Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Historia

Historia è un ambientazione rinascimentale con toni dark fantasy pensata per la quinta edizione del gioco di ruolo più famoso del mondo. Il gioco è ambientato a Vesteria, una terra piena di intrighi e popolata da animali antropomorfici. Ogni personaggio potrà appartenere a differenti Specie di creature, con oltre 50 possibili creature antropomorfiche giocabili. Oltre alla Specie i personaggi potranno scegliere delle Professioni e l'appartenenza a una delle varie Fazioni che popolano questo mondo ricco di azioni, misteri ed avventura.

La copertina del manuale e un'anteprima delle pagine interne
Historia nasce dalla collaborazione tra Mirko Failoni (artista ed illustratore per giochi come Vampire The Masquerade, Age of Sigmar, The One Ring, Pathfinder, Wraith The Oblivion, Lost Citadel e molti altri), Michele Paroli (autore di Journey To Ragnarok, fondatore e sviluppatore capo del Mana Project Studio) e Matteo Pedroni (parte del team di sviluppatore di Journey To Ragnarok e del GdR a breve in uscita basato su Zombicide della CMON).

Un esempio di scheda del personaggio
Potete trovare la pagina del Kickstarter, che durerà fino al 04 Ottobre e che ha già ampiamente superato l'obiettivo base e ne ha sbloccati svariati altri, con ulteriori dettagli qui.

Grazie a @Pyros88 per la segnalazione.
Read more...

I Colpi Critici in Dungeons and Dragons

Articolo del 10 Agosto 2019 di Malcon the Firebringer
Agli albori di Dungeons and Dragons i colpi critici erano piuttosto controversi. Original Dungeons & Dragons e Advanced Dungeons & Dragons nemmeno li prevedevano all’interno delle regole. Gary Gygax e il resto dello staff della TSR non credevano che dovessero fare parte del gioco. Il sistema di combattimento non considerava l’uccisione istantanea nemmeno quella volta su un milione, cosa che i giocatori sembravano desiderare. In un commento nella colonna “From the Sorcerer’s Scroll” nel numero 16 di Dragon Magazine (pubblicato nel luglio 1978), Gary Gygax discuteva dei numerosi sistemi concorrenti dei giochi fantasy, che stavano uscendo in quel periodo. La maggior parte veniva commercializzata come un “miglioramento” del realismo nel combattimento fantasy di Dungeons and Dragons. Alcuni di questi sistemi possedevano una sorta di Colpo Critico all’interno del loro sistema di combattimento. Gary non approvava. E lo affermava piuttosto chiaramente nella sua rubrica su Dragon Magazine. Non gli piaceva la possibilità di una “morte istantanea” o anche solo di un danno doppio derivante da un tiro che avesse per risultato un 20 naturale. Proseguiva poi affermando che il sistema di combattimento di Dungeons & Dragons era stato progettato per la giocabilità e non per il realismo.

Mettere a segno un colpo critico può rendere un eroe famoso… com’è accaduto a Beowulf
Tuttavia, altri giochi di ruolo di quei primi tempi prevedevano questo tipo di “successo eccezionale”, inclusi alcuni rilasciati dalla TSR. Un gioco di ruolo degli albori chiamato “Empire of the Petal Throne” viene considerato da molti come il primo gioco di ruolo che prevede in modo specifico delle regole per un tale “Colpo Fortunato” [“Lucky Hit”]. Altri giochi presto seguirono l’esempio. Con l’esistenza di regole per questo tipo di colpi fu naturale estendere tali regole in modo che includessero anche i cosiddetti fallimenti critici. Tali pessimi risultati sono spesso chiamati fallimenti critici (fumbles in inglese, NdT). Nella versione prototipo di Empire un 20 naturale causava un doppio danno alla vittima. La versione successiva rilasciata dalla TSR prevedeva un’uccisione istantanea su un secondo tiro pari a 19 o 20.

Un 20 naturale viene considerato un colpo critico in molte edizioni successive di Dungeons & Dragons
Perché i giocatori desideravano colpi critici in Dungeons and Dragons?
La maggior parte di noi ha sentito il racconto biblico di Davide contro Golia. La storia è quella di un enorme gigante contro un poveretto, praticamente senza possibilità di vincere in una battaglia uno contro uno. Eppure colui che parte svantaggiato vince. Con una fionda e una pietra. Ottiene quel colpo su un milione, e vince.

Costui ha messo a segno alcuni colpi critici
È naturale che i giocatori desiderino lo stesso tipo di capacità nel gioco. Dovrebbe esserci sempre la possibilità... dicevano... di vincere praticamente qualsiasi incontro. Ovviamente, anche introducendo i colpi critici nel gioco non vi è alcuna garanzia che un colpo eccezionale uccida qualsiasi creatura. A meno che qualcuno non stia facendo roteare una Spada Vorpal.
Ovviamente... La TSR non fu sempre contro i colpi critici. Il sistema di ferite nel loro gioco a tema western Boot Hill prevedeva danni basati sul colpire diverse parti del corpo. Ma questi sistemi complessi su dove posizionare i colpi erano eccessivamente pesanti per il giocatore e il Game Master. Non sono mai stati tanto popolari quanto un sistema basato sull’ottenere un 20 naturale lanciando un D20.

Un singolo affondo di lancia uccide questo demone
L’introduzione dei colpi critici in Dungeons and Dragons
I primi colpi critici effettivamente menzionati in un qualsiasi manuale ufficiale di Dungeons & Dragons risalgono a AD&D 2E. La Guida del Dungeon Master per la 2a edizione fornisce una regola opzionale allo scopo di includere i colpi critici. Offre due opzioni per implementare questa regola:
Con un 20 naturale l’attaccante raddoppia il danno inflitto. Oppure se l’attaccante ottiene un 20, allora esso ottiene un secondo attacco. E così via. Se continua a tirare dei 20, continua a ricevere un altro attacco fino a quando non ottiene più dei 20 sul dado.
Un colpo critico in questo momento sarebbe davvero un’ottima cosa
Successivamente la seconda edizione ampliò questa regola nel Player’s Option: Combat & Tactics. In quel manuale alcuni dei sistemi suggeriti per ottenere colpi critici erano molto più complessi. Ma questo manuale fu anche il primo a sottolineare qualcosa di interessante. Afferma che alcune creature non possiedono parti del corpo specifiche che sono più importanti rispetto a qualsiasi altra parte del corpo. Quindi un colpo critico potrebbe essere inefficace contro di esse.
Questo è un punto importante da considerare. Alcune creature sono solo masse informi di protoplasmi neri o melme verdi. Come si può effettivamente ottenere un colpo critico contro una creatura che non ha parti del corpo vitali o punti deboli? Un colpo critico contro una tale creatura è in un certo senso qualcosa di ridicolo.
Questo genere di esclusione di alcune creature dai critici fu esteso alla 3E.

