non c'è niente che li rende più flessibili di Metamorfosi.
Questi Sono Solo I Nostri Candidati Come Migliori Incantesimi Del Mago. Quali Sono Le Vostre Scelte? Fateci Sapere Nei Commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/06/dd-wizardry-wins-the-five-best-spells-for-wizards.html
Read more...

Prologo alla Terza Edizione

Articolo di Jonathan Tweet del 05 Giugno 2019
Nota generale: questo articolo è il primo di una serie di articoli mensili scritti dall'ex-membro della WotC Jonathan Tweet. Probabilmente lo conoscerete per Ars Magica, per essere stato lo sviluppatore capo di D&D 3E e per aver co-sviluppato 13th Age, oltre a molti altri progetti.
La storia della Terza Edizione di D&D ha avuto forse inizio quando Peter Adkison ha letto AD&D 2E (1989) e ne è rimasto decisamente insoddisfatto. Da un lato aveva l'impressione che questo nuovo sistema non avesse risolto molti dei problemi di fondo, quindi i giocatori non avrebbero ottenuto grandi benefici dal passaggio ad un nuovo sistema. Dall'altro lato AD&D 2E aveva eliminato molti degli aspetti intriganti della 1E. Non c'erano più mezzorchi, sigilli arcani, monaci od assassini. I demoni e i diavoli erano stati rinominati per evitare le ire di genitori superstiziosi. Il nuovo AD&D era blando e generico.

Peter non era l'unico a non aver apprezzato AD&D 2E. Quando fu il momento in cui io e Mark Rein Hagen pensammo di rilasciare una "seconda edizione" di Ars Magica la nostra collaboratrice Lisa Stevens ci avvertì che ci sarebbe stata una notevole ostilità al riguardo. Era coinvolta nel programma RPGA di gioco organizzato per AD&D alla TSR e gli appartenenti a quel gruppo erano stati decisamente poco contenti del cambio di edizione. Per quanto mi riguarda avevo smesso di giocare ad AD&D intorno al 1979, passando prima a RuneQuest e poi ad un sistema home-brew. D&D mi sembrava rimasto indietro rispetto ai tempi ed era interessante vedere la TSR barcamenarsi con la loro 2E.
L'obiettivo della TSR nel voler creare una versione generica di AD&D era di permettere ad un numero infinito di ambientazioni di usare lo stesso sistema base di regole. Per AD&D 2E la TSR pubblicò Forgotten Realms, Maztica, Al-Qadim, Spelljammer, Planescape, Dark Sun, Ravenloft, Masque of the Red Death, Dragonlance e Greyhawk, oltre a one-shot come Jakandor. Tutte queste linee incompatibili per AD&D divisero il mercato e ogni linea finì per vendere sempre meno. Come mai le cose fecero una così brutta fine? Alla TSR le persone che si occupavano del lavoro creativo non si coordinarono con quelli nella parte di pianificazione finanziaria, mentre chi possedeva la compagnia era una ereditiera, non una giocatrice. Dal di fuori era apparente per molti di noi che questo sistema era un grosso problema a livello finanziario. Alla Wizards nel 1994 valutammo un GDR di genere fantascienza con l'obbiettivo di eventualmente acquistarlo ed esso aveva un approccio simile a quello di AD&D, con un sistema di gioco basilare e molte ambientazioni. Dissi di no, perché un modello del genere era un grosso problema. La TSR riuscì a nascondere quanto male stavano andando le cose per anni, finché poi il castello di carte non crollò nel 1997. Quando la TSR andò in bancarotta la Wizards of the Coast la acquisì.
Nel 1995, due anni prima dell'acquisizione di D&D, la Wizards eliminò tutte le sue linee di gioco di ruolo. Venni spostato dall'ormai defunto team "Alter Ego Games" ed iniziai a lavorare sui giochi di carte. Magic: The Gathering e Netrunner erano due dei miei giochi preferiti e potei lavorare su entrambi. Uno degli aspetti positivi del fatto che le linee di gioco di ruolo fossero state eliminate, come mi fece notare il mio capo, era il fatto che ora potevo occuparmi nel tempo libero della progettazione dei miei giochi di ruolo senza che venisse considerato come ostracismo. E fu così che nel 1997 iniziai a lavorare su un GDR vagamente collegato ai miti greci e parzialmente ispirato a Xena: Principessa Guerriera. L'idea era che gli dei fossero degli odiosi oppressivi e che i personaggi giocanti fossero tutti dei semidei ribelli, i figli in parte mortali dei bulli contro cui stavano combattendo. Avere dei semidei come PG sembrava poter fornire una buona nicchia di gioco: potenti a sufficienza da potersi ritenere formidabili se messi insieme alla gente normale, collegati a delle divinità riconoscibili come Ares o Zeus e osannati come eroi, ma al contempo avulsi dalla vita quotidiana. Ma prima che potessi mettere per bene in piedi le cose la Wizards comprò D&D e questo gioco di semidei greci venne accantonato.

Dopo l'acquisizione di D&D Peter Adkison viaggiò molto per parlare con i giocatori di AD&D, specialmente quelli del gioco organizzato. Chiese loro se avrebbero voluto vedere una nuova edizione e tutti risposero alla stessa maniera. Non volevano una Terza Edizione. Ma chiese anche loro quali cambiamenti avrebbero voluto vedere se ci fosse stata una Terza Edizione. Al che i fan parlarono approfonditamente di quali erano i problemi di AD&D 2E e come avrebbe potuto essere un regolamento migliore. I fan non volevano una Terza Edizione, ma ne avevano bisogno.

Sapevamo che il gioco aveva bisogno di una grossa revisione, ma anche che i giocatori non volevano una Terza Edizione. Parlammo esplicitamente della possibilità di perdere giocatori con questa nuova edizione. Giungemmo alla conclusione che anche se avessimo perso il 10% dei giocatori sul momento, i benefici di un regolamento migliore si sarebbero accumulati negli anni a venire e saremmo stati ben contenti di aver fatto una 3E. Invece nel 1999 Ryan Dancey iniziò la campagna pubblicitaria per la Terza Edizione e fece un lavoro così eccellente che nei mesi a venire l'entusiasmo continuò a crescere a dismisura. Nel momento in cui la 3E usci sapevamo di aver un prodotto di successo per le mani e tutti i nostri timori di perdere giocatori nel breve periodo svanirono.
Il primo lavoro che feci connesso al nuovo sistema di D&D fu per un progetto mai pubblicato, un gioco di ruolo ambientato nel mondo di Magic: The Gathering e che usava regole semplicificate derivanti da quelle di AD&D. Sperimentammo con modi per usare le carte, per esempio mettendo le statistiche dei mostri su delle carte per poi creare incontri casuali usando delle pescate casuali da un mazzo. Un'altra versione era più simile ad un gioco da tavolo dove i personaggi dovevano spegnere dei nodi di mana man mano che si addentravano nel dungeon, un'esplorazione alla volta. In un'altra versione ancora pensammo ad un GDR molto leggero con regole alla D&D ambientato nel mondo di Dominia. Avevo dato ad ogni personaggio tre tipi di tiri salvezza e reso la Classe Armatura il numero bersaglio del tiro per colpire. Anche degli altri sviluppatori avevano pensato indipentemente a queste soluzioni molto più semplici ed intuitive. Il mio lavoro su questi giochi si dimostrò un ottimo allenamento per quando più avanti finii a lavorare nel team di sviluppatori della 3E.
La regola che mi piaceva davvero molto del GDR di Dominia era il fatto che i personaggi dovevano continuare ad esplorare il dungeon fino a che non avevano accumulato un quantitativo minimo di tesori. Se tornavano in città per curarsi senza aver raggiunto l'obiettivo di tesori accumulati venivano penalizzati nei PE. Anni dopo, sempre alla Wizards, sperimentai con delle regole similari riguardanti gli obiettivi minimi da raggiungere per un sistema di dungeon crawl casuale, un altro design sperimentale che non fu mai pubblicato. 13th Age ha una regola simile basata sulle battaglie piuttosto che sui tesori: il gruppo subisce una "sconfitta di campagna" se si curano completamente prima di aver sconfitto un numero minimo di nemici.
Man mano venni coinvolto sempre di più nella nuova edizione di D&D, passando dal lavorare su un progetto parallelo all'essere assegnato alla versione alfa, per finire nel team di sviluppo vero e proprio e, infine, nel diventarne il capo.
Link all'articolo originale: http://www.enworld.org/forum/content.php?6363-Jonathan-Tweet-Prologue-to-Third-Edition
Read more...

Pathfinder 2E all'UK Games Expo

Articolo di Morrus del 5 Giugno
La Paizo si è presentata a piene forze all'UK Games Expo dello scorso weekend. Anche se non stavano vendendo nuovi prodotti, hanno fatto alcune demo della 2° Edizione di Pathfinder per tutta la durata della manifestazione, oltre a mostrare una delle copie del manuale base e del Bestiario.

