Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Con Me nella Tomba: Il Gioco di Taffo

La Taffo e MS Edizioni hanno realizzato un Gioco da Tavolo con un'unica Regola: dovrai giurare di portare quel Segreto Con Te nella Tomba!

Read more...

Cosa c'è di Nuovo su Kickstarter: Red Giant e Thurian Adventures

Andiamo a scoprire assieme le novità in campo GdR attive in questi giorni su Kickstarter.

Read more...

Avventure Investigative #8: Un Tocco di Spoiler

D&D può essere usato per creare delle avventure investigative interessanti? Eccovi l'ottavo articolo di una serie in cui espongo le mie idee in merito.

Read more...

Sondaggio sugli Incantesimi

I giocatori di D&D 5E sono chiamati a fornire la loro opinione sugli incantesimi del Manuale del Giocatore.

Read more...

West Marches: Creare la Vostra Campagna

Dopo una lunga pausa torniamo a parlare di West Marches: dopo aver visto come era organizzata la campagna di Ben Robbins, creatore originale di questo stile di gioco, vedremo come poterne creare una nostra ed imparare a gestirla.

Read more...

[Ravenloft] Compatibilità con le altre ambientazioni


Thrain
 Share

Recommended Posts

Ravenloft rappresenta sicuramente una delle ambientazioni create per D&d pi? apprezzate dai giocatori di tutto il mondo. E non a caso. Horror e Gotico si fondono insieme, dando ad ogni sessione dei toni davvero cupi e stimolanti per ogni giocatori e master.

Per quanto le ultime due edizioni dell'ambientazione diano molto peso anche all'utilizzo del Semipiano del Terrore per campagne che si svolgono solamente nel Semipiano, con anche pg nativi, penso che anche l'utilizzo dell'ambientazione come originariamente pensata possa essere interessante: un giro a Ravenloft partendo da un altro mondo e ritorno (con tutte le ovvie difficoltà del caso).

Mi piacerebbe discutere con Voi sulle Ambientazioni che si prestano di pi? all'innesto di una variante temporanea a Ravenloft.

E magari anche parlare di quei Png presenti su altre ambientazioni che le Nebbie potrebbero candidare a divenire nuovi Signore del Terrore.

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 12
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

sinceramente penso che qualsiasi ambientazione possa adattarsi a coesistere con Ravenloft.

pi? che dall'ambientazione credo che dipenda da come un DM decida di strutturare le proprie avventure o la propria campagna.

bye bye....:D

PS: ho sentito che la wizzy ha deciso di riprendere in mano Ravenloft e prodorre in casa propria l'ambientazione. voi ne sapete qualcosa?

Link to comment
Share on other sites

Secondo me piuttosto che parlare di ambientazione, parlerei di campagna ^^

Come dice zel :wink:

A mio avviso praticamente tutte le ambientazioni (almeno, quelle che conosco abbastanza bene: Mystara, DragonLance, Forgotten Realms, Eberron, Warcraft) possono adatarsi ad una (ottima) idea del genere.

Magari per alcune (vedi DragonLance) potrebbe essere una cosa un po' strana e magari forzata, ma trovo che aprire portali o spazi extradimensionali che portino ad altri ambientazioni, sia sempre una cosa fattibile.

Aggiungo una cosa forse un po' OT (e magari ora ci apro anche un topic): meglio fare un accesso a Ravenloft "forzato" piuttosto che utilizzare Nephandum... imho

Link to comment
Share on other sites

Aggiungo una cosa forse un po' OT (e magari ora ci apro anche un topic): meglio fare un accesso a Ravenloft "forzato" piuttosto che utilizzare Nephandum... imho

Be', ho giocato una campagna su Ravenloft in cui il DM ha deciso di far partire i PG da punti diversi (una era nativa di Ravenloft, tre provenivano da Greyhawk, uno da Forgotten Realms), e farli rapire della nebbie (perché si trovavano in presenza di eventi molto malvagi, e si sa che in caso di eventi malvagi le potenze di Ravenloft possono decidere di portare qualcuno nel loro semipiano).

Complessivamente, la campagna è una figata! Ravenloft è molto bello come idea, solo che l'atmosfera horror, cupa e "senza speranza" è difficile da tenere "seriamente" per molto tempo: IMHO una campagna su Ravenloft deve essere breve e/o intervallata da altre campagne nel corso del tempo, se no si rischia di perdere atmosfera (o di sentirsi demoralizzati ^__^).

Probabilmente qualsiasi ambientazione si presta ad essere affiancata a Ravenloft, però i personaggi dovrebbero essere in qualche modo adatti allo sviluppo della campagna (magari un po' cupi e tormentati). Ad esempio, nel nostro gruppo c'erano cacciatori di esseri sovrannaturali (da Greyhawk) e un devoto di Kelemvor (da Forgotten).

