Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Una Estate in Città - Lankhmar, la Città dell'Avventura

Articolo di J.R. Zambrano del 04 Luglio 2019
Volgiamo lo sguardo verso il passato e verso una delle più grandi e vivaci città di D&D. Se siete affamati di avventure urbane, date un’occhiata a Lankhmar, la Città dell'Avventura.
Ogni eroe proviene da un qualche luogo. Nascosta nelle profondità del regno di Nehwon, troverete una delle città più interessanti di sempre. Potete dire che è interessante perché dei borseggiatori vi attendono per derubarvi del vostro oro, è piena di distretti, trame, intrighi e risse, e sicuramente si tratta di una delle più influenti ambientazioni di D&D, ma non per la ragione alla quale state pensando.
Possiamo affermare con tranquillità che, anche se non avete mai letto nessuno dei racconti di Fritz Leiber su Fafhrd e il Gray Mouser, ne siete comunque stati influenzati. Come nota a margine, se non li avete letti dovreste comunque concedere una possibilità alla prima raccolta: sfogliarla e leggerla dopo aver giocato a D&D è un'esperienza affascinante. È qualcosa di similare al tornare indietro e vedere Robin Hood: Il Principe dei Ladri, ma solamente dopo aver visto Robin Hood: Un Uomo in Calzamaglia. Inizierete a vedere le radici storiche e tutti i piccoli riferimenti presenti nel gioco.

Anche solo l’idea stessa di “avventuriero”: Fafhrd e il Gray Mouser venivano spesso assunti e non erano schizzinosi sul chi lo faceva. Di fatto erano sovvenzionati da una coppia di arcanisti: Ningauble dai Sette [di solito sei] Occhi e Sheelba dal Volto Senza Occhi (tra i due ottenete un numero di occhi leggermente più normale della media, ma comunque entro parametri accettabili). Ma molto di ciò che pensiamo in relazione ai personaggi di D&D proviene da questa coppia: Fafhrd, un alto Barbaro che è abile nell’arte della spada e con le canzoni, e il Gray Mouser, un agile ladro che conosce sia l’arte della spada che quella della magia. La loro amicizia è leggendaria. Se volete, potete considerarli i primi murder-hobo.
E la città che chiamano casa può essere definita un personaggio tanto quanto loro due: profondamente corrotta, questa città marittima è la dimora di briganti e banditi nascosti dietro giusto un velo di apparenza sociale. Lankhmar di facciata è governata da un Sovrano e dalla nobiltà che lo segue, ma ci sono anche una potente Gilda dei Ladri, della quale i nostri (anti?)eroi fanno parte, una città sotterranea popolata da magici ratti senzienti e nomi evocativi che invitano ad esplorarla ulteriormente: Via del Buon Mercato, Vicolo delle Ossa (oppure l’incrocio tra Vicolo dell’Omicidio e Vicolo della Morte).
Se avete mai vissuto un’avventura urbana in D&D, è in larga parte per merito di Lankmar (che ha anche dato ad Ankh-Morpork un po’ di vita). Dunque fate attenzione ai lacci delle vostre borse E all’odore, e addentriamoci nella città di Lankhmar.
Nehwon

Posta nel mondo di Nehwon (oppure Nowhen per quelli di voi che non pronunciano compulsivamente nomi bizzarri al contrario per vedere se sono degli indizi)* Lankhmar è, come dicevamo, una città marittima, segnata come (40) nella porzione più a nord del continente isola centrale, che si chiama a sua volta Lankhmar, così chiamato proprio in virtù della sua più grande e celebre città.
Gran parte del mondo di Nehwon è sottomarino. I mari sono vasti e hanno inghiottito gran parte della terra, lasciando solo una ridotta parte del mondo da esplorare. E sebbene i personaggi possano immergersi al di sotto delle acque con l’aiuto della magia, finirebbero solamente per imbattersi nel Re dei Mari, che è tanto capriccioso quanto potente, per cui le visite di lunga durata non sono consigliabili.
Esplorando la superficie di Nehwon troverete un’ampia varietà di continenti che sembra stiano solo aspettando degli avventurieri che li deprivino dei loro tesori (il che, dato che il mondo esisteva affinché Fafhrd e il Gray Mouser potessero vivere della avventure nello stesso, ha senso). Che si tratti della perduta e arcana Simorgya, che affondò, come Atlantide, al di sotto delle onde, lasciando in vita solo sopravvissuti amareggiati per la loro antica gloria; degli imponenti picchi della Rampa delle Stelle, una gigantesca montagna che si dice sia la casa di un certo numero di creature invisibili con strane abilità magiche (o di cinque maghi dotati di un dubbio senso dell’umorismo) o della città di Ool Hrusp (una delle Otto Grandi Città, ora governate da un tiranno folle a cui piacciono tutti i tipi di combattimento gladiatorio), troverete sicuramente qualcosa per il quale vale la pena avventurarsi nel mondo.
Lankhmar
Ma nessun luogo è migliore di Lankhmar, la Città della Toga Nera (non chiedete). Diamo un’occhiata:

Diamine, c’è davvero di tutto. Osservando la città dall’alto, potete vedere come è decisamente piena di strade principali e di svariati vicoli ciechi, capolinea e zone affollate. Proviamo a farci un’idea di alcuni di questi luoghi spostandoci di distretto in distretto. Per prima cosa esaminiamo il Distretto del Parco
Distretto del Parco

Così chiamato per l’infame Parco del Piacere, un luogo trascurato e trasandato che ha la funzione di centro per incontri sotto banco e attività illegali. Gode della reputazione di “territorio neutrale” per gli incontri del mondo malavitoso e al contempo della reputazione, legata al proprio nome, di luogo perfetto per gli incontri degli amanti, leciti od illeciti che siano.
Il distretto del Parco attira così tante attenzioni illecite perché è anche la sede di tutte le gilde in città, il che include la Gilda dei Gioiellieri, la Gilda dei Carpentieri, la Gilda dei Sarti con la sua illustre storia e rituali, i Carrai e i Granai. Se può essere d’aiuto al funzionamento della città, lo trovate in questo luogo. E proprio per questo ci sono anche i ladri.
Distretto delle Feste

