Jump to content

Montefortino


NinjaCow

Recommended Posts

Montefortino è un piccolo paesetto circondato da mura e fortificazioni che sorge sulla cima di un monte. I suoi abitanti si sentono al sicuro perché è difficile da raggiungere, gode di un ottima posizione difensiva, un ottima visuale sulle zone circostanti e fin ora nessuno è mai riuscito ad espugnarla veramente. Ad ogni modo l'influenza della cittadella si estende per chilometri nelle campagne circostanti e gli abitanti che vivono fuori dalle mura sono in costante pericolo. La guerra con Montefalcone è sempre più dannosa per l'economia e concluderla in fetta è diventata una priorità già da mesi. Aloisio, il vostro Signore, ha trovato una soluzione piuttosto ingegnosa al problema: un matrimonio.

Il vostro esercito non è abbastanza grande da poter contrattaccare Montafalcone nei loro territori, state combattendo una guerra prettamente difensiva e anche piuttosto sofferta. L'unica soluzione possibile era una soluzione diplomatica. Aloisio ha contattato un altro regno confinante con il suo nemico e ha combinato un matrimonio per il suo figlio primogenito creando di fatto un alleanza in grado di sconfiggere facilmente Montefalcone nel caso di un nuovo attacco.

Forse si è giunti ad una fragile pace... forse no...

 

 

Oggi, a Montefortino, si celebrano le nozze tra Lodovico e Isabella. Tutto il paese è in festa e tutti sono euforici. Perché? La musica, le danze, il banchetto, il vino... tutte cose che allietano lo spirito ma il segreto di tanta allegria è a la promessa del Sire di un nuovo periodo di pace. Lui sostiene che questa nuova alleanza terminerà la guerra e tutti sono infiammati da questa speranza.

Molte persone importanti sono state invitate ai festeggiamenti e Aloisio vuole mostrare più forza di quella che ha realmente e ha deciso di dar fondo alle ricchezze che gli rimangono dopo 2 sanguinosi anni di guerra. Non ha badato a spese per la festa e ha persino fatto mettere in servizio ogni suo soldato. Siete stati dislocati in varie zone del Borgo, è sera tarda e siete ancora in servizio.

 

Berengario Talloni @Jareth

E' noto a tutti che hai avuto attriti con i Chierici della città per le tue idee. Vista la loro influenza il Capitano ha pensato non fosse opportuno che tu fossi troppo vicino ai festeggiamenti. Per non mandare sprecata la tua intelligenza sei stato assegnato alle cucine. Il tuo incarico è controllare che nessuno avveleni cibi o bevande prima di servirli, non si è mai troppo prudenti. L'incarico di per se è piuttosto noioso, ma presenta i suoi vantaggi: puoi assaggiare molte pietanze e sei in buona compagnia.

Vicino a te ci sono due donne impegnate a sistemare con cura le pietanze su alcuni grossi vassoi. Saranno serviti a breve e ti assicuri che tutto fili liscio.

Ricordi quando ti ho parlato di quel ragazzo?

Quello del mulino?

Si! Viene spesso a bere da me ultimamente ed è una vera forza della natura. L'altra sera avevo problemi con due contadini ubriachi, avevano iniziato a tirare i boccali e a rovesciare sedie e tavoli perché secondo loro avevamo allungato il vino e non volevano pagarlo.

Ma è vero che ci mettete l'acqua...

Che c'entra? Stavano sfasciando la locanda di mio padre... e lui si è alzato senza timore e li ha affrontati. E' successo tutto in un attimo, li ha mandati entrambi a gambe all'aria e li ha spediti fuori a calci. Ha persino pagato per il loro disturbo! E' un vero signore... vorrei tanto conoscere il suo nome, magari ancora non ha una donna.

Magari invece ha famiglia! Lo hai detto tu che viene da lontano, vai a capire quale è la sua storia.

Però è qui da solo... magari me la faccio raccontare da lui la sua storia. Di solito è così gentile, devo solo farmi notare.

