Jump to content

[Interludio e Punto Nodale] Il Matrimonio del Secolo


Zellos
 Share

Recommended Posts

Dalle vostre ultime avventure, sono passati alcuni giorni: sono i primi giorni di primavera quando gli inviti per il “matrimonio più importante per le terre rubate”: firmati col sangue di entrambi, il Justicar Erebus e Lady Demetrios di Pitax, sono veri e propri strumenti arcani. I messaggeri sono pronti e lesti a spiegare: accettare l’invito fa parte di un contratto magico in cui loro si impegnano a considerarvi ospiti d’onore, scortarvi e proteggervi fino alla loro capitale e fino poi alla vostra, senza sotterfugio alcuno; allo stesso modo, voi vi impegnate a rispettare l’ospitalità e l’autorità dei padroni di casa durante le festività, anche se loro si impegnano ad non obbligarvi ad alcunché contrario alla vostra morale. Per l’occasione sembra che i futuri coniugi avranno una coppia di filatteri creati con l’aiuto di diversi religiosi per permettergli di capire se qualcosa sia contrario alla morale dei contraenti. L’unico punto scoperto in tutto questo è, ovviamente, ciò che fra di voi potreste farvi…

CD0-F3755-26-D4-4-BE5-AB0-D-B4-C3-BE1883
 

Sapete che al matrimonio sono stato invitate diverse autorità, religiose o meno, ma anche rappresentanti di gilde, organizzazioni e molto, MOLTO altro. Si sussurra anche di gruppi planari, antiche civiltà tornate dal passato e molto, molto altro.

Il viaggio vi porta prima a First Gate che vedete per la prima volta: una città chiaramente militare, una fortezza abitata da soldati, più che da cittadini. Poche risa, molti movimenti in sincrono e marce. Ciononostante, non si avverte una cappa di oppressione come ci si aspetterebbe: militaristi e suprematisti però lo sono di sicuro, però. Nonostante la presenza dei fantomatici automi del clero di Abadar ( che fungono in massima parte da guardia cittadina, coadiuvati da investigatori ed inquisitori di First Gate), tutti i cittadini passano parte del giorno ad addestrarsi militarmente, al tiro con balestra e l’uso di scudo e lance.
Le vostre delegazioni, ben formate e sopratutto accompagnate da soldati addestrati, si avviano verso il Pitax. Il viaggio dura un poco, ma passa liscio, senza grossi problemi ( qualche attacco di mostri lo subite, ma niente di problematico).

Ecco, l’aria del Pitax è tutt’altra.

FD41134-E-7408-4-FD3-A972-F26-BCCF68580.

La città è in realtà ancora in ricostruzione e si notano decine di persone in poco più che stracci, guardate di sottecchi da quelli che erano i guardiani del Pitax, più che soldati, polizia politica dei vecchi tempi. Non sono schiavi ( precisano i bardi ed i banditori) ma prigionieri di guerra: finita la ricostruzione entreranno all’interno delle gilde degli artigiani come lavoratori ( pagati poco, ma pagati). Ora pagano col sudore ed il sangue il prezzo del ferro ( cioè la sconfitta).

Inutile dire che ciononostante ci sono in pieno assetto “da combattimento” decoratori, artigiani, musici ed uomini e donne di fatica che stanno decorando tutte le strade che portano all’imponente castello reale.
Venite scortati alle foresterie e sia Lahan che Lakeholm si trovano nello stesso edificio: non sapete se ci siano altre delegazioni, al momento. Nel viaggio dopotutto siete stati sempre “relativamente” vicini.  

@Ghal Maraz

Spoiler

Asmodian tornerà con informazioni di prima mano al matrimonio ( così da sfruttare un ritorno privilegiato e protetto)

@tutti

Spoiler

Signori miei, precisatemi se vi portate o meno png vari per qualsiasi occasione. 

 

Tag Vari

Spoiler

@Pippomaster92, @Ian Morgenvelt, @Cronos89, @Ghal Maraz, @Plettro, @PietroD, @Landar

Ed eccoci al primo atto misto! Potrebbe essere l’ultimo, potrebbe essere uno di tanti od uno di pochi!

Mi raccomando, postare una descrizione dei vostri pg in uno spoiler!

Per far procedere la trama, imposterò dei checkpoint non proprio strettissimi: li metterò ogni tre giorni. In questo caso, primo checkpoint il 28!

