Jump to content

Problemi con i danni dei mostri


Recommended Posts

Salve , mi ė capitato nell'ultima sessione di avere una lamentela del gruppo per quanto riguarda i danni dei mostri che utilizzo per le loro sfide , sono un gruppo di secondo livello e ho fatto incontrare loro un lupo delle nevi , il seguente lupo con il suo soffio ha provocato al loro chierico puramenre curatore un ammontare di danno pari a 16 a per aver mancato il tiro salvezza su riflessi e la sua vita massima ė 18 ,premetto che i giocatori sono in 5 o in 6 a sessione , utilizzo per la creazione dei miei incontri il sistema di conteggio dei punti esperienza spiegato nel manuale del master , ; ovviamente dopo tali danni i giocatori hanno iniziato a protestare sulla difficoltà e i danni che arreco in ogni sessione , può darsi che una creatura di gs3 sia una prova troppo difficile per un gruppo si secondo livello ? La cosa mi lascia un po' perplesso per via del fatto che ho provato ad utilizzare un generatore di dungeon e spesso vedo che addirittura il generatore mi crea stanze con creature di gs4 , qualcuno può aiutarmi ? Devo di nascosto ridurre i danni che fanno le creature o dovrei utilizzare sfide inferiori ? Il gruppo ė composto da 2 guerrieri , un chierico curatore , un druido , un mago un ranger 

Link to comment
Share on other sites


Allora: partiamo dal presupposto che il sistema di calcolo del GS di un incontro non è infallibile. Anzi, è una delle (poche) pecche dell'edizione. Si risolve con l'esperienza, si impara a capire "a spanne" quanto possa essere o meno letale un mostro.

Nel caso specifico.
Per un gruppo di 5 PG di Lv2, un singolo mostro GS3 è un incontro di tipo Medio: qualcosa di abbastanza triviale. Per un gruppo di 6 personaggi è addirittura un incontro Facile.
Non solo, ma un singolo mostro contro 5-6 personaggi è molto svantaggiato nell'economia del combattimento, visto che ha un'azione ogni 5-6 nemiche...statisticamente potrebbe durare un solo turno. 

Per quanto riguarda i danni subiti dal singolo chierico, è vero che sono tanti. Ma c'è anche da dire che nella 5a edizione recuperare la salute è abbastanza semplice: incantesimi, capacità di classe, riposi brevi ed estesi, pozioni...non mancano le possibilità. 

Link to comment
Share on other sites

Le tabelle sulla DMG funzionano, ma non sono infallibili e serve un po' di pratica.

Se il lupo è da solo contro 6 PG, shottarne uno a round o quasi è l'unico modo che ha di risultare significativo, visto che probabilmente avrà uno o massimo due turni prima di morire, quindi è giusto che succeda.

Soprattutto a livelli bassi, però, i PG sono molto fragili, per cui è meglio stare attenti ai mostri con un GS più alto del loro livello, usandoli come miniboss o boss, invece che come incontri regolari. Per quelli è meglio piuttosto usare tanti mostri deboli, che non rischiano di annientare un personaggio in un colpo, o magari un mostro con multiattacco, facendogli suddividere i colpi fra più bersagli.

Link to comment
Share on other sites

7 ore fa, Skilldrain ha scritto:

Salve , mi ė capitato nell'ultima sessione di avere una lamentela del gruppo per quanto riguarda i danni dei mostri che utilizzo per le loro sfide , sono un gruppo di secondo livello e ho fatto incontrare loro un lupo delle nevi , il seguente lupo con il suo soffio ha provocato al loro chierico puramenre curatore un ammontare di danno pari a 16 a per aver mancato il tiro salvezza su riflessi e la sua vita massima ė 18 ,premetto che i giocatori sono in 5 o in 6 a sessione , utilizzo per la creazione dei miei incontri il sistema di conteggio dei punti esperienza spiegato nel manuale del master , ; ovviamente dopo tali danni i giocatori hanno iniziato a protestare sulla difficoltà e i danni che arreco in ogni sessione , può darsi che una creatura di gs3 sia una prova troppo difficile per un gruppo si secondo livello ? La cosa mi lascia un po' perplesso per via del fatto che ho provato ad utilizzare un generatore di dungeon e spesso vedo che addirittura il generatore mi crea stanze con creature di gs4 , qualcuno può aiutarmi ? Devo di nascosto ridurre i danni che fanno le creature o dovrei utilizzare sfide inferiori ? Il gruppo ė composto da 2 guerrieri , un chierico curatore , un druido , un mago un ranger 

.....più che cambiare mostri e modo di masterizzare, che, da quello che leggo, sembra corretto ed attento a mantenere il giusto equilibrio.