Con i seni così piccoli dubito che succederà mai!

Le due ridacchiano alla battuta e solo dopo si rendono conto della tua presenza. Abbassono lo sguardo imbarazzate e continuano a lavorare in silenzio, solitamente non gli è permesso parlare in questo modo avanti agli uomini. Un istante dopo qualcuno ti chiama dalla stanza accanto. E' uno dei cuochi, un uomo grasso e alto che tiene per i capelli un ragazzino sui 10 anni. Lo strattona a destra e a sinistra facendogli male mentre ti parla. Ho trovato questo ragazzo a curiosare tra le mie cose! Ma non vuole farmi vedere cosa ha preso, maledetto ladruncolo! Sono sicuro che si è introdotto qui con le peggiori intenzioni.

Non è vero! Io lavoro qui! Mi hanno detto che devo tenere tutto pulito e stavo solo dando una sistemata.

Ti ho visto prendere qualcosa dal mio baule, piccolo bugiardo! Cosa mi hai rubato?

 

Grifo Grimaldi de Brus @Ulfedhnar

Nonostante tu sia stato degradato da poco in quanto troppo scomodo nella tua vecchia posizione il Capitano ha tenuto conto dei tuoi numerosi anni di servizio e ha voluto premiare il duro lavoro svolto fin ora con un incarico privilegiato: sarai di guardia al banchetto principale. Te ne devi stare tutto il tempo immobile e in guardia a guardare gli altri che si godono il cibo, la musica e le danze. Non molto divertente, ma almeno hai l'opportunità di stare tra la gente che conta e vedere di che pasta sono fatti veramente in un ambiente molto meno informale del solito. Ad esempio non avevi mai visto bere cosi tanto Aloisio, e sembra anche reggere! Suo figlio invece, lo sposo, è un ballerino provetto e sta tornando ora al suo tavolo tenendo per mano sua moglie. Isabella è una ragazza giovane, non troppo bella e molto imbranata. Lodovico invece se ne sta sempre impettito con quel suo atteggiamento da persona superiore ed è di bell'aspetto. Nonostante il palese contrasto i due sembrano aver preso subita molta confidenza e si stanno divertendo.

Il Sire si alza dalla sedia barcollando lievemente, ora puoi vedere le sue guance rosso acceso. Attira l'attenzione di tutti e alza il suo calice Questo non è solo un matrimonio, è anche un alleanza tra due regni! Prospereremo insieme, quanto è vero che questi due avranno molti figli! I loro sguardi sono già carichi d'amore, scommetto che dovrò tapparmi le orecchie questa notte! Scoppia in una fragorosa risata, molti altri si uniscono a lui mentre gli sposini sono un po' imbarazzati. Alla vostra salute! Dice appena prima di scolarsi un altro calice di vino in un solo sorso.

Le danze riprendono e non hai potuto fare a meno di notare due occhi costantemente puntati su di te. E' tutta la serata che una delle serve di Isabella ti guarda con insistenza, sembra essere interessata a te e speranzosa di poter danzare. Considerando che ha più o meno la tua età e non è accompagnata da nessun uomo deve essere una vedova o una zitella, ed è anche piuttosto carina.

Lidia Butt @athelorn

Tu sei una donna soldato, una combinazione possibile ma molto rara e mal vista. Il Capitano ha deciso si spedirti lontano dai festeggiamenti e sei stata assegnata alle stalle, dopotutto con gli animali ci sai fare.

Ci sono molti nobili e cavalieri al banchetto e di conseguenza ci sono fin troppi cavalli ai quali badare. Se ne stanno molto stretti in uno spiazzo insufficiente, per cui risultano anche piuttosto irrequieti. La tua fortuna è che ti sono state affidate due giovani reclute per aiutarti. E' la prima volta che ti ritrovi a dare ordini, e fin ora la tua guida ha portato risultati positivi.

