Jump to content

L'Aquila Nera - Parte 1 - Uno strano omicidio. Thread di Gioco


L_Oscuro

Recommended Posts

L'estate è quasi finita, e lascia il passo all'autunno.

Già normalmente Morol è un villaggio squallido, tetro, ma con l'accorciarsi delle giornate, la cosa può solo peggiorare.

Per Frezza/Ljonardo 

Spoiler

Hai viaggiato a lungo per l'Impero, ma quando sei entrato nella Baronia, hai capito che quel luogo era pieno di Male, di quello con la M maiuscola.
Quando poi sei giunto a Morol, un piccolo villaggio sorto lungo il Fiume Sangre, la faccia della povera gente ti ha confermato tutte le peggiori sensazioni avuto su quelle lande.
Venendo da Nord, oltretutto, sei giunto direttamente nella parte povera della città.
Mentre cammini cercando di orientarti, noti una ressa che si affolla nei pressi del mulino.
Senti un paio di ragazzini mormorare:

"Hanno ammazzato il mugnaio..."

Qualcosa nella voce dei ragazzi ti fa capire che l'omicidio deve essere stato particolarmente efferato, visto dove ti trovi.

Per Resham91/Thanith Gedar

Spoiler

Stamattina gli spiriti sembravano più irrequieti del solito. Hai imparato che quando accade, nulla di buono sta per succedere.
Ti svegli do malumore, l'autunno a Morol non aiuta di certo.
Mentre ti aggiri per la parte sud del villaggio, quello meno povera, dato che dire ricca sarebbe un eufemismo, dove sei nata e cresciuta, e senti due guardie, nane come tutti quelli che hanno un minimo di autorità in città, parlare di un qualche strano omicidio avvenuto nella parte nord.
Normalmente, sai bene che quello che accade nella parte povera viene ignorato dalle guardie, quindi deve essere successo qualcosa di particolarmente efferato o strano.

Per Landar/Emiel di Cintra
 

Spoiler

Hai viaggiato a lungo per l'Impero, ma quando sei entrato nella Baronia, hai capito che quel luogo era pieno di Male, di quello con la M maiuscola.
Quando poi sei giunto a Morol, un piccolo villaggio sorto lungo il Fiume Sangre, la faccia della povera gente ti ha confermato tutte le peggiori sensazioni avuto su quelle lande.
Venendo da Nord, oltretutto, sei giunto direttamente nella parte povera della città.
Mentre cammini cercando di orientarti, noti una ressa che si affolla nei pressi del mulino.
Senti un paio di ragazzini mormorare:

"Hanno ammazzato il mugnaio..."

Qualcosa nella voce dei ragazzi ti fa capire che l'omicidio deve essere stato particolarmente efferato, visto dove ti trovi.

Per Vorgelias/Kassius "Kas" Asmael von Eisenhardt II
 

Spoiler

Hai viaggiato a lungo per l'Impero, ma quando sei entrato nella Baronia, hai capito che quel luogo era pieno di Male, di quello con la M maiuscola.
Quando poi sei giunto a Morol, un piccolo villaggio sorto lungo il Fiume Sangre, la faccia della povera gente ti ha confermato tutte le peggiori sensazioni avuto su quelle lande.
Venendo da Nord, oltretutto, sei giunto direttamente nella parte povera della città.
Mentre cammini cercando di orientarti, noti una ressa che si affolla nei pressi del mulino.
Senti un paio di ragazzini mormorare:

"Hanno ammazzato il mugnaio..."

Qualcosa nella voce dei ragazzi ti fa capire che l'omicidio deve essere stato particolarmente efferato, visto dove ti trovi.

Per Nilyn/Namira Vorther
 

Spoiler

Stamattina ti sei svegliata con l'idea di chiedere al tuo maestro di entrare nel laboratorio. Ti senti pronta, e ritieni che accedere al laboratorio di un grande mago sia un modo per renderti un'allieva ufficiale della Grande Scuola di Magia, anche se non in sede.
Quando però arrivi alla casa del tuo maestro, nonostante le bussate vigorose, nessuno ti risponde.
Pensi che forse hai sbagliato giorno, ma no. Oggi dovevate incontrarvi. Dovevi mostrare lui un uso dell'incantesimo di Unto diverso dal solito, rendere scivoloso un oggetto invece di una superficie, quindi sicuramente ti avrebbe dovuto aspettare.
Per un istante ti salta in mente di entrare nel laboratorio, ma sai bene che è rischioso entrare lì non invitati.
Oramai la mattinata è persa, quindi passeggi per le strade del mercato della zona sud di Morol, quella meno povera (definirla ricca sarebbe un eufemismo), quando senti due guardie, nane come tutti quelli che hanno un minimo di autorità in città, parlare di un qualche strano omicidio avvenuto nella parte nord.
Normalmente, sai bene che quello che accade nella parte povera viene ignorato dalle guardie, quindi deve essere successo qualcosa di particolarmente efferato o strano.

Per Theraimbownerd/Renard Bissailon
 

Spoiler

Quella mattina ti sei recato verso la zona nord di Morol, quella povera. Hai pensato che per iniziare il tuo percorso di liberazione della Baronia, era d'obbligo visitare quelle zone. Hai i ricordi degli spiriti, ma vuoi farti un'idea della vita lì in prima persona.
Mentre cammini, noti una ressa che si affolla nei pressi del mulino.
Senti un paio di ragazzini mormorare:

"Hanno ammazzato il mugnaio..."

