Jump to content

I master che graziano i loro pg


starchy
 Share

Recommended Posts

L' altro giorno la compagni di nostri personaggi (ed. 3.5) si è trovata a fronteggiare un lich, abbiamo giocato malissimo e prendendo la cosa sottogamba....2 pg in negativo, 2 charmati ed uno impossibilitato a muoversi e con 2 p.f., in poche parole siamo morti tutti, senza nessuna possibilità di uscirne vivi MA...il master decide di far spendere ad uno di noi tutti i punti ispirazione accumulati (si usiamo i punti ispirazione sulla 3.5) (4 punti) per ritirare il dado che precedentemente lo aveva stunnato e quindi condannato a morte, così facendo questo pg riesce a dare l' ultimo colpo al lich e ad evitare la morte imminente di tutti.

Il punto è questo: Secondo voi è giusto graziare i propri giocatori (in questo caso in maniera terribilmente evidente) ? O preferite lasciarli morire anche se sono pg con parecchio tempo alle spalle (si parla di una campagna cominciata 3 anni fa)...in questo caso come fareste a farvi andar giù che il vostro pg in realtà una volta sarebbe indubbiamente morto?

Link to comment
Share on other sites


NO.

Ma in questo caso, sì. :-)

 

Cè, io lo dico sempre ai miei master e quando faccio il master lo faccio: MAI salvare i giocatori. Che gusto c'è? Perdi il senso dell'avventura se ci sono sempre deus ex machina, uno scontro non è uno scontro se sai che vinci. Mai, mai, mai deus ex machina. Rovini tutto.

Ma. Però. Tuttavia. Un personaggio con 3 anni alle spalle va salvato, imo. Un personaggio di 3 anni hai già il gusto di conoscerlo bene e di averne passate tente. Thats it. Però non morire non significa dover per forza fare deus ex machina in combat. Incantesimo "Clone"? Resurrezioni insperate da estranei? Andare in un altro piano ed essere presi sotto l'ala di un esterno, per poi essere rimandati nel mondo dei mortali per salvare l'umanità, tipo Gandalf o Berlusconi? 

 

Bellissimo topic btw, seguo

  • Like 5
Link to comment
Share on other sites

10 minuti fa, Lord Karsus ha scritto:

 Incantesimo "Clone"? Resurrezioni insperate da estranei? Andare in un altro piano ed essere presi sotto l'ala di un esterno, per poi essere rimandati nel mondo dei mortali per salvare l'umanità, tipo Gandalf o Berlusconi?

Davvero difficilmente fattibile nella nostra ambientazione

10 minuti fa, Lord Karsus ha scritto:

Ma. Però. Tuttavia. Un personaggio con 3 anni alle spalle va salvato, imo.

Quel personaggio tuttavia, e di conseguenza te sapete e sarete consapevoli del fatto che una volta in realtà siete morti ma il master vi ha terribilmente graziati....è una cosa davvero brutta per un pg con cui giochi da un bel po e di cui ti sei prodigato tanto (background, lettere varie, e addirittura commissionato la sua illustrazione a professionisti).

Sembra una cavolata ma in realtà sto tarlo continua a rodere. Sto quasi pensando che forse avrei preferito morisse...

10 minuti fa, Lord Karsus ha scritto:

per poi essere rimandati nel mondo dei mortali per salvare l'umanità, tipo Gandalf o Berlusconi?

Berlusconi Paladino di 20 livelli dopo me lo buildo, che cavolo di cose mi fai partorire?

Edited by starchy
  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Vabbe' io direi che non è sto probblema se il master dice: "Vabbe', ritorniamo al combattimento del lich" e lo riaffrontate (so che non lo potete più fare, è per dire cosa si poteva fare)

 

Oh ma gli incantesimi Clone?!? Paghi 3000 mo a un incantatore, ed è fatta. Il tuo personaggio di 3 anni è eterno e non c'è bisogno di deus ex machina. Magari ogni volta che tornate in vita perdete qualcosa (esperienza, monete d'oro, magari tutte così veramente non vuoi morire!) ma almeno te lo fai eterno

Vedi per esempio ad ogni uso di Clone ovviamente l'equipaggiamento rimane dov'è e quindi perdete tutto: verghe, spade+4, artefatti, tutto. Così il brivido resta e hai la moglie piena e la botte ubriaca

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, Lord Karsus ha scritto:

Vabbe' io direi che non è sto probblema se il master dice: "Vabbe', ritorniamo al combattimento del lich" e lo riaffrontate (so che non lo potete più fare, è per dire cosa si poteva fare)

 

Oh ma gli incantesimi Clone?!? Paghi 3000 mo a un incantatore, ed è fatta. Il tuo personaggio di 3 anni è eterno e non c'è bisogno di deus ex machina. Magari ogni volta che tornate in vita perdete qualcosa (esperienza, monete d'oro, magari tutte così veramente non vuoi morire!) ma almeno te lo fai eterno

Troppo tardi ormai, il mio pg è irrimediabilmente segnato. Ora devo pensare a come giustificare questa cosa nella mia testa, o a come farlo "riscattare".