Beowulf combatte Grendel
Che tipi di creature non dovrebbero essere affette dai colpi critici?
È naturale che alcuni tipi di creature melmose e masse informi non siano influenzate da un colpo speciale. Ma anche altre creature hanno scarse probabilità di esserne influenzate. Alcune di esse sono le seguenti:
Melme, Amebe, Protoplasmi. Golem, Non Morti ed Elementali in quanto non sanguinano.
Se costui non ottiene un colpo critico, sarà decisamente nei guai
Colpi Critici nelle varie edizioni di Dungeons and Dragons
Come già affermato, la 1a Edizione e Original Dungeons and Dragons non li avevano nemmeno presi in considerazione. La 2a Edizione prevedeva una regola facoltativa e, poi, diverse varianti su come applicarla.
Nella Terza Edizione un 20 era un colpo automatico. Ciò non è mai stato indicato espressamente nelle precedenti edizioni, ma era implicito nelle tabelle fornite. Alle varie tipologie di armi venne applicata una “minaccia di critico". Questa era un range di tiri necessari perché il colpo fosse considerato un critico per quell’arma.

Sia l'uno che l'altro potrebbero fare un critico  
In 4a Edizione un 20 era un colpo automatico. Ma per ottenere un colpo critico era necessario tirare un dado abbastanza alto da raggiungere o battere la difesa effettiva del bersaglio. Altrimenti veniva considerato un colpo normale. Un tiro 20+ modificatori che eguaglia o batte la difesa del bersaglio mette a segno un colpo critico. In tal caso il danno sarebbe il massimo per quell’arma più un valore ottenuto dal bonus di incantamento (di solito un D6). L’effetto netto di ciò è che nella 4a Edizione il colpo critico medio causa più danni rispetto a quello medio della 3a Edizione.
La Quinta Edizione ha, di nuovo, semplificato le cose. Un 20 naturale colpisce sempre. Un 20 naturale è sempre un colpo critico. I dadi di danno vengono lanciati due volte con i bonus fissi lasciati invariati. Questo tende a riportare il danno in linea con i colpi critici della Seconda Edizione.

Per qualcuno che affronta in solitaria un drago, un colpo critico del genere è decisamente necessario
Fallimenti Critici in Dungeons and Dragons
I fallimenti critici non erano inizialmente previsti nelle regole originali. Gary Gygax ha scritto una volta un articolo sull’argomento dei successi critici nella rivista Dragon Magazine (forse più di uno). Sosteneva che, qualora i colpi critici fossero permessi, allora dovevano esserci anche i fallimenti critici. Credeva, erroneamente, che ciò potesse scoraggiare i giocatori e i Dungeon Master che richiedevano per Dungeons and Dragons un sistema con colpi critici.
Ma i giocatori e i Dungeon Master volevano persino i fallimenti critici. Un 1 naturale dovrebbe sempre essere un fallimento critico, dicevano. Dovrebbe sempre mancare.

Vuoi affrontare un drago in una sfida uno contro uno? Meglio ottenere un critico
I Colpi Critici in Dungeons and Dragons possono fornire alcuni risultati imprevedibili e incredibili
Una volta ho testato un’avventura one shot che avevo scritto e che prevedeva una caverna con un drago rosso come antagonista principale. Il drago che ho selezionato rispetto il livello dei personaggi era un po’ troppo potente per il gruppo. E quello era lo scopo del mio playtest. Volevo scoprire quale delle età usare e per quale particolare range di livelli e numero di avventurieri per lo scontro, al fine di renderlo stimolante ma non irrimediabilmente fatale per l’intero gruppo.

I dinosauri vengono spazzati via da un colpo critico giunto dallo spazio……
Quello che capitò fu che il gruppo sconfisse il drago per il rotto della cuffia, con un solo giocatore rimasto in piedi. Il ladro, tra tutti quanti, tirò un colpo critico mentre stava per morire. Tirò un 20. Seguito da un altro 20. Stavamo usando un sistema variante di colpi critici che era popolare per AD&D e in cui l’attaccante lanciava un secondo D20 per determinare l’effetto del colpo critico. Un tiro di 1-10 assegnava un doppio danno. Un tiro di 11-15 assegnava un triplo danno. E un tiro di 16-20 assegnava un danno quadruplicato.
Quella che sembrava essere un total party kill è invece finito con il ladro che è sopravvissuto e il drago morto nell’ultimo round. Naturalmente... il ladro era un ladro...e ha deciso di rubare tutto il bottino e non cercare nemmeno di far risorgere i suoi amici... ma questa è un’altra storia...

Non sono sicuro di cosa stia combattendo costui, ma un critico sarebbe davvero utile in questo momento...
Alcune varianti del colpo critico per AD&D
Ho giocato alla 1a Edizione fin dagli anni ‘70. Quindi ho potuto osservare numerose modifiche alle regole. Naturalmente queste erano considerate “house rules” in quanto i creatori del gioco non ne vedevano la necessità. Su Dragon Magazine uscirono alcuni articoli che suggerivano alcuni possibili sistemi per il colpo critico, ma questi non erano ufficiali per quanto riguardava la TSR. Alcune delle varianti che ho visto utilizzare sono:
Un colpo critico infligge automaticamente il danno massimo dell’arma utilizzata, più eventuali incantamenti magici e modificatori di Forza. Un colpo critico infligge un doppio danno, oltre a incantamenti magici e modificatori di Forza. Un colpo critico provoca la morte istantanea del bersaglio. Un colpo critico dà diritto al giocatore a un secondo tiro D20. Un tiro di 1-10 significa doppio danno, 11-15 significa triplo e 16-20 significa quadruplo. L’articolo del Dragon Magazine intitolato “Good Hits & Bad Misses” di Carl Parlagreco forniva una vasta tabella per i colpi critici a seconda del tipo di arma utilizzata. Sono previste tabelle specifiche per:
Armi affilate. Armi contundenti. Armi da affondo e armi da lancio. Effetti contro gli animali. Quello stesso articolo forniva, inoltre, una tabella specifica anche per i fallimenti critici. Questa tabella non è però specifica per ogni arma.

Sarà un colpo critico?
Alcune varianti per i fallimenti critici che ho visto usare per AD&D
Come già detto in precedenza... le prime edizioni del gioco non prevedevano regole per i fallimenti. Le “regole della casa” in merito abbondavano, sia per i fallimenti sia per i colpi critici. Alcune varianti che ho visto utilizzate in gioco:
L’attaccante colpisce sé stesso o sé stessa. L’attaccante colpisce sé stesso o sé stessa oppure un membro del gruppo (o un alleato sul campo). L’attaccante lascia cadere l’arma, inciampa o cade (riprendersi costa un round). L’attaccante colpisce sé stesso o sé stessa oppure un membro del gruppo (o un alleato sul campo), ma deve tirare un altro D20. Un 1-10 significa doppio danno, 11-15 significa triplo danno, 16-20 significa danno quadruplo... e se l’attaccante sta usando una Spada Vorpal o una Spada Affilata... le cose possono davvero andare a rotoli...
Sembra che questo ragazzone abbia ottenuto un colpo critico a mani nude!
Alla fine furono i giocatori e i Dungeon Master a decidere le sorti dei colpi critici in Dungeons & Dragons
La TSR alla fine cedette. I giocatori li volevano nel gioco. Quindi alla fine sono diventati parte del gioco. E ancora oggi sono nel gioco. Adesso i colpi critici entrano in gioco al tavolo quasi ogni volta che si gioca. E probabilmente resteranno definitivamente.