Valuterei, un cambio di giocatori, con altri meno........."lamentosi" 🤣

Link to comment
Share on other sites

2 ore fa, nolavocals ha scritto:

.....più che cambiare mostri e modo di masterizzare, che, da quello che leggo, sembra corretto ed attento a mantenere il giusto equilibrio.

Valuterei, un cambio di giocatori, con altri meno........."lamentosi"

So che scherzi, ma siccome l'OP mi sembra un neofita faccio il serio.

Ascoltare i giocatori e capire cosa piace e cosa no (e cosa piace o no a te) e poi adattare il gioco di conseguenza è letteralmente l'abilità numero uno che un GM deve sviluppare.
Continua così, sei sulla buona strada.

EDIT: props per la tabella di Savaborg, che è più comoda di quella della DMG.
Su Xanathar's Guide to Everything c'è la versione definitiva della stessa tabella.

Edited by The Stroy
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Vorrei dire la mia, dato che nell' avventura che sto masterando è morto uno dei PG a causa di un GS elevato. Fortunatamente nel mio caso non ci sono stati dei dissapori nel gruppo, quindi è andato tutto per il meglio.
Con questo non voglio assolutamente sollevare un polverone e non vorrei andare OT, so che esistono molte linee di pensiero sull' argomento e la mia opinione fa abbastanza "old school".
So che ciò che sto per dire potrebbe non andare a genio a molti quindi premetto un grosso, grossissimo IMHO.

Il GS è sicuramente un buon modo di misurare la potenza di un combattimento, in modo di avere degli incontri ben bilanciati, e negli ultimi anni, specie dalla 3.x in poi, si è sempre più spesso adottato questo strumento e alla maggior parte dei gruppi piace avere delle sfide nei limiti delle proprie possibilità.

Ma a fronte di questo, dove sta scritto che tutti gli incontri debbano essere alla portata dei PG? Non è una regola universale, gli avventurieri sanno che non potrebbero essere capaci di fronteggiare qualsiasi sfida che gli si pari davanti e quindi devono valutare la possibilità di non farcela e ritirarsi.
Ovvio che io DM difficilmente ti aizzerò contro un dragone rosso antico a caso , ma tu avventuriero devi ponderare l' idea di dartela a gambe se dovesse accadere.
Invece che affrontare l' ennesimo mostro x, dovresti cercare invece di aggirarlo o battere in ritirata, invece che rischiare.

Detto questo, direi proprio che tu ti sia attenuto al grado di sfida, quindi le loro polemiche lasciano un po' il tempo che trovano.

Edited by Burronix
  • Like 4
Link to comment
Share on other sites

Guarda, io in realtà sono sulla tua linea di pensiero, e trovo che gli incontri troppo forti aiutino a creare l'impressione di un mondo vivo e verosimile, e spingano i giocatori a trovare strategie alternative e interessanti all'attacco frontale, o almeno a prepararsi bene.

Ci sono però un paio di caveat: innanzitutto i giocatori devono sapere che questi scontri sono una eventualità possibile (non è detto che dei neofiti ci pensino, se il GM non glielo dice apertamente) e inoltre i PG dovrebbero avere modo di intuire che lo scontro è sbilanciato prima che cominci (ad esempio prove di conoscenza, vedere il nemico che fa a pezzi delle persone, trovare la tana del mostro, eccetera, magari anche parlando chiaramente di numeri).

Infine, sempre perché i giocatori sono neofiti, le polemiche ci stanno tutte. Anzi, potrebbero starci pure in un gruppo esperto che per qualche ragione prediliga gli scontri facili. Quello che può fare il GM è spiegare loro che i danni del lupo sono equilibrati per questa e quella ragione (sistema dei GS, è un mostro solo contro 6 PG, eccetera) ed eventualmente adottare accorgimenti a riguardo (a cui aggiungo: non tirare i danni dei mostri, che oltretutto rallenta il gioco).

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Burronix ha scritto:

Vorrei dire la mia, dato che nell' avventura che sto masterando è morto uno dei PG a causa di un GS elevato. Fortunatamente nel mio caso non ci sono stati dei dissapori nel gruppo, quindi è andato tutto per il meglio.
Con questo non voglio assolutamente sollevare un polverone e non vorrei andare OT, so che esistono molte linee di pensiero sull' argomento e la mia opinione fa abbastanza "old school".
So che ciò che sto per dire potrebbe non andare a genio a molti quindi premetto un grosso, grossissimo IMHO.

