Jump to content

The Faerie Ring per D&D 5e e per Pathfinder


Demetrius
 Share

Recommended Posts

Annunciamo oggi il rilascio di un supplemento OGL “fatato”, che riuscirà contemporaneamente a rendere felici sia i giocatori di Pathfinder che quelli di D&D 5a Edizione.

The Faerie Ring è uno stupendo manuale che esiste in 2 versioni, una è dedicata a Pathfinder e l’altra a D&D 5E, queste due versioni sfruttano le OGL (Open Game License) dei due famosissimi GDR appena citati!

Versione per D&D 5e

Versione per Pathfinder

Se siete curiosi e volete informarvi direttamente dalla fonte, sappiate che i designer hanno rilasciato gratuitamente la parte introduttiva del manuale (uguale per entrambi sistemi).

The-Faerie-Ring-00003.jpg

Nato da un progetto Kickstarter creato da Scott Gable, la Zombie Sky Press è orgogliosa di presentarvi Il Cerchio delle Fate: Lungo la Via Tortuosa, Guida all’Ambientazione (The Faerie Ring: Along the Twisting Way Campaign Guide, traduzione non ufficiale), un manuale che permette ai Dungeon Master di poter utilizzare all’interno delle proprie campagne gli esseri fatati… Avete capito bene: fate! Questo manuale mira a mettere in risalto il piccolo popolo: ricostruendo il loro mito, concentrandosi sulla personalità dei potenti signori delle fate e permettendovi di immergervi nei loro misteri. Vi sarà data la possibilità di viaggiare in strane terre lontane che superano i limiti di ogni immaginazione, potrete addirittura non solo incontrare i signori delle fate (come già abbiamo accennato) ma persino coloro che li servono. Tutto questo sarà “condito” da un’atmosfera che prende spunto direttamente dai miti e dal folclore dei più reconditi angoli del mondo, non solo quelli di origine Europea. La scoperta degli aspetti più oscuri, le diverse filosofie e le abitudini sociali di questi mostri mitologici vi permetteranno di vivere storie come quelle che avete visto in Jonathan Strange & Mr. Norrel, Il labirinto del Fauno, Peter Pan, Storia di una Notte di Mezza Estate, le miniserie a fumetti scritte da Neil Gaiman e quelle di numerose favole classiche (ad esempio, quelle dei famosi fratelli Grimm).

Essendo questo un supplemento ricco di luoghi e tradizioni fantastiche, potrete pensare di ambientare una parte della vostra campagna all’interno di queste bizzarre e curiose terre! Questo corposo manuale (di oltre 300 pagine) introduce nuovi mostri che appartengono al tipo fata o folletto (ben 45), nuovi sottotipi per i folletti, potenti artefatti, le città dei folletti presenti nel loro piano, 30 personaggi non giocanti che appartengono alla stirpe dei folletti, diversi signori dei folletti benevoli o meno (come ad esempio Hob, Mab, Korapira o Manitou) e le loro dimore.

Insomma, vista la quantità di materiale questo manuale non presenta un’unica ambientazione, bensì una cassetta degli attrezzi: una serie di mini-ambientazioni! - per aggiungere più fate alle vostre campagne preferite, portando una ventata di follia che può originarsi solo da questi esseri.

Come se tutto questo non bastasse sono già stati annunciati 2 supplementi:

  • La Guida del Giocatore (The Player's Guide, traduzione non ufficiale): essa conterrà almeno 11 razze fatate interpretabili dai giocatori, cosi come delle opzioni per i giocatori a tema folletto (archetipi, talenti e oggetti). Le razze presenti in questo manuale sono già state annunciate e includono: Kitsune, Matabiri, Black Hats e i Far Darrig, Changeling, Putti, Fir Bolg, Goodfellow, Darkling, Wyrd e i Bitterclaw.
     
  • La Guida alla Magia (The Magic Guide, traduzione non ufficiale): contiene la magia del mondo delle fate, dettagliando le Corti Seelie e Unseelie delle fate, ovvero la corte delle fate "buone" e quella delle selvagge fate dell'oscurità; presenta nuovi incantesimi (rituali e non); oggetti magici strani e unici; nuovi sistemi per la magia (come il “moonshadow”, che spiega come incorporare l'influenza della luna sulle vostre fate), e tanto altro.

Giocatori di Pathfinder e D&D, siete pronti a saltare dentro un albero che potrebbe condurvi verso una nuova avventura extraplanare?

tumblr_o2g8z4Z8Hi1tx73yjo1_400.jpg

 
Link ai siti ufficiali:

Progetto Kickstarter

Versione D&D 5e (drivethrurpg)

Versione per Pathfinder (drivethrurpg)

 


Visualizza articolo completo

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Trovo molto interessanti questi manuali OGL di terze parti come per esempio sono stato assolutamente affascinato da Midgard di cui verrà lanciata la traduzione italiana nei prossimi mesi ad opera di Wyrd Edizioni.

Il problema è sempre lo stesso secondo me: offrire un prodotto per due versioni del gioco di cui però una sta per ricevere nel giro di uno/due anni una nuova edizione che dai rumors mi piace enormemente di più della attuale, per quanto riguarda le meccaniche.

E' prevedibile ed auspicabile che Midgard come The Faerie Ring pubblichino poi una nuova versione disponibile anche per Pathfinder 2.

Ciò mi spinge ancor di più e penso anche a tanti altri players, a propendere per la versione 5e piuttosto che quella PF.

Edited by Pyros88
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

6 minuti fa, Pyros88 ha scritto:

E' prevedibile ed auspicabile che Midgard come The Faerie Ring pubblichino poi una nuova versione disponibile anche per Pathfinder 2.

Sì, è possibile che un giorno i designer avranno l'interesse di fare una conversione anche per PF2 (per quanto non ci sia certezza), ma ho la strana sensazione che per una roba del genere ti toccherà aspettare qualche anno.
Considera che PF 2 è ad ora solo in fase di Playtest. Bisogna aspettare che finisca il Playtest, poi che venga pubblicato il Core della 2a edizione, poi che i designer di Faerie Ring prendano confidenza con il nuovo regolamento, che decidano di fare la conversione e che, infine, la facciano sul serio.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

per questo per il momento propendo comunque per la versione 5E piuttosto che path.

c'è da dire che quelli di pathfinder han detto che l'impianto delle statistiche ed il gear dei mostri rimarrà lo stesso più o meno in virtù del voler rendere il materiale della precedente edizione compatibile in parte. Quello che cambierà tanto saranno le azioni ei combattimento e regole speciali dei mostri ecc legate al nuovo impianto, così come la nuova magia ed il nuovo sistema delle competenze ed abilità.

credo che la conversione sia più una questione di lungaggine a riscrivere il materiale tecnico legato alle meccaniche di gioco più che a prenderci confidenza, in fondo tutta la parte narrativa/bg rimarrà invariata.

certo bisognerà aspettare perlomeno il manuale dei mostri di PF2 perché possano mettere mano ai loro in maniera sicura.

Edited by Pyros88
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.