Questo tizio potrebbe voler ottenere anche più di un colpo critico per uscire da questa scomoda situazione
Link all'articolo originale: https://oldschoolroleplaying.com/critical-hits-in-dungeons-and-dragons/
Read more...

Il Bardo, il Paladino e un nuovo Sondaggio

Articolo di Ari Levitch, Ben Petrisor e Jeremy Crawford, con Dan Dillon e F. Wesley Schneider - 18 Settembre 2019
Nota del Traduttore: le traduzioni italiane dei nomi delle Sottoclassi presentate in questo articolo non sono ufficiali.
 
Questa settimana due Classi, il Bardo e il Paladino, scoprono nuove possibilità da playtestare. Il Bardo riceve un nuovo Collegio Bardico: il Collegio dell'Eloquenza (College of Eloquence). In aggiunta, il Paladino ottiene un nuovo Giuramento Sacro: il Giuramento dell'Eroismo (Oath of Heroism).
Vi invitiamo a dare una lettura a queste Sottoclassi, a provarle in gioco e a farci sapere cosa ne pensate nel Sondaggio prossimamente in arrivo sul sito ufficiale di D&D.
Il Sondaggio
E' ora anche disponibile un Sondaggio riguardante il precedente Arcani Rivelati, che presentava la Mente Aberrante (the Aberrant Mind) per lo Stregone e l'Osservatore nelle Profondità (Lurker in the Deep) per il Warlock. Per favore, seguite il link del Sondaggio per farci sapere cosa ne pensate.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
Arcani rivelati: bardo e paladino
Sondaggio: Stregone e Warlock
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/bard-paladin
Read more...

In Eberron potrete finalmente comprare gli oggetti magici

Articolo di J.R. Zambrano del 10 Settembre 2019
Nell'ultimo stream live di Dragon+, il talk show di D&D, Jeremy Crawford ci ha parlato, nel suo ruolo di sviluppatore capo delle regole della 5E, di ciò che ci aspetta nel manuale Eberron: Rising from the Last War, che comprende regole attese da molti giocatori e DM, come le regole per le navi volanti e per i combattimenti epici sui treni, alle opzioni banali su cosa fare del vostro oro - per esempio spenderlo per darvi un +1 aggiuntivo a tiri per colpire e danni. Quindi che siate intellettuali bizzarri o fifoni noiosi troverete ciò che fa per voi in Eberron.
Eberron sta per arrivare. Se non siete sicuri di cosa questo implichi questo video vi fornisce una buona visione generale di cosa si tratta, tra cui l'ambientazione pulp da dopo-guerra che include tensioni tra le nazioni, spie, eventi da thriller e che offre uno sguardo su un mondo fantasy industrializzato dove tutto è alimento dal Magitech. O direttamente dalla magia.
A sovraintendere a tutto ciò abbiamo le Casate del Marchio del Drago, che si pongono a metà strada tra case nobiliari e corporazioni dove si nasce con un tatuaggio magico speciale (e in cui ci si aspetta che portiate avanti gli interessi della vostra Casata, con tutte le opportunità narrative che ne conseguono). Ed Eberron è praticamente tutto questo. Potete giocare come robot creati per la guerra che stanno cercando di scoprire il loro scopo nella vita, oppure come agenti di spionaggio gnomeschi o ancora come spiriti sfuggiti da un altro reame che si rifugiano nella mente di un umano trovato per caso nelle vicinanze.

Qualsiasi cosa vogliate giocare, tuttavia, troverete le regole per farlo in questo manuale. Tra cui un grande cambiamento in come funzionano gli orchi come personaggi giocabili, dato che la versione giocabile dell'orco si discosta dal normale approccio vagamente eugenetico (e a volte problematico) delle creature di D&D che sono dotate di "bonus razziali alle caratteristiche". Gli orchi di Eberron non hanno una penalità all'Intelligenza, cosa decisamente buona. Ci sono altri piccoli cambiamenti ma questo è quello principale su cui vale la pena soffermarsi.

Ci sono anche regole per gli oggetti magici Comuni e Non Comuni associate all'Artefice, la nuova classe introdotta nel manuale, oltre a regole per un Patrono del Gruppo, che rappresenta un'organizzazione per cui lavora il vostro gruppo di avventurieri. Potreste essere agenti di un gruppo di spionaggio, membri di un'università, appartenenti ad un sindacato criminale e così via - il tutto accompagnato da nuove caratteristiche di background.
E tutto questo solo nel Capitolo 1.
Ce ne sono altri cinque, tra cui una visione storiografica e geografica del Khorvaire, un approfondimento di Sharn (i Capitoli 2 e 3 rispettivamente) e un insieme di regole per la creazione modulare di avventure di 100 pagine, che rispecchia per molti versi il kit che si può trovare nella Guildmaster's Guide to Ravnica; il tutto assieme a mappe, informazioni sulle organizzazioni e cose come i Colossi Forgiati (Warforged Colossi), che sono dei forgiati della dimensione di grattacieli (e naturalmente finirete ad avventurarvi in uno di essi).
Dopo tutto questo nel Capitolo 5 troverete le regole riguardanti l'economia della compravendita di oggetti magici, specialmente quelli Comuni. L'ultimo capitolo, il numero 6, è un bestiario di mostri specifici di Eberron, come gli Incantesimi Viventi, i Daelkyr e altri ancora.
Non vediamo l'ora che arrivi Eberron e speriamo che questo valga anche per voi.
Buone Avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/09/dd-eberron-will-let-you-buy-magic-items-in-5e-at-last.html
Read more...

E' uscito Baldur's Gate: Descent into Avernus!

A partire da ieri, 17 Settembre 2019, è disponibile in tutti i negozi Baldur's Gate: Descent into Avernus, il nuovo supplemento d'avventura in inglese per la 5e ambientato nella celebre città di Baldur's Gate, presso i Forgotten Realms, e all'interno del primo livello dei Nove Inferni, conosciuto con il nome di Avernus. In questo nuovo manuale è possibile trovare un'avventura per PG di livello 1-13, informazioni sulla città di Baldur's Gate e sull'Avernus, le regole per giocare i patti col diavolo, le meccaniche dedicate ai veicoli - in particolar modo quelle riguardanti le Macchine da Guerra Infernali (Infernal War Machines) che potranno essere usate per partecipare a infernali gare automobilistiche in stile Mad Max -, nuovi mostri e altro ancora. Il prezzo del manuale è 49,95 dollari.
La Asmodee Italia non ha ancora rivelato nulla riguardo l'uscita della versione tradotta in lingua italiana.
Per maggiori informazioni su Baldur's Gate: Descent Into Avernus potete leggere l'articolo che abbiamo dedicato al suo annuncio ufficiale da parte della WotC.
Qui di seguito, invece, potete trovare le anteprime rilasciate dalla WotC in questi mesi:
❚ Le Statistiche della Macchina da Guerra Infernale (Infernal War Machine)
❚ La mappa dell'Avernus e altre immagini
❚ Il Sommario e l'inizio del Capitolo 1

Read more...
Bomba

Capitolo Uno - Sua munificenza Derbel Von Gebsatell

Recommended Posts

Chandra

Stupita per l'incosciente generosità del principe, Chandra fu sommersa dalla curiosità. E quanto sarebbe grande questo drago rosso? - pensò tra sè e se senza accorgersi che già stava parlando ad alta voce.

