Jump to content

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Ecco la vera copertina di Eberron Rising from the Last War

Qualche tempo fa vi avevamo segnalato il fatto che la copertina fin ora mostrata di Eberron: Rising from the Last War, in uscita il 19 Novembre 2019 (potete trovare qui e qui maggiori informazioni sul supplemento), non era quella definitiva. Jeremy Crawford della WotC, infatti, aveva scelto di avvisare subito tutti del fatto che si trattava di una immagine segnaposto, vista la preoccupazione che si era diffusa presso molti giocatori sulla qualità di quella prima immagine.
La WotC, dunque, in questi giorni ha deciso di mostrare la copertina definitiva di Eberron: Rising from the Last War, che potrete vedere in fondo a questo articolo assieme all'illustrazione da cui è stata tratta (come al solito, per ingrandire le immagini cliccate su di esse).
In un video dedicato al nuovo supplemento su Eberron, Jeremy Crawford e Greg Tito della WotC hanno inoltre fatto le seguenti dichiarazioni sulla copertina del manuale, precisando ulteriormente che l'immagine precedentemente usata, tratta da una illustrazione di Ben Oliver, era in realtà pensata per un uso interno al manuale:
Tito: Abbiamo deciso di cambiare questa copertina, in ogni caso. Avremo una copertina differente per questo manuale... Abbiamo avuto la rara occasione di cambiarla, perchè i file (della copertina, NdTraduttore) non erano ancora stati inviati allo stampatore.
Crawford: Questo è corretto. Quando il manuale è stato annunciato eravamo ancora a una settimana dall'invio del manuale alla stampa. Abbiamo avuto una finestra di tempo per sostituire la copertina, il che era qualcosa su cui avevamo iniziato a discutere già da un po' di tempo quando ormai l'annuncio era imminente.
Tito: Ma, una volta annunciato (il manuale, NdTraduttore), abbiamo ricevuto anche molto feedback da parte dei giocatori che indicava che essi volevano una copertina differente e quel feedback ci ha galvanizzati...dunque l'abbiamo cambiata con questa copertina disegnata da Wesley Burt.
L'illustrazione della nuova copertina era già nel manuale ed è stata spostata in copertina, mentre quella usata in precedenza (di Ben Oliver) è stata riutilizzata come immagine iniziale per il Capitolo 1 (quello dedicato alla creazione del personaggio).
Ecco qui di seguito la nuova copertina e l'immagine da cui è stata tratta:


Fonte: https://www.enworld.org/threads/new-cover-for-eberron-rising-from-the-last-war.667346/
Read more...

Un nuovo AP per Starfinder

Il Destino del Quinto (Fate of the Fifth) è la prima parte dell'Adventure Path Attacco dello Sciame (Attack of the Swarm) della Paizo. La minaccia interstellare insettoide nota come lo Sciame è spinta unicamente dal desiderio di consumare ed espandersi. Ma quando colpisce il pacifico sistema di Suskillon il suo comportamento pare indicare una motivazione ulteriore rispetto alla semplice distruzione. Riusciranno gli eroi a sopravvivere all'invasione e a scoprire la ragione dietro l'attacco dello Sciame al loro sistema natio? O anche Suskillon cadrà come molti altri sistemi in passato?
Suskillon ha bisogno di voi!

Mentre il sempre famelico Sciame sta per abbattersi su un altro sistema stellare, gli eroi sono parte dell'apparato difensivo. Devono combattere contro orde di nemici e salvare i civili, tra cui un sacerdote shirren di Hylax, il cui tempio sembra essere di particolare interesse per gli invasori. Gli eroi dovranno sopravvivere all'assalto dello Sciame usando l'astuzia e facendo affidamento gli uni sugli altri.
Questo volume degli Adventure Path per Starfinder da inizio all'AP Attacco dello Sciame e include:
Il Destino del Quinto, un'avventura di Starfinder per personaggi di 1° livello; di Patrick Brennan. Una guida per i giocatori a questo AP, tra cui due temi militari e un elenco di equipaggiamento utile; di Patrick Brennan. Un'analisi della forza praticamente inarrestabile nota come lo Sciame; di Lacy Pellazar. Un elenco di creature aliene, tra cui uno sciame mutaforma di nanobot e varie creature dello Sciame; di Patrick Brennan, James Case e Adrian Ng. Statistiche e planimetrie per un veicolo da diporto di lusso, oltre ad uno scorcio del bucolico mondo di Suskillon prima dell'invasione; di Patrick Brennan. Suonate la Ritirata

Assieme ad una manciata di sopravvissuti all'invasione dello Sciame come passeggeri, gli eroi viaggiano fino ad un vicino mondo colonizzato in cerca di salvezza. Nella sovrappopolata metropoli di Nuova Grakka, i membri di un movimento che reputa che lo Sciame sia una punizione per i peccati del sistema stanno interferendo con gli sforzi dei militari di accogliere i rifugiati. Gli eroi devono fermare questi fanatici e ripulire una serie di caverne sotto la città, in modo che possano fornire rifugio e protezione contro un eventuale attacco dello Sciame al pianeta. Nel fare ciò scoprono degli indizi che potrebbero fare luce su un antico mistero shirren!
Questo volume degli Adventure Path per Starfinder prosegue l'AP Attacco dello Sciame e include:
L'Ultimo Rifugio (The Last Refuge) un'avventura di Starfinder per personaggi di 3° livello; di Mara Lynn Butler. Una storiografia della fuga della popolazione shirren dallo Sciame nei primi periodi dopo l'Intervallo; di Lacy Pellazar. Un elenco di astronavi biomeccaniche; di Tracy Barnett. Una raccolta di creature aliene, tra cui un predatore da imboscata acquatico e varie nuove creature dello Sciame; di Anthony Bono, Mara Lynn Butler e Owen K.C. Stephens. Statistiche e planimetrie per un veicolo militare da infiltrazione; di Tracy Barnett; oltre ad uno sguardo ad un mondo colonizzato coperto da oceani poco profondi; di Mara Lynn Butler. Link agli articoli originali:
https://www.enworld.org/threads/attack-of-the-swarm-new-starfinder-ap.666907/
https://paizo.com/products/btq01zo2?Starfinder-Adventure-Path-20-The-Last-Refuge
Read more...

E' finalmente arrivata! La Recensione di Pathfinder 2

Articolo di LongGoneWriter del 1 Agosto 2019

Due premesse necessarie: primo, guarderemo la nuova edizione sia con gli occhi di un esperto del mondo dei GdR che con quelli di qualcuno che apra il manuale base come "rito d'ingresso" in questo hobby. Ci tengo a precisarlo, visto che è importante tenere da conto i nuovi giocatori in molte situazioni nel nostro hobby a volte mistico.
Secondo, faremo a volte dei paragoni non solo con la precedente edizione, ma anche con gli altri prodotti attualmente sul mercato, comprese le nuove edizioni di qualche altro famoso gioco di ruolo da tavolo. Ho sentito che il Golem non ama questi confronti, ma sono inevitabili. Certe parti del sistema sono state chiaramente create come reazione (o sono state ispirate) ad aspetti di questi altri sistemi.
E ora, la recensione!
Parte uno: gettarcisi a capofitto
Con le sue 640 pagine, il Manuale Base di Pathfinder è un voluminoso tomo che non supera in ampiezza l'insieme del Manuale del Giocatore e di quello del DM di D&D messi assieme solo per lo spessore della copertina rigida (intendendo con quest'ultima sia il fronte che il retro della copertina)! Wayne Reynolds è tornato con le sue iconiche illustrazioni e, a quanto vedo, la parola "seconda edizione" appare una sola volta in tutto il libro, nascosta in un angolino. Ma abbiamo finito di giudicare un libro dalla sua copertina: scendiamo nei dettagli più succosi!
La tabella dei contenuti si trova distribuita su due pagine, così da introdurre ogni sezione e fornire una descrizione di quanto vi si trova. Questo stile chiaro e accessibile è un assaggio di ciò che troveremo nel capitolo introduttivo. Credo sia inutile dirlo, ma dovete LEGGERE LE ISTRUZIONI IN ORDINE. Questo è vero per ogni gioco di ruolo da tavolo, ma soprattutto per PF2. Sono stati fatti talmente tanti cambiamenti dalla prima edizione che anche un veterano potrebbe facilmente farsi fuorviare. 
Dovreste anche leggere il capitolo introduttivo, un'ottima introduzione al GdR in quanto tale. E' tutto ciò che avreste sempre voluto dire sul vostro hobby preferito condensato in una sola pagina. E' tutta la sapienza del nostro hobby, a partire dall'alba dei tempi dei primi GdR. PF2 è inoltre veloce ed efficiente nel descrivere i concetti fondamentali, e ad espanderli in maniera organica. Resistite alla tentazione di saltare avanti! La risposta è spesso la troverete nel paragrafo successivo o nella pagina seguente. Detto questo, mi sembra che l'introduzione si spinga forse troppo oltre, sovraccaricando di informazioni i nuovi giocatori. E' necessario, ma potrebbe richiedere un'intera serata (se non due) affinché i giocatori possano passare dalla lettura al gioco vero e proprio.
I problemi da sovraccarico di informazioni vengono mostrati chiaramente nella scheda di PF2: ci sono quattro pagine per ogni scheda! La maggior parte dei giocatori tenderà ad usare poco la terza pagina, ma anche i personaggi marziali avranno bisogno della quarta (incantesimi), visto che le loro capacità straordinarie vengono gestite in maniera simile agli incantesimi. La prima pagina è densa, ma una volta che avete afferrato le meccaniche inizia ad avere pienamente senso. Sono stato cresciuto con D&D 3.5, quindi sono abituato a pagine con piccoli riquadri per abilità, armi, armature e tutto ciò che volete, ma i nuovi giocatori si sentiranno quasi sicuramente soverchiati da tutto ciò.
Inoltre, c'è una PAGINA intera dedicata ai talenti. Che qualche appassionato di maghi del team di designer si sia innervosito per il numero di talenti ottenuti dal guerriero? Se la scheda vuole essere il metodo per presentare il sistema ad un nuovo giocatore, non mi stupirei se li facesse fuggire da PF2: quattro pagine contro le due di D&D 5E! Non penso che sia azzardato dire che il gioco da due pagine vincerebbe, specialmente quando c'è molta meno matematica di mezzo. Esistono delle versioni più organizzate sul web: vi consiglio di usare quelle o di crearvene una.

Parte due: e ora un po' di regole
A proposito dei paragoni con gli altri sistemi: PF2 usa una meccanica nuova di zecca chiamata Competenza (proficiency). Sostituisce essenzialmente BAB, punti abilità e bonus ai tiri salvezza e fornisce dei bonus crescenti sulla base del livello! Ma non preoccupatevi, non si tratta della sua omonima di D&D: questa competenza arriva fino a 8, invece che a 6, ma soprattutto ci si somma il proprio livello.
Noterete anche che ora sono stati presentati dei Colpi (Strikes) in mischia e a distanza. Questi saranno i vostri attacchi primari, che PF2 ha semplicemente rinominato per praticità. Certo, vedere dei box speciali per gli attacchi standard con dei simboli mi fa pensare a D&D 4E, fatto che considero decisamente positivo: era un sistema molto efficiente per quanto riguardava il combattimento. Una volta che entrerete nella giusta mentalità, questi cambiamenti vi sembreranno perfetti per il sistema di PF2: è semplificato, cosa che permette di fare semplici riferimenti e cambi alle abilità.
Un altro cambiamento è l'esplicita divisione del gioco tra gli incontri (combattimenti scanditi dall'iniziativa e dai round), l'esplorazione (misurata in minuti e ore) e il downtime (misurato in giorni e anni). Il manuale è decisamente incentrato verso i primi, ma mi piace la divisione chiara e il fatto che certe attività sono troppo stancanti per essere mantenute durante l'esplorazione o il downtime (come lanciare la maggior parte degli incantesimi, per esempio). Questa meccanica, assieme ad altre nel libro, mi fa pensare a quanto possa essere usata ai tavoli da gioco, ma è parte della modularità dei giochi di ruolo da tavolo che li rende adatti ad ogni giocata.
L'introduzione comprende una spiegazione della creazione del personaggio, che è fatta molto bene. In quanto fan di D&D 3.X, non sono un grande fan del sistema ad "aumenti di caratteristica" (ability boost), ma il numero di aumenti ha eliminato i miei dubbi sul fatto che spingessero a creare un dato personaggio in una singola maniera. C'è talmente tanta varietà che sarete facilmente in grado di fare un membro atipico della vostra ascendenza (ancestry) o della vostra classe.
Parte tre: Ascendenze e Background
Iniziamo con le cattive notizie. I giocatori di PF1, che erano abituati a prendere i tratti razziali come un unico pacchetto, saranno costretti a fare delle scelte difficili. Volete che il vostro nano sia un "Esperto Minatore"? Allora non potrà godere del suo addestramento militare contro i giganti. Volete che il vostro elfo sia resistente agli effetti di sonno magico? Allora non avrete competenza gratuita negli archi lunghi.
La parte positiva in tutto ciò è che avete delle enormi possibilità di personalizzazione a portata di mano per ogni personaggio. I fan di D&D 5E riconosceranno tre/quattro tematiche in ogni ascendenza (spoiler: sarà lo stesso con le classi). Personalmente amo l'idea di continuare ad ottenere dei bonus razziali via via crescenti (sotto forma di talenti) mentre si sale di livello. Questo significa che il vostro nano sarà sempre più nanico a furia di fare cose da nano, fino a diventare il più nanico dei nani. Conclusione finale: stavo sperimentando un sistema simile per una ambientazione di PF1 un po' di tempo fa ed è gratificante vedere di essere in buona compagnia!
Altri pensieri sparsi: ciao goblin, voi sarete certamente la mia unica ascendenza da oggi in avanti! Gli halfling ora possono beneficiare maggiormente delle cure se mangiano qualcosa mentre gli vengono somministrate, il che è semplicemente perfetto per loro. Inoltre possono selezionare una capacità "anti-lotta" che causerà molte frustrazioni ai DM. Infine, i Background che forniscono competenza nelle abilità saranno nuovamente familiari per i fan di D&D 5E e, come ogni altra cosa in PF2, vi offriranno nuovi talenti.
Chapeau ai designer per la cura che hanno speso nel creare un nuovo sistema inclusivo: non solo c'è un deliberato supporto a tutto lo spettro di genere (o l'assenza di esso) e nella scelta dei pronomi, ma la sezione dei Linguaggi dedica dello spazio ai personaggi sordi o con problemi uditivi. Oro colato, per quanto mi riguarda.