Qualcosa nella voce dei ragazzi ti fa capire che l'omicidio deve essere stato particolarmente efferato, per destare tanto scalpore in un villaggio dove la crudeltà ed i soprusi erano all'ordine del giorno.

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Thanith Gedar

Spoiler

"Gli spiriti hanno avuto ragione...come al solito...d'altronde, devo iniziare in qualche modo a convivere con questa situazione. Mi chiedo solo che cosa sia successo." penso tra me e me mentre cerco di avvicinarmi alle guardie, indaffarate a discutere dell'omicidio.

"Potrebbero essere implicati i non-morti? Speriamo di no, per Pharasma! Forse è meglio che indaghi...papà almeno vorrebbe che lo facessi"

Mi ricompongo un pò, cercando di mettere in risalto la mia femminilità per far colpo sui Nani.

"Buongiorno signori, vi vedo alquanto turbati...vi ho sentiti parlare di un omicidio..cos'è accaduto nella nostra città di così efferato se non è troppo chiedere?"

 

Spoiler

Thanith cerca di far colpo sulle guardie usando Diplomazia +7 per cercare di ottenere qualche informazione in più.

 

Edited by Resham91
Sezione sotto spoiler
Link to comment
Share on other sites

Namira Vorther

ZONA SUD DI MOROL [STRADE DEL MERCATO]

Spoiler

*toc toc toc*
Bussa ancora alla porta del proprio insegnante, senza trovare alcuna risposta e ponendosi quindi un grande interrogativo. Ma dove è finito?..
L'attesa inizia a prolungarsi fino a quando la giovane maga decide di riprendere il proprio cammino e passeggiare per le tristi strade di Morol, un paesaggio che non è mai piaciuto a Namira e che tutt'ora non riesce a donarle alcuna soddisfazione. Povertà, ingiustizie, niente di ciò che vede sembra donarle un briciolo di gioia, ma semplicemente la voglia di combattere. La strada che sta percorrendo, d'altronde, è proprio necessaria ai suoi ideali.

La maga si presenta come una giovane donna ricoperta da una tunica color verde acqua e con un piccolo stemma che la rappresenta come una delle divise della scuola di magia di Baronia. Passeggia con il proprio bastone come compagno, mostrando quella pelle chiara e rosata del volto giovanile, contornato da capelli castani e lisci. Gli occhi color nocciola osservano la miseria di quelle strade.. Una miseria che, per sua fortuna, è riuscita ad evitare, nonostante non sprofondi nella ricchezza.

Magari stavolta c'era la possibilità di entrare in quel laboratio.. Riflette ancora tra sè, prima di sentire un paio di guardie naniche parlare di un omicidio di qualche tipo avvenuto nella parte nord del villaggio.. Effettivamente non è una notizia incredibile, date le circostanze in cui ci si trova, ma che due guardie ci pongano così tanto interesse.. Questo particolare fa scattare la curiosità della giovane maga che decide di avvicinarsi in loro direzione, squadrandoli per qualche istante.

Come mai tutto questo interesse per un omicidio?

Proferisce Namira per osservare entrambi i nani e senza neanche salutare.. Insomma.. Non è mai stata il massimo nelle interazioni sociali e, piuttosto, preferisce andare dritta al punto.
E' così frequente di questi giorni, soprattutto in quella zona del villaggio.
Cerca di mantenere un certo distacco, quasi non le importasse più di tanto, mentre in realtà la reazione che scaturisce al suo interno è tutt'altra e ha la necessità di indagare ulteriormente.

 

Link to comment
Share on other sites

Emiel di Cintra

Mulino

Spoiler

Infelice è stata la scelta di mettermi in viaggio senza un cavallo. Sono già un paio di giorno che i miei piedi, indolenziti a causa di fastidiose vesciche, urlano e pregano per un po' di riposo. Lungo la strada ho udito molte voci in grado di confermare ciò che si dice del luogo dove sono ora giunto.

Una baronia governata tramite il pugno di ferro e leggi violente. Una contromisura apparentemente necessaria, considerata la massiccia presenza di creatura oscure. Se in 400 anni i baroni sono stati in grado di bonificare il territorio e tirar su decenti cittadine non si può certo dire lo stesso del lavoro fatto contro tutti quei mostri di cui si narra. Che sia sempre stato loro desiderio sfruttare questa situazione? Terrore e paura sono armi efficaci da usare contro un volgo refrattario e diffidente.

Adocchio un ragazzino cui chiedere informazioni per far riposare i miei piedi e levare gli stivali quando schiamazzi e caos mi distraggono facendo volgere la mia attenzione verso nord, oltre il fiume. Mi domando cosa stia accadendo accelerando il passo per quanto permesso da quelle maledette vesciche.

Raggiunto il capannello di popolani e ragazzini appare subito evidente che la faccenda è più grave del previsto seppur mi chiedo quanto effettivamente grave considerando il posto. Certamente gli omicidi sono puniti severamente ma l'animo delle persone circondate da tenebre diventa oscuro a sua volta, nella maggioranza dei casi.
'Tutto lavoro per il sottoscritto.' penso tra il sollevato e il preoccupato avendo conservato ormai solo una manciata di monete. Certamente se l'omicida è un uomo non è affar mio, se ne preoccuperà la legge.

 

Link to comment
Share on other sites

Ljonardo (Paladino umano)

[Morol - nei pressi del mulino]

Spoiler

Ragazzo.. apostrofo uno dei due con un gesto del braccio, avvicinandomi a loro con tranquilità.
La mia armatura non è proprio silenziosa e lo sferragliare è palese, spero di non rendere irrequieti i ragazzini
..cosa è successo? Sono appena giunto in paese e cercavo una locanda..