Non ho avuto modo di giocare alla demo (ero fin troppo impegnato a organizzare demo di altri giochi al mio stand), ma ho avuto modo di discutere con il lead designer di Pathfinder, Jason Bulmahn, un paio di volte. Spero proprio che questo ci permetta di pubblicare una serie di articoli su EN World, in cui avremo modo di mostrare differenti aspetti del sistema, oltre ad avere Jason assieme a noi nel podcast.
L'impressione che ho avuto (e ricordatevi che non ci ho giocato, anche se l'ho fatto durante il playtest dello scorso anno!) è che sono stati fatti numerosi cambiamenti rispetto alle regole del primo playtest e che i feedback di queste demo sono stati molto positivi. Delle persone con cui ho potuto parlare e che hanno avuto modo di giocarci, la maggior parte lo ha definito come decisamente più rapido al tavolo della prima edizione e ha sottolineato quanto abbiano apprezzato le numerose opzioni offerte da Pathfinder 2E.
La Gen Con del 1° Agosto è la data del grande lancio. Verrà rilasciata una grossa quantità di materiale: il manuale base di Pathfinder 2E, il Bestiario, una nuova Saga, una guida del mondo intitolata Presagi Perduti (Lost Omens, come l'era attuale, NdT) e un buon numero di accessori. Sono decisamente intrigato all'idea di vedere come sarà il prodotto finale e come differirà dal playtest. Sono felice di aver sentito che una delle cose che avevo maggiormente apprezzato nel playtest, il sistema a tre azioni, sia riuscita a sopravvivere ai cambiamenti.
OnTableTop (il nuovo nome di Beasts of War) ha pubblicato una intervista con Erik Mona e Jason Bulmahn. Potete guardarla qui sotto.
 
Link all'articolo originale: http://www.enworld.org/forum/content.php?6358-Pathfinder-2E-At-UK-Games-Expo
Read more...

Recensione: Ghosts of Saltmarsh

ATTENZIONE: non leggete la sezione intitolata “Solchiamo il Mare delle Avventure” a meno che non desideriate ricevere degli spoiler.
Partiamo dicendo che Ghosts of Saltmarsh renderà felici la maggior parte dei fan di Greyhawk senza con ciò allontanare i nuovi giocatori di D&D 5E. Fino ad adesso la 5E ha visto i Forgotten Realms come ambientazione più utilizzata. Va detto che i pantheon di Greyhawk, Dragonlance ed Eberron erano inclusi nel Manuale del Giocatore della 5a Edizione, che Curse of Strahd prendeva in considerazione l’ambientazione di Ravenloft, e Tales of the Yawning Portal conteneva vecchie avventure prese da alcune delle vecchie ambientazioni, ma a parte questo, le altre vecchie ambientazioni fino ad ora non avevano ottenuto ancora una versione con copertina rigida aggiornata alla 5E.
Tecnicamente anche ora Greyhawk non ha un manuale a copertina rigida dedicato. In un recente episodio del podcast DragonTalk Ghosts of Saltmarsh è stato descritto come un manuale di avventura con un’ambientazione invece che essere presentato come un manuale d'ambientazione con un’avventura. Molte delle descrizioni ufficiali mostrano come Ghosts of Saltmarsh sia stato progettato per essere indipendente da un sistema specifico, e in modo che possa essere facilmente aggiunto all’interno di qualsiasi mondo o ambientazione, inclusi i Forgotten Realms. Questo implica che non verrà esplorata l’intera geografia o storia di Greyhawk e che verrà, quindi, offerto solamente un piccolo frammento di quell’ambientazione: l’area occupata dalla stessa Saltmarsh e cio che si trova nelle sue immediate vicinanze, cioè la Regione di Saltmarsh (e non il Regno di Keoland nella sua interezza). La Regione di Saltmarsh viene descritta in sole 8 pagine, ma è piena di elementi capaci di ispirare i DM. Questo è coerente con ciò che gli sviluppatori si prefiggevano di realizzare (ovvero un supplemento focalizzato sulle avventure nautiche), ma questa semplice strizzata d’occhio potrebbe deludere i fan più esigenti di Greyhawk, che desidererebbero avere il pianeta Oerth (il nome del mondo in Greyhawk) nella sua interezza e ufficialmente convertito alla 5E.

Passando al contenuto vero e proprio del manuale, facciamo presente che Ghosts of Saltmarsh è diviso in tre sezioni.
La prima descrive Saltmarsh come ambientazione. Che voi la usiate in una campagna di Greyhawk, nei Forgotten Realms o nelle vostre ambientazioni personalizzate, questa sezione fornisce mappe, indicazioni geografiche, storia, luoghi e PNG. In breve, Saltmarsh era in origine un villaggio di pescatori nel Regno di Keoland (che si trova nell’ambientazione di Greyhawk). Ora, il fatto che sia un piccolo villaggio rende possibile ottenere più spazio per inserire dettagli più specifici. Troverete inoltre tre nuove fazioni specifiche per Saltmarsh, una delle quali è molto familiare ai fan di Greyhawk: la Fratellanza Scarlatta (una fazione segreta sulla quale non vogliamo dire molto per evitare spoiler). Se utilizzerete queste avventure in una campagna basata sui Forgotten Realms, le fazioni standard si mescoleranno bene con quelle nuove, mentre le altre due si concentreranno su quello che riguarda il futuro di Saltmarsh: Lealisti (servono il re di Keoland, che è considerato un estraneo ingerente o il protettore della città a seconda della persona alla quale si chiede; vogliono solamente vedere regnare la legge e l’ordine) e Tradizionalisti (sono quei sudditi che vogliono solo che la vita continui a scorrere così com’è e che sono terribilmente stufi della gente che cerca di aggiustare tutto). Queste fazioni inoltre presentano una serie di PNG importanti che riescono a dare colore all’ambientazione. Sarebbe piuttosto facile immaginare le fazioni standard stringere alleanze con quelle nuove oppure agire contro di esse. Fazioni come gli Zhentarim potrebbero facilmente fare il doppio gioco su alcune questioni. Gli Arpisti funzionerebbero bene come controparti della Fratellanza Scarlatta. Infiltrarsi nell’Alleanza dei Lord potrebbe essere un possibile obiettivo della Fratellanza Scarlatta. Saltmarsh vi invita all’avventura. Sul serio. Sia che stiate leggendo le tre fazioni che competono per il dominio (e per ragioni completamente diverse) o sfogliando i diversi luoghi, potete sentire la città prendere vita. In qualità di DM esperti, potete semplicemente tuffarvi e trovare mille idee diverse. Quando giochiamo a D&D vogliamo che il mondo intorno ai PG ci appaia come reale, anche se è progettato per soddisfare i capricci dei giocatori… ecco, Saltmarsh appare come un luogo dotato di vita propria, che ogni DM può semplicemente prendere e iniziare a usare nelle sue partite. Persino se siete quel tipo di DM che preferisce creare i propri personaggi, sarà per voi difficile non rimanere colpiti da quanto molti di questi personaggi siano piacevoli, subdoli o fuori dall’ordinario. I personaggi di Ghosts Of Saltmarsh costituiscono una parte importante del perché è così divertente da leggere. La potrete trovare così vitale che ricorderete i nomi dei personaggi anche dopo avere sfogliato il manuale.

La seconda parte contiene le avventure stesse. Potete giocarle singolarmente o utilizzare i consigli forniti per concatenarle in modo da formare una più ampia campagna. C’è persino una sezione su come fare a collegare queste avventure alle avventure ristampate e aggiornate in Tales of the Yawning Portal. Inoltre ogni modulo ha una sezione chiamata “Localizzare l'Avventura (Placing the Adventure)” contenente dei suggerimenti su dove collocarlo/come farlo funzionare in Eberron, nei Forgotten Realms e Mystara. Tutte le avventure saranno esaminate in una sezione a parte di questa recensione (al fine di evitare spoiler).
La terza parte presenta delle appendici che contengono le regole nautiche, le mappe e le statistiche per vari tipi di navi, gli oggetti magici, i mostri, ecc. La Guida del Dungeon Master contiene regole limitate, ma utili per i viaggi in mare e le statistiche per alcune navi. Ghosts of Saltmarsh espande notevolmente le opzioni e include delle strutture di navi che possono essere copiate al fine di essere utilizzate come mappe di combattimento. Sono contenute anche informazioni per i potenziamenti delle navi, i miglioramenti delle armi, i pericoli che si celano nel mare, delle tabelle che contengono risultati casuali utili per creare isole e altro ancora. In effetti, Ghosts of Saltmarsh contiene un sacco di tabelle casuali per ogni cosa, dai nomi dei membri dell’equipaggio fino agli incontri casuali in acqua e così via.

Inoltre Ghosts of Saltmarsh presenta anche dei nuovi Background per i personaggi: Fisher (Pescatore), Marine (Marinaio), Shipwright (Carpentiere Navale) e Smuggler (Contrabbandiere). Fornisce anche suggerimenti per adattare i Background già presenti altrove ed assicurare che si adattino meglio a Saltmarsh, ad esempio gli Accoliti potrebbero essere seguaci di Procan, dio del mare. I nuovi Background potrebbero essere facilmente utilizzati in altre ambientazioni, in particolare nelle campagne basate sulla Costa della Spada oppure in altre zone marittime.
Anche se Ghosts of Saltmarsh costituisce un insieme di avventure nautiche, in realtà non sono avventure sottomarine, quindi pensate più per pirati e velieri piuttosto che per l’intero popolo del mare e le immersioni nelle profondità. Detto ciò, kraken minori e sahuagin sono tra le creature più presenti nella sezione dei mostri alla fine del manuale.
Fin dal momento in cui la 5E ha fatto il suo debutto, ciascun manuale ufficiale con copertina rigida è stato caratterizzato da dei Disclaimer umoristici. Gli ultimi erano un pelo deludenti, ma con Ghosts of Saltmarsh il Disclaimer è tornato ai suoi precedenti livelli di ironia. Potrebbe anche contenere un indizio sulla prossima ambientazione che verrà rilasciata? Ebbene, in effetti così è stato, e in questa sede ci limitiamo solamente rimandarvi alla lettura dell’annuncio ufficiale da noi tradotto.

