Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.
By senhull

Non Preparare Trame

Per preparare le sessioni è meglio concentrarsi sul creare delle situazioni da presentare ai giocatori. Preparare delle trame delineate e specifiche è controproduttivo.

Read more...

Ryuutama, Gioco di Ruolo Natural Fantasy

Ryuutama parla dell'esplorazione un mondo bucolico ed idilliaco, eccovi la recensione di questo nuovo gioco di ruolo fantasy proveniente dal Giappone e tradotto anche in italiano.

Read more...

Acheron Books distribuirà il GdR Primi Re

Acheron Books ha annunciato una partnership con Epic Party Games per la distribuzione di Primi Re, un GdR narrativo ambientato in una Roma oscura, brutale e misteriosa. 

Read more...

Ed Greenwood: Ricordi Preziosi

Ed Greenwood ci racconta come fosse la vita all'interno della TSR durante la sua epoca d'oro.

Read more...

Gearbox annuncia il GdR di Tiny Tina

La Gearbox Software ha annunciato la futura pubblicazione di un GdR ispirato ad uno dei DLC più folli del first person shooter Borderlands 2. Oggi vedremo di scoprire qualcosa in più su questo progetto.

Read more...

[Sistemi di Gioco] Pathfinder e D&D - Differenze e compatibilità


Recommended Posts

Ho visto in fumetteria il Manuale di Gioco di Pathfinder e stavo pensando di comprarlo. Però volevo sapere che differenze sostanziali ci sono rispetto alle altre edizioni come la 3.5 e la 4.0?

Link to post
Share on other sites

  • Replies 163
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Se vai su gdritalia troverai una recensione molto dettagliata fatta dal sottoscritto, la trovi sia in prima pagina che nella apposita sezione del forum, spero possa toglierti ogni dubbio in merito.

Il bestiario è in vendita dall'ottobre 2009, ovviamente nell'edizione inglese (il pdf a 10$ anche da prima)... Quella italiana dovrebbe uscire a breve, se non ripetono la trafila fatta per il core...

Allora essenzialmente vi è stato un ribilanciamento delle classi e degli incantesimi.

Difatti adesso degli incantesimi decisamente sgravi (es. metamorfosi, potere divino) sono stati ridimensionati e le classi non caster sono state lievemente potenziate.

Quindi più difficilmente si avrà un mago o un chierico che con due incantesimi diventano più performanti delle classi "guerrierie" in combattimento, mettendole in ombra.

Inoltre sono state semplificate delle regole, come quelle degli attacchi speciali tipo lotta, spezzare sostituendole con un unico bonus ed una difesa simile alla classe armatura.

Insomma una versione 3.75 che non si distacca troppo dalla 3.5 ma la rende più giocabile.

Nella nostra campagna di prova siamo ancora sui bassi livelli ma paladino e monaco si stanno divertendo assai a massacrare i poveri nemici a forza di punire il male (revisionato e reso pesante) o spezzandoli in lotta(il monaco una volta che ha preso in lotta qualcuno non lo molla più).

Link to post
Share on other sites

Si, ma precisamente quali sono le differenze dalle altre edizioni nell'ambito del regolamento?

Guarda, per decidere se vale la pena (imho vale tutti i 50 euro che costa - sono sempre 600 pagine tutte a colori, con un ottimo regolamento...), puoi verificare, se te la cavi con l'inglese sulla SRD della paizo, che è pubblica, oppure la trovi riprodotta fedelmente e in costante aggiornamento anche su PF-SRD, fatto molto bene. Insomma puoi verificare da solo.

Link to post
Share on other sites

ciao a tutti!

sappiamo enissimo che pathfinder è retrocompatibile, ovvero è facile adattare o utilizzare così come sono classi e talenti dei vecchi manuali 3.5

la domanda è:

vale la pena farlo? se sì, fino a che punto?

non si rischia di perdere l'equilibro creato?