Lascio appositamente la frase in sospeso, non voglio aggiungere altro ma con un gesto del capo indico la folla di persone che si è raccolta attorno al mulino

 

Link to comment
Share on other sites

Kassius Asmael von Eisenhardt II

Spoiler

inq.thumb.jpg.0138663093b1fb87851f608213fceaf1.jpg

"Quando fuggi, attento a guardarti indietro. Rigirerai la testa e ti troverai davanti il tuo inseguitore. Allora la visione ti ucciderà."

Questa frase mio padre me la disse quando ero piccolo. Aveva capito che iniziavo a capire il mio retaggio immondo. Quello che voleva dire era semplice, ma l'ho capito solo adesso. Voleva dire che se continuavo a guardare al passato, quello stesso passato me lo sarei ritrovato davanti e avrebbe distorto il mio futuro.

Questo è mio padre. Una spiccata attitudine al linguaggio metaforico e alla dietrologia psicologica. Ti succhia l'anima e poi te la pone, la tua stessa anima, delicatamente in mano in modo che tu potessi vederla meglio, per la prima volta, con i tuoi stessi occhi. Alla frase aggiunse: "E se ci riesci, non fuggire mai."

 

E invece io sono fuggito. Non che non abbia i cogliòni di mio padre. Anzi. Alcune volte siamo usciti a prendere a calci in culo quelle porcate immonde che infestano la valle ghiacciata sopra Daurwyn. Ho visto come lavora mio padre. È meno incline al rischio di me: prima pondera, schematizza, valuta, elabora, e solo allora agisce con coraggio e senza tirarsi indietro. Io sono uno impulsivo. Mi tuffo subito dentro i pozzi neri insondabili, alle volte per il solo gusto di farlo. Non sono uno che si tira indietro. Eppure sono fuggito...

Ma non è stata una fuga. Ritornerò. Avevo bisogno di respirare aria fresca, quella merda di chiesa puzza di incenso, polvere e legni marciscenti. Non che il mio passato profumi di rose. È per questo che volevo prendere aria: la visione della donna che mi ha dato i natali come essere senza testa in una pozza di sangue ha fatto riemergere il mio passato. Un essere mezzo immondo che cresce all'interno di una chiesa. Eppure alla fine ho risolto i miei problemi. Sarà il male a combattere il male. Mi sono allontanato da casa senza pensare. Io sono uno impulsivo.

Ho viaggiato per tre mesi nell'Impero. Ho portato la maschera di pelle che ha indossato mia madre prima di morire. Sono abituato ad essere fissato. Mi fisserebbero comunque per il mio colorito. Che si fottano. Che abbiano paura. La maschera è secca e indurita, e preme le tempie. Meglio: da solo non riesco a spremerle. Papà la teneva vicino all'incensiera, quindi emana un fortissimo odore di incenso che non riesco a lavare via. Mi sono fermato in tre o quattro villagi, ho fottuto forte la figlia di un agricoltore che mi ha dato ospitalità. Non era vergine, ma sembrava che stesse scopando per la prima volta. Non sapeva dove diavolo mettere mano. In un'altro villagio due banditi hanno avuto la sfortuna di voler rapinare una taverna in cui stavo bevendo un'ottimo liquore al mirto. Appena sono entrati hanno accoltellato un vecchio, per far capire che facevano sul serio. Ma io faccio più serio di loro. Non volevo staccare la testa a quello alto. Il fendente sui cogliòni a quello basso, invece, è stato intenzionale. Io sono uno impulsivo. Il sindaco del villaggio era in imbarazzo, non sapeva come ripagarmi. Che càzzo vuoi ripagarmi? La faccia tumefatta di quei due figli di puttana è stata più che sufficiente. 

 

Da poco sono entrato in questa baronia, in questo villaggio. Io ho un olfatto troppo forte. Qui, la puzza di merda immonda mi riempie i polmoni come l'odore del sangue a un lupo affamato con una bistecca insanguinata premuta forte sul sul naso. E infatti...

Scendo da cavallo. Osservo i ragazzini. Il mio colorito è inquitantemente pallido. Di solito faccio paura anche alle guardie, specie quelle più giovani. Posso immaginare a dei ragazzini. Ma non mi interessano i ragazzini. Mi interessano gli assassini. 

Mi tolgo la maschera, la nascondo e mi intrufolo nella folla. Faccio una faccia anonima, addolorata, stùpida. Chiedo informazioni come se fossi del posto. Se qualcuno mi chiede chi io sia, dico di essere un pellegrino di passaggio, dicendo di chiamarmi Asmael. Mi guardo in giro per capire dalle espressioni se qualcuno è più o meno coinvolto emotivamente nell'accaduto.

[eventualmente Diplomazia +7 per chiedere informazioni, +8 Bluff per il fare finta di essere un innocuo pellegrino e per dire che sono semplicemente molto pallido di carnagione, +8 Sense Motive per capire un po' chi è più o meno coinvolto]

 

Edited by Vorgelias
Link to comment
Share on other sites

Renard

Spoiler

Cammino lentamente per le strade del quartiere, senza fretta. Osservo con attenzione ogni casa pericolante, ogni mendicante in cerca di monete, ogni bambino che gioca felice con poco o nulla. Così lontani dalla mia esperienza, eppure, in un certo senso, vicini. Posso sentire le voci dei miei spiriti, che in questo momento formano un mormorio confortante. Posti del genere dopotutto sono stati casa di molti di loro. Non erano molti i devoti a Milani nati nell' alta società dopotutto.  