...cioè intendevo: i draghi sono cuccioli di poche decine di giorni e un attimo dopo te li ritrovi che volano.

E già che ci siamo...sapete de il drago ha alleati - o meglio sottoposti - che difendono la sua tana o combattono?

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor (Umano Adepto dei Draghi)

"Vostra maestà...", intervenne poi Clint, facendo al contempo un profondo inchino, mano al petto, "Clint Connor, al servizio della corona. 

Avrei anch'io qualche domanda, sebbene, me ne rendo perfettamente conto, non pronunciata con voce altrettanto affascinante, né emessa da labbra parimenti perfette, né accompagnata da movimenti tanto graziosi., né...

Ehm, comunque, dicevo... ma ad Azariaxis sono già state contrapposte le dovute questioni dinastiche? I Draghi Rossi non sono naturalmente capaci di mutare forma, quindi non c'è la possibilità di una progenie... attualmente è il vostro ramo familiare a portare la successione ed un qualsiasi vostro erede otterrebbe automaticamente le precedenza al titolo dinastico, vanificando le velleità meschine del Grande Verme. (Non che io Vi stia suggerendo di procedere affrettatamente in tal senso, eh!). La brama delle Lucertole Alate è tale da offuscare il loro giudizio, ma restano comunque creature dotate di infinito intelletto e spesso si può giocare su di esso, e sulla loro follia per le ricchezze, per placarli o far loro desistere senza spargimento di sangue. Io qui vedo il fiore del coraggio di tutti i regni, eroi capaci di strapparmi la spina dorsale con un gesto, campionesse in grado di spiccarmi la testa dal collo con una torsione del polso (però nessuno si faccia venire strane idee, cortesemente!)... e mi dispiacerebbe vederli affogare nel proprio sangue. 

A chiunque non può fare altro che gola la magnifica ricompensa in palio, ma, almeno, mi domando... la creatura ha già rifiutato la via diplomatica? 

È fondamentale l'uccisione del Verme o sarebbe sufficiente la liberazione della Meravigliosa Contessina?

E, dovendo procedere comunque all'assalto, come sarà garantita l'incolumità del Vostro Consigliere?".

A quel punto, Clint, resosi conto che aveva ormai sproloquiato per una irragionevole quantità di tempo, si morse la lingua e si zittì, approfittandone anche per rimettersi dritto, dacché la schiena principiava a fargli male. 'Maledizione, me lo diceva sempre il mio allenatore che ero scarso nei dorsali'.

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Calibano

Spoiler

Calibano é un umano di carnagione chiara, sui vent'anni circa, con una folta chioma bionda. È abbastanza basso, sul metro e sessantaqualcosa. 

Porta una casacca verde, che nasconde una veste di maglia protettiva. Porta con sé un'arco di legno elaborato, ma non vedete frecce. 

Finalmente sono arrivato! Perché doveva essere così lontano? Perché ho risparmiato sul cavallo? 

Dopo un viaggio lunghissimo, Calibano riesce ad arrivare a corte, notando peró che l'incontro é iniziato senza di lui. Cercando di evitare una brutta figura, tenta di inserirsi fra la folla di candidati, facendo finta di nulla per non farsi notare. 

Spoiler

Il troppo lavoro mi sta facendo male, mi ero completamente scordato di essermi unito alla campagna 😅

Spoiler

Move silently +6, hide +7. Non scherzavo. 

 

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hymer Gervinger (Warblade Umano)

La ringrazio mio signore

Disse il ragazzo rialzandosi e rimettendo al suo posto la spada, per poi ascoltare con attenzione le parole del principe

La ragazza ha ragione - soggiunse dopo le parole di Chandra - il drago è già di per sé un avversario temibile senza contare eventuali sottoposti.

Aggiunse rivolgendosi poi agli altri avventurieri

Dobbiamo organizzarci, il Principe ci ha affidato un'importante missione ed ha richiesto noi, i migliori combattenti di tutte le terre affinché possiamo riportare la pace in questa terra! Mettiamo ora da parte le nostre divergenze e le nostre antipatie reciproche - continuò fissando con sguardo di sfida il nano Trull - ed uniamoci come un unico grande combattente, lasciamo l'onore di decidere alla nostra Contessa. Le nostre imprese riecheggeranno nei secoli sulle corde delle cetre ed il nostro onore non verrà mai dimenticato!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Umana Elocatrice) 

Celeste si guardò attorno cercando gli sguardi di tutti gli avventurieri presenti. Dai più grandi ai più piccoli, dai più forti ai più deboli, dai volenterosi e dagli approfittatori, tutti con lo stesso obiettivo si ergevano dinanzi al principe con la determinazione di riuscire nell'impresa. La ragazza non poté esitare nel promettere qualcosa che, effettivamente, non poteva prevedere in alcun modo possibile, ma che secondo lei avrebbe dato un lieve conforto al principe ora che l'agitazione lo stava facendo svuotare di tutte le sue casse. 

Vedersi portare via una persona cara deve essere qualcosa di indescrivibile. Nessuno dovrebbe soffrirne ed io mi rammarico perché questa disgrazia sia successa proprio a lei. Per cui... Alché Celeste si inginocchiò con lo sguardo rivolto verso il principe. Io qui le prometto di mettere tutto il mio impegno coraggio e abilità, tutto ciò che sono, per riportarle indietro la persona che le è di più cara sana e salva. Le prometto anche che la bestia non torcerà mai più un dito contro di essa e contro di voi. 

Poi guardandosi un attimo attorno Celeste percepì un certo dissenso da diversi elementi nella stanza. Forse queste parole potrebbero non significare molto per lei e so che molti, se non tutti non approveranno e non saranno disposti a compiere tale giuramento, però... Io ci tenevo a farlo, per lei, come principe, ma soprattutto come persona in difficoltà. Dopodiché Celeste si ricompose. 

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Skaldsson (Kalashtar Ardente)

Il principe si dimostrò nuovamente prodigo di doni: ci diede fondi a sufficienza per poter migliorare notevolmente il nostro equipaggiamento, oltre a fare ulteriori donazioni ad alcuni di noi. La Skald pose un quesito sensato, ma le parole dell'uomo che le si era avvicinatosi lasciarono Bjorn sconcertato. Parlamentare con un drago? Sarebbe sostanzialmente come ammettere che il regno sia pronto a piegarsi alla sua volontà! Il ragazzo che finora si era lanciato in strani proclami li esortò poi a combattere come se fossero un unico corpo, obiettivo ambizioso vista l'omogeneità di individui presenti nella stanza. Furono le parole dell'altra donna dai capelli bianchi a conquistare il guerriero del Nord: un giuramento sincero. Non riuscì a trattenersi e sfoderò la sua lama ricurva, alzandola nella sala come quando un condottiero terminava la sua orazione. Non riusciva a non pensare a quei racconti di onore e gloria, di soldati pronti a tutto per il loro amato Jarl. Ma la stanza del trono non si rivelò propriamente adatta al suo gesto di apprezzamento: lo spazio ristretto lo fece risultare abbastanza goffo, cosa che Bjorn non poté che accogliere con disappunto. Mise nuovamente la spada nel fodero, per poter pensare veramente allo scontro che avrebbe dovuto affrontare: doveva porre ogni domanda per poter avere la conoscenza necessaria a sconfiggere il drago. Jarl Von Gebsatell, la ringrazio per i suoi doni: prometto solennemente che la sua fiducia verrà ripagata. Prima di partire in questa impresa credo sia necessario conoscere il nostro nemico. Oltre alle domande già poste, volevo chiederle se si conoscano le abilità di questo drago. Ho sentito che i suoi simili sanno usare la magia. O magari il nostro nemico ha qualche particolarità che lo distingue dagli altri esemplari della sua specie?