Link to post
Share on other sites

ciao a tutti!

sappiamo enissimo che pathfinder è retrocompatibile, ovvero è facile adattare o utilizzare così come sono classi e talenti dei vecchi manuali 3.5

la domanda è:

vale la pena farlo? se sì, fino a che punto?

non si rischia di perdere l'equilibro creato?

Allora, personalmente penso che non ci siano grossi problemi in questo senso, se si fanno le cose con un minimo di occhio. Ci sono molte cdp che starebbero bene, e diversi talenti utili. Il problema è che molti talenti sono o diventano pesanti, altri ne escono ridimensionati... ci vuole un po' di occhio. Personalmente, probabilmente preferisco pathfinder secco con magari talenti e incantesimi dei complete... il monoclasse ha di nuovo un senso.

Link to post
Share on other sites

veramente è tutto il contrario uno degli scopi di pathfinder era proprio quello di riequilibrare le classi base(potenziandole) con quelle uscite nei supplementi successivi ed evitare che si sentisse il bisogno del multiclassamento sfrenato della 3.5, e secondo me ci sono riusciti in pieno, ovvio ci sono sempre classi più forti di alte(come prima del resto) ma adesso ha veramente senso portare una classe al 20°.

Link to post
Share on other sites

Senso pratico o senso logico?

Se giochi per portare una classe al 20° livello corri a comperarti la quarta edizione che sicuramente è ancora meglio... Patfinder ha risolto i mille problemi generati dalle miriadi e miriadi di abilità. Presenta ancora le classi di prestigio e non occorre essere geni per vedere che nelle ultime uscite della Paizo ce ne sono altrettante. ^^

Il bisogno del multiclassamento lo aveva chi giocava a smazzuolare e basta, usato pochissimo anche con la vecchia 3.5. Serviva per i personaggi particolari che si volevano ruolare e non per picchiare di più... Se usato in tal senso funzionava alla grande. Se le esigenze sono orientate verso il combattimento e "la classe più forte" non è che Pathfinder risolverà tantissimo. Qualcosa fa sicuramente ma forse è meglio guardare alla quarta edizione se si hanno quelle esigenze.

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

è pesante solo con le classi base dei perfetti e altro...le cdp si convertono relativamente facilmente
Non sono d'accordo.

Basti pensare ai nuovi privilegi concessi dal Guerriero puro e confrontarli con quelli delle CdP combattenti (Tempesta, Derviscio e Kensai, giusto per citarne alcune): non mi sembra così immediato equilibrarle.

Link to post
Share on other sites

Forse la retrocompatibilità guardava alle ambientazioni, ai mostri ed al gioco di ruolo? Magari Cook & C. nella loro beata ingenuità han pensato che nessuno si sarebbe messo ad equilibrare per il solo combattimento millemila cdp e magari avrebbe finalmente trovato più semplice non usarle e caratterizzare i suoi PG come si dovrebbe fare...

Me è solo un'ipotesi.

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

Forse la retrocompatibilità guardava alle ambientazioni, ai mostri ed al gioco di ruolo?

Magari Cook & C. nella loro beata ingenuità han pensato che nessuno si sarebbe messo ad equilibrare per il solo combattimento millemila cdp e magari avrebbe finalmente trovato più semplice non usarle e caratterizzare i suoi PG come si dovrebbe fare...

Me è solo un'ipotesi.

Non capisco se l'intervento è in risposta al post di Omega999, al mio o a quello del'autore della discussione.

Se la tua domanda fosse sincera la risposta sarebbe semplicemente "no", in quanto la retrocompatibilità sulla quale hanno lavorato gli autori riguardava l'intero materiale 3.5:

Spoiler:  
The Pathfinder Roleplaying Game has been designed with compatibility with previous editions in mind, so you'll be able to use your existing library of 3.5 products with minimal effort. In fact, the Pathfinder RPG is designed to smooth over a number of the rough spots in the 3.5 rules set, making several existing books even easier to use.
Dato che invece non lo è, dovresti rileggere il punto 2.12.
Link to post
Share on other sites

più che per le cdp, mi riferivo a talenti e incantesimi, non tanto (almeno per me) in ottica pp bensì di caratterizzazione (in particolare, da giocatore, per una mia idea di pg basato sugli incantesimi di Forze, che sul manuale base son pochini) mentre come master, finita la campagna in corso dovrei iniziarne una ad ambientazione Giappone feudale (Rokugan) e quindi mi ponevo appunto la domanda se fosse conveniente giocarla in 3.5 o in pathfinder

Link to post
Share on other sites

D&D sellers ma mi spieghi da dove hai tirato fuori che tutto il materiale 3.5 esistente=Cdp.

