Vai al contenuto

Blackstorm

Circolo degli Antichi
  • Conteggio contenuto

    9.195
  • Registrato

  • Ultima attività

  • Giorni vinti

    46

Tutti i contenuti di Blackstorm

  1. Il mio ingresso nella tana dei draghi

    Esisto ancora, e tu mi metti in imbarazzo
  2. DnD 3e Battere da soli un Hecatoncheires

    Cerca ancora... Non ci sei andato molto lontano. Ma devi fare ancora un paio di collegamenti. Hint: cosa è l'ecatonchiro?
  3. DnD 3e Battere da soli un Hecatoncheires

    Io sostengo che non ha bisogno di respirare. È scritto nero su bianco nella srd.
  4. DnD 3e Battere da soli un Hecatoncheires

    Errore mio, non ricordavo che passava anche sotto. Solo che a questo punto mi sfugge come fai ad annegarlo nell'acqua. Anzi, in verità mi sfugge del tutto come avete intenzione di annegarlo, dato che raw non ha bisogno di respirare.
  5. DnD 3e Battere da soli un Hecatoncheires

    Interessante. Quindi suggerisci una pergamena di qualcosa che crei una piscina? Quindi poi servirà anche il modo per volare. Scavando? Sarebbe divertente evocarlo accanto all'incantatore. Temo che basterebbe bucarla. Troppi round. Opinabile che tu possa usare la stessa parola di comando per tutti come azione standard, e comunque ti serve un round per ogni oggetto, come minimo.
  6. DnD 3e Battere da soli un Hecatoncheires

    Due gabbie di forza per cosa? Move earth per cosa? Temo che mi sfugga come riesca a soffocare l'ecatonchiro versando acqua in una gabbia con i buchi.
  7. DnD 3e Battere da soli un Hecatoncheires

    A che distanza cominciano l'uno dall'altro?
  8. Meccaniche Regole per l'Ingombro

    Considerato che gli attrezzi da carpentiere vuol dire sostanzialmente un mazzuolo, delle molle e un attizzatoio e sei bello che arrivato a 3 kg, considerato che una pala sta comodamente a lato di uno zaino, ti invito a riflettere sul fatto che il peso specifico del ferro è di 7,85 kg/dm^3. Ovvero, un cubo di ferro pieno di lato 10 cm pesa quasi 8 chili. Un vaso di ferro non sarà poi così grande, quindi, e starà comodamente appeso sul fondo dello zaino o anche a tracolla con un pezzo di corda. Ora, io non so se tu hai mai fatto un'escursione in montagna, anche in gruppo. Io si, e ti assicuro che intorno allo zaino si possono mettere un sacco di cose, ti sto parlando di uno zaino da scuola (ricordi di gioventù, poi più avanti mi sono comprato uno zaino serio) e di me pivello che sprecavo un sacco di spazio. Un escursionista esperto ti ci fa entrare 12 villette bifamiliari in uno zaino. No, ma veramente ti creano problemi un paio di kg in più?
  9. DnD 5e CD intermedie

    Stavo allegramente cazzeggiando, quando il prode tapatalk mi ricorda che ci sono un po' di topic simpatici che potrei voler leggere, al che incappo in una simpatica discussione, in cui sorge un piccolo ot, del quale riporto le parti salienti, ossia che mi interessano: DB_Cooper: E la risposta di The Stroy: La frase che mi fa riflettere è in grassetto. Io sono personalmente della stessa opinione di Stroy. Però, per chi è d'accordo con Cooper, ho una domanda: prendiamo le CD indicate, a mero titolo di esempio: 10 e 15 (se ne possono prendere due contigue qualsiasi in verità, cambia ben poco): 10 è facile, ci dice il manuale, mentre 15 è moderata. Ora, adottando l'approccio di DB_Cooper, per chi è d'accordo con lui, una CD di 12 è facile o moderata? E una di 13? In entrambi i casi, perchè? Qual è l'elemento di discrimine? Quali sono le "sfumature" che si perdono eliminando le CD da 11 a 14 (4 numeri)?
  10. DnD 5e CD intermedie