 

Edited by Zellos
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Valena Aurica

Post di Presentazione

Spoiler

Valena è una donna dal volto profondamente sfregiato, il fisico allenato e lo sguardo duro. Sebbene sia ancora relativamente giovane è chiaro che ne ha passate parecchie, ed è maturata in fretta. Quando la si incontra in tenuta da battaglia ciò che salta all'occhio è l'armatura che indossa: è un'armatura della guardia reale della deceduta Ileosa Arabaste, regina di Korvosa. Con il tempo l'armatura è stata riparata e modificata un poco, per esempio incidendovi sopra il simbolo di Iomedae e togliendo il mantello rosso e l'elmo. Alla mano sinistra porta un guanto d'arme benedetto, con il cartiglio e il simbolo sacro della sua divinità patrona. 
I tratti solo vagamente varisiani della donna indicano un retaggio misto, ma il portamento è quello di una persona che sa come farsi obbedire. 

Per il matrimonio Valena si è fatta confezionare un abito adatto, ma ora che il viaggio è appena terminato indossa ancora vestiti comodi, coperti da un tabarro con il segno di Iomedae. 

 

Link to comment
Share on other sites

Koen

Descrizione

Spoiler

image.png.a65d0665c084e75764c124e56ed8594c.png

1090175175_Koenscreenshot.thumb.png.228dd3724103e88121e8670acaed3ea9.png

Koenrad è un ancora una ragazzo: i lineamenti sono ancora dolci, il viso è privo di qualunque forma di peluria e non porta ancora i segni dell' "esperienza". Un ragazzo strano, va ammesso: la pelle azzurra ramata da delle venule blu, i capelli e le sopracciglia bianche, gli occhi di un azzurro accesso, simile al colore del ghiaccio colpito dal sole... Tutti segni che non lo rendono propriamente una visione comune, nonostante lui faccia di tutto per evitare attenzioni indesiderate. Ma il suo aspetto è tutto meno che minaccioso: alto poco meno della media e longilineo, non lo si definirebbe certamente un pericolo. 
Anche il suo equipaggiamento è peculiare: oltre alle pergamene e alle bacchette appese alla cintura, ciò che risalta veramente è l'enorme fucile a otto canne che porta sulla schiena, una esotica arma probabilmente poco comune anche nella baronia di Alkenstar, con il calcio apparentemente graffiato da incisioni non meglio distinte. Porta al fianco una borsa da cui proviene un suono che farebbe intuire la presenza di ferro al suo interno, con una stella a sette punte, su cui si alternano oro e bianco, bene in vista. Indossa al momento degli abiti eleganti e un mantello con i colori di Lakeshrine ed il simbolo della città in bella vista. Nonostante l'occasione, non ha rinunciato ad un paio di guanti, sebbene siano decisamente di buona fattura. 

Il viaggio è relativamente comodo, ma i luoghi per cui passiamo sono tutto meno che allegri. First Gate è sostanzialmente un avamposto militare, mentre il Pitax porta ancora i segni della guerra. E la situazione non è destinata a migliorare, visti i nuovi regnanti. Faccio una smorfia quando sento in che modo vengano trattato ciò che resta dell'esercito locale, un non troppo velato metodo per legalizzare la schiavitù, cercando di raggiungere la foresteria nel minor tempo possibile. 

Nel nostro edificio si trova un'altra delegazione, proveniente da Lahan. Provo a ricordare se io abbia sentito qualcosa su questa città, salutando quindi i suoi inviati con una riverenza prima di cercare un luogo dove far sistemare i miei bagagli. 

Nota per il DM

Spoiler

Koen non si porta un seguito. Lascia Mordred a Lakeshrine, chiedendogli di continuare l'addestramento degli stregoni. 

Master

Spoiler

Conoscenze (Locali) +6 (non addestrato) su Lahan. 

 

Edited by Zellos
Errore del master: l’altra città è Lahan
Link to comment
Share on other sites

Gadriel

Descrizione

Spoiler

07a699a9f89736eb8db3f51c19ffa58f.jpg

Così a parte lo scudo e l'aureola (che ha ma non è accesa)

 

Alto quasi due metri, occhi azzurro chiaro e capelli bianchi che tiene legati in una coda.
Al momento porta l'armatura completa con i simboli di Iomedae. 
Alla schiena porta un'alabarda con legati due stendardi, uno recante il simbolo di Iomedae, l'altro il simbolo di Lakeholm.

