Jump to content

Capitolo Zero - La Città Sommersa


Bellerofonte
 Share

Recommended Posts

Spoiler

Esclusiva per @Pentolino

Giorno -350, orario indefinito

Minos, la città degli Albori

Sott'acqua, tutto sembra diverso. I suoni, i colori, perfino le forme sembrano distorte...vive. Perfino tu.

La benedizione che ti è stata data è di poter vivere in due mondi contemporaneamente: la superficie, abitata da creature miti e brulicanti, amanti del sole e della notte, coloro che ti hanno scacciato ma coloro che ti hanno anche accolto. E le profondità, un mondo oscuro popolato da esseri timidi e talvolta mostruosi. Un mondo che pochi riuscivano a cogliere nella sua interezza. Tu sei tra questi.

"Gli elfi acquatici la chiamavano Minos, centinaia d'anni fa" le parole di Naesala Ertoris, la Prima Incantatrice della Loggia, ti sovvengono in mente mentre ti avventuri nelle profondità al largo di Capo Ventura. "Accadde molto prima che la Loggia venne costruita. La prima ed unica città sottomarina, diventata leggenda tra i pescatori. Fondata dai tritoni, abitata dalle maridi, e poi infine, lasciata agli elfi acquatici nelle ultime sei generazioni." una leggenda che inizia a intravedersi nel blu opaco che ti circonda. Le sagome di colonne doriche e statue di pietra, abbandonate a sé stesse in un luogo deserto e mistico come non ne hai mai visti in vita tua. Un brivido ti risale la schiena; è incredibile, quasi assurdo, che tu sia finalmente riuscito ad arrivare fin lì. Ti sei spinto dove probabilmente nessun umano è mai stato. Calpesti (in senso figurato), la terra abitata da esseri mistici estinti ere fa.

"Distrutta" aveva detto Naesala "Per una guerra durata cent'anni. Non contro imperi rivali, ma contro sé stessa. Tutti cercavano il tesoro dei tritoni, tutti volevano diventare i re della città sommersa. Ed alla fine non rimase che pietra e morte, in quei luoghi maledetti." La fine del racconto era amara, ma con un briciolo di speranza: i discendenti dei sopravvissuti avevano creato una nuova comunità presso le coste a sud di Capo Ventura, e intraprendevano regolarmente commerci di perle con tutto il mondo di superficie; eppure, di tanto in tanto, qualche valoroso del popolo del mare si avventurava ancora in quei luoghi per cercare ricchezze perdute, o per trovare finalmente il tesoro agognato. E non tutti di quelli che andavano lì tornavano; o per lo meno, non sempre tutti interi. Le colonne cadute, i templi crollati, avevano fornito a molte creature ostili dei ripari già belli e pronti. Nessuno sprovveduto si sarebbe mai avventurato fin lì senza sapere quel che faceva. 

Né tantomeno lo aveva fatto Bruinem, il motivo per il quale sei lì.

Bruinem aveva trascorso come te la propria vita attraversando più volte la soglia dei due mondi, grazie anche ai suoi poteri, identici ai tuoi. Pioniere da molti più anni di te, era uno dei pochi che ancora, si diceva, portasse nel suo sangue la discendenza diretta dei suoi antenati; ma cosa ancora più importante, Kilash lo aveva reclutato come membro di riserva della spedizione Eurus e avrebbe dovuto ricevere perciò l'ordine di presentarsi al più presto presso la Loggia per espletare i suoi doveri.

Ma c'era un problema: quando i messaggeri erano arrivati presso il suo villaggio, di lui non c'era traccia. Suo fratello aveva detto che era partito qualche giorno prima per Minos, e che come ogni altra sua ricognizione alla vecchia città perduta, sarebbe tornato dopo almeno una settimana.

Per Kilash, una settimana era un tempo inaccettabile. Andava mandato immediatamente un messaggero a Minos capace di raggiungere Bruinem e conferirgli l'ordine; già, ma chi? Nessuno ha le branchie, dei Pionieri di Capo Ventura, eccetto Bruinem.

Quasi, nessuno.

Edited by Bellerofonte
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Maui

"Va trovato e va trovato ora!"

Queste le poche parole con cui il messo mandato da Kilash, un ragazzino foruncoloso vestito in abiti di buona fattura che lo collocavano tra lo sciame di figli e figliastri dei nobiluomini che gravitavano intorno alla gilda, si era rivolto a lui.

Era abituato alla diffidenza con cui la gente ignorante si relazionava con lui, un po' meno a chi mascherava quella diffidenza con una malcelata arroganza, per questo l abbraccio del mare fu particolarmente gradevole quel giorno, sotto la cresta spumosa delle onde non avrebbe trovato nessuno a giudicarlo o discriminarlo.