    Cosa che in ogni caso non risolvi con le sfumature più ampie di CD, a meno che tu non cambi le cd per ogni singolo giocatore, quindi continuo a non vedere il punto. Se il giocatore sceglie di eseguire la prova in base al fatto che intuiscono che sia alla portata o meno è indipendente dalla cd che usi. Questo avviene a prescindere dal numero di valori che usi per le cd. 1)I giocatori idioti non sono un problema del regolamento 2)in ogni caso, il problema non viene risolto avendo più valori a disposizione, visto che questi non cambiano 3) i dm hanno una bocca con la quale poter dire "no, tu la prova non la fai". No, non nemmeno in ambito di imprevedibilità. In base al link che mi dai sotto, saranno molto meno di 26. Sono tutt'occhi, illuminami. Link interessante e che avevo letto, questo non cambia il discorso. Se i pg affrontano sfide del loro livello si aspetteranno comunque un certo range di CD, a meno che tu non voglia stravolgere la Bounded Accuracy. Una prova è facile o difficile oggettivamente, a prescindere dai bonus dei pg. E' a questo che serve la BA. Se tu non ne tieni conto è un altro discorso. Ma anche no. E' tipica perchè come da link da te postato, parole tue, a seconda del livello le sfide saranno più o meno difficili. Oppure ti puoi rimangiare quello che hai detto due righe fa. Quello che non tieni in considerazione è che, anche usando tutti e 26 i valori, una CD 10 è facile. Se arriva a 15, sarà moderata, punto. Potrà essere più facile per i pg, ma questo solo perchè saranno i pg a essere fighi, non perchè sia una cd bassa in sè. Ancora. Ora, chiariamo una cosa, visto che continuo a leggere in proposito: non ho mai, e ripeto mai, sostenuto che il giocatore decida le cd o che le debba sapere. Sei stato tu a tirare fuori la storia che intuisce e che possa arrivare a conoscerle. Quindi questa argomentazione non capisco bene perchè la usi con me. A parte il fatto che non glie lo dici perchè non lo può sapere? Non è barare. E' valutare le possibilità di riuscita di una impresa. Se a te capita di vedere solo gente che ascolta dialoghi non destinati a loro e pretende di fare ugualmente prove che non dovrebbe poter fare, mi dispiace, ma si tratta di giocatori immaturi, e non è un problema di regolamento e non c'entra con la questione. Sempre e a prescinderE?
  11. DnD 5e CD intermedie