Parte quattro: classi
Il capitolo dedicato alle classi è quello più corposo, com'era logico attendersi da Pathfinder, ma una volta che avrete letto la sezione introduttiva e vi sarete presi il vostro tempo per dare un'occhiata ad un paio di classi, inizierete a trovare delle somiglianze.
Qui è dove il modificatore di competenza trova veramente i suoi usi: è applicato ad ogni cosa, persino la CA! Detto questo, non tutte le classi lo fanno crescere alla stessa maniera, quindi avremo comunque dei maghi fragili e dei guerrieri più difficili da colpire. La competenza è anche applicata (non in maniera uniforme) alla Percezione, che è parte dei privilegi di ogni classe. Suppongo che non potrò più giocare degli idioti disattenti. La Percezione funziona anche come modificatore di iniziativa, quindi avrete un numero in meno di cui preoccuparvi.
Non esiste più la possibilità di tirare i punti ferita: ognuno ottiene un numero puro ad ogni livello. I fan di PF1 lo riconosceranno come il massimo ottenibile dai vecchi dadi vita... ma a me piaceva l'idea di perdere punti ferita con la crescita del personaggio! Mi mancherà il mio mago con il d4 come dado vita!
Scoprirete che ogni classe presenta delle sottoclassi. In maniera simile a D&D 5e, ognuna di queste sottoclassi ha un nome differente, ma avrei preferito che PF2 tenesse un nominativo più generico come appunto "sottoclasse". Molta della varietà offerta da queste sottoclassi è praticamente limitata al nome: è il modo in cui questo sistema vi dice "ora avete dei migliori tiri salvezza" o "il vostro BAB è aumentato". Prevedo che verranno create dai fan delle tabelle che condensino i benefici dati dall'avanzamento eliminando i fantasiosi nomi delle sottoclassi.
Il tema principale è il bilanciamento. Potrebbe rivelarsi diverso al tavolo da gioco, ma questo sistema mi sembra decisamente privo di eccessi. Mi ricorda molto D&D 4e, come già detto, che per me non è che un complimento, visto che era un superbo simulatore di combattimento tattico.
Passiamo alle classi! La prima è l'Alchimista, che soffre della divisione tra il focus per il mutageno e quello per le bombe come sottoclassi. Sia chiaro, questo non significa che una sottoclasse non possa selezionare le opzioni a cui è collegata l'altra: essi ottengono semplicemente degli "slot incantesimo" extra (vengono chiamate formule, ma non sono altro che questo) per la loro opzione preferita. Parlando di questa divisione semantica, la sezione della magia fa un ottimo lavoro nel dividere le quattro origini, ovvero divina, arcana, occulta e primeva (primal) rispettivamente per chierici, maghi, bardi e druidi, ma gli alchemisti e le formule hanno una descrizione completamente diversa. Le bombe sono state depotenziate, ma direi che avere una versione dell'acido e delle pietre del tuono che scala con il livello basta a giustificare questa scelta. Come per tutte le classi "magiche", anche gli alchimisti hanno la loro metamagia come parte dei propri privilegi.
La divisione delle sottoclassi dei Barbari , dette istinti (instincts), offre delle divertenti opportunità di interpretazione sotto forma degli anatema. Semplicemente, se vi comportate in una determinata maniera perdete i benefici della sottoclasse finché non spendete un intero giorno di downtime (?!). Cosa che è... fantastica a livello interpretativo, ma potrebbe essere più una pena che un piacere, specialmente quando uno degli anatema è "ignorare un insulto". Indovinate quale classe farà venire tanti mal di testa al gruppo? I barbari mi offrono inoltre l'opportunità di lamentarmi di qualcosa di PF2 di cui non sono mai stato un fan: gli Attacchi di opportunità ora sono dei TALENTI OPZIONALI!
I Bardi ottengono la capacità di nascondere gli incantesimi come parte delle loro Esibizioni! Potevano farlo, in parte, in PF1, dove erano in gradi di lanciarli mentre si esibivano, ma questa abilità è totalmente nuova e sono certo che si tratta di qualcosa che molti master hanno permesso già tramite HR da molto tempo. Inoltre sono diventati degli incantatori "occulti", conosciuta anche come la magia del "conosco un sacco di aneddoti inutili". Un'altra ragione per cui sono un bardo, evidentemente.
I Chierici continuano ad essere i migliori a curare, volendocisi impegnare, e ora possono persino sembrare più epici mentre lo fanno. La nuova versione degli incantesimi di cura/incanalare energia permette di spenderci più tempo per avere degli effetti più importanti. La necromanzia è stata, inoltre, depotenziata pesantemente e la sezione del Chierico è la prima dove se ne parla: potete avere al massimo quattro "cuccioli" e dovete spendere una delle vostre tre azioni per farli agire. Ma ne parleremo meglio fra un momento.
Volevate i paladini? E invece avete ottenuto i Campioni! I Paladini sono una delle tre sottoclassi del Campione,  dette cause (causes); potete inoltre personalizzare il vostro personaggio scegliendo un alleato divino (divine ally), di cui la lama e la cavalcatura sono delle vecchie glorie della prima edizione, mentre lo scudo è legato alle nuove meccaniche di PF2, e un differente giuramento (oath) come ammazzadraghi, uccisore di diavoli e brillante (dragonslayer, fiendsbane e shining). I giuramenti vi forniscono benefici basati sulla vostra causa e vi permettono di ignorare l'autorità di uno specifico genere di creature malvagie. Fantastico! Questo significa che potremo infrangere la legge in una città governata da non morti senza perdere i benefici delle sottoclassi.
Tempo di arrivare alla sezione del Druido e ho iniziato a vedere una logica nel modo in cui sono state cambiate le classi. La maggior parte degli incantatori ottiene opzioni per: a) avere uno slot incantesimo di 10° extra, b) fare qualcosa di ridicolo o c) fare qualcosa di altrettanto ridicolo. I druidi possono scegliere tra a) quel delizioso slot bonus di 10° livello, b) lanciare un incantesimo di 5° gratis una volta per minuto o c) TRASFORMARSI IN UN MOSTRO GIGANTE. Vista la storia degli effetti di metamorfosi di Pathfinder, questo suona molto più spettacolare di quanto sia effettivamente.
I Guerrieri! Il mio timore che sarebbero stati una classe incentrata sulla mischia è stato scacciato quando ho letto che possono permettersi di investire le proprie capacità nell'uso di un'arma che non somma la propria statistica primaria al danno, come l'arco. Inoltre, alzare uno scudo ora richiede una delle tre azioni! Questa era una delle regole del playtest che non gradivo e che, tuttora, non amo. Torneremo a parlare della "action economy" più avanti. I Guerrieri mostrano, inoltre, un'evidente disparità nel privilegio di ventesimo livello: ottenere un'azione extra ogni turno o una reazione extra durante i turni nemici non mi sembra minimamente al pari con il druido, in grado di trasformarsi in un gigantesco kaiju!
I Monaci sono molto simili alle loro controparti di PF1, dato che le loro sottoclassi non sono altro che le varie posture (stance) che possono assumere. I fan della raffica di colpi saranno delusi, dato che è stata limitata ad una volta per round e permette semplicemente di sferrare un pugno extra. I Monaci sono anche una delle vittime del "ciò che era assieme ora è opzionale", dato che Deviare Frecce (Deflect Missiles) e Integrità del Corpo (Wholeness of Body) sono ora mutuamente esclusivi, per fare un esempio.
Qual è il problema delle nuove edizioni dei giochi di ruolo da tavolo e i ranger? I Ranger di PF2 non sono male, ma hanno gli stessi problemi dei loro fratelli e sorelle di D&D 5E. Una grossa parte dei privilegi di classe vengono spesi nel compagno animale (e sappiamo come sia semplice perderli) e le capacità finali sono disparate, cose come "ignora il terreno difficile e le trappole attivate" o "seguite la vostra preda attraverso i piani". Sarò forse duro verso i ranger, ma quando le scelte di una classe includono "prendete delle penalità per il multi attacco che non migliorano con l'avanzare dei livelli", "scegliete lo stile dell'arco, che infligge meno danni" od "ottenete un compagno animale che sarà sempre più debole di voi E che vi farà spendere le vostre azioni" è difficile trovare dei lati positivi.
I Ladri sono stati decisamente promossi, dato che, oltre ad ottenere MOLTISSIME abilità, hanno anche TANTISSIMI talenti. Il loro attacco furtivo è ora limitato a 4d6 di danni da precisione. Detto questo, è l'unico modo per sommare la destrezza al danno con le armi accurate (finesse), il che è molto più bello delle due sottoclassi. E' stato dato inoltre pochissimo supporto alla sottoclasse completamente basata sulla parlantina rapida e la "lingua d'argento"; la maggior parte dei loro talenti sono incentrati sulla furtività o sui danni. Mi è sembrata una opportunità mancata per permettere ad un personaggio di brillare durante un momento atipico, come l'esplorazione o il downtime.
Gli Stregoni sono sempre stati la classe con la magia offensiva e in questa edizione questo significa che, ad ogni livello, ottengono quattro slot incantesimo al posto di tre. Sono inoltre la prima classe ad ottenere i controincantesimi, che sono molto più comprensibili che in PF1, ma non meno difficili da mettere in atto: i controincantesimi richiedono che si conosca l'incanto lanciato e inoltre sono limitati dalla tradizione magica.
Infine, i Maghi. Anche loro ottengono i controincantesimi, ma devono usare lo specifico incantesimo che viene lanciato (?!). Solo investendo talenti possono avere dei controincantesimi più generali. A questo punto, perché preoccuparsene? Il loro Oggetto Famiglio (Bonded Item) permette loro di tenere il passo con gli stregoni offrendo un uso addizionale di un incantesimo preparato. Parlando dei maghi, la concentrazione richiede una delle vostro tre azioni, a meno di spendere su questo aspetto un talento di livello alto. I maghi possono anche ottenere un modo per nascondere i propri incantesimi, cosa che trovo fantastica.

Parte cinque: abilità e talenti
Mi chiedo perché nessuno abbia mai reso le abilità tanto semplici! Non solo ci sono meno abilità di cui tenere conto, ma il loro incremento è meno granulare e le CD generali sono più statiche. Due sviluppi che io ritengono fantastici: alcune prove di abilità richiedono un certo livello di competenza, così che qualcuno che non abbia speso risorse in Arcano (Arcana) non possa tirare un risultato migliore del mago per semplice fortuna, e certi tiri sono tirati in segreto da manuale, come la Percezione. Questo evita il classico problema del metagame sui tiri (bassi) di dado con tutto il gruppo che decide poi di tirare Percezione senza alcuna ragione in gioco.
L'avanzamento sembra un po' strano. E' possibile che un personaggio parta già al terzo dei cinque gradi di competenza (non addestrato/addestrato/esperto/maestro/leggendario), cosa che significa che non ci sarà molto avanzamento. A loro discolpa, posso dire che i compiti da "esperto" sono abbastanza normali, mentre quelli "leggendari" tengono fede al nome. Per esempio, il compito di grado esperto esemplificativo dei tiri di Sopravvivenza per evitare di perdersi è "uscire da un labirinto di siepi", mentre quello di grado leggendario è "navigare in un reame del sogno in continuo cambiamento". E il solo step intermedio è "non perdersi in un deserto senza dettagli"! Non potete raggiungere il rango di "leggendario" prima del livello 13-15, ma questo potrebbe portarvi a completare tante avventure senza alcuna progressione.
PF2 ha inoltre eliminato i tiri contrapposti. I personaggi e le creature usano una CD pari a 10 più qualunque bonus possiedano al determinato tiro salvezza o abilità. Per esempio, al posto di tirare Furtività (Stealth) contro Percezione, dovete semplicemente tirare Furtività contro la CD della Percezione del bersaglio. Al posto di tirare Intimidire (Intimidation) contro una specifica CD, tirate semplicemente Intimidire contro la CD di Volontà del bersaglio. Chiaro e semplice... e un'altra grande idea ispirata da D&D 4e.
E ora i talenti! CI SONO TANTISSIMI TALENTI. Dopo lo shock iniziale di vedere tre pagine intere di tabelle di talenti, vedrete che sono stati divisi per abilità. Sarebbe stato carino se le tabelle avessero avuto un riferimento alla pagina per ogni voce. Inoltre, fate in modo di leggere l'introduzione all'inizio del capitolo dei talenti, dato che può essere difficile capire quali talenti possiate prendere.
Parte sei: equipaggiamento
In teoria, il sistema di Pathfinder usa la moneta d'argento (MA) come standard, ma buona parte dei valori sono segnati in monete d'oro (MO), persino il vostro equipaggiamento iniziale. Viene però segnato anche in MA se volete rinforzare questa economia. Suppongo che lo standard di monete d'argento non durerà molto in gioco.
E' stata cambiata la tradizionale scala di MO a cui eravate abituati. Un'armatura completa costa solamente 30 MO! Persino i cannocchiali, tradizionali sprechi di soldi, sono stati ridimensionati: la versione migliore costa solamente 80 MO. In generale, è stato tolto uno zero dai prezzi di PF2, cosa che non mi crea molti problemi.
La parte che ho meno amato del nuovo sistema di PF2 è l'Ingombro (bulk). Comprendo il concetto in teoria: certe cose sono più del loro peso materiale da trascinare in giro. Non mi piaceva in Starfinder, non lo gradivo nel Playtest e non lo amo ora, dato che punisce i personaggi marziali. Un set di armatura, uno scudo e una spada richiederanno metà della vostra capacità d'ingombro. Immaginando un personaggio che parta con forza massima, l'equipaggiamento da combattimento occuperà un quarto della vostra capacità di carico. Oltre a questo, il valore base di Ingombro per armi e armature serve per quando vengono IMPUGNATE; TRASPORTARLE aumenta l'ingombro. Sono certo che ciò sia realistico, ma chi teneva veramente conto del peso trasportato delle armature indossate?
Sono stato scioccato dallo scoprire che uno spadone usa un D12 ora! La decisione tattica tra il dado più grosso e quello più consistente è scomparsa! Questo significa che, viste le nuove regole sull'aumento dei dadi, i guerrieri con una grossa arma sono decisamente svantaggiati.
Scommetto, inoltre, che i nuovi giocatori provenienti da D&D 5e verranno sorpresi dal fatto che le armi "accurate" e quelle a distanza non sommano la Destrezza al danno. Forse avrebbe reso l'intero stile di combattimento sbilanciato, ma sarà comunque scioccante.
Le armi hanno, inoltre, una serie di qualità speciali ed effetti dati dai colpi critici. Se fate parte della vecchia scuola delle armi ad asta o vi piace spendere tempo su una wiki a leggere informazioni sulle armi medioevali, suppongo che questa parte vi piacerà. Personalmente penso che sia eccessiva. I risultati tattici sono carini, quindi penso che il risultato netto per le armi sia incerto.
Questo è un dettaglio minore, ma se il manuale deve spendere mezza pagina nella sezione delle armature per dedicarla ad una illustrazione, questa non dovrebbe essere dedicata alle cose che vengono descritte poco sopra? Kyra non è molto esemplificativa delle armature oltre al cuoio borchiato sommerso nei vestiti. E non avrei saputo il nome di Kyra se non l'avessi cercato su Google! Mi mancano i giorni dei testi descrittivi che collegavano le immagini a quello che veniva descritto e davano personalità ai personaggi illustrati.

Parte sette: incantesimi
Il lancio di incantesimi è la parte più spinosa di ogni GdR fantasy e buona parte del problema si riduce a quanto bene funzionino nel caos dei giochi casalinghi. Una buona parte della complessità degli incantesimi di PF2 è ciò che io chiamo la "zuppa di etichette". La zuppa di etichette è il "menu" trovato all'inizio di ogni blocco statistiche di PF2 e diventa stancante dopo le prime interazioni. Gli incantesimi, le armi, le capacità dei personaggi, i talenti... è utile dalla prospettiva dei designer, ma può spaventare i nuovi giocatori.
Uno dei problemi di D&D 5E è che lanciare un incantesimo ad un livello più alto di quello base non ha una differenza significativa sull'effetto dell'incantesimo. Dopo un paio di calcoli con alcuni degli incantesimi di danno di PF2, questa problematica non si ripresenta con questi incantatori!
Gli Incantesimi Focus (Focus Spell) sono ora disponibili solamente attraverso certi privilegi di classe e i loro slot di incantesimo possono essere ricaricati spendendo 10 minuti a meditare. Permettono di avere accesso ad alcune delle più iconiche abilità di classe, come l'ispirazione bardica o i poteri ki del monaco. Fortunatamente, questi incantesimi hanno il loro spazio personale in questo capitolo: sarebbe stato un incubo trovarli se li avessero mischiati con la lista generale degli incantesimi.
Gli incantesimi rituali (ritual spell) richiedono almeno un'ora per essere lanciati e hanno altri requisiti, più specializzati ma non richiedono di possedere abilità da incantatore per essere lanciati. Mi piace l'idea che un gruppo di cultisti idioti provi ad usare un rituale che non potrebbero portare a termine, ma sfortunatamente i rituali richiedono un livello minimo per il leader. Fortunatamente è una regola facilmente ignorabile.
Il mio punto finale sugli incantesimi è un problema con le componenti. Un certo numero di incantesimi richiede delle componenti materiali, ma nulla ci dice quali siano le componenti e come possano essere ottenute, oltre ad una generica frase su come tutte le componenti si trovino in una borsa per le componenti degli incantesimi (spell component pouch). Non ho problemi nell'eliminare le limitazioni meccaniche dei materiali delle componenti: anche D&D 5E lo ha fatto, dato che esse sono state sostanzialmente ignorate da quando sono state inventate. Ma se è questo il caso, perché aggiungere le componenti materiali? C'è quanto meno dell'ironia in come D&D 5e comprenda tra le componenti una piccola crostata e una penna d'oca, ma se non vengono neanche segnate, le componenti materiali diventano unicamente un altro osso nella "zuppa di etichette" di sopra.

Parte otto: l'ambientazione
Non ho molto da dire su questo capitolo, dato che i veterani sapranno già più di quanto è stato scritto qui. Questo capitolo potrebbe rendere i nuovi giocatori eccitati dall'idea di giocare in una regione fantastica, ma lo spettro di un mare di supplementi annega ogni possibile divertimento che io possa trovare nella mia curiosità verso l'ambientazione. Vista la mia esperienza con PF1, ogni sottosezione sembra la promessa per un supplemento di venti/quaranta pagine. Per avere un'immagine completa di Golarion dovremo comprarli tutti!
Parte nove: il sistema di gioco
Ho menzionato in precedenza il sistema delle tre azioni, e viene approfondito principalmente in questo capitolo. E' una interessante scelta di design che permette un po' di flessibilità extra su ciò che potete fare in un turno. Detto questo, non posso immaginare come potrà fornire esperienze molto differenti nella pratica. Specie considerando che gli scudi richiedono un'azione per essere alzati, che le penalità per il multiattacco scoraggiano più di uno o due Colpi per turno prima dei livelli più alti e che i personaggi dovranno muoversi per raggiungere i loro bersagli. La maggior parte degli incantesimi richiede due azioni per lanciarli, cosa traducibile, in termini di PF1, nell'equivalente di una azione standard, di movimento e una veloce.
Il sistema dei PE è stato completamente revisionato: ora sono necessari 1000 PE per passare da un livello all'altro, con i mostri e le sfide che offrono un numero variabile di PE sulla base del rapporto tra il loro livello e quello del gruppo. Questa parte mi piace! Rende la costruzione degli incontri molto più semplice per i DM. Avere i PE relativi ad ogni sfida dovrebbe anche permettere di retribuire più facilmente i PG per le situazioni sociali o di esplorazione, dato che potete semplicemente basare i PE sulla base delle CD del livello di sfida.
Trovo divertente che ci sia un riquadro di mezza pagina che dice in una maniera estremamente cortese "fate silenzio e ascoltate il vostro DM" e "smettetela di attaccarvi ad ogni parola scritta nel manuale".
Questa sezione del manuale dimostra anche le ispirazioni di PF2 dagli altri sistemi. I danni persistenti (persistent damage; ossia dei danni subiti alla fine di ogni turno, che possono essere fermati superando una prova senza modificatori) sono molto simili ai danni continuati di D&D 4e, e gli effetti di fortuna e sfortuna (tirare due d20 e prendere il risultato migliore/peggiore) sono certamente ispirati da svantaggio e vantaggio da D&D 5e. Non credo che questi effetti appariranno spesso nel gioco, ma apprezzo che i designer abbiano incorporato utili meccaniche dagli altri sistemi.
Il problema delle aree di minaccia e della portata di PF1 è scomparso, per fortuna. La distanza di caduta è grossomodo coerente alla realtà in base a dei veloci calcoli fisici, mentre i danni da caduta sono ora un numero piatto - con un massimo di 750 danni! Cavoli tuoi, barbaro di livello alto! Al contrario, non capisco per quale ragione i danni da Sanguinamento (Bleed damage) siano stati segnati in una colonna a parte dopo quelli da energia, allineamento, mentali e da veleno, quando viene detto subito prima che non sono altro che dei particolari danni fisici.
Infine, un paio di note per i DM prima di finire con il Manuale Base: in caso di parità, I MOSTRI HANNO LA PRECEDENZA IN INIZIATIVA! Inoltre i danni dei pericoli naturali (tempeste, valanghe, incendi, lava...) sono stati standardizzati per semplicità. Meno male!

