Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Sondaggio sul futuro di D&D 5e di Luglio 2020

La Wizards of the Coast ha finalmente rilasciato il consueto sondaggio annuale dedicato al conoscere gli interessi dei giocatori, in modo da decidere le mosse da compiere nel prossimo futuro editoriale di D&D 5e. In questo nuovo Sondaggio, infatti, ci verranno fatte domande riguardanti i nostri gusti, le nostre abitudini di gioco e il materiale che vorremmo veder pubblicato o maggiormente supportato in futuro.
In particolar modo, nel Sondaggio del 2020 la WotC vuole sapere quali sono le nostre ambientazioni preferite, quanto tempo vorremmo poter dedicare al gioco se non avessimo limiti di sorta, quali sono per noi le caratteristiche che identificato un buon Dungeon Master, quali sono le risorse e i supporti di gioco da noi usati tradizionalmente e quali abbiamo utilizzato durante il Lockdown causato dal COVID-19, quali sono i game designer di D&D che conosciamo e quanto ci farebbe piacere leggere i loro nomi sui manuali, e così via.
Rispondendo al sondaggio, quindi, potrete contribuire a decidere il contenuto e la forma dei prossimi manuali di D&D. Se volete dire la vostra, rispondete al seguente sondaggio:
sondaggio sul futuro di d&d di luglio 2020
 

Fonte: https://dnd.wizards.com/articles/news/dd-survey-2020
Read more...

Manticore Games offre 20.000 $ per un'Avventura di D&D creata con la piattaforma Core

La software house Manticore Games ha di recente ricevuto dalla WotC l'autorizzazione per l'organizzazione di un concorso intitolato D&D Design-a-Dungeon contest e dedicato alla creazione dell'avventura videoludica definitiva in stile D&D. Manticore Games, infatti, è proprietaria di una piattaforma per la creazione di videogiochi online per PC, il Core, progettata appositamente per consentire a chiunque di creare un proprio videogioco online senza essere per forza un programmatore esperto, e ha deciso di mettere alla prova i giocatori di tutto il mondo per vedere cosa questi ultimi sono in grado di creare con il suo software. I creatori delle avventure migliori potranno vincere premi per un ammontare totale di 20.000 dollari.

Il concorso D&D Design-a-Dungeon, che durerà fino al 6 Settembre, richiede che i partecipanti realizzino con il software Core un'Avventura appartenente a una delle seguenti 4 Categorie:
Dungeon, Caverne e Catacombe Le Terre Selvagge Fortezze e Torri Piani Elementali Per partecipare al concorso basterà creare un gioco in Core e incluedere '[DnD]' nel titolo o nella descrizione di quest'ultimo.
Il materiale inserito per il concorso dovrà assumere la forma di una vera e propria avventura di D&D e sarà giudicato non solo per l'estetica del mondo digitale creato dagli autori, ma anche in base al livello narrativo e d'interazione dell'avventura. Il materiale inviato, dunque, dovrà avere la forma di un vero e proprio videogioco, e non essere semplicemente una serie di scenari da esplorare con il proprio avatar virtuale. All'interno del software Core i partecipanti troveranno tutto ciò che gli servirà per creare l'avventura. Per aiutare i meno esperti nell'uso di Core, tuttavia, Manticore Games ha creato un framework scaricabile qui e pensato per fornire agli utenti un tutorial edelle linee guida su come usare il programma per creare i propri giochi. Non è obbligatorio scaricare e usare il framework per partecipare al concorso.

I 20.000 dollari messi in palio saranno utilizzati per premiare i lavori migliori. 5000 dollari in gift card di Amazon saranno assegnati al lavoro migliore di tutti, a prescindere dalla categoria. Il denaro restante, invece, sarà assegnato ai migliori 2 lavori per ognuna delle categorie: 2500 dollari in gift card di Amazon per il 1° posto e 1250 dollari per il 2° posto. Oltre ai premi in denaro i vincitori riceveranno altri premi in base alla qualità del loro lavoro, come spiegato sul sito ufficiale del concorso.
Per ogni nuovo candidato iscritto al concorso, inoltre, Manticore Games donerà alla raccolta fondi Extra Life 100 dollari, fino a un massimo di 10.000 dollari.
Tutti i giochi creati durante il concorso saranno svelati e resi disponibili in occasione di un evento speciale organizzato durante il PAX Online, la fiera dedicata al gioco che si terrà a settembre e che quest'anno sarà online a causa del COVID-19. Durante questo evento speciale, alcuni degli avventurieri e dei Dungeon Master più celebri - come Jerry Holkins (Acquisition Incorporated) e Deborah Ann Woll (Deredevil, Relics & Rarities) - saranno presenti per annunciare i vincitori del concorso e per giocare alle avventure da loro realizzate.