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Il principe annuì, udendo le domande poste da Chandra e da Clint Azariaxis non è un cucciolo, questo è poco ma sicuro. I suoi artigli sono feroci e le sue zanne aguzze. L'occhio dell'esploratore vede il nemico sempre più grande del dovuto e alcuni dei nostri scout lo descrivevano grande come una montagna. Ma io l'ho incontrato di persona, quando cercava di portare le sue lussuriose proposte, e non può certo oscurare la sagoma di questo castello, sebbene possa essere in grado di portare in groppa un gigante, posto che ne esista qualcuno capace di sottometterlo spiegò

Spoiler

Detta in soldoni, taglia Enorme

Ma non lasciatevi ingannare dai miei paragoni, non ho mai udito Azariaxis fare menzione di servitori, nè l'ho mai visto ostentare l'esistenza di un esercito il sovrano scosse la testa No, non credo dobbiate preoccuparvi di eventuali scherani al suo servizio, almeno per il momento.

Quindi si alzò dallo scranno, rivolto a Clint Ah, quanto vorrei fosse così facile commentò Il drago Azariaxis è sì intelligente e, proprio per questo, ritengo abbia puntato i suoi occhi da rettile sulla contessa mia sorella. Egli è sì dotato di poteri magici disse lanciando una rapida occhiata a Bjorn, per poi fissare nuovamente l'adepto E non dubito che con essi possa trovare il modo di proseguire una linea di sangue a spese di mia sorella. A quel punto non gli resterebbe altro che disporre di me in maniera definitiva e avrebbe carta bianca per regnare come reggente di un infante mezzosangue, nel sangue e nel terrore analizzò Sono conscio di essere giovane rispetto a molti dei presenti, ma molto del mio tempo l'ho passato a studiare la politica e i rischi correlati. Per quanto abbia anche valutato la possibilità di placare la bramosità di Azariaxis con monili e carichi di oro, ho preferito studiare una soluzione definitiva. Non vorrei un giorno vedere le splendide campagne della Pianura Verdeggiante in fiamme, la popolazione costretta a fuggire da un esercito di mercenari pagato con lo stesso danaro dato al drago. No, per quanto anche io non ami gli spargimenti di sangue preferisco porre fine a una vita oggi per salvarne migliaia domani concluse

Parole coraggiose, oh prode disse il principe rivolto ad Hymer E l'onore verrà ripagato abbondantemente con la ricompensa che darò a colui che mi riporterà la mia amata sorella vita, aspetto che deve avere la priorità assoluta! precisò Ciò chiaramente richiede la morte del drago, in maniera imprescindibile, poichè Sophia merita di vivere una vita felice e non di timore e paura per un possibile futuro tentativo di Azariaxis di rifarsi avanti, per rapirla nuovamente.

Il principe fece qualche passo avanti, l'espressione addolcita dal sincero gesto di Celeste. Strabiliando anche il ciambellano, a giudicare dalla sua espressione, il sovrano stesso si inginocchiò a sua volta davanti a Celeste, prendendola per mano E io non lo dimenticherò disse prendendo la mano della fanciulla e tenendola tra le sue, la stretta delicata ma calda Nè mancherò di serbare nel cuore la purezza di uno spirito così nobile sorrise, per poi lasciare il contatto con la elocatrice e tornare al suo trono e rivolgersi a Bjorn Jarl... tu vieni dai Fiordi. Ebbene, viandante del nord, Azariaxis come dissi è uno stregone da non sottovalutare, come la sua razza è ben foriera. Ma non dovrete temere di incappare in suoi consanguinei, poichè egli stesso li ha sterminati in un eccesso di avidità, infastidito all'idea di dover dividere il territorio con i propri due fratelli Zevaxir e Vexizirias. Ma è vero che dispone anche di un altro grande potere, quello della paura il principe annuì E per quanto voi siate forti, di questo non nutro dubbi, penso che pochi di voi possano guardare negli occhi il drago senza cadere in preda al panico. D'altronde ciò potrebbe valere anche per il coraggioso Beregar, pur nel momento in cui egli si terrà a una distanza di sicurezza, per incolumità sua e per portare, in caso di vittoria, la sua fondamentale testimonianza a palazzo. Lo posso capire perfettamente. Per questo Derbel battè le mani Ho pensato a qualcosa per voi. Ciambellano!

Beregar si fece avanti, sfilando la tracolla in pelle dalla quale pendeva un cofanetto di gioie. Il nano fece qualche passo avanti, avvicinandosi al tavolo principale, per poi appoggiare ivi il cofanetto ed aprirlo Queste sono i Fermagli del Coraggio Draconico disse, mostrando il contenuto del cofanetto: due dozzine di spille dorate a forma di ala di drago Questi prodigi appartennero alla famiglia Zaleski, un antico casato nobiliare di questa regione, famosi draghieri che solo una pestilenza portò alla caduta. Si dice che mai uno Zaleski arretrò di fronte a un drago. La ragione fu la creazione di queste spille, parte del tesoro della famiglia reale Von Gebsatell, ma che ora il principe presta a voi con lo scopo di aiutarvi a fronteggiare il drago! Prendete pure una spilla ciascuno, vi servirà! disse

Spoiler

Fermaglio del Coraggio Draconico: non occupa uno slot oggetto e può essere fissato su un capo di vestiario quanto anche tra i capelli (se uno li ha). Finchè indossato il personaggio è immune alla Presenza Terrificante di qualunque drago cromatico.

Il ciambellano si voltò verso il principe, che aveva il dito puntato in direzione di alcuni dei suoi avventori.

Beregar sospirò Sì, maestà?

Date una somma di danaro a quelle persone! ordinò Ci sono altre domande?

x Clint, Celeste, Bjorn e Hymer

Spoiler

+500 monete d'oro all'equipaggiamento di ognuno

 

Edited by Bomba

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra (Umana Barda)

Meravigliose ed utilissime queste spille, grazie mille nostro principe - disse la ragazza mentre si prefigurava già l'epico scontro con la bestia tra turbinii di lame, frecce che trapassano le ali del drago e potenti stregoni che scagliano dardi magici a finire il terrore rosso.