Il momento del matrimonio è finalmente giunto e nonostante tutte le assicurazioni che ci vengono fornite non riesco a non provare una cerca inquietudine, come se ci stessimo andando ad infilare in una trappola mortale.
L'arrivo in città è decisamente tranquillo, più di quanto preventivato, anche se la stessa non è certo il più accogliente dei posti.
Una volta arrivati alla foresteria inizio a smontare i miei bagagli, facendo un cenno di saluto alla delegazione di Lahan.

Edited by Zellos
Errore del master: l’altra città è Lahan
Link to comment
Share on other sites

Valena Aurica

Mentre disfo i bagagli nelle nostre stanze sbircio fuori dalle finestre, osservando le decorazioni e i lavori che avvengono per le strade. Non mi interessa come la chiamano, questa è schiavitù. 
Sono molto favorevole al far lavorare i criminali per renderli individui utili alla società... ma so anche come funzionano le cose, qui. E che il Cheliax tratta gli schiavi con crudeltà.

D'altra parte l'ambiente mi riporta al passato, alla corte di Ileosa: lo stesso tipo di sfarzo e quindi immagino che Lady Demetrios sia lo stesso tipo di donna. Spero vivamente che le nostre interazioni siano limitate allo stretto necessario. Mi rivolgo ai compagni "Abbiamo qualche idea su come si svolgeranno le prossime giornate?"

Link to comment
Share on other sites

Jasmine Al-Alrae

Aspetto

Spoiler

Visivamente, Jasmine è un riff sulla Jasmine di Aladdin, solo che è vestita con una tunica più coprente rispetto al personaggio del cartoon, mentre il colore preferenziale delle sue vesti è bianco ed oro. 

Inoltre, la sua tigre è enorme. 

Si presenta sempre molto sorridente, anche se con uno sguardo abbastanza attento e vigile.

Spoiler

spacer.png

 

Guardo con una malcelata tristezza i resti e le rovine in ricostruzione che ci circondano: il mio desiderio di essere qui è calato ulteriormente, nel vedere un luogo del genere. 

Per non parlare poi dei pensieri che mi scaturiscono alla sola idea di rivedere Lady Demetrios.

Ma alcuni doveri sono irrinunciabili, soprattutto adesso. 

Mi sistemo nella mia stanza, liberandomi degli abiti da viaggio e dandomi una ripulita, perdendo poi del tempo a spazzolare con cura la pelliccia di Rajah. 

Esco poi negli spazi comuni, per cercare i miei compagni e, perché no, i rappresentanti della delegazione "gemella" di Lahan: è bene che queste relazioni diplomatiche, di cui è infarcito, bene o male, il nostro viaggio, non siamo unicamente in direzione del Pitax.

Edited by Zellos
Errore del master: l’altra città è Lahan
Link to comment
Share on other sites

Se la delegazione di Lahan sembra per adesso composta quasi unicamente da coloro che trasportano i materiali dei dignitari ed una curiosa ed enorme creatura elefanteiforme con una armatura bronzea, in grado di parlare solo una lingua simile a BBC quella dei giganti.

la creatura

Spoiler

00-FB6-C67-C52-A-4-EC0-B6-BA-9-AC3-B3-C9
 

Per tutti coloro che proveranno a capire che cos’è: è una chimera/mostro rattoppato/ creatura creata da un genio folle sicuramente non di Golarion.

@Ian Morgenvelt

Spoiler

Di Lahan non sai granché, a parte la posizione a nord vicino ai “vostri benefattori” ed al fatto che hanno esiliato il clero di Asmodeus scatenando un grandissimo putiferio. E che è un sistema governativo a tre Triumviri. 

Come a rispondere ai vostri desideri e richieste, un paggio mascherato appare offrendovi soccorso.

<<Visto l’ora, signorie vostre, vi sarà offerto un bagno caldo ristoratore ed una cena abbondante qui alla foresteria. Qualora voleste girar per la città, domani sarà organizzato un tour guidato, ma se voleste prender aria stasera non vi sarà impedito. Avete qualche ordine per la cucina?>>

@tutti

Spoiler

Nuovo checkpoint giovedì 2

 

Link to comment
Share on other sites

Brank

Spoiler

Mezzorco, pelle piu' grigia che verde. Zanne inferiori prominenti ed evidenti.
Veste da cacciatore, quasi in maniera mimetica, a parte un curioso quanto letale guanto spinato, che non e' tuttavia l'arma piu' letale nelle sue mani. 

Spoiler

0a6347350515920c79adf587bb9503dd.png

 

In questo posto non ci sarebbe nulla di interessante, la guerra ha fatto piazza pulita delle 'prede' che valga la pena cacciare. A parte i padroni di casa, ma quelli 'servono' alle nostre alleanze.