Il GS è sicuramente un buon modo di misurare la potenza di un combattimento, in modo di avere degli incontri ben bilanciati, e negli ultimi anni, specie dalla 3.x in poi, si è sempre più spesso adottato questo strumento e alla maggior parte dei gruppi piace avere delle sfide nei limiti delle proprie possibilità.

Ma a fronte di questo, dove sta scritto che tutti gli incontri debbano essere alla portata dei PG? Non è una regola universale, gli avventurieri sanno che non potrebbero essere capaci di fronteggiare qualsiasi sfida che gli si pari davanti e quindi devono valutare la possibilità di non farcela e ritirarsi.
Ovvio che io DM difficilmente ti aizzerò contro un dragone rosso antico a caso , ma tu avventuriero devi ponderare l' idea di dartela a gambe se dovesse accadere.
Invece che affrontare l' ennesimo mostro x, dovresti cercare invece di aggirarlo o battere in ritirata, invece che rischiare.

Detto questo, direi proprio che tu ti sia attenuto al grado di sfida, quindi le loro polemiche lasciano un po' il tempo che trovano.

Non potrei esser più d'accordo con te. D'altronde, il GM ha un gran lavoro sulle spalle e forse, dico forse, i giocatori dovrebbero tenere a mente, che anche lui merita di divertirsi (non a uccidere pg, sia chiaro).

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

14 minuti fa, nolavocals ha scritto:

Non potrei esser più d'accordo con te. D'altronde, il GM ha un gran lavoro sulle spalle e forse, dico forse, i giocatori dovrebbero tenere a mente, che anche lui merita di divertirsi (non a uccidere pg, sia chiaro).

Parole sante. 
Uccidere i PG non è mai bello, sia per il DM, sia per i giocatori (specie quando i dadi ci si mettono in mezzo).
D' accordo sul fatto di divertirsi tutti insieme, d'accordo sul mettersi d' accordo, ma io DM voglio mettervi di fronte a delle sfide, con la S maiuscola, e non voglio farmi delle paranoie sul fare troppa bua ai PG.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Parlate come se i giocatori di Skilldrain avessero avuto delle pretese assurde, come se il GM avesse detto che non  si diverte e come se tutti i tavoli piacessero le stesse cose.

Un giocatore ha detto: un mostro che mi shotta secondo me fa troppi danni.
Skilldrain è venuto qua e ha chiesto: sono davvero troppi danni?
La risposta è: no, non è un problema per queste e quelle ragioni, parlane col tuo gruppo che tu li conosci e noi no, e magari segui questi accorgimenti per avere in futuro una situazione più bilanciata.

Fine, sono un gruppo inesperto, quello che gli serve non è la retorica del GM martire contro i giocatori viziati, ma di imparare a dialogare e prenderci la mano per trovare un livello di sfida che piaccia a tutti.
Che potrebbe essere una SFIDA con la S e pure le altre lettere maiuscole, oppure un ritmo più rilassato: non spetta certo a noi deciderlo, né decidere cosa è divertente o no per il GM.

  • Like 6
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Grazie di tutte le risposte , in questi giorni sto cercando il più possibile di ascoltare quello che vogliono i giocatori , in realtà i giocatori non sono proprio inesperti perché tutti arrivano da anni di gioco con la versione 4.0 e alcuni di loro giocano anche a altri giochi di ruolo , per quello credevo che mettere una sfida così era già una sfida che secondo la loro esperienza poteva essere gratificante , invece ascoltando le ultime richieste preferiscono sfide con creature più deboli ma numerosi 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

@The Stroy Scusami forse mi hai frainteso. La mia "critica" non era rivolta verso Skilldrain o verso i suoi giocatori, le loro lamentele (dubbi?) sono più che legittime. 
Confutato che abbiamo tutti modi di divertirci diversi (sia GM che giocatori), quello che volevo mettere in luce era un altro punto di vista, nulla di più.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Burronix ha scritto:

@The Stroy Scusami forse mi hai frainteso. La mia "critica" non era rivolta verso Skilldrain o verso i suoi giocatori, le loro lamentele (dubbi?) sono più che legittime. 
Confutato che abbiamo tutti modi di divertirci diversi (sia GM che giocatori), quello che volevo mettere in luce era un altro punto di vista, nulla di più.

mi aggrego al pensiero sopracitato

Edited by nolavocals
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.