Hai appena finito di posizionare del fieno per alcuni cavalli quando senti un rumore alle tue spalle. Un tonfo sordo e alcuni rami che si spezzano. Ti giri di riflesso. Poco più in là del recinto ci sono delle folte siepi ed alcune piante, una macchia di vegetazione, qualsiasi cosa tu abbia sentito è nascosta lì dentro. A giudicare dalla quantita del rumore non è un piccolo animale come un coniglio.

Ridolfo de' Guiducci @Pippomaster92

C'è una zona della festa riservata ai combattenti di spicco e agli ufficiali, spesso questi uomini hanno un indole violenta per cui fare servizio vicino alle loro tavolate significa dover sedare risse. Solitamente sono molto meglio addestrati di un soldato medio, sanno il fatto loro e non è per nulla facile fermarli. Nessuno desidera fare servizio nei loro pressi. Il capitano ha scelto te e altri due uomini molto robusti per occuparvi di quella zona. Conosce bene le storie che girano sul tuo conto ma è ancora un po' scettico e pensi che sia un modo per metterti alla prova.

Tra questi combattenti di spicco c'è anche tuo fratello, è un ufficiale e invece di essere in servizio si gode i festeggiamenti. Per tutta la serata è stato impegnato a parlare con alcuni uomini nella sua stessa posizione nell'esercito del vostro alleato. Spostandoti tra i tavoli hai anche sentito qualche stralcio delle loro conversazioni, parlano di battaglie, imprese, avventure, donne. Ad un certo punto vedi tuo fratello indicarti mentre racconta una storia e qualche minuto dopo ti fa cenno di raggiungerlo. Quando vai da lui continua a parlare con il suo interlocutore quasi ignorandoti Ecco qui mio fratello Rodolfo! Quello che vi ho raccontato è proprio vero, in quella battaglia ha trattenuto da solo un intero battaglione! Persino chi lo ha visto combattere con i propri occhi stenta a credere che sia accaduto veramente. Ha la forza di un orso e il coraggio di un eroe... mio padre ed io ancora ci chiediamo che gli fosse preso quando ha combattuto per la prima volta. Aggiunge tra se e se quando finalmente si volta verso di te. Che ne dici di una dimostrazione? Sono sicuro che qui tutti vorrebbero vedere un bel duello.

Inizi a pensare che forse c'è anche lo Zampino di tuo fratello dietro l'assegnazione di quest'incarico. (Dimmi tu il suo nome)

 

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 15
  • Created
  • Last Reply

Rodolfo de' Guiducci

Spoiler

Passeggio annoiato scrutando un po' tutti...questo incarico non mi piace, dopo quello che ho fatto nell'ultimo scontro avrei benissimo potuto sedere ad uno dei tavoli. Con mio fratello Oliviero e i suoi amici. 
Provo una forte invidia, e non vedo l'ora che la festa finisca in modo che io possa concedermi una brocca o due di vino. 
Quando Oliviero mi chiama a sé lo raggiungo, ma un po' controvoglia. Dopo tutto è il mio fratello maggiore, ma il disprezzo nella sua voce è palese e sembra quasi godere del mio ruolo di questa sera. Le parole che pronuncia tra sé e sé mi irritano decisamente, ma cerco di non darlo a vedere.
Un po' rigidamente rispondo "Si, non stavo bene la prima volta...ma mi sono ben riscattato. Sono onorato di far parte dei vostri discorsi, comunque. Se volete una dimostrazione sarò lieto di darvela, ma sai che sono qui proprio per fermare eventuali duelli e risse. Stasera dovrebbero tutti allegri; il Sire è di buon umore ed è meglio che resti così. Ma posso dimostrarvi la mia forza in altri modi...che volete che sollevi? una panca con qualcuno di voi sopra?" chiedo la cosa abbastanza seriamente, con solo un sorrisetto arrogante in volto. Vediamo come la prende mio fratello.