La mia unica lamentela è che i PNG non sembrano avere molte immagini. Come DM, questo mi infastidisce sempre. Come giocatore, mi piace vedere le illustrazioni dei personaggi chiave. Per tutto il resto le immagini utilizzate sono davvero belle. Non sono sicuro del motivo per cui Ghosts of Saltmarsh abbia molto meno ritratti/immagini di PNG rispetto a Waterdeep: Il Furto dei Dragoni e molte altre avventure.
Anche se non ho avuto tra le mani Ghosts of Saltmarsh abbastanza a lungo da poterlo davvero testare, ho già diverse idee su come adattare le sue avventure alla mia campagna basata su Waterdeep una volta conclusa Waterdeep: Il Furto dei Dragoni. Dovrebbe essere abbastanza semplice per gli altri DM fare lo stesso con le proprie ambientazioni, fatte in casa o di altro tipo.
Ghosts of Saltmarsh è di primario interesse per i DM, ma questo accade sempre con tutti i manuali di avventura. Un giocatore potrebbe acquistarlo per le regole nautiche e la struttura delle navi ivi contenute, ma sarebbe un’eccezione. A mio modesto parere, Ghosts of Saltmarsh vale il prezzo di acquisto sia per le avventure che per le regole nautiche persino nel caso in cui siate attratti soltanto da una delle due cose. Se invece siete interessati ad entrambe le cose, sarete pienamente soddisfatti del vostro acquisto.
Questo equilibrio tra storia, personaggi e facilità d’uso non è un’impresa da poco. Questo è il primo grosso titolo della Lead Designer Kate Welch con la WotC: come rivelato mesi fa in Spoilers and Swag, questo è il manuale che le è stato assegnato quando ha iniziato a lavorare su D&D. Potete veramente avvertire la differenza in questo libro. Non è qualcosa a cui normalmente pensereste o qualcosa che potreste immediatamente notare poiché è una parte quasi invisibile, visto il modo in cui il manuale viene presentato. Tutto ciò che riguarda Saltmarsh sembra che sia messo insieme per dare alla persona che lo legge ciò di cui ha bisogno. Che voi siate dei DM veterani oppure dei principianti di D&D, troverete sicuramente qualcosa che possiate apprezzare.

Solchiamo il Mare delle Avventure
Diamo adesso uno sguardo più da vicino alle avventure contenute in Ghosts of Saltmarsh. Anche se eviterò grossi spoiler, siate consapevoli che verranno fornite numerose informazioni su ciascuna avventura.
Le sette avventure, aggiornate alla 5E, provengono dalla rivista Dungeon e dal team TSR UK. Queste sette avventure a tema nautico possono essere giocate da personaggi dal 1° all’11° livello, come già accennato, inoltre, esse non costituiscono esattamente una singola campagna, sebbene venga fornito un consiglio su come impostarle in tal modo. Più semplicemente, Saltmarsh può essere sia il luogo di partenza per molte delle avventure sia una base dei giocatori, anche se Saltmarsh era utilizzata come località base solamente in tre delle avventure originali.
La prima avventura, The Sinister Secret of Saltmarsh, è stata creata da Dave J. Brown e Don Turnbull di TSR UK e non solo dà il via ai moduli di avventure contenuti in Ghosts of Saltmarsh, ma è la prima delle tre storie dell'originale saga di Saltmarsh. Progettata per personaggi di 1° livello, inizia con il mistero di una casa stregata che conduce ad una seconda parte, dove i giocatori indagano e catturano la Sea Ghost, la nave di un contrabbandiere. Quest’ultimo a che fare con dei lucertoloidi che hanno acquistato armi. Questo si collega direttamente alla prossima avventura nella trilogia vera e propria di Saltmarsh.
Danger at Dunwater, anch’essa scritta da Dave J. Brown e Don Turnbull, è pensata per personaggi di 3° livello e segue quel nodo della trama che riguarda i lucertoloidi, anche se questa avventura può essere giocata senza aver prima completato la precedente. In ogni caso, i giocatori vengono inviati per saperne di più sul perché i lucertoloidi stiano accumulando armi, dato che la maggior parte delle persone suppone che saranno utilizzate contro Saltmarsh. La cosa risulta più complicata di così, ovviamente. Dunwater costringe i personaggi ad agire come ambasciatori e lo scenario è molto orientato al gioco di ruolo, cosa abbastanza insolita per gli anni in cui venne pubblicata per la prima volta. Indagine, diplomazia e intelligenza sono i mezzi necessari per ottenere il successo a Dunwater, non uccidere i mostri. Introduce anche una minaccia più grande che può aiutare a legare insieme le avventure rimanenti. Questa è la mia avventura preferita perché non prevede uno schema hack-and-slahs. È l’ideale per i gruppi che preferiscono interpretare e per i DM che vogliono stimolare i loro giocatori a riflettere prima di attaccare.

Salvage Operation, di Mike Mearls e originariamente apparsa nella rivista Dungeon, è progettata per personaggi di 4° livello. Come indica il nome, è un’avventura di esplorazione che coinvolge un druido malvagio e che termina con una corsa contro il tempo mentre una nave, il cui contenuto deve essere recuperato, viene attaccata da una creatura gigantesca. Questa operazione di recupero è, tra tutte le avventure, la più semplice da inserire in un’altra ambientazione. È anche la più breve delle avventure e molto lineare.
Isle of the Abbey, di Randy Maxwell e scritta per la rivista Dungeon, comporta lo sgombero di un’isola piena di non morti e di vari altri pericoli. I sopravvissuti che verranno incontrati potrebbero offrire interessanti opportunità di gioco di ruolo e di loschi affari. È progettata per personaggi di 5° livello.
The Final Enemy, di Dave J. Brown e Don Turnbull, completa la storia più ampia raccontata nelle prime due avventure. Gli scrittori hanno aggiunto “un’epica battaglia finale” per terminare questa avventura. La porzione originale (è facile distinguere l’una dall’altra) in realtà parla di un “combattimento non necessario” perché si concentra sul fatto che i giocatori si infiltrino e indaghino su una roccaforte nemica. I giocatori che amano essere “rumorosi” potrebbero facilmente morire in questa avventura più focalizzata sulla furtività e sull’intelligenza. Tuttavia, aggiungere una grande battaglia alla fine ha senso. Personalmente, però, spargerei dei semi che suggeriscano che la minaccia potrebbe successivamente risorgere.

Tammeraut’s Fate, di Greg Vaughan e scritta per la rivista Dungeon, parte come un’indagine con temi horror e minacce ultraterrene. È una degna sfida per personaggi di 9° livello e sarebbe una perfetta avventura per il mese di ottobre.
The Styes è un’avventura per personaggi di 11° livello ed è dotata di un insolito luogo di sfondo: una decadente nave tenuta sollevata da una gru sita in una città portuale oppressa. Questa avventura, di Richard Pett e apparsa sulla rivista Dungeon, ha un tocco lovecraftiano e coinvolge il culto di Tharizdun, il dio malvagio che ha causato molti problemi a Greyhawk e, nel suo aspetto dell'Antico Occhio Elementale apparso in Princes of the Apocalypse, nel multiverso più in generale.
Link agli articoli originali:
http://www.enworld.org/forum/content.php?6288-Ghosts-of-Saltmarsh-First-Impressions
http://www.enworld.org/forum/content.php?6301-Ghosts-of-Saltmarsh-A-Review
https://www.belloflostsouls.net/2019/05/dd-ghosts-of-saltmarsh-the-bols-review.html
Read more...
Bomba

Capitolo Quindici – Prima che la Luna inizi a piangere sangue

Recommended Posts

Capitolo Quindici – Prima che la Luna inizi a piangere sangue

L'aprile dell'anno 1004 sarebbe stato ricordato come il primo momento in cui le temperature iniziarono a farsi miti, dopo un lungo inverno che aveva messo alla prova i granai del regno di Glantria. Ma la guerra non era ancora giunta e Firedrakes, forte della lungimiranza dei suoi regnanti, aveva superato quel periodo senza gravi incidenti e senza che la popolazione più umile patisse la fame.

Fu in un sereno mattino ai primi di quel mese che gli eroi vennero chiamati urgentemene a palazzo. Oltre agli Eroi di Firedrakes, figuravano anche gli uomini e le donne di fede giunti nei mesi precedenti i quali, chi più chi meno, erano riusciti a conoscere e a farsi conoscere dai veterani che avevano partecipato al primo scontro con Azariaxis il Terrore Cremisi.