 

Finalmente nessun guerriero tremerà di fronte alle ali spiegate di un drago e forse avrò finalmente quello scontro epico da raccontare: quello a cui nessuno ha mai partecipato e che farà tornare la duchessa a casa tra i suoi cari. Spero solo che i maghi siano abbastanza potenti a tenere a bada il lato stregonesco del nostro amico Araxiasis o non avremo speranza nell'affrontare un essere così potente ce potrebbe spazzarci via con un dolo soffio di fuoco incandescente

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull (nano guerriero)

Era rimasto interdetto. Da quanto capiva, in quelle casse c'era oro quanto pesava... e non pesava poco! Dalla dimensione, probabilmente poteva eguagliare il valore di quel che aveva addosso.

Si chiese se, coi prezzi vigenti in città, sarebbe riuscito a comprarsi con quella cifra almeno le razioni da viaggio. Decise che, a scanso di sorprese, si sarebbe portato via un fagotto di cibo dal tavolo, doveva scegliere solo quello che avrebbe retto al tempo, e al viaggio. Individuò facilmente una pila di panini al formaggio stagionato e qualcosa cui bastava rimuovere la guarnizione decorativa per somigliare a carne salata.

Non aveva la benché minima intenzione di parlare al principe. Ben conscio che *finché non si parli, il giudizio è impedito, ma se finisce che ragli, ogni dubbio è finito*.

La voce di Hymer ebbe il potere di distogliere l'attenzione dal buffet e di riportarla su di lui, pertanto colse uno sguardo strano, quel tipo di sguardo che il nano avrebbe rivolto ad un gatto nero che gli attraversasse la strada.

Lo stava sfidando? A cosa, ad una gara di eloquio o di idee? Si spremette le meningi per trovare qualcosa che nessuno aveva pensato di chiedere... e suo malgrado, invece che un peto dal sedere, gli uscì davvero il fiato di bocca.

"Vostra Maestà e Principe del regno, avete mai pensato di privare il drago del suo obiettivo? Per voi sarebbe semplice, credo. Vuole il regno, no, per mentre di un matrimonio con vostra sorella la Contessa Sophia, mi é dato di intendere. Allora potete procedere come vi dico."

Guardò Hymer, restituendo lo sguardo di sfida. Adesso si sarebbe reso conto di che razza di genio si era messo a sfidare.

"Abolite ogni titolo nobiliare, promulgate la Repubblica e indite le prime elezioni rappresentative che si siano mai svolte da queste parti. So di molti posti che prosperano sotto questo tipo di governo, sebbene abbia notizie di un paio di città dove un'oligarchia sia riuscita a sovvertire il governo in favore della propria casta. Ma ci saremmo noi a vigilare che non ci siano brogli, come osservatori esterni."

Trull sorrise beffardo ad Hymer.

"Quel ricattatore d'un COMECAVOLOSICHIAMA drago rosso perderebbe ogni interesse si vostra sorella, perché non potrebbe più puntare al comando tramite matrimonio ed omicidio."

Era proprio soddisfatto. Sentiva gli antenati morti applaudire dalle tombe, e gli antenati vivi applaudire salendo sui tavoli al grido *mio Capitano, oh mio Capitano*. Tranne suo bisnonno Eurispide. Quello stava di sicuro a rivoltarsi nel letto per indigestione di peperonata.

Spoiler

Hymer, ovviamente senza rancore. É solo ruolo. Lo dico a scanso di equivoci fra giocatori!

^____^

 

Edited by PietroD
  • Haha 5

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor

Clint quasi si lasciò sfuggire un fischio... poi provò ad intervenire subito, per distogliere l'attenzione del principe da quello che poteva apparire come un suggerimento di alto tradimento. In realtà, il regnante sembrava avere una strana soglia di tolleranza ed una particolare abitudine a cambiare completamente tono ed umore, quindi era impossibile sapere come avrebbe reagito alle elucubrazioni cospiratorie del Nano. Probabilmente lo avrebbe interpretato come uno scherzo da giullare ed avrebbe offerto al buon Trull un posto come intrattenitore di corte. 

"E quindi, dicevo, maestà - se posso- che, benché il vostro ultimo gesto sia più generoso e lungimirante della generosità e della lungimiranza stesse, mi sento in dovere, senza volontà di recare offesa alla corona, di declinare l'offerta, per quanto mi riguarda: che una di queste graziosissime ed efficacissima spille sia riservata per qualcun'altro, nella speranza dell'arrivo tardivo di altri cuori intrepidi!"

'Così, magari, qualcuno si porta anche a casa la pellaccia!'.

"Io non ne ho bisogno, maestà. I draghi non mi fanno alcun effetto".

Disse l'ultima frase, curiosamente, senza boria alcuna, non per vantarsi, ma per ribadire un semplice fatto. 

Poi guardò Trull e... vabbè.

 

  • Like 1
  • Thanks 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kaahan Torcicollo

L'orco era rimasto ad ascoltare a lungo il chiacchiericcio pomposo tra l'effemminato e la sua corte. Tutte quelle parole non s'erano mai sentite in tre generazioni intere all'interno del suo clan d'appartenenza. Anche perché di solito i chiacchieroni venivano presto rieducati... O gli veniva mozzata la lingua. Seguì dunque ad ascoltare e mangiare, intervallando di tanto in tanto un rutto che faceva l'effetto di un campo di forza, respingendo tutti di un tre metri.
Ad un certo punto qualcuno si era messo a fare un discorso incomprensibile fatto di abluzioni, pubblico, erezioni ed imbrogli. In mezzo alla folla non riusciva a vedere chi fosse, anche perché la voce pareva provenire dal pavimento, quindi sospettò si trattasse del nano che aveva intravisto dietro lo schienale.
L'oro e la spilla furono, senz'altro, sorprese gradite, fu l'unico momento in cui, bauletto sottobraccio, ridacchiò soddisfatto e rivolse uno sguardo al fratello per dirgli Quantomeno non siamo venuti per niente.
Aveva già una mezza idea su come spenderli, per poter affrontare il drago. Il lucertolone in realtà non gli stava neppure antipatico. Capiva la sua lussuria e d'altronde, l'unica cosa certa di tutta quella faccenda era che qualcuno alla fine la principessa se la sarebbe chiav...
Ma se Azariaxis fosse stato un drago serio, sarebbe venuto sin lì, si sarebbe mangiato il principe e avrebbe messo il suo cùlo scaglioso sul trono: fine della faccenda.
Almeno così il divertimento era assicurato.

Anche io ho una domanda disse ad un certo punto Sei sicuro che tua sorella non se la sia filata di propria volontà? Un drago è una creatura forte, potente, intelligente, magari questo un po' codardo però... Mi sembra un compagno più adatto di molti dei presenti, tu incluso. Le progenie mezzodrago sono famose per la loro forza e audacia.

Edited by Dmitrij
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tom Po (Monaco felinide)

Sembra ci sia già una calca..

Nessuna parola. Il monaco rimase lì ad osservare il susseguirsi dei discorsi e degli accadimenti nella grande sala, aspettando che fosse Tonum a parlare, visto l'interesse che gli aveva spiegato per il drago poco prima.
Si mise seduto con le gambe incrociate e le braccia rilassate sulle cosce ed occhi chiusu in posizione di meditazione in attesa di ulteriori sviluppi.