Aha, adesso si ragiona. Un intero distretto dedicato alle Feste e, diversamente dagli altri distretti dove si prova a nascondere con nomi bizzarri il fatto che ci siano vari tipi di attività illegali in ballo, il Distretto dei Festival è esattamente ciò che viene affermato nel nome. In questo distretto potete sempre trovare una qualche celebrazione che si sta svolgendo. Solitamente ben illuminato e adornato con molti alberi, il Distretto delle Festa è la casa di arbusti in fiore, gruppi di statue e di tutti gli altri elementi cardine che potreste desiderare per una "scena di inseguimento".
Altri luoghi degni di nota in questo distretto includono il Forno di Yun, un’attività nota per l’eccellente qualità dei prodotti sfornati e per la generosità (non è però noto il fatto che i suoi proprietari sono seguaci del Dio Ratto e agenti dei ratti della Lankhmar di Sotto che un giorno potrebbero insorgere per vedere la città cadere), la Lontra Allegra, una locanda che fa da casa ai viaggiatori ed è curata da uno staff paziente e adattabile, che è abituato a cambiare approccio per adattarsi alla celebrazione del giorno.
Distretto della Palude

Poi viene il Distretto della Palude, il più piccolo e povero tra i distretti di Lankhmar. Qui tutto è in rovina. Trattandosi di una versione fantasy dei bassifondi, gli edifici del Distretto della Palude si trovano in vari stati di degrado e alcuni hanno spesso anche grossi buchi nei muri oppure sono privi di parti del tetto. L’odore di vegetazione marcescente riempie l’aria, eccetto nei momenti in cui si leva lo Smog Notturno, che costituisce una temporanea e asfissiante tregua dall’odore di cavolfiore marcio.
Poiché è decisamente povero, le Guardie di Lankmar preferiscono starne alla larga, lasciando le varie bande a gestirsi da sole. Cosa che in gran parte effettivamente fanno. Nel Distretto della Palude chiunque è un potenziale nemico (o alleato). La necessità è madre dell'ingegno, ma porta anche ad avere strani compagni di letto.
Distretto della Piazza

Casa della Piazza delle Delizie Tenebrose, questo distretto ospita anche il mercato che gli dà il nome, così come molte gilde minori, santuari, maghi elusivi, ladri e un Magistrato molto ricco e corrotto. Questo distretto è decisamente cosmopolita per gli standard di Lankhmar. Di giorno, il luogo di mercato che dà il nome al distretto è una normale piazza piena di umani, anche se si dice che sia il più grande dei mercati di Lankhmar.
Ma di notte, la Piazza delle Delizie Tenebrose tiene fede al proprio nome. Nuovi venditori prendono posto alle bancarelle e una luce rossa soffusa illumina i volti mascherati e velati di avventori che passeggiano per il mercato, facendo acquisti illeciti e cercando la necessaria privacy. La versione notturna della Piazza presenta ogni tipo e forma di bevanda e alcolico, insieme a strane, ma potenti pozioni, fini polveri e oggetti incantati. La Piazza vanta la fama di essere in grado di trovare qualcosa per tutti, non importa quanto siano oscuri oppure… ecco… particolari… i loro gusti.
Distretto del Contante

Tutti in questo distretto camminano sul filo del rasoio…
Anche in questo caso sono all'opera le care vecchie convenzioni onomastiche proprie di Lankhmar e dei suoi abitanti. Questo distretto è infatti quello finanziario. Qui vi sono banche, prestatori di denaro (quando non sono visitati da spiriti passati, presenti e futuri), cambiavalute, ricettatori, usurai, banchi dei pegni. Di base se è coinvolto del denaro, ci sono buone probabilità che stiate negoziando con qualche nel Distretto del Contante.
Punti di interesse comprendono la Gilda dei Finanziatori, un opulento edificio su quattro piani che è protetto da elaborati lucchetti, trappole, bestie e guardie armate che si trovano lì per fornire un’elevata e non necessaria sicurezza ai già scarsi contenuti del caveau dell’edificio - ovvero gli incassi della gilda. Questo è anche il luogo più sicuro per le guardie, che in questo distretto hanno ben poco da fare oltre che godersi il ricco paesaggio e ripulire l’occasionale intrigo andato male.
Meno male, abbiamo a stento terminato i primi distretti e le cose sono già andate per le lunghe. Dunque per ora la chiuderemo qui. Ci rivediamo la prossima settimana per la seconda parte di questo articolo. Scaveremo un po’ più a fondo tra i distretti e parleremo un po’ di più di alcuni dei racconti di Fafhrd e del Gray Mouser che hanno aiutato ad ispirare Dungeons and Dragons.
Per saperne di più su Lankhmar
Nel frattempo, mi chiedo cosa potrebbe celarsi nel distretto del Filetto?
*Guardate che semplicemente non volevo essere fregato da Dracula, questo è tutto, e sì, sto guardando te Alucard.
Link all’articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/07/dd-summer-in-the-city-lankhmar-city-of-adventure.html
Read more...

I Migliori Moduli per la 1E

Articolo di J.R. Zambrano del 10 Luglio 2019
Torniamo indietro nel tempo, ai giorni dorati in cui è ambientato Stranger Things 3, quando tutto ciò che si voleva fare era giocare a D&D e vedere Joe Keery essere la miglior persona possibile. Negli ingenui anni '80, quando si pensava che le riforme economiche di Reagan avrebbero funzionato e quando le spalline erano così grandi da poterci far atterrare degli elicotteri, D&D 1E stava prendendo piede. C'erano avventure sperimentali pensate per i tornei, avventure più vecchie ereditate dai primi anni dell'edizione e alcune avventure che mostravano accenni di ciò che sarebbe stata la 2E. Delle moltissime avventure per D&D in giro per il mondo una parte sostanziale sono del periodo della 1E. Oggi daremo uno sguardo al passato e a queste prime avventura, scegliendo cinque tra le migliori.
Quindi appendete al muro le vostre luci natalizie, mettendoci vicine delle lettere e tenetevi pronti.
Il Tempio del Male Elementale (The Temple of Elemental Evil)

Cominciamo con un grande classico, uno che si è ripetuto per un motivo. Si tratta di uno dei dungeon più iconici di sempre. Se avete giocato a D&D è facile che abbiate sentito parlare del Tempio del Male Elementale. Esso riassume perfettamente l'esperienza da 1E, con i giocatori che passano da essere avventurieri di basso livello "deboli, provati e praticamente senza soldi" fino a diventare abbastanza potenti da poter sfidare la demone Zuggtmoy.
Non si può essere più 1E di così. L'avventura comprende una cittadina dove gli avventurieri possono recuperare scorte e provviste e un dungeon multilivello pieno di mostri, trappole e pericoli che diventano sempre più grandi man mano che si scende.
Il Sinistro Segreto di Saltmarsh (The Sinister Secret of Saltmarsh)