Nella sala del trono del palazzo di Firedrakes era presente il principe Derbel, come era facile supporre, ma anche sua sorella la contessa Sophia, il ciambellano Beregar Murodipietra e la dragonessa Anzalisilvar (in forma umana, per buona pace dei lampadari), oltre a un ospite che non avevano sinora incontrato. Egli era un giovane ragazzo alto circa un metro e ottanta, dalla pelle abbronzata e dagli occhi scuri come i capelli ricci e vestito con un'ampia tunica bianca che lasciava esposta una spalla. L'uomo fece un inchino agli ospiti giunti Il mio nome è Angelos Evankalos, erede al trono dell'Isola del Delfino si presentò Ho sentito molto parlare di voi.

Il principe Derbel, attesa la fine dei convenevoli, si rivolse agli eroi Amici, vi ho riunito quest oggi perchè il momento è giunto per reimpugnare le armi, siano anche quelle della diplomazia esordì Il Katai non durerà a lungo e, pur con l'aiuto degli eserciti del nord, allo stato attuale una guerra contro Ishibura e i draghi cromatici sarebbe molto breve. Il Continente Occidentale deve unirsi nella sua interezza per fronteggiare la minaccia che sta sorgendo dall'Oriente e, benchè gli elfi sembrino voler rimanere neutrali, abbiamo ancora una grossa carta da giocarci: la Lega di Ilitar.

Non vi starò a ripetere i preamboli di cui vi parlai mesi fa disse il principe Derbel Ma se fino ad oggi la diplomazia e le lettere di mia sorella stavano creando i presupposti per un'apertura, nell'ultima settimana siamo venuti a conoscenza di un fatto preoccupante: a quanto pare un complotto è in atto nella Lega di Ilitar, un complotto per assassinare nientemeno che Re Augustus Mac-Tir in persona, durante il ballo in maschera che si terrà durante il Carnevale di Garnia Angelos non sembrò scomporsi alla notizia, chiaramente informato dei fatti.

Fu Sophia a proseguire il discorso del fratello Nel corso degli ultimi tempi le nostre spie hanno riportato movimenti ed attività insolite nei bassifondi delle principali città dei feudi della Lega di Ilitar, una mobilitazione rivolta ai migliori assassini spiegò la contessina I rapporti su cui siamo riusciti a mettere le mani parlano di un grande giro di danaro, un vero e proprio riscatto da re. Sulla base di ciò abbiamo cercato di rintracciare la fonte, cercando di capire se vi fosse una casata che avesse effettuato un ingente movimento di denaro in una volta sola.

Il ciambellano Beregar prese la parola Non è stato facile, ma alla fine da sette possibili casate siamo riusciti a stringere il cerchio su tre di esse. La nostra indagine ha trovato conferma nel momento in cui abbiamo capito che esse erano quelle maggiori, con più da guadagnare dalla caduta del re: le casate Ivarstill, Draconis e Mavrocordat.

Il principe Derbel si appoggiò con i gomiti sulle ginocchia La mia prima idea era di avvisare Re Augustus, tuttavia abbiamo presto capito che sarebbe stata la mossa peggiore.

Il ciambellano annuì Informarlo avrebbe rischiato di far scoprire le nostre indagini. Se il nemico avesse capito che eravamo allerta, gli sarebbe bastato rimandare il tentativo di assassinio a un momento migliore. Un suggerimento della famiglia Evankalos, che ci ha passato anche buona parte delle informazioni tramite il suo erede Angelos Angelos annuì Ma il loro aiuto non giunge solo in virtù del desiderio di aiutarci, ma anche per una accorata richiesta di aiuto, appellandosi alla nostra buona fede.

Il giovane Evankalos prese la parola La mia piccola sorellina Deiana è stata rapita una settimana fa disse Ella era gravemente malata, di un male che i nostri sacerdoti non erano in grado di curare. Ma un uomo ci offrì il suo aiuto, un nobile di nome Rilian Ascharon disse Egli ci offrì la cura per mia sorella in cambio di un'ingente somma di danaro. La sua salute era importante perciò, suo malgrado, mio padre Stelios accettò. Ma quando quel vile giunse non fu alla luce del giorno, bensì di notte. Era... spaventoso Angelos deglutì Spaventoso e affascinante allo stesso tempo. Chiese di vedere Deiana e noi, ingenuamente, lo conducemmo da ella. Fu allora che somministrò la sua "cura" il giovane Evankalos strinse i pugni Azzannò Deiana e, prima che potessimo intervenire per impiccare quell'essere, ella si risvegliò, di nuovo in piedi ma più simile a quella creatura della notte che non alla mia dolce sorellina... Angelos serrò la mascella Fuggirono nella notte, dopo aver sfondato la finestra di camera sua.

Era calato il silenzio nella stanza Quel mostro ha forse salvato mia sorella, ma quella che le ha dato non è una nuova vita il giovane fissò gli avventurieri Giungo da voi, che non siete della Lega di Ilitar, con una richiesta di mio padre: raggiungete il villaggio di Valleverde dove si trova e uccidete quell'essere una volta per tutte. Non so che cosa ne sia stato di mia sorella, ma se potete salvatela. Se non potete... fate che riposi in pace.

Il principe Derbel prese parola Ci saranno due gruppi: il primo di essi parteciperà al ballo in maschera che si terrà a Garnia tra una settimana, con lo scopo di sventare il tentativo di assassinio del re e scoprire qual'è la casata traditrice. Il secondo si dirigerà al villaggio di Latvia, un piccolo insediamento nell'entroterra di Valleverde, entrare nel maniero di Ascharon, uccidere quel mostro una volta per tutte e cercare di salvare Deiana, se possibile.

Mia sorella porta un anello con il sigillo della nostra casata spiegò Angelos Sarà una prova sufficiente una volta riportato all'Isola del Delfino.

Il tempismo sarà tutto disse Sophia Non sappiamo se Ascharon è in combutta con la casata traditrice che parte di voi è chiamata a scoprire, in ogni caso l'unica soluzione sarà di agire nella stessa sera, tra una settimana esatta. Un'unica notte in cui agirete in contemporanea pur trovandovi a leghe di distanza, la prima che segnerà il mese della Luna Insanguinata, il periodo dell'anno in cui nel sud la luna assume un colore rossastro.

Il principe Derbel annuì Per il viaggio che vi attende avrete delle guide. Per Latvia troverete un nostro agente, che vi aspetterà all'unica locanda di Latvia. Per coloro che andranno a Garnia, sarò io la vostra guida disse il sovrano con un mezzo sorriso Sophia amministrerà il regno in mia vece. La presenza di una testa coronata non sarà fuori posto in mezzo ad altre, in un simile contesto. Inoltre ciò è dovuto a ragioni che vi spiegherò con calma strada facendo disse per poi lasciarsi andare a un colpo di tosse, prima di farsi serio Potete parlare tra di voi per decidere chi desidera andare dove, ma con due eccezioni. Uno è Thorlum, il nostro membro dell'Adunanza. Le sue capacità saranno meglio impiegate nel tentativo di uccidere Ascharon, che non alla corte di re Augustus spiegò Derbel L'altro è Clint, che è stato riconosciuto di recente come membro della famiglia Draconis il principe aspettò che la sorpresa di tale rivelazione riportasse la calma Clint è stato riconosciuto da suo zio Constantin, Duca del feudo, meno di un mese fa ma è venuto subito da me a parlarne senza sapere nulla della presenza della sua famiglia tra i sospettati. Come tale, e visti i precedenti come uomo di missione, lo ritengo al di sopra di qualunque dubbio per aiutarci in questa missione, avvantaggiato dalla sua nuova posizione.

Anzalisilvar prese per ultima la parola E' mio desiderio accompagnarvi in questo viaggio, ma una missione al di fuori di questo piano richiede la mia presenza. La Xorvintaal ha preso una dimensione come non è mai successo prima spiegò la dragonessa in forma umana Le mie indagini nel corso di questo anno sono state scioccanti, rivelando la presenza di alleanze anche tra gli esterni per favorire i draghi cromatici, un evento senza precedenti nel Grande Gioco. Vi raccomando il massimo dell'attenzione a questo scopo, poichè i servitori del nemico potrebbero palesarsi in qualsiasi forma per cercare di uccidervi brutalmente o subdolamente... a seconda dello stile. So che avete molti cari qua a Firedrakes, pertanto mi sono presa la libertà di comprare i servigi un paio di arconti per sorvegliarli finchè rimarranno in città. Avrei chiesto aiuto ad Emer, ma quell'allocco sarebbe capace di inciampare sulla propria coda al primo rumore troppo forte osservò Spero che ciò non vi offenda

Sophia si rivolse per un'ultima volta agli avventurieri Le carrozze reali vi accompagneranno verso il confine sud, distante due giorni di viaggio, prima che i vostri sentieri si dividano. Ci sono domande?

x tutti

Spoiler

Come ad ogni capitolo taggo tutti i partecipanti

@SassoMuschioso  @Fezza @Ghal Maraz @Minsc  @PietroD @Nightmarechild @Zellos @Ian Morgenvelt @Organo84 @Nilyn  @AndRe89 @Darakan  @DarkLady

Checkpoint nella notte tra il 26 e il 27 marzo per la partenza da Firedrakes. Entro la fine del capitolo i pg dovranno aver deciso come dividersi nei gruppi (con Thorlum obbligatoriamente in quello di Latvia e Clint in quello di Garnia). Potete utilizzare il topic Strategie 2 per accordarvi nella formazione delle squadre.

Il checkpoint vale anche come conferma della presenza per i capitoli a venire.