Mentre mi perdo nelle mie considerazioni e nel brusio degli spiriti, non posso pero' fare a meno di notare la folla che si sta accalcando davanti a me.La voce dei ragazzini, così piena di paura e disgusto, mi gela il sangue nelle vene. Nessuno dovrebbe essere testimone di atti del genere alla loro età, ma so bene come la vita nella Baronia strappi presto l' innocenza ai più giovani. 
Incuriosito, mi avvicino alla folla, e provo a chiedere gentilmente più informazioni. Qualsiasi cosa sia successa, di certo non puo' che essere inusuale, se è riuscita a scioccare perfino questa povera gente, abituata a grande degrado.

Spoiler

Diplomazia +7, +8 se tra la folla c'è qualcuno a cui si applica il mio tratto Affascinante

 

Edited by Theraimbownerd
Link to comment
Share on other sites

Per Resham91/Thanith Gedar

Spoiler

[Dipolomazia, Roll 5 + 7 = 12]
Il nano ti guarda sospettoso.

[Nano]
"Tu sei quella strana vero? Bah, niente di che. È morto il mugnaio. Sicuramente qualche animale selvatico, a giudicare dal corpo. Stiamo aspettando i sacerdoti che vengano a prendere il corpo."

Poi, aggiunge burbero.

"E comunque circolare. Non c'è niente da vedere!"

Ti indica di tenerti lontana.

Mentre parli con i Nani, noti una ragazza del posto che pare molto interessata a quanto sta accadendo. L'hai già vista da qualche parte, ti pare si chiami Namora, Namira, o qualcosa del genere. La conosci perché sai che è l'unica allieva dello strano mago che si è insediato a Morol qualche tempo fa.
In un secondo momento invece vedi arrivare anche un altro viso conosciuto, uno medium abbastanza conosciuto del posto.

------------------------------

Nota: la ragazza maga è il PG di Nilyn, per la descrizione, mentre il medium è il PG di Theraimbownerd, sempre per la descrizione.

Per Nilyn/Namira Vorther

Spoiler

Ti avvicini al capannello che si è creato attorno al mulino. Ti tieni a distanza, irretita dalle guardie nane che sbraitano a chiunque si avvicini troppo di farsi indietro.

Mentre ti tieni oltre lo spazio richiesto, noti una ragazza del posto, una certa Tania, Tanita, o qualcosa del genere, che cerca di avere qualche informazione. La conosci solo di vista, e perché si mormora non segua la religione del posto, il culto di Asmodeus. Si sa che attorno a lei accadono sempre cose strane, come se uno spirito o un demone la seguisse sempre.

Senti che parlano della morte del mugnaio, forse ad opera di qualche animale selvatico, considerato lo stato del corpo, e che stanno aspettando i nani del tempio per occuparsi del corpo.

Istintivamente, il tuo sguardo va al bosco a nord, dove la foresta si avvicina pericolosamente al retro del mulino.

--------------
Nota: il PG che parla ai nani è quello di Resham91, per la descrizione.

Per Landar/Emiel di Cintra

Spoiler

Il ragazzo a cui chiedi informazioni pare sospettoso. Evidentemente non vuole avere a che fare con nessuno di fuori Morol, e si limita a dire che forse il mugnaio è stato sbranato da qualche bestia feroce.

Quando ti avvicini al mulino, ti accorgi effettivamente che il mulino è molto esterno, al limitare della zona abitata, per poter usufruire al meglio del fiume come fonte di energia, e confina pericolosamente con la foresta.

Noti una ragazza che cerca di ottenere informazioni dai nani.

----------------

Nota: la ragazza è Thanith Gedar, il PG di Resham91, per farti un'idea della descrizione del PG.

Per Fezza/Ljonardo

Spoiler

Quando i ragazzi ti notano, sono sospettosi. Non tanto per il tuo aspetto, probabilmente per il semplice fatto che sei uno straniero. Hai avuto un'accoglienza simile in tutti i villaggi della baronia, sono sempre tutti sospettosi nei confronti degli stranieri.

[Ragazzino]
"Una locanda? Qui? Dovete scherzare! Ci sta il capannone comune, sulla strada a nord. Di solito la gente di fuori dorme lì."

Poi scappa via, senza aggiungere altro, verso il mulino. Decidi di seguirlo, per capire cos'è accaduto al mulino, dove noti un capannello tenuto a debita distanza da due guardie nane.
C'è una ragazza che parla coi nani, pare che il mugnaio sia stato ucciso da una qualche bestia feroce, a giudicare dalle condizioni del corpo, e che stanno aspettando i nani del tempio per occuparsi del corpo.

Istintivamente, il tuo sguardo va al bosco a nord, dove la foresta si avvicina pericolosamente al retro del mulino.

-----------------------

Nota 1: la ragazza è Thanith Gedar, il PG di Resham91, per farti un'idea della descrizione del PG.
Nota 2: La "locanda" indicata è l'edificio indicato come "1" sulla mappa della guida del gioco.

Per Vorgelias/Kassius Asmael von Eisenhardt II

Spoiler

[Bluff Tiro 19 + 8 = 27]
Ti mescoli tra la folla, tenendoti il più anonimo possibile. Chiedi in giro, fai domande alle persone giuste e cerchi di capire come reagiscono i presenti.

[Diplomazia Tiro 20 + 7 = 27]
Mentre chiedi in giro cosa sia accaduto, capisci che il mugnaio è stato ucciso in maniera estremamente brutale, e considerando le condizioni del corpo, potrebbe essere stata una bestia feroce.