Per maggiori informazioni sul Core e sul Concorso D&D Design-a-Dungeon potete visitare la pagina ufficiale del concorso e seguire l'account twitter ufficiale di Manticore Games @CoreGames.
Grazie a @Muso per la segnalazione.
Fonte: https://dndcontest.coregames.com/
Read more...

Sottoclassi, Parte 4

Articolo di Ben Petrisor, con Jeremy Crawford, Dan Dillon e Taymoor Rehman - 5 Agosto 2020
Due spettrali Sottoclassi si manifestano negli Arcani Rivelati di oggi: il College degli Spiriti (College of Spirits) per il Bardo e il Patrono Non Morto (Undead Patron) per il Warlock. Potete trovare questi talenti nel PDF disponibile più in basso, mentre rilasceremo presto un sondaggio per sapere cosa ne pensate di loro.
Questo è Materiale da Playtest
Il materiale degli Arcani Rivelati è presentato allo scopo di effettuarne il playtesting e di stimolare la vostra immaginazione. Queste meccaniche di gioco sono ancora delle bozze, usabili nelle vostre campagne ma non ancora forgiate tramite playtest e iterazioni ripetute. Non sono ufficialmente parte del gioco. Per queste ragioni, il materiale presentato in questa rubrica non è legale per gli eventi del D&D Adventurers League.
arcani rivelati: sottoclassi, parte 4
Link all'articolo originale: https://dnd.wizards.com/articles/unearthed-arcana/subclasses-part-4
Read more...

Curse of Strahd: la Beadle & Grimm pubblicherà la Legendary Edition

Se la Revamped Edition recentemente annunciata dalla WotC non dovesse bastarvi, potrebbe essere vostro interesse sapere che la Beadle & Grimms ha deciso di pubblicare la Legendary Edition di Curse of Strahd, l'Avventura dark fantasy per D&D 5e ambientata a Ravenloft (qui potete trovare la recensione pubblicata su DL'). Per chi tra voi non lo sapesse, le Legendary Edition della Beadle & Grimm sono versioni extra-lusso delle avventure pubblicate dalla WotC per D&D, contenenti oltre all'avventura tutta una serie di accessori pensati per rendere l'esperienza dei giocatori più immersiva e divertente.
Al costo di 359 dollari, dunque, all'interno della Legendary Edition di Curse of Strahd potrete trovare:
l'Avventura per D&D 5e Curse of Strahd suddivisa in libri più piccoli, in modo da aiutare DM e giocatori a orientarsi più facilmente nel suo ampio contenuto. Come aggiunta, sono stati inseriti alcuni PG pre-generati per i giocatori e una serie di incontri di combattimento bonus. 17 mappe per il combattimento che coprono ogni angolo di Castle Ravenloft, la dimora di Strahd. Una mappa dell'intera Barovia disegnata su tela. 60 Carte di Scontro, che permetteranno ai giocatori di farsi un'idea dei PNG e dei mostri che si troveranno di fronte grazie alle loro illustrazioni. Una serie di supporti di gioco per i giocatori, quali lettere, atti relativi a misteriose proprietà, note scritte dal proprio "gentile" ospite, monete del Regno di Barovia, ecc., utili per dare ai vostri giocatori elementi concreti con cui sentirsi più immersi nella campagna. Uno Schermo del DM con illustrazioni originali sul fronte e le informazioni utili a gestire la campagna sul retro. Una serie di pupazzi per le dita, con cui divertirsi a interpretare i mostri e i PNG dell'Avventura. La Legendary Edition di Curse of Strahd uscirà a Novembre 2020.
Grazie a @Muso per la segnalazione.


Fonte: https://www.enworld.org/threads/beadle-grimms-legendary-edition-curse-of-strahd.673629/
Link alla pagina ufficiale di Beadle & Grimm: https://beadleandgrimms.com/legendary/curse-of-strahd
Read more...
By aza

D&D 3a Edizione compie 20 anni!

Nel mese di Agosto, di 20 anni fa, veniva rilasciato il Manuale del Giocatore di Dungeons & Dragons 3a edizione.