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull 'Vespertilio' Tanner

Il biondo nanelfo era appena rientrato dalla nottata passata in grotta in compagnia dei pipistrelli, quando fu raggiunto dal messo reale che richiedeva i suoi servigi con urgenza. Considerò l'idea di uscire subito, ma decise che presentarsi con vestiti sporchi di guano non era l'ideale, per quanto urgente potesse essere la convocazione. Ci mise pochi minuti, e si presentò con capelli avvolti in un turbante. In realtà, si trattava di un asciugamano per evitare che sgocciolassero, li aveva lavati ma la temperatura ancora non sufficientemente estiva faticava ad asciugarli.

Ascoltò il discorso del principe, e non fece la minima domanda, alla fine, benché ne avesse. Era semplicemente pronto a partire, e qualcuno lo avrebbe messo in grado di far fuori un essere con ali membranose che succhia il sangue delle vittime e le rende simili a sè entro breve. Sapeva che gli strateghi del gruppo avrebbero diviso i membri secondo le più opportune casistiche, e che ci sarebbe stata la consueta maretta tra i fautori dell'approccio specialistico, sostenitori dei diplomatici concentrati nella missione probabilmente diplomatica e gli altri nell'altra, e quelli dell'approccio generalista, dove la vinceva la sfiducia e si preferiva generalizzare facendo due squadre con componenti bilanciate per tutti gli usi.

Probabilmente mancando Flurio ed essendo presente Thorlum, a lui sarebbe spettato il compito di bilanciare proprio quest'ultimo, e si sarebbe ritrovato nella squadra degli investigatori. Non aveva di certo obiezioni, in proposito. Non si sentiva utile, ma nemmeno inutile. Aveva ben visto come tutto potesse andare a scatafascio nel giro di una sola nottata, Huruk-Rast era stata una dura lezione in proposito. Che lo mandassero dove desideravano.

Chiese alla servitù un nuovo asciugamano per sostutuire quello fradicio intorno ai capelli.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra 

Quando sentì descrivere ciò che Ascharon aveva fatto a Deiana, le mani di Chandra si strinsero a pugno fino a far diventare le nocche bianche: il solo pensiero di cosa sarebbe potuta diventare Sophia le faceva ribollire il sangue come in un calderone infernale. 

Le balzarono alla mente decine di modi differenti di squartare il corpo del duca mentre la gambe si facevano rigide e le ali si spiegavano, poi si decise a prendere parola: Il bion, duca ha proposto la stessa cura per i mali di Sophia, ma non ci siamo fidate e non l'abbiamo lasciato tornare. Scusami Derbel se non ti abbiamo detto nulla, ma non volevamo che mettessi il bene di tua sorella davanti al bene del regno per una vana soeranza basata sulle promesse di un pedofilo. Io andrò al maniero, spero che ci sia ancora qualcosa da fare per vostra sorella anche se non posso garantire nulla - disse al nobile - ma vi prometto che tutti quelli che si frapporranno tra la mia lama ed il vampiro, cadranno e faranno la stessa fine di quel mostro. Lo giuro. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Golban Brown Drowdson

Verso i primi giorni del nuovo mese le "cose" a Firedrakes iniziarono a muoversi. Durante le sue consuete ore di meditazione Golban fu interrotto da un messaggero di corte per una urgente notizia, il principe Derebel richiedeva la sua presenza immediatamente. Il paladino senza perdere troppo tempo si diresse a palazzo, in parte immaginava che qualcosa riguardante la missione che mesi fa era stata accennata si fosse mosso. Arrivato li vide non solo il principe Derebel ma anche gli altri esponenti della corte, inclusi Sophia, Anzalisilvar e un uomo che solo dopo capi il ruolo che occupava. Segui attentamente le parole sia del principe che del nuovo uomo presente; il tempo di partire era giunto, e due erano le missioni da compiere per il gruppo di eroi. La prima riguardava evitare l'assassinio del Re Augustus Mac-Tir da parte di alcune nobili famiglie della Lega di Ilitar, le quali con molta probabilità stavano cospirando con il nemico all'insaputa della Lega stessa. La seconda missione era proprio uccidere Rilian Ascharon, il "duca" che aveva millantato quella fantomatica cura per Sophia. Le parole di Angelos resero piu chiaro l'intento di Ascharon, in quanto usando la stessa "tecnica", era riuscito ad ingannare la famiglia reale Evankalos trasformando la figlia del re, non che sorella di Angelos, in un essere corrotto per poi "rapirla". Il paladino fu estremamente infastidito da quello che stava sentendo, un essere del male che si è macchiato di crimini cosi gravi scappando anche dalla giustizia deve essere punito..non può continuare a portare dolore e caos..! fu questo il pensiero conclusivo di Golban. Dopo le parole di Chandra, anch'essa furente per le parole appena sentite, decise di parlare. Il mio nome è Golban Brown Drowdson dei Sacri Liberatori di St. Cuthbert esordi guardando il principe Angelos, e accennando un dovuto inchino per poi proseguire Entrambe le missioni di cui ci state parlando sono di grande importanza e sono certo che tutti noi a prescindere da quello che dovremo affrontare faremo tutto quello che è in nostro potere per portarle a termine; però se vi fosse la possibilità vorrei andare verso Latvia. Le mie conoscenze e la mia forza penso sarebbero più utili li; ho la capacità di vedere e punire il male ovunque esso si annidi! Disse con tono deciso e sguardo fermo, per poi aggiungere E prometto che Ascharon avrà la punizione che gli spetta! facendo una piccolissima pausa infine concluse Faremo di tutto quello che è in nostro potere per salvare la principessa Deiana! Dopo tutti questi mesi di preparazione a Firedrakes Golban era pronto, dopo giuramenti e promesse adesso era giunto il momento di dare concretezza alle sue parole. Non vi erano piu indugi, il "duca" e i cospiratori dovevano pagare per i loro crimini! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Le parole di Chandra sembrarono colpire molto il principe Derbel, mentre Sophia rimase impassibile Gradirei di essere informato la prossima volta, Chandra! rispose il principe con tono acceso I fatti dimostrano che hai fatto la scelta giusta, e di questo te ne devo rendere credito, ma se ci sono segreti del genere tra noi… non è proprio un bel segno, se mi permetti il termine! Derbel prese un profondo respiro, per poi riprendere un tono di voce più pacato. Dopo le parole di Golban, si rivolse ad egli Un guerriero divino può essere di grande aiuto contro una creatura così corrotta, questo è indubbio, ma le mie sono parole di un uomo meno avvezzo alla guerra di quanto non lo siate voi, veterani di grandi battaglie. E’ per questo che lascerò a voi l’organizzazione dei due gruppi, così che possiate discutere al meglio tra di voi durante il viaggio, prima della separazione.

Il giovane Evankalos si portò una mano al petto in segno di rispetto Vi ringrazio per i vostri giuramenti disse Io e i sacerdoti del tempio di Atena pregheremo tutte le notti affinchè la vostra impresa abbia successo.

x tutti

Spoiler

Piccolo intermezzo nel mio giorno libero, vale sempre il checkpoint di domani

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lady Alexis Vrice (chierica umana) 

Riunione plenaria

Alle prime luci del giorno la giovane chierica era già impegnata nei suoi studi, la giornata prometteva di essere luminosa e l'inverno pareva ormai passato, improvvisamente un lieve bussare alla porta della sala di lettura distolse la giovane dalle sudate carte, un servitore entrò nella sala e dopo un inchino riferì all'ecclesiastica che la sua presenza era richiesta urgentemente dal principe nella sala del trono. La giovine Alexis si recò nella sala del trono e si ritrovò insieme agli eroi di Firedrakes non solo al cospetto del principe ma anche della sorella e del ciambellano, oltre ad un altra donna molto elegante a cui tutti mostravano un enorme rispetto e che poi gli fu suggerito essere un dragone in forma umana. Insieme a loro si presentò un uomo che si rivelò essere il principe Evankalos erede al trono dell'isola del delfino. Dopo il lungo discorso che ne scaturi e le tante informazioni, alcune decisamente oscure, per la squadra di eroi fu chiaro che il periodo di pace e riposo era decisamente finito. Due missioni si prospettavano, una a Garnia per impedire un omicidio, l'altro a Latvia per affrontare un'oscura creatura non morta ormai rea di più peccati di quanti gli sarebbero valsi per più condanne a morte. 

Alexis dopo una riverenza sia al principe Derbel che poi al principe Evankalos 

Vostre Maestà, il mio nome è Alexis Kilkanon Vrice e sono una servitrice del Radioso Pelor. Il mio credo mi spinge a chiederVi il permesso per unirmi alla compagnia in viaggio verso Latvia e verso l'oscura creatura che ivi permane impunemente.

A caccia di Vampiri [per tutti coloro che fanno la gita a Latvia] 

Spoiler

Alexis inviò un invito a tutti coloro che si erano schierati per andare a Latvia invitandoli ad una riunione per decidere il da farsi e preparare le contromisure necessarie per affrontare delle creature non morte. La riunione si terrà in biblioteca non appena tutti daranno conferma al servitore della loro partecipazione alla riunione. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Draconis

E così, la notizia divenne pubblica in seduta plenaria. 

Clint fu contento ci fosse anche Anzalisilvar: l'antica Protettrice del Nord gli dava sicurezza ed, in fondo, era stato suo il merito di quel cambiamento. 