Parte dieci: il Bestiario
Ci stiamo spostando alla seconda parte di questa recensione. Avete capito bene, il Manuale Base e il Bestiario vengono recensiti insieme! Prendetevi una pausa, un po' d'acqua, rilassate le vostre spalle e distendete le vostre mascelle. Abbiamo praticamente finito!
Se avete letto il Manuale Base in una sola botta, il Bestiario non sarà un grosso problema. Molto del materiale del Bestiario segue gli schemi del Manuale Base in termini di blocchi statistiche e di "zuppa di parole chiave" e, in caso vi dimentichiate qualcosa, c'è una fantastica introduzione per rinfrescarvi le idee.
Ciò che risalta immediatamente è come la Paizo voglia ricordare che queste creature NON siano i mostri di D&D. Si può notare questa scelta nella descrizione, nelle abilità e nei poteri del mostro. E' particolarmente evidente con i nomi dei mostri, dove un mostro relativamente iconico ha ottenuto un nuovo nome specifico per PF2 come descrittore primario... per poi trovarsi con quello di D&D usato nella prima linea del testo descrittivo. Penso che sia stato fatto così in modo che i vecchi nerd come il sottoscritto possano collegare il nuovo mostro con quello vecchio, ma mi sembra superfluo. Difendi le tue scelte, Paizo!
Avrete modo di osservare una piccola gara al rialzo qui e lì. Pensavate che gli aboleth di D&D fossero fastidiosi? Lo sono anche in Pathfinder e sono solamente dei PESCIOLINI in confronto ai SUPER ABOLETH con un nome più mitico come MAESTRO VELATO (Veiled Master)! Pensavate che i lich fossero troppo potenti? Sono solamente di livello 12! Sapete cos'è invece veramente potente? L'unico signore dei demoni con delle statistiche dopo dieci pagine spese a parlare di quanto i demoni e i loro signori siano epici.
Parlando dei demoni, gli unici due demoni con un aspetto non mostruoso sono rappresentati con un aspetto femminile e sono le rappresentazioni della Lussuria e dell'Orgoglio. Sì, la descrizione di entrambe le creature spiega come il loro sesso sia arbitrariamente scelto dagli stessi demoni e sì, sono vestite con molta grazia; ma penso che sia un passo falso ai giorni nostri. D&D 5e non è perfetta in questo senso, ma almeno mostra versioni maschili e femminili delle succubi sullo stesso livello e ugualmente gradevoli. In maniera simile, le pagine sulla cultura orchesca non fanno nulla per diminuire il loro ruolo di problema stereotipato.
L'ossessione della Paizo per i layout a pagina piena svantaggia qualche mostro nel Bestiario, soprattutto gli Incubi. Queste povere bestie hanno una descrizione composta da una sola frase prima dei blocchi delle statistiche.
Ci sono poi un paio di voci del Bestiario che praticamente GRIDANO affinché esca un supplemento per renderle ascendenze giocabili, soprattutto ora che i goblin sono parte della "squadra base". Non sarei sorpreso se i felinidi (catfolk) - che non sono assolutamente i tabaxi di D&D 5E - diventassero un'ascendenza giocabile in futuro, con gli orchi a ruota. Questo spiegherebbe, inoltre, perché gli ogre siano più muscolosi e puliti nell'illustrazione: potrebbero diventare una ascendenza giocabile, quindi PF2 evita di rappresentarli come maiali sgraziati.
Come perla finale alla conclusione del Bestiario, gli sviluppatori hanno aggiunto un riquadro in cui mettono in chiaro che gli squali non attaccano l'uomo e che la loro pericolosità viene esagerata dai racconti dei sopravvissuti - ottimo lavoro, Paizo! Un altro punto a segno!
Conclusione
Per quante cose io abbia scritto sul Manuale Base e il Bestiario di PF2, ci sarebbe ancora molto di cui discutere: vi invito quindi a dargli una occhiata e a dirci cosa ne pensate! I designer hanno messo molta cura nella sezione introduttiva in modo tale da essere sicuri che sappiate cosa state leggendo quando aprite il manuale di PF2 e la Paizo ha chiaramente imparato dai migliori, compreso PF1, quando si parla di bilanciamento del nuovo sistema. Ci sono un paio di problemi, ma complessivamente mi pare un'ottima aggiunta al pantheon dei GdR da tavolo e un grande modo per dare inizio a una nuova ossessione riguardante nostro passatempo preferito.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/its-finally-here-the-pathfinder-2e-review.666526/
Read more...

Agganci per le Avventure - La Banda delle Piume Grigie

Articolo di J.R. Zambrano del 17 Luglio 2019
Cosa fareste se scopriste che qualcuno sta facendo azioni eroiche in vostro nome? E cosa farebbe un gruppo di avventurieri in quel caso....
Cosa rende qualcuno un eroe? Quello che ha davvero fatto o quello che le persone pensano che abbia fatto? Quando un gruppo di avventurieri torna in città per godersi l'oro duramente guadagnato e si trova ad essere lodato per qualcosa di non fatto da loro sorge la domanda "qualcuno ha rubato la nostra identità?" La Banda delle Piume Grigie è un avventura per PG di livello 3-5.

Camminare attraverso l'affollato mercato è come venire schiacciati attraverso un setaccio. La piazza è fitta di persone in egual misura impegnate a vendere, comprare e scambiare. Il pungente aroma della "cucina" lucertoloide si spande nell'aria, accompagnato da varie grida che pubblicizzano i migliori prezzi di sempre. Sarebbe un giorno come tutti gli altri se non fosse che i passanti continuano a ringraziarvi per cose che non avete fatto.
In una città affollata i giocatori stanno cercando di spendere il loro denaro duramente guadagnato, ma si trovano improvvisamente davanti ad un dilemma. Gli abitanti della cittadina continuano a ringraziarli per cose che non hanno fatto. La cosa sicuramente ha i suoi vantaggi, ma cosa si cela dietro questi eventi loro attribuiti senza ragione? Delle memorie mancanti? Una manipolazione mentale? O qualcosa di ancora più sinistro? Quale che sia la ragione i PG devono scavare a fondo.

I PG sono degli eroi di una certa fama. Pare sensato che voci delle loro imprese si siano diffuse, ma questo è qualcosa di diverso. Mentre camminano per strada le persone li ringraziano per ciò che hanno compiuto, il problema è che parlano di azioni che i PG non hanno compiuto: un fornaio li ringrazia per aver ritrovato il suo cimelio di famiglia; un venditore di cibo di strada li ringrazia per aver scacciato lo spettro che infestava la sua cucina. Tutte imprese che pare abbiano compiuto durante la loro avventura precedente.
Raccogliere informazioni su "loro stessi" rivela ai PG una serie di azioni eroiche svolte nel corso delle ultime due settimane. Dei giocatori accorti potrebbero anche scoprire notizie su una serie di furti che ha piagato la cittadina nel corso dello stesso periodo. Questi due fatti paiono scollegati. Con un po' di fortuna i PG riescono a seguire le proprie tracce fino ad una dimora nella parte più facoltosa della cittadina. Sembra che "gli eroi" abbiano occupato una piccola villa ridecorandola con le proprie insegne araldiche e con alcuni seguaci fedeli, che accolgono calorosamente gli avventurieri, come se non ci fosse nulla di strano.
All'interno del maniero ci sono kit per il camuffamento, pergamene di illusioni e altri ammennicoli che svelano quali metodi i colpevoli hanno usato per impersonare il gruppo. Sempre qui i PG troveranno indizi (forse per la prima volta) che queste attività sono state usate per nascondere una serie di furti. In base a quanto saranno bravi in queste ricerche scopriranno il prossimo bersaglio dei loro doppelganger: una carrozza piena di gioielli che dovrà passare in città.
Tutto questo culminerà in una rapina al chiaro di luna, con forse un'imboscata e una controimboscata (non si sa mai) che si trasformerà in un inseguimento attraverso la città. Durante l'inseguimento la cittadina verrà colpita da un vero disastro (vedi sotto) e i giocatori dovranno allearsi con i loro doppioni per mettere a posto le cose. Nello scontro seguente gli avventurieri potrebbero scoprire di aver ispirato del vero eroismo nelle loro controparti ladresche - ottenendo potenzialmente degli alleati o degli avversari in base a come finiranno le cose.
Leggete qui sotto per ulteriori dettagli oppure scorrete fino alla fine per le statistiche necessarie.
Reparto Pubblicitario
Le Piume Grigie sono un banda di ciarlatani che ha sentito parlare di recente delle imprese dei PG. Puntando a sfruttare tale buona nomea, le Piume Grigie hanno usato trucchi e magie per assumere l'aspetto dei PG e si sono messi in moto per farsi apprezzare. Ma dato che essere dei veri eroi è un lavoro duro, hanno fatto in modo di creare i problemi da risolvere (usando luci danzati per far sembrare che un negozio fosse infestato, evocando dei mostri da poi sconfiggere...) di modo da poter uscire dalle ombre per salvare la cittadina e vincere l'affetto degli abitanti.
Ma li hanno anche derubati quando possibile. Stanno progettando di derubare una carovana piena di gemme naniche e i loro furti recenti danno indicazioni sulla cosa. Hanno di recente svaligiato il negozio di un alchimista rubando scorte per creare fuochi dell'alchimista e bombe fumogene (per nascondersi). Hanno esplorato un'area poco fuori città, dove hanno sconfitto una banda di goblin, da dove dovrà passare la carovana. Tuttavia hanno iniziato ad....apprezzare i benefici e l'apprezzamento che la loro facciata di eroismo ha portato loro. Dei personaggi persuasivi potrebbero convincerli ad abbandonare una vita da criminali (vedi sotto).
Le azioni dei "grandi eroi" sono tutto ciò di cui si parla in città quando i PG vanno al mercato. Tra le grida dei venditori possono notare che hanno attirato l'attenzione di alcuni abitanti. Uno ad uno tutti coloro che credono di essere stati salvati da questi eroi si avvicinano e li ringraziano.

All'inizio sono ringraziamenti generici, un'occasione in cui i giocatori si possono sentire riconosciuti (forse per la prima volta) per le proprie imprese. Potrebbe anche essere offerto loro del denaro ma, man mano che i ringraziamenti diventano sempre più specifici, diventa chiaro ai PG che le imprese di cui vengono ringraziati sono cose con cui non hanno avuto a che fare. Sentitevi liberi di rendere più specifiche anche le "ricompense": si tratta di un'ottima scusa per tirare fuori alcuni degli oggetti più ignorati delle tabelle dell'equipaggiamento, i beni da scambio. Come ringraziamento per aver scacciato un misterioso spirito, un contadino potrebbe offrire delle galline di prima scelta ai PG. Un sarto potrebbe offrirsi di creare per loro degli abiti, un vinaio potrebbe regalare loro un barile di vino per aver scacciato una banda di goblin...e così via.
Man mano che diventa chiaro che i PG non hanno fatto le cose che gli abitanti dicono abbiano fatto la cosa inizia ad essere notata. Potrebbe venire chiesto loro "sembrate confusi" oppure "non vi ricordate?". Spetterà quindi ai PG di scoprire cosa è successo nelle ultime due settimane.
Seguire le Tracce
Ecco cosa i personaggi potrebbero provare a scoprire su "loro stessi".
Tirare le fila degli eventi potrebbe non essere semplice, non tanto perché le informazioni sono difficili da reperire, ma perché gli abitanti del villaggio tendono ad ingigantire le storie. Servirà una prova di Intuizione con CD 13 per distinguere la verità dalla finzione. Un successo su questa prova rivela un dettaglio interessante: all'inizio gli "eroi" chiedevano senza problemi delle ricompense, ma di recente stanno rifiutando ciò che viene offerto loro.
I PG possono girare per taverne e mercati e fare una prova di Investigare con CD 9 per scoprire gli ultimi quattro atti di eroismo. Una battaglia con dei mostri vicino al negozio di un alchimista, una battaglia con dei fuochi fatui nei pressi della caserma delle guardie, il salvataggio dei clienti di una locanda che aveva preso fuoco e uno scontro con dei razziatori goblin poco fuori città.
Dei PG che tentano la prova di qui sopra e superano anche una CD di 17 scoprono anche la vera natura dei suddetti eventi. I mostri al negozio dell'alchimista sono spariti quando sono stati uccisi (come dei mostri evocati); c'erano solo quattro fuochi fatui che non hanno fatto del male a nessuno (e che si comportavano in maniera simile a delle Luci Danzanti). La taverna è davvero bruciata e c'è stata davvero una battaglia con dei goblin fuori città.
I PG possono chiedere alle guardie (a loro grate) informazioni sulle proprie attività. Scopriranno (senza tirare, ma attirando magari sguardi perplessi) della battaglia con i fuochi fatui e dello scontro con i goblin.
In ogni caso durante le loro investigazioni i PG incontreranno Servin Dran, un uomo che afferma di essere il loro scudiero. Li informa con aria colpevole che ha speso troppo tempo in una taverna lì vicino, ma che ora sta tornando alla base per accudire i cavalli...e si offre di portare i bagagli dei PG mentre ci fanno rientro per scusarsi. Questo porta i PG alla base delle Piume Grigie.
Il Maniero delle Piume Grigie
Il maniero è piccolo ma riccamente decorato. Le Piume Grigie si sono veramente sbizzarrite nel loro impersonare i PG. Hanno sviluppato una stemma araldico legato ad un'impresa per cui i PG sono celebri e l'hanno messo in mostra ovunque possibile. Ecco una piccola lista dei loro servitori:
Servin Dran, uno scudiero pigro, ma di buon cuore Dorlan Elke, l'ossequioso maggiordomo della dimora Nalia Terk, una cuoca di recente assunzione
Essi accolgono gli eroi nella "loro dimora". Mentre sono al maniero i giocatori sono liberi di fare ciò che vogliono, dopotutto tecnicamente è loro. Le camere sono arredate semplicemente, ma con letti confortevoli. I giocatori che hanno saputo della serie di furti noteranno che alcuni degli oggetti rubati si trovano qui. In una delle stanze i giocatori troveranno una lettera che ringrazia "I grandi eroi" di aver salvato la famiglia di uno degli abitanti del villaggio durante la razzia dei goblin. La lettera è spiegazzata ed è stata chiaramente aperta e richiusa molte volte. Come se chi l'ha letta non riuscisse a buttarla via.
Nascosti nelle stanze (Investigare CD 10) i giocatori possono trovare tre kit di camuffamento e cinque pergamene di camuffare sé stessi. Trovano anche un libro mastro che descrive una spedizione di gemme da una miniera nanica: una spedizione che deve arrivare quella notte stessa.
I PG che riescono anche in una prova di Investigare CD 15 trovano un manifesto da ricercato di un regno vicino riguardante la banda delle Piume Grigie (vedi sotto), nascosto assieme ad un sacchetto di gemme del valore di 75 mo e un set di dadi truccati (che offrono vantaggio alle prove quando usate, ma il cui uso può essere scoperto con una prova di Percezione con CD 15).
Scontro al Chiaro di Luna
A seconda di come vogliono agire, i giocatori possono intercettare le loro controparti in due posti. Possono attendere nel maniero o nelle vicinanze, sperando che le loro controparti ci torneranno a breve con la refurtiva. Se questo è il caso, le Piume Grigie riusciranno a derubare la carovana e torneranno con una carro piena di gemme rubate. Dopo essere stati assaliti dai PG le Piume Grigie si ritireranno e tenteranno di fuggire dalla città con il carro.
I PG potrebbero anche voler intercettare i loro doppelganger alla carovana: nel libro mastro viene dettagliato il piano per assalirla, tra cui il luogo dove le Piume Grigie intendono portare a termine l'attacco. Se i giocatori decidono di recarsi sul posto, intercettano le Piume Grigie mentre stanno attaccando la carovana (e ottengono 4 alleati nanici nello scontro). Dopo essersi resi conto di essere in minoranza, le Piume Grigie tenteranno di prendere possesso del carro e di fuggire.