Spoiler

Ok, ho controllato e senza Ira a strappo posso sollevare sopra la testa 317kg, da terra il doppio e spingere 1587kg XD XD
In realtà l'idea è magari sollevare una panca con due uomini sopra, se non hanno le armature (immagino 90kg per uomo), e di certo non sopra la testa XD

 

Ho scritto in spoiler per comodità di lettura, non perché siano cose segrete. 

Immagine

 

Link to comment
Share on other sites

Grifo Grimaldi de Brus 

Mantenendo la mia posizione, osservo con sguardo arcigno i partecipanti alla cerimonia, ponderando il destino avverso. Prima ingabbiato in un incarico che non desideravo, poi degradato e vilipeso, e ora questo.

Quando il capitano mi ha detto che mi affidava un incarico di prestigio, probabilmente mi stava prendendo in giro: non solo devo stare impalato tutto il tempo nobili spocchiosi divertirsi e far finta di congratularsi con Aloisio e Lodovico, ma devo anche sopportare gli sguardi carichi di disprezzo di tutti quelli che mi conosco... cioè praticamente tutti. Immagino che siano in molti a felicitarsi con sè stessi, vedendomi degradato a fare la guardia ad un banchetto, e sicuramente altrettanti vorrebbero che la mia punizione fosse ancora maggiore.

Per lo meno tra tutti gli sguardi, almeno uno sembra gentile e cortese; se non fosse per la mia maledetta dedizione al dovere probabilmente mi avvicinerei alla donna, e invece resto fermo al mio posto. Del resto, sarebbe sconveniente venire meno ai miei ordini per danzare con una dama, e non voglio porgere il fianco ad altre accuse e calunnie, meritate o meno che siano.

Però posso ricambiare gli sguardi con un sorriso, anche se probabilmente sul mio volto teso appare più come un ghigno, e con un gesto cortese di saluto; magari sono sufficienti ad incentivare la donna ad avvicinarsi per parlare, io non posso abbandonare la mia posizione, ma lei è pur sempre libera di muoversi, se vuole.

@tutti, immagine del personaggio

Spoiler

e49fad56280b5b4844a01299ddf2e357.jpg.4110b9c1167cc31b1b70df0b02a6ea88.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Lidia Butt

Descrizione

Spoiler

https://s-media-cache-ak0.pinimg.com/originals/b3/81/85/b3818505146afe42a7e93756b553527a.png

Alta nella media, poco sopra quella femminile, ha un fisico atletico sviluppato in anni che è nell'esercito come soldato. Capelli corti per convenienza, porta una piastra pettorale, bracciali e gambali con della maglia qua e la' per protezione. A parte lo sguardo molto serio, cio' che salta subito all'occhio è il suo equipaggiamento: generalmente una lancia lunga in mano, ha al fianco due spade bastarde di origini differenti, una roncola da contadino, un pugnale sul petto e in spalla porta uno scudo assieme ad un arco ed una faretra . Quando si porta tutto quanto il suo equipaggiamento compare pure un alabarda, ma solitamente vi è o quella nella sue mani, o la lunga lancia. Ha un assortimento niente male, anche se chiaramente non tutte di fattura tipiche dell'esercito.

In un tale giorno di festa un lavoro nelle stalle a tenere a freno ladri di cavalli ed i cavalli stessi... non è poi tanto male. Avere davanti la gente che ride felice e gioisce non mi attizza certo il buonumore, quantomeno qua faccio un lavoro tranquillo e relativamente esente da rischi. Cosa soprendente è che ho ben due uomini a mia disposizione: non mi hanno mai dato alcuna responsabilità e questa, per quanto mi abbiano dato due reclute in un giorno difficile logisticamente quindi nulla di cui gioire troppo, è a modo duo un occasione pre guadagnare magari un grado. O mostrare che posso cavarmela pure in questo. 
Do' ordini semplici, diretti ed impossibile che loro due possano sbagliare facendomi fare brutta figura. 