La questione era chiara ed incomprensibile allo stesso tempo: Clint sapeva dove doveva andare e cosa ci si sarebbe atteso da lui. Ma i dettagli erano vaghi come l'aria. 

Clint avrebbe dovuto andare contro la sua stessa famiglia, appena ritrovata, senza nemmeno avere il tempo di conoscerla? 

Si guardò attorno. Mancava, dolorosamente, Ariabel. 

Proprio quando avrebbe dovuto esserci. Clint soffocò un fremito. 

Sentì le scelte e le candidature dei compagni: non avrebbe obiettato. Nemmeno di fronte alla decisione di Chandra. 

La capiva. In un certo senso, la invidiava, anche. 

La vendetta può essere... liberatoria. 

Gli sarebbe mancata, Chandra. Erano sempre stati fianco a fianco, finora, in missione. Soprattutto, dopo che si era estinta la possibilità di una fiamma tra di loro. 

Buffa, curiosa, incostante, la vita. 

Clint speró in Trull. Era da tempo che non condividevano quei momenti. Nemmeno l'ultima battaglia al Nord, così terribilmente straniante per il suo amico, aveva concesso loro di essere fratelli anche in campo. 

Alla fine, si fece avanti pure lui. 

Un inchino ai reali ed alla draghessa. 

Un saluto allo sconosciuto: "Clint Conn... Draconis, Altezza. Per servirvi".

Poi, si fece da parte. Ed attese. 

Edited by Ghal Maraz
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente)

La chiamata arrivò dopo quei mesi di riposo, come Bjorn aveva intuito. E si presentò a corte per tempo, non prima di essere passato a salutare Tiana un'ultima volta. Spero solo di non dover fare troppi inchini o di dover assistere a troppe cerimonie: sono certo che pronuncieró la parola sbagliata al momento sbagliato. 

Bjorn fece un inchino alla Protettrice del Nord, che avevano già accolto a Firedrakes durante il mese scorso, guardando incuriosito quell'uomo dall'aspetto esotico. E ben presto gli venne spiegato tutto: vi era un complotto in atto contro il re di Garnia da parte di parte dei nobili della Lega. Ma ciò che attirò l'attenzione di Bjorn fu il racconto dell'erede dell'isola del Delfino. Strinse il pugno, pronunciando quel nome tanto odiato in un basso ruggito Ascharon... A quanto pare il verme era molto più di un mostro a livello figurati: era una creatura della notte, in grado di trasformare le persone in suoi simili, che spacciava la sua maledizione come una cura miracolosa. Bjorn Havardsson, onorato di conoscerla. Ho un conto in sospeso con quel rifiuto umano: mi recherò verso il suo maniero e farò in modo di portare la testa di quell'essere al suo cospetto. Le giuro che quel mostro non toccherà più nessuna ragazza! Sarà un vero piacere distruggere quel maledetto b*stardo figlio di un cane. Disse ad Angelos, pronunciando quelle parole con tutto l'odio che provava per quella creatura tanto spregevole. Faremo ciò che potremo per sua sorella, le prometto anche questo, a costo di far sputare ad Ascharon un possibile rimedio prima di fargli pagare i suoi crimini. Finalmente Vaiara avrà la sua vendetta... La sua rabbia venne in parte affievolita quando sentì le notizie riguardanti Clint e il suo retaggio nobiliare, battendo un paio di pacche sulla spalla dell'amico: sapeva benissimo cosa significasse essere costretti a muoversi contro i membri della propria famiglia, soprattutto se fossero stati appena ritrovati. Fece poi un cenno di ringraziamento alla dragonessa d'argento quando gli avvisò che aveva posto degli arconti a guardia dei loro cari, guardando poi i compagni che l'avrebbero seguito in quella caccia.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra

Altezza perdonatemi la schiettezza, ma è una scelta che rifarei altre cento volte. - disse Chandra con chiena dritta e sguardo fermo - Sono stata messa davanti ad un bivio e le alternative erano informarvi e forzarvi a scegliere tra una speranza per la salute di vostra sorella ed il rispetto della legge di Firedrakes, oppure tacere delle missive del criminale e portare questo fardello da sola con Sophia: Ho preferito proteggere una persona a me cara. 

Ho scelto di proteggere voi da voi stesso per non far entrare in conflitto la vostra testa col vostro cuore. 

La barda ascoltò le parole di Golban, Alexis e Bjorn proporsi senza indugi per stanare il vampiro ed incrociò i loro sguardi facendo cenni d'assenso e portando la mano destra sul cuore in segno di ringraziamento: Abbiamo le giuste motivazioni, la luce sacra di Pelor e la giustizia implacabile di St. Cuthbert: non possiamo fallire. Un ultimo coraggioso che voglia affrontare quel mostro al nostro fianco? Zhuge? TomPo? Chi se la sente? - chiese guardando i suoi compagni

 

 

@più tardi in biblioteca @DarkLady @AndRe89 @Ian Morgenvelt @SassoMuschioso e...?

Spoiler

Alexis hai visto che quelle ricerche sui non morti sono tornate utili prima del previsto? Penso tu debba lanciare quegli incantesimi sacri anche sulle armi e le armature degli altri prima di affrontare Ascharon. - disse alla chierica - Sui vampiri conosco le storie narrate di esseri delle tenebre che succhiano il sangue e che vengono uccisi con paletti del cuore e acquasanta, ma non molto altro... Penso tu debba dirci come affrontarli al meglio: cosa dobbiamo aspettarci e che contromisure possiamo prendere? 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

La tiefling giunse alla riunione, essendosi ripresa da qualche giorno dal parto di Deborah, ascoltando le parole che il principe, la contessa, il ciambellano e il loro ospite ebbero da dire riguardo al continente occidentale e alla lega di Ilitar. La situazione con il Katai stava per giungere sempre più alle porte e le istruzioni su come affrontare la futura minaccia vennero descritte, così come la scelta dei due gruppi che dovevano intraprendere due obiettivi diversi.
Gli occhi scarlatti della stregona passarono su coloro del gruppo che presero parola, chi già decidendo la propria meta e chi semplicemente mostrò la determinazione di proseguire i propri passi in quella nuova avventura. Il cavaliere non fece altro che storcere un poco il naso al pensiero dei figli in giovane età, abbassando un poco lo sguardo all'idea di doverli abbandonare una seconda volta, sebbene per donare loro un futuro completamente privo di minacce.. Almeno fino a quando non sarebbe giunta anche alla sua resa dei conti.
Non ho particolari preferenze sui due obiettivi preposti.. Mi preparerò al viaggio.
Si voltò così in direzione di Bjorn e di Clint, osservandoli per qualche istante, prima di dar loro la scelta.
A voi la scelta su quale gruppo pensate che possa essere più utile.
Attese quindi che la riunione proseguì, prima di congedarsi e fare gli ultimi saluti a Firedrakes.

Nella Camera di Seline [x Celeste]

Spoiler

Sistemò con cura i suoi figli, diede le disposizioni a coloro che dovevano prendersi cura della prole e lasciò una pietra di comunicazione.
Qualsiasi cosa succeda, vorrei che venissi avvisata il più in fretta possibile.
Disse semplicemente, senza considerare minimamente Celeste in quel momento, talmente offuscata la sua mente dalle preoccupazioni nel dover lasciare nuovamente i figli, specialmente Rakayah, così diversa, e Deborah, la più piccola. Un sospiro fin troppo lungo, prima di donare le ultime carezze, le ultime coccole a quelle piccole creature.
Tornerò presto.
Non ti preoccupare.. Staranno bene e magari questo viaggio potrebbe esserti utile. Potresti indagare di più sul tuo passato, adesso che sei riuscita ad ottenere i nomi dei tuoi veri genitori.
Forse.. Spero semplicemente di non stare lontana per troppo tempo.
Si voltò in direzione della propria compagna solo adesso, osservandola per qualche istante.
Se dovremo dividerci, ricordati di non superare il tuo limite, a meno che non sia estremamente necessario, va bene?..
Prese un pacco ad un certo punto per donarlo proprio alla ragazza.
E questo è per te. Ultimamente mi sei stata fin troppo vicina e io non ho mai avuto modo di ricambiare.. Oltre a ciò che è successo con Evelynn. So che è difficile da sopportare tutto questo e.. Mi dispiace. Mi dispiace molto.
Il volto della tiefling si abbassò, mostrando una certa sofferenza.


 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Ascoltai con attenzione le parole del ragazzo e non sapevo minimamente cosa fosse un vampiro nè cosa fosse capitato a quella ragazza.
Alle parole di Chandra replicai.. più o meno così:

Io non so cosa sia un vampiro, e nemmeno conosco i rischi che correremo ma.. abbiamo mai avuto paura di affrontare qualcosa? Verrò con voi volentieri, all'evento pieno di diplomatici e persone ricche credo che mi sentirei peggio di quanto mi son sentito ad Huruk-Rast, costretto sottoterra per settimane

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros

<<Oh beh Tom Po, i vampiri sono uno dei sogni di coloro che vogliono diventare immortali senza pensare alle conseguenze. Acquisiscono forza, bellezza e vari poteri ( che differiscono a seconda di...casualità credo? Alcuni sono fissi però) ma rinunciano per sempre alla luce del sole, che per loro diviene come fuoco e una dolorosa morte. Per “vivere” sono costretti a bere il sangue dei vivi e nel farlo posso far risorgere come progenie coloro di cui si nutrono. Sono, fra i non morti, quello che più sembrano vivi. Ma è solo una menzogna.>> disse facendo spallucce, con il corvo tronfio.

