Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Paths Peculiar - Per favore Arthur Cobblesworth, vai a dormire

Uno One Page Dungeon di Niklas Wistedt incentrato su dei rumori molesti in un cimitero

Read more...

Recensione: Tasha's Cauldron of Everything

Con colpevole ritardo pubblichiamo la recensione del penultimo manuale uscito per D&D 5E: Tasha's Cauldron of Everything.

Read more...

Quando un lupo non è un lupo? - Parte 2

Oggi Goblin Punch vi parlerà di una possibile e viscida variante per i vampiri per le vostre avventure.

Read more...

La WotC prende il controllo della localizzazione in Italia di D&D 5E

Un comunicato stampa appena rilasciato dalla Asmodee annuncia una importante novità per il futuro di D&D 5E in Italia.

Read more...

Viaggio nella DM's Guild XI - Il Genio dell'Illusione

Il Genio dell'Illusione è un’avventura Gdr in stile Fantasy/Medievale scritta ed illustrata da Matteo Valenti.

Read more...

Recommended Posts

Quando vi radunate tutti, trovate Ireena ed Ismark ad aspettarvi, la ragazza ha un grosso zaino sulle spalle, che sembra riuscire a portare senza problemi. Anche per voi sono stati preparati degli zaini, con delle razioni da viaggio che dovrebbero bastare senza problemi per arrivare a Vallaki Questo è quanto posso darvi come denaro, sono una ventina di monete d'oro.

lasciate i due fratelli salutarsi, poi iniziate ad avviarvi verso la campagna. notate subito che, sebbene sia l'alba, la coltre di nuvole opprime ancora il cielo, ed un piccolissimo bagliore all'orizzonte, come una candela che va estinguendosi, è l'unico indizio che da qualche parte l'astro diurno stia sorgendo Allora, prima partiamo, prima arriviamo, giusto? chiede Ireena, sforzandosi di sorridere e sistemandosi lo zaino in spalla. Notate che ha gli occhi umidi, ma sta cercando di non piangere davanti a voi

Viktor 

Spoiler

segui le indicazioni dei due, muovendoti per il villaggio deserto. all'orizzonte vedi quella che potrebbe essere un'alba, o almeno qualcosa del genere. Mentre ti muovi tra le case, intravedi una vecchia che esce da un'abitazione, tirandosi dietro un bambino, di non più di dieci o undici anni; il piccolo è chiaramente sconvolto, piange e punta i piedi, ma la vecchia continua a trascinarlo per un braccio anche quando cade a terra Muoviti piccolo demonio! urla la vecchia, usano il cestino che ha nell'altro braccio per colpire il bambino. Dall'uscio della porta, puoi vedere una coppia di persone che osserva la scena, gli sguardi sconvolti 

 

Link to post
Share on other sites

  • Replies 622
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Amadeus A casa  

Silkan - Gnomo Mago Eccola qui, dovrebbe essere questa la casa del borgomastro. Quell'uomo che ho incontrato poco fa me l'ha indicata dicendomi che un gruppo di avventurieri, venuti anch'essi dal

Il resto del piano non ha nulla di particolare, le piante sulla terrazza sono molto belle, disposte con ordine e buon gusto, ma non vi pare che abbiano nulla di particolare o di prezioso per cui valga

Posted Images

Silkan

Apro gli occhi... mi fa male la schiena... Voglio dormire sul mio letto di piuma d'oca dorata...

Mi sgranchisco un po'... sono indolenzito dappertutto... devo capire che non ho più i confort di Harlua... 

Buongiorno... mi avvicino al tavolo ed accetto la proposta di Raquel... mi piacciono i fiocchi d'avena.... con la mia mano spettrale preparo la mia ciotola, prendo il cucchiaio e lo avvicino alla bocca per mangiare...

...non mi guardate così... non è perché sono pigro... forse anche un po' per questo... È allenamento... usare la magia per qualunque cosa nella vita quotidiana aumenta la precisione, la resistenza e la concentrazione...  mi rivolgo verso Hector.. Hector, come mio allievo questo è il primo insegnamento che posso darti... usa la magia il più possibile... anche per le semplici cose... vedrai che migliorerai sempre di più...

Durante il pasto butto 4 fiocchi d'avena nella manica della veste....

Finito prendo uno dei libri preso in prestito da Ireena in cerca di qualcosa di interessante... in attesa della partenza 

Link to post
Share on other sites

Anlaf, barbaro umano

"Grazie, ehm...Ra...Raquel." esclamo, cercando di memorizzare i nomi dei miei nuovi compagni di viaggio.