A quanto pare, però, hanno avuto la bella idea di invitare al proprio matrimonio un bel campionario...

Link to comment
Share on other sites

Jasmine Al-Alrae

"Sono sicura che una qualche specialità locale, magari semplice da preparare, andrà bene. E carne. Carne cruda, in una certa quantità, per Rajah", rispondo al paggio, mentre passo lentamente una mano attraverso la corta pelliccia della mia tigre. 

"Domani visiterò volentieri la città. Stasera... chissà", aggiungo. 

Ovviamente non hanno grande desiderio di lasciarci girare liberamente. Toccherà forse fare una passeggiata non ufficiale, col favore della notte. 

Link to comment
Share on other sites

Juliano Demetrios

Descrizione

Spoiler

Voce rotta, espressione corrucciata, postura leggermente ingobbita e lievi tic nervosi. Ciò che caratterizza un uomo che fino a pochi giorni fa si poteva definire vigoroso e pieno di carattere, ma che adesso sembra più un ragazzino che sa di aver commesso qualcosa di sbagliato.
L'uomo, sopra una elegante uniforme militaresca di fattura Cheliaxiana (ma dai colori distintivi di Lakeholme), indossa una grigia mantella inadatta alla sua posizione di Eptarca.
Sotto il cappuccio si può scorgere un volto squadrato e segnato da forti rughe di espressione, dovute più ad un'assurdamente costante espressione contrariata che all'effettiva età di quello che sembrerebbe un uomo prossimo a raggiungere i 35 anni, ormai.
I capelli sono tenuti in modo semplice e spartano, un taglio ordinato che però, al momento, è rovinato da una mancata cura di sé... Infatti, oltre ai capelli insolitamente spettinati, è possibile notare anche un lievissimo principio di barba nero-grigiastra.

Il viaggio è stato da me vissuto nel quasi più completo silenzio: l'agitazione di queste festività è una presenza costante in questi giorni e non posso non pensare costantemente a che tipo di trappola potremmo starci cacciando.
Man mano che la distanza tra noi ed il Pitax diminuisce, diminuisce anche il mio appetito e la mia già scarsa socialità.
Mentre First Gate è stata una tappa relativamente tranquilla per me, la vista del Pitax in lontanza mi ha fatto venire un groppo alla gola che mi ha costretto a rinchiudermi all'interno della carovana... Ben poche volte mi sono azzardato a sbirciare il paesaggio del posto.

Adesso, però, siamo arrivati e non ci rimane che attendere l'inizio dei festeggiamenti... In una Foresteria assieme agli altri invitati.
Aspetterò la visita guidata. Vi ringrazio. comunico al paggio, approfittandone anche di condividere le mie intenzioni al resto dei miei compagni Chiedo solo del vino. Cheliaxiano. Due bottiglie andranno bene. mi sfrego le mani guardandomi attorno, aspettando che il Paggio si allontani. 
Voi che intenzioni avete, invece? chiedo ai restanti Iomediani e al fido Koenrad Nessuno dovrebbe rimanere da solo in questo luogo di... di mostri. 

Link to comment
Share on other sites

Koen

Una specialità locale andrà bene. Dico al paggio, guardando quindi incuriosito l'enorme creatura al seguito della delegazione di Lahan. Annuisco quindi al consiglio di Juliano, che suggerisce di muoverci con cautela, e attendo che il paggio esca dalla stanza per parlare ai miei compagni con un tono più basso. 

Gente di Lakeshrine

Spoiler

Penso che dovremmo parlare con i nostri "vicini" di stanza. Confinano con le nostre terre e, se le voci non sono sbagliate, dovrebbero essere altrettanto sgraditi alla padrona di casa: hanno scacciato il clero di Asmodeus dalla loro città. 

 

Link to comment
Share on other sites

Valena Aurica

"Un'altra bottiglia di vino cheliaxiano, grazie" aggiungo alla richiesta di Demetrios. Almeno questo piccolo vizio me lo voglio concedere.

Aspetto che il paggio si allontani per rispondere alla domanda del mio collega.

