Jump to content

Il vero pregio del guerriero: Talenti o Danni?


Yumeko
 Share

Recommended Posts

Secondo voi la forza di un guerriero sta nella tecnica -cioè, dal gran numero di talenti che possiede e per i tot talenti che solo un guerriero può avere- o nel numero di danni che infligge?

[iNFO=]Ho spostato la discussione qui poichè potrebbe dilungarsi parecchio ^^. Alaspada[/iNFO]

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Secondo voi la forza di un guerriero sta nella tecnica -cioè, dal gran numero di talenti che possiede e per i tot talenti che solo un guerriero può avere- o nel numero di danni che infligge?

La tua domanda è più filosofica che un dubbio :D. In ogni caso imho è la tecnica prima del danno. I talenti riescono a farti fare anche molti danni, ma pure a personalizzare il tuo pg :)

Link to comment
Share on other sites

secondo me la domanda in realtà è un po' la stessa.... spesso e volentierri è solo con il guerriero che si riesce a completare tutta una catena di talenti...

comunque la forza del guerriero è nell'essere il maestro delle tecniche e quindi nell'avere molti talenti (anche perchè quelli solo per guerriero non sono gran che

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Quando hanno convertito il guerriero dalla seconda edizione alla terza, molte delle cose che erano solo del guerriero sono diventate alla portata di tutti (tramite talenti) e quando hanno pensato le catene di talenti lo hanno fatto basandosi sul guerriero, che ha dozzine di talenti a disposizione e quindi le può completare in un baleno (mentre avrebbero dovuto basarsi su chi di talenti ne aveva una dotazione normale)...

Il risultato è stato un guerriero depotenziato (con in pratica nulla di davvero esclusivo) e tutta una serie di cose completamente inattuabili o quasi (ad esempio il diventare esperto di manovre in combattimento con un qualsiasi personaggio che non sia un guerriero perchè servono una quindicina di talenti)...

Pathfinder ha migliorato un po' le cose, ma continua a trascinarsi le scelte penose in fatto di talenti della 3.x, soprattutto nel Core (tipo i raccapriccianti talenti di specializzazione nelle armi, che non sono all'altezza di nessuno dei nuovi talenti, nemmeno i peggiori, o il peggioramento della situazione delle manovre, con ancora più talenti necessari per padroneggiarle tutte)...

Il potenziale del guerriero quanto a personalizzazione tramite talenti è immenso, ma servono molti talenti utili tra cui scegliere, e il suo output di danno è potenzialmente il migliore del gioco, ma servono talenti atti a farlo... In realtà, quindi, il guerriero ha dei punti di forza solo se sono presenti i talenti che glieli forniscono...

Link to comment
Share on other sites

Assolutamente nei talenti, che gli consentono sia di fare carrette di danni (specializzazioni, attacco poderoso ecc) per il suo concept di base, e anche per le svariate sfaccettature che gli fa acquisire, come ad esempio le manovre da combattimento, che lo rendono un vero tecnico e tattico del combattimento, invece che solo un fabbricatore di numeroni.

Link to comment
Share on other sites

Come hanno giustamente detto molti, i talenti sono la base del guerriero. I danni sono fattibili anche per un barbaro o un paladino, che possono rivaleggiare con un guerriero su questo punto. MA il guerriero è in grado di specializzarsi in manovre, talenti per i danni e diversi bonus anche di caratterizzazione senza perdere spazio per talenti utili come i bonus ai tiri salvezza o talenti di razza.

Inoltre le manovre sono decisamente utili, che tu stia giocando con o senza la griglia di combattimento.

Link to comment
Share on other sites

oggettivamente parlando, considerando che un guerriero ha tanti talenti quanto livelli...se non fossero i talenti la parte più forte del guerriero non ho idea di cosa potrebbe essere. oltre a ciò, i talenti definiscono un guerriero in modo da poterlo personalizzare con una facilità imbarazzante

Link to comment
Share on other sites

la mia risposta potra sembrare retorica, ma credo che la vera potenza del guerriero, cosi come quella di qualsiasi altra classe, dipenda prevalentemente da chi (e da come) lo interpreta.....possedere una ferrari non fa di un individuo un pilota...allo stesso modo un guerriero buildato in un certo modo puo essere potente nelle mani di qualcuno e scarsissimo in quelle di qualcun altro. Questo perche ce chi tiene piu in considerazione il pvp e chi, come me ad esempio, l'interpretazione vera e propria. Quindi alla fine i talenti e la loro scelta, risultano essere marginali e per tanto la loro utilita è direttamente proporzionale allo stile di gioco dell'individuo che lo interpreta.

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

il suo output di danno è potenzialmente il migliore del gioco, ma servono talenti atti a farlo... In realtà, quindi, il guerriero ha dei punti di forza solo se sono presenti i talenti che glieli forniscono...

Sei sicuro di questa cosa? Io ho vosto un antipaladino in azione e tramite il legame con l'arma diventa davvero impressionante a livello di danno...molto superiore ad un guerriero...almeno fino al 9 livello. Puoi dirmi secondo te quali combo massimizzano il danno del guerriero?

Link to comment
Share on other sites

Decisamente nei talenti. I danni sono importanti, ma l'immensa quantità di talenti di cui un guerriero gode gli permette di poter eccellere in qualsiasi stile di combattimento e al contempo di aumentare l'ammontare danni con combo o altro. Piuttosto potremmo dire che i danni sono una conseguenza dei talenti.

Link to comment
Share on other sites

Sei sicuro di questa cosa? Io ho vosto un antipaladino in azione e tramite il legame con l'arma diventa davvero impressionante a livello di danno...molto superiore ad un guerriero...almeno fino al 9 livello. Puoi dirmi secondo te quali combo massimizzano il danno del guerriero?

Paladini e antipaladini hanno degli "spike" di danni in certe occasioni, ma tali occasioni sono limitate e circostanziali... Possono fare molti danni in rare occasioni, ma un guerriero può raggiungere medie di danni pazzesche con un'efficacia costante semplicemente scegliendo una buona combinazione di talenti e armi... Quando le loro capacità non funzionano o non hanno effetto, paladini e antipaladini sono molto depotenziati rispetto ad un guerriero ben costruito...

Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

Faccio un breve esempio per descrivere...nel mio party attuale c'è un paladino e poi c'è il mio guerriero.

Il paladino ha Fo 18, impugna scudo pesante e spada lunga. Siamo al lv4, ha un txc di +9 con la spada lunga, fa 1d8+4.

Il guerriero ha Fo 18, impugna una punching dagger e ha un buckler. il txc con il punching daggher è +10, fa 1d4+9.

Ponendo di base che il mio guerriero è atipico (brawler, si basa sul bull rush), fa in media più danni (11.5 contro gli 8.5 del paladino).

Ma questo è dato anche dai talenti. come umano a questo punto ho un fracco di talenti, al lv 4 ho potuto prendere weapon specialization, e prima mi sono permesso anche un Iron will e un improved bull rush...

non contiamo poi che ricevo dei bonus alla CMB e alla CMD, cosa che paladino e barbaro (nella maggior parte dei casi) non avranno mai.

andando avanti io prenderò al lv5 combat reflexes, e al 6 greater bull rush.

il paladino al lv5 credo cercherà di prendersi lightning reflexes, oppure se vuole può cominciare una catena di talenti, sperando di completarla entro il lv 9

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.