Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Rivers of London GdR: Un'Intervista

Charles Dunwoody ha intervistato Lynne Hardy, una delle designer che si sta occupando del GdR ispirato a I Fiumi di Londra, la serie di romanzi urban fantasy di Ben Aaronovitch.

Read more...

Jabberwocky

Oggi Goblin Punch, nella sua rubrica di rivisitazione dei mostri classici, ci parla del Jabberwocky, una bizzarra creatura nata dalla penna di Lewis Carroll.

Read more...

Need Games: le novità di Natale 2020 e del primo semestre 2021

Riempite la letterina a Babbo Natale con le novità Need Games in uscita a Dicembre e nei primi mesi dell'anno prossimo!

Read more...

Recensione: Mythic Odysseys of Theros

Dopo Ravnica, l'altra ambientazione per i set di Magic the Gathering che è stata convertita a D&D 5E è stata Theros, con il manuale Mythic Odyssesys of Theros.

Read more...

Humble Bundle: Cyberpunk 2020

R Talsorian e Humble Bundle lanciano una nuova offerta, permettendoci di fare un salto nel 2020 delle megacorporazioni e della Matrice.

Read more...

    Nathan Stewart rivela l'uscita di un Manuale d'Ambientazione di D&D 5e per il 2019

    • Nathan Stewart rivela che nel 2019 verrà pubblicato un manuale d'ambientazione per D&D 5e.

    Nathan Stewart, Brand Director di D&D presso la Wizards of the Coast, durante un recente evento Twitch su D&D ha rilasciato la seguente dichiarazione: "Il prossimo anno per quanto riguarda le nostre uscite annuali posso confermare che ci sarà un manuale d'ambientazione.... Un nuovo manuale d'ambientazione. Un manuale che non abbiamo ancora creato e che è per un'ambientazione di D&D".

    Insomma, viene confermata l'uscita di almeno un manuale d'ambientazione per il 2019 (un manuale nuovo, ovvero diverso da quanto annunciato fin ora, Wayfinder's Guide to Eberron compreso). Nathan Stewart non ha aggiunto altri dettagli, a parte il confermare che non si tratterà di Spelljammer.

    Al momento, dunque, non è possibile sapere di che ambientazione si tratterà. Sappiamo che non sarà una nuova ambientazione: Nathan Stewart, infatti, ha confermato anche che la WotC per il momento non ha piani per nuove ambientazioni, visto il grande numero di ambientazioni che la WotC già possiede e che deve ancora rilasciare.
    Naturalmente è bene tenere presente anche il fatto che Nathan Stewart è noto per la sua abitudine a trollare i fan (come era accaduto qualche mese fa riguardo all'annuncio dei manuali per la seconda metà del 2018). Dunque è possibile che alcune sue dichiarazioni siano state pensate per depistare i giocatori.

    Da ricordare, invece, che la scorsa settimana il Presidente della WotC Chris Cocks ha dichiarato che nei piani dell'azienda sono previsti sia altri manuali crossover con Magic, che i classici mondi del passato e nuovi mondi ancora da creare (affermazioni che, ovviamente, si riferivano ai prossimi anni di D&D 5e e non solo al 2019). Infine, c'è da tenere in considerazione che attualmente la WotC sta playtestando le regole di Wayfarer's Guide to Eberron, allo scopo di creare la base di partenza per l'uscita di un futuro manuale cartaceo su Eberron.

    Cosa ci aspetterà nel 2019 secondo voi?



    News type: Cosa c'è di nuovo in DnD


    User Feedback

    Recommended Comments

    6 ore fa, Theraimbownerd ha scritto:

    Dark Sun forse? Sarebbe bellissimo, magari insieme all' uscita degli psionici.

    Premessa: quelle che seguono sono puramente mie personali speculazioni, che potrebbero venire completamente smentite da future dichiarazioni della WotC o dai fatti.

    Difficile a dirsi. Nonostante sia chiaramente nei piani della WotC, al momento non ci sono segnali che lasciano pensare all'uscita di questa ambientazione. Ma la vera ragione per cui la ritengo al momento (in base alle informazioni in nostro possesso ora; la realtà potrebbe essere radicalmente diversa da quello che sappiamo) poco probabile, è il fatto che - come Eberron - Dark Sun richiede la creazione di diverse meccaniche nuove per poter essere pubblicato. Dunque, a meno che in questi mesi i designer si siano messi a creare di nascosto queste meccaniche e abbiano deciso di pubblicarle senza playtestarle, o a meno che ritengano di poterle playtestare in tempi abbastanza rapidi da poter pubblicare un manuale entro il 2019, difficilmente vedremo Dark Sun così presto.