<<Direi che sarei utile più al carnevale che nelle tombe, però il mio “passato” potrebbe essere un problema, vostra maestà. In compenso, forse avrei una idea....quanto è strano il Carnevale di Garnia?>>

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thorlum SenzaCasta - (Rovina di Huruk-Rast)

 

Era un giorno come un altro in caserma. Thorlum si stava muovendo verso la piccola fucina, dove avrebbe passato qualche ora in tranquillità, lontano dai vari ufficiali e dai suoi commilitoni. Aveva appena iniziato a battere il ferro, quando un messaggero venne a chiamarlo. Era stato convocato con urgenza dal principe. Tornò quindi nella camerata a darsi una sistemata e andò a palazzo.

[RIUNIONE PLENARIA]

I reali spiegarono i motivi della convocazione. Finalmente ci si muoveva per una nuova missione. L'intervento di Thorlum fu breve. Pensavo che l'esistenza di tali esseri fosse solo un racconto di paura per piccoli nani. In ogni caso tali esseri, se realmente esistono, non possono continuare a solcare queste terre. Guardò l'uomo chiamato Golban.  Non credo che qualcuno possa vedere o punire il male ovunque si trovi. Fosse così facile avremmo già vinto la guerra.....ogni guerra... Ma non preoccupatevi,  principe... continuò il nano con orgoglio, facendo un passo avanti....ci penserà la mia arma a dirimere la questione....la mia arma e la determinazione che vedo in Bjorn e Chandra....sarà una missione semplice e rapida.... 

 

[ PIU TARDI - BIBLIOTECA] @  @DarkLady @AndRe89 @Ian Morgenvelt e...?

Spoiler

I morti sono morti e tali rimangono....cosa c'è da sapere in più di questo? Intervenne il nano mentre guardava distrattamente un libro. Si girò per guardare i suoi compagni. Non so il perché di questa piccola riunione. Alla fine dobbiamo raggiungere Latvia e prendere la nostra preda. Non ci sarà nulla di più di questo. Questi esseri della notte esistono solo in antichi racconti....e nelle storie usate dai padri per tenere buoni i piccoli. Ricordo quando nonno Thoric mi raccontava di un essere simile. Pare che venisse la notte a prendere i piccoli nani del villaggio....pare per effettuare qualche rito strano di cui non ricordo neppure il nome...si faceva......si, quando la luna era alta e piena.... e l'unico luogo sicuro era la branda....rise di gusto....ovviamente la branda, in casa, vicino a lui. Non mi facevo spaventare ovviamente....disse orgogliosamente...infatti uscivo spesso la notte a cercare questo fantomatico mostro...mi armavo di un bastone e andavo a cacciarlo.....ma...continuo il nano...non ne ho mai visto uno....In compenso ho visto molti lupi...rise nuovamente.... e le notti successive neppure i lupi. Quando Thoric si accorse delle mie uscite notturne, mi lego a letto con una catena ogni notte per almeno...... rimase in silenzio qualche secondo a rifletterci un pò....dieci tramonti mi pare....si mi liberò la decima mattina sporco di sangue.....aveva cacciato i lupi senza di me....Quella fu la mia punizione per le mie uscite notturne.....legato a letto durante la notte e rimasto a casa durante la caccia.....nessun mostro, nessun essere strano.

Sarà lo stesso quando saremo li.....al massimo, se saremo fortunati, troveremo anche la spiegazione dei fatti di cui ha parlato lo straniero....magari è morto ed è resuscitato con qualche formula arcana....magari usando del sangue....ma sarà vivo...e sanguinante quando lo colpiremo.

Era palese come Thorlum non credesse all'esistenza esseri cosi particolari. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Golban Brown Drowdson

Riunione Plenaria

Ascoltò attentamente le proposte e gli interventi degli altri compagni d'arme, e fu ben lieto di essere accompagnato dalla chierica e gli altri in questa missione per punire un male ormai fin troppo noto. Immaginava la volontà sia di Bjorn e Chandra, visto che il discorso intrapreso nei mesi successivi sul "duca" aveva scaldato i loro animi, e sperava vivamente nella presenza di Alexis; il suo contributo sarebbe stato essenziale per portare a termine la missione. Una cosa pero non si aspettava, l'intervento di quel nano che aveva visto incatenato fino a poco tempo fa, cosi tanto orgoglio in una persona libera solo per grazia e inserita in un corpo di "banditi" per i suoi crimini era al quanto fuori luogo. Quando quel nano guardando il paladino per intervenire sulle sue parole Golban non pote che sorridere, non era il caso di rispondere, la discussione verteva in argomenti piu importanti, ci saranno modi e momenti diversi per spiegare le mie capacità...però, quanto puo essere stolta una persona per non comprendere certe affermazioni penso il paladino, per poi continuare ad ascoltare gli altri.

Tutti a lezione da Alexis-Piu tardi in biblioteca [@per chi partecipa alla visita dallo sadopedovampiduca]

Spoiler

Ritrovatosi in biblioteca insieme a gli altri per unire le conoscenze su quegli esseri della notte, ascoltò le parole di Chandra e successivamente quelle del nano. Le informazioni che Chandra il paladino le conosceva già, anche se non aveva una conoscenza in modo completo di quegli esseri, invece l'intervento del nano non pote che confermare quanto esso fosse stolto e poco istruito a riguardo. Thorlum, se non vado errato giusto? riferendosi guardando il nano, Io mi chiamo Golban Brown Drowdson ancora non avevano avuto modo di presentarsi. Se si limita a credere solo a quello che vede avrà una visione del mondo molto ristretta. Questi esseri esistono ignorando il nano e guardando sopratutto gli altri segui a parlare e hanno delle capacità molto particolari. Hanno una resistenza maggiore in confronto a qualsiasi umano e so che hanno la capacita di "controllare" l'animo di un uomo se esso non si dimostra sufficientemente forte. Volse il suo sguardo alla giovane chierica per poi concludere Le mie informazioni pero sono frammentarie, lascio la parola a te Alexis, sono sicuro che la tua conoscenza è sicuramente notevolmente maggiore della mia.

 

Edited by AndRe89

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Ascoltando le parole di Oceiros non potevo che far sobbalzare lo sguardo da lui alla chierica.. e viceversa. Quindi lei può sconfiggerlo da sola portando il sole del suo Dio da lui? Domandai un pò incredulo Ha sempre questo alone di luce attorno.. 

Poi mi rivolsi direttamente ad Alexis ..sei in grado di farlo?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Lady Alexis Vrice (chierica umana) 

Le domande fioccavano e Alexis si senti un po' a disagio a rispondere alle domande di tutti che sembravano in alcuni casi all'oscuro dell'esistenza di tali abominii.

Preferirei parlarne più tardi in biblioteca purtroppo posso dirvi che tali creature sono la piaga contro cui Pelor si scaglia con tutta la sua furia e io come suo chierico non posso esimermi dall'estirpare questa piaga in Suo nome. 

In biblioteca, corso pratico per ammazzavampiri

Spoiler

La giovane chierica aspettò i suoi compagni d'arme sperando e pregando il suo Dio di darle la forza per proteggerli tutti e di riportarli a casa tutti vivi e possibilmente interi. Purtroppo il compito assegnato non era dei più facili.

All"arrivare dei suoi compagni di ventura inizio a spiegare le peculiarità dei non morti e dei Vampiri in particolare. 

Perniciosi, a dir poco perniciosi ecco come definirei i vampiri, e sedendosi su uno scranno apre un antico libro, creature oscure che si definiscono i principi della notte, e ha ragione oserei dire, sebbene ci siano non morti più potenti di loro, pochi sono subdoli e difficili da eliminare come loro. Creature non morte ma che si nutrono dei viventi e non parlo solo del sangue, come dicono le favole, ma anche del fatto che il loro tocco priva dell'energia vitale le loro vittime indebolendole fino alla morte e alla successiva trasformazione di queste in esseri simili al loro omicida ma asservite alla sua volontà. Alexis sembra particolarmente infervorata, non sono creature facili ad essere distrutte, una volta sconfitti in battaglia, e non è facile dato che la loro oscura vitalità è molto forte e rigenera le ferite inflitte molto velocemente, comunque una volta sconfitti si trasformano in nebbia e scappano verso la relativa sicurezza delle loro bare, sicurezza perché proprio nel momento in cui entrano nella loro bara il loro corpo si rigenera, velocemente, relativa perché proprio in quel momento sono più vulnerabili che mai è possono essere completamente distrutti, ovviamente, rivolgendosi a Tom Po, noi chierici di Pelor abbiamo armi affilate appositamente contro di loro, e si, ho il potere di richiamare la sacra luce del Radioso che può sterminare i vampiri ma il problema è appunto la l maligna intelligenza di cui sono dotati e il fatto che ai loro ordini hanno diverse creature a causa del fascino che magicamente riescono a emanare, e non solo viventi ma anche non morti minori che sono in grado di controllare, senza contare la loro progenie. Un vampiro come il duca avrà sicuramente dei luogotenenti simili a lui perciò preparatevi a far la conoscenza con innumerevoli trappole, stratagemmi e nefandezze come mai avete avuto di fronte fin'ora. Senza contare che qualcuno ha fatto diventare il duca ciò che è, mi auguro di non dover combattere contro il suo dormito, o Sire che dir si voglia.