Sicuramente la 3a edizione rappresenta uno spartiacque per quel che riguarda D&D e segna l’inizio dell’epoca moderna del gioco per diversi motivi:
Innanzitutto, per la prima volta D&D aveva un sistema coerente di regole. Precedentemente erano presenti svariati sottosistemi che non si integravano tra di loro. C’era ben poca coerenza. Ci ha donato l’OGL, che ha rappresentato una svolta enorme nel mondo dei giochi di ruolo. L'OGL infatti ha permesso a chiunque di poter produrre materiale compatibile o derivato dal regolamento di D&D. La quantità di materiale pubblicata per d20 negli anni 2000 è, e probabilmente lo sarà per sempre, ineguagliabile. Ha revitalizzato D&D in un modo che non si vedeva da moltissimo tempo. Negli anni ’90 con il boom dei videogiochi, la nascita dei giochi di carte collezionabili e regolamenti ben più evoluti di AD&D (si può pensare alla White Wolf che all’epoca era il nome più importante) D&D soffriva e non poco. Ha visto il ritorno di Diavoli, Demoni, Assassini, Barbari, Mezzorchi e Monaci. La seconda edizione nacque con ancora fresco il ricordo delle polemiche riguardanti il “satanic panic” degli anni ’80. Quindi tutto ciò che poteva essere considerato “moralmente offensivo” come diavoli/demoni, assassini o mezzorchi venne rimosso. I barbari vennero ritenuti ridondanti rispetto ai guerrieri e i monaci  poco adatti ad ambientazioni basate sull’Europa occidentale medievale. Queste le prime cose che mi vengono in mente, ma vi invito a condividere con noi i vostri ricordi, le esperienze e i pensieri per questo 20° anniversario di D&D 3E.
Read more...
  1. What's new in this club
  2. Kythorn 12 (Giugno) - Mezzogiorno "Sì, al momento siano ad un punto morto. Come tutti gli altri interessati alla pietra, spero. Per questo vi sto chiedendo se siate sicuri di Renaer o che la pietra non sia in suo possesso a sua insaputa. Non sono un samaritano e nemmeno un eroe, se mi state chiedendo questo, cerco questa pietra per un tornaconto personale da incassare nei confronti dei potenti di questa città e poi perché in genere c'è anche ina ricompensa economica a fronte del ritrovamento di una somma così importante quale sembra essere. Ed i soldi mi piacciono. Preferisco che la pietra finisca in mano nostra piuttosto che a dei cultisti od altre persone che potrebbero usare quel denaro per scopi malvagi e a danno della città." commenta asciutto e pragmatico senza preoccuparsi di voler sembrare una persona di buon cuore, assai differente da un individuo come Kaimir, dedito a fare del bene.
  3. KAIRIM GOST Tiefling paladino di Lathander Rimango piuttosto deluso dalla conversazione, forse le mie speranze di trovare qualche nuovo indizio erano troppo alte. Beh! Se questo è tutto, siamo a un punto morto. affermo guardando dritto negli occhi il mezz'elfo potremmo anche controllare i gioielli di famiglia e vedere se ci son delle pietre, incastonate o meno, che facciano al caso nostro, ma non credo servirebbe a molto Le sue ipotesi per quanto plausibili non ci portano a nulla. Rimane poi sempre la questione di capire come usare tale pietra, ammesso che si riesca a riconoscerla e identificarla. concludo poco convinto all'idea di una collaborazione con questo individuo e il suo amico, che di fatto per ora non hanno fornito un grande contributo alla "indagini"
  4. Kythorn 12 (Giugno) - Mezzogiorno "Ne sappiamo quanto voi. D'altronde siamo venuti a conoscenza di tutto questo solo ieri. Se si chiama pietra sicuro è qualcosa di qudl genere, un cristallo, una gemma od un sasso vero e proprio dalla foggia comunque cesellata, suppongo. Può essere qualcosa di tascabile così come di piccolissimo, tanto da essere incastonato magari in un anello, ma ovviamente sono solo ipotesi. Qualcosa che sia comunque maneggiabile senza troppo difficoltà, dovendo fungere da chiave e dovendo essere portata con sé." commenta alzando lo sguardo come a voler immaginare qualcosa riflettendoci su e lasciando scorrere i propri pensieri.
  5. Andor Hawkwinter, ladro umano pensieroso "Penso di sì... E se ci nasconde qualcosa, è dannatamente bravo a nasconderlo. Ma questa... pietra... Qualcuno può descrivercela? Com'è fatta? È fisicamente una pietra? Magari l'abbiamo avuta tra le mani e non ce ne siamo nemmeno accorti..."
