Jump to content

...Voglio diventare presto un Re...


Recommended Posts

Hola!

volevo proporre a 4 o 5 pg l'adventure path KingsMaker.

Potete tranquillamente visionare l'adventure path player guide dell'avventura dal sito paizo che è disponibile gratuitamente .

Riusciranno i nostri eroi a rendere sicuro il territorio della cintura Verde cosi da poter creare un nuovo regno e sviluppare queste terre selvagge abbandonate alla mercé di briganti e creature selvatiche? I Signori della Spada di Restov, forniscono l'autorizzazione a procedere in nome e per conto, durante l'esplorazione e viaggio all'interno di questa regione, come autorità esecutive e giudiziali per quanto riguarda il banditismo e i comportamenti illeciti. 

Alcune caratteristiche tecniche: Livello 1, buypoint a 21punti, 2 tratti (+1 della campagna), no ai tratti che aumentino i gold iniziali. 200monete iniziali, è possibile acquistare oggetti comuni e non magici (no pozioni, no pergamente, no bacchette). Il materiale utilizzabile è esclusivamente il materiale originale paizo (companions inclusi). Non ci sono particolari limiti o limitazioni ne riguardo l'allineamento ne classi ne razze.

I personaggi si conosceranno già quindi potete concordare fra voi ruoli compiti e abilità.

Per partecipare verrà considerata classe, ruolo e background per la scelta; l'ordine cronologico non sarà quindi determinante. 

Disponibile a chiarimenti di sorta :) 

 

 

Link to comment
Share on other sites


Ciao, visto che si è conclusa da poco una campagna (per assenza del master) e non ho potuto praticamente utilizzare il PG che avevo, mi piacerebbe (con le dovute correzioni) riproporlo, si tratta di un Attaccabrighe ... ti posto il bakground che avevo ideato, per vedere se può integrarsi con la tua idea per la campagna:

BG

Spoiler

Jupiter Lay (Serena Osvert)

Serena Osvert, o come si fa chiamare ora: Jupiter Lay, fu trovata ancora in fasce davanti alle porte di un monastero sperduto fra le montagne, nella sua regione di origine non era così inconsueto che le bambine fossero abbandonate, considerate non utili alla famiglia, dati i suoi tratti fu scambiata per una normale bambina umana. Allevata dai monaci imparò ad usare il suo stesso corpo come arma, anche se non sempre condivideva la linea di condotta ferrea dell’ordine monastico. La vita nel monastero le insegnò a crearsi ciò che le serviva e a sopravvivere con le sue sole forze. Col tempo le incompatibilità di pensiero tra l’ordine e la ragazza si fecero sempre più profonde. Il maestro della ragazza cercò di mostrarle vari stili di combattimento e di condotta in linea con l’etica dell’ordine, nessuno però sembrava soddisfare le caratteristiche e le capacità della stessa che era più avvezza all’utilizzo di mezzi poco “onorevoli”. Durante i suoi studi incappò per caso in alcune pergamene che parlavano di uno stile di combattimento che il suo maestro non le aveva menzionato e anzi le aveva tenuto nascosto: lo stile dei pestaggi, lo trovò subito interessante e iniziò a studiarlo e ad allenarsi di nascosto. Arrivò poi il giorno dell’esame in cui gli allievi dovevano scontrarsi “amichevolmente” per dimostrare di aver le capacità di poter salire di grado all’interno del tempio. La ragazza quel giorno era su di giri e carica per la prova, ansiosa di dimostrare il suo valore al suo maestro. I primi incontri furono semplici e si trovò ben presto in finale contro un ragazzo con cui era stata sempre in competizione, la ragazza carica e in forma si trovò da subito in vantaggio incalzando il suo avversario con rapidi colpi. Il ragazzo non ci stava però a perdere e utilizzò a tradimento una lama nascosta nella tunica per colpire la ragazza, il colpo le sfregiò il viso e la lasciò un attimo spaesata. Una rabbia primordiale le salì al cervello, il suo vero retaggio si manifestò: le sue braccia si coprirono di vive fiamme. Il ragazzo spaventato cercò di allontanarsi dalla ragazza, ma ormai la sua furia si era scatenata. Dimenticando ogni regola e ogni insegnamento le passò per la mente solo la pergamena proibita e i suoi insegnamenti. Si scagliò contro il ragazzo scosso e scaricò su di lui tutta la sua rabbia, i suoi pugni colpirono  in profondità rompendo ossa; per concludere, con una spazzata fece cadere il suo avversario, mentre il ragazzo con gli occhi sbarrati crollava al suolo , dolorante e scosso dalla furia improvvisa, un ultimo pugno lo colpì violentemente allo stomaco lasciandolo a terra incosciente. La ragazza si mise sopra di lui colpendolo ancora violentemente nonostante fosse ormai fuori combattimento, sangue e fuoco si mischiavano in una scena inquietante. Servirono 4 monaci per togliere la ragazza da sopra il suo avversario. Solo in quel momento Serena (allora si chiamava ancora così) si calmò e solo allora notò con la coda dell’occhio il suo maestro che si girava ed entrava dentro la pagoda senza proferire parola. Gli altri allievi accorsero in aiuto del compagno mal messo, mentre la ragazza uscì solitaria dal portone del tempio, ancora con le mani insanguinate e la ferita sul volto, per mai più tornare. Serena decise di cambiare nome e iniziò a vagabondare per il continente. Col passare degli anni affinò le sue tecniche di combattimento e si unì sporadicamente a gruppi di avventurieri. Proprio durante una di queste missioni il gruppo si imbatté in una strana trappola …. Nonostante il suo iniziale addestramento da monaco, Jupiter, non ha mai abbracciato la filosofia legale che contraddistingue i monaci stessi. Il suo è uno spirito libero ed è ben contenta di viaggiare solitaria, si unisce a gruppi solo per necessità o per convenienza. Non è una gran chiacchierona, quindi non è una gran compagnia averla in gruppo, nel momento del bisogno sa però rendersi utile. Volutamente ha deciso di non cancellare la ferita al volto per rammentarle sempre che la debolezza fisica non è accettabile, per questo si esercita costantemente nei momenti liberi preferendo l’allenamento ai bagordi e divertimenti che può offrire una città. Molto spesso si caccia nei guai a causa del suo temperamento irruento, e non capita di rado che una serata in locanda si trasformi in una rissa generale.