Non è certo un segreto, sinistro o meno, che io adori la serie di Saltmarsh. Se Il Tempio del Male Elementale racchiude il concetto base dell'esperienza con la 1E, allora Saltmarsh rappresenta un distaccarsi da essa, avventurandosi in un mondo narrativo più vasto.
Invece di essere concentrati su un singolo dungeon, i giocatori si trovano immischiati nei problemi di una piccola cittadina e devono investigare misteri, organizzare alleanze con dei Lucertoloidi, combattere orde di Sahuagin e molto altro, mentre fanno crescere la propria reputazione e sono liberi di scegliere le proprie azioni e perseguire i loro scopi. Avventure come queste sono ciò che rende D&D così popolare al giorno d'oggi.
Ravenloft

Se Saltmarsh era un passo verso le avventure narrative, allora Ravenloft è stato un salto a piè pari verso gli abissi di quel genere e le storie basate sui personaggi. Si tratta di un modulo che ha cambiato il corso della storia di D&D. Tracy Hickman e Laura Curtis, marito e moglie, già all'epoca creatori di alcune delle migliori avventure di D&D, decisero di affrontare la sfida di creare una storia basata sui miti e sugli archetipi legati ai vampiri, senza far diventare il tutto un banale cliché.
Da allora Ravenloft ha dato vita ad una propria ambientazione, è stato riadattato in Curse of Strahd e continua ad essere uno dei punti di riferimento per i GdR gothic horror, cosa che fa capire quanto fosse di qualità tale modulo, dove è anche apparso per la prima volta nella storia di D&D Strahd von Zarovich.
Quando Cade una Stella (When a Star Falls)

Questo potrebbe essere uno dei moduli meno conosciuti di questa lista, ma è davvero una della migliori avventure in circolazione. Scritta dalla TSR UK, When a Star Falls è un avventura piena di sorprese e colpi di scena, che vede i giocatori alla ricerca di una stella caduta con l'intento di riportarla ai suoi veri proprietari. Questa avventura porta i personaggi in territori leggendari, catturando un senso di fantastico e di fiabesco in un'avventura che lascia il segno.
Regina dei Ragni (Queen of the Spiders)

Questo è il primo "supermodulo" di avventure, che racchiude al suo interno sette differenti avventure, cominciando con Steading of the Hill Giant Chief (ovvero la prima parte di Against the Giants) per finire con La Regina della Fossa delle Ragnetele Demoniache (Queen of the Demonweb Pits). I giocatori parteciperanno ad una di quelle avventure high fantasy che rendono D&D così divertente, sfidando giganti, scendendo nel Sottosuolo per combattere Drow, Derro e Kuo-toa per finire nell'Abisso dove affronteranno Lolth in persona (anche se solo nella forma di semi-dea).
Si tratta della prima avventura davvero epica della storia D&D e si nota.
Quali moduli pensiate siano i migliori della storia di D&D? Come si raffrontano con la nostra lista? Fatecelo sapere nei commenti!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/07/dd-the-best-1st-edition-modules.html
Read more...

Gli Artefatti di Ravnica sulla DMs Guild

Artefatti di Ravnica, scritto da Luca Maffia e ora disponibile sulla DMs Guild, introduce 10 Oggetti Magici appartenenti al mondo di Magic the Gathering, riadattati per essere utilizzati in Dungeons & Dragons. Inoltre, in questo compendio completamente illustrato, sono descritti altri 26 Oggetti Magici originali ispirati al piano di Ravnica, tra cui:
10 Armi da Fuoco Magiche. 2 Oggetti Meravigliosi per potenziare le evocazioni dei personaggi. 3 set di Oggetti Magici che donano proprietà aggiuntive se indossati al completo. Nuove pozioni da portare nelle vostre avventure. Artefatti di Ravnica è disponibile in lingua italiana.

Read more...

Scopriamo gli Old School Essentials e Dolmenwood

Articolo di Charles Dunwoody del 04 Luglio
Garvin Norman ha fondato la Necrotic Gnome per produrre regole, avventure e ambientazioni per D&D Basic/Expert. Ha iniziato a giocare a D&D da bambino negli anni '80 ed è tornato a giocare da adulto con D&D 4E e Pathfinder. Dato che D&D Basic non ha regole per ogni cosa, richiede delle discussioni tra i giocatori e il DM, cosa che Gavin apprezza. Invece di tirare per cercare le trappole i giocatori descrivono cosa e dove stiano cercando, un altro aspetto che gradisce. Ha quindi deciso che vuole tornare a giocare con un sistema più semplice e più "aperto".