I giocatori possono gettarsi all'inseguimento (vedete le regole sulla GdDM per come gestire un inseguimento) e dopo tre round finiscono in mezzo ad un gruppo di goblin, bugbear e orchi (vedi sotto) che erano venuti a cercare vendetta.
Le Piume Grigie, realizzando la pessima situazione in cui si trovano, offrono ai PG un tregua finché i mostri non saranno sconfitti. I giocatori possono accettare (affrontando un incontro più facile) oppure gettarsi in un impegnativo scontro a tre fronti tra avventurieri, impostori e mostri.
Conseguenze
Dopo lo scontro le eventuali Piume Grigie sopravvissute dovranno rispondere per ciò che hanno fatto. Dei giocatori accorti avranno già notato che essi paiono essersi goduti l'agire da eroi (Intuizione CD 13) e potrebbero riuscire a convincere questi ladri di lungo corso ad abbandonare la vita da criminali, o quanto meno a mettere i loro talenti a disposizione del bene comune (Persuasione CD 11). Potrebbero anche catturare le Piume Grigie, che non sono interessate a combattere fino alla morte. In tal caso otterranno una ricompensa di 500 mo per ogni membro della banda catturato. E le Piume Grigie avranno dei nemici di cui ricordarsi.
Se le Piume Grigie riescono ad avere la meglio, o durante l'inseguimento o durante lo scontro con i mostri, il loro capo rivolgerà un saluto ironico ai PG mentre svaniscono nella notte con il carro di gemme.
In ogni caso questa banda di furfanti potrebbe diventare un elemento ricorrente nella campagna, sia come nuovi alleati che come spina nel fianco per i PG, pronti a strappare loro le luci della ribalta.
La Banda delle Piume Grigie
La Banda delle Piume Grigie è composta da quattro membri principali:
Artiglio (un ladro kenku che usa l'imitazione delle voci per raggiungere i suoi scopi) Chobal (un mezz'elfo mistificatore arcano specializzato nelle illusioni) Jurand Del (un umano bardo, esperto ciarlatano) Shavari Silverleaf (un guerriero elfo) Dovrebbero essere meno forti del gruppo, ma tenete da conto che non sono qui per uccidere coloro che potrebbero essere la loro fonte di sostentamento. Se necessario potrebbero ritirarsi prima che i PG li possano mettere alle strette. Se sono catturati si arrenderanno, sanno capire quando non c'è speranza.
Goblin, Orchi e Bugbear
L'incontro dovrebbe svolgersi come di seguito:
4-5 goblin per giocatore, 2-4 orchi per giocatore, 1 bugbear per giocatore.
Buone Avventure!
Link all'articolo originale: https://www.belloflostsouls.net/2019/07/adventure-hook-the-grayfeather-gang.html
Read more...

Ed Greenwood ci racconta come sono nati i Reami

Iniziare dall'inizio, dice la massima. Quindi iniziamo...Sì, sono colui che ha creato i Forgotten Realms. Nella lontana primavera del 1965. Sì avete letto bene, 1965, circa una decennio prima di D&D, che ebbe inizio nel 1974 e non fu noto al resto del mondo (ovvero tutti qui luoghi che non erano dei college nel Wisconsin e stati attigui) prima del 1975.
Avevo cinque anni, quasi sei. Ero uno di quei bambini che chiamano "ragazzi prodigio" e divoravo tutti i libri nella casa dei miei genitori. Come molti collezionisti di libri mio padre si era costruito i propri scaffali per i libri in modo da poterci mettere sopra il maggior numero possible di libri, togliendoli dalle pile di scatole che riempivano la cantina. Di conseguenza i libri erano divisi per dimensioni, il che implicava che un vorace giovane lettore poteva trovarsi davanti di tutto. Cosa che infatti capitò a me. Ogni genere di cosa da National Geographic del periodo della guerra, a romanzi investigativi tascabili in stile "regalane uno ad un amico in uniforme", a fantasy e science fiction. Moltissimo fantasy e sci-fi.
Furono moltissime le occasioni in cui corsi su per le scale, sventolando una nuova scoperta di cui mi ero innamorato e che avevo appena finito, gridando "Papà! Papà, dov'è il prossimo? C'è un seguito, VERO?
E mio padre, che conosceva i libri e il mondo delle riviste come pochi mortali che ho mai incontrato (e ho lavorato per 45 anni nelle biblioteche pubbliche) o mi indirizzava dove avrei potuto trovarlo o, molto più sovente, mi diceva qualcosa del tipo "Figliolo, questo scrittore è morto nel 1938 e non hai mai scritto un seguito per quel libro che io sappia, quindi se vuoi leggerlo dovrai scriverlo."
Al che io rispondevo "Okay! Bene!" e correvo di nuovo di sotto iniziando a scrivere. Storie vaganti, frammenti mai terminati e decisamente orribili, praticamente tutti quanti, ma mi divertivo e imparavo a scrivere nello stile di un autore e poi di un altro; di tutto da Lord Dunsany a J.R.R. Tolkien a E.E. "Doc" Smith.
E stavo scoprendo cosa mi piaceva davvero, che tendeva ad essere sword & sorcery oppure high fantasy od ogni sfumatura tra i due. Iniziavo ad inventare le mie storie, alcune delle quali furono trovate da mio padre, che le portava a lavoro e le leggeva ai suoi colleghi, che apparentemente le apprezzavano (dato che continuavano a chiederne altre; dopo un breve miscuglio di sparatoria ed inseguimento in macchina alla James Bond qualcuno chiese di avere una scena di sesso, al che mio padre rispose severamente "Ha CINQUE anni, signori!")
Pian piano iniziai a immaginare un mondo fantasy medievale misto al Rinascimento, collegato da portali alle ambientazioni di tutti i miei libri preferiti. Incappai nella novella Il Bosco oltre il Mondo di William Morris (e nelle sue altre opere), con la sua antica foresta piena di portali, che era diventata un crocevia tra molti altri mondi (passando attraverso due alberi nel giusto momento o canticchiando la giusta melodia o nella luce lunare e il prossimo passo si viene portati altrove), un'idea affascinante poi usata anche da molti altri scrittori (come per esempio C.S. Lewis per i suoi libri di Narnia).

Quindi scrivevo storie, principalmente per il mio diletto, di avventure in questa ambientazione fantasy ancora senza nome. Decisi che era "vicina" alla nostra Terra, ovvero collegata da molti portali, il che spiegava perché avevamo così tante leggende su draghi, vampiri e altre creature, ma non le incontravamo ogni giorno camminando per strada. Il traffico attraverso questi portali, una volta affollati e molto usati, si era man mano ridotto a quasi nulla, dato che i portali erano stati distrutti, dimenticati, "corrotti" per diventare magicamente pericolosi oppure erano sorvegliati da oscure società segrete che li usavano per il proprio tornaconto (sicuramente era così che i miei ricchi ed inquietanti vicini avevano fatto fortuna!). Quindi gli accessi a questo mondo fantasy erano stati dimenticati, erano dei "Reami Dimenticati".

Un'ambientazione di storie e non di gioco di ruolo, dato che l'unico gioco di ruolo che conosceva all'epoca era Kriegspiel, il gioco di guerra da addestramento ufficiali (mio padre era stato nell'esercito). Mi piaceva giocare e seguivo felicemente i libri di giochi di guerra di Donald Featherstone; quando D&D entrò in scena ci giocai ma lo trovai limitato (si trattava di un "facciamo che..." intorno ad un tavolo, ma con sufficienti buchi del regolamento da fare sì che si finiva inevitabilmente a litigare). Tuttavia quando uscì il Manuale dei Mostri e in seguito il Manuale del Giocatore fui folgorato (incantesimi Vanciani, dettagli sulla magia e le sue limitazioni, tutti i mostri delle leggende più altri nuovi ancora, il tutto già codificato! Sì!) e riscrissi tutto ciò che avevo nei Reami perché vi si adattasse. Da quel momento in poi D&D fu l'ancora e la spina dorsale della mia ambientazione, anche se non trovai nessuno con cui giocare, e la rivista nota come "The Dragon" era una fonte costante di ispirazione.

Ma mi sto portando troppo avanti naturalmente. Torniamo all'inizio dei Reami.

In mezzo a tutti i miscugli di esploratori spaziali che sparavano con dei blaster e di cavalieri donna in armatura che cavalcano per uccidere dei draghi, stavo timidamente costruendo un mondo. Non come farei ora, valutando le cose con calma, creando mappe e costruendo fin dall'inizio trame e conflitti, ma scrivendo piccoli racconti e frammenti che mi fornivano degli scorci di questo luogo speciale.

Questo avveniva attraverso delle vivide immagini mentali che mi apparivano in sogno o quando lasciavo vagare la mente. Il mio primo scorcio in assoluto dei Reami fu quello di una radura di una foresta da clima temperato, durante l'inverno e di notte, con la neve che cadeva piano. Una donna solitaria con lunghi capelli argentei - capelli di un argento metallico, non quelli grigio-bianchi di un anziano - sedeva vicino ad un piccolo fuoco che aveva chiaramente acceso da sola, suonando un'arpa. E nell'oscurità degli alberi intorno a lei facevano capolino, riempiendo lo sfondo, le molte paia di occhi luccicanti di tutti gli animaletti che aveva attirato suonando l'arpa e che stavano ascoltando.

Dopo di che, sempre da quegli stessi alberi, a sua volta attirata dalla musica dell'arpa, arrivava camminando leggiadramente un'altra donna, alta e con gli stessi capelli argentei, che si univa alla prima.

Non sapevo i loro nomi ancora, ma sapevo che erano sorelle. Volevo sapere disperatamente di più su di loro, quindi iniziai a scrivere.

Non sapevo ancora che qualcun altro, che già era in agguato e avanzava ansimando tra le foreste selvagge della mia immaginazione sbattendo gli stivali, aveva altre idee. Il suo nome era Mirt il Prestasoldi e avrebbe spinto via quelle due donne, e le loro altre sorelle, per diventare la mia guida nei Reami Perduti.

Lo incontreremo la prossima volta. Quando lo faremo, tenete bene d'occhio ciò che state bevendo.
Link all'articolo originale: https://www.enworld.org/threads/ed-greenwood-how-the-realms-began.666535/
Read more...
Bomba

Capitolo Ventisei – Una finestra che si affaccia ad Oriente

Recommended Posts

Capitolo Ventisei – Una finestra che si affaccia ad Oriente

La necessità di riunire i tredici Eroi dell'Occidente, nome che veniva più spesso utilizzato dagli abitanti di Arth per indicare il gruppo di avventurieri che fungeva da portabandiera per la guerra che stava avvenendo, richiedette tre ulteriori giorni e la collaborazione di Eipherys Silverstar.

Non ci fu quindi da stupirsi se i primi a giungere in carrozza al punto di incontro a Saikai, furono coloro che vennero accompagnati sulla costa dal druido Gargamellor e dalla sua compagna animale, il capodoglio Celestina. Il mentore di Winn'Ier diede la sua parola di riportare sani e salvi i prigionieri salvati, poco prima che il gruppo venisse raggiunto da un gruppo di samurai, i guerrieri scelti al servizio dello shogun Nichiya Kosuke, affinchè li scortassero sani e salvi a quella che fungeva da capitale pro-tempore.

Kirigashima era infatti la seconda città più popolosa di Saikai, l'ampia regione costiera del Continente Orientale, riconquistata a fatica dalle truppe dello shogun solo dopo che esse avevano ottenuto il supporto di un nutrito gruppo formato da ottocento uomini dei Fiordi, cinquecento dei Dragoni di Acquastrino, seicento fanti da Scogliera Argento, mille uomini dell'esercito di Arcoria e altrettanti da Garnia, oltre a duecento panettieri da Brughioro. Per quanto le battaglie avessero portato anche la necessità di molte riparazioni, quando il primo gruppo di avventurieri giunse, la nuova capitale sembrava aver già risolto il grosso dei problemi. Riconoscibile artisticamente per i particolari tetti in tegole e le abitazioni che si sviluppavano molto più in verticale rispetto ad Occidente, Kirigashima offriva uno spettacolo esotico per chiunque non fosse mai giunto in quel lontano paese.

Kirigashima (vista serale)

Spoiler

image.jpeg.ed00200c0a22a6b107f810e6f8f30163.jpeg

Gli impegni dello shogun per consolidare gli instabili confini del suo stesso paese, in piena guerra contro le interminabili ondate nemiche, costrinse il gruppo di eroi ad aspettare più del dovuto. L'attesa non fu comunque dettata dalla noia, poiché offrì l'occasione a Clint, Oceiros, Seline, Celeste, Zhuge e Thorlum di visitare la grande città, in cui gli abitanti dagli occhi a mandorla sembravano api industriose. Ma pure il loro attaccamento alla tradizione, ai kimono e al loro dialetto che a volte rendeva difficile capirli, era solo una falsa impressione di quello che era un carattere molto educato e al contempo riservato. Gli stranieri non avrebbero saputo dire se ciò rappresentasse una effettiva apertura verso l'Occidente, ma a discapito di quale fosse il loro pensiero, la guerra sembrava non creare distinzioni di razza e i mercanti si dimostrarono tutti ben disponibili a fare affari con i nuovi venuti. Le bancarelle variavano da semplici souvenir a abiti di foggia locale, da specialità locali (che ebbero modo di conoscere bene) ad oggetti volti alla guerra come armi e armature elaborate secondo la tradizione di quel continente, costruite e trattate in ogni singolo dettaglio, come se il loro artigiano cercasse la perfezione in ogni gesto e in ogni singolo componente.

Il terzo giorno, accolti da una calca di bambini e curiosi, giunsero anche Chandra, Bjorn, Trull, Winn'Ier, Sharifa, Golban e Tom Po, i quali ebbero presto l'occasione di reincontrarsi per strada con i propri compagni. Essi poterono godere delle stesse novità che si erano presentati agli occhi dei compagni, che poterono guidarli tra i venditori di dango e tè verde, okonomiyaki, onigiri, ramen, soba, udon, sashimi e banane glassate ricoperte di zucchero servite su un bastoncino. Era una cucina molto diversa da quella a cui erano abituati, che giustificava le immense risaie che erano visibili dai punti più alti della città, sconfinate come i campi in cui crescevano il resto dei frutti che nutrivano quel grande e rigoglioso paese.

Coloro che erano giunti da più tempo avevano avuto modo di dormire presso le ampie stanze degli ospiti predisposte dallo shogun Nichiya, il quale finalmente ebbe il tempo di palesarsi a loro quando furono chiamati a cena. La presenza di così tanti eroi aveva spinto i cuochi di corte a offrire una offerta completa delle pietanze che avevano preparato, un menù di più di cento portate diverse che offrivano un vero e proprio ventaglio alimentare del Katai e che comprendeva anche molti piatti fritti andare a braccetto con il pesce crudo che era una componente importante. Bizzarra tradizione locale, al posto delle usuali posate vi erano solo una coppia di bacchette. I bagagli vennero portati alle stanze singole in cui ognuno poteva dormire, le cui pareti erano in cartapesta e le porte fatte in un leggero legno e binari su cui esse scorrevano all'apertura. Come letti vi erano dei giacigli noti come futon.

Al momento della cena con i suoi illustri ospiti, lo shogun Nichiya Kosuke fece il suo ingresso. A discapito dei regnanti giovanili cui erano stati abituati (con la sola eccezione di Augustus Mac-Tir), lo shogun pareva assai avanti con l'età, un vegliardo pelato e con una lunga barba e baffi grigi, la schiena curva sotto il peso dell'età.

Nichiya Kosuke

Spoiler

image.thumb.png.614affe918d9d070c5cdba6d033afb21.png

Dopo un inchino da in piedi, egli si rivolse ai suoi ospiti Possiamo sederci disse dando così il via alla cena A quanto ho potuto capire, molto vi devo per l'aiuto che ho ricevuto. Sono addolorato che dobbiate visitare il mio paese in questi tempi. Prima della guerra Saikai era una rara gemma di bellezza, un paese in cui anche il più povero poteva portare cibo in tavola. Adesso non sempre è così e io stesso cerco di rinunziare a quello che posso, se può servire ad altri. Non fraintendetemi disse lo shogun sollevando lo sguardo e osservandoli con occhi a mandorla svegli e attentissimi Quello che non vi sentirete di mangiare non verrà buttato, ma verrà donato ai più poveri e alla mia fedele servitù.