L'unica cosa che si sentì di dire è un ..grazie, ma non posso accettare quando gli venne concesso in dono una somma di denaro da spendere ed anche nel caso della spilla

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (Umano chr/tem)

Presi lo scrigno assegnatomi con gli occhi che brillavano di felicità 

Con questi posso prendermi altre cose molto interessanti. Come uno scudo che mi protegga dal fuoco. O un anello magico. Chissà...

Tom Po, scommetto che ti stai pentendo di  quella scelta fatta in gioventù, vero? Feci al felinide, dandogli un colpo sulla spalla Ahah! Qua ce ne torneremo a casa decisamente messi meglio di come siamo partiti! Ma che lusso! 

SE torneremo a casa

Ascoltai poi attentamente e con maggiore serietà le indicazioni date dal.... principe!

Oh XXXXX, non era un portavoce! Meno male che non si è offeso...

La mia attenzione fu quindi catturata dalla giovane donna che parlò col principe 

O
mio
dio
è bellissima!    
pensai, rimanendo con la bocca aperta a rimirarla per almeno un paio di secondi.

Diavolo, se sarà lei a sferrare l'ultimo colpo al drago, tenterò di rianimarlo per far sì che vinca qualcun altro! Ehi, ma cosa fa il principe? Giù le mani!

Esultai anche quando il principe ci invitò a prendere le spille.   Diavolo, utilissimeeee! Non ne ho mai avuto bisogno finora, ma in futuro sicuramente sì! Ah, sono in prestito? Beh, spero si dimenticherà di questo particolare.

Mentre un nano e un orco facevano strane domande e proposte, approfittai della piccola calca nei pressi delle spille per avvicinarmi alla donna coi capelli bianchi che aveva parlato poco prima, e mentre prendevo a mia volta il talismano le rivolsi la parola con ardore.

Fingi di toccarle per sbaglio la mano mentre prendi il fermaglio e parlale!

Oh! Scusami! Prego, prego, prendi prima tu. Belle parole, prima, complimenti. Ah! Io sono Tonum, adoratore della tempesta e uccisore di draghi. Cioè, Uccisore di draghi è il nome della... della mia arma. Questa qua feci, indicando in maniera impacciata la lancia che avevo attaccata allo zaino però uccidere i draghi è anche quello che faccio per... per lavoro, quindi questo fa di me... un uccisore di draghi, ecco. Insomma, Tonum. Piacere di conoscerti conclusi, cercando di prendere la mano della ragazza per baciarne il dorso.

@Celeste

Spoiler

Ovviamente sei tu la ragazza in questione 😬

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Geerum (barbaro orco)

Geerum raccolse i doni senza dire nulla annuendo al fratello.

Poi anche lui pose una domanda "E essere orchi è un impedimento plausibile che tua sorella può opporre?" chiese "non vorrei fare tutta questa fatica e poi non potere neanche accoppiarmi con lei"

Edited by AndreaP
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Umana Elocatrice) 

Alaxarias... Le Pianure Verdeggianti... Sicuramente i miei genitori sarebbero in grado di portare al sicuro i contadini più vicini, sono avventurieri da ancora prima che nascissi... Però... E ascoltando il principe riguardo i pericoli che il drago potrebbe portare Celeste strinse con la mano destra la sua bussola orologio, per sentire i suoi genitori accanto a lei in quella situazione. Poi chiuse gli occhi e con le labbra, senza nemmeno emettere un suono disse "Non possiamo fallire". 

Poi la ragazza al vedere il principe alzarsi... Oh no! Oh no! L'avrò offeso? Non dovevo ricordarle che sua sorella è stata rapita, lo sa già. Speravo di poterlo confortare un attimo e... Cosa sta facendo? Quando il principe le si accostò e le prese la mano Celeste non poté fare a meno di arrossire completamente e fare successivamente scena muta per l'imbarazzo. 

Altri doni? Quando gli venne offerta la spilletta non poté non pensare al mercante e all'amuleto anti drago comprato al mercato, sebbene fosse certa che si trattasse di un falso, in fondo in fondo la ragazza sperava che non sarebbe stato tale e che in futuro rivelasse una qualche sorta di potere magico. Però queste spillette offerte dal principe erano realmente utili. Non appena l'avventuriera si allungò per prendere un fermaglio incrociò le mani con un uomo che fino a quel momento non aveva ancora visto in sala. E non appena si presentò con tutto il suo fare... Anche lui fa questo gesto. Stranamente oggi sono tutti così cordiali, mi fa sempre piacere incontrare delle persone gentili! Molto piacere messere Tonum! La prego non c'è bisogno di essere così formali con me. Sorridendo come suo solito dalla contentezza e dalla euforia. Il mio nome è Celeste e sono un avventuriera girovaga! E... Nel parlare con Tonum, Celeste non poté non notare le sue ferite sul volto. Oh per i divini! E queste ferite? Ma sono recenti? Bisogna inumidirle... Ho dell'acqua... Oh, perché Celeste ti sei dimenticata di ricomprare disinfettante potente...  Ne prenderò una scorta giù al mercato...  La ragazza prese ed aprì la sua borsa, scostò gli stivaletti celesti con ancora l'etichetta di Moda da Herbert attaccata sopra ed altre cianfrusaglie, tirò fuori la sua otre con tutta l'acqua ed un panno asciutto per poi richiude la borsa e passare, col panno inumidito, tutte le piccole ferite del volto dell'uomo. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Skaldsson (Kalashtar Ardente)

Il principe rispose ad ogni domanda, fornendogli preziose informazioni che il guerriero iniziò a memorizzare ascoltando con attenzione. Non ha un esercito, ma rimane un potente stregone. É grande come questo castello, ma non ha consanguinei. Sarà difficile, ma non impossibile come molti vogliono dipingerla. Si sentiva sicuro di poter sopravvivere: non era certo che avrebbe conquistato la principessa, ma non avrebbe certo pianto quella perdita. Sembrava essere una bellissima ragazza oltre che colta ed intelligente, ma sposarla solamente in virtù dell'essere uno dei suoi salvatori gli sembrava un insulto ai suoi ideali. In fondo, avrebbe potuto spendere la ricompensa per trovare ciò che cercava: il principe stava continuando a donare i suoi beni quasi fossero fiocchi di neve, non riusciva ad immaginare cosa avrebbe potuto consegnarli per aver sconfitto quel drago. Senza contare che in quel modo l'intero Nord mi ricorderebbe come un eroe! E grazie alla Skald Chandra ci saranno storie su di me in circolo: non posso rimanere qui al sud mentre nella mia casa si brinda invocando il mio nome. Magari, se dovessi risultare vincitore, potrei convincere Sophia a venire nella mia terra. Si divertirebbe, ne sono certo. Come non adorare le cacce all'orso, in fondo? Come succedeva spesso negli ultimi tempi, la nostalgia di casa prese momentaneamente il sopravvento, facendogli rivolgere un semplice cenno d'assenso alle parole del principe. Bjorn si recò quindi a prendere la sua spilla, ammirandola per capire se avrebbe potuto appenderla al fianco della mascella di cervo che portava alla cintura, per poi ringraziare il principe con la sua cortesia a mala pena accennata. Doni decisamente utili, Jarl di Firedrakes. Ritiró la sua parte di denaro, guardando perplesso il nano quando iniziò a parlare di Repubblica ed elezioni: ne aveva sentito parlare, sembrava essere una delle ultime mode del Sud. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hymer Gervinger (Warblade Umano)

Notando che il nano aveva accettato la sua "sfida" il ragazzo si avvicino a lui dicendo poi

Se il popolo lo vorrà chi sono io per negare questa possibilità? Il mio unico scopo è servire il legittimo Principe di Firedrakes e sua sorella. Ma ora godiamoci il banchetto.