Anche se Gavin usa le regole basilari di Basic D&D così come sono scritte, adora creare classi, oggetti magici, incantesimi e mostri. Il suo primo lavoro pubblicato, il The Complete Vivimancer, è una classe che modifica i corpi per i propri fini. La sua passione per la creazione lo ha portato al suo primo Kickstarter, dove offre le regole di Basic/Expert non solo come un manuale rilegato, ma anche in cinque volumi separati. Mano a mano che la Necrotic Gnome pubblicherà altro materiale, le classi potranno essere scambiate con quelle vecchie o mischiate insieme. Le altre regole possono essere tranquillamente tolte od aggiunte. La modularità degli Old-School Essentials è fondamentale per il suo continuo sviluppo.
Gli Old-School Essentials, sviluppati e discussi con impegno nel blog della Necrotic Gnome, sono stati creati partendo dai B/X Essentials, una diretta riproduzione delle regole originali del 1981. Old-School Essentials include varie coppie di pagine con regole correlate, così che il manuale possa essere aperto e messo sul tavolo dando al DM tutto ciò di cui avrà bisogno.
Altri nuovi manuali sono già in fase di sviluppo, con classi e incantesimi da Advanced D&D 1E che stanno venendo convertite agli Old-School Essentials e altre regole in cantiere. Inoltre, Gavin ha creato un'ambientazione chiamata Dolmenwood in una serie di riviste.
Un eccitante novità è che Dolmenwood verrà rilasciata sia per gli Old-School Essentials che per D&D 5E. Il suo secondo Kickstarter riguarderà un manuale sull'ambientazione, con dettagli sulla storia e sul background e con 184 "esagoni" descritti (probabilmente espansi in un secondo libro). Un manuale del giocatore e uno dei mostri verranno pubblicati di lì a breve. Dolmenwood può anche essere inserita come luogo in un'ambientazione già esistente.
Un mondo composto da varie fiabe frammentate e mischiate, Dolmenwood unisce il raccapricciante, il bizzarro e lo psichedelico in una sorta di pozione stregata che viene rovesciata su una foresta piena di miti. Questo strano bosco arcano è la casa di signori ultraterreni degli elfi, di animali parlanti e di streghe volanti dotate di magie in grado di catturare i viandanti innocenti che passano nella foresta.
Dolmenwood è stata descritta solo in delle riviste ed avventure fino ad ora, ma il futuro manuale riceverà il "trattamento deluxe". Gavin si è posto come obiettivo di avere delle illustrazioni a colori per ogni mostro che sarà presentato nell'eventuale bestiario.
Galvin ha pianificato di sviluppare parallelamente le nuove regole per gli Old-School Essentials mentre lavora su Dolmenwood. Sta lavorando a delle regole post-apocalittiche, su mostri avanzati e tesori, su delle avventure e si sta mettendo d'accordo con i produttori di terze parti per il loro sviluppo. 
Gavin ha detto che tutte le edizioni di D&D hanno il loro fascino, i loro pro e le loro particolarità. Vale la pena provarle tutte, facendo tesoro delle differenti esperienze che possono offrire all'interno del mondo dei giochi di ruolo fantasy. E spera che i giocatori delle nuove edizioni di D&D provino le atmosfere delle origini con gli Old-School Essentials.
Gavin consiglia questo prodotto proprio ai giocatori di D&D 5E e Pathfinder, per capire come fosse giocare con le prime edizioni del gioco, pur mantenendo un aspetto moderno e un lavoro attento di editing. Ha un forte rispetto per le nuove edizioni di D&D, ma non per questo ignora quelle più vecchie. Vuole incoraggiare i giocatori a provare uno stile più rilassato e a parlare e disquisire con i propri DM, mentre il mondo viene esplorato con l'improvvisazione e le descrizioni.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/forum/content.php?6305-Gavin-Norman-Necrotic-Gnome-Talks-Old-School-Essentials-and-D-D-5E-Dolmenwood
Read more...

Le votazione per gli ENnies 2019 sono iniziate!

Articolo di Morrus del 10 Luglio
Ora potete votare i vostri editori, Giudici e prodotti preferiti per gli ENnies Awards 2019! La piattaforma di voto è stata aperta e sarà funzionante fino alle 05 di mattina del 22 Luglio

"Vi ricordiamo che seguiamo la regola "Una persona un voto" ed è fondamentale che questo principio venga rispettato. Se avete già votato per un prodotto e/o giudice, vi preghiamo di non farlo nuovamente. Vi preghiamo inoltre di non chiedere ad altre persone di votare più volte per migliorare i risultati di un prodotto o giudice. Inoltre, gli editori che supportano o umiliano pubblicamente tramite campagne online, su social e/o email durante il periodo delle nomination e delle votazioni non potranno vedere i loro prodotti scelti come premi per quell'anno. Questo include, ma non è limitato a, gli account ufficiali delle compagnie e dei gestori delle stesse.
Buona fortuna a tutti i nominati!
Non vediamo l'ora di annunciare i vincitori durante il Gen Con, il 02 di Agosto alla Union Station di Indianapolis (Indiana). Per tutti coloro che non potranno esserci, l'evento sarà disponibile come streaming dal vivo!"
Potete votare qui. E invece trovate qui la lista completa dei candidati.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/forum/content.php?6464-Voting-for-2019-ENnies-Is-Live!
Read more...
Bomba

Capitolo Uno - Sua munificenza Derbel Von Gebsatell

Recommended Posts

Trull (nano guerriero)

Era stato tanto sollevato di vedere Clint prendere l'iniziativa di sederglisi accanto, quanto fu seccato che quello si rialzasse per parlare con un altro tizio. Stava infatti quasi per chiedere all'Adepto se trovava affascinante il ritratto della principessa. Non gli era mai capitato di considerare avvenente una umana, almeno non prima che l'intruglio di Poldolmo gli sconvolgesse i visceri e i pensieri. Ora che quella roba non era piu' nel suo corpo, era tornato a chiedersi se agli umani non sembrasse di baciare un gomito ogni volta che posavano le labbra su un mento senza barba, e aveva quasi trovato l'attimo per chiederlo al suo compagno d'avventura nel vederlo contemplare il ritratto di Dama Sophia. Si rassegno' ad attendere che Clint si risedesse, e prese a squadrare invece l'umano 'chiacchieratore'.

Il nuovo interlocutore di Clint doveva essere tanto inetto da non aver avuto cura di proteggere il volto mentre combatteva.
Indubbiamente puntava a sposare la principessa perche' neanche lui era riuscito a far innamorare di se' una compagna.
Doveva essere anche uno squattrinato, o si sarebbe fatto curare magicamente quella ferita e invece di una cicatrice sarebbe rimasto solo un ricordo. A meno che la cicatrice stessa non fosse che un trucco da teatrante per risultare piu' avventuroso agli occhi degli altri umani. C;era da considerarlo, quella razza dava fin troppa importanza all'aspetto e alle aspettative.

Le prime parole del tipo gli confermarono quell'ultimo pensiero. Presuntuoso fino a ritenersi adeguato e unico. Bah. Inutile disquisire. Non fai capire ad un asino di essere un asino dicendogli di essere un asino, lo puoi fare solo prendendolo a vergate perche' faccia girare la ruota del mulino. Purtroppo quello non era il luogo adatto per prendere a vergate qualcuno, tantomeno un asino che sembrava un umano.

Improvvisamente, proprio mentre valutava se spostarsi dalla sedia per approfittare del banchetto che veniva allestito, vide Clint muoversi puntando una umana. Addio compagno di mille avventure, cioe'... in effetti solo di una mattinata.
Chissa' dove sarebbe andato a sedersi, per tacchinare quella preda dai capelli bianchi. 

Come un fulmine a ciel sereno. Anche Clint doveva essere un dannatissimo asino, altro che discendente, o ascendente, o che diamine era col sangue di drago. Come gli era venuto in mente di chiedergli di unirsi a loro? Doveva davvero sollevare il deretano da quella sedia ed essere costretto a guardare tutti da sotto in su? E se la donna fosse stata prosperosa e non fosse riuscito a guardarla in faccia per l'ingombro sterico?