Sbuffo stanca appoggiando il fieno per badare ai cavalli, un lavoro che avrei preferito fare cento volte di piu' onestamente, quando sento un rumore alle mie spalle. Nella vegetazione qualcosa si è mosso. Faccio rapidi conti mentali. 
Alzare allarmi inutili danneggerebbe la mia reputazione, oppure il piano di chi che sia è proprio distrarre le guardie da lui. Meglio controllare in privato prima. 

Con un movimento fluido prendo la lunga lancia vicina a me e la punto ad un centimetro dal cespuglio, bisbigliando. 
Esci fuori adesso evitando di farmi un casino e te ne saro' grata. 
Se alla peggio non vi fosse nessuno... non avro' certo fatto brutta figura con nessuno, dopotutto. Ma se vi fosse...

Link to comment
Share on other sites

Rodolfo de Guiducci

Tuo fratello accetta di buon grado e anche gli altri invitati. Senza troppi problemi sollevi una panca con due grossi guerrieri sopra. Tutti si guardano a vicenda perpressi e stupiti e scende un silenzio surreale in quell'area della festa. Ad un certo punto senti il rumore di un boccale che impatta con il terreno e ti giri in quella direzione, un uomo veramente alto e grosso si è alzato in piedi e si avvicina a te lentamente. Ha una grande e prominente pancia, spalle larghe e possenti, barba lunga e mal curata dove sono impigliati dei pezzi di cibo del banchetto appena consumato. Ti si piazza d'avanti e ti guarda fisso negli occhi. Tutti hanno capito che sta per iniziare una sfida e iniziano a discutere sul possibile vincitore. L'uomo ti sorride e poi ti da le spalle. Si avvicina ad un'altra panca dove sono sedute 3 persone, le solleva come hai fatto tu e ti guarda con aria di superiorità mentre il pubblico applaude. Sembra che molti degli invitati conoscano quest'uomo e lo stanno incitando. Tra i pochi che invece fanno il tifo per te c'è proprio tuo fratello. La festa ricomincia più animata di prima.

Grifo Grimaldi de Brus 

Dopo un po' la donna pare capire la situazione e titubante decide di alzarsi e avvicinarsi a te. Sa bene che se facesse lei la prima mossa potrebbe essere considerata una donna poco seria per cui ti si posiziona a fianco, a qualche passo, fingendo di seguire le danze.

Lidia Butt

Le tue parole non sortiscono l'effetto sperato. Senti qualcosa correre velocemente tra la vegetazione in direzione opposta alla tua: sta fuggendo.

Di istinto segui il rumore e vedi tra i cespugli e le piante un uomo correre via, con queste condizioni di luce non riesce a carpire nessun dettaglio del suo aspetto ma sei certa sia di sesso maschile. Corri anche tu, ma poco dopo inciampi su qualcosa e ruzzoli a terra. Quando ti rialzi dolorante l'uomo è sparito dalla tua visuale e capisci che sei inciampata sul cadavere di una donna. Colleghi subito il tonfo sordo che avevi sentito solo pochi istanti prima al rumore di un corpo che cade rovinosamente a terra e capisci che chiunque sia fuggito stava probabilmente tentando di occultare questo cadavere.

La donna è a terra in una posa raccapricciante, il braccio destro si è spezzato e il gomito è piegato in direzione opposta a quella solita. Indossa abiti dal tessuto e dai colori pregiati, abiti da nobile. I suoi capelli lunghi e neri le coprono il volto, li sposti per capire la sua identità scoprendo che è stata scarnificata. La pelle della sua faccia e parte della carne sono stati rimossi, la mandibola è rotta e penzola precaria.

Link to comment
Share on other sites

lidia Butt

Mi lancio all'inseguimento, lancia in resta e rovinosamente inciampo. 
Inciampo su un cadavere. 
Subito mi tiro in ginocchio, guardando il corpo. Faccio il grave errore di scostare i capelli per vedere uno spettacolo raccapricciante. Uno spettacolo che sicuramente mi tormenterà nel sonno per tanto tempo da oggi in poi. 

