Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By senhull

Non Preparare Trame

Per preparare le sessioni è meglio concentrarsi sul creare delle situazioni da presentare ai giocatori. Preparare delle trame delineate e specifiche è controproduttivo.

Read more...

Ed Greenwood: Ricordi Preziosi

Ed Greenwood ci racconta come fosse la vita all'interno della TSR durante la sua epoca d'oro.

Read more...

Ryuutama, Gioco di Ruolo Natural Fantasy

Ryuutama parla dell'esplorazione un mondo bucolico ed idilliaco, eccovi la recensione di questo nuovo gioco di ruolo fantasy proveniente dal Giappone e tradotto anche in italiano.

Read more...

Gearbox annuncia il GdR di Tiny Tina

La Gearbox Software ha annunciato la futura pubblicazione di un GdR ispirato ad uno dei DLC più folli del first person shooter Borderlands 2. Oggi vedremo di scoprire qualcosa in più su questo progetto.

Read more...

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Judges Guild Deluxe Volume II

Fate un viaggio indietro nel tempo fino all'epoca d'oro del gioco di ruolo con questo Kickstarter che offre uno scorcio di storia e tanto materiale Old School.

Read more...

combattimento nell'arena


Recommended Posts

Come gestite la cosa? un personaggio immancabilmente prima o poi sente di mettersi in gioco nella sabbia dell'arena, molto figo sicuramente, ma come gestirla? come funzionano le scommesse e quanto va al pg se vince o perde? (ne caso in cui non muore). Grazie a tutti

Link to post
Share on other sites

  • Replies 8
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Non si può rispondere in generale, dipende interamennte dall'ambientazione. In alcune culture i gladiatori erano schiavi che non ricevevano compenso, in altre eroi o nobili che  potevano vincere una n

Dipende dalle motivazioni con cui va nell'arena, dalle regole dell'arena e dall'accordo stretto dal pg, insomma è tutto liberamente rimesso al DM.

Non concordo sul fatto che sia immancabile che un PG voglia finirci, non mi è mai capitato, mentre può capitare di essere catturati o di dover pagare un debito.

Da DM creerei delle regole (niente armi o niente incantesimi, o tutto è lecito, come primo sangue o ultimo sangue, o ci si può arrendere ecc). Poi lo gestirei come un incontro, ma non è semplice da bilanciare.

Le scommesse le fanno gli spettatori e PG e giocatori non ne sanno nulla quindi non c'è bisogno di sapere come le gestisce il tipo con la faccia coperta che raccoglie i soldi. Se alcuni PG vogliono scommettere basta che applichi un criterio generale. Quanto è quotata la vittoria del PG? in alto parole, è conosciuto? la gente sa che è valoroso? ha vinto altri scontri? chi è il suo avversario? Ecco sulla base di queste domande valuti quanto paga una sua vittoria.

Link to post
Share on other sites

Credo che l'arena sia molto divertente in un ottica di gioco sviluppata in quel senso, e la cosa più noiosa in assoluto se gestita come parte di un'avventura. 

Il problema è la facilità con cui la si arriva quasi immancabilmente a banalizzare, quindi sta al DM trovare un modo per cui uno scontro in arena non lo sia. 

Credo però che in questo senso la prima domanda da porsi è "Ma ai giocatori, interessa?" ovvero gli interessa *davvero* fare un combat in arena, o gli interessa solo, ad esempio, fare una gara a chi ce l'ha più grosso (il pg)? Nel secondo caso vai di banalità che va bene. 

Ma se la tua arena è una "prova" da superare nell'ottica di una campagna più grande, io tralascerei la modalità "combat" solo per dei combattimenti fondamentali, ad esempio con certi PNG di trama, e lascerei il resto a prove di caratteristica, prove generiche oppure addirittura sullo sfondo ("Superate i primi gironi senza troppi problemi, affrontando avversari neanche degni di questo nome.........") e soprattutto farei in modo che lo scopo non sia la vittoria ma altro, ad esempio scoprire informazioni  o simili. 