Istintivamente, il tuo sguardo va al bosco a nord, dove la foresta si avvicina pericolosamente al retro del mulino.

[Intuizione Tiro 10 + 8 = 18]
Cercando di capire se le tue domande hanno suscitato qualche reazione anomala, non noti nulla di insolito, ma vedi una donna sulla cinquantina piangere sommessamente oltre il capannello di persone ed una ragazza che parla con i due nani di guardia.

-------------------
Nota 1: la ragazza è Thanith Gedar, il PG di Resham91, per farti un'idea della descrizione del PG.

Per Theraimbownerd/Renard

 

Spoiler

Quando arrivi tra la folla, noti che i nani stanno tenendo a distanza la gente del posto. Noti solo una ragazza che parla con le due guardie nane. La conosci, di vista, se non altro. Si tratta di una certa Tania, Tanita, o qualcosa del genere, che cerca di avere qualche informazione. La conosci solo di vista, e perché si mormora non segua la religione del posto, il culto di Asmodeus. Si sa che attorno a lei accadono sempre cose strane, come se uno spirito o un demone la seguisse sempre.

[Diplomazia Tiro 2 + 7 = 9, 10 per chi è affascinato]
Non riesci a racimolare molte informazioni utili, ma ti avvicini abbastanza alla ragazza da sentire almeno la risposta dei nani, prima che la caccino via malamente.

Senti che parlano della morte del mugnaio, forse ad opera di qualche animale selvatico, considerato lo stato del corpo, e che stanno aspettando i nani del tempio per occuparsi del corpo.

Istintivamente, il tuo sguardo va al bosco a nord, dove la foresta si avvicina pericolosamente al retro del mulino.

---------------------------

Nota 1: la ragazza è Thanith Gedar, il PG di Resham91, per farti un'idea della descrizione del PG.

Per tutti: il mulino, ovviamente è l'edificio segnato come "4" sulla Guida del Giocatore.

Link to comment
Share on other sites

Thanith Gedar

Spoiler

"Dannazione, non sono riuscita ad ottenere nulla di più...Gli spiriti devono avermi intralciato...Cosa posso fare ora..."

La fortuna però venne in mio aiuto pochi istanti dopo, mentre pensavo alla prossima mossa scorsi l'allieva del mago di Mogol.

Lui era sicuramente un tipo molto strano, ma di lei effettivamente non sapevo molto se non un accenno di nome, forse anche errato, e come me sembrava molto interessata alla situazione..non ero solita formare un gruppo con estranei, ma la necessità fa virtù, quindi per questa volta penso che sia il caso fare un eccezione.

"Beh, alla fine si tratta semplicemente di un dare e un avere no?" penso mentre cerco di incrociare lo sguardo con la ragazza. Mi volto senza salutare i nani di guardia e cerco di incamminarmi verso di lei cercando di arrivare vicino per salutarla.

Mentre cerco di avvicinarmi all'apprendista maga, con la coda dell'occhio scorgo anche un'altro viso familiare. Ovviamente conosco solo la fama delle persone del luogo, siccome tutti mi evitano, ma l'individuo familiare sembra essere il Medium della cittadina.

"Se siamo tutti qui, non può essere considerata una coincidenza, qualcosa di grosso è in ballo e devo assolutamente scoprire di cosa si tratta...per il bene di tutti."

Per Namira e Renard

Spoiler

"Ehm..Buongiorno...Namora? Ehm, nono...aspetta...Namira forse? Non vorrei aver fatto subito una brutta figura! Mi chiamo Thanith Gedar, abito qui vicino. Sei l'apprendista del mago, giusto? A quanto pare le brutte notizie fanno presto a spargersi in fretta...sopratutto quando si tratta di qualcosa di così efferato..non credi?" dico avvicinandomi lentamente e mantenendo le braccia incrociate. Appena mi fermo faccio un piccolo sorriso e porgo la mano in segno di saluto.

"Guarda, la riprova è che persino il famoso Medium si è presentato qui..." dico a Namira, mentre faccio un cenno con la testa per indicare l'ultimo arrivato, salutandolo con la mano molto timidamente.

Descrizione:

Thanith è una ragazza apparentemente sui 25 anni, non molto alta di corporatura esile. I suoi capelli sono di un color castano chiaro e in mezzo ad essi, spuntano delle piume bianche, probabilmente utilizzate come ornamento. I suoi occhi sono di un verde brillante, contornati da del trucco nero, probabilmente utilizzato per coprire le visibili occhiaie sul suo volto.

1355568228_ThanitGedar.thumb.jpg.7560384b6c2e0abd8b66e909099c2f26.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Ljonardo (Paladino umano)

[Morol - nei pressi del mulino]

@DM

Spoiler

Bah.. sempre la solita storia. La realtà dei piccoli paesi è sempre così triste: fiducia nel prossimo zero e diffidenza. 
In effetti il loro agire non è sbagliato, non si sa mai chi si ha davanti in questi posti.

Mi avvicino al mulino ma rimango in disparte per osservare la scena ed il proseguo dei fatti.
Rimango lì ad aspettare che i soldati coi quali sta parlando la ragazza non spieghino qualcosa, non sono un impiccione. Le disattenzioni di un mugnaio nei confronti di qualcosa che possa essere uscito dalla foresta non mi interessano troppo.
Tuttavia potrebbe essere capitato di tutto.