Lo shogun Nichiya Kosuke parlò quindi in tono pratico agli avventurieri So che vi siete reincontrati solo oggi, quindi cercherò di riassumere le notizie che siamo riusciti ad ottenere. A nord-est di qui, nelle pendici sud di Ezo, sorge il Picco del Dolore. Non è una località interessante, anzi è spoglia e arida, solcata solo da venti freddi. All'interno di quella montagna, a quanto ci è stato detto dal generale Yodogawa Hisashi, sorge il complesso in cui vengono creati i ferrotitani, mostruosità partorite dall'unione di ferro, tecnologia del vapore e magia. Mostruosità capaci di abbattere interi eserciti e la cui potenza nello scacchiere della guerra è assai grande lo shogun bevve una tazza di zuppa per poi proseguire Io e i miei strateghi stiamo elaborando varie possibilità sulla base delle poche informazioni a nostra disposizione. So che i vostri sovrani erano soliti inviare piccoli gruppi, ma data l'importanza di questa missione abbiamo convenuto che non saranno sufficienti solo alcuni di voi. Ci servirete tutti per questa importante missione di infiltrazione e spionaggio che precederà il vostro ingresso in guerra.

Lo shogun rimase in silenzio, per dare l'occasione agli avventurieri di porgli le domande e conversare tra di loro. Per suggellare il suo momento di ascoltò, battè le mani per chiamare una delle sue ancelle, una graziosa e giovane coppiera mezzelfa che quando ebbe modo di vedere gli eroi finì per far cadere a terra la propria brocca, lo sguardo trasecolato fisso su Bjorn Havardsson.

Nonostante il kimono che indossava e l'assenza delle percosse che aveva visto al loro primo incontro, egli riconobbe subito Vaiara, la mezzelfa che aveva salvato quattro anni prima.

x tutti

Spoiler

 

Il limite di mo a Kirigashima è di 200.000mo.

Tutti i pg sono saliti al livello 15. I giocatori hanno tempo cinque giorni per effettuare il level up delle proprie schede. Chi non rispetterà tale scadenza non salirà di livello.

Checkpoint nella notte tra il 24 e il 25 agosto per le azioni/interazioni dei pg.

Come ad ogni capitolo taggo tutti i partecipanti (consiglio l'iscrizione al capitolo per non perdersi neanche un aggiornamento)

@SassoMuschioso  @Fezza @Ghal Maraz @Minsc  @PietroD @Nightmarechild @Zellos @Ian Morgenvelt @Organo84 @Nilyn  @AndRe89

@Pippomaster92  @Plettro

 

 

  • Like 3

Share this post


Link to post
Share on other sites

Zhuge Liang

La città d'oriente

L'arrivo nella città orientale fu per Liang un momento agrodolce: fu felice di rivedere gli abiti, le architetture e i volti della sua infanzia e giovinezza, ma l'ombra della guerra rendeva tutto meno piacevole, come un'attesa snervante. Mentre raggiungeva il palazzo, Liang osservò le condizioni dei cittadini e delle forze alleate giunte in città.

Il banchetto

Liang si rivolse allo Shogun, dopo essersi inchinato con deferenza. Nobile signore, vi siamo grati per le vostre parole ed il vostro aiuto. Permettetemi una domanda: avete avuto notizie dell'Ordine della Fenice e del maestro Xiaou Dun? Certamente i miei confratelli stanno lottando duramente contro i signori della guerra e potrebbero essere molto utili nel controbattere alle forze di Ishibura.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

Il mezzelfo fu lieto di vedere i propri compagni, tornati dalla loro missione. Non era ancora il momento di indagare su come fosse andata con l'Ordine e i suoi adepti, ma ci sarebbe stato tempo. Era già ora di fare onore all'ospite, alla sua accoglienza e alle sue parole.

“Nobile Signore, lasciate che vi ringrazi per quanto ci offrite, voi ed il vostro Paese. Dal canto mio, come Cavaliere e ciambellano di Firedrakes, ma anche come Trull Tanner, nato dai Forgiacciaio di Huruk-Rast, posso testimoniare che l'impegno ed il sacrificio delle vostre genti è ben noto, riconosciuto ed apprezzato. Ci impegneremo nella missione che ci attende con il consueto impegno e speriamo che il successo ci arrida. L'arte degli Schiacciagoblin ha purtroppo contribuito alla creazione dei ferrotitani, per tanto personalmente sento come un dovere di nascita quello di tentare di impedire il pericolo che l'opera di quei nani costituisce per le sorti della guerra ed il destino delle Terre che ci sono care.”

@ DM 

Spoiler

Trull prende un livello da Crusader ed il talento Extra Granted Maneuver: all'inizio della battaglia e ad ogni 'ricarica', le manovre sbloccate diventano tre.

 

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Ispirata Elocatrice) Eroe(Quori Du'ulora Furia Nera)

Kirigashima era la tappa che il gruppo avrebbe dovuto visitare per riunirsi coi restanti membri dei guerrieri di Firedrakes. L'esotica città ristabilì un po' di buon umore alla Borealis dopo gli eventi difficili avvenuti con l'Ordine Sinaptico: le tradizioni, le usanze ed i costumi erano sempre motivo di interesse per l'albina. Fu anche un sollievo sapere che Gargamellon non sarebbe stato con loro in quel soggiorno e che i prigionieri sarebbero stati scortati al sicuro. Sapeva anche quanto "staccare la spina" potesse aiutare e quella sembrava la situazione adatta. Durante i due giorni di pausa prima dell'arrivo degli altri la Borealis avrebbe cercato di trascinare la compagna e l'occultista a far compere, provando i costumi locali (in particolare i kimono) e scegliendone uno a tema floreare per sè. Oltre a questo si allietò cercando di assaggiare le pietanze locali  assieme a Seline ed Oceiros.

X DM

Spoiler

Vendo:

-Bracers of Blinding Strike 2500mo(5000)

-Cristalli Psicoreazione x2 1125mo(2250)

Compro:

-Greatreach Bracers 2000mo

-Kimono 50mo

 

L'alloggio offerto dallo shogun ebbe anche modo di ridare a Celeste un riposo decente rispetto quello passato sopra la balena ed allo stesso modo le diede l'occasione di poter parlare tranquillamente con la propria consorte.

Seline

Spoiler

Non ne abbiamo discusso granché... Disse l'elocatrice mentre seduta sopra il materasso cercava una posizione comoda. Come stai? Dopo tutto quello che è successo con Mordecaie Lucrecia... Ne vuoi parlare? Chiese squadrando il volto della tiefling per capirne le espressioni. Dopodichè con un sorriso si alzò, dando poi alla moglie una leggera gomitata sul fianco. Sai scambiarsi baci appassionati mentre siamo sott'acqua e circondati dai mostri è piuttosto pericolo, non trovi? Scherzò per poi alzare l'indice in direzione delle labbra  della compagna. Non serve che rispondi... L'importante è che siamo uscite da quella situazione e che in futuromo avremo modo di rimetterci sulle loro tracce insieme.

 

Il terzo giorno finalmente gli altri membri del gruppo riuscirono a raggiungere Kirigashima. Ed in quella occasione lo shogun ebbe modo di presenziare alla riunione generale. Dopo essere stati avvisati delle condizioni del paese gli eroi vennero messi al corrente dell'esistenza dei ferrotitani. Uh? Non ho mai sentito nulla del genere Celeste. Bhe nemmeno io... Osservò con aria confusa Trull per chiedere Scusate la domanda... Ma questi titani sono davvero così determinanti? Prima d'ora non eravamo mai venuti a conoscenza di queste creazioni. Da come ne parlate sembra siano più pericolosi  di qualsiasi arma o esercito a disposizione dei soldati del Katai. Chiese ingenuamente rivolta ai suoi compagni.

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente)

L'arrivo nel Katai fu sorprendente: aveva sentito di quella terra solamente dagli skald della sua gente, con termini degni delle più grandi saghe. Si limitò quindi a sorridere ai vari mercanti, annuendo interessato alle loro proposte, nascondendo la sua evidente ignoranza: quei nomi gli parevano solo i suoni sgraziati prodotti dalla sua lama durante un allenamento. Vennero quindi condotti a corte, ma non fu certo in quel luogo che finirono le stranezze: le camere avevano delle pareti di cartapesta, che Bjorn rischiò di spezzare appoggiandovisi, e i letti erano simili ai giacigli che usava per accamparsi. Deve essere un modo per essere sempre pronti a partire... Una necessità delle guerra, poveretti. 
Lo shogun li invitò a tavola, dove ebbe modo di congiungersi a loro per la cena. Fu qui che arrivò il peggio: dovette provare a mangiare delle portate a dir poco inusuali con degli... spiedini? Li alzò perplesso davanti a sé, decidendo quindi di usarli nella maniera più opportuna: provando ad infilzare ciò che gli veniva messo nel piatto. Ci pensarono i loro importanti compiti a distoglierlo dall'imbarazzo: la loro futura missione sarebbe stata quella di infiltrarsi nel centro della produzione dei ferrotitani e sabotarla, così da colpire il loro nemico dritto al cuore. La ringrazio per le informazioni, Jarl di Saikai. Volevo chieder... Il guerriero fu costretto ad interrompersi per via di chi stava giungendo al tavolo: la guardò ad occhi sgranati e bocca aperta, incredulo di quella sorta di miracolo. Vaiara.... La piccola Vaiara... Era viva e stava bene. Non si trattenne e si alzò dal tavolo, lanciandosi ad abbracciare la mezzelfa. Vaiara! Che Woden sia ringraziato, sei salva! Non posso crederci... Non è possibile! Questo è un miracolo! Disse prima di rendersi conto della situazione sconveniente, staccandosi dalla mezzelfa e facendo un cenno di scuse allo shogun. Mi scusi, jarl, ma Vaiara è una vecchia conoscenza... E rivederla è un evento piacevolmente inatteso. Ma sono sicuro che dopo avremo modo di parlare. Concluse rivolto alla mezzelfa, tornando a sedersi al tavolo Stavo dicendo, quale sarebbe il nostro obiettivo? E saprebbe fornirmi una piantina dettagliata del monte o delle descrizioni precise del luogo? E sa se saranno presenti dei membri degli Undici in loco? Chiese all'uomo, per poi rispondere alla domanda di Celeste Sì, lo sono. Sono delle mostruosità enormi, dei giganteschi ragni di ferro dotati di chele in grado di frantumare un uomo in un colpo e di una bocca in grado di sputare fuoco. E bastano due uomini a manovrare un singolo titano. Potremmo abbatterne uno se lo dovessimo affrontare tutti insieme... Ma spenderemmo enormi risorse, senza comunque riuscire a proteggere le normali forze. Sono la ragione che ha portato Yodogawa a tradire e i reali a offrirgli un compenso tanto alto. Spiegò all'elocatrice, facendo quindi cenno a Thorlum per fargli capire che avrebbero avuto bisogno di parlare più tardi.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Winn'Ier Deh Puh

Winn'Ier presenziò alla cena palesemente dispiaciuto di fronte allo scempio che avevano fatto al cibo che tanto amava.

Il Salmone.

Bjorn... Bjorn... Guarda il salmone... Bjorn, che hanno fatto al salmone? Povera bestia Bjorn! Povero Salmone! Ma non ci azzecca niente con questa toba bianca... Ma come cucinano questi?! Continuò mugulando, guardando il cibo mentre scuoteva Bjorn per farli vedere tale scempio.

Dopo la cena, Winn avrebbe comprato dei bracciali tigrati di pessimo gusto. Tigrate... Proprio come il divano di Willow! Sigh.

Spoiler

Tiger Claw Bracers 45000 MO

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

x DM

Spoiler

// Accetta il cognome della madre.

Kirigashima ebbe modo di ospitare una nuova Seline che ebbe modo di accettare il cognome della madre per portarlo con un certo orgoglio. La possibilità di riavere una famiglia la stava cambiando in tutto e per tutto, dimenticando persino di comunicare chissà cosa con la pietra che aveva fatto consegnare a Marie Antoniette. I suoi occhi scarlatti ebbero modo di conoscere le tradizioni del luogo, sebbene quel periodo di relativa calma la annoiasse abbastanza.. Almeno su qualche particolare non sembrava essere cambiata per nulla, accompagnando Celeste con un'espressione a volte seccata e a volte interessata a seconda di ciò che poteva stuzzicare la sua mente.. Di certo la possibilità di provare la cucina locale non mancò, gradendo in una qualche maniera quello che la gente del luogo chiamava "sashimi". Quella dentatura leggermente appuntita gradiva proprio trangugiare la carne fresca di salmone, tonno, branzino e qualsiasi altra creatura marina le propinassero.
Ebbe modo di offrire il pranzo e la cena ad Oceiros, d'altronde è proprio grazie a quest'ultimo che riusciva ancora a respirare, a scoprire questa nuova cucina, a riavere sua madre e continuare la ricerca di suo padre.

x Celeste

Spoiler

Celeste.. Che vuoi che ti dica Disse la tiefling mentre si toglieva con calma i propri abiti per far posto alla veste da notte. Mio padre è la causa di tutto questa situazione e mia madre.. Forse riuscirò a riaverla e questo mi fa sentire meglio. Aggiunse per poi annuire un poco, prima di avviarsi sul materasso insieme alla moglie. Ho deciso di prendere il suo cognome, me l'ha proposto e vorrei che ci riavvicinassimo e cercherò di mettere fine a questa storia con Mordecai. Si sdraiò completamente per smuovere un poco la coda. Sono cambiata Celeste, davvero.. Sono cambiata nel momento in cui ho sentito la vita scorrermi via.. Spiegò per poi non commentare minimamente quel bacio, lasciando che quel piano folle e fallito rimanesse nella sua testa.

Durante la cena, Seline si ascoltò i discorsi dei propri compagni, senza dare particolare attenzione a nessuno di loro comunque.. Sapeva ciò che pensavano della sottoscritta e, nonostante il suo cambiamento in quella follia mentale, decise che non le interessava minimamente cercare di far comprendere loro la sua situazione.. La riteneva una semplice perdita di tempo e quindi decise semplicemente di ascoltare le parole dello shogun e del resto della compagnia.. Senza evitare che qualche commentino divertito uscisse dalle sue labbra.
A parte il roteamento degli occhi alle parole di Trull e Zhuge, ritenendole troppo pompose, non evitò di rispondere a Winn'Ier.
Essu.. Mangia e smettila di commentare! Non sarai mica una boccuccia spero..
Commenta la tiefling per cercare di usare al meglio quelle bacchette che, grazie ai due giorni precedenti, aveva imparato a maneggiarle.. Più o meno.. Difatti qualche pezzetto finiva per terra con uno sguardo dispiaciuto da parte della stregona, finendo per pescare direttamente con le proprie mani.
E ti pareva se non conosceva anche questa...
Un commentino a bassa voce, ma forse neanche troppo bassa, quando Bjorn riconobbe Vaiara.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Draconis

Solo la naturale curiosità di Clint gli aveva permesso di tollerare quei tre giorni di inazione ed inutilità senza eccessivo fastidio: spersi in un continente distante, separati da casa da un intero oceano, con alle spalle una missione incompleta e nella prospettiva di una irritante vaghezza, l'adepto si ritrovò spesso a pensare a casa - qualunque essa fosse, ormai -, alla sua (confusa ed improbabile) famiglia, alle tante vicende che li avevano condotti lì, alle storie incompiute ed alle speranze infrante.

Quando infine si riunirono, tutti incredibilmente sani e salvi, Clint si costrinse a seguire il discorso, che però, come era ormai abitudine, lasciava quasi più domande che risposte. 

"Spionaggio? Infiltrazione? Cioè, dobbiamo indagare e basta, onorevole Shogun?

Perdonate la franchezza, ma si tratta solo di questo?

O dobbiamo, piuttosto, danneggiare la produzione?

Perché, altrimenti, non capisco la necessità di inviare noi...", domandò Clint, tagliando dritto al punto. 

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Bjorn! eclamò Vaiara, raggiungendolo in quello che fu un momento intimo assai pubblico. Gli anni passati sembravano aver modellato in meglio la giovane mezzelfa, ora giovane donna. Gli ultimi segni della sua adolescenza erano stati sostituiti da lineamenti marcati, il corpo risanato come lo spirito. La mezzelfa abbracciò l'uomo dei Fiordi, che venne investito da un profumo di lavanda prima che la giovane prendesse il suo viso tra le mani, un candido sorriso stampato sul volto Non sapevo foss-- anche Vaiara si interruppe, imbarazzata, quando si accorse che tutti gli occhi erano puntati su di loro. Ricompostasi, fece un profondo inchino in direzione dello shogun Perdoni la mia mancanza di rispetto, mio signore disse. L'anziano lasciò correre quello slancio di affetto, l'ombra di un sorriso che spuntava sotto i lunghi baffi Nessun problema, Vaiara. Al termine della riunione potrete parlare in privato.

Lo shogun Kosuke annuì alla domanda di Liang In parte, sì. Sono addolorato di doverti annunciare che buona parte dell'Ordine della Fenice di Giada è stato sconfitto dagli Undici, l'elitè di combattenti di Ishibura. I superstiti, o per essere precisi coloro che hanno l'età per combattere, sono Moshi Zakuya e due giovani suoi compagni che egli ha “risvegliato” nel corso di questi anni spiegò l'anziano capo Egli sta coordinando azioni di guerriglia a Shuto in questo momento, fornendo un aiuto inestimabile agli eserciti alleati mentre stiamo organizzando l'invasione.

