Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Cosa c'è di nuovo su Kickstarter: Caelum, Limitless Encounters, Mythos Monsters

Andiamo a scoprire assieme i Kickstarter in ambito GdR attivi in questo periodo.

Read more...

Le strutture dei giochi – Appendice II: L'importanza del sistema

Con questa seconda appendice siamo giunti alla fine della nostra rubrica sulle strutture di gioco; concluderemo sottolineando l'importanza del sistema e come il darlo per scontato rischi di omologare tutti i GdR a cui giochiamo.

Read more...

La WOTC regala una mappa di Dragonlance ed una di Mystara

Gli avventurieri che viaggiano nei mondi di Krynn e Mystara avranno meno possibilità di perdersi grazie a questi due set di mappe in regalo.

Read more...

Jaquayare i Dungeon Appendice I - Parte 1: Connessioni tra i Livelli del Dungeon

La rubrica Jaquayare i Dungeon non finisce con la Parte 5, eccovi la prima delle appendici al saggio, dove vedremo tutti i modi in cui è possibile collegare i vari livelli e sottolivelli di un dungeon

Read more...

Gli Eroi Iconici: Elric

Continuiamo a scoprire le meccaniche di Swords of the Serpentine tramite un altro "eroe" iconico: Elric di Melniboné.

Read more...