Aspetto in disparte e cerco con lo sguardo qualche d'uno al quale fare una domanda, un volto che non dimostri diffidenza magari, qualcuno sicuro di sè

 

Link to comment
Share on other sites

Namira

ZONA SUD DI MOROL [STRADE DEL MERCATO] [THANITH & RENARD]

Spoiler

Un passo dopo l'altro, l'apprendista maga si avvicina fino a quanto le è permesso per rimanere ad osservare la scena che si sta svolgendo in quel mulino. Gli occhi color nocciola si spostano ad osservare tra tutta quella folla e notare una ragazza già vista in precedenza e che sta cercando di avere le informazioni necessarie a quanto è accaduto. 
Conosce poco e nulla di quella ragazza, ma sa il necessario per ritenerla un elemento da controllare e tenere sott'occhio.. Anche se non appartiene alla religione di Asmodeus, le dicerie su ciò che la segue sono talmente insistenti per dare a queste un margine di verità. Gli sguardi ben presto si incrociano e sarà Thanith ad avvicinarsi e prendere la parola verso la maga che dimostra di essere più giovane, ma non per questo più ingenua.
I capelli di lei sono castani e scendono lisci fino alle scapole per andare ad incorniciare un volto chiaro, roseo, abbellito da un paio di occhi nocciola e di labbra sottili. Si potrebbe dire essere una bella ragazza, ma nonostante tutto non è così tanto decantata dalla gente del posto, probabilmente per le sue maniere ben poco socievoli.
Namira Vorther
Risponde semplicemente in direzione di Thanith per darle la sua giusta identità, prima di adocchiarla e studiarsela con calma, quasi non stesse realmente sentendo le sue parole. Nel mentre qualcosa pare muoversi un poco all'interno della sua tunica, per la precisione poco sopra il seno, facendo sbucare dal colletto la testolina di un piccolo pipistrello intento anche lui ad osservare svogliatamente la situazione a causa del baccano e dell'ora della giornata.. Totalmente inadatta al suo stile di vita.
Sì, sono una studentessa della scuola di magia di Baronia e, da ciò che si dice sul vostro conto, Thanith Gedar, dovreste essere abituata ad affrontare situazioni piuttosto.. Spiacevoli.
Proferisce in tutta risposta prima di andare ad osservare i due nani che continuano a sbraitare per cercare di tenere alla larga la massa, ascoltando semplicemente qualcuna delle parole riguardo allo stato del corpo e portandola ad osservare verso il bosco a nord.
Beh la possibilità che si sia trattato di un animale selvatico è piuttosto ampia, considerata la vicinanza del bosco.
Proferisce nel riflettere un poco e donando meno importanza alla vicenda, d'altronde in quel caso ci si potrebbe fare ben poco... Non è la prima volta che una notizia del genere fa il giro per Baronia.
Mh?
Mormora appena alle successive parole di Thanith per spostare lo sguardo in direzione del Medium in arrivo.

 

Link to comment
Share on other sites

Emiel di Cintra

Mulino

Spoiler

Il ragazzino, forse confuso a causa della concitazione, mi da informazioni che nemmeno avevo chiesto ma che in qualche modo speravo di rimediare. Avevo solo necessità di un posto dove riposare e in caso alloggiare ma... ottengo molto di più. Ringrazio il furfantello arruffandogli i capelli e mi dirigo a passo svelto, dimenticando il dolore causato dalle vesciche all'interno del capannello.

Troppe persone. Mi avvicino a chi sta tentando, evidentemente senza successo, di mantenere l'ordine e gli mostro in silenzio il simbolo del mio ordine, sperando lo riconosca, così da lasciarmi modo di controllare in qualità di cacciatore di mostri.

Notando la difficoltà che sta incontrando la ragazza decido di sprecare anche qualche parola "Posso dare un'occhiata? Se è morta a casa di una bestia forse posso essere di aiuto." Prima di accettare un eventuale lavoro voglio capire di essere davvero in grado di svolgerlo.

Per chi vede Emiel

Spoiler

Emiel.thumb.jpg.24001009613fb40a2383ad7f61313bb9.jpg

 

Il volto è quello di un giovane di bell'aspetto non fosse per le cicatrici che ne deturpano il volto, i capelli sembrano però raccontare una storia di vita che dura almeno cinquanta primavere o chissà cos'altro. Gli occhi hanno un colore particolare, giallognolo e anche la forma delle pupille ha qualche cosa di poco umano. Gli abiti sono chiaramente quelli di un viaggiatore, consumati per altro. Indossa un corpetto lamellare di cuoio e forse bracciali e gambali dello stesso materiale, evidentemente coperti dal mantello e il resto dell'abbigliamento.

 

Link to comment
Share on other sites

ZONA SUD DI MOROL (Thanith Namira e Emie)

Renard

Spoiler

Vedendo di essere stato riconosciuto, faccio un cenno con la mano per salutare le due ragazze. Famoso medium... dai, in fondo sono solo un principiante. A quanto ne so hai familiarità con gli spiriti almeno quanto me. Rispondo alla ragazza con un occhiolino. Per quanto non la conosca bene, so che non segue la fede di Asmodeus e tanto mi basta. I chierici di Asmodeus considerano chiunque non sia un loro federe leccapiedi come un nemico, e si sa cosa si dice sui nemici dei propri nemici. Mentre invece qual'è il tuo nome, fanciulla dal curioso animaletto domestico? chiedo, genuinamente curioso alla ragazza il cui pipistrello è appena spuntato dai vestiti