Attese alcuni istanti affinche' i suoi occhi si abituassero al nuovo mondo, un mondo fatto di penombra e di silenzio ma ne quale un suono era in grado di viaggiare a distanze ben maggiori di quelle delle terre emerse. Un modo dove un predatore avrebbe potuto percepire una preda ferita o in difficolta a centinaia di metri di distanza. Un mondo dove le creature non erano ne buone ne cattive ma rispondevano solo ai bisogni primari di madre natura non a giochi politici o corse al potere.

Brividi percorsero la sua pelle quando nel blu profondo iniziarono a delinearsi ombre prima e sagome e lineamenti subito dopo, di quella che le razze antiche chaimavano Minos. Di colpo tutti i racconti che Naesala era solita narragli quando, poco piu' che bambino, si aggirava nelle stanze  della prima incantatrice a curiosare, si stavano materializzando sotto i suoi occhi.

Si diceva che i ricordi creati dalla mente di un bambino tendessero ad ampliare forme e dimensioni e che, una volta adulti, visistando lo stesso posto, tutto risultasse piu' piccolo, ma quella diceria quel giorno fu smentita dall emozione e dalla meraviglia percepita gli occhi del Maui adulto. 

Sebbene fossero rimasti solo colonne spezzate e statue dai lineamenti nascosti da alghe e molluschi, il potere che un tempo serpeggiava tra quelle costruzioni era ancora palpabile, mentre si avvicinava si ritrovo' a pensare come fosse stato possibile che un popolo cosi evoluto fosse arrivato all autodistruzione, come fosse stato possibile raggiungere una tale ricchezza ed un tale potere ed non aver avuto nessuna cautela nell utilizzarli.

Domande che non avrebbero avuto risposta ne oggi ne forse domani, pensieri che avrebbe dovuto cancellare in fretta dalla sua mente, poinche' se era vero che in superficie la sua razza era in cima alla catena alimentare...negli abissi era solo un anello di essa.

- Narratore

Spoiler

Mi avvicino con cautela, se posso sfrutto qualche copertura, ed inizio a cercare Bruinem Spot +10 , Listen +9

 

 

Edited by Pentolino
Link to comment
Share on other sites

La città sommersa si staglia di fronte a te, immensa in tutto il suo splendore. Provi solo a immaginare quanto poteva essere meravigliosa ai suoi tempi d'oro, se solo le sue rovine riescono a dipingerla ancora così sacra ed eterna. 

I tuoi sensi si affinano all'inverosimile, ora che il silenzio fa da padrone. Le correnti ti portano suoni non molto distanti di qualcuno che, al contrario di te, non sembra impegnarsi molto per nascondere la sua presenza. Mentre avanzi sotto alcune cariatidi che in passato sospetti reggessero un arco, l'ombra di un predatore marino si affaccia trenta metri davanti a te. Riesci a distinguerne le pinne aguzze e gli occhi vuoti, così come i suoi denti assassini. Uno squalo solitario, grande più o meno quanto te, si aggira per le vecchie macerie della città.

Di Bruinem, ancora nessuna traccia.

 

Spoiler

Ascoltare: 28

Osservare: 24

 

Link to comment
Share on other sites

Maui

La meraviglia procurata da quella visione catturò la sua attenzione ma non al punto da non fargli notare l ombra che fluttuava sopra i resti della città sommersa.

Riconobbe immediatamente i lineamenti di uno dei più temibili ed antichi predatori delle profondità, istintivamente si portò sul fondale per cercare di coprire il suo avanzare sebbene sapesse che non vi era nascondiglio che potesse celarlo all olfatto ed alle orecchie di uno squalo.

Per ora sembrava solo gironzolare ma non era certo intenzionato a scoprire se l animale fosse anche affamato.

Gli occhi saettavano dall animale alla città cercando di capire quale edificio potesse aver attirato l attenzione di Bruinem

- Narratore 

Spoiler

Riconosco edifici che attirano la mia attenzione in modo particolare? Meno diroccati o particolarmente stravaganti? Inoltre, il mio personaggio sa che lo squalo ha difficoltà a vedere e ad attaccare dall alto verso il basso o lo so solo io da giocatore?

 

Link to comment
Share on other sites

Non sei sicuro che lo squalo sia interessato a te; forse vuole soltanto fare una passeggiata spensierata tra i blocchi di pietra semisospesi e le statue di belle donne che gli fanno compagnia. Per ora si limita a girovagare, silenzioso, più in alto rispetto a te. Ovviamente hai già avuto a che fare con animali del genere, e sai su di loro tutto quello che si potrebbe sapere; esseri affascinanti, anche se imperfetti.