About This Club

"E' un posto dannato, mio signore. Maledetto, dicono, una sorgente di streghe e altre follie. Un calice di corruzione. maledetto da un sole morto. Dicono che non mancherà molto prima che le stelle siano allineate e l'interno settore si a distrutto dai Demoni. Certo, questo lo si racconta di molti posti: ma in questo caso, mio Signore, i Tarocchi indicano che accadrà qui"
  1. What's new in this club
  2. 3 602 864.m41 8.50 "Ti seguo ma fatico a risponderti" disse il soldato sorseggiando la bevanda "capiscimi non perché io non voglia farlo ma perché non so cosa dirti" "Quello che so te l'ho detto l'altra volta: i cadaveri spariscono da qualche tempo. O dove muoiono, vicino alle mura di solito dove cadono le bombe, e li dalla sera alla mattina non ci sono più i corpi. O dai cimiteri, dove alcune tombe sono state profanate. Ma io non so dirti altro: io faccio il soldato, difendo i vivi, non i cadaveri" "E sinceramente fra tutte le nefandezze che questa guerra ha portato,
  3. Omar Con un gesto l'accolito ordinò all'oste un giro di birra per tutti, incluso il veterano. Quindi afferrò una sedia e vi si sedette al contrario, con le braccia incrociate e poggiate alle schienale, molto vicino all'uomo. Una strana compagnia per una strana situazione su uno strano pianeta. Ora, seguimi con attenzione, e immagina che le stranezze che accadono qui abbiano attirato l'attenzione di quelli a cui le stranezze proprio non piacciono neanche un po', che preferiscono mantenere un certo ordine e una certa pulizia, ovunque ce ne sia bisogno, ma proprio ovunque! Quindi costoro
  4. 3 602 864.m41 8.50 Omar si guardò intorno ma non vide facce note, oltre a quella del soldato che gli stava davanti Il soldato che si chiamava Krass osservò il gruppo "Una strana compagnia la vostra" disse "mi fa piacere rivederti: non è sempre cosa comune in questa città, in questa situazione. Penso quindi che le tue ricerche siano andate bene." Poi dopo una pausa chiese "Siete qui per riposarvi o altro...?"
  5. Gorald Geren d’Carshai Rimango in silenzio ed alla “presentazione” di Omar faccio un semplice cenno col capo, osservando il soldato e poi il resto della taverna. Non è proprio il mio ambiente...
  6. Omar L'accolito si guardò attorno per ritrovare facce amichevoli. Vide quella del soldato più anziano con cui aveva parlato e lo salutò, quindi si avvicinò al suo tavolo. Lungo il percorso continuò a cercare i volti dei soldati più giovani, specialmente quello chiacchierone. Spero che il turno sia andato bene disse al veterano Ho pensato di presentarti i miei soci in affari. Omar sapeva che non ci sarebbe stato bisogno di grandi spiegazioni, nè ne avrebbero concesse. L'arrivo dell'intero gruppo sarebbe stato un messaggio sufficiente per i miliziani, compreso quello con cui stava parla
  7. 3 602 864.m41 8.50 I compagni si accomodarono ad un tavolo, sotto gli occhi di tutti che in silenzio li guardarono. Lentamente la tensione si sciolse e l'atmosfera tornò sguaiata, con pochi che ancora si interessavano a loro. Fu allora che gli amici videro un vecchio soldato che faceva un cenno di saluto amichevole rivolto ad Omar. @Omar
  8. Victor "Beh, si vede che stiamo loro decisamente simpatici", commentò Victor, sottovoce. "Mercanti extramondo in un locale per guardie... sarà meglio capire chi ha la faccia più amichevole ed offrirgli da bere. Ed anche capire chi ci pianterebbe volentieri un coltello tra le costole".
  9. Nuadap Dop L'opera purificatrice era finita, almeno al mulino occupato dagli xeno. Tornarono verso la locanda, trovandola occupata principalmente da guardie. Nuadap non riuscì a non pensare alle locande in cui quelle guardie 'non erano', poiché era in esse i sorci ballavano. Avrebbe allora potuto ricordare agli altri che in quella città, nottetempo, c'era un fiorente giro di locali e di giochi clandestini, verso il quale il suo contatto locale poteva istradarli per procedere a qualche indagine. Tuttavia il tecnoprete aveva necessità di rimettere a posto tanto le costole quant
  10. 3 602 864.m41 8.50 Nonostante le parole di Victor seguendo Omar i compagni scesero la collina e si diressero nella zona vicino al limitare della città. Lungo le mura vi erano bassi edifici, alcuni posticci costruiti fra i palazzi crollati, dove le guardie della città stato si rifugiavano dopo i massacranti turni a cui erano sottoposti Data l'ora la taverna era solo parzialmente piena: i presenti erano tutte guardie. Ve ne erano di tutte le età, alcuni più imbronciati, altri allegri dalla fine del turno, alcuni taciturni ed isolati, altri riuniti in gruppi a far baldoria.
  11. Victor "In questo letamaio di mondo, qualsiasi briciola di tecnologia un po' decente brilla come un faro", sentenziò allora Victor, in tutta risposta. "Forse, ora, è comunque meglio non esagerare col dare nell'occhio e tornarcene a quella topaia che abbiamo pagato come se fosse una stanza vera...".
  12. Gorald Geren d’Carshai <<Può essere una idea, anche per ripararci per la notte, direi.>> dico leggermente pensieroso. <<Non so se attireremo realmente qualcuno, anche se probabilmente rimangono altri xeno: non mi sembra di aver visto alcuna tecnologia che potesse osservare quanto ripreso dalla bestia che abbiamo ucciso, voi?>>
  13. Omar Potremmo tornare alla taverna dove ho incontrato quei soldati, per mangiare qualcosa. Forse attireremo un po' l'attenzione, ma può essere un modo per attirare altri eretici allo scoperto, se pensano che siamo un bersaglio... In particolare l'accolito avrebbe incontrato volentieri il giovane soldato che gli aveva dato la sensazione di avere molto da raccontare.
  14. 3 602 864.m41 8.40 Quando gli accoliti, dopo aver eliminati i tre uomini dediti al turpe mercimonio, discesero dalla collina fino alla città sottostante, il buio ormai li circondava. Alcune zone della città, come quella amministrativa, avevano macchie di luce, ma per il resto l'illuminazione era garantita solo dagli sporadici lampi dati dai razzi illuminanti che precedevano le bombe. Di giorno i soldati erano spesso intorno alle mura, ma con il buio si rintanavano nelle loro baracche o nelle taverne circostanti. @all