    Premesse: 1) la mia risposta sarà molto lunga, sentitevi liberi di saltare le parti che non vi interessano. 2) Mea culpa per non averlo specificato, pensavo fosse ovvio, ma non mi riferivo di certo ai TS o ai TxC vs CA, in questa discussione. Chiarito ciò, sperò che non me ne vorrete se ignoro le parti relative. SilentWolf Come lo sento? Ho i sensi di ragno come spiderman o cosa? Perchè serve una grana così fine? A cosa è utile, alla fine? Mi ricorda una vecchia discussione riguardante la 4e in cui io sostenevo che a me fregava ben poco che i miei pg riuscissero ad abbattere una porta con un 5 o un 7 di dado e la gente mi si strappava i capelli per questa eresia. Scusa? Mi vuoi dire che nelle tue campagne i pg sono dei perfetti idioti che non hanno mai la minima idea di quanto possa essere difficile una prova? Cioè, io e te siamo sostanzialmente dei popolani di primo livello, in termini di gioco, giusto? O qualcosa del genere, scegli la combinazione che più ti aggrada, non cambia: ora, immagino che sia io che te, se vediamo un fosso, sappiamo valutare, in base alla sua ampiezza, quanto può essere facile per noi saltarlo. Ora, se tu mi dici che i pg dei tuoi giocatori non possono mai avere la minima idea della difficoltà di qualcosa, perchè altrimenti tu DM non li puoi sorprendere, perdonami, ma temo ci sia qualcosa che non vada, perchè non so se anche a te fa lo stesso effetto, ma a me sembra totalmente insensato. Metagame? Davvero consideri il valutare la difficoltà di, che ne so, scalare una parete o saltare un fosso, fare metagame? Non è una domanda retorica, ti sto chiedendo seriamente se davvero consideri una valutazione di un pericolo da parte di un pg metagioco (sempre sorvolando sul fatto che si parla di giocatori con un minimo di esperienza e che quindi dovrebbero anche imparare ad evitarlo, ma questo è un altro discorso, ergo evitiamolo). Ma non ti ho chiesto la differenza di temrine. Ti ho chiesto, durante il gioco, effettivamente, quanto davvero inciderà il fatto che una parete da scalare abbia una cd di 10 o di 11. Anche 26, se è per questo. Ci vuole solo un poco di tempo in più. All'incirca il quadruplo. Niente di eccezionale. Perchè, i tuoi mondi livellano in base al potere dei pg? Cos'è, tipo Oblivion in cui le guardie della città erano sempre e comunque il tuo livello+10? Se è così il problema non è nelle CD fisse o nell'ampiezza delle CD da scegliere, ma nella costruzione del mondo. Se un portone ha una CD 25 per essere sfondato o scassinato, quella CD la avrà sia che i pg passino di là al 1° livello sia che ci passino al 20°. Se tu metti CD in base al livello dei pg, il problema è come costruisci tu il mondo, non che i giocatori barano (e se pensi che riuscire a valutare la difficoltà di un'impresa sia barare c'è imho un approccio sbagliato). Uh? Se al 1° livello una CD tipica sarà 10, che tu utilizzi un range 7-12 o solo il 10, io mi aspetto sempre quel range. Quindi, cosa cambia? Esattamente niente. Ribadendo che questo NON è metagame, in ogni caso non vedo come avere un range invece che un singolo valore cambi questo aspetto. Invece che il singolo valore mi aspetto il range. E se per il mio personaggio ha senso valutare le probabilità di riuscita di un'azione, cosa succede? Vado in loop ed esplode l'universo perchè non potendo barare devo giocarlo come un personaggio incapace di valutare l'entità di una sfida anche quando sarebbe perfettamente in grado di farlo e decidere se possa essere il caso di provarci? Ma così perdi sfumature, ed alla lunga le meccaniche si ripeteranno (cit.). DB_Cooper I bonus numerici sono stati aboliti totalmente, come spesso e volentieri ho indicato a mio modo di vedere ciò è un difetto, e sono anche stato messo in croce per averlo detto. Al momento stiamo parlando però di regole, e non di HR. Se tu usi hr (ed i bonus situazionali lo sono, a meno che tu non mi trovi riferimenti nel manuale o avventure che non siano playtest come hoard of the dragon queen in cui ci siano) è un altro discorso, ma al momento a me non interessano, chiuso il discorso per me. Come ho già detto riesco a capire un 12 o un 13 in mezzo fra un 10 e un 15, e questo l'ho scritto (rileggere per credere, è la mia seconda risposta a questo thread). Non capisco perchè ci debba mettere entrambi. Non vedo che tensione possa aggiungere, specie dal momento che io no, non so a priori la cd, a meno che tu non me la spiattelli in faccia. Nel momento in cui possono essere diverse (e ripeto, caso mai non fosse chiaro, che capisco la necessità di affinare un po' la grana grossa del balzo da 10 a 15 e via dicendo, ma capisco molto meno quella di renderla farina sgranandola come un rosario di un punto alla volta), io non so con precisione la cd, e non ho necessariamente la certezza di farcela di sicuro. Anche perchè se la riuscita è certa, mi aspetto che tu dm non mi faccia nemmeno tirare, quindi magari se mi fai tirare, la possibilità di fallire ce l'ho. Non aggiunge alcuna imprevedibilità, a meno che i tuoi pg non siano sempre e comunque dei personaggi totalmente incapaci di valutare l'entità di una prova. Appunto, rimaniamo it. A prescindere? A parte che no, non cambia nulla, ma questo tuo ragionamento è valido solo nel momento in cui raggiungo precisamente un certo valore. Se il risultato della mia prova è 20, che è nello step successivo io mi aspetto comunque di averla passata. Se il risultato è 10, maledico il valhalla comunque. Se la CD è 14 lo è per tutti, però. Mi sfugge in che modo: 1) questo fornisca alle CD intermedie una superiorità intrinseca o maggiori sfumature 2) questo non possa essere fatto con delle CD prestabilite Potresti illuminarmi?
  12. DnD 5e CD intermedie