Per il resto le regole dell'arena le puoi gestire tu assolutamente a tua discrezione. 

Link to post
Share on other sites

Qui sul forum stiamo facendo una cosa simile: delle sfide pg contro pg in un'arena, di sicuro è molto bello e molto suggestivo; qualche consiglio generale potrebbe essere di fare l'arena molto grande, in modo da garantire al pg una buona mobilità, e, se serve, trovare un modo per cui il pg o il suo avversario non possano volare o usare determinati incantesimi (le evocazioni, per esempio). Per dei consigli più mirati, che pg si troverebbe a scendere nell'arena? 

Poi, perché è nell'arena? Vuole provare a guadagnare dei soldi, vuole mettersi in mostra, deve pagare dei debiti, è stato rapito, altro?

Per le scommesse, dipende anche da che genere di arena è: un'arena ufficiale, in stile Colosseo romano, potrebbe avere delle vere e proprie quotazioni (la sconfitta del pg è a 3, la sua vittoria a 1); se è un'arena clandestina, tipo cantina nella locanda al porto, potrebbe già essere tanto se i pg riottengono le monete che hanno puntato 

Come avversario, dipende dal livello del pg; potresti provare a mettergli contro un png costruito apposta, ma fare la scheda è molto difficile e complicato, se vuoi creare un qualcosa di affrontabile e non mortale 

Link to post
Share on other sites

Secondo me doresti anche considerare il "tipo" di arena e lo scenario intorno alla stessa. Mi spiego: l'arena è organizzata da un gruppo di contadini all'interno di un recinto per il bestiame? O di un'arena vera e propria con spettacoli organizzati in pompa magna da nobili annoiati? Inoltre se la sfida è contro un mostro anziché contro un umano/umanoide devi poter giustificare la presenza della creatura, ovvero nel secondo scenario (quello dei nobili), magari un potente mago ha addomesticato una manticora per l'arena ma nessuno potrebbe mai aver fatto lo stesso con un drago per quanto giovane

Link to post
Share on other sites
21 ore fa, Asuryan ha scritto:

Come gestite la cosa? un personaggio immancabilmente prima o poi sente di mettersi in gioco nella sabbia dell'arena, molto figo sicuramente, ma come gestirla? come funzionano le scommesse e quanto va al pg se vince o perde? (ne caso in cui non muore). Grazie a tutti

Per movimentare un po' le cose potresti anche cambiare la sabbia in alto, ricordati che storicamente le arene venivano persino allagate per simulare battaglie navali, oltre che allagarle potresti creare delle piattaforme sospese nel vuoto, oppure anche lanciare un volare sui contendenti, e ovviamente non limitarti all'umanoide contro umanoide, usa pure i mostri.

Link to post
Share on other sites

Sì ok ma più che il discorso dello scenario mi interessava quello del guadagno che può avere un PG che volesse intraprendere questa carriera, chiamiamola così.

Link to post
Share on other sites
On 4/14/2020 at 10:40 PM, Asuryan said:

Come gestite la cosa? un personaggio immancabilmente prima o poi sente di mettersi in gioco nella sabbia dell'arena, molto figo sicuramente, ma come gestirla? come funzionano le scommesse e quanto va al pg se vince o perde? (ne caso in cui non muore). Grazie a tutti

Non si può rispondere in generale, dipende interamennte dall'ambientazione. In alcune culture i gladiatori erano schiavi che non ricevevano compenso, in altre eroi o nobili che  potevano vincere una nuova contea trionfando nell'evento principale, spesso gli scontri erano più coreografati che reali, o magari truffe combinate ai danni degli scommettitori. Anche nella stessa ambientazione vi possono essere tutte o alcune di queste possibilità, ha poco senso discutere in generale come non avrebbe senso discutere di quanto si possa guadagnare facendo l'avventuriero.

