Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa fare quando non si riesce ad aprire una porta

Articolo di J.R. Zambrano del 04 Febbraio
Lo so, ci siamo passati tutti. Tutto sta andando perfettamente, non solo sono venuti tutti quanti a giocare, ma non si stanno neppure facendo distrarre dal video sul cagnolino carino. I telefoni e i laptop sono lontani e, sorpresa delle sorprese, i PG vogliono davvero andare avanti nell'avventura che avete creato per loro invece che spendere metà del tempo facendo spese, mentre l'altra metà sta litigando su quale sia il modo migliore per arrivare al dungeon. Infatti, sono già nel bel mezzo del dungeon quando arrivano di fronte a lei...la temibile porta chiusa a chiave.

E certo, volevate che fosse un po' impegnativa. Perciò la CD per aprirla è un po' più alta, ma dovrebbe essere abbastanza facile per il ladro da apr...ops, come non detto, non riesce a fare un tiro al di sopra del 3. Okay. Bene, adesso la serratura è rotta, ma il resto del dungeon sta chiamando gli avventurieri all'esplorazione. OPPURE, il gruppo potrebbe solamente starsene lì impalato per le successive tre ore cercando di capire come "hackerare la porta" in modo da attraversarla.
Sapete, vero, quale di queste due opzioni sceglierà il gruppo, nove volte su dieci? Ecco perché oggi parleremo di come riprendersi dopo un fallimento, e di cosa fare quanto il gruppo sembra non riuscire ad andare oltre una determinata porta.

Adesso, giusto per intenderci, questa non deve essere necessariamente una porta reale, potrebbe essere una porta metaforica. Per alcuni, la porta che non riescono ad aprire potrebbe essere la timidezza, per altri una mancanza di educazione...ma per noi la porta che non possiamo aprire è una porta reale. E stiamo per parlare di di come riuscire ad attraversarla.
Un fallimento solo da un certo punto di vista

La prima cosa di cui dobbiamo parlare è cosa rappresenti quel tiro abilità. D&D funziona come un sistema binario. Avete due situazioni quando fate un tiro in scassinare per aprire la porta: o ce la fate o fallite. Se ce la fate, la porta si apre. Se fallite, non si apre. Se fallite alla grande non potete più riprovarci, mi dispiace ragazzi, vi hanno bucato il pallone.
Altri giochi di ruolo fantasy non hanno questo problema. Che sia il metodo del D20 System di avere successo ad un costo o l'idea del successo parziale delle regole di Apocalypse World, non c'è un aut aut. Non c'è una gamma che misuri successi o fallimenti. Il che non è necessariamente una brutta cosa, ma pone alcune limitazioni nel vostro modo di pensare. Dopo tutto, se la porta si apre o non si apre, quel tipo di struttura Successo/Fallimento inquadra la situazione in una questione di sì o no.
Ma la questione è che, come DM, voi potreste volere che i giocatori entrino nella stanza. Specialmente se ne hanno bisogno per avanzare nell'avventura. La stessa cosa accade nel caso debbano assolutamente acchiappare un ladro o trovare una certa reliquia. Cosa fare allora? Riformulare l'intero concetto.

Invece di guardare alla porta come un tiro in arnesi da scasso, o come qualcosa che i giocatori devono sfondare, pensate a cosa quel tiro rappresenti. Invece di fallire ad aprire la porta, pensatela come un fallire ad aprire la porta nel modo che sia più conveniente per loro. Ci dovrebbe comunque essere un modo per aprire la porta, ma magari adesso significa trovare la persona o mostro che ne possiede la chiave. O trovare una pergamena di Scassinare in un laboratorio da Mago da qualche parte nel dungeon.
Nessuna conseguenza

Ora che avere riformulato il dilemma, pensate a quali potrebbero essere le conseguenze di un fallimento. Se scassinare la serratura vuol essere un modo facile e silenzioso per entrare, magari adesso quell'approccio non è più disponibile per i personaggi e tutti gli altri modi di entrare dentro la stanza comportano fare rumore o attirare attenzioni indesiderate.
O magari potrebbe costargli qualche risorsa extra. In pratica pensate a quali costi/risorse i giocatori potrebbero avere, in modo da spenderli per aprire la porta. Potrebbero essere oggetti magici, potrebbero essere punti ferita, se stanno combattendo un nemico che custodisce la chiave. Potrebbe persino essere l'elemento sorpresa: adesso che le persone nel dungeon sanno dei PG prenderanno delle precauzioni extra. Potete rendere un tiro fallito portatore di conseguenze indesiderate senza interrompere il flusso di gioco.
Un altro punto di svolta, una biforcazione della strada

Un altro modo di considerare come entrare nella stanza potrebbe essere trovare un'entrata alternativa. C'è una consuetudine che si trova in certi giochi come Skyrim e Fallout quando una porta è bloccata da un lato, di solito c'è un altro modo per entrare. Bisogna solo trovarlo. Se non riescono ad aprire la porta dal lato in cui si trovano, magari buttate lì qualche indizio su un'altra entrata. Magari una porta segreta o, meglio ancora, se riuscite a farli proseguire all'interno del dungeon preparate un percorso che torni indietro fino a un passaggio segreto che porta all'interno della stanza.
Circolare prego

Questo è l'altro grande trucco. Cercate modi per incoraggiare il gruppo a proseguire quando non riescono ad oltrepassare la porta. Potete indicare dettagli come l'ornamentazione della serratura e del buco di quest'ultima, o parlare di come potrebbe esserci un'entrata segreta più avanti nel dungeon. Se questo non funziona, potete sempre fare affidamento sulla vostra fidata tabella degli incontri casuali per avere qualcosa che vagherà proprio dove si trovano i PG. Qualunque cosa serva per evitare che finiscano impantanati su un particolare ostacolo.
Dategli degli amici dall'altro lato

Naturalmente, parlando di conseguenze e mostri erranti, se i giocatori sono veramente bloccati, è probabile che faranno rumore. L'attenzione può sempre arrivare dall'altro lato della porta invece che da un mostro errante. Io userei questo trucco con parsimonia però, o i giocatori si abitueranno al fatto che le cose siano facili e tutto vada liscio, e questa è l'ultima cosa che volete. Idealmente, stanno facendo una partita a un gioco che è organizzato interamente per loro, ma che deve sembrare non lo sia.
Buone Avventure! Cosa fate quando il vostro gruppo è bloccato in un impasse? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/02/dd-what-to-do-when-you-cant-get-through-that-door.html
Read more...

Old School Essentials sarà pubblicato in Italia da Need Games

Old School Essentials è basato sulla versione B/X (Base/Expert) di Dungeons&Dragons a cura di Tom Moldvay (Base) e David Cook (Expert) rilasciata nel 1981 dalla TSR. Per chi non lo sapesse la B/X è la versione di Basic D&D precedente al BECMI (quella con la famosa Scatola Rossa, anche se sarebbe più corretto parlare di BECM visto che l'Immortal Set non fu mai tradotto in Italia), il quale fu la prima versione ad arrivare in Italia.

Le differenze tra le due versioni sono minime e ciò permette a Old School Essentials di essere compatibile anche col materiale che fu pubblicato in Italia all'epoca dalla Editrice Giochi.

Old School Essentials, nella sua versione originale, è un gioco modulare composto da 7 supplementi:
Core rules: con le regole base del gioco. Genre Rules: dove si trovano le classi giocabili (Guerriero, Mago, Chierico, Ladro) assieme ad Elfo, Nano ed Halfling (che sono classi e non razze in questo regolamento). Treasures: con la descrizione di tesori ed oggetti magici. Monsters: il Manuale dei Mostri. Advanced Fantasy Genre Rules: con le regole per emulare la prima edizione di Advanced Dungeons&Dragons, scindendo le razze dalle classi ed aggiungendo classi come il Paladino, l'Assassino, il Bardo, il Ranger, l'Illusionista e il Barbaro. Cleric and Magic User Spells: il libro degli incantesimi di Maghi e Chierici. Druid and Illusionist Spells: il libro degli incantesimi di Druidi ed Illusionisti. Oltre alla versione in 7 supplementi esiste anche la versione in tomo unico, al momento non si sa quale delle due versioni verrà pubblicata dalla Need Games.

Per celebrare l'evento, Gavin Norman, il creatore di Old School Essentials, sarà presente alla NeedCon (ribattezzata quest'anno NeedPunk) la convention organizzata dalla Need Games per presentare i suoi prodotti e le sue novità. L'evento si terrà il 22 Febbraio 2020 presso la Casa dei Giochi a Milano, in Via Sant’Uguzzone 8 con il seguente programma:
Ore 10:00, apertura porte Ore 15:00, presentazione di Old School Essentials Ore 15:30 -19:00, partita a Old School Essentials con Gavin Norman come DM. Old School Essentials sarà disponibile in Italia a partire da Settembre 2020.

Annuncio ufficiale del NeedPunk sul sito della Need Games: https://www.needgames.it/eventi/needpunk2020/
Read more...

5 Cose che Fortunatamente D&D si è Lasciato alle Spalle

Articolo di J.R. Zambrano del 08 Febbraio
Al giorno d'oggi se entrate in un negozio di giochi potete godervi l'enorme gamma ed evoluzione dei giochi moderni. Volete darvi alle avventure fantasy? Potete scegliere quello che volete, con Pathfinder e D&D presenti praticamente ovunque, ma con svariati altri sistemi disponibili. Non vi ispira il fantasy? Ci sono una gran varietà di giochi sci-fi. Non siete ancora soddisfatti? Perché non provare un gioco dove siete dei punk che distruggono dei centri commerciali? O magari dove interpretate un lavoratore part-time? O ancora potreste esplorare le stranezze degli anni '80 di una linea temporale alternativa.
A qualunque cosa decidiate di giocare, non ci sono dubbi che l'hobby in generale abbia fatto passi da gigante. E perché possiate meglio apprezzare cosa abbiamo a disposizione al giorno d'oggi, diamo uno sguardo alle cose che fortunatamente ci siamo lasciati alle spalle.
Doversi Colorare i Propri Dadi

Questa categoria potrebbe anche chiamarsi set incompleti, alternative cartacee ai dadi o in generale scarsità di prodotti. Nel momento in cui erano arrivati alla quarta ristampa, se volevate comprarvi un set di OD&D era probabile che sareste diventati gli orgogliosi possessori di un sacchetto con sei dadi non colorati e una matita di cera bianca o nera da usare per delineare voi stessi i numeri.
Già questa cosa non era il massimo. Ma man mano che gli anni passarono le cose non migliorarono certamente e, anzi, la cosa divenne ancora più comune. Si poteva praticamente vedere la scorta di dadi della TSR diminuire a vista d'occhio. Nel 1979 le scorte finirono e dovettero includere dei cartoncini con dei "dadi da ritagliare", dei foglietti di cartone con quadratini con sopra vari numeri da ritagliare e pescare casualmente

Al giorno d'oggi o prendete un set completo della Chessex o li ordinate a peso. Si possono comprare dadi di ogni forma e dimensioni, con simboli speciali di ogni genere. Io stesso possiedo un set di dadi con simboli di ossa per quando gioco un necromante o per generiche cose da cattivo. Viviamo davvero in un'epoca di abbondanza.
Requisiti Differenziati per Salire di Livello

Qui sopra ne ho inclusi solo due di esempio, ma 'c'è stato un tempo (AD&D) durante il quale ogni classe cresceva di livello ad un ritmo differente. Quindi anche se riuscivate a fare sì che tutti i giocatori si presentassero ad ogni sessione finivate comunque ad avere delle discrepanze di livello. Perché niente è così divertente come rimanere uno o due livelli indietro rispetto al resto del gruppo e rischiare di morire ancora più facilmente.
Vale lo stesso discorso con i limiti massimi di classe/razza. Certo le prime edizioni del gioco erano volutamente umanocentriche, ma questo limitava anche in parte il divertimento. Al giorno d'oggi si può scegliere una qualsiasi combinazione di razze e classi, e si sale di livello tutti allo stesso ritmo. Il che implica doversi preoccupare solo di assegnare al meglio le caratteristiche.
THAC0

Parlando di matematica prendiamo la cosa "preferita" di tutti riguardo a D&D, ovvero il determinare quali numeri sommare tra di loro. Assicuriamoci, quindi, che i giocatori debbano fare un ulteriore passaggio di calcolo da poi confrontare con un altro valore.
Siamo sinceri, la questione è ancora presente (anche se non così terribile alla fine, solo noiosa). Semplicemente quel passaggio di calcolo ulteriore viene saltato visto che la CA è presentata come numero bersaglio invece che calcolata a livello astratto da uno 0. Questo ha anche il bonus aggiunto di fare sì che tutti i bonus che ottenete salendo di livello siano ad incrementare. E d'altronde ottenere dei numeri sempre più grandi non è forse da sempre alla base del voler salire di livello?
Miniature di Piombo

Le miniature sono molto migliorate con gli anni. Certo c'è comunque un certo fascino nostalgico nelle miniature "vecchia scuola" di piombo. Forse è il peso o il chiedersi se potrebbe essere il caso di farsi un richiamo del tetano se ci si graffia sopra un dito cercando di montare le ali ad un gargoyle.
Per il resto di noi ci sono tantissime miniature di plastica leggere, dettagliate e soprattutto (relativamente) economiche a disposizione sul mercato al giorno d'oggi. Che si tratti di miniature già dipinte (che è sicuramente l'andazzo del futuro) o dei prodotti della Reaper's Bones, le miniature moderne sono molto più variegate e particolari e sono più semplici da gestire.
Satana

Nessuno oggi pensa che il nostro hobby sia satanico, ma c'è stato un periodo in cui c'era chi lo pensava Che si tratti della volta in cui D&D ha traumatizzato Tom Hanks...