 

Link to comment
Share on other sites

@Rock_77 dai un'occhiata ai tratti della player guide (https://rpg.rem.uz/Pathfinder/Adventure Paths/PF31-36 KingMaker/Kingmaker - Player's Guide.pdf ) e vedi se qualcosa come ending si adatta. In generale può andare bene :) poi ovviamente sarebbe bello se nel background espandeste anche un pò (magari successivamente) obiettivi desideri e carattere:)

Link to comment
Share on other sites

Sylph warpriest. Bg. Impara l'uso delle armi per difendere il villaggio dove vive. Si convibce che la vittoria sia dovuta alla sua divinità decide quindi di difgindere la dua religione e difendere i più deboli. Buona e ingenua da brava campagnola da sempre una seconda possibilità al prossimo.

 

Seguirà bg più dettagliati... In metro e con cell ho qualche problema.

Edited by Albedo
Link to comment
Share on other sites

Penso che quello che si adatti più al mio PG e al backgroud che ti ho postato sia questo:

Cit. "Issian: You were raised northern Brevoy, a land of misty shores and harsh hill lands, of snowy vistas and violet-hued mountains. You are descended from an able and intelligent people, and you have grand ambitions, a mind alert for opportunity, and the tenacity to fight for your goals no matter the challenge. You care for little more than achieving your aspirations and opportunities to win wealthy and grandeur, for which few costs prove too great. You see yourself as a citizen of Brevoy through and  through. The call for champions willing to help take back your country’s rightful holdings in the Stolen Lands has inflamed your dreams of profit and possibilities, so you have joined an expedition to quest south. Your agile mind grants you a +1 trait bonus on all Will saves made to resist mind-affecting effects."