    Detto questo, personalmente pure io punterei sull'uscita di un'ambientazione classica di D&D.
    Semplicemente, è più probabile che si tratterà di una di quelle ambientazioni che richiedono meno lavoro. A meno che, come già detto, i designer ritengono di avere il tempo di playtestarle entro l'uscita. La probabilità dell'uscita di un manuale d'ambientazione che richiede lavoro, come Dark Sun, aumenta esponenzialmente quanto più in là nel 2019 sarà fissata la data di uscita del supplemento.
    Per questo, non lo escluderei completamente. Se, ad esempio, i designer decidessero di rilasciare il manuale tra il Novembre e il Dicembre del 2019, avrebbero buona parte del 2019 per pleytestarne le regole.

    Potrebbe anche trattarsi di un manuale di Eberron, visto che già il regolamento per quest'ultimo è correntemente in Playtest tramite Wayfarer's Guide to Eberron. A meno che, però, la WotC abbia qualche altra carta sensazionale da giocare per aumentare l'hype verso D&D 5e durante il 2019, ho la sensazione che sia difficile che l'unica ambientazione in uscita durante l'anno prossimo sia Eberron. L'annuncio "crea hype" per Eberron è stato già fatto quest'anno con Wayfarer's Guide to Eberron, dunque in termini di comunicazione è una notizia "bruciata", già vecchia, dai giocatori considerata scontata. Annunciare l'uscita di un manuale cartaceo su Eberron, dunque, non genererebbe nuovo hype su D&D 5e, anche se soddisferebbe finalmente la richiesta dei fan: sarebbe, però, la soddisfazione di qualcosa che i giocatori di D&D oramai considerano già scontato e magari pure dovuto. Per questo, a meno che la WotC abbia qualche altra carta davvero sensazionale da giocare, punterei sull'uscita di anche qualcos'altro. Dopotutto per rilanciare costantemente negli anni un prodotto è necessario mantenere alta l'attenzione. Questo significa che ogni anno deve essere fatto un annuncio che crei attesa ed emozione.

    Personalmente ritengo improbabile, infine, l'uscita di una nuova ambientazione per Magic a così breve distanza da Ravnica. Gli appassionati di Magic hanno già ottenuto la loro soddisfazione quest'anno, motivo per cui è molto probabile che l'anno prossimo i designer scelgano di lanciare un osso agli amanti dei grandi classici. Un manuale di Magic l'anno prossimo lo vedo possibile solo se i designer decidono di pubblicarlo in tandem con un manuale legato a un'ambientazione classica.

    Edited by SilentWolf
    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites

    La mia personale scommessa è su Dragonlance.

    Con un bel reboot alla Guerra delle Lance (Tales of the Lance, per intenderci): un genere nuovo - epic fantasy - rispetto a FR, Ravenloft, Ravnica ed Eberron. Che non richiede (molte) nuove regole e non richiede (molte) nuove classi. Con un nome riconoscibile e grandi personaggi.

    Solo di vendite di libri alle nuove generazioni porterebbe milioni!

    Edited by Dracomilan
    Link to comment
    Share on other sites

    Ebbbbasta parlare male di Dragonlance. Non è molto peggio di altre (Mystara ad esempio).

    A parte questa difesa, se dovessi scommettere i miei soldi li metterei su: Dark Sun, meno convinto su Planescape (l'hanno in parte già ripubblicato fra vari manuali) o con minore convinzione su Ravenloft (hanno già fatto Curse of Strahd). Sono le tre ambientazioni che storicamente sono andate meglio dal punto di vista commerciale.

    Fosse Eberron sarebbe una carognata perchè Eberrob è già fuori in questo formato carognata (sì, lo facciamo uscire ma in realtà no perché è un mega play-test). Sarebbe una carognata al quadrato.

    Non metterei i miei soldi su Dragonlance perché il setting non ha mai venduto tanto come i moduli e i romanzi, ma la tirannia dei draghi ha già rifatto la falsa riga dei moduli e i romanzi sono ancora in vendita. Men che meno scommetterei su Birthright, Mystara o altri ancora.

    Spelljammer sappiamo che non sarà.

    Ma ammettiamo per un attimo che vogliano fare un colpo di teatro: ci sono setting dentro i setting, ad esempio c'è tutta la parte est dei Forgotten Realms. Un altro colpo di teatro sarebbe Birthright: è stata l'ambientazione ultima nata della vecchia T$R e il suo canto del cigno, ma in un momento come questo in cui piace tanto Game of Thrones... chissà... ma non ci scommetto molto su.

    Comunque dopo Ravnica mi aspetto qualunque mossa strana... o molto conservatrice per calmare i vecchi fan.