O di quella volta che i giornali hanno deciso che D&D era roba da stregoni...

C'è stato un periodo in cui giocare a D&D implicava essere un adoratore del diavolo e un membro degli Illuminati. Come per ogni altro franchise che è stato travolto da un panico moralista, tutto quello che queste notizie fecero fu rendere miserabile la vita di molte persone per un lungo tempo e non aiutarono certo chi pretendevano di voler aiutare.
Ad ogni modo al giorno d'oggi il futuro del nostro hobby appare radioso.
Ci sono altri aspetti del nostro hobby che siete contenti siano caduti in disuso? Pensate che ci siamo sbagliati e che la THAC0 fosse in realtà una gran cosa? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2020/02/dd-five-trends-gaming-left-behind-for-good-reason.html
Read more...
By Psyco

Retrospettiva: AD&D 1E Monster Manual

Il Manuale dei Mostri di AD&D è stato il primo manuale a copertina rigida per Dungeons & Dragons ed è stato un enorme passo avanti, sia per il gioco che per la TSR (l’editore originale di D&D – NdR). Nelle sue 112 pagine troviamo stipati oltre 350 mostri per il nuovo gioco “Advanced” Dungeons & Dragons, e la loro presentazione e il loro layout furono rivoluzionari.
La maggior parte dei giocatori oggi non ha idea di come i mostri venivano presentati nei manuali originali di D&D: sotto forma di lunghe tabelle e, nelle pagine seguenti, c’erano dei paragrafi che descrivono e spiegavano le forme speciali di combattimento che sfruttavano. Il Manuale dei Mostri ha cambiato questo approccio: ogni singolo mostro aveva ora le sue statistiche insieme alla sua descrizione e normalmente anche una illustrazione. Avere le immagini della maggior parte dei mostri fu un grande passo avanti rispetto ai manuali originali di D&D e ha aiutato molto sia DM che giocatori.
Questo manuale è stato “il primo” di tante cose che oggi diamo per scontate: il primo manuale a copertina rigida, il primo dedicato interamente ai mostri e il primo manuale di AD&D.
Se Eldritch Wizardry ci ha dato i demoni, il Manuale dei Mostri ci ha dato i diavoli e i Nove Inferi, i draghi metallici, i non morti più potenti e molti altri mostri. Inoltre ha aggiunto molte sottorazze agli elfi, nani ed halfling: Elfi dei Boschi, Acquatici, Mezzelfi e Drow; Nani delle Colline e delle Montagne; Halfling Alti e Tozzi. Quindi non solo più mostri, ma anche più dettagli sui quelli che già conoscevamo.

Copertine rispettivamente del: 1977, 1983, 2012
Le illustrazioni sono state fatte da David C. Sutherland III, David Trampier, Tom Wham e Jean Wells, con la copertina originale di Sutherland. Jeff Easley ha illustrato la copertina rivista alcuni anni dopo. Mentre la copertina originale non vincerà mai alcun premio per l'abilità tecnica, l'idea di mostrare le creature sia sopra il suolo che in un tunnel sotto terra è stata sicuramente un'idea eccellente – anche se ha dato agli addetti al layout della TSR un problema su dove mettere le scritte del prodotto!
Sutherland e Trampier hanno realizzato la maggior parte delle illustrazioni, ma la più memorabile per me è la vignetta di Tom Wham riguardante un gruppo di avventurieri che incontra una lince in un deserto innevato. È abbastanza in contrasto con il modo relativamente serio in cui quasi tutto il resto viene disegnato e descritto.

I mostri sono descritti in base a: N. per incontro (nelle terre selvagge), Frequenza, Classe armatura, Movimento, Dadi vita, % in Tana, Tipo di tesoro, Numero di attacchi, Danno/Attacco, Attacchi speciali, Difesa speciale, Resistenza magica, Intelligenza, Allineamento, Taglia e Capacità psioniche.
In teoria, la frequenza veniva utilizzata per determinare il loro numero sulle tabelle degli incontri casuali e sul terreno, ma non conosco molti che l’abbiano usata in quel modo. N. per incontro era un valore problematico, poiché raramente corrispondeva a qualcosa di utile: quanti se ne potevano incontrare in un dungeon sarebbe stato un valore decisamente più importante, ma quel valore si trovava nella GdDM. Lo scopo di % in Tana era per capire se (a) avevate incontrato il mostro nella sua tana in un incontro casuale nelle terre selvagge, e (b) vedere se aveva qualche tesoro.
C'è una certa propensione delle statistiche verso il rendere i mostri utili per un gioco nelle terre selvagge. È qualcosa che non ha avuto un grande utilizzo nei successivi supplementi di D&D, i quali tendevano ad essere ambientati in sotterranei o in luoghi più controllati, ma almeno l'opzione c’era per quelli che la volevano!
Gary Gygax ha tratto i mostri da Original D&D e dai suoi supplementi, dalle riviste (Dragon e Dungeon) e in parte ne ha creati di nuovi. Nella prefazione per l'ispirazione/creazione di nuovi mostri, infatti, ringrazia Steve Marsh, Erol Otus, Ernie Gygax e Terry Kuntz, anche se è improbabile che siano entrati inalterati nelle pagine del manuale: praticamente ogni mostro è stato cambiato nelle statistiche e nell’aspetto rispetto alla versione originale (se non altro perché il sistema AD&D, pur attingendo da Original D&D, era in realtà un nuovo sistema con parametri diversi).

Il nuovo AD&D, quando uscì il Manuale dei Mostri, non era ancora da considerarsi come “definitivo”. La cosa si evince anche da un fatto curioso: non c'è nessun mostro nel manuale con una CA di 10. In OD&D, una CA di 9 era considerata la peggiore (nessuna armatura). Nel Manuale del Giocatore di AD&D, Gygax ha aumentato questo valore a 10, ma la cosa non si riscontra nel Manuale dei Mostri, che è stato rilasciato, ricordiamolo, un anno prima del Manuale del Giocatore.
La filosofia alla base del design dei primi mostri di AD&D era semplice: mostri stimolanti da sfidare e con caratteristiche derivate dalle leggende. In effetti, la maggior parte dei mostri era semplice e in realtà possedeva solo valori di CA, DV, #AT e danno. Tuttavia, alcuni piccoli cambiamenti hanno avuto un grande impatto: un Gargoyle era una bestia abbastanza standard, ma il fatto che fosse necessaria un'arma +1 o migliore per ferirlo lo trasformò in un temibile nemico per i gruppi impreparati o di basso livello. I ghoul paralizzavano con un colpo le vittime, i wight avevano la spaventosa capacità di risucchiare i livelli. E visto che gli incantesimi per ripristinare quei livelli persi erano di alto livello e difficili da acquisire, questi non morti di basso livello diventarono un incubo per i giocatori.
I mostri che hanno ricevuto maggiore attenzione sono stati gli umanoidi – come orchi, goblin, coboldi – assieme ai pezzi grossi di D&D: demoni, diavoli e draghi. Questi ultimi tre avevano ciascuno una sezione descrittiva generica prima delle voci dei singoli mostri che componevano tale sezione. Ci sono alcune regole interessanti qui che chiariscono cose non descritte altrove. Ad esempio, "Tutti i diavoli possono dirigere i loro attacchi contro due o più avversari se ne hanno modo", un chiaro caso de "l'eccezione che conferma la regola" visto che implica il fatto che normalmente un mostro non possa dividere i propri attacchi contro più avversari. Molti dei demoni e diavoli più potenti avevano la possibilità di lanciare incantesimi, con vari incantesimi di esempio. I draghi avevano una probabilità di poter parlare e lanciare incantesimi – oltre a poter essere scoperti mentre dormivano nelle loro tane e a poter quindi usare attacchi non letali su di loro (il che dava adito alla possibilità di rivenderli in seguito!)

Il Manuale dei Mostri di AD&D presenta un'omissione importante: i PE e il livello dei mostri. Questi valori verranno forniti – talvolta in modo abbastanza impreciso – in una tabella riassuntiva nella GdDM. Soltanto nei successivi manuali dei mostri di AD&D verranno inclusi questi valori. Quindi non c'erano all'epoca regole rigide e veloci per determinare una sfida corretta per un gruppo di avventurieri di un certo livello. La GdDM dava alcune linee guida, che spesso non funzionavano. Il modo migliore per giudicare la difficoltà di un incontro era dato dall'esperienza acquisita durante il gioco. La cosa all’epoca non mi disturbava; ci sarebbero volute le successive edizioni per farmi comprendere l'utilità di un Grado di Sfida – specialmente con molti nuovi mostri mai usati prima.
La resistenza alla magia era uno di quei valori che, per la sua poca chiarezza, causava molte discussioni. La percentuale di base (quella indicata) era riferita ad un utilizzatore di magia di 11° livello; questo valore veniva incrementato o decrementato del 5% per ogni livello di differenza dell’attaccante. È una regola piuttosto goffa che per fortuna AD&D 2E ha reso una percentuale secca.
Nonostante questi difetti, la qualità del manuale non ne risente. I piccoli problemi riscontrati non adombrano le novità che ha introdotto e la natura generalmente poco complessa dei mostri è apprezzabile. Questo non vuol dire che i mostri di D&D non possano diventare complessi, ma gestire un Orco in AD&D è sicuramente una cosa semplice e ha portato a partite emozionanti.
Questo Manuale dei Mostri certamente non vi travolge con i dettagli: il Doppleganger ha solo poche righe di descrizione e non ha nulla sul suo habitat e sulla sua società, ma già solo la sua capacità di mutare forma racchiude in sé i semi per un’avventura. E poiché la maggior parte dei mostri presenti deriva dalla mitologia, i giocatori già si potevano fare un'idea e immaginarsi di cosa si trattava (o potevano in ogni caso scoprire facilmente altri dettagli).

Alla fine, il Manuale dei Mostri è stato un lavoro eccezionale, facendo ciò che era necessario per permettere ai Dungeon Master di gestire al meglio il gioco. Le versioni successive avranno sicuramente fornito diversi livelli di complessità e dettaglio, ma sono ancora colpito da quanto sia eccellente il materiale fornito da questo manuale. È stato sicuramente il punto di partenza di molte avventure memorabili della mia giovinezza. Sfogliando una delle mie copie fisiche o sfogliando il PDF, provo lo stesso senso di meraviglia che ho provato 40 anni fa.
Articolo tratto da:
https://rpggeek.com/thread/711001/talking-lynx
http://theotherside.timsbrannan.com/2019/11/monstrous-monday-review-monster-manual.html

Questo manuale è disponibile in PDF sul sito DMGuild.com
Read more...

Registrato il primo calo di D&D su Roll20

Articolo di Morrus del 05 Febbraio
Le ultime statistiche di Roll20, relative a fine 2019, sono arrivate. In termini di partite giocate D&D ha mostrato la sua prima flessione dal mio ultimo resoconto su Roll20, passando dal 51,87% nel secondo trimestre del 2019 al 47,54% nel quarto trimestre (anche se risulta comunque leggermente più alto del 45% del terzo trimestre, le cui statistiche non avevo riportato!). Call of Cthulhu è passato dal 14,3% del secondo trimestre al 15,3%. Pathfinder è calato dal 6,5& a circa il 5% (ma si è ripreso da un pesante tracollo nel terzo trimestre, che era atteso vista l'uscita della nuova edizione). In termini di numeri totali di giocatori D&D è calato di circa l'1% mentre Pathfinder è aumentato del 2% circa. Call of Cthulhu ha visto un incremento notevole del 7%.
Quello che risulta strano sono i numeri di PF2. Solo poco sopra l'1% nel quarto trimestre del 2019 (che è comunque un incremento del 82% in proporzione). Mi chiedo se alcuni dei dati di PF1 e PF2 stiano venendo mischiati sotto la voce generica "Pathfinder".