Nichiya Kosuke raddrizzò la schiena, osservando i presenti Il piano finale non consiste in una guerra di conquista. La necessità di spostare così tante truppe in una terra per voi straniera rischierebbe di costare troppo. Le truppe dell'Occidente marceranno invece verso Katori, nel tentativo di conquistarla in un unico assedio. Sarà un rischio grande, in cui scommetteremo su ogni singola risorsa che è stata schierata nello scacchiere della guerra. Ma se conquisteremo la città, e magari uccidere Ishibura stesso, la posizione della più grande città del Katai renderà semplice la conquista del resto dei feudi Kosuke tossì per poi proseguire Aver fatto di Katori il centro nevralgico della guerra potrebbe infatti rivelarsi un'arma a doppio taglio per Ishibura. Ed è su questo che contiamo.

Lo shogun appoggiò i gomiti sul tavolo, per poi congiungere i polpastrelli delle mani in una posa riflessiva Prima di ciò, però, sarà importante tentare di fermare la produzione dei ferrotitani. Sono una ideazione recente spiegò lo shogun in risposta ai dubbi di Celeste Un parto della mente malata di uno dei membri degli Undici. Il vostro amico disse riferendosi a Bjorn Li ha descritti bene, sono capaci di sventrare anche la migliore armatura completa. La loro stazza compete con quella dei draghi che avete affrontato il che sì, li rende di certo importanti. Non ne sono stati sviluppati molti per fortuna, quindi se riusciste a fermare la produzione e magari anche i prototipi già operativi, eliminereste un grosso vantaggio per i nemici aggiunse per chiarire il dubbio sul ruolo degli avventurieri posto in essere da Clint. lo shogun prese una sorsata di tè, per concludere il suo pasto e rispondere alla richiesta di informazioni avanzata dal kalashtar Il rischio di fallimento c'è, nonostante le nostre informazioni, quindi il vostro tentativo non deve essere per forza una missione suicida. Ad ogni modo abbiamo seguito i carichi di ferro fino al Picco del Dolore, scoprendo che la struttura all'interno deve disporre per forza di un ampio personale e forze di difesa preparatissime. Sappiamo di almeno un membro degli Undici all'interno, poiché Maki Tetsuo non ha più lasciato la struttura dalla sua apertura, mentre la sicurezza è stata affidata a un occidentale come voi, che dopo alcune brevi indagini abbiamo scoperto chiamarsi Paradiso Velleri.

Prima che la nostra spia venisse scoperta, ci ha inviato i progetti originali della zona di carico e scarico merci spiegò lo shogun, chiamando un paio di servi che fecero spazio sul tavolo per mostrare delle pergamene ingiallite su cui erano riportati gli schemi architettonici della parte iniziale della struttura Come potete vedere vi sono due strade principali. I nostri strateghi hanno stabilito la migliore strategia possibile per assicurarvi le minori perdite, quella di dividersi per confondere il personale che possa scoprirvi, per poi riunirvi nell'anticamera della produzione centrale. Ma dovete fare attenzione, c'è una particolarità nei sistemi di sicurezza lo shogun puntò un dito per indicare due porte, una per ogni strada Esse possono essere aperte solo dall'interno. Per fortuna abbiamo trovato una strada alternativa, un condotto di areazione necessario per questa massiccia struttura, il quale può essere attraversato in sicurezza da uno solo di voi, un esperto che possa raggiungere le porte dall'interno e aprirle a beneficio di entrambi i gruppi che si faranno strada lo shogun quindi rimarcò le due strade a disposizione, che attraversavano aree destinate allo stoccaggio temporaneo Dovrete coordinarvi con attenzione, quindi consiglio di scegliere un leader in entrambe le squadre, qualcuno che possa ispirare lealtà attraverso l'esperienza e capacità di guidarvi tra le linee nemiche. Giunti nell'anticamera dovrete agire a vostra discrezione, poiché non abbiamo informazioni su ciò che troverete all'interno e su come potrete sabotare la produzione e i prototipi attivi. Vi sono domande?

Un interruzione giunse, ma non dagli avventurieri. Un servo si avvicinò al suo signore, per poi inginocchiarsi e porgergli una coppia di missive. Kosuke controllò la prima, leggendola con sguardo attento, prima di annuire e congedare il suo servitore. Quindi allungò la seconda agli avventurieri E' arrivata una staffetta per voi, da Firedrakes, scritta dal generale Yodogawa con un dossier solo per i vostri occhi gli avventurieri furono quindi liberi di poter leggere il resoconto inviato.

Contenuto della missiva di Yodogawa

Spoiler

 

Agli Eroi dell'Occidente

Come pattuito sono a inoltrarvi le informazioni in mio possesso sugli Undici. Essi sono un gruppo di avventurieri d'elitè che lo shogun ha formato dopo la unificazione di Kinai sotto la sua bandiera. Essi non si conoscevano prima, ma hanno saputo sviluppare una notevole coordinazione, cosa che li ha resi capaci di conquistare interi avamposti da soli o in piccoli gruppi, facilitando ulteriormente la conquista del Katai da parte di Masato Ishibura. Molti di essi sono delle prime linee: Higuma, l'orso mezzo-drago figlio di Xendharvelmiran lo avete conosciuto, ma ve ne sono altri come Kido Takuji. Egli è la guardia del corpo personale di Masato, un samurai conosciuto anche come Sterminatore di Paladini, in virtù delle esecuzioni officiate ai maggiori esponenti della luce. Maeda Sakanori invece era un ufficiale degradato e condannato a morte per aver ucciso la propria famiglia, ma ha potuto mettere la sua kusarigama al servizio di Ishibura e riscattarsi quando il suo feudo è stato conquistato. Shimomura Enko era un tempo una spadaccina errante, con insolite abilità combattive sorpassano quelle dei più esperti marzialisti, fatto che fa perdonare il suo strano modo di esprimersi e comportarsi, più simile a quello di una ragazzina. Chi invece non scherza è Razak Schiacciagoblin, il più forte esponente del suo clan, ex-comandante militare ed esperto torturatore. Sumairu è una figura misteriosa, un ninja che non ha mai mostrato il suo volto, ma le sue capacità di muoversi nell'ombra parlano da sé. Ma come alcuni di voi hanno potuto notare, diversi sono anche gli incantatori che fanno parte degli Undici: Tamaki Iori, la vicecomandante, è considerata la migliore artista del Katai nonché una delle donne più affascinanti di Arth. Vedova di sette mariti morti in circostanze misteriose, ha ora sposato una causa più grande. Miyata Otoe, sua amica, è invece una sacerdotessa specializzata nel controllo degli elementi acquatici, una risorsa che si è rivelata molto utile in guerra. Maki Tetsuo, ideatore dei ferrotitani, è una mente folle e pragmatica allo stesso tempo, ma non meno pericoloso, mentre Kawashima Keitaro sembra disporre di un potere come non si è mai visto nel Katai, veneratore dell'Infinito e possessore di straordinarie capacità di onniscenza. L'unico membro che non ho mai incontrato è il leader, Naganori Hisakawa. Su di lui purtroppo non ho informazioni da darvi.

Con questo ritengo la mia parte di accordi soddisfatta. Non vi augurerò di rivederci, non essendo mio interesse reincontrare più nessuno di voi.

Generale Yodogawa Hisashi

 

x tutti

Spoiler

Checkpoint nella notte tra il 25 e il 26 agosto per le azioni/interazioni dei pg e la conclusione dell'incontro con lo shogun. I pg potranno comunque rivolgergli domande in seguito, il checkpoint vuole fornire l'occasione di ampliare lo spettro di ruolaggio dei giocatori aldilà della cena con riunione. Entro i prossimi tre giorni (scadenza nella notte tra il 27 e il 28 agosto) il gruppo dovrà scegliere inoltre quale pg verrà mandato nel condotto di areazione, oltre ai due gruppi da sei personaggi che attraverseranno le due strade a disposizione. Per ognuno di questi gruppi dovrà inoltre essere stabilito un leader.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sharifa Al Rasul (lizardfolk stregona)

La stregona si inchinò allo shogun e gli mostrò ogni deferenza prescritta dalle regole diplomatiche, ascoltandolo con interesse genuino ma anche annuendo nei momenti più giusti per sottolineare il rispetto che provava nei suoi confronti. Dopo la fine delle spiegazioni la donna rimase meditabonda per qualche istante, poi prese la parola "Nobile shogun, le vostre parole sono chiare e le informazioni che siete riuscito a procurarvi sono estremamente utili. Parlo con sincerità quando dico che probabilmente sono la chiave di volta per la futura campagna contro i nostri nemici: la distruzione di questi costrutti arcani è di vitale importanza e deve essere portata a termine il prima possibile. Mi spiace doverlo dire, ma sarebbe ottimale poter uccidere anche Maki Tetsuo affinché non gli sia possibile replicare questi orrori di ferro e morte" indicando con un cenno della mano i propri compagni, Sharifa aggiunse in tono più concreto "Dobbiamo di certo discutere tra di noi su come dividerci e come operare al meglio delle nostre capacità; per ora però non ho domande da farvi, onorevole ospite. Siete stato lodevolmente esaustivo"

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente)

Il guerriero mostrò un interesse ancora più vivido al sentir nominare Paradiso Velletri: sapeva quanti problemi aveva creato alla sua terra, non vedeva l'ora di catturarlo e vendicare finalmente la sua gente. Voi che lo avete già combattuto... cosa sapete dirci di Paradiso? Chiese ai suoi compagni che si erano infiltrati nella città da cui l'ambasciatore aveva aiutato sua madre ad instaurare quel (breve) regno di terrore. Annuì quindi a Sharifa, aggiungendo Terrò con me la mappa: ora sono in grado di incanalare il mio potere in maniera più precisa, posso trasportarvi in qualunque luogo che io sia in grado di immaginarmi. Prese poi il dispaccio giunto da Firedrakes, leggendo le informazioni che attendevano sugli Undici. Tutte persone dall'indubbia abilità, uomini e donne che avrebbero potuto fare molto, se solo non avessero deciso di tradire l'umanità e vendersi alle folli crisi d'onnipotenza dei draghi. Sì, Tetsuo deve essere necessariamente eliminato. Temo non ci sia modo di convincerlo di passare dalla nostra parte. Disse con amarezza ai suoi compagni.

Dopo la loro piccola riunione, fece cenno a Seline di fermarsi: doveva comunicarle quanto gli era stato detto da Nicolette, per quanto non gradisse l'idea di dover parlare con la tiefling.

Con Seline

Spoiler

Ho portato Ragnar da Nicolette, come avevi detto prima della partenza. Disse mentendo un tono neutro, evitando di mostrare i sentimenti contrastanti che provava per la ragazza dopo la rivelazione sulla nave. Ha detto che sta bene: si svilupperà più tardi rispetto ai suoi compagni di giochi per via del suo sangue abissale e della nostra separazione. Ha detto che ha una predisposizione per l'arte, voglio provare a fargli insegnare da mio padre le saghe del mio popolo. Spiegò alla ragazza, passando quindi alle cose a suo parere più preoccupanti Non è tutto perfetto: qualcuno lo morsica e qualcuno lo sta allattando. Non mi sembra che usi qualche giocattolo da succhiare o roba simile. E credo che non ci siano molti dubbi su chi possa allattarlo. Senza contare che il suo attaccamento al seno femminile può essere preoccupante per la sua crescita, Nicolette mi ha chiesto di negargli di giocarci. Ah, ha anche detto che sarebbe lieta di controllarlo: non mi sono espresso in merito, ho pensato che avrei dovuto chiedertelo.

Vecchi incontri

Spoiler

Bjorn si recò poi dalla mezzelfa, lieto di poter riprendere quell'incontro che avevano abbandonato. Non puoi immaginare quanto io sia felice! Su, forza, raccontami un po' come stai! Avrai visto ogni genere di situazione. Disse alla ragazza con un sorriso, mostrandole quindi l'anello che portava sulla destra Io, dal mio canto, non ho molto da dirti: le nostre imprese non sono certamente allegre o adatte a questa occasione. Ma questo anello... Mi sono sposato con Tiana qualche mese fa. Anche a lei manchi molto, sarà lieta di rivederti quando questo incubo sarà terminato. Disse con un dolce sorriso sul volto, come sempre quando nominava la sua compagna. Aspettiamo anche un figlio! Tu dovrai essere la sua madrina, non voglio sentire discussioni. E, se vuoi, questa sera stessa potrai inviare qualche frase di saluto a Tiana. Aggiunse con l'entusiasmo che stava trascinando quel discorso, prima di passare con tono più serio alla successiva notizia Io e Flurio abbiamo fatto arrestare Maverick e, assieme ai miei compagni, ho ucciso quel porco b******o di Ascharon. Non dovrai più avere paura, le ombre del tuo passato sono state definitivamente distrutte. 

Discussione con il nano (Gruppo del capitolo 25 (se vogliono), Thorlum)

Spoiler

L'ultimo incontro che venne organizzato durante quella giornata fu quello con Thorlum. In questo caso, non erano assolutamente notizie liete, ma avevano fatto una promessa. Thorlum, ti abbiamo chiamato perché abbiamo delle notizie importanti da consegnarti. Abbiamo incontrato i membri del tuo clan, quelli che già sapevamo essere schiavi del Katai dalle parole di Ascharon. Li abbiamo aiutati nei limiti delle nostre possibilità, ma non abbiamo potuto portarli in salvo, non senza compromettere la missione. C'è una speranza: la jarl Sophia è stata informata, sta organizzando una squadra di salvataggio assieme al regno di Garnia. Non era orgoglioso delle sue scelte, per quanto avesse fornito al nano una possibilità, ma rimaneva contrito e scuro in volto. Oh, a proposito... La tua amata principessa viziata era contraria al salvataggio del tuo clan. Se non fosse stato per la jarl, ora sarebbero abbandonati a sé stessi. Vedi di ricordatene prima di decidere di difenderla. Spiegò al nano, guardando quindi Trull in modo che riportasse a Thorlum il messaggio dei suoi parenti.

 

Edited by Ian Morgenvelt

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Ispirata Elocatrice) Eroe(Quori Du'ulora Furia Nera) 

La riunione richiesta da Kosuke proseguì elecando i dettagli le specifiche della missione che sarebbe seguita nei successivi giorni. Quando le venne fornita una più ampia descrizione di questi ferrotitani l'elocatrice deglutì leggermente. È straordinario come il genere umano abbia così tanta fantasia nel trovare sempre nuovi modi per uccidere. N-non posso darti torto... Capisco... Rispose allo Shogun dopo le delucidazioni. Osservò con cura le pergamene architettoniche della struttura di Picco del Dolore, squadrando le indicazioni sulle porte e sul condotto di aerazione. Quello che dovrà andare sarà solo... Dovremo scegliere con cura. Poi controllò le area del diversivo. Finché le porte non si apriranno i due gruppi rischiano di rimanere per troppo tempo spalle al muro. Dovremo suddividere per bene i teletrasporti che abbiamo a disposizione e la potenza di fuoco degli incantatori. L'elocatrice dopodiché si portò la mano sinistra sul mento, gli occhi si illuminarono completamente. Colui o colei che si avventurerà nel condotto potrebbe rimanere in contatto mentale con Bjorn, in questo modo potreno coordinarci meglio, che ne dite? Chiese la Quori per poi soffermarsi su Bjorn. Gli occhi passarono anche sulla figura di Vaiara, donandole poi un sorriso. Lo sai, non ha mai smesso di preoccuparsi per te. Indicò con il pollice il nordico. Poco dopo gli occhi spensero tornando normali. È un piacere fare la tua conoscenza finalmente. 

Quando la riunione ebbe termine un messaggero fece la sua comparsa donando agli avventurieri una missiva scritta dal generale Yodogawa, figura che la Borealis conosceva solo di nome. Dopo aver ascoltato la lettera, letta da qualcun'altro, Celeste si mise una mano sulla fronte, scostandosi la frangetta di capelli bianchi dalla fronte. Sembra quasi si siano incontrati come noi... Quella affermazione rimase in sospenso, ricordandosi dei primi incontri con ogniuno dei suoi compagni di viaggio. Quattro anni eh? Sì... La vita scorre abbastanza velocemente non trovi? Sei quasi a metà del tuo tempo. Va bene così...

 

Quando la riunione fu conclusa la Borealis chiamò a raccolta i propri compagni... Ehm ecco... Io ed Eroe avremo ideato qualcosa di utile per tutti. Gli occhi si illuminarono completamente lasciando alla Du'ulora le spiegazioni. Ehm ehm... Ecco... La magia di cui è composta Celeste, la stessa che le fornisco io e che aiuto a gestire, come sapete le fluisce in tutto il corpo. Nei suoi anfratti vi sono degli "scarti magici" che si accumulano dopo ogni battaglia o comunque ogni volta che fa ricorso al suo flusso magico. La quantità prodotta ogni volta è irrisoria, ma piano piano si accumula ed essenzialmente rimane inutilizzata. Ora ne abbiamo accumulata molta ed ho pensato di poterla sfruttare per accrescere o modificare le nostre capacità magiche. Non solo, ma io e Celeste possiamo addirittura condividerla con voi, in caso ne sentiate il bisogno. Non ci vorrà neanche molto tempo. Gli occhi si spensero e l'elocatrice squadrò i suoi compagni leggermente imbarazzata. Volete provare? 