In effetti sono appena arrivato in città, non mi aspettavo certo di essere accolto da una morte così brutale. Essere sbranato da una bestia selvaggia nella propria stessa casa... ammesso che si tratti di una bestia certo. Quasi come se lo avessi evocato con le mie parole, un giovane dall' aria di che ne ha passate tante, mostrando un distintivo alle guardie. Lo osservo discretamente, incuriosito dal suo arrivo così tempestivo. Non male. Se non avesse tante cicatrici magari... I miei pensieri sono pero' interrotti da quelli di Shayra dei Petali Neri, uno degli spiriti che ha accettato di danzare con me oggi. La sua curiosità inarrestabile per poco non prende il sopravvento su di me, ma dopo un attimo di spaesamento mi ritrovo a condurre io la danza, e dopo soli pochi attimi la lascio andare. Per quanto la cosa mi lasci un po' stordito, il sapere di Shayra è di gran lunga superiore al mio quando si tratta di identificare simboli e organizzazioni, e l' emblema presentato dal ragazzo ha decisamente stimolato la mia curiosità.

Descrizione

Spoiler

Renard è un gran bel ragazzo, con profondi occhi verdi, capelli castani portati abbastanza corti e le labbra carnose sempre piegate in un mezzo sorriso. Ai fianchi porta due spade dalla foggia particolare, curve e seghettate, mentre sulla sua cintura è possibile vede delle pozioni e dei pugnali. Attualmente indossa un' armatura lamellare, chiaramente di buona fattura. 
image.jpeg.f08514f822b1d22fe56b8dfd6fde37b4.jpeg(ignorate i vestiti e la targhetta)

Per il master

Spoiler

Master, uso spirit dance per lo spirito del trickster e cerco di riconoscere il segno che ha mostrato Emiel con locali, religione e nobiltà(ma non credo serva) +4

 

Edited by Theraimbownerd
Link to comment
Share on other sites

Kassius von Eisenhardt

Spoiler

Sono abituato a immedesimarmi nelle persone.

Dentro di me non sono propriamente un tipo carismatico. Non che non abbia un ego, penso di averne in abbondanza. Ma dentro di me c'è una lotta. E questa lotta mi succhia energie. Da quando sono nato. Se mostrassi il mio vero volto alle persone, fuggirebbero. La lotta li spaventerebbe. Sono destinato a fingere, a dissimulare, ad imbrogliare le carte. Sono destinato a portare una maschera. E non parlo di quella di pelle. 

In compenso sono sociopatico. Questo ha dei vantaggi. Riconosco immediatamente le emozioni delle persone, quelle momentanee e quelle più radicate, esistenziali. Capisco se chi mi sta di fronte ha avuto o sta avendo dei problemi di vita. E' più semplice di quanto si possa pensare: basta osservare quanto la persona che hai di fronte è attenta a te e all'altra gente. Un altro vantaggio è che vieni toccato poco dalle emozioni. Questo significa, nella mia esperienza, che hai la possibilità di esprimere esternamente degli stati d'animo senza veramente provare quella emozione, con tutte le controindicazioni del caso. E' una caratteristica del male, ne sono consapevole. Combattere il male con il male. 

Questa gente puzza di oppressione. Io ho ricevuto un grande amore dal mio padre adottivo, mi accorgo di chi non è stato nutrito a sufficienza e ha vissuto nella miseria delle emozioni. Sono spenti, distratti, abbattuti. Negli occhi non ci vedi l'anima, ma una pianta.

Questo non è sempre vero nei posti sporchi di sangue e odio, le ingiustizie spesso rendono i popoli ancora più combattivi. E però vero nei posti intrisi di sangue e odio, in cui le ingiustizie perdurano da troppo tempo. La speranza è una fiamma, e come tutte le fiamme, se non riesce ad accendere nessun'altro fuoco, si spegne nel silenzio.

 

Continuo a fingere ignominia sociale. Torno apatico. Mi annoto mentalmente che il mugnaio viveva pericolosamente vicino alla foresta. 

Noto un gruppo di persone poco più avanti. Questa volta non sono ragazzini. Mi avvicino abbastanza per origliare quello che la donna sta dicendo ai nani in guardia, e cerco di avvicinarmi a quella che ho capito essere la scena del crimine. Attendo reazioni dalla donna che piange e dalla ragazza che interloquisce con le guardie. 

Mantengo un basso profilo.

 

Link to comment
Share on other sites

Namira Vorther

Lo sguardo si sposta ben presto su di un ragazzo, con tanto di cicatrice sul volto, intento a mostrare uno strano simbolo e Namira cercherebbe di notarlo meglio per cercare di ricordare qualcosa in merito.
x DM

Spoiler

Utilizzo conoscenze per capire il simbolo di Emiel.
Locali/Religioni: +9
Nobiltà: +6

L'attenzione quindi passa sul medium che pare avvicinarsi ad entrambe le ragazze, dimostrando di conoscere Thanith e cercando di avere una conoscenza anche della studentessa di magia che continua ad osservarlo.
Pensavo fossero gli uomini a doversi presentare per primi, ma comunque il mio nome è Namira.
Proferisce per poi abbassare lo sguardo ed osservare il piccolo pipistrello che ha fatto capolino.
E lui è il mio famiglio, sono una studentessa della scuola di magia di Baronia. Apprendista del rappresentante che si è spostato qui a Morol.
Spiega con calma l'umana per poi tornare a guardare in direzione della scena del crimine ed avere maggiori informazioni in merito, giusto per comprendere quanto la situazione può essere fuori dall'ordinario.

Link to comment
Share on other sites

Kassius von Eisenhardt

ZONA SUD DI MOROL (Emiel, Namira, Thanith)

Spoiler

Vedete un uomo che osserva la situazione con le braccia conserte. Un bell'uomo. In silenzio. 