La mia prima reazione e' saltare all'indietro e cadere in ginocchio non lontano, vomitando.
Rigurgito l'anima per lo schifo, il raccapriccio ed il disgusto di quel volto senza carne ed una mandibola rotta e penzolante. Lo sguardo della morte stessa che ti scruta nell'animo. 

Appena riesco minimamente a parlare urlo, chiamando i due soldati di guardia cercando di tirarmi in piedi, pallida ma cercando di non fargli vedere quel corpo. 
C'era qualcuno, ha abbandonato un cadavere. Abbiamo un omicidio. dico svelta ai due guardando prima quello a destra. Vai dal Capitano. Digli questo: ''Abbiamo trovato alle stalle un cadavere di una donna nobile, volto scorticato: irriconoscibile. Il colpevole è un uomo, fuggito, che stava cercando di occultare lì il cadavere.'' gli dico svelta per poi guardarli entrambi. Questo è grave, ma non dobbiamo NOI causare il panico tra gli ospiti durante un matrimonio tanto importante. Il Capitano sapra' che fare. spiego svelta ad entrambi, pallida e faticando a non rimettere l'anima nuovamente. 

Tu invece stai all'entrata delle stalle. NESSUNO entra. Chiaro? proseguo categorica. Non voglio che si veda il corpo e si scateni il panico. Inventati che un cavallo ha ferito un altro e stanno arrivando a calmarlo, chesso'. Io rimango a guardia del corpo. 

Conclusi gli ordini guardo i due. Andate! Svelti! li intimo a correre. 

Torno vicino al cadavere e cado di nuovo in ginocchio. Il secondo conato che avevo tenuto sopito mi raggiunge e non posso che di nuovo, nello stesso punto, donare al prato quel poco che ho mangiato rimasto nel mio stomaco, tossendo disperatamente completamente pallida. 
Perchè a me... mi chiedo guardando a terra il vomito, rivedendomi negli occhi quel volto scorticato e senza parte della carne che mi fissa nell'animo. .. per una volta che avevo... un incarico facile... mer*a... 

Link to comment
Share on other sites

Rodolfo de' Guiducci

Mi avvicino all'uomo che ha sollevato tre persone e annuisco solenne. "Messere, questa non è una sfida degna di uomini del nostro calibro. Che ne dice di sfidarci con una delle forme più antiche e rispettate? Una gara a braccio di ferro sembra adatta a misurare la nostra forza, che ne dite?"

 

Link to comment
Share on other sites

Grifo Grimaldi de Brus 

Mi avvicino di qualche passo alla donna, quel tanto che basta per poter parlare senza alzare la voce: "È un bel ricevimento, non trovate?" domando un po' impacciato, per poi affrettarmi subito ad aggiungere: "Perdonatemi mia signora, non volevo mettervi in imbarazzo o mancare di rispetto verso vostro marito. Vi porgo le mie scuse se mi sono preso la libertà di parlarvi senza prima essere stati propriamente presentati. Il mio nome è Grifo Grimaldi, al vostro servizio." concludo maledicendo mentalmente tutti i risvolti inutili dell'etichetta di corte.

Link to comment
Share on other sites

Rodolfo de' Guiducci

L'uomo ti risponde con un semplice Bene. la sua voce è roca e decisa.

Prendete posto e il vostro pubblico sembra ancora più caldo di prima. Tutt'intorno a voi si è creata una folla di cavalierie e guerrieri che si chiedono quanto reggerai prima di perdere. All'inizio sembrate essere alla pari ma poi, sotto gli occhi sorpresi di tutti, inizi a mettere il tuo avversario in difficoltà. Quando lo hai quasi sconfitto lui inizia ad urlare con gli occhi iniettati di sangue ed inizia a fare molta più forza... ma comunque non abbastanza.

Quando il suo braccio tocca il tavolo ti guarda con occhi carichi di sorpresa Fin ora ho sempre vinto, fin ora...

Tuo fratello vi interrompe dandoti una pacca sulla spalla E' stato sorprendente, Ruggero è famoso per la sua forza e lo temono in tanti. Ma non tu a quanto pare! Ora però vieni con me, il tuo capitano vuole parlarti.