 

Equilibrio magico(Bjorn, Seline e chiunque voglia cambiare talenti, punti abilità e incantesimi conosciuti) 

Spoiler

La Borealis si sarebbe fatta ritrovare nella camera dove avrebbero alloggiato lei e la moglie con un vestito particolare. Un Kimono bianco e blu acquistato in loco, i capelli legati da fiochetti rossi e fermagli azzurro ghiaccio come i suoi occhi. 

(immagini) 

Spoiler

183600-anime-girls-snow-girl.jpg.0568aa0f0b22938cb713ca1b81749e95.jpg

Celeste, un pelo rossa in viso dall'imbarazzo, disse S-se vi state chiedendo il perché del Kimono, bhe era perché volevo provare gli abiti del posto... E poi è quasi come un rituale questo, quindi mi sembrava appropriato... Su su sedetevi in cerchio. Ho messo dei cuscini sul pavimento per stare comodi. Quando i presenti si furono accomodati l'albina prese posto nel suo cuscino al centro. Ok... Allora... Devi prendere le loro mani. Uh? Va bene. Celeste si voltò inizialmente in direzione ti Seline e porse le mani rivolte verso l'alto, pronta a ricevere quelle della moglie. Ti fidi di me? Chiese con un sorriso. 

Alché, gli occhi dell'elocatrice divennero completamente azzurri e dalle braccia si manifestarno delle striature del medesimo colore che si intrecciarono e mescolarano scendendo dalle spalle ed arrivando alle mani. Dopodiché queste fonti magiche azzurre si propagarono per le mani, le braccia e le spalle della tiefling nel medesimo intreccio di striature raggiungendo la zona del collo ed infine il luogo in cui era presente il cervelletto. Da lì la magia fece il suo corso diramandosi per i sistemi nervosi e fluendo nel corpo della compagna. Dopo dieci minuti in cui le due donne furono connesse mentalmente il processo terminò. La magia azzurrà abbandonò il corpo della tiefling e l Borealis dopo essersi staccata ed aver tirato un sospiro di stanchezza si voltò successivamente in direzione di Bjorn. Ok... Eff... Dammi un minuto e procediamo... 

// Celeste usa l'incantesimo Rieducazione Psichica. Tempo di cast 10 minuti. L'effetto dell'incantesimo permette all'incantatore od ai soggetti toccati di ricostruire il proprio percorso di talenti, punti abilità e incantesimi conosciuti al costo di esperienza. Questo costo equivale a 50XP per ogni livello che si retrocede per i cambiamenti. Il costo pagato dall'incantatore è intero, mentre se usato su di un soggetto si divide a metà tra il bersaglio e l'incantatore. Al momento Celeste possiede 2000XP e deciderà di usarne 500XP DOPO che tutti gli altri avranno concluso. 

 

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Seline

Continuò la cena mentre lo shogun continuava a discutere e ad esporre la strategia da adottare, insieme alle creature terrificanti in costruzione. C'era chi mostrava determinazione, chi preoccupazione, chi rabbia, ma la tiefling sembrava semplicemente divertita dal poter usare quelle bacchette per mangiare il pesce crudo, trovando il tutto tremendamente noioso quando il suo stomaco fu sazio e non rimaneva altro da fare che ascoltare quei discorsi. Quando fu il suo turno di leggere quella lettera che parlava degli undici, la tiefling la prese in mano per scorrere velocemente..
Bla bla bla bla.. Undici stupidi da far fuori, va bene.. Firmato, tizio di cui frega poco anche a noi, visto che non ci vuole neanche rivedere.
Commentò per poi alzarsi alla fine di quella riunione e riflettere un poco sul da farsi, voltandosi verso la moglie.
Sai che non sono molto brava con le strategie e cose del genere. Fammi sapere come dovrei divertirmi e vedrò di farlo, anche se l'idea di introfularmi da sola potrebbe essere divertente, che ne dici Bjorn?? Ah, Celeste, non c'è bisogno che rammenti il nostro dovere coniugale di stanotte ovviamente..
Chiese la tiefling in direzione del kalashtar con cui potrebbe rimanere in contatto mentale per poi cercare di allontanarsi, ma venne fermata proprio da quest'ultimo e l'espressione si fece piuttosto perplessa.
Mh? Con me?
Chiese per indicarsi con l'indice destro.
Non mi pare di aver fatto nulla di male stavolta, ma stiamo a sentire... A meno che il tuo senso dell'umorismo non sia incredibilmente precipitato.
Si congedò dal gruppo quindi con un gesto della mano destra per poi ascoltare il discorso del Kalashtar.

x Bjorn

Spoiler

Prima della partenza...
Ci riflette un attimo, cercando il ricordo preciso di una tiefling totalmente diversa da quella che è adesso, mentre la coda si smuove un poco.
Sì.. Mi sembra di ricordare qualcosa del genere.. Beh, come sta? Ha capito se ha qualcosa di strano?
Annuì silenziosa alle sue parole per poi scoppiare in una risata divertita.
Qualcuno lo morde e qualcuno lo allatta??
Cercò di darsi una calmata per poi guardare meglio il Kalashtar e mostrare il suo seno, senza scoprirlo dalla tunica.
Non guardare me, queste non vengono succhiate da un bel po'.. Almeno non dai miei figli. Quindi direi che la colpevole è Celeste, vedrò di chiederle appena possibile per quale motivo si diverte ad allattare Ragnar..
Si immaginò quella scena per mettersi nuovamente a ridere.
Hahahahaha! Okok! E' una scena abbastanza.. Bizzarra, ma devi ammettere che è divertente... Invece per quanto riguarda i morsi non ne ho la minima idea, vedremo di indagare parlando con lui.
Alzò le spalle, non sapendo a chi dare la colpa di un simile atteggiamento.
Comunque se Nicolette pensa di poterlo aiutare, ben venga.. Lo ha fatto con me e lo farà con mia madre.

Equilibrio Magico [x Bjorn, Celeste e altri]

Spoiler

Si sedette sul cuscino accanto a Celeste per prendere la sua mano con un sorrisetto mentre l'altra viene mostrata a Bjorn e, quasi imitando la voce di Celeste, direbbe.
Ti fidi di me?
Ben sapendo che cosa ronzava nella mente dell'uomo, senza alcun bisogno di poteri psionici o incantesimi di alcun tipo.
Eppure posso garantirti che rimarresti piacevolmente sorpreso se guardassi nella mia mente.. Magari se mi infilo in quei condotti potrai vedere.
Concluse per poi tornare a guardare Celeste e socchiudere gli occhi per concentrarsi e procedere a quella rieducazione psionica.
x DM

Spoiler

Spendo 225 xp (450/2) per scambiare il talento Empower Spell con Maximize Spell.

Rimase in silenzio per tutto il rituale, riaprendo lentamente gli occhi alla fine per guardare il proprio corpo, prima di passare su Celeste e guardarla con quel kimono chiaro.
Uhm.. Dopo tutta questa meditazione servirebbe proprio un assaggino di quel Kimono o di ciò che sta sotto.. Bjorn ti vuoi unire?
Chiese, sebbene si potesse comprendere che la voce della tiefling era ironica e non un vero invito a partecipare. Cercò di sovrastare l'elocatrice per posizionarsi sopra di lei e leccarsi le labbra come una predatrice che sta per azzannare il suo pranzo, ma ecco che l'espressione della stregona divenne leggermente più perplessa.
A proposito.. Ci daresti una spiegazione del perchè continui ad allattare Ragnar? Non ti bastano Alucard e Deborah?
Chiese per poi allungare la mano sul seno destro dell'elocatrice per strizzarlo un po'.



 

Edited by Nilyn

Share this post


Link to post
Share on other sites

Golban Brown Drowdson

Finiti i convenevoli a Firedrakes il gruppo fu inviato direttamente nel Katai. L'arrivo del paladino nella citta di Kirigashima fu accompagnato da un piacevole stupore nel vedere una cosi particolare e viva città in una terra che pensava devastata dalla guerra. Arrivato al cospetto dello shogun Golban pote salutare e sincerarsi velocemente delle condizioni dell'altro gruppo di eroi; ritagliandosi un secondo con Thorlum dicendogli che successivamente avrebbero dovuto parlare. Kosuke fece accomodare gli eroi per la cena spiegando nel mentre la situazione del katai e le prossime mosse per cercare di vincere questa assurda guerra. Il paladino, dopo essersi presentato fece parlare il saggio shogun ascoltando attentamente tutte le informazioni in suo possesso l'attacco a Katori e l'eliminazione di Ishibura potrebbe definitivamente chiudere questa guerra con una unica azione risolutiva...ma non sara facile..! Adesso dobbiamo eliminare quei mezzi di distruzione. Eliminati quelli le truppe potranno combattere alla pari in questa guerra.. Nobile Soghun, come è stato detto le informazioni che ci state fornendo sono di estrema importanza. Adesso non c'è dubbio la nostra priorita è bloccare la produzione di queste macchine e distruggere quelle presenti. Noi andremo a Picco del Dolore, dove la produzione di tali armi è attiva. Per quanto riguarda Maki Tetsuo se fa parte volontariamente di questo gruppo non vi sara salvezza per il suo animo. Rivolgendosi poi anche agli altri eroi voi conoscete chi sia questa Velleri?

Richiamato da Celeste il paladino si incontro anche con gli altri E' un ottima idea Celeste! Ormai io ho sacrificato la mia magia divina per entrare a far parte dei Sacri Liberatori di St. Cuthbert, ma sono certo che altri possono sfruttare questa possibilità! Unica cosa rivolgendosi sia ad Eroe che a Celeste vedete di non esagerare troppo. Ci servi nel pieno delle forze concluse sorridendo a Celeste.

Discussione con il nano (Gruppo del capitolo 25 (se vogliono), Thorlum)

Spoiler

L'incontro con Thorlum avvenne la sera stessa. Bjorn prese subito la parola raccontando a Thorlum quello che era successo nella caverna. Il paladino dopo che il nordico ebbe finito intervenne Thorlum...purtroppo non avevamo modo di portarli via con noi..non avevamo sufficiente magia per tutti, e nessuno di loro sarebbe andato via a discapito di altri come puoi immaginare. Abbiamo incontrato Boric Tagliarocce, ed era felice che tu fossi ancora in vita. Abbiamo liberato il piu possibile la caverna per farli fuggire.. Inoltre abbiamo fatto una promessa a Boric.. ho voluto parlarne solo a te, poi sarai tu a decidere come agire. Boric ci ha detto di riferirti che quando la citta di Katori cadrà potrai trovare nella biblioteca del palazzo, la Sala del Sapere, tra i registri di spedizioni degli schiavi, le prove del tradimento degli Schiacciagoblin, in quanto sono stati loro a vendere i Tagliaroccia al Katai. Cosi potrai condannarli per sempre. Questa è stata la richiesta di Boric... guardando poi Bjorn per avvalorare la tesi contro Marie Antoniette ebbene si come ha detto Bjorn Marie Antoniette era contraria a inviare una spedizione per salvarli...ed anche per questo che ho omesso quello che ci ha detto Boric in quella situazione...guardando con completa onesta il nano il paladino concluse diffida di quella donna Thorlum, lo sai benissimo che potrebbe distruggere le prove anche per la sola convenienza...

 

  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Celeste(Ispirata Elocatrice) Eroe(Quori Du'ulora Furia Nera) 

Celeste gonfiò le guance facendo un po' l'indispettita all'ammonimento di Golban. Non ci facciamo sempre male... Per poi rivolgere gli occhi prima alla sua destra, poi in direzione del paladino. Alché si mise a ridere Sta tranquillo! Non è nulla di rischioso. 

Equilibrio magico(Bjorn, Seline) 

Spoiler

Uff... Che fatica. Disse dopo essere stata l'ultima ad aver subito la ricostruzione. Spero di essere stata di aiuto, voi come vi sentite? Chiese guardando con un sorriso i presenti. Lo sguardo venne catturato poi dalle parole della moglie M-m-ma n-n-non possiamo! Q-questo è un abito da rituale e p-p-poi c-c'è ancora Bjorn qui! L'incalzare della tiefling, tuttavia, si fece più spinto, finendo così travolta dal seducente corpo di Seline e ritrovandosi distesa... Il volto rosso dall'imbarazzo, ma anche desideroso e curioso di sapere cosa Seline le avrebbe fatto. B-b-bjorn f-f-forse dovresti u-us... Ma il balbettare della Borealis si interruppe con lo sguardo più serioso della moglie. Quando le venne rivolta quella domanda Celeste posò una mano sulla tempia, distogliendo lo sguardo... 

(immagine) 

Spoiler

20190825_221644.thumb.jpg.c63d99733b56eef942d7355bbd85015c.jpg

Ma che dici... Io non ho mai... Però il tocco della tiefling sul seno fece cambiare la reazione dell'elocatrice. N-no! È ancora sensibil... Va bene, va bene! È successo solo una volta giuro! Ed entrambe le volte l'ho sgridato! Stavamo giocando con le armi di legno, ad un certo punto mi colpisce e mi fa male, lui comincia a piangere perché non voleva farlo apposta, io così lo ho abbracciato per rassicurarlo che non fosse successo nulla e lui mi ha calato il bustino e si è attaccato. L'ho sgridato e si è messo ad urlare ed a rompere la carta da parati! Ma giuro non è più successo! Disse di getto mettendosi una mano sul cuore come un giuramento... Divini... Che imbarazzo... 

X DM

Spoiler

Pago 500XP per fare modifiche di 10 livelli 

-Posso riassegnare un totale di 70 PA (Elocatrice 6+int+1bonus umano) 

Tolgo 8 a Autoipnosi, 2 a Cercare, 1 a Ascoltare, 1 a Osservare 

Metto 5 a Muoversi Silenziosamente, 5 a Nascondersi, 1 a Intrattenere, 1 a Disattivare Congegni. 

 

-Modifico i seguenti incantesimi:

-->al posto di Scambio Dimensionale metto Damp Power

-->al posto di Carica del Leone Psionica metto Vigore

 

-Modifico il talento Espandere Conoscenza con Law Devotion 

 

(modiche su scheda ancora NON eseguite) 

Polla XP 2000-500-225= 1275

 

Edited by Organo84

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bjorn Havardsson (Kalashtar Ardente)

Paradiso Velleri era l'ambasciatore di Garnia nel Nord, dove si è alleato con mia madre e l'ha aiutata a imprigionare o sterminare la popolazione dei Fiordi. Un uomo estremamente pericoloso, a quanto ho sentito, ma non ho mai avuto modo di averci a che fare. Mio padre saprebbe certamente dirci qualcosa in più. Rispose a Golban, per poi annuire alla proposta di Celeste, decisamente logica e razionale. Ma ciò che lo fece ricredere (e sospirare) furono le parole di Seline. Se credi di poter essere in grado di entrare nell'edificio senza farti vedere e aprire le porte... Non vedo perché no. So già che mi pentirò di queste parole... Perché il legame deve essere tanto invasivo? Ascoltò quindi interessato l'offerta di Celeste: i suoi poteri erano simili a quelli della ragazza, quella sua nuova tecnica avrebbe potuto aiutarlo a migliorarsi in vista delle sfide che avrebbero dovuto affrontare di lì a breve. Io ci sto. E almeno Golban si metterà il cuore in pace! Concluse guardando giovale il paladino.

Seline

Spoiler

Alzò gli occhi al cielo notando le risate della tiefling, oltre alla sua solita eccessiva tracotanza. In compenso, non poteva che essere a tratti sorpreso e a tratti rivoltato dalle affermazioni su Celeste: non capiva il senso di quell'azione, non dalla sua amica. Gli ho provato a parlare, le risposte sono state... Deludenti, diciamo. Ha detto una di quelle parole strane, "Demetre" o qualcosa del genere. O forse "Demette". Annuì poi soddisfatto dalla conclusione a cui era giunta Seline, salutandola per andare a fare un giro in città: non voleva sapere la ragione di quell'ennesimo cambio di carattere e quale altra storia si sarebbe inventata per giustificare quella ricaduta dopo gli ultimi passi avanti.

Equilibrio magico (Celeste, Seline)

Spoiler

Bjorn si sedette sul cuscino, sperando con tutto sé stesso che, almeno in quella occasione, Seline si sarebbe trattenuta. Ma non era così: bastò un'occhiata a farle intendere quale fosse il suo pensiero sulla fiducia. Seline, non mi interessa entrare forzatamente nella tua testa. Anche solo per evitare altre battute sulla penetrazione. Disse alla ragazza prima di porgere la mano a Celeste, chiudendo gli occhi e concentrandosi sui propri poteri, cercando di reincanalarli con quella nuova scorta di energia.