    Liberissimo di non discuterne Quindi scusami, come faccio a sapere che mi ci vuoe una CD moderata e non una CD 9 o 11, e viceversa? I base a cosa decido se utilizzare una cd moderata (ergo uso 10) o se la CD non è definibile e quindi mi serve un 11? E che differenza c'è fra 10 e 11? Mi puoi fare alcuni esempi, gentilmente? Sì, questo era già stato detto nella risposta di Cooper. Potresti espandere un filo di più il concetto? imprevedibilità e versatilità sono, al momento, due parole. Fammi un esempio di come la presenza delle cinquanta sfumature di cd (cit.) aumenti l'imprevedibilità e la versatilità. Perdonami, ho sottolineato una parte della tua risposta che mi lascia perplesso. Se non ne hanno bisogno, non vedo perchè la debbano affrontare, visto che stai parlando di "alla lunga" vuol dire che sarano giocatori già da un po' ergo se si accorgono di non avere bisogno di fare qualcosa, si presume che non la facciano. Se non ha senso che le affrontino, perchè il dm le ha messe lì? Cosa vuol dire che non ha senso che le affrontino? Come fanno a sapere se ha senso o meno? Anche qui, puoi portarmi un esempio? Ok, qual è la differenza fra 10 e 11 o fra 9 e 10? Questo sto chiedendo. Toh, posso arrivare a capire che fra un 10 e un 15 ci puoi mettere un 12 o un 13, ma davvero hai bisogno di tutti e 26 i valori? Dov'è adesso la tanto decantata (dai designer) semplificazione delle regole, in cui metti tutti quei valori?
  13. Oggetti Incongruenza con gli zaini

    Giaciglio e corda sono fuori dallo zaino e parliamo di 8,5 kg, e 22-8,5 fa 13,5, e se teniamo fuori anche l'otre scendiamo a 11 kg.
  14. DnD 5e Atteggiamento della community