"Eccomi eccomi." rispose costringendosi ad alzarsi. Poso' la catena chiodata sulla propria sedia, per dar segno che era occupata. Poi pensandoci, prese la propria sacca da terra e la poso' sulla sedia accanto. Almeno aveva la scusa di tenerla occupata per Clint, e poteva evitare che vi si sedesse qualcun altro.

Si avvicino' al trio, tenendosi un passo indietro di quanto avrebbe fatto con altri nani, per essere certo di avere l'angolo corretto per guardare le narici della donna invece che la parte inferiore delle rotondita' mammifere. Giusto in tempo per sentire il primo asino dire un'altra idiozia sui lavori 'per uomini'.

"Trull Tanner, madama. Nano e guerriero e futuro principe. Non si prenda la briga di rispondere a costui. I nani fanno tutto altrettanto bene che gli uomini. E le femmine della mia razza non sono da meno. Ho sempre dato per scontato che valga anche per la vostra. Dico male?" l'irritazione che le parole di Hymer gli avevano messo addosso gli faceva pizzicare il naso e prudere le mani, al punto che doveva sfogarsi per lo meno con la lingua.

  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(umana Elocatrice) 

Oh! Si stanno avvicinando! Spero siano cordiali. Al gesto di Clint però Celeste si sentì in imbarazzo, abbastanza da arrossire leggermente. Il gesto ovviamente fu gradito dalla donna, ma non essendo una nobildonna di sangue tali riverenze nei suoi confronti sono sempre una sorpresa. Oh per i divini! Portandomi la mano libera al volto Ehm... Messer Connor non c'è alcun bisogno di essere così formali con me, però mi fa piacere che lei si sia rivolto a me con tanta carineria. Conclusasi poi la presentazione dell'uomo con la cicatrice Celeste rimase per una frazione di secondo confusa. Non sapeva bene se avrebbe dovuto interpretare il tutto come una battuta oppure come una specie di insulto un po' maschilista. Questo dubbio però svanì subito quando Trull si presentò. Seppur agli occhi sembrasse un tipo rude le sue parole invece si erano molto cordiali, anche se recitate solo come un nano avrebbe potuto fare, ovvero elevando la sua razza. Certamente nulla di tutto ciò avrebbe potuto togliere a Celeste il suo sorriso, un po' alimentato anche dalla galenteria di Clint. Mi spiace deluderla, ma credo che la ragazza a cui si riferisca sia l'altra al tavolo dei rinfresci. Si rivolse poi all'uomo con la cicatrice. E no Messer Tanner, lei dice il vero. Ogni individuo è capace e nasconde un grande potenziale, non importa il sesso o la razza. Commentando e sorridendo al nano. Cavolo che belle trecce che ha quel nano per la sua barba! Chissà se per i miei capelli saprebbe fare la stessa cosa. 

Ad ogni modo il piacere comunque è tutto mio. Provando in modo sbadato a rilvorgere a quel gruppetto di persone sopraggiunto davanti a me un inchino. Mi presento: il mio nome è Celeste e sono molto contenta di poter conoscere degli altri avventurieri in questa eroica impresa e sopratutto di potervici partecipare. Immagino che ogniuno di voi avrà delle belle storie da raccontare, mi sembrate essere avventurieri in viaggio da parecchio. Detto questo Celeste estrasse velocemente il suo orologio bussola prendendolo dalla catenina per controllare l'ora per poi, rimetterlo via altrettanto velocemente per dedicare piena attenzione agli avventurieri dinanzi a lei. Però il suo occhio cadde anche sul tavolo dei rinfresci. Oh per i divini! C'è la torta di mirtilli! 

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor

"Eh, io ammetto di non avere grandi storie ed imprese personali da condividere, ma sono sicuro che mastro Trull ne abbia in serbo parecchie. Mi è bastato vederlo una sola volta utilizzare quella sua, infinitamente lunga ed apparentemente incomprensibile, arma per rendermene conto!", rispose Clint, sempre più convinto del suo ruolo di collegamento diplomatico e so-tutto-io e sempre meno certo, studiando quell'esotico assembramento, di poter anche solo contribuire al salvataggio della nobildonna rapita. 

Facendo poi cenno ai compagni di imitarlo, Clint si mosse verso il lauto buffet: "Posso servirvi qualcosa, gentilissima Celeste? E, ditemi, ambite quindi anche voi al regno, oltre che all'avventura?".

Niente da fare: il cervello di Clint, almeno quel giorno, tendeva inevitabilmente a stallare di fronte all'introduzione di dati del tipo "femmina umana (o, presumibilmente, Elfa/Aasimar/Umana a sangue misto/Genasi...) di piacevole aspetto". Per fortuna, erano accorsi diversi altri avventurieri al salvataggio della povera Sophia!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kaahan Torcicollo

Per qualche istante, restò a contemplare il dipinto, limitandosi a dire al fratello Non so Geruum, mi sembra un po' fragile... Rischi di romperla al secondo o terzo colpo... Sicuro che possa figliare? 

Qualcuno lì vicino gli fece gentilmente notare che quello che stava osservando era il dipinto del principe. La principessa Sofia è quella lì a fianco. 

Lui continuò a guardare e poi scrollò le spalle Non vedo alcuna differenza. 

Ma a quel punto non gli importava più molto. Era arrivato il cibo. 

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 5/9/2018 alle 21:17, Ian Morgenvelt ha scritto:

Bjorn rispose al saluto della donna con un gesto che molti avrebbero ritenuto quasi scortese

Vedendo il goffo gesto del guerriero, Chandra sorrise apprezzandone la genuinità e lo sforzo del grosso uomo per sembrare cortese. Certo, va benissimo anche skald come definizione. Se la mia memoria non fa cilecca è così che i popoli del nord definiscono i poeti, i musici di guerra e gli artisti in genere. Ho qualche bella storia sui popoli del monte del ghiaccio eterno e delle battaglie tra giganti e draghi, di sicuro ci sarà modo di parlartene durante il viaggio...non si sa mai che ti possa tornare utile per affrontare il nostro di drago Bjorn l'Orso...

 

Chandra scoppiò in un'allegra risata mentre faceva mente locale su Bjorn: Il possente guerriero che scende dai monti ghiacciati per uccidere il drago e salvare la duchessa? Chissà...potrebbe essere un buon inizio di una bella storia...