  6. Kythorn 12 (Giugno) - Mezzogiorno "Al momento questa Pietra di Golorr sembra sparita, introvabile. Eppure, a quanto pare, fino a non molto tempo fa doveva essere in mano all'ex Lord Svelato, per questo sospetto che possa averla suo figlio, magari inconsapevolmente. Fel'rekt non ne è però così sicuro dopo aver assistito all'interrogatorio ben poco civile mentre erano alla mercé di Loreloth. Tendo a fidarmi del suo giudizio ma resta il fatto che siamo in un vicolo cieco." vi chiede giocando un po' con il proprio calice di vino e dando un breve sorso prima di schiarirsi la gola e domandarvi "Siete proprio sicuri che Renaer Neverember non c'entri nulla in tutta questa faccenda?"
  7. Annerine Ipazia Dezlentyr "Naturalmente non ho la presunzione di parlare a nome dei miei amici e compagni. Ma sono certa della loro caratura morale e del loro senso di giustizia" rispondo godendomi con la coda dell'occhio la sincope di Andor. Se lui si diverte a giocare ancora a guardie e ladri, almeno gli renderò il gioco più impegnativo.
  8. Andor Hawkwinter, ladri umano "wtf" Restituire... Cosa? Ma sono seri? "Certo... Porre fine alla storiaccia..." 'Tacci tua, Annerine... "Non disdegno una ricompensa... Il denaro è rotondo... Deve girare, giusto?" Mi mangerei le mani, se non indossassi dei favolosi guanti in pelle nera. "Dunque... Ci avete fatti chiamare, siam qua!"
  9. Kythorn 12 (Giugno) - Primo Pomeriggio "Mai detto che li avrei tenuti per me. Anche restituirli ha i suoi vantaggi, se si è intenzionati ad ottenerli. In fondo si stanno correndo dei bei rischi, è giusto reclamare una ricompensa per tali sforzi. Pochissimi sono coloro che fanno qualcosa senza nulla volere in cambio, siete sicuri di voler intraprendere questa strada?".
  10. Annerine Ipazia Dezlentyr "Temo siate in errore, messere. Io non ho interesse per il denaro in sé. Perché dovrei? Non mi vergogno di dire che la mia famiglia è molto ricca, e non mi ha mai fatto mancare nulla. No, quello che mi preme particolarmente è trovare questa Pietra e usarla per porre fine a questa storia una volta per tutte. L'oro che cela potrebbe essere restituito se non ai legittimi proprietari, almeno alle casse cittadine" e se questo significa che questo fascinoso "sarto" sarà nostro concorrente per il ritrovamento del denaro, tanto peggio per lui.
  11. Masumi Ascolto il continuo parlare delle persone al tavolo studiando i loro dialoghi. Fino ad ora i miei amici e le persone con cui parlano mi sono sembrati tutti come se fossero su un campo di battaglia e stessero muovendosi a studiare il nemico. Parole fatte per tirare qualche stoccata mirata solo a saggiare la forza dell'avversario MA ora il duello è al suo cuore. Io, che sono più bravo con la spada che con le parole, sono stato zitto. Ma mi è stata fatta una domanda ed è chiaro che devo rispondere. Io e la mia spada aiutiamo da sempre gli amici in difficoltà, salvaguardando il loro onore e anche le loro ricchezze. Rispondo facendo capire che la mia posizione non lascia passare alcun patto o possibilità di impadronirsi di soldi non miei.
  12. Kythorn 12 (Giugno) - Primo Pomeriggio "Oh beh in un certo senso mi avete già risposto. Due persone su due che evitano accuratamente di rispondere alla mia domanda, che peraltro dovrebbe incuriosirli se non ne sapessero nulla. Comunque noi abbiamo solo le informazioni che Fel'rekt ha inteso da Loreloth mentre interrogava il Neverember, parliamo di un mucchio di soldi nascosti e credo di avere una vaga idea del perché li stiano chiedendo ad un Neverember. È un peccato che quei soldi restino lì a prender polvere non credete? Noi vogliamo trovarli prima che li trovino altri, soprattutto se sono degli orribili cultisti o dei criminali. Suppongo che anche voi vogliate lo stesso e penso anche Renaer Neverember, sempre che non la abbia lui in realtà.". Il mezzelfo vi guarda fisso in volto in attesa di una vostra risposta, l'intensità del suo sguardo è palpabile, sembra quasi aver dismesso quei suoi modi affettati ora che è venuto al sodo e vi ha fatto la sua offerta.