Gente di Lakeshrine

Spoiler

"Concordo. Non credo che abbiano amore per i padroni di casa più di noi, e potrebbe essere utile avere degli alleati. Siamo qui per un matrimonio e spero davvero che gli dei lo benedicano. Spero che sia solo una cerimonia, ma dovremmo prepararci anche ad evenienze meno rosee"

 

Link to comment
Share on other sites

Jasmine Al-Alrae

Gente di Lakeshrine

Spoiler

"Il fatto che si siano presi tutte le premure per offrirci le migliori garanzie legali per essere al sicuro...", intervengo, preoccupata, "...non fa altro che aumentare la mia preoccupazione per azioni impossibili da ricondurre ufficialmente a loro. Dovremo stare attenti. Stanotte darò un'occhiata in giro".

 

Link to comment
Share on other sites

Koen

Gente di Lakeshrine

Spoiler

Sono certo che non sia solo una cerimonia: anche a voler essere ottimisti, useranno questo evento per mostrare la loro potenza militare e spianarsi la strada per la conquista dei Regni Fluviali con la paura. Dico in risposta ai miei compagni, aggiungendo Proviamo ad avvicinarci alla loro delegazione? Forse qualcuno sa indicarci dove sia il loro inviato. 

 

Link to comment
Share on other sites

I paggi di dimostrano instancabili nel loro lavoro e forniscono tutto il vino richiesto ed organizzano un rinfresco decisamente importante in un’ampia sala dove possiate mangiare tutti insieme. Sembra infatti che ( sempre che non vogliate mangiare in camera e da soli), la cena sia stata pensata per socializzare, quantomeno. Insieme a voi ed alla delegazione di Lahan, si trova anche quella mineraria di Steel’s Crown. A rappresentarli per adesso avete visto due individui: un uomo incappucciato, il volto impossibile da scorgere ed il chierico dell’ubriaco Heimdakk Odinsson, già incontrato dall’eptarca Jasmine prima che venisse fondata ufficialmente Lahan. I due parlano amabilmente a vedere, il chierico dell’ubriaco intento a bere…acqua! Stranezza facilmente individuabile da chiunque. Avvolto in abiti quasi barbarici ( pelli e metalli preziosi a coprirne il corpo) ed a piedi nudi si trova uno dei membri della delegazione di Lahan che sta relativamente vicino al Triumviro mezzorco, bevendo vino con una espressione meravigliata quasi.

 

@tutti

Spoiler

Nuovo checkpoint domenica: se non ci saranno chiacchiere o simili, passerò al giorno dopo!

 

Edited by Zellos
Link to comment
Share on other sites

Ajantis

In ultimo e con colpevole ritardo rispetto al resto della compagnia di Lahan arrivo anche io. Gli abiti formali scelti per il viaggio e forse anche per il resto delle giornate sono in realtà la mia armatura e le mie insegne.

I simboli che campeggiano sul mantello, all'altezza del cuore e sullo scudo non lasciano dubbi che io sia un guerriero di Sarenrae seppur a volte mi sia stato rinfacciato ironicamente che opererei meglio tra le fila delle spade di Iomedae. Voci che forse sono trapelate al di fuori dei confini di Lahan considerati anche i trascorsi con i fedeli di Asmodeus.

L'armatura è di favolosa fattura, sembra quasi di seta perlata sia per i colori sia per il riflesso della luce (poca in questo posto) ma anche per la morbidezza quasi assurda pur per un'armatura in mithral quale è questa.

Faccio fatica a celare uno sguardo pieno di compassione rivolto a quasi tutto quel che ci circonda e al modo col quale vengono trattati gli sconfitti, prima di metter piede in foresteria. First Gate non lasciava presagire nulla di simile, anche se il Pitax è uno stato e città di ben conosciuta fama.

In ogni caso ringrazio cordialmente chi ci da il benvenuto seppur con una lievissima nota amara nelle mie parole. Mi guardo attorno, sorrido al nostro compagno elefantoide e faccio cenno all'uomo che ci accompagna di farsi avanti anche se lui avendomi preceduto ha già del vino in mano "Ti vedo piuttosto esterrefatto. Cosa ne pensi?" gli chiedo mostrando interesse per la sua opinione. Attendo risposta mentre accetto anche io un calice di vino che prima di sorseggiare osservo a annuso non per diffidenza ma per gustarne ogni aspetto.

Rivolgo un sorriso agli altri presenti e mi presento "Sono Ajantis, Triumviro di Lahan. Loro sono Brank" con un cenno della mano indico il mezzorco "e Chelry Lemart." facendo chiaramente segno a quello che potrebbe essere il terzo triumviro, non l'uomo scalzo. Lo sguardo si sofferma qualche istante in più verso l'altro 'biondo-platinato' che è chiaramente un Aasimar come me, ma soprattutto su Jasmine alla quale rivolgo un sorriso più evidente, come se la sua bellezza avesse in qualche modo affievolito la tristezza e angoscia che adornano e permeano questo luogo.