Queste sono le statistiche legate al numero di partite giocate su Roll20 con un dato sistema

Queste sono le statistiche legate al numero di account su Roll20 legati ad un dato sistema
Il rapporto pubblicato dall'Orr Group (l'azienda che gestisce Roll20 - NdT) ci mostra anche un nuovo parametro interessante, ovvero i giochi in maggior crescita in questo ultimo trimestre.

Il forte incremento di Ironsworn RPG coincide con l'uscita della campagna in streaming interna di Roll20 che usa questo sistema, quindi non è strano che la cosa si rifletta sulle statistiche.
Eccovi la lista completa:







 
Qui invece abbiamo l'andamento, diviso per trimestri, dei tre principali GdR nel 2019:

Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/roll20-reports-first-drop-for-d-d.670107/
Read more...
Bomba

Capitolo Sette - Oltre la coltre, verso le vette

Recommended Posts

Capitolo Sette – Oltre la coltre, verso le vette
 

Era un mattino di inizio di dicembre piuttosto freddo a Firedrakes, il sole faceva capolino tra la nebbia mattutina che era visibile aldilà delle raffinate finestre a doppio vetro delle stanze del palazzo reale. Gli Eroi di Firedrakes, i dodici avventurieri che erano riusciti a sconfiggere il drago Azariaxis e a liberare la contessina Sophia Von Gebsatell, furono convocati in pompa magna presso la sala delle udienze. In realtà coloro che avevano ricevuto l'invito a trattenersi a palazzo, l'anno precedente, erano in tredici. Tuttavia lo gnomo Giggetwickle era stato coinvolto la settimana precedente in uno scandalo senza pari, venendo scoperto come capo di una importantissima cosca mafiosa locale che era stata eradicata dal gruppo di eroi che, nonostante le promesse di riposo e pace, avevano continuato a dedicare la loro opera al servizio dei cittadini.

Quando i dodici convocati giunsero alla sala delle udienze, vi trovarono già presenti il principe Derbel Von Gebsatell e sua sorella Sophia, in pieno ottavo mese di gravidanza. Ai lati della stanza il contubernum delle loro guardie reali. La contessa Sophia, da sempre cagionevole di salute, era particolarmente pallida in quelle ultime settimane, provata dalla maternità che stava portando per amore della barda Chandra. Il principe controllò con un'occhiata come stesse, per poi rivolgersi agli eroi, lo sguardo che spesso ricadeva sulla sua promessa sposa Ariabel di Frondargentea Ben ritrovati, amici esordì E' passato un anno da quando abbiamo deciso di imbarcarci nella prima controffensiva per la Xorvintaal, la guerra tra draghi in cui noi siamo al centro. Non vi annoierò con i dettagli di ciò che ci dicemmo allora, mentre preferisco andare direttamente al dunque e dirvi che cosa siamo riusciti a fare noi dopo tutto questo tempo

Lo stile diretto del principe gli valse l'attenzione dei presenti La situazione è intricata. Nel Katai Masato Ishibura sta continuando la sua opera di conquista. Abbiamo inviato diverse centinaia di soldati per presidiare gli avamposti dell'alleanza degli shogun, ma Masato è stato in grado di assediare con successo la città di Katori, a quanto pare grazie all'intervento di Gargonthalars, il drago verde. Con la conquista di Katori, Ishibura ha preso controllo della maggior parte delle rotte commerciali dell'Est. Il suo regno si estende per praticamente tutta la fascia dell'estremo est del Katai e ora anche al centro, una posizione che sono certo intende mantenere spiegò Pur con il nostro aiuto gli shogun non potranno resistere molto a lungo. In pochi anni, se non ci saranno cambiamenti, il Katai sarà unito sotto un'unica, terribile, bandiera fedele ai draghi cromatici.

Per tutto questo tempo ho cercato di creare alleanze, ma vuoi il fato o altri fattori, ciò è stato praticamente impossibile. Il reame di Garnia a sud ha deciso di mantenersi neutrale nella guerra il principe rimase in silenzio e a quel punto prese la parola Sophia Abbiamo motivo di credere che la famiglia Ivarstill abbia fatto forti pressioni con Augustus Mac-Tir, il re, di cui Jean-Philippe Ivarstill è cugino. Il loro coinvolgimento alla Xorvintaal è ancora in dubbio, ma vi è aria anche di guai al sud, quindi la posizione del Mac-Tir può anche benissimo essere frutto del non volersi privare di troppi uomini. Al momento, grazie all'aiuto di Flurio, stiamo mantenendo i contatti attivi grazie alla Lega degli Auleri, il nostro miglior alleato in quel regno. Per chi non lo conoscesse è un ordine cavalleresco, che tramite il proprio leader, Lord Lancaster di Valleverde, sta operando con noi per delle operazioni di peacekeeping presso l'area rurale, oltre che rappresentante della nostra causa presso la corte di Augustus Mac-Tir.

Il principe Derbel riprese la parola Le nostre missive ai draghi sono state rimaste inascoltate: sia Unvarkerentilarhys che Fuunharkaspirinon non sono stati reperiti nelle regioni di appartenenza, mentre per Anzalisilvar la Protettrice del Nord, i nostri messi non sono stati in grado nemmeno di valicare le montagne.

Entrò Beregar, condotto sulla sua sedia a rotelle da una guardia. Il nano pareva in condizioni migliori di quando fu condotto un anno prima, vestito elegantemente e con la barba ben pettinata, sebbene ancora non in grado di camminare Dopo aver parlato con Thorlum, ho cercato di capire che cosa sta succedendo al nord. A quanto pare spiegò il ciambellano I nani di Huruk-Rast hanno bloccato il passaggio che controllavano attraverso le montagne omonime, impedendo qualsiasi collegamento con il nord, una decisione presa dal re Hurgrim Schiacciagoblin.

Poichè tale strada può essere bloccata dalla neve nei mesi invernali proseguì Beregar Abbiamo mandato uomini nella parte est dei valichi, laddove la catena montuosa si riduce nell'area nota come Colline Cremisi. Il nostro obiettivo era richiamare l'attenzione del giovane drago di rame Plathonirax, che già ignorò le nostre richieste per l'operazione di soccorso di Sophia. Speravamo che la minaccia della Xorvintaal bastasse a richiamarlo a noi.

Così non è stato soggiunse Sophia Le uniche informazioni che siamo riusciti a raccogliere ci sono state fornite dal primo vero alleato, inaspettato, che abbiamo ricevuto.

Dei passi pesanti preannunciarono l'arrivo di una maestosa (taglia Grande) e aggrazziata figura, un drago d'argento che fece il suo ingresso dalle doppie porte Così siete voi gli eroi che hanno recuperato le mie spoglie disse il drago con una profonda voce maschile, lanciando un'occhiata a Chandra e facendole un occhiolino E tu devi essere Chandra, che ha investito così tanto per farmi tornare. Le parole non possono esprimere la mia gratitudine per quanto tu abbia fatto, nobile figlia dei draghi il drago volse il suo sguardo attraverso la corte Il mio nome è Emercuryadar e sono lieto di mettermi al vostro servizio per questa guerra

Il drago non fece durare molto i salamelecchi Suppongo vogliate pormi delle domande... ma devo deludervi: non so niente di questa Xorvintaal. So che cos'è, ma per gli standard della mia razza sono considerato troppo giovane per poterne partecipare. Ma ho già cercato di carpire delle informazioni, visto che sono tornato in vita già da un mese il drago guardò Chandra Naturalmente potevo palesarmi prima, ma entrare a sorpresa nel pieno di una riunione fa sempre un certo effetto! disse alzando il mento Le Colline Cremisi sono attualmente contese da una violenta tribù di giganti delle colline, che hanno al loro soldo diversi goblinoidi. Plathonirax ha deciso di alzare un silenzio stampa sulla situazione, ma credo che quello smidollato possa essere convinto a unirsi alla vostra causa. Inoltre, nelle mie ricognizioni aeree, ho notato la presenza di un villaggio di goliath, una risorsa che potrebbe tornare molto utile alla guerra.

Ho provato a valicare le montagne per raggiungere i fiordi e mia madre Anzalisilvar disse Emercuryadar Ma sono stato costretto a ripiegare dopo essere stato attaccato da un roc. E' molto strano, la Protettrice del Nord è sempre stata molto temuta e i cieli sopra i Fiordi sono sempre stati tranquilli. C'è del marcio al Nord, lasciate che ve lo dica io! disse il drago, platealmente.

Il principe Derbel annuì E' chiaro che la situazione a nord richiede un intervento immediato, specialmente alla luce del racconto su Higgyrxk che ci avete fatto a suo tempo. Data però l'importanza capitale sia di Huruk-Rast che delle Colline Cremisi, la vostra spedizione avrà un itinerario diverso dal solito.

Il ciambellano Beregar riprese la parola La vostra prima tappa sarà Coltre Grigia, l'ultimo paese di Glantria prima dei valichi a tre giorni di cavallo a nord. Raggiunta la città vi incontrerete con Vedra, una nana di Huruk-Rast, al Piede di Porco, una delle locande di Coltre Grigia Beregar si schiarì la voce Vedra vi illustrerà nel dettaglio la situazione politica a Huruk-Rast e farà da guida per raggiungere la città nanica, dove cercherà di mediare con il consiglio dei clan la riapertura della via e il supporto alla guerra. Tuttavia solo la metà di voi la seguirà. L'altra metà si dirigerà verso le Colline Cremisi per due scopi: il primo è raccogliere il maggior numero di alleati e, possibilmente, sgominare la minaccia dei giganti delle montagne. Il secondo è verificare la presenza di informazioni nella tana di Azariaxis, che è sita su quelle montagne. Plathonirax dovrebbe saperne l'ubicazione.

Io vedrò di aiutarvi, per quanto possibile, con ricognizioni aeree nell'area soggiunse Emercuryadar Sempre che non abbiate altre idee su come potrei aiutarvi.

Lasceremo decidere a voi chi seguirà Vedra a Huruk-Rast e chi seguirà Emercuryadar attraverso le Colline Cremisi specificò Beregar Tuttavia consiglierei che prendeste la vostra decisione quanto prima, per meglio organizzarvi. A quel punto ogni gruppo dovrà pensare a sé stesso, ma se tutto andrà bene vi ritroverete assieme oltre le montagne, nel piccolo villaggio di Gedser, che si trova nel punto in cui le vie si ricongiungono oltre il confine dei Fiordi. Lì dovrete indagare sulla attuale situazione della regione e scoprire che fine ha fatto Anzalisilvar.

Immagino avrete domande disse il principe E noi siamo qui per rispondere ad esse, nei limiti delle nostre possibilità spiegò E' inutile che vi dica l'importanza di questa missione che vi condurrà, permettete l'espressione poetica...

Nella fredda fredda luce del nord disse Emercuryadar

Il principe lanciò un'occhiataccia al drago d'argento, per poi scuotere la testa.

x tutti

Spoiler

Come solito ad ogni nuovo capitolo taggo tutti

@ilmena @Fezza @Pyros88 @Ghal Maraz @Ian Morgenvelt @PietroD @Organo84 @Minsc @Nightmarechild @shadizar @SassoMuschioso @Nilyn

Checkpoint nella notte tra il 5 e il 6 dicembre. Domani sera risponderò alle domande, il giorno dopo alle ulteriori domande tardive e si passa al viaggio verso Coltre Grigia

PS Se vedo flashback li cancello

 

Edited by Bomba
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor (in estasi)

"Vostra Maestà, Vostra Grazia...", si fece avanti Clint, sempre in difficoltà a restare in silenzio a lungo. 

"Io... Non ho molti dubbi, su dove sarei più utile. I draghi sono... la mia specialità, oserei dire"", disse, mentre si avvicinava ad Emercuryadar. "Per Bahamut, come sei bello!", aggiunse, allungando una mano verso la testa del Drago, i loro occhi simili in maniera impossibile. 

IN DRACONICO

Spoiler

"Ti ringrazio, figlio delle nuvole, per l'onore e la gioia che mi dai, a farti vedere. Il mio cuore è lieto e fiero, orgoglioso della tua magnifica presenza".

 Clint stava, letteralmente, piangendo, mentre si rivolgeva al drago d'argento. 