Guardo strano lo gnomo e...il suo apprendista, che in realtà pensavo fosse un guerriero. "Boh...A me hanno insegnato che la magia emerge spontaneamente quando ce n'è bisogno...Ma ognuno ha i suoi modi, immagino..." mi rivolgo allo gnomo. 

Una volta usciti, ringrazio Ismark per gli zaini e le provviste, imbraccio il mio e aiuto la ragazza, rispondendole "Già...", lasciandola poi sfogarsi, in pace. "Direi che siamo pronti." Mi rivolgo all'intero gruppo. "Ho studiato la mappa, cercheremo di arrivare fino al guado, ma se non ci riusciremo cercherò un buon punto dove accamparci. Occhi aperti, nessuno di noi a parte Ireena conosce queste lande."

DM

Spoiler

Quando partiamo, sto sempre attento alla strada che prendiamo e studio un po' quella che è la flora/fauna del posto (a vista, senza soffermarmici). 

Avendo il talento allerta, non posso essere sorpreso.

 

Link to post
Share on other sites

Amadeus

Svegliandomi e grattando la testa a Grang sento un nuovo convincimento. È ora di andare, questa terra è stanca e pesante, piegata. È ora di risvegliarla. Mi sento di avere una missione. Mi avvicino a Ireena, e le parlo sottovoce: non voglio metterla al centro dell'attenzione in questo momento di debolezza. Non ti preoccupare, rivedrai presto tuo fratello. Non ho intenzione di perdere due ragazze che mi sono state affidata nella stessa settimana. Le sorrido. Grang, stalle vicino, OK? E poi mi avvicino al tavolo dove i miei compagni fanno colazione, mentre il lupo rimane vicino alla ragazza.

Sù sù, andiamo! Che le ore di giorno non sono tante, e mi par di capire che non sia il caso di girare la notte.

Link to post
Share on other sites

Raquel, chierica aasimar

Dopo colazione do una rapida rassettata, inforco lo zaino e sistemo il mio equipaggiamento. Poi sono pronta a partire.

"Grazie, Borgomastro, saranno sufficienti" rispondo a Ismaark quando ci porge le monete "Abbiate cura di voi."

Mi rivolgo poi a Ireena, che sembra sforzarsi di avere un atteggiamento positivo: "Ben detto!" le rispondo con un sorriso genuino e una fraterna pacca sulle spalle, poi ad Anlaf "Ci faccia strada, buon uomo."

 

Link to post
Share on other sites

Hector

Quando lo gnomo inizia a spiegarmi penso tra me e me 

Ahi ahi in che situazione mi sono cacciato. Quantomeno 

"Allenarmi con la magia? Cosi?"

Allungo la mano lateralmente come a voler affettare l'aria e in un istante il mio spadone compare in mano avvolto da una leggerissima nebbia.

Ottimo, funziona.

Rimetto via lo spadone con un certo orgoglio, poi mi dirigo verso l'esterno e, avvicinandomi ad Anlaf, gli dico "figurati che fino a ieri manco sapevo fi poter usare la magia. Ahi ahi, qui è tutto strano eh?"

Link to post
Share on other sites

Anlaf

Annuisco, facendo un grugnito con una smorfia a entrambi i compagni. "Mh...Mi chiedo quali creature potremmo incontrare sul nostro cammino." Ne approfitto per prendere un bastone secco da un qualsiasi albero intorno. Dapprima, parrebbe che io lo usi come appoggio. In realtà, avanzando continuo a giocherellarci tra le dita, passandomelo di mano in mano.

"Non allontaniamoci fra noi, terremo il passo del più lento tra noi. Forse sarà più faticoso, ma meglio affaticato e vivo che divisi e morti." Dove diavolo siamo finiti... Penso tra me e me, continuando ad osservare quella che dovrebbe essere la foresta di Svalich.

Link to post
Share on other sites

Wit 

Il borgomastro tira fuori dei soldi, faccio per avvicinarmi ma vengo anticipato dalla signorina belle speranze.

Positività... Speranza... sì... sì... Ma se vedi  i soldi sei più veloce di un ladro professionista come me, eh? Penso tra me e me mentre mi allontano facendo finta di nulla.

Allora andiamo. Grazie per la nottata e la colazione. Dico salutando

  • Haha 1
Link to post
Share on other sites

Silkan

Guardo la prova di Hector... Vedo dei miglioramenti... sei il mio miglior allievo ragazzo... anche l'unico.. mi aspetto molto da te... alzo il mio cappello con l'indice in segno di approvazione... 