Immagine

Spoiler

Glorfindel_.jpg.c9a1964d32b9fd58aa16f41b82ebd699.jpg

L'arma in realtà è un falchion e alla cintura ha un fodero ad anello con una scimitarra.

Spoiler

Scusate ero sicurissimo di aver inviato giorni fa -_-

 

Edited by Landar
Link to comment
Share on other sites

Brank  (mezzorco spawn slayer)

Prima di accomodarmi al tavolo che ci è stato destinato impartisco disposizioni all'uomo elefante parlandogli nell'idioma dei giganti.

Spoiler

"Disponi ogni cosa e assicurati che le nostre stanze restino un luogo sicuro e riservato."

Mi unisco alla tavolata e rivolgo un lunghissimo sguardo al soggetto di gran lunga più interessante che abbia visto dal nostro arrivo qua. Purtroppo sembra addomesticata. Nessuna tigre dovrebbe esserlo!

Il mio compagno console ci presenta agli altri commensali, alzo il pugno guantato sopra la testa volgendo lo sguardo a turno verso tutti gli altri "Che la vostra gerla si empia prima che la faretra si svuoti."

Almeno Ajantis non potrà lamentarsi che io non sia stato cordiale.

Edited by PietroD
Link to comment
Share on other sites

Jasmine Al-Alrae

Bisogna ricambiare le cortesie. 

"Il mio nome è Jasmine Al-Alrae, Eptarca della Diplomazia di Lakeshrine", mi faccio avanti, sorridente, per poi indicare la mia tigre, che sta accoccolata sul pavimento, la testa appena sollevata per guardarsi attorno e fiutare, "mentre lei è Rajah, la mia più vecchia amica. Spero che abbiate viaggiato bene. È un onore fare la vostra conoscenza".

Mi faccio poi da parte, abbracciando in un unico gesto di presentazione i miei compagni presenti: "Loro sono gli altri Eptarchi presenti: lascerò che si presentino da soli".

Link to comment
Share on other sites

Il grosso uomo elefante, ricoperto dalla sua pesantissima armatura, fa un cenno assentivo col capo e si batte il petto con l’alabarda prima di andarsene dalla stanza del banchetto per sparire alla vostra vista. Ajantis riceve la risposta del “barbaro” <<Mi stupisco sempre della diversità infinita di sapori che ci sono qui. Da quando sono arrivato è sempre una esperienza diversa…>> dice con un ampio sorriso, prendendo poi vari assaggi dall’ampissimo buffet ed assaporandoseli come un ex prigioniero da poco liberato. Quando mangia, inevitabilmente apre leggermente la pelliccia che gli copre il petto, rivelandolo in parte cosparso da strane punte di metallo ( perlopiù metalli preziosi). Gli avambracci sono ricoperti da alcuni bracciali runici in pietra ed oro.

Alle presentazioni, il terzo triumviro fa un buon inchino, anche se non sapreste se è una presa in giro o meno. <<Quello che Ajantis si è scordato di precisare è che io e Brank siamo gli altri due triumviri. O forse si intuiva ma sempre meglio precisare.>> dice un poco con tono saccente e faccia da schiaffi, prima di sorridere come fosse stata una battuta. Da fuori si sente il rumore di qualche frustata mentre una coppia di barbari sembra divertirsi a frustate una piccola comitiva di schiavi. I servi della foresteria si mobilitano e la finestra in questione viene opportunamente chiusa e le tende messe in modo da non far vedere l’esterno.

<<Scusatemi tanto per la maleducazione, eptarchi. Il mio nome è Nahral’nir. Perdonate l’ardire ma…in questi luoghi è normale non eleggere re e dividere il potere in così tanti? C’è forse una maledizione di qualche tipo?>>

Gli ultimissimi ad arrivare sono una coppia, un monaco che è visibilmente la guardia del corpo del secondo, un mago. Entrambi è evidente provengano dalle medesime terre di Jasmine. <<Il mio nome è Ajaal ed egli è il mio buon amico Abdul. Chiediamo immensa scusa per il ritardo ma ho avuto un leggero tafferuglio con alcuni…individui per strada.>> dice stringendo leggermente il bastone e restituendo una strana “bomba” al barbaro che in un’istante la fa sparire con un leggerissimo bagliore biancastro. 

Edited by Zellos
Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.