"Maestà, io ho studiato i draghi per tutta la vita; ho trascorso l'ultimo anno ad informarmi su quelli che abitano queste zone... sono pronto a cercare la tana di Azariaxis ed a cercare di convincere Plathonirax. Ma non sarà facile. Non tutti i metallici hanno ľistintiva, endemica, intrinseca bontà degli argentei e dei dorati. Le altri stirpi sono meno intuitive, più solitarie ed egocentriche. Ci serviranno tutti i dati sulle Colline Cremisi, sulla loro ecologia e conformazione. Oltre a quello che già conosciamo. 

IN DRACONICO, AGAIN

Spoiler

"Splendente stella del giorno, sapere che i tuoi occhi saranno nostri è come sapere di avere già combattuto e vinto ogni guerra".

DM

Spoiler

Conoscenze: Arcane +15, tutte le altre +13.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thorlum TagliaRocce

 

Thorlum intervenne, subito con foga. Gli SchiacciaGoblin sono infidi, vigliacchi e malvagi...hanno il cuore d'argilla. Devono sparire da questo continente. Tutti...dal più grande al più piccolo. Non ci può essere negoziato con loro. Per quale motivo dovremmo parlarci. Noi del clan TagliaRocce siamo i legittimi proprietari della montagna. Loro non hanno alcun diritto su quei territori! Quella città è nostra. Non esistono negoziati. Gli SchiacciaGoblin devono essere annientati.

Inoltre, chi  è questa Vedra, e a quale clan appartiene? Se appartiene a quella stirpe, vorrà sicuramente portarci in una trappola! Perché dovremmo fidarci. Beregar perché hai organizzato una assemblea con  i Kruti? (nanico: nano che ha paura delle capre di montagna; un capraio; un insulto). Tutto ciò non ha senso. Continuò con voce pieno di astio e odio. Io andrò ad Huruk-Rast è annienterò ogni SchiacciaGoblin che mi si presenterà davanti. Non ci sarà alcun accordo con loro. Nessun trattato! Finché sarò in vita non permetterò mai che ciò avvenga.  Sia negli atteggiamenti che nelle parole era palese l'odio che Thorlum provava verso quel clan. Un odio profondo, viscerale che non lasciava spazio ad alcun tipo di ripensamento.

Nessun accordo!!!  Principe Derbel, prometto che avrà quel passo. Non appena arriverò, scaccerò quei parassiti. Dovesse essere l'ultima cosa che faccio!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

Il freddo ha iniziato a marciare su Firedrakes, colpendo la città nella sua morsa. La tiefling stregona sembra risentirne meno rispetto alla soglia umana, avendo una naturale resistenza ai climi freddi e caldi, ma si presenta comunque più coperta del solito. Ha avuto questi tre mesi per stare con Ragnar il più a lungo possibile, conscia del fatto che ben presto lo avrebbe lasciato nelle mani delle tutrici del palazzo.
Si presenta così la tiefling con un'espressione ancora leggermente pensierosa e preoccupata, non del tutto abituata al distacco con il proprio figlio, ma sicura che sta facendo la cosa giusta in questo momento per garantirgli un futuro.. Allontanarsi per combattere quella guerra imminente, compresa quella all'interno della sua testa, è la cosa migliore da fare.

Ascolta le parole che vengono donate dal principe e sua sorella, così come Beregar e il nuovo alleato che si è aggiunto a combattere per quella causa. Gli occhi scarlatti di Seline si concentrano principalmente su quest'ultimo nel comprendere che si tratta di un drago d'argento. La coda si smuove un poco, l'espressione rimane severa ed attenta, soppesando quei ragionamenti e quelle parole, ma niente viene proferito di rimando da parte della stregona. Conosce i dettagli di quella missione, sa che si dovranno dividere e che dovranno affrontare due vie per poi ricongiungersi.. Sempre che tutto vada nel migliore dei modi.

Dove pensi di andare Seline?
Lo sguardo della tiefling si sposta verso Bjorn e si avvicinerebbe proprio a quest'ultimo per squadrarlo qualche istante, prima di aggiungere.
Tu che strada pensi di prendere? Vorresti seguire Clint o Thorlum?
Chiede, attendendo una sua risposta, tornando a mirare nuovamente il nuovo alleato che si è posto davanti al gruppo.

Che indecisione.. Certo i draghi hanno il loro fascino e i loro misteri, ma anche i nani sanno il loro fatto a nascondere qualche segreto interessante.. Chissà se tra quelle caverne hanno rinvenuto qualcosa che ci potrebbe essere utile.
Non è il momento di pensare a ciò, adesso dobbiamo fermare questa guerra.
Perchè mai?.. Una guerra non è altro che una guerra.. Una semplice distrazione da utilizzare per i nostri scopi.
E Ragnar?
Tranquilla che non mi sono dimenticata di lui.. Non lascerei che quella preziosa vita cada per mano di sciocchi.

Un leggero sospiro per poi scuotere la testa, prima di osservare il resto del gruppo e comprendere ciò che verrà deciso e come si divideranno una volta giunti al punto di incontro.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ariabel

Sera dopo la convocazione, In camera con Derbel. VM 18.

Spoiler

Ariabel si lavo', profumo' e sciolse i capelli biondi di modo che le arrivassero a lambire la vita. Ultimamente aveva preso l'abitudine di tenerli chiusi in una stretta e morigerata treccia, ma per il suo uomo no', a lui piaceva sentirli scendere sopra il proprio petto e accarezzargli la schiena dopo che lei vi aveva affondato le unghie.

Ora era il turno di Derbel di perder tempo in bagno e lei lo stava aspettando in piedi davanti al camino, con un bicchiere di porto in mano e solo la splendida collana che lui le aveva regalato a coprirla.

Lo senti' arrivare e trattenere il respiro.

E se per i prossimi due giorni tagliassimo fuori tutto il mondo e ci rinchiudessimo in camera? chiese poggiando il bicchiere sulla mensola e voltandosi: Tu ed io, o anche qualcun altro se ti va' di fare il gioco sporco disse ridacchiando, come si trattasse di una semplice battuta mentre si trattava di un modo per sondarlo, un modo per permettergli di ampliare i suoi orizzonti se solo avesse voluto.

L'elfa gli si avvicino' inondandolo col suo profumo, era un po' che aveva smesso di drogarlo con continuita', ormai ne faceva uso assai di rado solo per rintuzzare la fiamma nel caso si fosse sopita; adesso che era entrata nella sua camera da letto preferiva usare i metodi classici che tutte le donne intelligenti sanno padroneggiare fin dall'inizio dei tempi.

Ovviamente non aveva rinunciato a modificare il suo corpo e grossi turgidi seni furono quelli che toccarono il petto di lui mentre le mani di Ariabel presero a sfiorargli collo e spalle fino a bloccargli i polsi: Oggi lascia fare tutto a me disse scendendo.

Lo prese in bocca indurendolo poi costrinse il principe ad inginocchiarsi e gli passo' dietro per legargli le mani, ricordi la parola per fermarmi?  Meth herdir ,disse lui iniziando a sudar freddo,  bravo ma si pronuncia  Herdit mi raccomando, Padrona deve sentirsi bene o non mi fermero' subito gli sussurro' alle orecchie, ma tu non preoccuparti, te lo leggero' negli occhi quando vorrai dirlo e chiuse il bavaglio sulle sue labbra.

Ora Derbel giaceva sul tappeto di fronte al fuoco, le mani e la bocca legati, il pene svettante verso l'alto. Ariabel lo scottava con le braci per poi incidergli il punto coi denti e quindi cavalcarlo come premio. Utilizzava le sue arti per controllare cosa lo eccitasse di piu' e quando si sarebbe avvicinato troppo al punto di rottura ma da come uggiolava e inarcava la schiena sembrava piacergli tutto.

Ogni tanto si levava in piedi di fronte costringendolo a guardare senza poter far nulla e si toccava abilmente godendo e leccandosi i seni.quando lui provo' ad avvicinarsi per supplicarla di liberarlo lei  scalcio' violentemente calpestandolo e prendendo in mano lo stocco, hai paura? disse leggendogli il dubbio negli occhi; ma non hai capito che ti amo?

 L'impugnatura  era stata fatta seguendo abilmente le sue indicazioni ed ella se la infilo' dentro mostrando di trovarla particolarmente eccitante. La prossima volta useremo sia te che lei contemporaneamente disse non potendone piu' e strappandogli i lacci con foga: adesso dammelo, dammelo subito! supplico' mettendosi a quattro zampe .

Piu' tardi i due giacevano sfiniti nel loro letto. Ariabel inizio' a cantare carezzandolo dolcemente

Spoiler

Alterare se' stessa per i seni e un filo di restyling

affascinare

intrattenere arti sessuali +9 intrattenere recitazione +12 sense motive( per comprendere le sue preferenze) +6

e ora: ipnosi ( lui ha -2 al ts)

 

accortasi che la sua trama ipnotica eveva avuto effetto inizio' a tessere la tela: come sei bello, ed eccitante.

Ma non avrai trovato e non troverai mai nessuna che possa eguagliarmi, con nessuna riuscirai a godere di piu' perche' tu ami solo me. Ora dimmi mio caro, quando intendi sposarmi? presto dovro' partire e forse sarebbe il caso di accellerare le nozze, non vorrai che quella odiosa di Marie Antoinette ti mettesse di nuovo i bastoni tra le ruote. la giovane Ivrastill e' brutta e noiosa e nessuno la vorrebbe prendere in sposa mentre io potrei essere costretta ad usare il mio corpo per aggiudicarti degli alleati.

Lo farei pensando solo a te, una martire per la tua causa.

Come ben sapeva una sola domanda era stata posta mentre gli altri erano solo suggerimenti che forse non sarebbero nemmeno rimasti alla coscienza ma avrebbero operato attivamente dentro di lui.  Attese di ricevere la  risposta e poi lo lascio' addormentare. Come sei stanco mio caro, riposa adesso, riposa tranquillo. 

 

Edited by shadizar
  • Like 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra 

La barda si presentò alla convocazione del principe vestita con una pesante maglia di lana blu scuro e delle comode braghe in pelle che le tenevano al caldo le gambe. Nonostante l'abbigliamento quasi invernale, un brivido le attraversò la schiena nel momento in cui si palesò il drago con pesanti ed imponenti passi: finalmente i suoi sforzi avevano dato i loro primi frutti ed un nuovo, potente e splendido alleato ora proteggeva il regno con il gruppo di eroi e gli Avercels tutti! 

Restò ad ascoltare come ipnotizzata la voce profonda e metallica del drago e non mancò di chinare lievemente la testa quando Emercuryadar la ringraziò pubblicamente: 

@Draconico

Spoiler

È stato un piacere! 

Per quando mi riguarda - disse la barda - seguirò Clint sui Colli Cremisi: si è dimostrato un validissimo comandante e non permetterò che gli accada nulla di male. Conosco anche le lingue usate da giganti, goliath, draghi e goblinoidi quindi penso che mi riuscirei a rendere più utile lí che a parlamentare con i nani. E ammetto - aggiunse Chandra arrossendo che speravo enormemente di poter viaggiare insieme ad un drago d'argento puro, spero di poter apprendere di più da voi sulla mia duplice natura. 

@draconico

Spoiler

E magari troveremo anche chi ha osato profanare le tue spoglie... 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Da mesi non mettevo piede all'interno del Palazzo.
Mi mancava? Per niente

Fui però felice di rivedere tutti, o quasi, quelli con i quali sono partito per salvare Sophia.
Tutti più o meno uguali a come li ricordavo, mi era stato detto che alcuni avevano iniziato a frequentarsi, altri si erano addirittura scambiati promesse d'amore.
Come cambiano le cose con il tempo.

Eppure altre cose rimangono invariate: eravamo di nuovo fi fronte a Derbel che cercava il nostro aiuto per questa presunta lotta tra draghi.
Non che ci capissi qualcosa, ma il mio basso interesse venne destato e rialzato quando un drago palesò la sua presenza dopo un pò che eravamo tutti riuniti in quella stanza.
Ci sarebbero state decine di domande che avrei voluto fare ma altri, per fortuna, presero parola prima di me.. avrei aspettato la decisione della persona della quale mi fidavo di più e rimasi in attesa di una parola di Tonum.

Non che la sua decisione fosse anche la mia, ma avrei valutato la supervisione su quella futura famiglia che mi aveva detto aveva intenzione di creare.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra 

Una volta che l'udienza fù terminata, Chandra cercò un momento per avvicinarsi ad Emercuryadar e salutarlo finalmente a quattr'occhi nella sua lingua 

Spoiler

Ho sperato vivamente che potesse funzionare: di una creatura cosí nobile e saggia non dovrebbe mai esserefatto scempio come è stato fatto col tuo corpo. Se posso fare qualcosa per assicurare al giudizio o alla furia di tua madre chi ti ha fatto ciò, sono a tua disposizione.