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flurio Pascolari (umano cavaliere)

Flurio giunse finalmente nel luogo dell'appuntamento: un edificio magnifico sia palazzo che castello; certo non inespugnabile come una fortezza ma molto ben difendibile grazie alla mirabile progettazione. Al portone principale si annuncio ai soldati muniti di alabarda e dopo che ebbero preso il suo destriero per custodirlo nelle stalle, venne accompagnato da un servitore che sembrò sia condurlo ed informarlo dell'evento, ma anche squadrarlo. Arrivò in una sala magnifica uno splendore di ricchezza e bellezza, dove già molti altri candidati sedeva ai lati della sala su comode sedie imbottite e fece lo stesso senza farso ripetere aspettando l'arrivo del Principe, come tutti gli altri sotto lo sguardo vigile di otto guardie di palazzo.

Guardandosi attorno notò la presenza sia dei suoi momentaneo compagni, il nano e l'umano sputafiamme, e l'uomo massiccio del nord con cui aveva condiviso la protezione di Vaiara. Fece un discreto cenno di saluto a tutti loro quando il loro sguardo sulla sala capitò su di lui per far vedere loro che era arrivato anch'egli.

Edited by Pyros88

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hymer Gervinger (Warblade Umano)

Il ragazzo notò l'astio che il nano doveva provare per lui, è capì anche a cosa era dovuto anche se preferì ignorare completamente Trull concentrandosi su Celeste che gli pareva di maggiore compagnia

Quindi in pratica sei una cantastorie? Bene dai, potrai tenera alto il morale

commentò il ragazzo

Narrami di qualche avventura che hai vissuto 

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Una voce maschile, quella del cerimoniere di palazzo, squillò improvvisa nel tramestìo della sala Il ciambellano Beregar Stonewall annunciò, pochi attimi prima che il diretto interessato facesse il suo ingresso nella sala. Egli era un nano dai candidi capelli diradati e dalla lunga barba legata con un semplice monile di bronzo. Laddove gli anni sembravano aver fatto il suo corso, l'abitante delle montagne procedeva tuttavia a schiena dritta, meraviglioso con il suo mantello color acquamarina, che ben si accompagnava al suo bastone color del mare. L'uomo recava in mano un foglio di pergamena, mentre legato alla cintola lo accompagnava un piccolo scrigno da gioie legato alla cinta con un laccio in pelle.

Il ciambellano di corte

Spoiler

image.jpeg.e9159c85259e94c72f47d351a5df80b7.jpeg

Per favore, non servono tutte queste introduzioni borbottò il nano, le gote leggermente arrossate Ecco, ora stanno tutti fissando me brontolò, per poi avviarsi in direzione del trono. Ivi non si sedette, esso era il posto riservato al principe. Tuttavia il nano si pose nelle immediate vicinanze, alla destra rispetto al punto in cui si sarebbe trovato il sovrano di Firedrakes. Lì sembrò sentirsi più a suo agio, dopo aver rivolto un sorriso complice a un paio delle guardie lì presenti Prego, continuate pure disse con un cenno della mano, rivolto agli osservatori presenti nella sala

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull (nano guerriero)

Clint doveva volergli male. Oppure aveva un piano. Nonostante tutto, il nano propendeva per la seconda, non si spiegava altrimenti perché continuava a metterlo in mezzo. 

Borbottó "Oh! Beh! Sì, già. Tante storie..." mentre tentava di decidere se raccontare di quando un Troll aveva provato ad assaggiargli una spalla, o di quando aveva vinto una gara di cornate col montone più pasciuto che avesse mai visto sulle sue montagne, non sapendo bene se Clint volesse una roba epica o una cosa per ridere un po'.

La conversazione per fortuna si era spostata, per argomento e per luogo. Il trio di umani infatti si era avvicinato al tavolo del buffet, passando ad indagare la storia della donna. Quindi smise arrovellarsi per decidere.

Riconobbe la strategia dei due. Far raccontare la preda più che parlare di sé. La preda praticamente girava intorno al pozzo, dando loro il tempo di cambiare continuamente l'esca al centro, finché non trovavano quella giusta per farla cadere in trappola... cioè fra le lenzuola.

Poco male. Almeno questa volta non doveva preoccuparsi di competere con altri arieti per la leadership del gregge. Il tipo di duello in corso davanti ai suoi occhi poteva limitarsi a viverlo da osservatore. Forse da 'padrino' per Clint?

Trull si avvicinò e prese con due dita uno di quegli affarini fragili che erano ammucchiati sul tavolo in piccole pile. Era più inconsistente del cosciotto di un porcellino di latte. Si costrinse a cacciarlo in gola ugualmente, mentre si sbriciolava per metà nella sua mano callosa finendo sul petto corazzato.

Per un istante, rischiò la vita come quel Troll, che per ingordigia si stava facendo andare uno spallaccio della sua corazza di traverso, che non sapeva forse che certi gamberetti, quelli di montagna con un'arma in mano, vanno prima sgusciati.

Era stato distratto dall'annuncio. Volle evitare di tossire, ne ricavò uno starnuto che gli portò i pezzi di crostino a svolazzare intorno come coriandoli.

Un nano. Interessante. Non che fosse un vantaggio, in qualche modo. Doveva comunque abbattere un drago per procurarsi la madre dei suoi figli. Però almeno significava che Sophia era abituata ad averne intorno, perciò non sarebbero stati completamente alieni l'un l'altro. Restò in attesa di parole illuminanti, ma non vennero. Allora si forzò a reinteressarsi al buffet.

Si diresse verso le bevande analcoliche. Chissà se avevano anche latte di capra.

@DM

Spoiler

Sentito parlare di questo 'nano di corte' dei Von Gebsatell?

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(umana Elocatrice) 

Una volta avvicinatisi al tavolo del buffet Celeste non poté che agguantare quella fetta di torta ai mirtilli che aveva già addocchiato. Il primo morso sulla torta aveva la priorità su tutto in quel momento. Oh! *Uhm!* Che buona! Poi ricordandosi delle domande postele si rivolse agli uomini inforchettando ogni tanto la torta con la posata per i dolci. *Gnam!* bhe ecco io sono tornata qui nel continente sentita la notizia del rapimento, poiché qualche settimana fa ero da tutt'altra parte del mondo, ma sono venuta qui col solo scopo di fare del bene e di aiutare la principessa. Non saprei bene se accettare di restare qui a regnare se ne avessi l'occasione, poiché io amo l'avventura ed amo viaggiare.  C'è da considerare che, seppure un po' emo, il principe sembra carino. E poi quel drago... La mia famiglia vive nelle campagne di questo continente e preferirei non causasse altro male. Quindi spero di aiutare come posso.