    Infatti non mi riferivo a te in prima persona. Ma penso che se vaghi un po' con la memoria, o con una ricerca mirata non farai fatica a cogliere riferimenti. Era un esempio di attacco alla persona e non di discussione nel merito. Ribadisco, le mie tracce sono abbondanti in rete, e quello che scrivo credo sia facilmente rintracciabile. Sono termini, parole definizioni. Cosa fa un tank? Prende colpi e tiene occupato il nemico mentre il resto del gruppo si può posizionare e castare. 4 lettere contro 17 parole. E' davvero così scandaloso? Il DPS, o più correttamente DPR, è un termine, indica una media di danno, serve per farsi i conti. Usare il mindblade in 3.x per fare un jedi è retaggio di star wars, nessuno grida allo scandalo. "Voglio fare Bruce Lee/Luke Skywalker/Han Solo/Legolas/Conan/Gatsu, come posso ocstruire il pg?" Sono parole che rendono l'idea. Che differenza c'è fra "Mi aiutate a costruire un pg che facciau n male maiale tipo gatsu?" e un "Mi aiutate a costruire un damage dealer che falci i nemici a colpi di spadone?", cosa cambia? Sono termini. Se l'influenza dei videogiochi è tutta qui, ripeto, c'entrano fondamentalmente nulla: termini nuovi per cose vechcie. Io sono rigido su determinate cose. Ma sono perfettamente in grado di adattarmi a svariati stili, a patto che li trovi divertenti. Non ho per esempio nesusn problema a giocare a Paranoia, dove il pg è sostanzialmente una marionetta del dm, che può anche bruciare il manuale e decidere tutto lui, eppure mi faccio le peggio risate. Necessito però di determinate certezze. Probabilmente per questo sembro più rigido di quanto effettivamente sia. Tu però ignori gli infiniti topic in cui ho anche motivato le mie affermazioni, in cui non solo dico che è brutta, ma che lo è perchè non è sempre funzionale (ossia non fa quello che dovrebbe fare). Mandami un mp come promemoria il 10 giugno, che mi scade l'infrazione. Temo di non capire il tenore di questa risposta. Non stavo parlando del gioco. Le regole influenzano il mondo di gioco. Non è questa la sede per parlare di come tu abbia sostanzialmente 3 soluzioni diverse per situazioni simili, ma non vedo ocme questo renda falsa la mia affermazione. Non ho creato io la meccanica, non ho parlato io di ottimizzazione dei danni, non sono stato io a focalizzarmi sui danni. Il topic è lì. Io mi sono limitato ad evidenziare una da me percepita facilità di esecuzione a fronte di una capacità che è propria di pochi mostri. Leggere per credere. No, è un problema punto. Ed ho spiegato molte volte perchè. Se per te il fatto che sia un problema non è un problema, non è un problema. "In 5e il multiclasse funziona in maniera leggermente diversa che in 3.x. Vuoi per forza il multiclasse spinto o ti interessa un twf che casta? Nel qual caso probabilmente ti conviene un guerriero twf con uno splash di wizard o addirittura di sorcerer, se riesci ad avere la stat abbastanza alta". (curioso ocme per parlare di concreto tu utilizzi un caso astratto) "Vi converrebbe forse mantenere l'ambientazione e rivolgervi a qualcosa di più semplice, magari un numenera, che ha un sistema estremamente snello, oppure un Dungeon World, di cui mi dicono molto bene, ma che non ho mai provato. Potreste anche pensare di buttarvi sulla 5e, anche se probabilmente ha un po' troppo crunch anche quella per voi.
  15. DnD 5e Atteggiamento della community