Link to comment
Share on other sites

Concordo sul fatto che si può arrivare a Ravenloft da qualsiasi ambientazione, anche non di Dnd in effetti (anche se arrivarci dall'universo di Toon potrebbe avere qualche minore effetto collaterale sullo spirito dell'ambientazione). In alcuni casi il passaggio è in effetti un po' forzato (Eberron esplicitamente non è connesso agli altri piani di esistenza di dnd classico) ma le eccezioni sono il pane dei PG. Diciamo che fare il "salto" a Ravenloft dipende dallo stile della campagna e dai piani, a lungo termine, del gruppo, meglio parlarne per stabilire se farne una cosa definitiva, che duri 5-6 sessioni o un anno.

Tra i candidati di altre ambientazioni, Soth c'è già mi pare, a Forgotten forse Szass Tam? Ad Eberron Vol e il Lord of Blades che potrebbe coronare il suo sogno di un regno in cui i viventi sono una minoranza cacciata e distrutta. E a fare da barriera per i confini delle nebbie, ovviamente, Muro di Lame.

Link to comment
Share on other sites

Grazie spero vi sia piaciuta la campagna!

In effetti anche secondo me Ravenloft va preso a "piccole dosi" o si rischia di perderci parecchio in atmosfera. Anche perchè mantenere sempre uno stile di gioco adatto all'ambientazione non era facile.

L'idea dei personaggi provenienti da vari mondi mi era piaciuta, anche per portare a confronto culture differenti, e direi che erano comunque tutti molto ben caratterizzati e ben si inserivano in Ravenloft.

Link to comment
Share on other sites

  • 3 months later...

Direttamente dal forum della Wizard un'idea embrionale che mi ha stuzzicato molto.

Ma se ciò che è accaduto al Cyre, facendolo diventare, da un giorno all'altro, la Landa Gemente, fosse collegato a Ravenloft? A me come idea intriga molto. Soprattutto per il fatto che le molte forze politiche in gioco che hanno interesse a capire cosa è accaduto potrebbero non riuscire a scoprirlo perchè non sanno cosa è il Semipiano del Terrore...

Link to comment
Share on other sites

Ma se ciò che è accaduto al Cyre, facendolo diventare, da un giorno all'altro, la Landa Gemente, fosse collegato a Ravenloft? A me come idea intriga molto. Soprattutto per il fatto che le molte forze politiche in gioco che hanno interesse a capire cosa è accaduto potrebbero non riuscire a scoprirlo perchè non sanno cosa è il Semipiano del Terrore...

ottima idea...veramente molto....affascinante....si vede che la wizard ha ripreso in mano i diritti :P.

politica economica a parte potrebbe risultare veramente un'idea da svilupparre decisamente interessante.

bye bye......:D

Link to comment
Share on other sites

Me la sto ripassando proprio ora perchè, dato che la mia campagna di eberron sta perdendo tono voglio farli finire a ravenloft.

Sarà un avventura breve e molto dinamica.. giusto per variare... poi li farò tornare rinnovati... a dark sun ehehehe

Anche io ho pensato a collegarla alla tragedia del cyre... d'altronde è il collegamento pi? diretto (il cyre circondato da una nebbia perenne mi ricorda qualcosa)

Link to comment
Share on other sites

  • 1 month later...

In teoria c'è gia un signore del terrore di faerun nel ravelonft un certo Hazlik il mago rosso signore di Hazlam.

Io comunque avevo fatto fare una capatina ai miei giocatori nel Raveloft da faerun. E per rendere il tutto pi? oscuro e difficile avevo fatto si che arrivati non potessero parlare la lingua del luogo visto che diversa e secondo ma non meno importante li la loro magia non funzionava poichè non vi era ne la trama per le magie arcane ne i loro dei per quelle divine.

Il bello poi era che a barovia Strad li aveva voluti come suoi ospiti.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Aldo1313
      Ciao a tutti cerco party per D&D 3.5 zona Verona e limitrofe !!! 
    • By Alonewolf87
      Cerco 2/3 giocatori per il mio PbF Nuove Reclute. Livello 4, regolamento 3.5, manuali concessi tutti di base (ma con eventuali singole limitazioni ad esempio no difetti da Arcani Rivelati). Al momento sono rimasti 2 giocatori (con un umano barbaro/paladino della libertà e un nano ranger con cane da galoppo come compagno animale).
      Il gruppo (appartenente ad un ordine di persone dedite ad aiutare la povera gente) è sulle tracce di un paio di necromanti/contrabbandieri di componenti derivanti da bestie e creature magiche. Dopo aver investigato sui loro traffici in una città li hanno stanati e sono ora in fuga.
      Se avete domande o curiosità sul PbF chiedete pure.
       