Vi è solo un pezzo dal regolamento che è chiaro. Se sei un gladiatore per background (variante dell'intrattenitore) puoi lavorare più o meno in ogni città senza rischi o perdita di punti ferita e in cambio di vitto, alloggio, e fama. Si può immaginare qualcosa tipo il moderno wrestling, o al massimo qualche incontro più sportivo che marziale, giocato se necessario più con tiri di acrobatica, atletica o performance piuttosto che con le regole del combattimento.

Se invece lo scontro è reale e ha un peso nella storia, scontro e eventuali premi dipenderanno dalla storia. Personalmente da master trovo sia molto raramente una buona idea un torneo d'arena nel mezzo di una campagna, per vari motivi. Ma può essere una sessione particolare da usare con estrema parsimonia se i giocatori vogliono cimentarvisi.

Se mai dovessi farne, è importante decidere bene come gestire le scommesse, per evitare che i giocatori finiscano sul lastrico o guadagnino molte monete.

Tempo fa ci avevo pensato, e credo che il modo migliore per gestire le scommesse in un GdR sia come veniva effettivamente fatto nell'antica roma e in parte dell'alto medioevo. Si scommetteva semplicemente su uno dei due contendenti una somma fissa (diciamo una moneta d'oro), senza quote diverse note a priori. Dai la moneta d'oro, e ti danno in cambio una tesserina del colore scelto. Vi possono essere o meno tesserine di valore diverso (10 monete d 'oro ad esempio). La tesserina si spezza, metà resta al gestore e metà la tieni tu: facendo combaciare i due pezzi a fine evento si dimostrerà la bontà della tesserina.

Diciamo, per fare un'esempio, che 100 quote puntano sul blu e 67 sul rosso.

L'allibratore prende tutti i soldi, 167 monete d'oro. e ne tiene per se una quota fissa. Diciamo il 10%, 17 monete che vanno all'allibratore (e quindi non c'è rischio né che ci rimetta né che abbia vantaggio a falsare la gara: la sua percentuale è fissa). 150 monete rimangono sul piatto.

Finito l'evento, chiunque ha la tesserina del colore che ha vinto prende una quota uguale di quelle 150 monete. Se ha vinto il blu, le cento persone che hanno la tesserina blu riscuoteranno 1 moneta d'oro e 5 d'argento: il loro candidato era favorito dopotutto. Se vince il rosso, le 67 persone che hanno la tesserina rossa riscuoteranno 2 monete d'oro, 2 d'argento e 4 di rame.

Le caratteristiche interessanti sono due. Primo, non serve calcolare le quote prima: chi è favorito è deciso automaticamente da quante persone scommettono su di lui, quindi da DM puoi decidere a fine combattimento il premio se qualche PG scommettesse, non devi esporti prima con una quota. Secondo, il sistema funziona che più scommetti e più abbassi la quota, quindi un PG non può diventare più ricco di un ammontare deciso dal DM con scommesse del genere. Se ad esempio il PG volesse scommettere sul rosso nel caso di prima, scommettendo una moneta ne avrebbe 2 e un po', con un guadagno di un po' più di una moneta d'oro scommettendone una. Ma se scommettesse 100 monete, il suo guadagno sarebbe di circa 43 monete scommettendone 100, perché ora ci sarebbero 167 monete sul piatto rosso e 100 su quello blu: il favorito è ora il rosso, e la sua quota scende. Aumentando ancora la scommessa, il guadagno aumenterebbe sempre meno in modo molto naturale.