    92 minuti di applausi. Certo, ognuno si prende la responsabilità di ciò che scrive, è anche vero che il ricevente deve fare lo sforzo di cogliere il messaggio. Perché io posso anche scrivere "oggi il cielo è limpido e c'è un sole che spacca le pietre", ma se il ricevente mi risponde "ma che dici, imbecille, nella carbonara non ci va la panna", capisci che per quanto possa essere chiaro, c'è un problema alla base. Tanto più che qui stiamo scrivendo. Ora, capisco che possa essere difficile seguire un discorso lungo, per me non lo è, se è scritto (parlato ho qualche difficoltà a seconda di chi lo fa), ma capisco che non tutti gradiscono seguirlo. Va bene, ma mi sono trovato sotto accusa persino per come uso il quote, in alcune occasioni. Capisci che la voglia di discutere sui contenuti diventa piuttosto bassa se l'interlocutore non è in grado di fare altro che accusare la forma. Vedi sopra: se devo essere chiaro, e sono disposto a prendermi questa responsabilità, almeno di provarci, chiedermi di essere anche breve è quanto meno un controsenso. O per lo meno, io apprezzo chi ha il dono della sintesi. Personalmente è una delle cose che mi riescono più raramente. Quindi la scelta è fra essere chiaro ed essere conciso. ----------------- AVVISO: adesso arriva una parte piuttosto lunga dedicata a @DB_Cooper il quale mi ha chiamato in causa più volte e a cui mi sento di dover dare qualche chiarimento. Liberi di non leggere, sebbene alcune parti della risposta potrebbero chiarire ulteriormente la mia posizione, sono perfettamente conscio che questa parte possa risultare pesante. Non è un tentativo di flame, che sia chiaro, ma mi sento chiamato in causa molto da vicino e sento la necessità di dare risposte esaustive. Cercherò di tagliare le parti inutili o ridondanti. Altro fatto noto fino agli estremi confini dell'universo è che difficilmente le mie opinioni sono percepite come modeste. Faresti cosa? Punire un giocatore perché decide di fare qualcosa che tu non vuoi? Perché sono queste le risposte che leggo. E per inciso, il flusso narrativo non ha nulla a che fare con lo spirito di un gdr. Un gdr è un gioco, prima di ogni altra cosa. Che ti devo dire, sarò stato fortunato con i miei tavoli (e non ne ho avuti pochi in vita mia). Comunque sia, non mi pare di avere mai detto alcunché di diverso. Le mie tracce in rete sono abbondanti, e che le regole non debbano essere delle catene non è un pensiero che mi è venuto con la 5e. No, è colpa delle persone. Quante persone hanno imparato a giocare leggendo i manuali e quante da gente che già giocava? La seconda tipologia direi che fa un buon 95%, e mi tengo basso. La stragrande maggioranza dei giocatori di 3.x venivano da advanced e hanno insegnato alle nuove leve. Quindi, se le nuove leve di 3.x hanno una mentalità sbagliata la colpa è da imputarsi in massima parte a chi ha insegnato male. La cosa buffa è che parli di videogiochi, quasi come se non fossero già pronti videogiochi basati sulla 5e. No, non c'entrano nulla i videogiochi. C'entra il fatto di imparare ad apprezzare un'edizione per ciò che è. La 5e non mi fa impazzire, ma sono certo che giocandoci mi divertirei molto. Perché? Perché io, con la mia mentalità definita più di una volta rigida e incapace di apprezzare questa edizione, vedo i molti pregi, la rapidità di esecuzione, la velocità di apprendimento delle regole, e lo vedo accanto ai difetti che non me la fanno amare alla follia (difetti che fin troppi amanti della 5e ignorano o fanno finta di ignorare). Sarò un'eccezione? Definisci "giovane" e "afflitto dalla cultura del videogame". Io non mi ritengo vecchio e ho passato ore a giocare con i videogiochi, da pacman a Duke nukem a quake ad assassin's Creed. Libero di pensarlo, ma ti invito a riflettere sul fatto che chi ama una edizione difficilmente ne troverà difetti. Santa miseria, c'è gente ancora convinta che la meccanica vantaggio/svantaggio sia perfetta. Io la 4e la ho rifiutata perché non sostiene un mondo coerente. La 5e invece è in grado di farlo, a occhio, ma è inutile ignorare i difetti, anzi. La conoscenza dell'interazione delle regole con il mondo di gioco aiuta a costruire un mondo credibile. Sicuramente. È anche brutto quando chiedo se si può giocare al 20 livello senza alcun tipo di oggetto magico, mi si dice di sì e poi quando inizio a proporre sfide e chiedere come sarebbe possibile affrontarle mi si risponde con "ah, ma tu vaneggi". Eppure succede. E non lo chiedo per flammare, lo chiedo per capire. Che risposte sarebbero? Non capisco dove tu veda questa "protezione". Sinceramente, mi pare una affermazione azzardata. Spiacente, ma no. Io cerco sempre di motivare le mie risposte. E cerco sempre di spiegare perché non mi piace. I Topic sono lì eh. Io non dico semplicemente che una cosa non mi piace. Dico anche perché. Sostenere il contrario è quantomeno malafede. Ciò non ti autorizza a desumere che solo perché qualcuno gioca in 3.x sia un pp bimbominkia. Quindi il contenuto è falso ed il modello è errato. Che lo faccia tu non implica che lo facciano tutti. Spiegalo a chi "se vuoi fare il pp bimbominkia (ho chiesto il modo migliore per fare X, ndr) vai a giocare in 3.x". Allora, a parte che non chiedo di codificare assiduamente delle regole, chiedo solo che le regole siano certe (se un momento mi concedi X facendo una prova di v forza e la sessione dopo alle stesse condizioni decidi che mi dai svantaggio, capisci che mi girano), perché mi puoi fare tutti i discorsi che vuoi, ma le regole di gioco riguardano il funzionamento del mondo. No, non trovo. Trovo che alla fine l'unica cosa che è arrivata in fondo è stata "ah, ma tanto ottimizzi 8 danni, chi te lo fa fare, fagli fare come vogliono". Questo è il finale. Ignorando tutto il resto. Compreso il fatto che io abbia detto subito, in prima battuta, che potrei anche sbagliarmi. Pretestuoso? No. Sarebbe da stabilire cosa intendi per "i miei ultimi post" dato che al momento sono in moderazione forzata (e ti prego, non tirare fuori di nuovo che siamo tutti in moderazione, ti considero abbastanza intelligente da capire cosa si intende con tale termine), ma i difetti di 5e li ho puntati molto presto. Non vedo come questo sia un crimine e non vedo come questo possa inficiare i miei commenti. Se è un problema del sistema, bisogna farci i conti. Ma a me non interessa come ti poni rispetto alla 3.x. io trovo stupida la regola sul danno massiccio, trovo gestita malissimo la parte di interazione sociale con le abilità, e diverse altre cose, fra cui il mio ben noto odio per il talento autorità. Non per questo mi astengo dall'intervenire. Se si parla di regole do una risposta regolistica, altrimenti in base al mio gusto. Ma se devo farti notare che con un pg di 5 livello puoi da regole far diventare un dio il tuo scendiletto, non mi faccio problemi a dire che nessun dm normodotato te lo lascia fare. Vedi sopra, ho spiegato abbondantemente.
  16. DnD 5e Atteggiamento della community