Master, Celeste

Spoiler

Vado indietro di 15 livelli, modificando le manovre offerte dai livelli da Swordsage:

  • Scambio Drain Vitality con Mind over Body
  • Scambio Douse the Flame con Emerald Razor
  • Scambio la Stance Child of Shadow con Hearing the Air

Spendo quindi 750 px

Ciò che avvenne successivamente fu ancora più imbarazzante: Bjorn si alzò e fece per andarsene appena sentì l'offerta della tiefling... Ma si fermò quando sentì la domanda rivolta a Celeste, guardando l'eroina di Primarosa con curiosità. Mio figlio... l'ha aggredita? Mi chiedo cosa faccia Ragnar quando non è con me, a questo punto. Eppure mio padre l'ha sempre descritto con adorazione... No, scusa, Celeste, fammi capire... Mio figlio ti ha aggredita, spogliata e ha iniziato a succhiare il seno? E tu non ti sei difesa? Non ci sto capendo un c***o, sinceramente. Disse confuso, aggiungendo Sicura che non avesse mai mostrato interesse per il tuo seno? Nicolette ha detto che questo interesse può essere pericoloso per la sua psiche e che dovremmo cercare di fargli capire che è sbagliato. Con Tiana non l'ha mai fatto, effettivamente... Forse dovresti chiederle come sia riuscita a convincerlo.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Clint Draconis

"Paradiso Velleri... un nome che non vedevo l'ora di sentire nuovamente.

Per potergliele fare pagare tutte assieme, con tanto di interessi", intervenne Clint, rispondendo indirettamente a Bjorn e direttamente a Golban, facendo così anche eco alle parole del Kalashtar.

"Non è "solo" ľuomo che cercava attivamente Bjorn, per conto della Regina, ai tempi della Guerra al Nord. Egli è un infame traditore di Garnia, rinnegato dalla sua stessa famiglia: un sadico, bastardo senza cuore, che non ha esitato a sterminare una intera città ed a fare massacrare prigionieri inermi, su due piedi, a sangue freddo.

Ma è anche un maledetto, astuto, gelido pianificatore: una mente abituata ad essere preparata, a non farsi sorprendere, ad anteporre la razionalità e la programmazione a qualsiasi sentimento ed umanità.

Se é coinvolto lui - coinvolto attivamente, intendo, in un ruolo di potere o controllo -, allora significa che stiamo andando incontro ad una trappola organizzata, un meccanismo ad orologeria studiato paranoicamente a prova di intrusi.

Per colpa sua, nel giro di cinque minuti, abbiamo fallito una missione, assistito alle conseguenze di un orribile massacro, perduto il povero Edriust e quasi perso Chandra ed Ariabel. Che sia maledetto... e maledetto sarà, per quanto riuscirò a fare".

Edited by Ghal Maraz
  • Like 1

Share this post


Link to post
Share on other sites

Trull Tanner

Discussione con il nano (Gruppo del capitolo 25, Thorlum)

Spoiler

Il mezzelfo aveva promesso di dare le informazioni ricevute ai Tagliarocce, mentre lì davanti a lui c'era solo un senza casta. 

Non fermò Golban, quando scelse di riferire quanto avevano saputo sugli Schiacciagoblin, ma era quasi certo che il paladino, presto, si sarebbe pentito di averlo fatto.

 

Edited by PietroD

Share this post


Link to post
Share on other sites

Thorlum SenzaCasta - (Rovina di Huruk-Rast)

 

[CENA CON LO SHOGUN]

Il nano aveva difficoltà a mangiare. Prese in mano le due bacchette di legno finemente lavorato e si mise ad osservare gli altri commensali cercando di capirne l'utilizzo. Come accidenti fanno a mangiare con questi due pezzi di legno. Fece vari tentativi senza successo. Ad un certo punto perse la pazienza e   decise di mangiare direttamente con le mani, senza curarsi dell'etichetta. 

Come Trull nominò gli SchiacciaGoblin, alzò velocemente lo sguardo, smise di mangiare e  prestando tutta la sua attenzione al discorso che pian piano stava entrando nel vivo. Dunque gli  SchiacciaGoblin stanno costruendo questi Ferrotiani? Non saranno un problema sarò ben felice di distruggere anche tutti i loro lavori. Sono sicuro che quelle creazioni valgono meno della metà di ciò che si racconta. Quei nani sanno modellare solo il fango, disse duramente dopo la spiegazione dello Shogun a Celeste.  

Osservò la mappa della zona e ascoltò il piano, valutandolo un buon piano. Due entrare e due squadre che convergono in un punto. Strategia semplice e diretta, come piaceva a Thorlum.

Infine venne letta la missiva. Thorlum diede istintivamente un pugno nel tavolo. Non solo Tetsuo, ma anche Razak deve morire. Fece eco alle parole di Bjorn. Quel nano di fango non merita la vita che le pietre gli hanno donato. Deve morire e sarò io a porre fine alla sua vita.  Guardò tutti i suoi compagni. Sia ben chiaro, lui è mio!

 

[INCONTRO PRIVATO CON BJORN] - Chiunque sia presente

Spoiler

Il nano si avvicino velocemente a Bjorn prendendogli le braccia con forza. Avete incontrato i membri del Clan, altri sono riusciti a sopravvivere. Il nostro metallo è troppo duro per essere spezzato. disse con orgoglio e con gioia. Gioia che divenne presto delusione e stupore.

Non li avete portati in salvo? Avete deciso di lasciarli in quel luogo? Spinse via  Bjorn per allontanarlo da se. Come avete potuto? Vi ho visto sempre pronti a salvare tutti, ogni persona che avete incontrato. Siete  intervenuti in ogni occasione e questa volta non avete pensato a loro. Al mio Clan!! Rimase alcuni secondi in silenzio, stupito. Maledizione, DOVEVO ESSERCI IO IN QUELLE MINIERE!!! Si avvino ad una sedia e gli diede un calcio, l'ira stava crescendo nell'animo del nano. MALEDIZIONE!! Si girò a guardare i portatori delle notizie. Noi  in quel luogo abbiamo lasciato andare via Mordecai per salvare quattro prigionieri pidocchiosi, e voi....voi che potevate salvare un intero Clan, avete deciso di lasciarlo al suo destino, a morire sotto una montagna ancora prigionieri, a morire senza onore,  per la missione!!! Avete preferito salvare un generale traditore che ci ha detto solo i nomi di un gruppo di avventurieri, come se questi nomi  fossero una così grande informazione. 

AVETE BARATTATO IL NIENTE CON LE LORO VITE!! POTEVATE SALVARE UN INTERO CLAN!!! Prese nuovamente la sedia alzandola sopra la sua testa. Caricò il colpo e la ruppe a terra con forza. Era da tempo che il nano non si lasciava andare così all'ira. Rimase in silenzio. Potevate salvare un intero Clan. Disse nuovamente con un tono di voce più sconsolato. Quanti erano? Quanti sopravvissuti c'erano li sotto? Chiese fissando i pezzi della sedia. 

Si girò nuovamente di scatto, avvicinandosi verso il nordico. Una missione? Quando deve partire? Non posso lasciare che vadano da soli. C'era ancora una possibilità di salvare tutti. Lo sguardo del nano si caricò nuovamente  di speranze.  Marie si è opposta? Per quale avrebbe dovuto fare una cosa simile? Siete sicuri che non aveva già un piano segreto per salvarli? Sappiamo tutti che volte agisce misteriosamente per il bene di tutti.

Non attese risposta, la sua attenzione fu catturata da Golban. Boric è vivo? Il sorriso fugace si palesò nel volto del nano. Lui, come me, è stato forgiato nella pietra più dura. Non poteva essere altrimenti. Guardò Golban fisso in volto, tornando con lo sguardo serio e riprendendo parte delle sue parole. Avete liberato il più possibile la caverna. Questo è ciò che ti ha detto il tuo dio? Questo è stato tutto il vostro aiuto. TI STAI PRENDENDO GIOCO DI ME? POTEVATE PORTARLI FUORI DA LI. QUELLO SAREBBE STATO UN VERO AIUTO. Continuò urlando ancora.

Rimase nuovamente in silenzio, stavolta più a lungo cercando di riprendere al calma. Si portò la mano alla testa. Riprese con un tono di voce più calmo. Boric ha scoperto dove sono le prove. Bisogna assolutamente recuperarle, non possono andare perdute. Ma bisogna salvare anche tutti sopravvissuti. Mi  dite che c'è già una spedizione che si occuperà di questo. Ci andrei anche io, ma visto che che attaccheremo Katori, recupererò i documenti. Recupereremo quei documenti. Disse perentorio. Fece un respiro chiudendo i pugni. Fu una scelta difficile per il nano. Andremo dopo a cercare i sopravvissuti. Questo e ciò che farò. Ed quello che farete anche voi. Li indico con l'indice della mano sinistra. Non l'ho dovete a me, lo dovete a tutti quei nani che avete deciso di lasciar morire in quelle miniere. Sia che Marie sia d'accordo sia no. La sua opinione non mi interessa ora. Concluse duramente.

 

Edited by SassoMuschioso

Share this post


Link to post
Share on other sites

DM

Lo shogun convenì sull'assenza di domande particolari, limitandosi a convenire sulle riflessioni degli avventurieri più scrupolosi E' vero, la sopravvivenza di Maki Tetsuo potrebbe far ripresentare il problema in futuro. Qualora vi trovaste ad affrontarlo non temete di vedervela con lui, poiché gli Undici costituiscono i più spietati servitori di Ishibura.

Con il termine della cena, diversi servitori giunsero a portare via il resto delle vivande non consumate, con lo shogun che augurò un buon riposo ai suoi ospiti Potrete rimanere nel mio palazzo finchè non sarà il momento di condurvi a Picco del Dolore. Fino ad allora potrete girare liberamente la città. Vi consiglierei di rimanere in città in questi giorni, così da poter essere facilmente reperibili in caso di bisogno furono le ultime parole che egli rivolse agli stranieri, prima di dirigersi ai propri alloggi.

x Bjorn

Spoiler

 

L'incontro con Vaiara avvenne nella camera del kalashtar, con la mezzelfa che non fu avida di dettagli Quando giunsi a Saikai, la guerra stava imperversando in tutto il paese spiegò Ishibura stava conquistando un territorio dopo l'altro e neanche le più grandi alleanze tra i signori della guerra sembravano bastare per sbaragliarlo. Volevo cambiare rotta nella mia vita e decisi di imparare a diventare una guaritrice da campo. Sai... dopo la volta che ci siamo conosciuti volevo evitare che altre persone si trovassero a soffrire per ore, stese a terra indifese dopo aver subito percosse o ferite... Vaiara si strinse le spalle Per un po' di tempo andò bene, almeno finchè il villaggio in cui mi trovavo con il mio gruppo non fu attaccato dal drago verde la ex-prostituta rabbrividì Fu spaventoso. Le persone che venivano investite urlavano e la carne sembrava liqu-- Vaiara si portò una mano alla bocca. Prese un profondo respiro per poi proseguire Quando fui costretta ad arretrare verso la costa tememmo il peggio, ma fu allora che arrivarono gli uomini dei Fiordi. Ancora una volta il nord mi mandava dei salvatori! Lo shogun riassegnò i ruoli visto che molti guaritori esperti arrivarono in seguito dalla Lega di Ilitar e io fui assunta come sua coppiera e guaritrice personale.

La mezzelfa si avvicinò a Bjorn, per poi abbracciarlo Ho pensato molto a te in questo periodo, Bjorn. Io... Vaiara si interruppe quando Bjorn le parlò del suo impegno con Tiana, del suo matrimonio e della sua gravidanza. Fu allora che lo sguardo della mezzelfa sembrò perdersi nel vuoto Io... sono molto contenta per voi la giovane guardò quindi negli occhi Bjorn, più risoluta Tiana meritava un uomo che la facesse felice. So che ha trovato la persona giusta... e il fatto che hai ucciso quel porco penso aiuterà più di una donna a sentirsi meglio. Il tipo di cosa... che una donna non può dimenticare.

Vaiara strinse i pugni, prima di afferrare il viso di Bjorn tra le mani e rivolgergli un lungo, appassionato bacio. In esso il kalashtar potè percepire la passione e il desiderio represso di anni, come un nuotatore che riprendesse aria dopo un apnea interminabile. La mezzelfa un tempo ragazzina e ora giovane donna, spinse il suo corpo verso quello del suo salvatore, languido a quel contatto. Nell'unica pausa che ella pose, la giovane sospirò Perdonami... non potevo resistere... non voglio rovinare il tuo matrimonio, voglio solo... Vaiara si morse un labbro, il corpo ancora a contatto con quello del kalashtar, fremente di desiderio.

 

La permanenza a Kirigashima offrì l'occasione, a tutti i viaggiatori, di scoprire le particolarità della cultura quotidiana del Katai, come i bagni pubblici noti come sento. Esse erano strutture riconoscibili dalla tenda divisoria usata come insegna all'ingresso, al cui interno erano presenti settori riservati ai due sessi separati da un unica parete divisoria alta circa due metri. Il galateo locale richiedeva, prima di potersi immergere nudi nell'ampia vasca pubblica di appartenenza, di lavarsi tramite gli appositi saponi e i secchi di acqua a disposizione, poiché il bagno veniva visto come un rituale di purificazione del corpo e dello spirito. L'ingresso costava 1 moneta d'argento ad ingresso per chi non sottoscriveva abbonamenti particolari. Strutture simili chiamate onsen, che sfruttavano però l'acqua termale, erano presenti solo nelle aree di campagna.

Se nel Continente Occidentale vi era più libertà di esercizio (con i rischi relativi), la prostituzione del Katai pareva assai più ordinata, esercitata in un vero e proprio “quartiere del piacere” in cui varie strutture volgarmente chiamate “ostelli dell'amore” offrivano la possibilità di avere compagnia con delle oiran, prostitute del luogo. Nonostante agli inizi vi fosse stata una certa reticenza nei confronti degli stranieri, l'aumento degli affari compensò i controlli cui le prostitute si sottoponevano a beneficio della loro salute. Le strutture avevano anche un particolare servizio di massaggi che, allo stesso modo dei piaceri carnali acquistabili, aumentavano di qualità all'aumentare del prezzo, arrivando ad accompagnarsi ad aromaterapia, musica di sottofondo e bagno caldo effettuato dalla paziente.

X chi cerca servizi nel quartiere del piacere

Spoiler

 

Vi è disponibilità di oiran secondo il seguente listino: povera (5mr), comune (5ma), eccellente (5mo), superiore (10mo)

Vi è disponibilità di servizio di massaggi secondo il seguente listino: corpo intero (2ma), superiore (1mo)

Per i dettagli sulla qualità delle oiran o del massaggio ai rispettivi livelli si fa riferimento alle pagine 129 e 130 del Book of Erotic Fantasy

 

Il fatto che Kirigashima fosse stata riconquistata non sembrava aver diminuito il livello di allerta delle forze presenti, giunte da diversi angoli del Continente Occidentale per aiutare i soldati della resistenza che costituivano le ultime forze pronte a lottare contro lo shogun Masato Ishibura. Il quartiere militare era in fermento e non era insolito vedere diversi carichi giungere dal porto, venire controllati e infine fatti pervenire a beneficio dei fabbri locali. Molti giovani del luogo avevano trovato lavoro come apprendisti maniscalchi, per quanto in quel periodo il ferro era sempre più difficile da reperire (gli avventurieri sapevano il perchè) e buona parte delle materie prime venivano importate da Occidente. La presenza di wu-jen e sacerdoti garantì la creazione di diverse opere, le quali non sempre trovarono però un bacino di utenza ampio, finendo per essere venduti in sconto.

Lista delle armi e delle armature in sconto a Kirigashima (1 esemplare per modello)

Spoiler

 

Armatura completa dell'atterraggio +1 (5000mo)

Ascia da battaglia fulminante gelida +2 (23000mo)

Corazza in cuoio borchiato della resistenza all'acido minore +2 (17000mo)

Giaco di maglia +4 (12000mo)

Katana dell'esplosione psicocinetica (24000mo)

Lancia della dissipazione +1 (6500mo)

Nunchaku +2 (6000mo)

Scimitarra della collisione +2 (25000mo)

Scudo pesante in legnoscuro +4 (13000mo)

Scudo torre +3 (7000mo)

Spadone sacro +2 (26000mo)

 

La visita in tali luoghi generò una certa gioia dai soldati stranieri, in particolar modo gli uomini dei fiordi degli jarl Fredrik e Siggard, oltre ai Dragoni di Acquastrino. Diversi erano i veterani che avevano combattuto nel corso dell'assedio al palazzo della Regina del Gelo o nella battaglia dell'Enclave e l'occasione di poter ripagare gli eroi del loro coraggio venne suggellata con una notevole dose di bevute. Se gerle e anfore di vino erano giunte da Glantria e dalla Lega di Ilitar, anche idromele dai Fiordi e botti di birra recanti i sigilli di Huruk-Rast assicuravano agli uomini la possibilità di rilassarsi fuori dal loro servizio. Bevanda che comunque venne accolta con favore anche dagli occidentali fu il sakè, una bevanda alcolica locale piuttosto forte (tra i 15 e i 17 gradi per capirci) derivata dalla fermentazione del riso.

x tutti

Spoiler

Checkpoint nella notte tra il 26 e il 27 agosto per le azioni/interazioni dei pg.

 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Guest
This topic is now closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.