  • Like 2
Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
  • Similar Content

    • By Vassallo del Regno
      Salve a tutti.
      Vorrei chiedere informazioni su alcune riviste vecchie sui GDR.
      Inizio con Ferro & Fuoco.
      Mi servirebbe sapere cosa contenevano i  vari numeri,
      e ancora meglio se qualcuno ha foto delle copertine cosi da poter vedere i contenuti,
      che in alcune riviste erano riportati in copertina.
      Poi inserirò le altre appena concluso con le prime.
      Grazie a tutti.
    • By nolavocals
      Pur esistendo il "volumetto" di conversione di caratteristiche/classe ecc cerco, al fine di convertire qualunque avventura d20 system in 5ed,
      come risolvere il problema "equipaggiamento dei PG per livello"
      Sto cercando una soluzione "Meccanica" per soldi/oggetti magici per livello PG essendo sensati nel d20 system ma totalmente sballati per la 5 ed
      P.S Chiedo cortesemente di astenersi chi risolve le meccaniche "a sentimento/ad occhio/la lascio così" ecc.
      Grazie a tutti
    • By gibo3
      Ciao a tutti, sto ragionando sulla chiusura della quest che sto gestendo da master alla quale vorrei dare una degna e spettacolare conclusione, scusatemi in anticipo se sarà un post un pochino lungo.
      I PG sono di 7° livello (ladro, guerriero e paladino) e hanno appena salvato il Lord di una cittadina strappandolo dal controllo mentale di un drago nero sadico che ama infiltrarsi nelle corti in forma umana, soggiogare il Lord e obbligarlo a compiere azioni particolarmente malvagie (caratterialmente si tratta di un drago molto particolare, è un sadico ma non ama essere "sotto i riflettori" motivo per cui di solito se qualcosa va storto nei suoi piani o se viene scoperto tende ad andarsene senza combattere, possibilmente restando in forma umana).
      Ora la mia idea era di far incontrare i PG con il drago e, complice la differenza importante di livello (in forma umana ho pensato ad uno stregone di livello 17) pensavo al cattivo che dopo aver interagito con loro casta un'inversione di gravità sui PG, si casta invisibilità su se stesso e se ne va deridendoli.
      Durante la campagna PG hanno incontrato un PNG ideato da me e del quale vado molto orgoglioso, si tratta di una ladra drow assassina di 18° livello che è a capo di una gilda di ladri. Stavo ragionando sul fatto che sarebbe simpatico farle fare un'ultima comparsata e quindi arrivo alle domande vere e proprie:
      In un combattimento con uno stregone di 17° livello un ladro di 18° e tre PG di 7° avrebbero qualche speranza? In caso come gestireste il combattimento e che conclusione gli dareste? Se foste voi i PG come la vedreste se come conclusione dell'avventura il drago malvagio riuscisse a fuggire? 
       
      Scusatemi ancora per il post logorroico ma volevo contestualizzare la mia domanda.
    • By Mitocondrio
      Buongiorno a tutti!
      Da poche settimane ho cominciato una nuova campagna cittadina horror/investigativa (5e) e, essendo un'ambientazione completamente inventata e abbastanza diversa dal classico d&d, ho creato qualche classe e meccanica ad hoc. Vi condivido nello specifico l'Untore: non so proprio se possa funzionare in altre campagne più tradizionali, ma a qualcuno potrebbe interessare!
      La classe è basata, dal lato del combattimento, sul debilitare gli avversari: può farlo durante una battaglia, o può tendere trappole e aspettare il momento più opportuno per attaccare.
      Al di fuori del combattimento, ha una serie di abilità che gli consentono di muoversi velocemente e scappare fintanto che si trova in ambiente cittadino (simili per alcuni versi al terreno del Ranger), diffondere malattie e ottenere favori di vario tipo, anche in base alla specializzazione scelta.
      Untore.pdf
    • By chuktorres
      Ho un dubbio, ieri sera durante la sessione, in un combattimento parecchio concitato, il barbaro del gruppo ha rotto il suo spadone, la mia domanda é, essendo in ira riesce a pescare un altra arma da una sacca dimensionale oppure deve prima terminare l'ira? 

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.