Cercò lo sguardo di Clint facendogli segno di intervenire ed aggiunse @Ghal MarazO posso dire "siamo"? Clint è un comandante coraggioso, con lui ho condiviso per primo l'idea di cercare un modo per riportarti in vita e mi ha appoggiato immediatamente. E condivide anche lui molto con i draghi più nobili... 

Scambiati i saluti di rito per conoscere finalmente il drago di persona, Chandra si avviò con Sophia verso le loro stanze tenendola per mano dolcemente. Una volta giunti, le aprì la porta cavallerescamente ed entrò dietro di lei. 

@Sophia

Spoiler

Il giorno che temevamo di più infine è arrivato: non quello in cui i draghi bruceranno tutte le città degli uomini, non quello in cui i demoni usciranno dall'abisso per divorare le anime dei puri di cuore, ma quello in cui dovremo separarci per qualche tempo... 

Ti ho promesso più volte che alla nascita di nostro figlio sarò al tuo fianco e se il piano di tuo fratello e dei suoi consiglieri è valido, riuscirò a tornare con tutti gli altri in tempo. Ma sappi che se qualcosa dovesse andare storto ho preso delle precauzioni per fare in modo di essere da te il prima possibile. Tu contunua a parlarmi ogni sera con la pietra magica, io farò lo stesso e così sapremo di stare bene. Tutti e tre... 

 

La barda si guardò intorno cirscospetta come se fosse in una piazza pubblica, per poi avvicinarsi di nuovo alla sua amata: Ti dovrei confessare un'altra cosa amore mio... Mesi fa durante le ricerche sulla Xorvintaal e su alcuni rituali magici, ho cinisciuto una persona nella biblioteca del tempio di Boccob: è uno gnono ed è in grado di manipolare la trama magica oltre ad avere diverse altre doti... Abbiamo stretto pian piano amicizia ed è un amico di Firedrakes, stai tranquilla, ma si è appassionato a questa ricerca sul grande gioco dei draghi e si è detto disponibile a darci una mano. Non gli ho chiesto di venire con noi, ma di badare a ciò che di più caro ho al mondo: tu ed bambino. 

Uno piccolo gnomo uscì allora dall'ombra mostrandosi a Sophia: Molto piacere contessa, finalmente posso parlarvi di persona, potete chiamarmi Pnash. Disse facendo una riverenza. 

Da qualche settimana ha preso dimora qui vicino per tenerti meglio sott'occhio. Stai tranquilla, è una persona molto discreta per essere uno gnomo e non ti recherà alcun disturbo, ma se avessi bisogno di aiuto o avessi bisogno di contattarmi, chiedi a Pnash e baderà lui a te e al bambino mentre io sarò via. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor (draghi, sangue di draghi, pseudodraghi e confusione)

Clint fece un cenno di ringraziamento verso Chandra, per poi riprendere a parlare al drago

INDOVINATE UN PO'? DRACONICO!!!

Spoiler

"Lady Chandra mi dà più merito di quanto dovrebbe. Sebbene io la abbia spalleggiata in tutto e per tutto, l'intuizione geniale è stata la sua, così come la strada per riuscire a concretizzarla. La sua conoscenza di certi misteri della magia giganteggia su di me. Così come sua, congenita, è la purezza della linea di sangue che la lega alla tua stirpe, radioso signore dei cieli. Bahamut sia ringraziato e lodato... quando ho visto quel maledetto che si era adornato delle tue scaglie, il mio cuore è invecchiato di colpo di dieci anni".

 Clint non se ne rese conto, ma ormai i suoi occhi erano quelli di un drago, le sue scaglie perfettamente plasmate, la sua parlata articolata senza imperfezioni, dalla sua bocca usciva aria congelata. 

DM

Spoiler

Puro flavour, ovviamente. 

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Umana Elocatrice) 

La stagione invernale era arrivata alle porte e il completo nuovo di Celeste effettivamente non era troppo consono alla stagione. Per fortuna dentro al castello vigeva ancora un po' di calduccio. 

Davanti alla riunione Celeste era completamente assente. Tonum ed anche gli altri che gli stavano di fianco avrebbero pututo notare l'elocatrice guardare e giocare col suo orologio/bussola aprendo e chiudendo il cofanetto in cui erano incise le iniziali dei genitori. Solo Tonum, il quale si era interessato, sapeva che poco meno di due mesi fa, al compleanno della giovane una lettera indirizzata a loro era stata spedita, ma senza avere ricevuto una risposta in cambio. Solo quando il principe nominò Garnia Celeste alzò lo sguardo... Ma niente... Nessun cenno a Savana... Mi scusi, vostra altezza. Per caso non vi sono novità per la questione di Savana? Ascoltata la risposta, indipendentemente da quale essa fosse, Celeste ringrazio cordialmente, col suo sorriso, per poi riabbare lo sguardo e continuare a giocare con l'orologio. Stanno bene. Ne sono sicura Celeste. In fondo noi non ci siamo fatti sentire per due anni... Avranno di certo da fare... Però... La scorsa volta avevano risposto nel giro di due settimane... Sono passati due mesi... Speriamo stiano bene... 

L'attenzione di Celeste, però, venne finalmente smossa. Quando il pavimento cominciò a tremare per i passi Celeste divvenne guardinga. Da due enormi porte un grande Drago D'argento varcò la soglia entrando nella sala delle udienze con fare tranquillo. Celeste osservò il muso della creatura.

Seppur diversi, seppur così diversi, Celeste nel volto della creatura rivide in un flash Azariaxis... Si ergeva fiero e con sguardo maligno osservando la ragazza. Ed in attimo... Soffiò... Quel soffio che la investì completamente dalle fiamme bruciandola viva... Sentì il fuoco che le entrava nei polmoni impedendole di respirare... Celeste riaprì gli occhi ispirando copiosamente... Inconsciamente si era nascosta dietro a Tonum cercando protezione... Il ricordo del drago era ancora vivido... Forse era per questo che non aveva presenziato all'interrogatorio del Territore Cremesi durante quei mesi... 

Però quando si "risvegliò" da quel sogno ad occhi aperti notò la postura e la gentilezza del drago. Uscì dal suo "nascondiglio" per poi stringere la mano del giovane... Il cuore le batteva a mille per la paura, ma era intenzionata a superarla. S-sei b-b-buono q-quindi? P-piacere Emercuryadar. Mi chiamo Celeste e s-so-sono un'avventuriera girovaga! Non si preoccupi! S-scopriremo cosa è successo a vostra madre! Lo giuro! Celeste con le sue sue ultime affermazioni acquistò sicurezza. Sapere la situazione di un parente in difficoltà... Un argomento al quale la ragazza teneva particolarmente. 

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (umano chr/tem)

Quando io e Celeste fummo convocati nella sala delle udienze, mi preparai velocemente; un'espressione un po' preoccupata mi si dipinse in volto. Non mi sarebbe dispiaciuto tornare all'avventura dopo tutti questi mesi, ma un altro pensiero mi gironzolava in testa...
Dopo pochi minuti comunque ero pronto. Sorrisi alla ragazza quando anche ella uscì dalla camera, e ci avviamo assieme mano nella mano verso gli altri.
Vidi con la coda dell'occhio che l'elocatrice continuava a fissare il suo orologio, e sospirai lievemente stasera dovremo parlare...
Ascoltai quindi attentamente il discorso del principe, poi guardai abbastanza sorpreso il drago d'argento  ma da dove...?
Notai il timore di Celeste, e quando mi strinse la mano le sussurrai Guarda il colore: è d'argento. Quelli d'argento sono tra i più buoni al mondo.
Poco dopo, iniziò una lunga discussione su chi dovesse andare ai Clivi Lunari e chi alla cittadella nanica. Ovviamente mi proposi per la prima destinazione, poichè grande era il mio desiderio di ritrovare il tesoro di Azariaxis, e scarsa la mia propensione alla diplomazia. Però non si riusciva a trovare un accordo, nemmeno dopo più di un'ora di dialoghi e confronti. Un po' spazientito, presi la parola a gran voce.
Sentite.... farò io da aiuto-diplomatico a Trull. Non è certamente la mia specialità, ma confido che con un po' di aiuto della tempesta riuscirò a svolgere questo compito in maniera quantomeno passabile. Va bene? Così Chandra e Clint andranno dal drago, magari portandosi dietro anche Thorlum. Non volercene, ma il principe ci sta chiedendo una missione diplomatica, e tu mi sembri l'ultima persona in questa sala, anzi, in tutta Firedrakes, che porterei con noi. Capisco le tue motivazioni, e proprio per questo ti terrei lontano da quel luogo, dove proveresti solo rabbia e risentimento. Oltre a far fallire la missione. Tom Po, mi pare che a te interessasse vedere un luogo nuovo, vero? Arruolato. Flurio, tu invece, se non sbaglio, ad una sessione di Cunic... di allenamento hai parlato in nanico, vero? Arruolato. Zhuge, tu sei nettamente il più saggio e sapiente di questo gruppo. Arruolato. Celeste... arruolata! E Trull, vabbè, tu sarai il nostro membro più importante. Arruolato. Ci sono opposizioni? Parlate ora, o tacete per sempre Non sarò stato troppo drastico?

@Tutti: 

Spoiler

Scusate per la presa di posizione di Tonum 😅 Ovviamente ribattete se volete, però ho provato a riassumere un po' e a dare un filo logico a quella che pare ad ora la suddivisione più accettata. 

 

Edited by ilmena
  • Like 1
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

La discussione prosegue all'interno di quella stanza con il nuovo ed argentato alleato. Una figura maestosa per la tiefling, sebbene non sembra aver particolarmente voglia di scambiare qualche parola, rimanendo nella propria riservatezza ed osservando semplicemente Chandra e Clint intenti ad ammirarlo e a degnarlo delle dovute attenzioni. L'attenzione si sposta successivamente su Thorlum che ha dichiarato quell'astio nei confronti dei suoi confratelli, ma la tiefling non conosce i clan nanici e non ha la minima idea dei passati burrascosi che si possono essere creati.
Torna semplicemente a guardare Bjorn.
Senti.. Ragnar sarà tenuto al sicuro a palazzo, mi hanno detto che gli daranno tutte le attenzioni necessarie. Sono sincera, non me la sento di lasciarlo, ma tutto questo lo sto facendo per lui. Vorrei semplicemente tornare a Firedrakes e potergli dimostrare che non c'è più nulla da temere.
Spiega la tiefling al nordico, giusto per informarlo della situazione del figlio, prima di passarsi la mano destra sui capelli per sistemare una ciocca ribelle sopra il corno destro.
Inoltre ci ho riflettuto molto dopo che è nato Ragnar, dopo che abbiamo avuto modo di parlare. Vorrei conoscere i miei genitori, intendo quelli reali. Non ho molti ricordi al momento, ma potrei approfittare di questo viaggio per ricavare qualche informazione.. So che sarà difficile rintracciarli, ma vorrei tentare.
Prosegue con le sue parole, prima di guardarsi un poco intorno e cercare quello che è il suo quasit.. Totalmente assente all'interno della stanza o, almeno, così pare. La piccola creatura in realtà sta girellando proprio per quella stanza come il piccolo demonietto che è, assecondando il volere della sua padrona o, ancora meglio, di colei che effettivamente lo ha creato. Le sue piccole ali sbatteranno per sollevarsi un poco da terra e raggiungere l'altezza di Thorlum, avvicinandosi proprio alla sua spalla destra.
x Thorlum

Spoiler

Un grande e forte nano come te, non fuggirà di certo davanti ad uno scontro con quegli SchiacciaGoblin.
La vocetta è leggermente stridula, gracchiante e arriva come un sussurro all'orecchio destro del nano.
Alla mia padrona piacciono le tue parole, piacciono eccome..
Il piccolo quasit, completamente invisibile agli occhi, cercherebbe di andare ad afferrare il volto del nano con quelle sue manine scheletriche e artigliate per cercare di fargli inquadrare Seline.
E' proprio lei.. Ma shhhhhhh.. SHHHHH... Silenzio.. Non devi dire nulla adesso perchè a lei piace giocare a nascondino.. A lei piace uscire allo scoperto solo quando è necessario.. Capisci, sì?
Le manine artigliate lascerebbero il volto del nano per permettere al quasit di tornare a volare.
Lei ti avrebbe fatto combattere contro tutti quei codardi degli SchiacciaGoblin.. E ti avrebbe anche dato una mano sì!

