Jump to content

About This Club

Se sai fare una cosa, ne sai fare mille -Musashi-
  1. What's new in this club
  2. Newton Resto immobile diversi secondi, perso in un'altro tempo e in un'altra dimensione. I traumi del passato e il senso di colpa mi opprimono, ma forse... forse posso ancora rimediare. Ecco forse perchè mi trovo qui! L'urlo di Eri mi riscuote, sebbene ancora intorpidito dalla visione. Per alcuni istanti non sono nemmeno sicuro se si tratti di Eri o di uno dei miei compagni di tanti anni fa. D'istinto mi chino su di lei, come a proteggerla dal fuoco nemico ''Stai giù, Miller! Lo senti questo rumore? Sono gli Huey, arriva la cavalleria! Resisti bello! Stanno venendo a prenderci!
  3. Alexander La tempesta è nei nostri cuori ripeto nei miei pensieri. Cosa vorrà mai dire? mi chiedo. Non ho il tempo di stare a ragionare su queste cose che subito inizia la battaglia. Sospiro, so che il tempo è quello che non ho. Richiamo così a me le fiamme e ne scaglio una su di lei. Che cosa hai fatto a Newton?! Le chiedo senza sapere se mai mi darà una risposta.
  4. Makoto "Questo non si fa!" Urlo contro la creatura (ormai non più considerata umana) prima di raccogliere le mie energie magiche e scagliare i dardi argentati che sono diventati una delle mie armi preferite.
  5. @Rock_77 no, in realta le cose cambierebbero, ma non cambia il risultato del dado
  6. Master Nicholas (attaccabrighe nero) Sembra sia giunto il momento dell'azione, sctto in avanti pronto a sferrare un pugno alla creatura Bene l'ho colpita facilmente penso mentre vedo chiaramente il mio pugno raggiungerle il volto pallido ... ma succede l'imprevisto, mi aspetto un violento colpo mentre invece la mia mano la attraversa con facilità .... mi ritrovo alle sue spalle disorientato Ma che cavolo ... mi escono solo queste parole mentre mi giro ad osservare la creature, se non posso toccarla cosa potrò mai fare?
  7. La donna innanazi all'apparizione dell'elementale del fuoco arretra di alcuni passi e al contempo la tempesta pare iniziare a placarsi, il vento diminuisce di intensità. La tempesta che vi circonda è nei vostri cuori, calmateli ed essa svanirà. Risponde ad Alexander, poi volge il suo sguardo gelido verso Newton, e l'anziano professore pare cadere in una sorta di trance, incapace di muoversi. Al contempo vedete Eri iniziare a star male @Newton NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO! grida Eri in lacrime accasciandosi ai piedi di Newton, ma tenendosi aggrappata ai suoi vestiti.
  8. Makoto Questo strano mondo è pieno di sorprese. Non mi aspettavo di veder uscire dalla tormenta una tal bellezza. E ancora meno mi aspettavo la reazione di Newton che di solito è sempre così pacifico. Qualcosa nella donna devi avergli risvegliato il fuoco nelle vene ed era anche ora. Non sono sicuro che far apparire uno spirito di fuoco davanti ad una donna che cammina in una tempesta di neve sia una buona idea però. Magari si spegne da solo per il freddo...
  9. Nicholas (attaccabrighe nero) Quando vedo la donna ne rimango incantato, cosa ci fà e come fà una come lei a stare in questo luogo senza subirne le condizioni avverse? Per mia fortuna Newton mi fà riprendere dal mio torpore ... istintivamente sollevo i pugni in segno di difesa quando una creatura di fuoco si interpone tra di noi e la creatura in avvicinamento. Narratore
  10. @Albedo Si, consideravo giusto la yankeeria di Newton. Va bene intimidire.
  11. @Lucane ecco... Come dire... Fare apparire un elementale del fuoco azzera ogni tentativo di diplomazia... Anche se è molta usa :). Se vuoi puoi cambiare con intimidire.