Chiudo il libro che stavo leggendo appena vedo tutti gli altri uscire di casa e mi avvio con loro...

Bene... pronto a partire

Link to post
Share on other sites

Vi incamminate lungo la strada, superando le molte case abbandonate e cadenti del villaggio, che al sole del mattino sembrano ancora più deprimenti, con le finestre distrutte, le porte malamente sbarrate, grandi parti mancanti crollate tutt'intorno nei piccoli giardini pieni d'erbacce. Non sembra ci sia nessuno in giro, nessun contadino che si reca ai campi, o mercanti che aprono i loro negozi, nemmeno un singolo animale randagio che vagabondi tra le costruzioni. Tenete il passo di Ireena e di Silkan, adattandovi alla loro andatura per non spezzettare il vostro gruppo; ben presto intravedete la fine del villaggio, con la strada che si perde in quelle che potrebbero essere delle dolci colline, se non fosse per l'erba giallastra e secca che le ricopre, le nuvole opprimenti ed un leggero odore di cenere e terra bruciata che permea tutta l'area.

Mentre oltrepassate l'ultima casa del villaggio, vedete finalmente uno dei suoi abitanti, una donna avvolta in un pesante scialle verde sbiadito, che si dondola malamente sulla porta di casa, le braccia serrate come in preghiera mentre ripete, a volte sottovoce a volte urlando, Adelheid... Adelheid... notate Ireena guardare la donna, con un'espressione triste e sconsolata, mentre rallenta il passo senza nemmeno accorgersene 

Viktor

Spoiler

rimani fermo a guardare la donna che trascina via il bambino, senza muovere un muscolo mentre le due persone sulla porta, che devono essere i genitori, rientrano in casa dopo averti lanciato uno sguardo preoccupato.

Arrivi alla casa del borgomastro, davanti a cui trovi i due uomini della taverna; quello con la fascia rossa sta giocherellando abilmente con un lungo coltello, mentre quello con la fascia blu ha una spada appoggiata alla gamba ed una balestra carica tra le braccia Ben arrivato, aspettavamo solo te per cominciare dice ridendo quello in rosso, mentre il compare si volta verso la casa diroccata dietro di loro, urlando Ismark! Ci sei? Metti fuori il naso ubriacone, c'è un tizio strano che ti vuole parlare! 

Un quadrello di balestra si conficca a poca distanza dai piedi dell'uomo, mentre quello in rosso inizia a ridere. Dalla casa si sente una voce che urla Ecco quello che ho da dire! E il prossimo argomento arriva dritto in testa, a voi o a chiunque altro! 

 

Link to post
Share on other sites

Silkan

Tutti hanno un passo sostenuto... appoggiato al mio bastone mi ritrovo accanto ad Ireena... sembra portare il mio stesso passo... Approfittiamone per fare due chiacchiere...

Spoiler

Ireena sto cercando di capire come è la situazione politica della zona e vorrei farti delle domande... tiro fuori dalla borsa il mio tacquino degli appunti e lo sfoglio... riguardo l'abate di Kresk ed il borgomastro Kerkzov... cosa sai dirmi su di loro ? Che uomini sono ? Avete avuto rapporti con loro ?

Le case diroccate mettono nel mio animo una sensazione di tristezza... Sai, io vengo da una città chiamata Harlua... è una città piena di colori e vivacità... tutto il contrario del vostro paese... forse è ora che qualcosa cambi qui... 

Arrivati a fine villaggio vedo una donna predicare un qualcosa che non capisco ... e mi rivolgo nuovamente ad Ireena... Cosa sta dicendo e in che lingua ?

Link to post
Share on other sites

Raquel

Mi metto in cammino insieme agli altri, affiancando Anlaf alla testa del gruppo, ma premurandomi di aspettare chi ha la falcata meno lunga della nostra. Quando arriviamo alla fine del villaggio e vedo la donna sconsolata che salmodia quello che penso essere un nome, non posso fare a meno di allontanarmi dal drappello dei miei compagni e avvicinarmi alla signora. 

"Buongiorno, Signora" esordisco con un sorriso "posso esserle di aiuto?"

Link to post
Share on other sites

Wit 

La possibilità di lasciare sto posto di miseria mi rallegra non poco.

Ovunque guardo vedo abitazioni rotte, distruzione, tristezza... tutta roba che non voglio avere davanti agli occhi ancora una volta.

Continuo così a camminare con gli altri fino al limitare del villaggio dove, ovviamente, l'unica persona che incontriamo balbetta cose strambe e incomprensibili.