Seline tornerebbe così ad osservare Tonum che da direttive su come il gruppo dovrebbe dividersi quando sarà giunto il momento e, alla tiefling, non le rimane altro da fare che annuire, accettando quella proposta senza troppi problemi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Skaldsson (Kalashtar Ardente)

Gli ultimi mesi erano stati parecchio felice per il guerriero. Il piccolo Ragnar gli stava dando molte più soddisfazioni di quanto avrebbe potuto immaginare ed era circondato da persone che lo avevano riempito di regali e affetto. Era anche riuscito a stringere il suo rapporto con Seline, imparando altro su quella ragazza. 

Si presentò assieme agli altri a quella riunione a corte con la sua nuova armatura, un pettorale di mithral decorato con delle rune delle sue terre, al quale aveva appeso i suoi trofei, a cui si era aggiunto un frammento di uno degli artigli del drago. Ascoltó ciò che i reali avevano da dirgli, osservando sorpreso il drago d'argento entrare nella stanza. Era un figlio della Protettrice del Nord, ucciso dal bugbear che Celeste aveva sconfitto, a quanto sembrava dal suo racconto. Perché i draghi devono sempre scegliere nomi tanto complicati? Forse vogliono mostrarci la loro superiorità mostrando la loro capacità di pronunciare queste parole. Si focalizzó quindi sulle proposte dei vari avventurieri, roteando gli occhi quando sentì la conclusione di Thorlum, prima di annuire di approvazione alla divisione proposta da Tonum. Tornò quindi a dare la sua attenzione a Seline, sospirando di sollievo quando gli riveló che Ragnar aveva già chi lo avrebbe curato. Avrei fatto la stessa scelta. Mi dispiace doverlo abbandonare, anche solo per questo breve periodo, ma rimanendo qui non gli garantiremmo certo il futuro che abbiamo sognato per lui. Bjorn sapeva già che quel bambino sarebbe stato destinato a compiere grandi imprese, anche se per ora si limitava a fargli passare notti insonni e a guadagnarsi l'attenzione di tutti i cittadini di Firedrakes che lo vedevano per strada. Puoi contare sul mio aiuto. Vedrai che riusciremo a trovarli, ne sono certo. Ma è pronta a rivederli e a sentire la dura verità sul motivo per cui l'hanno abbandonata? Mmmmm... Sì, Seline è la persona capace di farcela. Tornò quindi a rispondere ai suoi compagni e a porre le sue domande al principe La proposta di Tonum mi pare sensata, mi trova d'accordo. Non so cosa sia successo tra il tuo clan e questi Schiacciagoblin, Thorlum, ma dovreste mettere da parte le vostre diatribe durante questa guerra. Dobbiamo rimanere uniti contro i draghi, non possiamo permetterci di schiacciarci tra di noi. Disse al nano, prima di aggiungere Ma forse sarebbe meglio che tu ci spiegassi il motivo del tuo odio, così da avere tutti gli strumenti per comprendere la situazione. Magari è anche legato al motivo per cui quel valico è stato chiuso. Si inchinó quindi al drago suo conterraneo, in segno di rispetto, parlando poi al principe Posso chiedere che itinerario seguiremo una volta valicare le montagne? Ci sono dei territori del Nord a cui non posso avvicinarmi, non vorrei essere d'impiccio al resto del gruppo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Thorlum Tagliarocce! tuonò Beregar dal suo scranno, con una tale intensità che quasi lasciò intendere che si sarebbe alzato in piedi, se ne fosse stato in grado Questa irruenza è ciò che un vero capoclan non dovrebbe avere se ha a cuore i nani che vuole proteggere. Huruk-Rast è immensa, ci sono otto clan al momento e più di cinquemila abitanti. Non tutti sono Schiacciagoblin, certo, ma pensi che un gruppo di superstiti assetati di sangue riceverebbe il supporto che desideri? No! I tuoi nemici hanno giocato d'astuzia, hanno accumulato potere, sii in grado di fare altrettanto. Non ti sto dicendo di scendere a patti con coloro che odi, ma di convincere il concilio dei clan. Ho speso mesi per cercare alleati per te al suo interno, ma se possibile vorrei evitare che venga sparso sangue del nostro popolo, buono o cattivo che sia. Ci servirà tutto l'aiuto possibile per la Xorvintaal.

Quanto a Vedra non hai di che temere: ella è mia figlia sentenziò Beregar, con una smorfia Il sangue è più denso della roccia e garantisco io per lei. Se ti fidi di me, potrai fidarti di lei. Se non ti fidi... vi è la via delle Colline. A te la scelta.

Emercuryadar gonfiò il possente petto e sollevò il muso alle parole di Clint Sì, lo so, a volte io stesso rimango impressionato da tanta magnificenza gongolò il drago parlando in Comune, dopo tutti quei complimenti ricevuti. Dopo le proposte dei due, il drago annuì a più riprese

Siete una bella accoppiata, mi piacete disse Emercuryadar squadrandoli Accetto volentieri i vostri servigi, Clint e Chandra. Ma lavoreremo tutti assieme, al meglio delle nostre possibilità. Confido che insieme saremo in grado di liberare le Colline Cremisi dai problemi che le affliggono. Meglio ancora se lo potremo fare in modo spettacolare, tale da finire nella leggenda! pronunciò, lo sguardo che vagò in giro, per poi inarcare il collo e abbassare il muso fino all'altezza di Celeste per poi fiutarla Per essere una girovaga ti fai molti bagni Emercuryadar ridacchiò Accolgo con piacere il tuo giuramento, Celeste, e io ti giuro che rimarrò buono come lo sono sempre stato!

Il principe Derbel annuì alle parole di Celeste Le questioni della Savana sono legate a Garnia, il regno di Augustus Mac-Tir si trova a nord di quella steppa selvaggia, ma non ho dimenticato le questioni personali che hai per quella causa. Farò del mio meglio per informarmi, hai la mia parola promise il sovrano.

x Clint

Sophia si aggiustò sullo scranno Emercuryadar conosce l'ubicazione della tana di Plathonirax, ma faremo in modo di segnarlo nelle vostre mappe. L'area è piena di gole e pertugi in cui vivono diversi predatori. Dovrete fare attenzione nella vostra esplorazione raccomandò per poi udire le prime proposte circa la missione preferita Confidiamo che saprete dividervi secondo le vostre specialità, in modo da portare a compimento entrambe le missioni. L'aiuto dei clan di Huruk-Rast e la liberazione del passo sono fondamentali agli sforzi della guerra, così come il sostegno di Plathonirax e il controllo sulla costa la contessina quindi si rivolse a Bjorn L'attraversamento del valico di Huruk-Rast dipenderà dal vostro operato, mentre le Colline Cremisi offrono più di un percorso. Ma l'importante è che raggiungiate Gedser, che è all'inizio dei Fiordi, una volta valicati i rispettivi percorsi. Da lì potrete valutare meglio i vostri percorsi, in base alla situazione e alle vostre disponibilità. Partirete domani mattina a quest'ora. Le carrozze reali vi porteranno al cancello nord della città, ma se oggi vi serviranno per fare gli ultimi acquisti, disponetene come meglio preferite.

Il principe si rivolse ai presenti Fate anche attenzione al tempo, l'in--

L'Inverno sta arrivando disse Emercuryadar, con tono drammatico

Il principe lanciò un'occhiataccia al drago d'argento. I reali si alzarono, pronti a tornare alle loro faccende di corte. Il giorno dopo vi sarebbe stata la partenza

x Ariabel VM18 (Challenge Accepted)

Spoiler

Intrattenere recitazione +12+14=25

Intrattenere arti sessuali +9+2+9=20

Percepire intenzioni +6+7=13

TS su ipnosi totale 3 FALLITO

Derbel fu completamente succube delle torture psicologiche e fisiche di Ariabel, arrivando a graffiarsi i polsi nel tentativo di liberarsi, tale era il suo desiderio di possedere l'elfa a cui si era promesso. Quando ella lo liberò, però, il tono della voce supplichevole diede al sovrano l'occasione di vendicarsi. Facendo appello a tutto sé stesso, laddove il suo membro pretendeva l'appagamento che gli era stato promesso, Derbel strinse i denti e si trattenne, contemplando per un attimo la donna a quattro zampe davanti a lui Se deve essere la nostra ultima notte prima della partenza disse Deve essere indimenticabile per entrambi dichiarò

Il principe le si avvicinò da dietro, carezzò con le mani le sue natiche prima di farne scivolare una tra le gambe di lei, carezzarle delicatamente il suo monte di venere, presagio di quell'arrivo a uno dei punti più delicati, il clitoride. Un lieve sussulto fu ciò che udì, un chiaro messaggio. L'uomo disegnò piccoli cerchi con il dito, stimolando quel piccolo punto così sensibile. Cercò di capire il ritmo del respiro di Ariabel, per capire quando ella cominciava a controllarsi a quel movimento... e fu allora che scostò la mano, la afferrò per i fianchi e la penetrò con il suo membro, fremente di desiderio.

Ma non voleva ancora accontentarla. Lei desiderava ritmo, passione bruciante, ma egli decise di torturarla ancora un po', una vendetta per quello che aveva subito, un assaggio di ciò che egli aveva imparato in tutti quei mesi. Ariabel era la maestra esperta, bellissima e desiderabile, ma lui era un giovane e diligente allievo, uomo all'apice della sua forma fisica. Congiunti, Derbel accarezzò i fianchi dell'elfa, strinse le piccole spalle della più gracile femmina e passò una mano tra i suoi lunghi, meravigliosi capelli, per poi afferrarli e strattonarli di violenza, tirandola a sé Anche io ti amo, Padrona disse, tenendola stretta a sé. La mano libera accarezzò i seni che egli adorava, sentendosi in possesso di tutto ciò che un uomo poteva desiderare. Solo allora cominciò a ripagare piano piano la donna che lo aveva portato a quel livello di eccitazione, iniziando a muovere lentamente il bacino. Ella poteva sentire il suo membro farsi strada attraverso di lei, colmarla con il suo calore, stimolando la parte più delicata che era in lei.

Il movimento divenne ritmo, il ritmo passione: Ariabel fu costretta a quattro zampe, come ella desiderava all'inizio, mentre il suo uomo muoveva il bacino a un ritmo sempre più incessante, sfiancante e appagante per entrambi, le mani di lui che stringevano convulsamente la sua stretta vita, liberandosi solo per rivolgere uno schiaffo a quelle piccole, sode natiche.

Quando la fatica si fece sentire, Derbel la spinse in basso, stesa sotto di lui, il viso a terra. Egli era il padrone apparente della situazione, il respiro rotto dalla fatica, le mani che si intrecciarono a quelle di Ariabel fino al momento in cui infine egli cedette. Il suo membro, finalmente, potè liberare il suo ardore e inondare Ariabel del suo caldo seme, colmando la sua parte più intima del frutto del loro desiderio.

I due giacevano sotto una coperta in pelliccia, completamente nudi, Ariabel appoggiata pigramente sopra il petto del suo uomo. Quando ella pronunciò il suo incantesimo, filamenti luccicanti pervasero l'aria all'interno del baldacchino in cui si trovavano. Le pupille di lui parvero per un attimo farsi più spente Quando tornerai dal nord, amore mio. Deve essere una cerimonia incredibile, la più sfarzosa di sempre! pronunciò. A quanto pareva, l'opulenza del principe pareva più forte della logica Non mi importa se Garnia mi farà la guerra, tu sarai mia moglie disse stringendo gli avambracci di Ariabel Tu non dovrai nemmeno pensarci a dare il tuo corpo, neanche fosse per una certa vittoria. A costo di fare a pezzi tutti i draghi da solo, tu sarai solo mia: padrona, consorte, madre dei miei figli.

Infine egli si rilassò, scivolando in un placido sonno, abbracciato ad Ariabel.

x Chandra

Spoiler

Mi preoccupi quando parli così, Chandra disse Sophia, stringendo convulsamente le mani della barda E' un piacere conoscervi, Pnash disse rivolgendosi allo gnomo, per poi riportare la sua attenzione su colei che la stava per rendere madre Fai attenzione amore mio, non... non voglio nemmeno pensare a che cosa ti potrebbe succedere Sophia la abbracciò, stringendole la vita e affondando la testa sul suo petto Fai attenzione ripetè

x tutti

Spoiler

I pg possono ruolare liberamente o intraprendere azioni, il giorno dopo vi metterò in viaggio verso Coltre Grigia

 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor

Quasi pigramente, Clint abbandonò la sala, preso da una generosa indolenza. Osservò Thorlum, indeciso se aggiungere qualcosa alla reprimenda di Beregar, trattenendosi nel timore di offendere il palese orgoglio del Nano. 

Si fermò in biblioteca una manciata di minuti, sapendo che lì avrebbe potuto trovare calamaio, penna e fogli di pergamena. Scrisse poi tre biglietti. 