    • By Lyt
      Ciao a tutti, qualche giorno fa mentre parlavo con un amico mi è venuta in mente una strana idea per una ambientazione. Ora, io sto gia creando una ambientazione, per una lunga campagna futura con i miei amici, quindi credo che questa idea non vedrà mai la luce, ma ho pensato di buttare giù due righe, per chiedervi cosa ne pensate
      L'idea è semplice, si tratta di una versione alternativa del nostro mondo ambientata metà del 1400, magari con una mappa un pò rimodellata, riempita però con le razze e i mostri di D&D, basata sugli stereotipi che l'Europa medievale aveva riguardo al resto del mondo
      Il tutto ruota e nasce praticamente attorno al idea di usare una stampante di Gutenberg per creare pergamene magiche, il resto viene dopo per contestualizzare la cosa:
      Quindi gli altezzosi europei sarebbero umani e elfi, l'asia sarebbe piena di Hafling, l'America sarebbe abitata da gnomi druidi, la Russia e il nord Europa da nani, l'africa abitata da dragonidi, i paesi tra india e Arabia sarebbero invece costituiti da tefling (si, mi rendo conto che sembra che alcune razze le ho buttate li un pò a caso, ma nella mia testa hanno un senso ahahah)
      Con ovviamente alcune peculiarità: in Egitto la sfinge avrebbe la testa di un drago, il papato sarebbe costituito da chierici (con il papa come chierico livello 20), in Giappone ci sarebbero Hafling samurai, e in Cina si parlerebbe di un Gengis Khan Hafling che a cavallo di un poni aveva unificato l'asia
      Si trattano di idee assurde, ma che personalmente mi strappano un sorriso
      La storia sarebbe andata come nel nostro mondo: Carlo magno, Roma, le crociate (di paladini), e la Guerra dei cent'anni tuttora in corso, se non per queste differenze di razze e magia. L'unica vera differenza è che qui le leggende e le favole sarebbero realtà: mago merlino, i draghi, cenerentola, Sun Wukong ecc
      Sarebbe un mondo comunque più basato sul "fisico" piuttosto che sul "magico", magari anche per colpa della chiesa cristiana, che potrebbe condannare per eresia alcuni incantesimi 
       
       
      La avventura (di cui non ho ne ancora pensato ne la storia ne la trama😅) sarebbe strutturata cosi:
      (1440) Una one shot o per ogni pg o per coppie di pg, per far ambientare i giocatori, e permetterli di avere dei segreti da nascondere a gli altri (magari i pg più giovani potrebbero addirittura essere bambini)
      (1450) Una breve avventura da due o tre sessioni, con il party al completo, per farli conoscere tra di loro e darli un vero assaggio del mondo, con fight, intrighi e mostri
      (1455) PANICO, Johannes Gutenberg (umano artefice) negli anni 1453-55 ha introdotto/inventato in Europa la stampa a caratteri mobili, che però in questo mondo consente anche di creare pergamene contenenti incantesimo in breve tempo ed ad un costo ridotto (per complicare le cose permetterò a chiunque di usare le pergamene, anche se l’incantesimo non è contenuto nella lista degli incantesimi di classe del personaggio). Quindi adesso l'Europa è sconvolta da questa nuova scoperta, nascono bande criminali, rivolte, chiunque adesso può permettersi armi e incantesimi potentissimi. Al party ora riunito sarà data una missione importante, per provare a ristabilire la situazione
       
      Questo è quanto, giusto una bozza del mondo e della quest principale... il tutto senza una quest principale e senza aver approfondito nulla😅
      Che ne pensate?
    • By Le Fantome
      Anche senza scomodare Planescape e il suo immenso multiverso planare, le varie ambientazioni di D&D possono coesistere come vari pianeti di sistemi solari distanti nel tempo e nello spazio. E' una visione poetica, che personalmente prediligo e condivido.
      Ora, mi sono sempre chiesto: la Terra esiste nell'universo di D&D? Come lontano pianeta nel sistema Solare intendo.
      So che in Pathfinder non solo la Terra esiste ma, anzi, è un luogo ben noto agli abitanti di Golarion per numerosi motivi: è la patria di Baba Yaga (una delle più potenti fattucchiere del gioco), sotto l'Antartide, nella città-cadavere di R'lyeh, dimora in un sonno simile alla morte Cthulhu (una delle entità più potenti con una scheda nel gioco; vi consiglio di leggerla, fa sorridere da quanto il Grande Antico sia virtualmente invincibile), l'Egitto condivide numerose e misteriose similitudini con il regno golariano di Osirion e vi è qualche strano legame con la Francia, nella città di Parigi (ma non mi è chiaro quale).
      Anzi, addirittura secondo la cronologia di Pathfinder, la Terra non si trova attualmente nella nostra contemporaneità, ma dovrebbe essere da poco uscita dalla prima guerra mondiale, quindi si tratterebbe della Terra del primo dopoguerra.
      Adoro questa cosa, e mi chiedevo se in D&D vi siano mai stati accenni alla Terra, dato che non ricordo di aver mai letto qualcosa in merito.

      (Magia terrestre in pathfinder, un po' teatrale)
       
    • By Rotax91
      Ciao a tutti, 
      Sto cercando se esiste una summae o un riassunto di tutto cioè che c'è da sapere per sviluppare un'avventura nei forgotten realm, senza dover recuperare per forza tutti i manuali singolarmente; Ciò che cerco è in pratica un'infarinatura di base di tutte le varie razze, gilde, organizzazioni e luoghi principali dei forgotten realms. 
      Premetto che mi serve come linea guida per cominciare ad approfondire dagli argomenti che più mi interessano per poi continuare con tutto il resto. 
      Esiste qualcosa di simile, magari anche italiano?
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.