  13. Andor Hawkwinter, ladro umano sospettoso. "E abbiamo capito come mai Fel'Rekt stesse tenendo d'occhio Loreloth, e di riflesso Neverember..." Glisso elegantemente sul riferimento alla pietra, non volendomi sbilanciare ancora. "Quindi resta da capire il vostro collegamento con questa faccenda. Qualche informazione l'abbiamo raccolta, è vero. E sicuramente anche voi ne avete. Ma cortesia vuole che siate voi a parlare per prima, avendoci invitati qui. Siate schietto e aperto, suvvia, e vi assicuro che noi lo saremo con voi!" Sfoggio il mio adorabile sorriso, lo stesso che mi ha aperto tante porte... e tante gambe.
  14. Annerine Ipazia Dezlentyr Questo Nevercott è affascinante e affabile, ma se spera che gli si dica tutto quello che sappiamo così, senza nemmeno pensarci su... è un ingenuo. "Invero siamo mossi da numerose motivazioni. Parlando per me, lo faccio spinta sia dal desiderio di rendermi utile che per... senso di colpa. Mi sento responsabile per la morte del povero Floon e credo di dovergli almeno questo"
  15. Kythorn 12 (Giugno) - Mezzogiorno "Molto probabile, anche se ci tengo a dire che nulla è davvero mio dato che, anche nel caso di abiti già confezionati, l'abile mano che li ha confezionati non è la mia." risponde con un certo recitata umiltà e tono affettato, i classici atteggiamenti dell'alta borghesia e dei ciecoli nobili. È chiaro come sia una figura altolocata, raffinata, abituata ad avere a che fare con persone di prestigio e con una certa dialettica artificiosa e di circostanza. "Credo ci sia un comprensibile fraintendimento. In questa storia non ero assolutamente coinvolto e Fel'rekt non è al mio servizio. Aveva delle questioni in sospeso con Loreloth ed ha scoperto che aveva preso di mira il Neverember, per questo lo sorvegliava in segreto e ha cercato di impediene il rapimento. Non sapeva ancora le motivazioni dietro all'interesse della drow per il nobile, ma le ha scoperte una volta rapito mentre interrogavano Neverember in maniera brutale. Ora voi quanto siete a conoscenza della faccenda? Suppongo che Renaer Neverember vi abbia raccontato della Pietra di Golorr, o vi ha tenuto segrete le motivazioni per cui è stato preso di mira dalla Mano Destra del Nessus?".
  16. Andor Hawkwinter, ladro umano NOBILE "Eggià. Già, già. Posso capire certamente la vostra sorpresa signor... Nevercot? Posso aver mai indossato qualcosa di vostro, per caso? Non saprei! Ad ogni modo, la vostra sorpresa è lecita come dicevo. Certo, potrebbe sembrare strano che facciamo tanta fatica per aiutare un nostro pari, soprattutto considerando la nostra fantastica guardia cittadina! Ma voi? Se per noi le ragioni possono essere molteplici, non riesco proprio a immaginare come un mercante di vesti, per quanto pregiate, possa essere coinvolto in questa storia, al punto di ingaggiare qualcuno di fenomenale come Fel'Rekt!"
  17. Kythorn 12 (Giugno) - Mezzogiorno "Milady." riaponde il mezzelfo al presentarsi di miss Annerine, accompagmando la parola con un gesto della testa ed uno al drow per invitarlo ad aiutare la giovane nobile a sedersi; cosa che il drow fa senza battere ciglio. "Oh beh non sono di nobili natali come voi, quindi è comprensibile non abbiate mai sentito di me. Non sono che un umile merciaio itinerante, specializzato in abbigliamento maschile, fornisco materiali sartoriali ed abiti già confezionati provenienti da tutta la Costa della Spada ed oltre per le boutique più rinomate di questa ed altre città. Ho saputo quello che avete fatto per l'erede dell'ex Lord Svelato; notevole a dir poco, soprattutto voi milady. È stato sorprendente scoprire che siate dotata di tali poteri innati; è un bene che non tutto il male venga per nuocere e che da un retaggio difficile possano nascere nuove opportunità di affermazione e rivalsa, a dispetto dei pregiudizi. Vero?" ed il suo sguardo, fino ad allora su Annerine, si posa su quello Kaimir al quale risponde dopo un intenso attimo. "Vedete, è curioso vedere dei nobili cimentarsi in faccende simili, non solo rischiando la reputazione personale e del proprio casato od ordine, ma anche la vita e le conseguenze di un sentiero insidioso fatto più di ombre che di luci. Mi chiedo che cosa vi spinga, per voi e la vostra missione divina forse la risposta è fin troppo ovvia, ma voi altri? È solo intraprendenza personale o è la noia ed il bisogno di sensazioni forti? O forse è una più prosaica e scontata avidità? Anche se sarei pronto a scommettere che il motivo non è questo, almeno non preminentemente. Sbaglio forse?".