Link to comment
Share on other sites

In effetti questa situazione infastidirebbe (e ha infastidito in passato) anche me. Il bello del gioco è rischiare, vedere se astuzia, preparazione e fortuna ci premieranno nell'impresa. 
Ovviamente ci sono eccezioni: è sempre brutto perdere un personaggio al quale si è affezionati per una questione di mera sfortuna. 
Se invece la morte ci coglie in una situazione di onesto rischio, è divertente. Triste, certo, ma è il rischio del gioco. 

Per questa specifica situazione non saprei dire: il lich era un boss legato alla narrazione? Importante per la trama? O solo "uno dei tanti" boss?

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

3 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Per questa specifica situazione non saprei dire: il lich era un boss legato alla narrazione? Importante per la trama? O solo "uno dei tanti" boss?

Il boss era un boss piuttosto importante legato un po alla trama della main quest ed un po ad uno dei nostri pg...

3 minuti fa, Pippomaster92 ha scritto:

Se invece la morte ci coglie in una situazione di onesto rischio, è divertente. Triste, certo, ma è il rischio del gioco. 

Il punto è dannatamente questo...abbiamo giocato male, distrattamente e sopravvalutandoci come al solito...e ci siamo crepati...però il master ha voluto salvarci TUTTI.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Pippomaster92 ha scritto:

Per questa specifica situazione non saprei dire: il lich era un boss legato alla narrazione? Importante per la trama? O solo "uno dei tanti" boss?

Giusto, se era il boss dei boss ci stà di più di morire. Cè es. per un boss di fine campagna ci sta se muori.

 

Poi bisogna vedere pure come la vostra morte si inseriva in mondo e trama, e cose interpretavate. Eravate un gruppo di Chierici che temporeggiava affinché il lich non aprisse un P.C.D.M. (Portale Che Distruggerà il Mondo) o era una missione in cui avete fatto i càzzoni spocchiosi e non centrava un càzzo che moriste? 

Thats different brothello

Link to comment
Share on other sites

Mannò zio un personaggio di 3 anni non può morire in maniera stupida. Io ti giuro sono il primo che dice al Master NO DEUS EX, ma se sto ruolando un personaggio da 3 anni 'sti grandissimi càzzi. 

La storia del PG diventa più importante della realisticità o del gamismo (sfida deve essere sfida), non puoi aver investito 3 anni della tua vita per un personaggio se poi questo non muore tantando di legare al guinzaglio Cthulu tipo schiavo sessuale, scoprendo un nuovo universo, salvando il mondo, tentando di rovesciarci l'equivalente di ottocento betoniere di rifiuti organici sul Vaticano, cercando di attaccare dei fili elettrici ad alta tensione ai testicoli di chi ha pensato di mettere una terza Morte Nera in Star Wars VII o tentando di eliminare per sempre Despacito dalla memoria dell'umanità. Cioè non può e basta. È tutto giustificato.

Tre anni sono tre anni. Non ti fare seghe mentali. In quel PG hai investito troppo. Non può morire come un babbo di mìnchia. Punto. Non mi fare arrabbiare. 

Edited by Lord Karsus
  • Thanks 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Un paio di domande...

Da quanto scrivi, mi pare di capire che il GM abbia letteralmente imposto che il giocatore spendesse tutti i punti ispirazione del proprio personaggio: me lo confermi?

O, viceversa, gli ha dato semplicemente l'opportunità di poterlo fare e il giocatore ha scelto di cogliere l'occassione?

Link to comment
Share on other sites

5 hours ago, Checco said:

Un paio di domande...

Da quanto scrivi, mi pare di capire che il GM abbia letteralmente imposto che il giocatore spendesse tutti i punti ispirazione del proprio personaggio: me lo confermi?

O, viceversa, gli ha dato semplicemente l'opportunità di poterlo fare e il giocatore ha scelto di cogliere l'occassione?