Pathfinder è addattabilissimo a tutto il materiale vecchio dell'edizione 3.5. Solo che per la sua stessa natura (qualcosa è cambiato) rende inutili molte classi di prestigio... Non c'è bisogno che siano equilbrate se non si devono usare...

Retrocompatibiltà non è la stessa cosa di "utilizzo tutto".

Link to post
Share on other sites

Senso pratico o senso logico?

entrambi se prima c'era una differenza abissale tra un pg puro e uno multiclassato ora questa si è notevolmente ridotta, rendendo il multiclassamento e non un must per essere "competitivo" ai livelli alti (io per esempio con un ladro puro di 17 livello mi limitavo a disattivare congegni e cercare trappole, in combattimento ero peggio ch inutile visto che era tutto resistente al furtivo, ora posso combinare qualcosa)

è vero che le classi di prestigio ci sono ancora ma ssno viste dagli sviluppatori come un modo di avanzamento oltre il 20 (leggi il capitolo sui livelli epici).

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

più che per le cdp, mi riferivo a talenti e incantesimi, non tanto (almeno per me) in ottica pp bensì di caratterizzazione
Infatti, come detto da Black per alcune cose è più semplice per altre più complesso visto il nuovo tenore delle classi base.

D&D sellers ma mi spieghi da dove hai tirato fuori che tutto il materiale 3.5 esistente=Cdp.
Prego?

Porre un'obiezione all'intervento di Omega non condividendo il fatto che solo le classi base dei perfetti siano eventualmente difficili da adattare dovrebbe generare tale equazione?

per la sua stessa natura (qualcosa è cambiato) rende inutili molte classi di prestigio... Non c'è bisogno che siano equilbrate se non si devono usare
E dove avrei scritto di utilizzare tutto, nonostante l'intero materiale sia compatibile?
Link to post
Share on other sites

pathfinder fortunatamente ha reso l'accesso alle cdp una fantastica opportunità di multiclassaggio invece che una necessità, per molte classi,per essere competitive.

Di contro, alcune cdp della 3.5 sono molto belle e a me personalmente dispiace perderle; ad esempio, tutte quelle cdp fatte apposta per i multiclasse trovo che siano molto utili anche in pathfinder ( tipo ultimate magus, eldtrich disciple, pugno sacro, pugno illuminato, fist of the forest ecc ecc).

discorso diverso per le classi base: la conversione in quel caso può diventare complicata dato il dislivello di potere che si è creato ( prendere il samurai 3.5 e trasportarlo cosi' com'è in pf è SUICIDIo puro)...

Link to post
Share on other sites
  • Moderators - supermoderator

pathfinder fortunatamente ha reso l'accesso alle cdp una fantastica opportunità di multiclassaggio invece che una necessità, per molte classi,per essere competitive.
Posto che le CdP o le classi base pure a me piacevano già in 3.5, condivido pienamente le tue affermazioni.

Grazie alla revisione apportata da Pathfinder alcuni personaggi strutturati in questo modo risultano maggiormente competitivi, ma non per questo vorrei perderne altri basati su determinate CdP.

alcune cdp della 3.5 sono molto belle e a me personalmente dispiace perderle
Precisamente.

Per portare un esempio, ritengo l'Evangelista una CdP molto divertente e non particolarmente potente: poter continuare ad interpretare lo stesso Pg con le sue significative capacità oratorie anche in Pathfinder sarebbe per me molto bello.

Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.