Spoiler

ASMAEL6.png.2cf2abc284029b8b0b3c2d9fab694a48.png

Rimane in silenzio un bel po'. Non appena il ragazzo con le cicatrici parla, si smuove. Quasi prima fosse fatto di pietra.

"Forse è davvero morto a casa di una bestia, quella foresta è troppo vicina. Anch'io posso dare una mano."

Tento di entrare nella casa.

 

Edited by Vorgelias
Link to comment
Share on other sites

Thanith Gedar [Zona sud di Morol]

"Beh a quanto vedo questo omicidio sta interessando parecchie persone, non solo agli spiriti" dico a bassa voce guardando nella direzione di Namira e Renard.

Vedo diverse persone che si stanno muovecendo verso l'ingresso del mulino per curiosare...o forse indagare..ma perchè mi chiedo? "In questo luogo nessuno è interessato a niente...perchè tutto questo fervore adesso? Cosa cercate di dirmi spiriti?"

"Forse dovremmo andare anche noi...o meglio..io sicuramente cercherò di capire cosa sta succedendo...volete venire anche voi due?"

Detto questo mi incammino senza nemmeno aspettare la risposta di Namira e Renard verso il ragazzo con le cicatrici e l'altro uomo con passo deciso.

"Sembra che questo caso sia diventato di interesse pubblico a quanto vedo" dico sorridendo ai due. "Se non è di troppo disturbo..."

Descrizione

Spoiler

Thanith è una ragazza apparentemente sui 25 anni, non molto alta di corporatura esile. I suoi capelli sono di un color castano chiaro e in mezzo ad essi, spuntano delle piume bianche, probabilmente utilizzate come ornamento. I suoi occhi sono di un verde brillante, contornati da del trucco nero, probabilmente utilizzato per coprire le visibili occhiaie sul suo volto.

1355568228_ThanitGedar.thumb.jpg.7560384b6c2e0abd8b66e909099c2f26.jpg

 

Edited by Resham91
Link to comment
Share on other sites

Lo strano omicidio interessa più di una persona. A parte alcuni occultisti ed addetti alle arti mistiche del luogo, anche degli stranieri si fanno avanti, per i motivi più disparati.

Alla fine, sei persone distinte sembrano interessarsi all'evento, osservati con sguardo di sfida da parte delle due guardie nane.

Mentre cercano di confrontarsi tra loro, vengono avvicinati da una donna in lacrime, che fino a quel momento era rimasta in disparte a piangere sommessamente.

Si avvicina imbarazzata ed intimidita da tante personalità superiori all'abitante medio e mediocre di Morol, e prende parola, balbettando.

[Moglie del mugnaio]
"Miei buoni signori... e signore... Perdonatemi l'ardire di avvicinarvi, ma ma ma  vedete, ho notato che... che... che avete parlato con le guardie, e che... ecco, magari mi siete sembrati interessati a quanto avvenuto.
Io... io... nnnnnon ho molte speranze di ottenere giustizia... tra non molto verranno i sacerdoti a prendere quel che resta del mio povero marito, e accantoneranno il tutto come un attacco da parte di bestie selvatiche. Ma... ecco..."

La donna sta per continuare, quando viene interrotta dalle guardie. Una delle due la avvicina, mentre l'altra parla con la donna, per poi rivolgersi direttamente a voi.

[Guardia]
"Signora, restate qui, vicino al mulino. A breve arriveranno i sacerdoti, e sicuramente vorranno farvi qualche domanda. Voi altri, non c'è niente da vedere. Circolare. ORA!"

Vi urla contro, mentre l'altro prende la donna per un braccio e la strattona in maniera piuttosto violenta verso il punto dov'era fino a pochi minuti prima, piangente.

Link to comment
Share on other sites

Ljonardo (Paladino umano)

Una donna in lacrime si avvicina ad alcuni personaggi che si notano nella folla di contadinotti che si è creata.
Ascolto da poco distante, non mi pare il caso di dire qualcosa al momento ma proprio quando la donna sta per aggiungere altro su quel che pensa sia realmente successo le due guardie cercano, malcelatamente, di chiuderle la bocca intimando alla folla di sparpagliarsi.
I sacerdoti stanno per arrivare.. rifletto a mente.

Quando uno dei due strattona in malo modo la tizia faccio un passo avanti mosso da un moto di protezione ma desisto sul momento. Causerei solo scompiglio in mezzo al paese, non conosco le leggi di questo posto e nemmeno chi dovrebbe farla rispettare.
Aspetto dunque.

Se gli altri che sono stati appellati dai due nani dovessero agire in qualche modo valuterei un mio intervento, ma fino ad allora aspetterei l'arrivo di questi sacerdoti per capire con chi ho a che fare.

Link to comment
Share on other sites

Thanith Gedar

"Maledetti.." pensò cercando di trattenere la propria rabbia. Serrò i pugni cercando di calmarsi.
Una leggera brezza spirò da Thanith versò le due guardie quasi a voler riversare la sua frustrazione su di loro

DM
 

Spoiler

Se me lo concedi, la brezza è puramente descrittiva, in quanto la prenderei come reazione alla scena appena accaduta dell'Infestazione dell'Oracolo.

"Dobbiamo fare qualcosa..." sussurrò rivolta verso le persone a lei vicine, cercando di non farsi sentire dalle guardie "Se i sacerdoti della città prendono in mano la situazione, la giustizia anche questa volta non ci sarà..dobbiamo assolutamente intervenire.."

 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
×
×
  • Create New...