Ma un vampiro per quanto potente ha delle debolezze, soffre la luce del sole, tutto ciò che è sacro, il fuoco e in alcuni casi l acqua corrente. Il freddo, l'oscurità, l'inganno sono le loro armi e sono praticamente immuni se non addirittura ne traggono giovamento, state attenti perché alcuni sono pratici nelle arti magiche sia arcane, che aimè divine. Non sono creature semplici da affrontare e non voglio fiaccare il vostro spirito, ma non sono proprio creature facili da abbattere ed è mio compito rendervi presente i pericoli a cui si va incontro. 

Vi ho chiesto di portare le vostre armi per benedirle, se vorrete, per poter infliggere danni devastanti contro coloro che vengono chiamati non morti. Purtroppo funzioneranno solo una volta ma io ho un potere che mi consente di rendere, finché mi starete vicino, le vostre armi infuse da una forza sacra letale per tutti i non morti. Grandi sono le benedizioni di Pelor ma il mio cammino è lungo ancora per poter aver accesso a pieno ai suoi doni più grandi, spero con il tempo e l esperienza di potervi avere acceso un giorno. Ma sappiate che ogni mia minima stilla di potere verrà impiegata per debellare questa minaccia e per proteggervi dai suoi oscuri poteri. 

 

Edited by DarkLady
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Draconis

DM

Spoiler

Se è possibile passare dall'Emporio prima di partire, Clint prende una pergamena di Beauty's Caress (LI 8 ) e due set di abiti nobiliari. Un paio di maschere diverse. 

Altrimenti nisba.

 

Edited by Ghal Maraz
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Oceiros

Spoiler

Abito nobiliare e maschera x3

Attrezzi da pittura perfetti

Tele e colori

Sfera di cristallo ( non oggetto magico)

Eternal wand ( prestidigitazione)

Materiale vario per far sedute spiritiche 

 

Edited by Zellos
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

@Biblioteca

Spoiler

Ho un problema Alexis. Io non ho armi, solo queste mani che vedi.. o zampe, non mi offende come vengano chiamate, mi sento a mio agio con entrambe le definizioni. I tuoi poteri funzioneranno anche per me? 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Ispirata Elocatrice) Eroe(Quori Du'ulora Furia Nera) 

Ritorno in servizio

Ci hanno chiamati di nuovo... Non sei contenta? Potrebbe essere un altro passo contro questa guerra e credimi che dopo quello che ho visto ad Eberron... Non ho proprio intenzione di lasciar correre un'altra crisi su larga scala. Bhe ovvio, sì sono contenta, più o meno... È solo che... Sai una cosa? Ne riparliamo dopo. Andiamo a sentire l'appello. Uhm va bene... 

L'elocatrice giunse dinanzi alla sala del trono, dove ancora una volta il principe Derbel aveva chiamato tutti gli eroi di Firedrakes. Scese con un cambio look che più che non influiva sugli abiti iconici della ragazza, bensì sui capelli ai quali era stata semplicemente fatta la coda. Coda di capelli che comunque era sempre talmente lunga da cascargli appena sopra le natiche. 

(pic)

Spoiler

20190326_190951.thumb.jpg.405a416cbb4fbce744da7283b0b63d8e.jpg

Celeste controllò l'ora col suo orologio appeso al collo constatando che, una volta tanto, si era presentata in orario. Ad essi vi era in aggiunta oltre alla normale corte la ben ritrovata Anzalisivar e un nobile mai incontrato il quale si presentò con un certo garbo. Alché fu il momento del principe di informare tutti sugli ultimi avvenimenti svolti durante quel lungo periodo di "inattività". 

Assassinio? Carnevale? Ballo in maschera? Per i divini Celeste... Stai attenta. Scusa... È che non abbiamo mai partecipato ad un ballo in maschera per nobili. Sarei molto curiosa. Uhm... Bhe non posso dire di non essere curiosa anche io... Il discorso virò successivamente sull'aiuto che Angelos fu in grado di fornire e sulla sua particolare richiesta. Viscido... Mi fa schifo solo a sentirne parlare. Celeste non so nulla riguardo ai vampiri, magari sentiamo contro cosa abbiamo a che fare. Le spiegazioni appunto non tardarono ad arrivare grazie ad Oceiros che ragguagliò Tom Po sulla natura infima della creatura. Celeste avrebbe prestato subito la sua lama alla causa per salvare la giovane sorella di Angelos, se non fosse stato per l'immediata presa di posizione di alcuni dei suoi compagni, quali Bjorn e ChandraLo conoscete? Chiese sorpresa riferendosi ad Asharon. 

Ci dovremmo separare ancor... Ehy... Che vuol dire?!? M-mi scusi principe... Intervenne la glantriana alzando lievemente la mano sinistra ed il dito indice. È davvero sicuro di voler venire con noi col rischio di un assassinio alla corona reale di Garnia? Se è questo il suo desiderio la proteggerò con ogni mezzo possibile, immagino che lei abbia le sue ragioni, ciò nondimeno immagino che anche voi principessa siate d'accordo no? 

Ad ogni modo io accompagnerò il gruppo al ballo per cercare di proteggere lei ed il reale da cui verremmo ospitati. Secondo me lo fai anche per andare a ballare con... Zitta tu! A proposito non credo di avere un vestito adatto... Terminò la frase con sguardo un po' frivolo al principe... Per poi guardare velocemente Seline e... Immaginare. 

Ancora più sorprendente fu la rivelazione delle origini di Clint che da quel che ne sapeva erano addirittura oscure ad egli stesso. Lo vide esitare per un istante, per poi nascondersi... Se non fosse stato per un'acida repulsione nei suoi confronti sarebbe andata da lui immediatamente... Celeste avanti... Soprassedi per ora. Rimane tuo amico. Così come Bjorn rimane il mio. Lo so... Non è la situazione che desideresti... Ma vedila da... Bhe... In fondo lo sapevi sarebbe successo no? L'elocatrice sospirò amaramente prima di avvicinarsi alla spalla di Clint e rivolgergli una parola veloce. Va tutto bene? Chiese con tono neutro. 

 

Nella camera di Celeste(Seline ed i bambini)

Spoiler

La ragazza dai capelli bianchi rimase ad osservare la compagna nel mentre salutava le due bellissime bambine e dava istruzioni alle tutrici. 

Poi Seline si voltò verso di lei... Ora un po' lo controllo... Ma ti prometto che comunque non mi spingerò oltre a meno che non fosse necessario... Disse per poi avvicinarsi leggermente verso la compagna. Nel caso dovessimo dividerci e non dovessi esserci per te, per proteggerti, ricordati di non fare nulla di avventato. Nulla di cui poi potresti pentirti... E soprattutto rimani accanto a chi ti fidi davvero... Lo so che pensi di non avere molti rapporti con gli altri, ma sono sicura che tu sappia di chi fidarti. Dopodiché Seline porse un pacco all'albina. Per me? Io... Grazie non dovevi... Uh? Pensavo che non avessi piacere di parlare di lei... Commentò di getto, per poi socchiudere le palpebre ed assumere una smorfia triaste. Ascolta... Ciò che è successo... È vero non è facile da digerire. Avrei voluto da lei una sincerità maggiore. E bhe... Magari avrei preferito parlarne prima di essere buttata in quella faccenda... Comunque... So chi c'è anche dall'altro lato. Vorrei essere di più per lei ma, io non voglio vederti più con questo sguardo. Disse per poi avvicinarsi a lei ed alzarle il mento. Ricordi? Ti ho promesso che avrei sopportato il dolore, in qualunque forma fosse. E ti ho promesso che ti avrei dato la felicità che meritavi. Dopodiché donarle un lieve bacio casto sulle labbra.

L'elocatrice aprì il pacchetto, trovando tutt'altro che castità al suo interno. Un bustino magico per rendere il seno più prominente, per l'esattezza. Soprattutto era un bustino adatto sia a sostituire quello del proprio abito iconico, che da essere indossato sotto un vestito raffinato ed elegante. È un bel regalo, grazie mille! Disse sorridendogli solarmente ed indossando immediatamente il regalo donatole dalla compagna. 

Fu finalmente il momento per i saluti... Celeste si avvicinò alle due bambine. Strinse con un abbraccio a se Rakayah e poi prese dalla culla l'appena nata Deborah baciandole la fronte. Fate le brave intesi? Torneremo presto. Vi amo, piccole mie. Ho capito adesso... Perché non vuoi partire. E se mi perdessi qualcosa di importante delle loro vite? E se avessero bisogno? E se... E se... Sei una madre a tutti gli effetti... Non c'è che dire... 

 

 

 

X DM

Spoiler

Di accordo comune con Nilyn ho ricevuto 1500mo

Di accordo comune con Zellos ho ricevuto 1500mo

 

Acquisto:

Bustino della Bellezza +2 4000(3600)

[se il principino non esce l'abito griffato me lo compro io con maschera annessa, un abito nero nobiliare e maschera per l'evento in tono col vestito ed i capelli] 

MO rimaste 470

 

 

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.