Dopodiché Celeste inforchettò ancora gli ultimi rimasugli rimasti della torta. Io cantastorie? Non proprio, ma quasi. Mi appunto sempre le avventure che vivo, così che un giorno possa raccontarle. Per adesso sono in viaggio da poco tempo, più o meno due anni, ma credo che qualche aneddo possa raccontartelo, sempre se mi riveli il tuo nome. Celeste sorrisse, non poteva farne a meno. La sua positività ed euforia erano muri difficili da abbattere e seppur sapesse bene che ad occhi estraneai potevano sembrare indici di immaturità Celeste non nascondeva mai chi era e cosa voleva diventare, era fatta così. Con l'arrivo del ciambellano... Uh! *Ggam* il principe arriverà a momenti allora! 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Connor (Umano Adepto dei Draghi)

Clint rimase sorpreso dalla ingenuità della ragazza, che pur se ne andava a spasso con un'arma enorme attaccata alla schiena, come se nulla fosse. 

"Forse",  riflettè, assaggiando, deliziato, un antipasto; quindi, fece cenno a Trull nella direzione di Flurio: "Ecco che è giunto anche ser Pascolari. La folla di questa follia aumenta e pur sempre di comprovato valore... chissà se è poi stato lui ad avvisare le guardie: in effetti, il povero Poldolmo appariva in qualche difficoltà. 

Ed ora, scusate un momento".

Si mosse poi, imperterrito nella sua ostinata incapacità, verso l'altra bellezza femminile dai bianchi capelli e, nuovamente, si esibì in un baciamano con inchino: "Clint Connor, mia graziosa damigella. Al vostro servizio. 

Splendido racconto e meravigliosa dizione. Nonché magnifica ascendenza, se posso permettermi...

E buongiorno anche a voi, messere".

Edited by Ghal Maraz

Share this post


Link to post
Share on other sites


Geerum (barbaro orco)

Geerum annuì al fratello "Chissà se potremo scegliere chi dei due prendere" disse indicando i ritratti, per poi emettere un vigoroso rutto di apprezzamento per il buon cibo che stavano mangiando, interrotto solo dall'arrivo del ciambellano

Quando ebbe finito di sputare l'osso di uno stinco si avvide che affianco a lui vi era una umana dai capelli bianchi come a neve ed il ghiaccio intenta a finire una torta

"Ciao umana" disse "io sono Geerum, e questo è mio fratello Kaahan! Tu chi sei? Sei interessata all'uomo o alla donna?" chiese.

 

@Organo84

Spoiler

Geerum sta ovviamente parlando con Celeste

 

Edited by AndreaP
  • Haha 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Skaldsson (Kalashtar Ardente)

Sono molto di più, a dir la verità. Lo Skald è colui che ha il compito di ricordare la nostra storia grazie ai suoi racconti. É una figura fondamentale per i popoli dei Fiordi. Disse Bjorn alla donna, con un sorriso d'apprezzamento stampato sul volto: quella donna conosceva i racconti del suo popolo e gli aveva già regalato un titolo onorifico degno dei guerrieri che popolavano le storie della sua infanzia. Credo sia la traduzione del mio nome in qualche dialetto del Sud, ma è comunque molto più di quanto avessi fino a questo momento. Ora le leggende ricorderanno anche me. L'uomo del Nord scambió un caloroso saluto con il cavaliere che lo aveva aiutato durante le faccende di quella giornata. Grazie agli dei, fortunatamente è riuscito a raggiungerci. Gli dovrò parlare. Un'altro dei partecipanti a quella impresa di avvicinò allo strano duo: anche lui non sembrava essere un guerriero, ma di certo era molto più abile di Bjorn nell'ambito della comunicazione. La solita passione della gente del Sud: aprire la bocca per complicare le frasi più semplici. Bjorn Skaldsson, onorato di conoscerla. Disse l'uomo dei Fiordi stringendo la mano dell'umano, stando attento a non fargli del male: combattere al fianco di un alleato con un polso dolorante non gli pareva propriamente un'ottima idea.

  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Hymer Gervinger (Warblade Umano)

Il ragazzo osservò con attenzione il ciambellano per poi seguirlo

Messere, fra quanto potremo parlare col Principe?

chiese il ragazzo

Il salvataggio della Principessa è di vitale importanza

Più tempo passava più l'animo di Hymer si faceva irrequieto. Erano passati ormai due anni ma non gli piaceva quel posto e non vedeva l'ora di prendersi il suo riscatto

Share this post


Link to post
Share on other sites

Flurio Pascolari (umano cavaliere)

Guardandomi in giro e ritrovandomi in un luogo a me congeniale, nel quale mi sono trovato spesso negli anni quando non ero sul campo a combattere, inizio a fare mente locale su quanto sappia di Firedrakes sulla Corte e sulla Famiglia Reale con un occhio di riguardo al nano, ciambellano di corte, appena giunto nella sala.

Non ho particolare appetito, l'addestramento militare mi ha insegnato a mangiare ad orari regolari e a non appesantirmi quindi al momento non tocco nulla del buffet. In fondo le usanze ed i ritmi di corte mi sono sempre stati stretti, sono un tipo pratico. Stare qui ad aspettare i Principe mentre mangiamo e chiacchieriamo mi sembra una perdita di tempo. Certo conoscerci è importante in un gruppo che dovrà compiere un'impresa clamorosa come questa, ma avremo tempo durante il viaggio per socializzare ed elaborare una tattica di gruppo. Me ne sto quindi seduto a guardarmi in giro, posando spesso lo sguardo sul Ciambellano e sull'accesso da cui dovrebbe arrivare anche il nostro regale committente.

Spoiler

Conoscenza (nobilita e regalità) +6

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

x Flurio

Spoiler

Conoscenze (nobiltà e regalità) +6+3=9

La vita militare aveva limitato gli studi di Flurio, assai più avvezzo alle giostre che agli intrighi di corte. Ciò che aveva udito da alcuni compagni d'arme era che la corte di Firedrakes era piuttosto progressista e disposta ad accogliere anche personale di razze insolite per una famiglia reale unicamente umana.

x Clint

Spoiler

Conoscenze (nobiltà e regalità) +15+6=21

Le scorribande di Clint lo avevano portato a conoscere molte informazioni e udire vari pettegolezzi sulla corte. La presenza di Beregar Stonewall era prevedibile, in quanto egli era il ciambellano reale da più di 40 anni, fin da quando venne nominato tale dal nonno del principe Derbel e della contessa Sophia. La sua saggezza e onestà erano considerati al di sopra di qualsiasi dubbio, motivo per i quali era spesso investito del ruolo di giudice nelle dispute civili e penali. Egli era inoltre uno dei due 'volti' della famiglia reale insieme al principe Derbel. Benchè elogiata, Sophia era infatti solita non uscire quasi mai di palazzo, sbrigando i suoi studi e le sue battaglie civili e legali direttamente dalle sue camere. Alcune malelingue hanno gettato l'ipotesi che il motivo di questo isolamento sia che la sorella del principe sia di salute piuttosto cagionevole. Il rapimento, e le incredibili difficoltà nel gestire da solo un regno così grande, hanno portato molte persone a considerare la promessa di matrimonio del principe come un'ottima opportunità per risollevare il potere esecutivo della famiglia reale.