DM, Ariabel

Spoiler

Il primo lo indirizzò ad Ariabel, che si era volatilizzata subito dopo la conclusione dell'udienza. 

"Mia Dame Ariabel,

Perdonate la mia solita pochezza, poiché mi sono lasciato trasportare da entusiasmo ed emozione e non Vi ho adeguatamente interpellata.

Nonostante non ne abbiamo mai parlato in precedenza, il mio senso del dovere mi impone di domandarVi se desideriate la mia inadeguata protezione anche al di fuori della Città, i cui confini erano il limite originario del mio impegno nei Vostri confronti. Se ciò dovesse essere e non Vi venisse assegnata una scorta più capace, Vi prego di rendermi partecipe dei Vostri desideri, in modo da poter adeguatamente preparare il mio viaggio; nel caso preferiate dirigere alla volta dell'insediamento nanico e mi consideriate ancora al Vostro pregevole servizio, sappiate che non riceverete da me obiezione alcuna. 

Diversamente, se doveste trovarVi più compiutamente difesa da una scorta maggiormente meritoria o se, comunque, optaste per il percorso attraverso le Colline, ammetto che resterò soddisfatto della mia decisione iniziale.

Come sempre servo Vostro,

Clint Connor"

DM

Spoiler

Il secondo fu per la Contessa.

Spoiler

Questo te lo scrivo in PM, caro il mio DM, che occhi troppo curiosi leggono gli spoiler...

 Il terzo, infine, era rivolto a Shalya ed Azalia, nonostante non potesse sapere se lo avrebbero mai ricevuto. 

"Mie dolcissime Shalya ed Azalia,

da troppo tempo non ho notizie Vostre, mie adorate, né dei miei figli, che bramo ogni giorno, sempre più, di incontrare e conoscere, benché io sia certo della loro sicurezza e giusta educazione nelle Vostre amorevoli mani. Mi conforta sapere che stiano crescendo come e più che fratelli, due boccioli spuntati al termine di un lungo inverno per noi, per Voi e per la Vostra florida Corte. 

Purtroppo, sto partendo: la Guerra è finalmente giunta a bussare sorda alle mie porte e non posso ritardare. Vorrei essere lì, con Voi e loro, a gioire della immutabile bellezza della eterna primavera che alberga in Voi e nella Vostra casa.

Temo per la mia vita e soffro al pensiero che possa terminare prima di aver abbracciato il mio (e Vostro!) Sangue almeno una volta, ma sono confortato dall'idea di stare facendo tutto ciò per Voi e loro, l'unica incessante serenità nel mio cuore. 

Abbracciate i piccoli draghi al posto mio e sappiate che Vi ho sempre care nel cuore, la Vostra breve presenza nella mia vita indimenticabile ed impareggiabile.

Nella speranza di assaporare nuovamente, a breve, i colori ed i profumi di Lagocristallo, il Vostro fedele "pseudodrago",

Clint Connor"

Vagamente soddisfatto del risultato, Clint affidò le pergamene, chiuse con diversi sigilli, a tre messi, apponendo sul retro di ognuna di esse il destinatario. 

Si recò poi all'Emporio, per fare qualche ulteriore acquisto "minore", che potesse permettergli di essere maggiormente indipendente in situazioni di mediazione, discussione e convincimento. 

Tornò poi nel suo alloggio e preparò le sue poche cose, pronto alla partenza. Passó infine al tempio di Boccob, per salutare i suoi compagni di studi. 

Infine, provò a dormire, nervoso come non mai. 

DM

Spoiler

Acquistata qualche pergamena magica. 

 

Edited by Ghal Maraz

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

Liang si era svegliato presto come sempre, quella mattina. Dopo i suoi riti aveva indossato i suoi abiti invernali, più pesanti di quelli normali e di colore nero, e si avviò all'udienza, senza dimenticare però di controllare gli ultimi messaggi arrivati dalla sua rete di informatori tramite dei piccoli biglietti consegnati dai garzoni di palazzo.

xDM

Spoiler

Ultime notizie in città e fuori? Cosa hanno sentito i miei piccoli spioni?

Udienza

L'orientale ascoltò impassibile il discorso dei reali e di lord Beregar, riflettendo sulle implicazioni di un possibile shogunato retto da Ishibura. Certo, sembra essere un generale capace... ma se il suo potere deriva dai draghi cromatici, significherebbe avere un signore costantemente sotto ricatto... e tale ricatto si estenderebbe non solo a lui, ma alla sua intera dinastia... Non posso permettere che succeda. Salutò solennemente il drago d'argento, conoscendo la loro indole buona e il loro impegno nella lotta alle forze del male: 

Draconico

Spoiler

Salve Emercuryadar, il mio nome è Zhuge Liang. Sono felice di poter conoscere un nobile figlio dei cieli del nord e onorato di avervi come alleato in questa lotta.

 solamente dopo si permise di interloquire nel discorso. Amici miei, mi metto a vostra disposizione: conosco la lingua del fiero popolo nanico, e ho familiarità con la loro cultura... Essere stato il cognato di un Re Sotto Le Montagne varrà pure qualcosa, no? ... E altresì conosco la lingua dei draghi e quella dei giganti, e ne ho imparato le vie nei miei studi. Dove credete sia più opportuno utilizzare i miei, purtroppo scarsi, talenti? Chiese sorridendo. Prima della fine della conferenza, si riserbò pochi minuti per conversare con Celeste e Beregar, rispettivamente.

x Celeste

Spoiler

Non possiamo lasciare Seline da sola. Sussurrò. Uno di noi dovrà sempre tenerla d'occhio, Celeste. Ho il timore che combini qualcosa di irreparabile se lasciata libera di agire indisturbata.

x Beregar

Spoiler

Saggio Beregar, come sapete in questi mesi ho istituito una mia piccola rete di informatori qui nella capitale: nel periodo in cui sono via, essa sarà a vostra disposizione, complementarmente ai vostri servizi, sicuramente meglio organizzati di quanto sia la mia opera amatoriale. Cionondimeno, spero vi possa essere utile.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra 

La barda tornò nelle proprie stanze con la moglie e lì rimase fino a pomeriggio inoltrato: aveva già acquistato tutto quello che le sarebbe potuto servire lontano da casa e non avrebbe sprecato l'ultimo giorno prima della partenza lontano dalla donna che amava. @Sophia

 

Stai tranquilla amore mio, non mi succederà nulla: ora ho due splendidi nuovi motivi per stare più attenta che mai e tornare a casa sana e salva. 

Le prese la testa tra le mani e la baciò dolcemente, poi congedò Pnash con un saluto: Amico mio, ci lasceresti per favore? Ho disposto già tutto per la partenza - disse porgendo un sacchetto pieno di monete - e ricordati che ti sto affidando ciò che di più caro ho al mondo... 

Sono in ottime mani Chandra, fate sogni sereni. Contessa, con permesso... E in un momento sparì tra le ombre sotto gli occhi delle due ragazze. 

Chandra e Sophia allora si rilassarono sul divano scambiandosi promesse d'amore di una vita felice assieme una volta che fosse finito il gioco dei draghi.

Solo nel tardo pomeriggio le due ragazze si concessero una breve passeggiata mano nella mano che non durò più di mezz'ora per non far affaticare Sophia. La barda ne approfittò per salutare ancelle e levatrici che facevano avanti e indietro per il palazzo, chiese ai cuochi di preparare il pasto preferito di Sophia per cena e qualcosa di frugale per il viaggio dell'indomani, salutò i sacerdoti che controllavano lo stato di salute delle persone a palazzo e poco dopo tornarono nelle stanze reali aspettando la cena che avrebbero consumato lontano dal solito trambusto di Firedrakes. 

@DM

La serata fu tutto tranne che passionale: le due ragazze cenarono a letto ridendo e giocarono col cibo imboccandosi a vicenda. Dopo cena uscirono sulla terrazza dove Sophia adorava passare le serate estive, ma il primo freddo pungente le obbligò ad uscire abbracciate sotto una pesante coperta di lana che avvolgeva le spalle di entrambe: Chandra mostrò alla sua amata le costellazioni del firmamento raccontandole storie magnifiche sulle leggende di ogni divinità, drago, animale e simbolo che riconosceva nel cielo terso: come due amanti al primi appuntamento, la dolcezza tra le due la faceva ancora da padrona in quella splendida relazione. 

Quella che seguì non fu affatto una notte di passione, ma una delle più tenere mai passate da entrambe: la barda si sedette sul letto con la schiena contro la testiera e Sophia si distese posando la testa sulle gambe dell'amata. Chandra le parlò dolcemente accarezzandole i capelli corvini ed attraversi la pancia, suo figlio che rispondeva con dei calcetti al tocco della barda. 

Riuscì a prendere sonno dopo quelle che erano sembrate ore passate a coccolare Sophia. La testa era piena di pensieri: non era mai soddisfatta degli sforzi messi in campo per proteggere la sua famiglia, era forse più dura del necessario con se stessa e al momento stesso non voleva sprecare un solo secondo del prezioso tempo che le era concesso insieme prima della partenza.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po

Poche e concise parole.
Appoggiai una mano sulla spalla di Tonum ..certamente verrò.. amico mio. Un gesto forse un pò impacciato, non ero abituato a quegli usi umani, ma mi pareva di aver capito che per loro volesse significare qualcosa del tipo "mi fido di te e ti sono vicino".

..e forse tenni troppo quella posizione.
Ero abituato ad inchinarmi per lunghi secondi per dimostrare il mio rispetto, la mia fiducia.. e così feci scorrere tutto il tempo che ritenevo "giusto" con la mano appoggiata sulla spalla del chierico.
Vidi però che alcuni incominciavano a guardarmi stranìti. Così capii che stavo, forse, esagerando.

Ritornai ad una posizione disinvolta, per quanto potessi dimostrare di esserlo, visto l'evidente imbarazzo nel quale mi ero tuffato. Il pregio di essere un felinide si vedeva anche in queste piccole cose a volte: l'essere ricoperto da peluria in viso camuffò l'arrossamento della mia vergogna.

Non badai a chi avevo attorno, non mi interessai particolarmente del drago che sembrava completamente focalizzato su altro, e non mi preoccupai minimamente di dare le spalle ai "regnanti".
Mi voltai verso coloro che furono nominati da Tonum e porsi un inchino verso ognuno di loro ..sarà un piacere, ora che ho coscienza di voi, viaggiare nuovamente assieme.
Se qualcuno fosse stato così attento al mio inchinarmi, avrebbe notato che nei confronti di Celeste - ultima persona alla quale porsi i miei omaggi - mi prodigai in un inchino diverso rispetto a quello che usai per gli altri: portai una mano al petto, strinsi il pugno e poi rilassai il braccio riportandolo adeso al corpo.

Infine guardai di nuovo Tonum, per dimostrargli che non avevo dimenticato ciò che mi aveva detto durante la sua visita alla SACRA SCUOLA DI NANDO. 
 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

Udienza [Tutti]

Spoiler

Già..
Risponde semplicemente a Bjorn, osservando con attenzione Beregar che prende la propria posizione e rivela l'identità di sua sorella, oltre a cercare di rimettere Thorlum sui propri ranghi. La coda si smuove un poco, lasciando che l'espressione della tiefling sia piuttosto riflessiva, prima di tornare a rispondere alle parole di Bjorn.
Grazie per l'aiuto
Risponde ancora con poche parole, sebbene un leggero sorriso si possa notare in quelle labbra, prima di dargli una piccola gomitata.
Perchè mai non puoi avvicinarti a certi territori del nord?
Incuriosita da quel suo strano motivo di non poter avvicinarsi a determinate terre, stranamente pare iniziare a prendere più a cuore la situazione di Bjorn.. Non è per niente abituata ad aprirsi ed indagare sul passato altrui, convinta che ognuno debba pensare ai propri problemi. Ma Bjorn.. Beh.. Non è una persona qualsiasi per Seline adesso.
Comunque prima di partire sarà il caso di dare il nostro saluto a Ragnar, inoltre stanotte vorrei parlarti con calma, almeno prima di partire.
Prosegue con un sussurro prima di salutare il resto della compagnia ed allontanarsi, seguita dal proprio famiglio invisibile che decide di lasciar perdere il nano Thorlum.. Per il momento sia ben chiaro.. D'altronde la pulce nell'orecchio è già stata messa.