    Link to comment
    Share on other sites

    Allora, sappiamo che:

    1. sarà un nuovo manuale
    2. non sarà una nuova ambientazione
    3. non sarà Spelljammer

    Ciò premesso, ora come ora le mie speculazioni sono (semplicemente in ordine alfabetico):

    • Greyhawk: è una delle ambientazioni storiche, ha tuttora una buona e attiva fanbase e in termini di settings rappresenta un po’ l’anello di congiunzione tra le edizioni del passato millennio e quelle di quello attuale (di fatto, era l’ambientazione di default della 3.x e quindi la maggior parte dei giocatori che ha iniziato con la terza edizione è partita da lì).
    • Mystara: la serie Original Adventures Reincarnated pubblicata dalla Goodman Games in partnership con la Wizards of the Coast sta riportando un po’ di linfa vitale a Mystara; in particolare, proprio per il 2019 è prevista l’uscita del modulo The Isle of Dread, uno dei luoghi più iconici di quel setting.

    Non scommetto su nessuna delle due in particolare, sono soltanto mie riflessioni.

    In quanto a preferenze: beh, non ne ho, preferirei facessero uscire ambientazioni completamente nuove di zecca invece che pubblicare materiale vecchio riaggiornato/riadattato.

    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites
    21 ore fa, Dracomilan ha scritto:

    La mia personale scommessa è su Dragonlance.

    E' possibile, ma non so dire che probabilità abbia di essere rilasciato così presto. In 4 anni di storia di D&D 5e di Dragonlance non si è mai parlato molto, dunque non credo sia uno di quelli su cui la comunità sta spingendo di più. Detto questo, è una delle tante possibilità. Semplicemente al momento non ci sono indizi né a favore, né contro.

    11 ore fa, Lord Danarc ha scritto:

    Ma quindi non c'è nessuna possibilità che esca un manuale FR completo, che sarebbe anche l'ambientazione base? Ci si deve far bastare la costa della spada?

    I Forgotten Realms non sono l'ambientazione base di D&D 5e. 🙂
    Sono solo la prima ambientazione rilasciata (tramite supplementi diversi dai 3 Core) per la nuova edizione. Contrariamente a quanto fatto, ad esempio, in D&D 3.x con Greyhawk, i 3 Core non si riferiscono mai direttamente ai FR come all'ambientazione base (piuttosto si riferiscono al Multiverso) e i FR non sono l'unica ambientazione citata nei 3 Core. L'ambientazione base di D&D 5e è l'intero Multiverso. 😉

    Fatta questa precisazione....
    Un manuale d'ambientazione per i FR non è da escludere, visto che rimane una delle ambientazioni più popolari di D&D. Anche in questo caso, però, non ci sono prove nè a favore, nè contro. E' meno probabile di altre possibilità, però, perchè di supplementi per i Forgotten Realms la WotC ne ha già pubblicati diversi in questi anni, mentre i giocatori aspettano da tempo l'uscita di materiale per le altre ambientazioni. Quindi è più probabile (ma non sicuro) che i designer mirino ad iniziare ad accontentare l'esigenza sempre più pressante di prodotti per le altre ambientazioni classiche. Ma non è da escludere comunque. La probabilità di una nuova pubblicazione aumenta, secondo me, se avrà a che fare con qualche altra regione del mondo diversa dal Faerun.

     

    10 ore fa, Checco ha scritto:
    • Greyhawk:
    • Mystara:

    In un AMA Su reddit di fine 2017 (sezione "Ambientazioni e Avventure"), Mearls aveva dichiarato che Greyhawk è l'ambientazione che ha più probabilità di essere in coda, perchè la più difficile da rendere appetibile al gusto di oggi mantenendone, al contempo, le vecchie radici.

    Sempre nello stesso AMA Mearls (e sempre nella sezione "Ambientazioni e Avventure", verso la fine) disse che al momento - dunque ai tempi, ma è bene ricordare che allora i piani per il 2018-2019 erano già stati fatti o erano in fase di definizione - non c'erano piani per Mystara e Karameikos. Inoltre, per il momento la WotC non possiede i diritti su Mystara, che è ancora a disposizione di chiunque sul mercato. Tra i Trademark è presente solo l'oramai scaduto trademark della TSR:

    https://trademarks.justia.com/745/28/mystara-74528085.html

    https://trademarks.justia.com/745/57/mystara-74557507.html

    La situazione potrebbe cambiare in futuro, ma al momento ritengo che Mystara sia improbabile e che non la vedremo per diverso tempo.

    9 ore fa, MattoMatteo ha scritto:

    Butto lì due nomi, tanto per dire: Al-Qadim o Kata-Tur (o cose simili)?

    Al-Qadim mi sembra sia registrato a nome della WotC, ma non sono sicuro se il Trademark valga per i manuali di Gdr. Nel caso in cui la WotC ne possedesse i diritti, sarebbe una delle possibilità. Personalmente, però, ritengo più probabile che escano prima altre ambientazioni maggiormente attese dai giocatori. Mai dire mai, comunque. Riguardo al tema orientale, però, è più probabile Kara-Tur, secondo me.....