Spoiler

Prova di forza contrapposta. Rodolfo 17+7= 24 Ruggero (In Ira) 12+10= 22

Grifo Grimaldi de Brus 

La donna si gira verso di te adesso che le hai parlato. Sembrate proprio un valoroso guerriero messer Grimaldi, immagino abbiate combattuto molteplici battaglie... Dice con tono dolce. Io sono Elana, ma non vi preoccupate per l'onore di mio marito è morto da molti anni. Si volta nuovamente, ora guarda la principessa. La conosco da quando era veramente piccola, è sempre stata un po' impacciata e timida. E' sorprendente che abbia già trovato tutta questa confidenza con lo sposo, sembra felice. Ah se solo trovassi anche io un uomo coraggioso da amare...

Un istante dopo venite interrotti da una guardia, è venuto per te e ti comunica che il Capitano ha richiesto la tua presenza.

Lidia Butt

Non sai quanto tempo è passato, forse una mezz'ora, forse più. Sei rimasta in ginocchio a combattere con le tue viscere e alla fine sei riuscita a calmarti un po' e a sederti in attesa dell'arrivo del capitano. Intravedi 3 figure che si muovono tra le piante e che si avvicinano a te, due di loro indossano armature e sono certamente guerrieri di Montefortino. Il terzo è uno dei ragazzi che hai mandato dal capitano, appena ti vede esclama Ho fatto tutto quello che mi avete chiesto! Ma il capitano ha detto che non verrà e che vi occuperete voi tre della faccenda. E' troppo impegnato al momento.

Rodolfo + Guido

Dopo avervi convocato il Capitano vi ha spiegato che alle stalle è stato trovato un cadavere, vi ha affidato il compito di indagare immediatamente con il soldato che ha fatto quest'amara scoperta. Dovete prima di tutto capire se altre persone alla festa sono in pericolo, e dovete identificare la vittima. Con voi c'è una giovane recluta che vi accompagnerà sul posto.

Quando arrivate vedete una donna riversa a terra in una posizione innaturale e no... non è il cadavere ma una delle poche donne soldato del vostro esercito. Vi sembra di conoscere il suo nome, Lidia? Vicino a lei c'è un orribile pozza di vomito e un cadavere.

La donna è a terra in una posa raccapricciante, il braccio destro si è spezzato e il gomito è piegato in direzione opposta a quella solita. Indossa abiti dal tessuto e dai colori pregiati, abiti da nobile. I suoi capelli lunghi e neri le coprono il volto, li sposti per capire la sua identità scoprendo che è stata scarnificata. La pelle della sua faccia e parte della carne sono stati rimossi, la mandibola è rotta e penzola precaria.

Il ragazzo che è con voi fa di tutto per non guardare il cadavere e aggiunge riferendosi alla donna-soldato Ho fatto tutto quello che mi avete chiesto! Ma il capitano ha detto che non verrà e che vi occuperete voi tre della faccenda. E' troppo impegnato al momento.

Ora siete tutti insieme.

Link to comment
Share on other sites

Rodolfo de' Guiducci

Osservo la scena patetica della donna-soldato che sta rinvenendo.
C'è un motivo per cui di solito sono gli uomini a fare la guerra penso tra me e me, ma non lo ripeto ad alta voce. Devo collaborare con questa donna, meglio tenerla buona.

"Bah, preferivo il compito che avevo prima. Levati dai piedi, ragazzo" dico alla recluta. Quando se ne è andato mi volto verso gli altri "Sono Rodolfo de' Guiducci; allora, qualcuno ha idea di cosa possa essere successo qui? Una bestia, o un uomo?"

 

Link to comment
Share on other sites

Grifo Grimaldi de Brus 

Sto per rispondere alla dama che le uniche battaglie che ho dovuto affrontare sono state con i libri mastri delle scuderie di palazzo, e con la massa di ruffiani di corte che sperava di potersi ingrassare proprio con quei registri, ma per fortuna l'arrivo della guardia mi evita di dover deludere le sue aspettative.