  18. KAIMIR GOST Tiefling paladino di Lathander Raggiunta la locanda rimango un po' stupito quando il drow ci porta ad un tavolo al piano di sopra e veniamo accolti da un mezz'elfo. Non mi aspettavo di parlare con colui che probabilmente ha assunto Fel'rekt, ma forse meglio così, potremmo ottenere più informazioni. Immagino conoscerà già i nostri nomi. Ad ogni modo piacere di conoscerla, sono Kaimir Gost. dico sedendomi al tavolo. A cosa dobbiamo quest'invito? Non credo sia solo per ringraziarci di aver aiutato il vostro amico...
  19. Annerine Faccio una mezza riverenza verso il mezz'elfo "Annerine Ipazia Dezlentyr, un vero piacere conoscervi" aspetto che Andor mi scosti la sedia, e mi unisco al tavolo.
  20. Andor Hawkwinter, ladro umano incuriosito. La giornata inizia male: non trovo nulla da indossare! Impiego quasi un'ora a decidere cosa mettere, per fortuna ho dato disposizione di svegliarmi presto... Il problema è che non conosco bene la cultura drow, e non so come impressionarli. Alla fine opto per un vestito scuro, mantello porpora ed un magnifico cappello a tesa larga con piuma. E non è lo stesso dannato cappello che indossa uno dei due commensali? Non proprio uguale, ma abbastanza simile da farmelo togliere con un gesto di stizza. E che cavolo! Siedo al tavolo con disinvoltura. "Andor, del casato Hawkwinter. Abbiamo avuto il piacere di conoscere Fel'Rekt, sebbene in circostanze spiacevoli, ma non mi pare di aver mai sentito il vostro nome."
  21. Kythorn 12 (Giugno) - Mezzogiorno Andor, con una delle carrozze di famiglia, passa a prendere Annerine e gli altri di voi e vi fate portare fino a poca distanza della Locanda del Portale Spalancato dove entrare in perfetto orario. Il clima è il solito, anche se nei dintorni non vedete Volo, non che sia la prima volta che non lo troviate in locanda e dopotutto è perfettamente normale. Anche Durnan non si vede, al momento. Yagra è al suo posto ad uno dei tavoli in compagnia di altri, gente della sua risma ad una prima occhiata. Obaya Uday, la chultiana sacerdotessa di Waukeen, che Andor aveva avvicinato qualche giorno prima è da sola, intenta a scrivere su un diario; quando vi nota entrare rivolge un breve cenno di saluto all'Hawkwinter e poi torna a posare gli occhi sul diario. Una cameriera, già vista altre volte, vi si avvicina per chiedere che cosa desideriate, ma non fate tempo a risponderle che un fischio giunge alle vostre orecchie da sopra. Alzando lo sguardo vedete il drow affacciato alla balaustra dal secondo piano che vi fa segno di salire. Sembra in perfetta forma, segno che deve aver ricevuto delle discrete cure magiche, ben più di quelle basilari fornite inizialmente dalla Vigilanza Cittadina. La cameriera a quel punto vi lascia andare dire altro od accompagnarvi, stranamente; forse ha ricevuto indicazioni di lasciarvi soli durante il vostro incontro. Saliti trovate il drow che nel frattempo si è diretto ad un tavolo lontano sia dalla balaustra che dal corridoio che conduce verso le camere in affitto della locanda. Al tavolo c'è un mezzelfo (non mezzo drow) dall'aria rispettabile, nel suo vestiario appariscente ma di ottima fattura contraddistinto però da un cappello terribilmente appariscente. Al tavolo, apparecchiato già anche per voi, trovate già pronte diverse portate nonché bottiglie di vino e di altri alcolici; nulla di paragonabile alla sontuosità delle tavole imbandite di voi nobili ma certamente una tavolata notevole. "Benvenuti, prego accomodatevi, mangiamo e conosciamoci meglio. Il mio nome è J.B. Nevercott e voglio ringraziarvi per aver tirato fuori dai guai Fel'rekt." vi dice con fare un poco affettato ed un elegante gesto della mano diretto ai posti a sedere di fronte a lui.