Domanda ... ma come razza il SULI è permesso? Solo perchè ai tempi avevo utilizzato quella razza ;-)

Link to comment
Share on other sites

2 minuti fa, DarkSight ha scritto:

@Rock_77 sul sulis avrei qualche riserva.. in generale sulle razze con più di 15 rp perchè sono particolarmente sopra le altre.. Dipende molto anche dagli altri :)

Ho chiesto apposta ;-) ... se è un problema cambio. Ok vediamo altri cosa hanno in mente :-)

Link to comment
Share on other sites

Se c'è posto, vorrei poter giocare con @Rock_77, visto che sta masterando parecchio bene una campagna nella quale sono coinvolto.
Farei da tappabuchi, nel senso che prima scegliete cosa volete fare come classi e poi mi adatto.
Ruolerei solo umano, nessuna altra razza

EDIT: un paladino sarebbe la mia scelta preferita

 

Edited by Fezza
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Ordunque:

Phia Saevias, sylph warpriest di Katephys. Allineamento caotico buono.

Tratti: breeze kissed (razziale) e indomable faith

blessing: weather

BG.

Phia è cresciuta in una minuscola comunità di silfidi all'interno di una non tanto più numerosa comunità di elfi. Ha sempre avuto l'affetto della sua famiglia e dei suoi compaesani. Superati i 6 anni ha iniziato ad avere strane visioni, a sentire voci che gli altri non sentivano e a sentirsi a suo agio, più degli altri silfidi, a contatto con l'aria e il vento, e i fenomeni atmosferici, non aveva paura dei tuoni ma ne adorava il suono dirompente. Incuriosita da tutto ciò si è rivolta al piccolo tempio locale, un minuscolo tempio dedicato a Katephys. Col passare degli anni la frequentazione del chierico locale e la lettura dei testi si sono radicati in lei rendendola una granitica credente di tale minore divinità. Verso i 18 anni, iniziato il percorso clericale il suo villaggio venne fatto oggetto di ripetuti attacchi da parte di alcuni goblin. Phia fu quindi costretta a imparare l'uso delle armi e si trovo perfettamente a suo agio con esse. Convinta che la vittoria su quei sei (tali erano) goblin fosse dovuto all'intervento divino e che quelle povere creature erano tali perché ignoravano gli insegnamenti di Katephys, Phia decise di intraprendere un viaggio, una missione per diffondere il suo credo il più possibile, al fine di avere un mondo in pace e giusto. Vagando per il regno facendo prediche e distribuendo riproduzioni in legno del simbolo di Katephys, la ragazza giunse in una grande città dove venne a sapere dei problemi delle Stolen Land e dell'intenzione dei swordlords di riprendere quelle terre, liberarle e creare nuove comunità. Nel apprendere tali notizie Phia si illuminò: quella era la sua missione! Convertire i miscredenti dediti al brigantaggio, ampliare il culto di Katephys e dedicargli il tempio più grande di sempre. La ragazza s'informò su ogni dettaglio e riuscì ad aggregarsi ad uno dei gruppi inviati pe rla missione.

Link to comment
Share on other sites

@Fezza può andare bene aspetto qualcosina di più :) 
@Blues per te come per gli altri, prepara un background e segui un pò le indicazioni:) il ruolo e la classe decidi tu.. basta che sia nei manuali ufficiali :)

 

al momento siete in 5, oggi pomeriggio apro la gilda :)

Edited by DarkSight
Link to comment
Share on other sites

9 minuti fa, Fezza ha scritto:

Ci sono delle divinità preselezionate in Kingmaker? 

Ho dato uno sguardo veloce alla guida del giocatore ma non ho trovato ciò che cerci

Erastil (che è legale buono) ha un peso nella storia, ma qualsiasi del pantheon può andare bene.  :)

Link to comment
Share on other sites

Ottimo. Sceglierò da Golarion allora

Hai scritto che dovremmo conoscerci tutti ma Albedo ha già creato il suo bg che non credo possa essere compatibile con il mio, dato he non vedo un paladino umano cresciuto in un luogo come quello descritto da lui

Come ci regoliamo? In linea di massima io vorrei prendere il tratto Nobile della guida al giocatore e risultare nato nella famiglia Orlovsky. Un figlio di papà addestrato all'arte cavalleresca che però non si è mai messo in gioco. Vista la situazione che si é venuta a creare, con la possibilità di partire per esplorare e instaurare un presidio in terre selvagge la famiglia lo ha mandato per tirare a lustro e guadagnare potere e visibilità agli stessi Orlovsky 

Per questo intendo che non abbiamo bg compatibili. L'ho pensato lineare e senza fronzoli coerente con le cose scritte nella guida, devo dunque dare un colpo alla botte ed uno alla moglie ubriaca per entrare in sintonia? 

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.