Penso di aver capito che gli abbia “ricordato” della possibilità di utilizzare i suoi punti ispirazione; e che gli abbia dato l’opportunità di utilizzarli retroattivamente, quando era ormai chiaro che la conseguenza di non averlo fatto avrebbe portato alla morte di tutto il gruppo. Praticamente, direi che gli abbia fatto ricaricare il gioco da un salvataggio precedente, come se fosse un videogame. :grimace:Ma 

Link to comment
Share on other sites

1 minuto fa, Dadone ha scritto:

Penso di aver capito che gli abbia “ricordato” della possibilità di utilizzare i suoi punti ispirazione; e che gli abbia dato l’opportunità di utilizzarli retroattivamente, quando era ormai chiaro che la conseguenza di non averlo fatto avrebbe portato alla morte di tutto il gruppo. Praticamente, direi che gli abbia fatto ricaricare il gioco da un salvataggio precedente, come se fosse un videogame. :grimace:Ma 

Esattamente.

Link to comment
Share on other sites

Secondo me si poteva far morire il gruppo e continuare la storia con soluzioni più eleganti: magari vengono riportati in vita da un potente immondo che però ora possiede le loro anime, oppure un gruppo di altri avventurieri deve impegnarsi nell'ardua impresa di resuscitare gli eroi uccisi dal lich, o il lich stesso potrebbe averli rianimati come potenti servitori non morti, e i personaggi devono cercare un modo di spezzare la maledizione.

Capisco che un total party kill possa portare ad attriti tra il master ed i giocatori, ma graziarli, soprattutto se la sono giocata male, toglie ogni parvenza di brivido ed imprevisto al gioco, trasformandolo in un videogioco dove salvi e ricarichi.

Penso comunque che di queste cose bisognerebbe accordarsi fuori dal gioco.

Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Dadone ha scritto:

Penso di aver capito che gli abbia “ricordato” della possibilità di utilizzare i suoi punti ispirazione; e che gli abbia dato l’opportunità di utilizzarli retroattivamente, quando era ormai chiaro che la conseguenza di non averlo fatto avrebbe portato alla morte di tutto il gruppo. Praticamente, direi che gli abbia fatto ricaricare il gioco da un salvataggio precedente, come se fosse un videogame. :grimace:Ma 

 

3 ore fa, starchy ha scritto:

Esattamente.

Beh, se le cose stanno così, la prospettiva è un po' diversa...

Il master vi ha offerto una possibilità, non vi ha graziati prendendo una decisione unilaterale: la scelta di far morire o meno i personaggi è di fatto spettata a voi.

Se non vi andava a genio la proposta del master o se semplicemente reputavate che fosse più giusto che i personaggi morissero, sarebbe bastato rifiutarsi di spendere i punti ispirazione.

Link to comment
Share on other sites

29 minuti fa, Checco ha scritto:

Il master vi ha offerto una possibilità, non vi ha graziati prendendo una decisione unilaterale: la scelta di far morire o meno i personaggi è di fatto spettata a voi.

Io sono l' unico giocatore che avrebbe preferito morire piuttosto che essere graziato. Purtroppo.

Link to comment
Share on other sites

Con me non si scappa, se l'incontro è equilibrato offro eventuali vie di fuga.

Al limite concedo l'intervento divino ma bisogna pagarne delle conseguenze con scambi di favore (io dio/demone ti resso a patto che...) o penalità (-4 ad abilità, txc,  altro, se eri il principe azzurro ora sei un principe ricchione)

I personaggi giocatori troppo sicuri di sè vanno castigati.

Il gioco è fatto di tiri di dado, altrimenti c'è Neverwinter Nights dove se sbagli ricarichi dall'ultimo salvataggio.

Ricordo un pomeriggio dove siamo usciti di casa dopo una brutta partita con un leggendario paladino morto perdendo l'equilibrio con un fumble clamoroso, per poi cadere  in un fiume di lava. Praticamente si era tutti lì a guardarci come a un funerale anche perché il paladazzo era in possesso di un artifatto che avrebbe salvato il mondo ecc. e quindi tanti saluti lieto fine.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

13 ore fa, madelyne ha scritto:

Con me non si scappa, se l'incontro è equilibrato offro eventuali vie di fuga.

Al limite concedo l'intervento divino ma bisogna pagarne delle conseguenze con scambi di favore (io dio/demone ti resso a patto che...) o penalità (-4 ad abilità, txc,  altro, se eri il principe azzurro ora sei un principe ricchione)

I personaggi giocatori troppo sicuri di sè vanno castigati.

Il gioco è fatto di tiri di dado, altrimenti c'è Neverwinter Nights dove se sbagli ricarichi dall'ultimo salvataggio.

Ricordo un pomeriggio dove siamo usciti di casa dopo una brutta partita con un leggendario paladino morto perdendo l'equilibrio con un fumble clamoroso, per poi cadere  in un fiume di lava. Praticamente si era tutti lì a guardarci come a un funerale anche perché il paladazzo era in possesso di un artifatto che avrebbe salvato il mondo ecc. e quindi tanti saluti lieto fine.

Severo ma giusto.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.