    Il tema orientale, infatti, è uno di quelli che hanno maggiori probabilità di essere trattati presto o tardi, non solo perchè di solito è uno di quelli considerati più interessanti, ma anche perchè immagino che prima o poi i designer riterranno opportuno usarlo per cambiare un po' lo scenario rispetto al classico fantasy occidentale. Visto che, però, è molto probabile che sarà gestita come parte dei FR, non so se i giocatori accetterebbero di veder uscire Kara-Tur prima di altre ambientazioni un po' più particolari. Sta tutto a quello che i designer hanno registrato tramite i sondaggi dell'ultimo paio d'anni.

    Insomma, Kara-Tur è sicuramente una delle opzioni papabili, secondo me, anche se al momento non ci sono prove a suo sostegno. Non so, però, se nel suo caso si può davvero parlare di "nuovo manuale d'ambientazione". Le parole di Stewart, infatti, lasciano intendere che la loro intenzione è di pubblicare un manuale d'ambientazione per un setting classico, ma non ancora trattato. Kara-Tur può essere considerato abbastanza distante dai classici FR da poter essere giudicato "nuovo", "ovvero "non ancora trattato"?

    14 ore fa, Muso ha scritto:

    meno convinto su Planescape (l'hanno in parte già ripubblicato fra vari manuali) o con minore convinzione su Ravenloft (hanno già fatto Curse of Strahd). Sono le tre ambientazioni che storicamente sono andate meglio dal punto di vista commerciale.

    Ma ammettiamo per un attimo che vogliano fare un colpo di teatro: ci sono setting dentro i setting, ad esempio c'è tutta la parte est dei Forgotten Realms. Un altro colpo di teatro sarebbe Birthright: è stata l'ambientazione ultima nata della vecchia T$R e il suo canto del cigno, ma in un momento come questo in cui piace tanto Game of Thrones... chissà... ma non ci scommetto molto su.

    • Rlanescape prima o poi arriverà. A sto punto non so nemmeno io se, però, verrà rilasciato nel 2019. E' un bel punto interrogativo, oramai. Ma, assieme a Dragonlance, Kara-Tur, un manuale d'Ambientazione sui Forgotten Realms, ed Eberron, è una delle tante opzioni possibili. Non ci sono prove a sostegno e nemmeno prove contro, ma è possibile.
       
    • Ravenloft non credo lo vedremo presto, a meno che scelgano di crearci su un'Avventura. In un certo senso il manuale d'Ambientazione lo hanno già quasi creato con Curse of Strahd, anche se sicuramente tornerebbe utile un manuale con materiale aggiuntivo.
       
    • Di Birthright non sono sicuro che la WotC possegga i diritti per la pubblicazione dei manuali (questa è l'unica licenza in suo possesso). Inoltre, ho la sensazione che si tratti di una delle ultime ambientazioni che hanno interesse a pubblicare, al momento. Mai dire mai, comunque, anche se nel 2019 mi sembra impossibile.
    Edited by SilentWolf
    • Like 1
    Link to comment
    Share on other sites
    7 ore fa, SilentWolf ha scritto:
    • Di Birthright non sono sicuro che la WotC possegga i diritti per la pubblicazione dei manuali (questa è l'unica licenza in suo possesso). Inoltre, ho la sensazione che si tratti di una delle ultime ambientazioni che hanno interesse a pubblicare, al momento. Mai dire mai, comunque, anche se nel 2019 mi sembra impossibile.

    Non che la ritenga probabile come ambientazione in uscita, ma mi è venuta in mente perchè proprio ieri mi è arrivata una mail da dei tizi che avevano provato a convincere la WotC a fargli fare la conversione di Birthright per la 5E. Dopo l'ennesimo rifiuto si sono decisi a fare un loro kickstart con un'ambientazione simile basata sulla SRD della 5E e che comprende meccaniche per la gestione dei domini. Quindi la WotC ha ancora il controllo di Birthright. Quindi l'ho buttata lì puor parler.

    EDIT: ecco il link al kickstarter (la mail purtroppo l'avevo cancellata). Dicono che si può usare un qualsiasi regolamento per la parte di gioco di ruolo, loro regolamentano solo la parte di gestione del dominio e ci aggiungono una web app.

    Edited by Muso
    • Like 1
    • Thanks 1
    Link to comment
    Share on other sites


    Create an account or sign in to comment

    You need to be a member in order to leave a comment

    Create an account

    Sign up for a new account in our community. It's easy!

    Register a new account

    Sign in

    Already have an account? Sign in here.

    Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.