Caos [Solitaria]

Spoiler

Non so se stai cercando di sabotarci o meno in questo ultimo periodo..
Che intendi dire?
Non mi sta piacendo il tuo modo di fare.. Non è così che dovremmo agire.. Sei insicura, sei noiosa e questo già lo so, ma ultimamente sembri metterci il bastone tra le ruote.. Ti ricordi quello che dobbiamo fare, vero? Per quale motivo hai così tanto bisogno di stare con quel bambino? E con quel nordico? E la faccenda con Celeste e Zhuge.. No..
No cosa?
Tu stai cambiando idea...
E' vero Seline?
....
Seline..
Come sospettavo.. Non ti interessa più trovare Tharizdun.. Tu vuoi una vita con quel nordico e con quel bambino.. Vuoi rovinarci!
Non voglio rovinare niente.. Sto semplicemente pensando che è da pazzi cercare di liberare una cosa del genere. Mirian.. Davvero.. Perdonami.. Ma non penso che lui ti ridonerà un corpo.
... Quindi che avresti intenzione di fare? Rimanere così.. Fino alla fine?.. Io.. Non so se posso accettarlo.. Sono tua sorella, ma.. Questa è una prigionia..
Magari possiamo trovare un'altra soluzione! Magari Celeste o Bjorn o Zhuge possono aiutarci.
.. Non lo so..
Non possiamo saperlo finchè non proviamo a spiegargli tutto.
SCIOCCA! Tu sei un'idiota.. Tu vorresti dire da dove provieni? Vorresti spiegare loro che cosa sei realmente? Credi che ti lasceranno in pace sapendo che sei influenzata dal nostro signore? Se non saranno loro, verranno altri.. Nessuno ama la verità, nessuno ama vedere un mondo perfetto.
Non ho neanche la minima idea di dove provenga.
Intendo il nostro sangue... Dei fantocci che si sono posti come tuoi genitori non mi interessa nulla.
T-ti ricordi di loro?
Forse.. Ma di certo non condividerò altri dettagli con una bambina insicura e priva di intelligenza.

Non posso liberarlo.
Non puoi?.. Oh.. Capisco.. Tu non vuoi.. Perchè potere è volere..
Allora vattene..
Come scusa?
Vattene e non tornare mai più..
HAHAHAHA Tu.. Tu vorresti mandare via colei che ti ha dato tutto.. Ti ha dato una vita dopo che quei due sfigati sono morti tra le fiamme del drago, ti ha dato un uomo e un figlio da amare.. Tu devi tutto a me!
Hai sentito Bjorn! A lui non interessa niente di te, tantomeno a mio figlio.. Non saprà niente di te.
Oh.. La piccola ribelle ha deciso di tirare fuori gli artigli. Molto bene.. Non saprai più niente di me, se è questo il tuo volere.. Mia cara.. Ma ricorda un'ultima cosa. La tua natura non può cambiare.. Il tuo sangue era, è e sarà quello. Non potrai resistere al suo richiamo, non potrai celarti alla sua ombra. Alla fine verrai inghiottita e allora..

Silenzio.. Nessun'altra voce per qualche minuto.
Seline?
Ce l'ho fatta?..
Così parrebbe.. Adesso rimane solo la nostra questione.
Tranquilla Mirian. Possiamo omettere qualche particolare e concentrarci solo sulla nostra condizione.
Va bene, Seline.. Mi fido di te.
E io di te.

Da Ragnar [Bjorn e chi vuole]

Spoiler

La tiefling osserva con cura il piccolo Ragnar all'interno della propria culla, oramai la sera è vicina e il piccolo sta già riposando mentre la madre se ne sta a braccia incrociate con lo sguardo fisso su di lui.
Ce l'ho fatta anche grazie a te, piccolo mio..
Mormora con calma, sorridendo un poco, sentendosi in parte sollevata dalla minaccia all'interno della propria testa, sebbene il pericolo sia ancora alle porte di Firedrakes per quanto riguarda quel crudele gioco tra draghi cromatici. Proprio in questo momento il piccolo pare destarsi, svegliato da chissà cosa, finendo per scoppiare a piangere.. Niente di nuovo per la tiefling, le notti che ha passato in questi tre mesi sono state una dura prova che sta superando con una certa determinazione.
Shhhh..
Mormora per smuovere un po' la culla, mentre la coda si muove per raggiungere il piccolo e passare davanti ai suoi occhi per attirarne l'attenzione e cercare così di incuriosirlo e calmarlo. Attende che Bjorn sia di ritorno dai propri doveri.

Spoiler

OFF: Ringrazia che ancora lei non sappia che passa il tempo a giocare a C&C

Si volta ad osservarlo non appena lo sente.
Si è svegliato
Commenta semplicemente per quanto riguarda il piccolo, prima di andare a togliersi la coccarda da cavaliere e deciderla di metterla al suo bambino.
Non è molto ma, se succedesse qualcosa, sa che è figlio di un cavaliere di Firedrakes.. Penso sia già qualcosa per metterlo sulla buona strada.
Andrebbe a prenderlo per tenerlo in braccio ancora per il tempo che le resta prima della partenza, così da sentire il suo odore, il suo calore, il suo corpicino che fa sentire la stessa stregona viva e piena di un futuro davanti a sè per cui combattere. Una sensazione che aveva perso dopo la morte dei suoi genitori adottivi e, soprattutto, dopo la vendetta ottenuta contro Azariaxis.
E di un grande guerriero.. A proposito Bjorn.. Oggi ho avuto una crisi delle mie, ma va tutto bene adesso sai?
Proferisce con calma, mostrando nuovamente un sorriso.
Ci siamo io e Mirian adesso, solo noi due.. Dobbiamo giusto trovare il modo per tornare ad essere libere, senza affrontare quella creatura.. Ti prego, non dire il suo nome.
Lo avverte ancora prima che possa continuare, stando ben sicura che non ci siano altre persone in quel preciso momento.
Lui ha una parte della mia anima e di quella di Mirian, ma.. Penso che debba esistere un modo per riottenerle senza andare direttamente da lui.
Conclude per poi tornare a guardare Ragnar.
Così conoscerai tua zia e chissà.. Se tutto andrà bene.. Anche i tuoi nonni.
Spiega al tiefling, prima di tornare su Bjorn.
E i tuoi genitori?
Chiede successivamente, attendendo una sua risposta.

Notte [Bjorn] VM 18

Spoiler

Quella notte Seline si era accomodata nella propria camera, avendo preposto Ragnar alle tutrici perchè si prendessero cura di lui. Aveva bisogno di riposare per il grande giorno della partenza e il suo addio era già stato dato al piccolo.. Adesso non le rimaneva che risolvere un'ultima cosa dopo il caos avuto nel pomeriggio e attese il ritorno di Bjorn.
Ecco ciò che avrebbe trovato:
La luce nella camera è soffusa, illuminata da qualche candela e, proprio sul letto, se ne sta Seline sdraiata su di un fianco, adagiando gambe e fondoschiena, mentre il fianco è sollevato per via del braccio sinistro che la sorregge. L'intero corpo è coperto da quello che pare essere un lenzuolo, non c'è nient'altro che quello a nascondere le nudità della giovane, lasciando scoperte semplicemente le spalle, le caviglie e i piedi.
Si porta in posizione seduta, alzandosi infine per sorreggere quel lenzuolo e continuare a coprire il suo corpo.. Il volto è imbarazzato, lo si può chiaramente leggere anche da quella poca luce che emanano le candele nella stanza, ma le labbra ben presto permetteranno alla stregona di prendere parola.
Bjorn.. Credo di esserci riuscita.. Di essere libera dall'influenza di colei che detesti.
Spiega osservandolo attentamente, prima si spostare lo sguardo verso una delle candele.
E.. Vorrei iniziare qualcosa con te.. Io, non lei..
Spiega per poi iniziare ad avvicinarsi al nordico con un paio di passi.
In quei momenti che hai passato con lei.. Io ho osservato senza poter far nulla e ho sentito senza poter ricambiare. E' stata come una tortura, ma non è colpa tua, sia ben chiaro.. Non voglio che ti senti responsabile.
Prosegue con quelle parole per avvicinarsi ancora di più, fino a giungere al petto di lui, appoggiando la sua testa su di questo.
Vorrei riprovare quella sensazione con te, adesso che sono libera.. Adesso che è mio volere. Voglio iniziare una nuova vita con te e questa notte, per me, sarà la prima.. D'accordo?
Chiede infine per sollevare il volto ed andare a ricercare lo sguardo del nordico con un'espressione imbarazzata, sebbene cerchi in qualsiasi maniera di tenere una certa serietà.. Leggermente interdetta sul da farsi, prima che la mano destra lasci completamente la presa dal lenzuolo e permetta a questo di cadere per rivelare il suo corpo completamente nudo. Le mani andrebbero ad accarezzare le spalle di Bjorn e la tiefling cercherebbe di portarsi in punta di piedi per ricercare un bacio dall'uomo, un bacio che inizierebbe come un semplice contatto di labbra, prima di sfociare in qualcosa di più.
Il sangue abissale richiama la tiefling, facendo smuovere leggermente la coda, ricordandosi del piacere che ha provato, del piacere che potrebbe ricevere, di quel fuoco che le brucia dentro come le fiamme dell'abisso. Gli occhi rimangono socchiusi durante il bacio, prima di essere riaperti e cercare di trascinare il nordico verso di lei, verso il letto, giusto quei pochi passi necessari per fargli comprendere le sue intenzioni.. Nel raro caso che non fossero ancora ovvie.
Le braccia scivolano intorno al collo di lui, il corpo cercherebbe quindi di sollevarsi e aderire a quello di Bjorn, grazie alle gambe che circonderebbero il busto di quest'ultimo. Lo sguardo rosso continua ad osservare attentamente l'uomo, cancellando completamente l'imbarazzo in quel particolare momento, riprendendo quindi a baciarlo con passione e facendo passare la mano destra sui capelli di lui.
Ti amo Bjorn
Parole dettate dal momento, dalla gioia di essere libera oppure semplicemente reali.. Questo non è dato sapere, ma questo è ciò che esce dalle labbra della tiefling, prima di potersi coricare insieme a lui e passare quella notte di piacere e di passione, soddisfando l'istinto abissale e il volere di Seline di iniziare una nuova vita.. Una vita lontana da quell'influenza che l'ha torturata per tutto questo tempo.
Almeno questo è ciò che crede....

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (umano chr/tem)

Annuii sia a Bjorn sia durante il discorso di Beregar. 

Esatto, Thorlum, raccontaci Dei... iniziamo bene... speriamo che accetti di andare ai Clivi...

Credo che la tua sapienza sia più adatta alla negoziazione coi nani, Zhuge dissi quindi al mago della fenice Clint e Chandra sono smodatamente esperti di draghi, penso se la sappiano cavare da soli... Mentre nella missione diplomatica ci saranno utilissime le tue conoscenze e la tua posatezza nel parlare.

Sorrisi quindi a Tom Po, quando il felinide accettò di buon grado la mia "convocazione". Il sorriso divenne un po' imbarazzato dopo una trentina di secondi, ma fortunatamente allora il monaco smise.

Finita la discussione, mi avvicinai a lui per sussurrargli nelle orecchie.
Tom Po, la mano sulla spalla va benissimo, ricorda, ma occhio alle tempistiche: uno o due secondi per dire "Ciao!" oppure "Grande!". Tra i cinque e i dieci secondi per dire "Ascoltami bene" oppure "Amico mio, sono con te". Oltre eviterei. Comunque grazie! Sono contento che ti sei unito al nostro gruppo! Non ho ben capito l'inchino strano a Celeste, ma immagino che sia per il favore che ti ho chiesto. Grazie! dissi, mettendo una mano sulla sua spalla per circa un secondo e mezzo.

@La sera con Celeste (PEGI 7)

Spoiler

Mentre Celeste si faceva il bagno, nell'attesa di poter entrare anche io per una bella lavata in previsione dei prossimi giorni senza le comodità di palazzo, misi gli abiti invernali che avevo acquistato per lei sul letto. Mi occupai quindi del solito controllo sugli oggetti della ragazza, e l'orologio mi fece preoccupare.
Quando l'amata uscì dai servizi, le parlai.
Guarda, giorni fa quando ancora non sapevamo di andare a Nord ti ho preso quei vestiti invernali, guarda tu che caso! Ti piacciono? Temo che con il tuo completo solito morirai, sai? Cioè... morirai di freddo!

Affrontai poco dopo l'argomento che mi dava più da pensare.
Ehi Celeste, guarda l'aura del tuo orologio, è cresciuta molto negli ultimi mesi. Sei sicura che non te ne vuoi separare per un po'? Io non voglio essere pedante, ma la cosa mi impensierisce un po'... è vero che non si capisce bene che tipo di aura sia, però.... anche oggi all'udienza ci giocherellavi un sacco. 



 

Edited by ilmena

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.