  22. KAIMIR GOST Tiefling paladino di Lathander Porterò l'esperienza al tempio nei miei ricordi, sia per l'incontro con Valetta, creatura affascinante ed esotica, si per gli strani oggetti esposti. La visita al tempio ci da sì nuove informazioni, interessanti, ma per ora poco utili a capire come muoverci in tutta questa feccenda. Tornato a casa però finalmente trovo qualcosa che potrà far luce su quanto sta avvenendo. Bene bene...finalmente forse abbiamo qualcosa su cui lavorare penso leggendo la lettera, fiducioso per l'incontro di domani
  23. Annerine Ipazia Dezlentyr Osservo le meraviglie "meccaniche" con occhio ammirato: sembrano giocattoli incredibilmente complessi, ma ho sentito dire che funzionano quasi come se fossero magici. È una strana cosa, specialmente per me che ho un rapporto particolare e intimo con la magia. Ma lo stupore è maggiore quando incontriamo questa "Valetta": mai vista prima una creatura tanto strana e comunque interessante: il fatto che di possa discorrere con lei come se fosse un'umana la rende se possibile ancora più strana ai miei occhi. Ma tutto ciò è un buco nell'acqua, perché non può o non vuole dirci molto sulla strana arma del drow. Per fortuna torno a casa giusto per trovare una lettera del suddetto drow. L'indomani mattina dovrò parlarne ai miei compagni e poi recarmi all'incontro.
  24. Kythorn 11 (Giugno) - Pomeriggio e Sera L'incontro con Neverember è ormai finito ma nuovamente egli dimostra la propria gentilezza ed accortezza facendo arrivare da delle ottime botteghe di sartoria della città degli indumenti del tutto simile, se non identici, a quelli che avete indossato la sera prima per il finto evento a cui avete partecipato secondo le vostre famiglie e che ora sono in pessime condizioni dopo i difficili scontri che avete dovuto affrontare e si prende pure la libertà di fornire una nuovo farsetto d'arme, altrettanto elegante, per Andor, ed una nuova cotta di maglia per Kaimir, le cui armature avevano subito pesanti danni ed erano ormai da buttare. Vi date quindi appuntamento per metà pomeriggio presso la Casa delle Mani Ispirate, il tempio di Gond di Waterdeep, dopodiché venite ricondotti alle vostre rispettive dimore o sedi dalla carrozza messa a disposizione del Neverember. Il tempio del Signore di Tutti gli Artigiani è un edificio squadrato in pietra circondato da dei porticati che ospitano diverse botteghe e laboratori dove i sacerdoti danno vita al proprio ingegno ed alla propria perizia artigianale creando opere d'arte, nuove invenzioni ed oggetti di mirabile fattura. All'interno la grande sala principale è del tutto spoglia se non per due file di dodici piedistalli sui quali sono esposti delle rappresentazioni reali od in scala di quelle che probabilmente sono ritenute delle creazioni straordinarie e degne di essere ammirate e prese a fonte d'ispirazione per i devoti: un modello funzionante, alto di circa un metro, di una torre campanaria fatta di metallo, bronzo, legno e vetro e da cui proviene un incessante ticchettio. Un disco bianco su cui sono montate al centro due piccole punte dorate, allungate e cesellate in maniera molto elaborata, e sulla cui circonferenza sono distribuiti dodici numeri; una strana macchina in legno con una seduta e dei complessi ingranaggi collegati a quelle che hanno tutta l'aria di essere della ali fatte di tela, simili a quelle dei pipistrelli; un modello in miniatura di una tartaruga dragone meccanizzata, la targa recita "Grande Belchy. Affondata nel Porto di Deepwater nel Giorno delle Meraviglie del 1363 DR; una sorta di elmetto con un paio di piccole ed articolate braccia e mani a cui stato dato il nome di "elmo risvegliante"; un modello in miniatura di una strana struttura rossa e dalla forma simile ad una manta la cui targa recita "Il Marpenoth Scarlatto. Sommergibile lantanese. Varato nel 1489 DR. Riuscite ad ottenere un incontro con uno dei sacerdoti artigiani più rinomati del tempio. Di fronte a voi compare un'essere che non avete mai avuto modo di vedere, ma soltanto sentito raccontare: un dragonide. L'essere bipede sembra una via di mezzo un drago ed un essere umano: la sua pelle scagliosa dalla tonalità ocra presenta dei riflessi bronzei sulla scaglie più grosse e sulle escrescenze ossee che spuntano dal suo viso, le sue mani hanno solo quattro dita artigliate così come i piedi nel