  15. Gorald Geren d’Carshai Rimasto in silenzio per l’interrogatorio, rimango indifferente alla “esecuzione sommaria” per eresia. Mi attivo solo per fare una domanda a Omar. <<Non credo si possa fare ufficialità: non avevano ordine di non rivelare assolutamente la nostra...appartenenza?>>
  16. Victor "Sono sicuro che l'Imperatore saprà apprezzare il vostro tardivo pentimento. Ma non sta a me esprimere la sua grazia. Io esprimo solo la sua ira e la sua legge", dico, mentre faccio esplodere il primo dei colpi che condannano a morte questa feccia. La giustizia non ammette alcuna scusa, mentre l'eresia si annida dietro ogni atto vile ed ignobile condotto nell'ombra lontana dalla luce della Sacra Terra.
  17. Omar Smeed e Smooth dovevano essere quelli a cui il gruppo aveva fatto visita in precedenza, quelli che raccoglievano i cadaveri ucciso nei dintorni delle mura. Questo invece era il gruppo di tombaroli che razziavano il cimitero cittadino. Tutti portavano i corpi al mulino, e consegnavano il pacco senza troppo guardare a chi lo ritirava. Se il puzzle si stava lentamente ricomponendo, c'erano ancora le domande più importanti a cui dare risposta: qualcuno faceva da tramite, qualcuno aveva organizzato tutto quel giro, qualcuno aveva aperto le porte agli xeno. A che scopo? A cosa serviva d
  18. 3 602 864.m41 8.34 Terrorizzato l'uomo interrogato da Victor iniziò a raccontare. "Consegnavamo cadaveri, disseppelliti freschi dal cimitero. Noi facciamo bare e tombe quindi è facile trovare i morti di giornata e nascondere le tracce." Poi aggiunse "Dei nostri conoscenti, Smeed e Smooth, che hanno un magazzino vicino alle paludi coltivate, ci hanno detto che vi era questa possibilità di far soldi. E così è stato. Ma non sappiamo chi fossero i compratori e cosa se ne facessero dei cadaveri: per noi era uguale, tanto sono dei morti" concluse mentre l'urina gli fluiva sulle g
  19. Victor Le loro stesse vite erano un nulla, su miliardi di miliardi nella galassia. Figurarsi quella di chi era in consorteria con gli Xeno. Victor appoggió il foro di uscita della Ius contro il cranio di uno dei due, mentre gli tirava con forza i capelli. "Sapete chi sono gli Adeptus Arbites? Loro - io! - sono la Giustizia dell'Imperatore. Loro - io, di nuovo - sono la difesa della legge nei mondi che cercano di abbandonare la luce della Sacra Terra. Siete accusati di sedizione e cospirazione contro il Trono: è mio potere e diritto emettere la sentenza ed eseguirla qui.
  20. Omar Non servono tutti... La frase venne bisbigliata da Omar nell'orecchio di Victor che si accingeva ad interrogare i prigionieri. Eppure non potevano stare lì all'aperto e neppure portarli tutti con loro, specialmente nelle loro condizioni di salute. Inoltre dubitava che ciascuno sapesse qualcosa di veramente importante tale da doverlo tenere in vita. Fanne fuori uno per far cantare gli altri due.
  21. 3 602 864.m41 8.32 Solo due dei tre passeggeri riuscirono ad uscire dal veicolo distrutto: uno aveva un braccio spezzato, l'altro si trascinava una gamba e, insieme alla dona messi sul ciglio della strada Mentre il mulino prendeva fuoco Nuadap controllò le ferite dei compagni e quindi i due veicoli. Erano chiaramente entrambi inutilizzabili Non restava che scendere dalla collina a piedi e bisognava decidere che fare con i prigionieri. Fortunatamente intorno non si vedeva nessuno @all
  22. Gorald Geren d’Carshai Mi osservo intorno, per recuperare qualsiasi oggetto xeno presente, oltre che un sacco dove inserirli per posizionarli poi nello zaino. A quel punto, mi affaccio dando un’occhio alla donna. <<Avete delle manette per la donna, oppure cerco una corda o similari?>> domando guardandomi intorno per vedere se c’è qualcosa del genere in giro.
  23. Omar Victor si occupava dei fuggitivi, Gorald della donna, Nuadap dei veicoli. Ad occhio dubitava che il tecnoprete sarebbe riuscito a rimettere qualcosa in sesto in poco tempo. Non possiamo restare qui a lungo, abbiamo fatto abbastanza rumore. L'accolito prese una delle granate incendiarie e, dopo che Gorald fu uscito con la prigioniera, la gettò nel mulino dove credeva che il fuoco avrebbe appiccato più velocemente. Quindi cominciò a tener d'occhio la strada che conduceva sin lì mentre gli altri accoliti terminavano i rispettivi lavori.
  24. Victor Victor fece chiaramente udire il suono del proiettile che si armava in canna. "Feccia. Uscite da lì, se ancora potete. Ora", minacciò i due sopravvissuti. Non sarebbe entrato a prenderli, contando sulla loro speranza di essere risparmiati. Non l'avrebbero scampata, ovviamente. Ma, prima di eliminarli, avrebbe attinto da loro qualsiasi informazione potenziamento utile. Se invece non avessero voluto o potuto collaborare, li avrebbe freddati lì, immediatamente. La fede nella divina luce dell'Imperatore non avrebbe fatto vacillare la sua convinzione
  25. Nuadap Dop Il tecnoprete aveva ben chiare le priorità della prossima mossa, appurato che il veicolo degli empi sodali degli Xeno era stato fermato con efficacia. Esse elencavano dapprima la verifica alle proprie dotazioni spiritiche ed organiche, poi i compagni e i veicoli incidentati, infine i fuggitivi.
  26. 3 602 864.m41 8.32 Controllato che la donna non potesse nuocere Gorald si affacciò all'esterno dove vi era la scena dell'incidente avvenuto al mezzo con cui era venuto quel gruppo. Victor vi si avvicinò con l'arma in pugno: dall'interno si avvertivano lamenti. L'arbitro guardò all'interno, dove il conducente era chiaramente morto con il piantone dello sterzo conficcato dall'addome. Gli altri due, stesi sui sedili si lamentavano ad occhi chiusi.
  27.  

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.