La saluto facendomi gli affari miei mentre i miei compagni già vanno a parlarle

Altre distrazioni... Riusciamo a fare una cosa alla volta? Penso

Link to post
Share on other sites

Hector

Saluto Ismark e mi avvio con gli altri.

Vedo poi che si fermano per parlare con una vecchietta. Mi avvicino a Wit "un impiccio dietro l'altro" do una pacca sulle spalle al mio ex compagno di cella e mi avvicino a portata d'orecchie

Link to post
Share on other sites

N4

Spoiler

Fantastico.... Mi levo dalla traiettoria della balestra. Allora... Sono venuto solo per parlare. Ok? Vorrei capire meglio la situazione. É la prima volta che capito qui. Parlo rivolgendomi al borgomastro. 

 

Link to post
Share on other sites

Anlaf

Noto chiaramente che la ragazza ha già rallentato il passo. Ancora non abbiamo lasciato il paese che già ci fermiamo...

Paese...Pare un luogo fantasma in realtà. Tutto è malridotto e fatiscente. Annuso l'aria, ed è ancora peggio di prima. La puzza di morte pare permeare questa landa come una coperta, esattamente come la nebbia che continua a coprire il sole.

Raquel va pure a parlare con questa donna...Temo di aver parlato troppo presto, a questo gruppo manca qualsiasi coordinazione. Mi avvicino a Ireena, senza troppi fronzoli ma senza essere duro, il mio tono di voce è tranquillo. Almeno per il momento. "Che succede? Qualcosa non va?"

Link to post
Share on other sites

L'abate non lo conosco molto bene, ma mio padre diceva che era un uomo strano, non so altro dice Ireena alla domanda di Silkar il borgomastro è una brava persona, l'ho incontrato una volta tre anni fa, mi pare, era venuto a Barovia per parlare con il Conte, e si è fermato qualche giorno da noi. Mi ricordo che doveva nascere sua figlia, ed era molto agitato per questo, ma anche molto allegro, scherzava sempre 

quando arrivate davanti alla donna, Ireena vi dice sottovoce è il nome della figlia, non so che cosa può esserle successo...

La donna, quando vede i due che si avvicinano, si aggrappa senza pensarci due volte ai loro vestiti, dicendo Mia figlia, non è che avete visto mia figlia Adelheid? è uscita ieri mattina, non è più tornata... 

Viktor

Spoiler

La situazione è questa: tu e quei due str***i vi togliete da davanti casa mia, o vi ammazzo. Tutto chiaro?

i due uomini ridono della grossa, poi si rivolgono a te Visto che bell'accoglienza? E pensa che oggi è bello tranquillo, dovresti vederlo arrabbiato! Ti conviene lasciar perdere, meglio se ti avvii, che c'è gente che ti aspetta

 

Link to post
Share on other sites

Raquel

''Mi dispiace signora'' rispondo con rammarico mentre tolgo le sue mani dalla mia veste e le cingo tra le mie, guardando la donna in volto ''non abbiamo visto suo figlia, ma stia tranquilla, Adelheid sta bene. Ne sono certa. E presto tornerà a casa.'' 

Mentre mento a questa donna sento che la corruzione di questa terra desolata ha una portata terribile. Voglio solo dare un briciolo di speranza a questa donna affranta. Non importa se questo significa mentirle. 

''Le prometto che se dovessi incontrarla, la porterò da lei. Se può fornirmi una descrizione le sarei grata. E già che ci siamo, mi dica, dov'era diretta ieri mattina?'' 

Link to post
Share on other sites

Anlaf

Lascio Raquel alle prese con la signora, cercando di tenermi in disparte...Non voglio venire coinvolto troppo da questa landa e i suoi affari.

Non voglio.

Chiudo gli occhi.

Sospiro bruscamente.

Mi trattengo con una smorfia sul viso.

Riapro gli occhi e guardo la donna, cercando di chiedere pacatamente "Le ha detto qualcosa prima di uscire, per caso? Dove sarebbe andata?"

Infine guardo Raquel, alzando un lieve sopracciglio nella sua direzione. Lo sguardo indecifrabile.

Link to post
Share on other sites

Amadeus

Ascolto la conversazione con la signora attentamente ma senza intervenire. È già abbastanza provata, non le serve di essere assalita da avventurieri che cercano di aiutarla. Mi guardo piuttosto intorno, e inizio a guardare intorno alla casa in cerca di impronte, seguito da Grong. Senti qualcosa bello?

Spoiler

Sopravvivenza +4, il lupo usa l'azione d'aiuto.

 

Link to post
Share on other sites

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.