Jump to content

That damned, loved bastard


 Share

Recommended Posts

Ok vi spiego a grandi linee l'idea di base.

Voglio un personaggio che sia di animo (allineamento) fondamentalmente buono, ma al contempo un figlio di buona donna, frequentatore di taverne, bordelli, lui stesso un bugiardo, edonista, anarcoide ma a suo modo religioso, capace di accantonare gli scrupoli ma anche compassionevole, intelligenza acuta e lingua sciolta. Ama il popolino, i miseri, gli ultimi sfigati del mondo, i giocatori d'azzardo e il vino, odia i nobili, i preti, i mercanti borghesi.

Requisiti:

- build per livello 6°

- ottime capacità di sopravvivenza e cavarsela nella maggior parte delle situazioni

- non è assolutamente necessario che sia un combattente efficace, anzi...

Manuali permessi: PH, PH2, GDM, perfetto avventuriero/guerriero/sacerdote/arcanista, complete mage, complete scoundrel, spell compendium, perfetto avventuriero. Niente altro.

Per adesso credo che partirò con una base di ladro, anche se sto valutando il beguiler, e probabilmente il... coboldo come razza base :lol:

L'unico talento su cui son convinto di puntar deciso è Fade into Violence, per il resto è ancora tutto da farsi :)

Link to comment
Share on other sites


  • Replies 7
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Sembrerebbe la soluzione naturale... ma no. La musica bardica non ha nulla a che fare con questo personaggio, che proprio di suonare o cantare non è capace. Inoltre è piccolo, rachitico, bruttino, sfigatello... insomma non ha proprio personalità. Più che altro sa mentire molto bene.

Link to comment
Share on other sites

così come l'hai descritto mi pare tanto un Ciarlatano ...direi quindi un bel Factotum\ Ciarlatano

...

ma ho visto solo ora la limitazione dei manuali...dannazione!! ...direi sicuramente come classe ladro, anche il bardo lo vedrei meglio come raccontaballe XD ...peccato davvero che tu non possa scegliere il Factotum

e al Warlock ci hai pensato?

Link to comment
Share on other sites

L'esemplare si può prendere al 10° livello purtroppo.

Il warlock ha un'aura troppo potente per questo miserabile XD

In realtà lavorandoci sopra e partendo dal coboldo, l'idea di fondo è cambiata un po':

Voglio un personaggio che sia di animo fondamentalmente buono, ma al contempo un figlio di buona donna, frequentatore di taverne, bordelli, lui stesso un bugiardo, edonista, superstizioso, capace di accantonare gli scrupoli ma anche compassionevole, intelligenza acuta e lingua sciolta. Ama il popolino, i miseri, gli ultimi sfigati del mondo, i giocatori d'azzardo e gli ubriaconi, prova antipatia per i nobili, i preti e i mercanti.

Caratterialmente è un debole, un po' codardo, pavido e timoroso. La durezza della vita e il modo in cui è generalmente trattato hanno distrutto l'orgoglio di sé. In fondo gli piacerebbe riscattarsi, ma non ci spera più, sopravvivere è l'unica via percorribile. Tende perciò a legarsi a personaggi che possano garantirgli qualche forma di protezione, assumendo nei loro confronti atteggiamenti servizievoli e umiliandosi volentieri pur di restare nelle loro grazie. Non importa che siano nobili cavalieri o spregevoli capibanda, basta che possano garantirgli protezione, anche se tendenzialmente preferisce padroncini di buon cuore per il semplice fatto che lo trattano meglio. Il suo senso di lealtà è commisurato alle garanzie di sicurezza che gli vengono offerte.

Come razza ho pensato quindi al coboldo. Razza bistrattata da tutti, fanno della comunità il loro punto di forza ma ahinoi nel nostro caso il poverino è ben lontano dall'appartenere ad una folta colonia: deve cavarsela da solo, ad ogni costo. Il mito dei grandi draghi è un sogno da cullare nei momenti di debolezza e un dolore da scacciare nei momenti di disperazione, quelli sono tempi andati e di draghi non ne ha certo visti nella sua miseranda esistenza, figuriamoci stringere un qualche legame. Meglio restare con i piedi per terra.

In combattimento... scappa. Premettendo che non vorrebbe mai trovarsi a combattere, quando capita trova il buco più piccolo in cui infilarsi e attende che il peggio sia passato. Se proprio deve perché obbligato, o perché l'occasione è di quelle irripetibili e non c'è pericolo per l'incolumità, rischierà un colpo di balestra o un dardo da lancio.

Ma ciò che più gli piace sono le trappole. Sarà eredità culturale, sarà che rispecchiano il suo modo di pensare, ma non c'è niente di meglio di liberarsi dei problemi stando a molti, molti, molti metri di distanza. La trappola giusta al momento giusto è una forma d'arte, può azzoppare il bruto che ti sta cercando e permetterti di correre veloce al sicuro, o accecare quel mostriciattolo per quel tanto che basta per trovare il buco in cui infilarsi. Inoltre i suoi padroncini possono apprezzare che lui sappia mettere al sicuro le loro cose, le abitazioni, porte e finestre. Per non parlare quando c'è da rimuovere una trappola, quella è l'unica sfida sempre disposto ad accettare.

Infilarsi nel cunicolo, sgattaiolare inosservato, rimuovere quel dardo avvelenato pronto a colpire e aprire la porta al resto del gruppo. Ecco quel che ci si può aspettare da lui. E pulire le scarpe ecco.

Come classe quella del ladro mi pare la più appropriata. Vorrei sfruttare la variante razziale per coboldi, che si trova su Races of the Dragon oppure online qui.

Vorrei poi entrare nella classe di prestigio pubblicata su Dungeonscape del Trapsmith.

Quindi: Coboldo Ladro 5/Trapsmith1.

Perché essere una recluta della gilda? Beh innanzitutto perché non ha molta scelta. Se il suo padroncino si arruola, anche il nostro coboldo lo seguirà, magari con un po' di titubanza. Certo gli potrebbero affidare qualche compito pericoloso, ma è anche vero che essere parte di un'organizzazione di rende più forte, godi della protezione di molti, un posto in cui dormire, qualcosa da mangiare, magari qualche moneta. E la possibilità di lavorare sulle trappole! Quello può far comodo all'organizzazione, no?

Link to comment
Share on other sites

Sì è per quello :)

Craven ci starebbe da dio, ma è effettivamente tra i manuali non concessi (Champions of Ruin) e dovendo fare strappi alle regole ho preferito chiedere altre cose.

Certo se il DM fosse molto generoso...

Un'altra cosa extra manuali concessi che ho trovato e che mi piace tantissimo è la variante Feigned death da Exemplar of Evils: perdere eludere è pesante, ma la capacità di fingersi morto in ogni momento è esilarante XD

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.