quale una delle dita è rivolta all'indietro in maniera simile alle zampe degli uccelli. Gli occhi assomigliano a quelli di un rettile e la sua statura alta è accompagnata da una costituzione robusta ma non massiccia. Rispetto ad un drago la differenza più evidente, oltre alla statura eretta sono la mancanza della coda e delle ali. Il suo aspetto è talmente alieno da non riuscire nemmeno a capire se si tratti di una femmina o di un maschio così come se si tratti di un individuo giovane, di mezza età od adulto, per quel che riuscite a comprendere vi sembra stare in perfetta forma. E' la persona di fronte a voi a dirimere ogni dubbio presentandosi come Valetta, sacerdotessa itinerante fermatasi a Waterdeep da qualche tempo. Le raccontate dell'arma che avete visto in mano al drow e Masumi espone le proprie conoscenze su armi molto simili che stanno prendendo piede in estremo oriente. La dragonide è molto interessata al racconto di Masumi e gli rivolge diverse domande riguardo ai progressi tecnologici di quelle terre lontane. Qunado poi cercate di tornare a porre l'attenzione sul motivo per cui siete venuti al tempio, la dragonide vi conferma si tratti di una "pistola", un'arma in grado di scagliare con grande forza e velocità un proiettile metallico grazie alla combustione di una speciale mistura di polveri, un dono di Gond stesso a Lantan. Vi racconta come l'arma si stata sviluppata durante il periodo in cui quella nazione si è trovata catapultata ad Abeir a seguito del cataclisma magico della Piaga della Magia; un'invenzione resasi necessaria per affrontare le gravi minacce a cui il regno si è trovato sottoposto in quel mondo ostile ed ignoto. Vi racconta anche come Lantan non sembri intenzionata a diffonderne la conoscenza al di fuori dei propri confini o di avviarne una esportazione. Vi appare genuinamente sorpresa che un drow ne possieda una e la preoccupa l'ipotesi che possa averla sottratta a qualcuno o che qualche lantanese abbia imbastito un commercio illegale di queste armi, soprattutto perché la loro produzione dovrebbe essere ancora molto limitata ed attentamente supervisionata dai loro inventori ed armaioli oltre che dal culto di Gond e sotto stretto controllo del Culto di Gond e delle autorità di Lantan. Altro non sa, o forse non può dirvi, e così abbandonate il tempio non del tutto soddisfatti di quanto scoperto, ma sicuramente con dei nuovi elementi ad arricchire il puzzle di questa arzigogolata ed avvicente faccenda che sembra ruotare intorno alla Pietra di Golorr ed al tesoro che cela. Rientrate a casa prima dell'ora di cena e tutti trovate ad attendervi un messaggio fattovi recapitare da dei portalettere: "Il mio nome è Fel'rekt Lafeen, il drow che teneva d'occhio il Neverember. Sono stato rimesso in libertà. Incontriamoci al Portale Spalancato domani a mezzogiorno.".
  25. Kythorn 11 (Giugno) - Primo Pomeriggio "Penso che sia giusto che torniate nelle vostre dimore e che mettiate ordine alle vostre persone." dice gentilmente osservando le ferite ancora non del tutto guarite, le macchie di sangue ed i danni ai vostri indumenti. "Avete fatto molto per me, non posso farvi rischiare oltre le vostre vite e le vostre energie sono chiaramente poche. Adesso la mia sicurezza è in mano alla Vigilanza Cittadina fino a che non rafforzerò il mio corpo di guardie personali. Mi hanno già informato del numero di agenti, fra i quali anche degli incantatori, che si occuperanno di me e devo dire di sentirmi alquanto al sicuro. Ma voi fate bene a cercare di proseguire le indagini ed io cercherò di fare lo stesso tramite le mie conoscenze e contatti, anche se pare chiaro che nessuno sabbia davvero qualcosa al riguardo di questa pietra, chi la abbia o come trovarla. Magari tutta questa caccia al tesoro è inutile e frutto di dicerie mentre la pietra si trova nelle man di mio padre a Neverwinter." "Chiunque può entrare nelle aree pubbliche, ma quelle riservate al personale ed alle cariche istituzionali sono strettamente sorvegliate e da quando mio padre è stato destituito non posso più sfruttare la mia parentela per raggiungerlo nei suoi uffici o partecipare ad eventi riservati od elitari." dice ad Andor forse per la prima volta dispiaciuto di non poter far uso del proprio legame di sangue con quel padre disprezzato.
  26.  

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.