  12. Hiro Nakamura (samurai verde) Una donna in kimono in mezzo ad una bufera che si muove al suo interno come nulla fosse. Non mi piace per niente. Certo potrebbe essere una persona del luogo, ma per aggirarsi in queste condizioni e con quel vestiario deve essere dotata di capacità magiche simili a quelle che Alexander ha usato su di noi per proteggerci dal freddo. I suoi poteri devono essere notevoli se non ha paura di aggirarsi da sola, in mezzo ai demoni, sempre che non sia in combutta con loro od addirittura una di loro sotto mentite spoglie. Per il momento mi tengo in guardia dato che Al
  13. Newton Cingo le spalle di Eri con un braccio, cercando di confortarla mentre, avvicinando la bocca all'orecchio di Nicholas davanti a me, dico sottovoce ''Cautela, se non mi inganno, quello è un demone del folklore giapponese.'' Sentire il corpo tremane di Eri contro il mio risveglia in me quell'istinto paterno che la natura ha voluto negarmi. Sento come un fuoco bruciante dentro di me, una rabbia cieca provocata da quella creatura che si avvicina nella foschia. Quasi senza accorgermente, compio gesti e litanie precise che ho imparato chissà come, e poco dopo una creatura fatta
  14. Alexander Una giovane, bellissima ragazza si avvicina a noi e ci offre un aiuto ma Tsume non si fida molto di questa ragazza e io mi fido ciecamente del suo istinto. Cerco di capire se questa ragazza sia... "naturale" cercando di ricordarmi qualcosa in base a quello che so per i miei studi o tramite i fumetti che leggevo prima di arrivare qui. Nel mentre le rispondo Noi stiamo andando in alto. Sai quanto ci vorrà per attraversare la tempesta? Non so cosa mi risponderà ma cercherò sicuramente di intuire se ci mente oppure no
  15. @per coloro che stanno usando percepire Tsune punta le zampe anteriori nella neve ed inizia a ringhiare, una lieve bava gli cola dalla bocca mentre il pelo si gonfia. Il vento pare fischiare sempre di più, la figura che si avvicina assume contorni sempre più distinti. Lunghi capelli, movimenti lievi e delicati... è una giovane donna che indossa un candido kimono con motivi turchesi. Lunghi capelli neri, e la carnagione dello stesso colore della neve. Nel complesso è incredibilmente bella. Seguitemi, e vi porterò fuori dalla tormenta. Esclama calma @newton
  16. Hiro Nakamura (samurai verde) La salita è impegnativa, e sarebbe stata probabilmente impossibile senza la magia di Alexander. Un forte vento ci investe sollevando cristalli di neve e ghiaccio dalle pendici che stiamo scalando. Istintivamente mi protendo in avanti per bilanciare la spinta del vento e pongo il mio braccio sinistro di fronte al mio viso che nascondo nella piega del gomito per proteggermi dal suo graffio gelido. Ad un certo punto mi sembra di intuire una figura nella penombra bianca e grigia del vento. Anche Nicholas lo nota ed avverte gli altri, mentre io cerco di strizzare
  17. Appena posso farò un check di quello che oggettivamente non mi sarei portata dietro in quel momento alla locanda e lo depennerò dall'inventario.
  18. Newton Cerco di ripararmi il viso con un braccio per evitare il vento sferzante. Poi d'un tratto il compagno di fronte a me si arresta e impartisce un secco ordine al suo lupo. Mi fermo a mia volta, scrutando nella foschia in cerca di pericolo. ''Cosa c'è?'' chiedo. Narratore
  19. Alexander Continuiamo a salire ma si alza una tempesta di neve. Nicholas dice di vedere qualcosa all'interno quindi cerco di osservare pure io in quella direzione Ma per essere sicuro ordino al mio lupo Tsume, difesa!
  20. Nicholas (attaccabrighe nero) Mi blocco di colpo, possibile qualcosa possa esistere in un luogo del genere Là qualcosa nella tempesta .... urla ai compagni cercando di superare il rumore del vento e indicando un punto in essa.... @all
  21. dato che anche il master il fine settimana ha difficile/nullo accesso al computer.... (papino cosa fai?Giochiamo a mamma-figlia? io sono la sorella) non vi è alcun problema
  22.  

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.