Il rinfresco, come suggeriva il nome, non comprendeva solo pietanze di ogni genere, ma anche bevande a varie gradazioni alcoliche. Se infatti i più casti e puritani potevano pasteggiare ad acqua di fonte e latte, gli appassionati potevano sorseggiare tre tipi di birre diverse, come anche una selezione di vini bianchi e rossi scelti appositamente dalla cantina reale. I vini, barricati e tenuti in botti sigillati con tappi di sughero, erano considerati assai forti anche dai più esperti bevitori (una gradazione alcolica di circa il 25%). Essi, laddove il bevitore avrebbe provato un lieve stordimento, avrebbero tuttavia fatto provare al consumatore una piacevole sensazione di torpore.

Tra molto, molto poco precisò il nano, arricciandosi un baffo mentre parlava con Hymer Sono spiacente che vi sia questo ritardo, il principe sta conferendo con i suoi generali circa alcune manovre militari. Egli è perfettamente conscio del pericolo che investe la corona, ma pur trattandosi di sua sorella egli non può esimersi dal mettere davanti il suo popolo rispetto al suo stesso sangue spiegò

  • Sad 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull (nano guerriero)

Rinunciando a ulteriori assaggi, portò di nuovo gli occhi sul trio, notando che Clint gli stava indicando l'ultimo arrivato in sala. In effetti, senza un ragionevolmente grande cavallo fra le gambe, non lo avrebbe riconosciuto . Era messer Flurio. Colui che non credeva alla liceità degli esperimenti alchemici, e che si era staccato per questo da loro, in mattinata.

Vide Clint staccarsi dalla donna e dirigersi... non verso Flurio, come aveva immaginato. Quel giovanotto, che millantava ascendenza di drago ma in verità era figlio di un'ape, stava cambiando fiore nell'ovvio intento di impollinarli entrambi, e col rischio, ben noto a Trull, di non impollinarne nessuno.

Si chiese ancora che volontà guidasse l'Adepto dei Draghi. Vedendolo ora, avrebbe detto che a guidarlo fosse esclusivamente il timone che ogni maschio nasconde sotto le vesti.

Si arrese, e fece un gesto a Flurio. Un semplice saluto a distanza, un cenno di riconoscimento. Non un invito ad avvicinarsi, ma certamente nemmeno ad evitarsi. A lui la scelta. Intanto, bevve un gran sorso di liquido bianco per distogliere la gola dal fastidio di quei rustici sbriciolosi che aveva osato addentare appena qualche secondo prima.

  • Haha 2

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(umana Elocatrice) 

Antipatico. Poteva almeno presentarsi come gli altri due gentil signori... 

Celeste intenta a finire l'ultimo boccone, si ritrovò sorpresa dall'avvicinarsi dell'immenso orco che aveva salutato appena entrata al castello. Non potè però non accoglierlo col suo solito sorriso carico di euforia. È un vero piacere Geerum e Kaahan, io mi chiamo Celeste e sono un'avventuriera girovaga! Poi una volta che Celeste ascoltò l'ultima domanda postagli non poté non emettere un ridolino frenato subito dalla sua concezione di buone maniere. Direi che sono qui per entrambi, salvare la principessa ed aiutare il principe per sconfiggere il drago e per aiutare anche i cittadini di Firedrakes. Immagino che però voi intrepidi orchi avrete anche altre motivazioni per essere qui, come un po' tutti i presenti alla fine. Pur avendo controllato meno di qualche minuto fa il suo adorato pendolo, Celeste non poté fare ancora a meno di tirarlo fuori per vedere il tempo che era passato fino a quel momento. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Kaahan Torcicollo

Si stupì che il fratello Geerum avesse deciso di lanciarsi in quel pollaio di conversazione, lanciandosi verso una delle umane presenti. L'attenzione di Kaahan fu invece attirata dalle parole traballanti del nano di corte, uno di quei soggetti che tanto piacevano ai regnanti umani per far ridere loro e il proprio seguito, anche se lui ci aveva trovato sin lì gran poco di divertente.
Che il giovane ed effemminato principe fosse impegnato in un consiglio di guerra era l'informazione di gran lunga più interessante che Kaahan avesse ascoltato da che era entrato nella grotta artificiale del re. Anche perché attorno al principe ruotava il mistero più fitto di tutta quella faccenda: come poteva quel fragile erede al trono accettare che uno a caso tra loro prima ingravidasse la sorella e poi, così facendo, reclamasse per sè il trono? Sino a quel giorno, Kaahan era convinto che la faccenda si sarebbe rivolta nel sangue. O almeno così lui avrebbe fatto.

Da quei pensieri venne distolto dall'implicita domanda contenuta nelle parole della frivola femmina che si faceva chiamare Celeste. L'orco si voltò dunque verso di lei e con un ghigno allungò la mano, ancora unta di montone arrosto, per afferrare i suoi virili gioielli. La mia progenie sarà numerosa e dominerà il mondo: la principessa mi darà molti figli. Il suo unico occhio cadde dunque sul notevole spadone che la donna portava, un segno che essa era parte del clan guerriero del suo clan. Forse anche tu vuoi mettere al mondo un grande guerriero? Nostro figlio calcherà i campi di battaglia come un uragano chiese dunque.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Chandra (Umana Barda)

Alle gentili parole di Clint, la ragazza rispose con un silenzioso ma sorridente inchino dicendo il proprio nome, per poi guardare divertita il siparietto tra lui ed il torreggiante uomo del nord che si presentava più minaccioso e prestante nonostante le parole gentili. Si mise infine ad osservare attentamente gli altri ospiti che si stavano accomodando nella sala mentre il ciambellano sostava impaziente di fianco allo scanno d'onore

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.