Concluse sorridendo al nano per poi riempire due calici di vino offrendogliene poi uno. Fatto ciò il ragazzo si allontanò sorseggiando il calice per poi appoggiarlo sul primo spazio libero ancora mezzo pieno andando verso le spille offerte dal principe.

Grazie mille mio signore

Disse mentre raccolse una delle spille e se la fissò sul colletto della giubba

Sarà molto utile... Vediamo di non perderla...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Tonum Almeni (Umano chr/tem)

Oh, queste? Sono bazzecole, non preoccu...sgurgle! dissi con goffaggine mentre la bellissima ragazza passava il panno sul mio volto, tappandomi a tratti la bocca. Il suo tocco delicato e amorevole era una gioia per la mia pelle martoriata, e rimasi imbambolato a farmi massaggiare.

che carina...

Quando Celeste finí con la sua opera le spiegai l'origine di quei tagli. Grazie mille, cari... Celeste! Me li sono procurati in queste ore combattendo contro dei wraith nelle cripte del tempio di Boccob qui in città. Appena ho saputo che era richiesto il mio aiuto mi sono precipitato, e abbiamo ripulito tutti i sotterranei! Io, quel felinide laggiú in disparte, che si chiama Tom Po, e Greygor l'elfo.

a proposito, dove diavolo é? Non doveva venire anche lui? Vabbé...

Comunque é stata una bazzeccola, sono abituato a ben altro... senz'altro avrai sentito parlare dell'uccisione del drago Potemkin, la mia impresa più famosa! Hehe. Ucciderlo fu una cagata pazzesca, ma ciononostante ricevetti piú di un'ora di applausi dalla povera popolazione oppressa. Ora sono qui per misurarmi con un obiettivo ancora piú grandioso! La ricompensa mi interessa poco: é abbattere il drago, ció che mi preme davvero.

e che a farlo non sia tu

E tu, perché sei qui?

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Il principe Derbel ascoltò l'accorato appello di Trull, venuto dal cuore Sono parole savie, mastro nano rispose E anche io sono ben informato su questa particolare forma di governo, che sembra aver avuto in certi casi un certo successo. Ma le devo dire anche, purtroppo, che ho udito anche di repubbliche crollate. Laddove il potere corrompeva, gruppi di persone elette dal popolo finivano per tapparsi le orecchie ai loro bisogni, o peggio ancora creare una tale confusione da richiedere l'intervento di reggenti nemmeno eletti dal popolo che arrivavano strozzarlo tra tasse e disoccupazioni... e magari finire in seguito a nuove elezioni per poi cercare di creare un nuovo governo del cambiamento... io... le dirò, mastro nano, non sono proprio sicuro che la democrazia sia la migliore forma di governo. Lei magari penserà che lo dico perchè sono il sovrano, ma mi creda se le dico in tutta sincerità che la mia posizione nulla ha a che vedere con la mia opinione. Forse in mia sorella potrebbe trovare uno spirito affine, è sempre stata lei l'esperta di legge della famiglia

Nonostante comunque diversi avessero opposto un delicato rifiuto ai doni ricevuti, che fossero le sole spille o i denari, Derbel non sembrò offeso Rispetto le vostre scelte, in quanto certamente siete più consci delle vostre risorse di quanto lo possa essere io commentò Di spille credo che ce ne siano più che in abbondanza, non siete nemmeno venti... certo, se foste stati almeno in venti... sospirò

Ma il tempo dei sospiri fu poco, quando fu costretto a rispondere alle domande degli orchi, a partire da Kaahan Se Sophia avesse voluto passare la sua vita con il drago non avrebbe dovuto fare altro che chiedere. Vi è spesso l'idea che certi nobili abbiano una vita già scritta, specie le donne con matrimoni combinati, e sebbene alcuni miei nonni erano di questo avviso, io ho sempre detto a mia sorella che ella sola è padrona del suo destino, finchè le sue scelte non nuociono al popolo. Questo, unito al disprezzo mostrato per Azariaxis mi rende sicuro che il rapimento sia vero spiegò, per poi rivolgersi a Geerum Su questo non posso rispondere in tutta sicurezza disse Ma mia sorella non è razzista, quindi direi che può partire al salvataggio con più di una buona prospettiva. Senza contare che in ogni caso la ricompensa sarebbe sua...

Venticinquemila monete d'oro! enunciò il ciambellano, facendo riferimento ai manifesti affissi nel regno

Ma che cosa stai dicendo, Beregar? esclamò il principe, dimenticando per un attimo il galateo Hai perso il lume della ragione?

Mi scusi? chiese il nano, voltandosi verso il suo sovrano, l'espressione stupefatta

La ricompensa è di DUECENTOCINQUANTAMILA monete d'oro! Accidenti, in tipografia devono aver fatto confusione con i manifesti! esclamò Ciambellano, doveva stare più attento! Ci credo che abbiamo faticato così tanto a trovare della gente, che sono ben meno degli almeno venti che volevo! Ora si spiega tutto!

Il ciambellano estrasse un fazzoletto dalla tasca per poi passarselo sulla fronte sudata Che cosa facciamo?

Ormai non possiamo farci nulla commentò il principe Derbel Ma sia chiaro disse rivolto agli avventurieri La ricompensa è davvero dieci volte quella che avete letto. Anzi, come scuse personali vi darò qualcosa in più disse battendo le mani

Ancora! esclamò il ciambellano

Ancora sì! rispose il principe Le piastrelle in oro per le pareti del ventiquattresimo bagno dell'ala ovest e il copriwater rappeggiante in platino possono aspettare qualche giorno commentò, mentre i suoi portantini consegnavano agli eroi un altro carico di preziosi, stavolta monete in oro provenienti dal Piano di Mechanus, famose per la forma esagonale.

x tutti

Spoiler

2000 monete d'oro in più ad ogni avventuriero, come sempre segnate voi in scheda le modifiche

Il principe si rivolse quindi agli ospiti Ci sono altre domande? Quando sarete pronti vi farò accompagnare da Beregar direttamente all'Emporio dei Sogni, dove avrete un accesso esclusivo spiegò Normalmente l'ipernegozio è aperto a una gran folla di gente, ma nel vostro caso ci sarete solo voi a fare acquisti. Niente file.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor (Umano Adepto dei Draghi)

"Io, maestà, avrei un'ultima domanda, in effetti... Ci sono stati altri avvistamenti di draghi, in zona? Intendo, oltre a quelli del rapitore della Meravigliosa Contessina?", chiese, infine, Clint. 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.