Il tuo girovagare continua. Anche se in rovina, resta pur sempre una città enorme, le cui strade immense ti fanno pensare che una volta fosse abitata da migliaia di esseri sottomarini; e guarda ora, la rovina. Certo che dev'essere stato un brutto colpo per i nobili elfi acquatici, ritrovarsi a dover abitare in villaggi corallini sulle coste, a fare i pescatori mentre i loro antenati potevano vantarsi di una tale ricchezza.

L'avventura continua, ma dopo un po' le strade iniziano a sembrarti tutte uguali. Alcuni polipi e meduse hanno fatto nido negli edifici, eppure del druido che stai cercando ancora nemmeno l'ombra. 

Mentre cerchi un edificio diverso dagli altri, noti una costruzione diroccata in fondo, dove le strade convergono; e avvicinandoti ti accorgi che lo squalo di prima ha appena voltato l'angolo dietro di te; se avesse voluto attaccarti lo avrebbe già fatto quando prima ti trovavi completamente scoperto. E' ancora più in alto di te e non riesce a vederti, però...potresti perfino supporre che ti stia seguendo.

 

Spoiler

Osservare: 12

Conoscenze (Natura): 21

Edited by Bellerofonte
Link to comment
Share on other sites

Maui

Lo squalo continuava a gironzolare tra i resti distrutti della citta' sommersa. Con la supponenza di chi sa di essere il padrone in quella casa, volteggiava tra i ruderi con una grazia ed un eleganza che esprimevano ancor di piu' la sua forza.

Non sembrava interessato al giovane druido,  o per lo meno non per il momento, dopo alcuni attimi in cui rimase incantato ad osservare l animale torno' a concentrarsi sulla sua ricerca.

Complice la vastita' del luogo e la scarsa visibilita', la ricerca stava prendendo molto piu' tempo di quanto si aspettasse. Le abitazioni sembravano tutte uguali ed in quel luogo dove ci si poteva muover ein ogni direzione, trovare un uomo era come cercare un ago in un pagliaio.

Mentre nuotava tra l ennesimo gruppo di edifici, frustrato dalla mancanza di progressi, noto' una costruzione presso l quale convergevano diverse strade, decise quindi di raggiungerla sperando di trovare un indizio che potesse aiutarlo nella sua ricerca.

- Narratore

Spoiler

Oltre a cercare segni del druido osservo anche se da alcuni luoghi o edifici noto le tipiche bollicine di ossigeno che si levano verso l alto

Spot+10 Listen +9

 

Link to comment
Share on other sites

Mentre avanzi verso il tempio sommerso, senti qualcosa in lontananza farsi sempre più vicino. Non è lo squalo, che invece si tiene sempre a debita distanza da te, seguendo le tue orme, no: è il rumore di passi. Passi frenetici e continui che vengono dalla tua destra, oltre le strutture collassate in rovina; te ne accorgi in tempo, prima che sia troppo tardi. Se vuoi fare qualcosa, è meglio farla subito!

Ahimè non sembra che altre anime abitino quella landa desolata, ma di bollicine ne vedi: nel tempio, ma probabilmente sono solo alghe.

Link to comment
Share on other sites

Maui

Mentre osservava le rovine intorno a lui in cerca di qualcosa che potesse indicargli la presenza del Pioniere, un rumore, sotto forma di vibrazioni frenetiche e continue, giunse ai suoi sensi.

Qualunque cosa fosse sembrava avere una fretta dannata, rapido diede due bracciate e si porto' dietro uno degli angoli che gli avrebbe dato copertura rispetto al luogo da dove arrivavano i rumori.

- Narratore

Spoiler

Mi sposto dietro uno degli angoli alla sinistra della manina rossa, quello che riesco a raggiungere in un round, (Hide +2) 

 

Link to comment
Share on other sites

Senti le pareti crollare nella sabbia, e non appena superi l'angolo, noti un granchio grande almeno il doppio di te dalla pelle nera e dalle movenze prepotenti. Le sue chele scricchiolano e battono minacciose, e le sue quattro zampe affondano pesantemente nella sabbia, iniziando ad avanzare nella tua direzione.

Evidentemente non sei stato abbastanza veloce a nasconderti: il granchio ti ha visto!

Spoiler

Nascondersi: 14

Ti ricordo che hai velocità 9m. La manina rossa sei tu. La mappa si aggiorna allo stesso link, quindi fai riferimento al post di sopra ogni volta. 

Link to comment
Share on other sites

Maui

Aveva invaso il suo territorio di caccia, non biasimo' la creatura per l attacco ma da preda qual era si preparo' a difendersi da quel predatore corazzato.