"Mi dispiace, mia signora, ma devo rispondere agli ordini. Probabilmente non mi occorrerà più di qualche minuto, immagino sia qualche giovane ufficiale che per mettersi in mostra fa vedere come i suoi uomini scattano ai suoi ordini. Spero di vedervi ancora, più tardi." Saluto con un inchino un po' troppo rigido, dopodichè mi avvio ad ampie falcate verso il capitano che mi ha convocato.

Link to comment
Share on other sites

Lidia

Ripresami dal malessere dovuta alla scena mi ricompongo circa mentre arrivano due soldati scortati dalla mia recluta. 

Ricevuto. Mantenete il perimetro te e l'altro. Divieto di riferire alcunché a nessuno. Ordino al ragazzino cacciandolo via. 

Uno dei nuovi arrivati si fa avanti. Mi sistemo le due soade bastarde al fianco e riprendo la lancia lunga tra le mani. 

Mi piacerebbe dire "bestia", ma la situazione è tragica a dire poco. Dico loro indicando un punto con la lancia. Pochi minuti fa ho sentito un rumore. Ho imposto l'Alt e la figura umana, maschio, nascosta fra le frasche ha preso a correre e nel mentre ho sentito un tonfo. 

Mi son lanciata all'inseguimento ma sono inciampata su ciò che aveva abbandonato. Accenno al cadavere per terra puntando con la lancia. Stava cercando di allontanarsi o nascondere il corpo ma non c'è riuscito. Veniva forse dalla festa e ci è tornato. 

Ora, il punto agghiacciante... indico le ferite gravi: la faccia scorticata, la mandibola che penzola grottesca da un solo lato, il braccio ribaltato e via dicendo. 

L'assassino ha ucciso questa nobile donna in maniera orripilante, non credo sia nemmeno riconoscibile più ormai, e la cosa peggiore... continuo guardandomi attorno. È che non ho trovato la faccia. Quell'uomo ha preso una nobildonna dalla festa, l'ha ridotta così, le ha strappato la faccia ed ora è tornato indietro con la sue faccia addosso forse. 

Abbiamo in giro per la festa un assassino che ha appena ucciso una nobile durante le nozze con più nobiltà che ci siano... ed ora è a piede libero con una faccia spellata in tasca. Riassumo la gravità dei fatti appena avvenuti, e quanto per noi scelti per indagare potrebbe andare molto male se solo qualcosa va storto.

Cerchiamo di carpire quanti più indizi possiamo: io son qua da inizio festa, qualcuno di voi la riconosce dalle vesti? Avete competenze specifiche per indagare? Chiedo dapprima a coloro che sono appena arrivati. 

Link to comment
Share on other sites

Ora che tutta l'attenzione è concentrata sul cadavere notate nuovi indizi: la donna non ha più gioielli addosso; le sue vesti sono sporche di farina sul ventre dove probabilmente era appoggiata alla spalla dell'uomo che l'ha lasciata qui.

Vi ricordo che non avete ancora esaminato il corpo, finché non fate azioni in gioco che richiedano il mio intervento considero che state parlando tra di voi e non vado avanti. Aspetto che qualcuno prenda l'iniziativa e porti il gioco in una delle tante direzioni possibili.

Link to comment
Share on other sites

Rodolfo de' Guiducci

Guardo ancora il cadavere, cercando di capire se lo riconosco grazie ai vestiti. Ho guardato attentamente molte dame alla festa, in effetti. 
Rivolgo poi la mia attenzione a quella donna-soldato che sta ancora parlando "No, sono un soldato. Ma non credo sia così difficile, c'è farina sul suo abito, e l'hanno derubata. Magari sono trucchi per sviare l'attenzione, ma io direi di andare a dare un'occhiata alle cucine"

Link to comment
Share on other sites

Archived

This topic is now archived and is closed to further replies.

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.