Estrase una fiala dalla cintura e ne bevve il contenuto poi tenendo salda la sua lancia e sfruttando la copertura dell angolo si preparo' ad affrontare il suo avversario.

- Narratore

Spoiler

Bevo una pozione di armatura, combatto con la lancia quindi in teoria dovrei avere un attacco di opportunita' prima che mi arrivi corpo a corpo

 

Link to comment
Share on other sites

Le sue lunghe chele sembrano abbastanza estese per colpirti anche senza avvicinarsi troppo. Il vostro sarà un combattimento dalla distanza, lo intuisci man mano che si avvicina e agita i suoi enormi arti per incuterti terrore. Noti però anche un'altra cosa: è estremamente lento, tanto da darti l'opportunità di contrattaccare quando ti si avvicina abbastanza, chiudendoti nell'angolo.

Spoiler

Lui è di taglia grande e ha portata 3m, come la tua lancia, perciò non vi date AdO a vicenda. In più ha corso, quindi tocca a te. Tralaltro la pozione di Armatura dà, intuitivamente, bonus di armatura. Il problema è che tu hai già un'armatura addosso che ti dà +4 totale, perciò la pozione è inutile, ai fini della CA.

 

Edited by Bellerofonte
Link to comment
Share on other sites

Maui

Bevve l intruglio dal sapore acre ma non percepi nessun cambiamento, se fosse sopravisuto avrebbe dovuto fare piu' attenzione alle parole di Naesala...era abbastanza sicuro che l incantatrice avesse menzionato qualcosa circa l utilizzare quella pozione indossando un armatura.

Senza perdersi d animo richiamo' a se gli spiriti delle profondita' affinche gli mandassero in soccorso un altro vorace predatore.

Narratore

Spoiler

Casto sulla difensiva, concentrazione +10 Evoca alleato naturale (Calamaro)

 

Edited by Pentolino
Link to comment
Share on other sites

Nonostante la minaccia incombente del mostro di fronte a te, riesci a comporre i gesti e dire le parole in maniera decisa ed esatta affinché, in un turbinio di bolle, una seppia appare dall'altro lato del granchio, mettendolo in difficoltà su entrambi i fronti. La seppia si avvolge ad una delle sue gambe e inizia a morderla voracemente; il granchio si avventa con entrambe le chele sulla tua evocazione, ma voltandosi su sé stesso alquanto goffamente, solo una colpisce.

 

Spoiler

Calamaro:

pf 3D8+6 = 18 - 9 = 9

CA 16

Attacco: Tentacolo +6 in mischia (Afferrare) e morso +1 in mischia (1D6+3)

Nuvola di inchiostro 10rnd, 3mx3m, propulsione (72m, rnd completo)

 

Link to comment
Share on other sites

Maui

In un attimo l acqua diviene un turbine nero irto di tentacoli, chele affilate e becchi accuminati.

Anche nelle profondita' dell oceano il ballo tra predatore e preda mantiene un fascino diabolico.

Cerco di sfruttare al massimo il vantaggio che il fratello del mare mi sta dando per tentare di eliminare il granchio.

- Narratore

Spoiler

Attacco con la lancia txc +4 (fiancheggiamento) danni D8 critico x3

 

Link to comment
Share on other sites

In breve, la tua lancia colpisce proprio mentre il mostro sta tentando di levarsi via il calamaro dalla zampa; con una chelata violentissima lo squarcia in due, e subito dopo riesci a infilzare la punta dell'arma tra le giunture della spessa chitina che ricopre la sua pelle.

Con l'altra chela, infastidito dal dolore provocatogli, ti si abbatte addosso stringendoti il torso nella morsa possente dei suoi arti. Il dolore lancinante delle ossa che si piegano di assale; senti scricchiolare ogni parte di te ed urli dal dolore. Ahimè, ti ha preso nella sua morsa letale!

 

Spoiler

TxC: 20, infliggi 8 danni

Sei in lotta con il calamaro, subisci 10 danni

Calamaro:

pf 3D8+6 = 9

CA 16

Attacco: Tentacolo +6 in mischia (Afferrare) e morso +1 in mischia (1D6+3)

Nuvola di inchiostro 10rnd, 3mx3m, propulsione (72m, rnd completo)

Link to comment
Share on other sites

Sei davvero nei guai. Il granchio ti afferra anche con l'altra chela e continua a stringerti. Il dolore è insopportabile, e la morsa è troppo salda per riuscire a divincolarti. Costretto in quel modo, non durerai ancora molto.

Perdi conoscenza, mentre dall'alto l'ombra dello squalo vagante è l'ultima immagine che vedi. Poi, il buio.

Spoiler

Ruolata chiusa.

Edited by Bellerofonte
corretto i danni
Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.