    Premessa: in questa mia risposta ci sarà anche un piccolo sfogo, non rivolto a qualcuno in particolare e non incentrato solo su questo forum. Beato te, io lo vedo praticamente ovunque. Vengo accusato, su altri lidi, di non saper cogliere lo spirito della 5e, cosa che mi fa da un lato sorridere, e dall'altro inc@77@re come una iena, perchè sinceramente, detto da clueless la cui soluzione più brillante varia fra "io sono il dm e se non fai come dico io ti becchi 400d6 di fulmine non riducibili perchè sì" e il "ah, boh abbozziamo tanto chissene", il tutto solo perchè in old school (qualsiasi cosa sia) si faceva così, è solo ridicolo, e no, non è questo lo spirito della 5e. O di un qualsiais gdr, se è per questo. Quello che posso dire, da parte mia è che mi sento fin troppo spesso dal lato sbagliato della barricata. La qual cosa è preoccupante per diversi motivi: non c'è un lato sbagliato, non c'è alcuna barricata, e non capisco perchè io finisca per diventare, sempre e comunque, un lupo cattivo, anche quando cerco di essere costruttivo. Non vado matto per la 5e, e questo penso che sia noto fino agli estremi confini dell'universo, ma quello che non sopporto sono i fanboy, che mi ricordano seriamente i tempi della 4e, dove se poco poco provavi a dire che c'era qualche problema venivi sommerso di post dove "non sai cogliere lo spirito della 4e". Ricorda qualcosa? Su FB ho fatto un esperimento interessante. Ho cercato un post che si sbrodolava in lodi sulla 4e, il più generico possibile, diceva qualcosa del tipo "la chiave della 4e è la semplicità", qualcuno ricorderà il post sul gruppo FB. Beh, cambiando ovviamente i riferimenti da 4e a 5e nessuno si è accorto che era un copiaincolla, e in diversi si sono anche dimostrati d'accordo. Ho trovato l'esperimento estremamente indicativo. Se sei circondato solo di gente che continua a dirti cose del genere per un gioco da giocare intorno ad un tavolo e non ne trovi uno moderato, capisci che è ben diverso da un gioco online, visto che alla tua scrivania, da solo, nessuno ti rompe l'anima. Veramente arrivano tipicamente anche alla seconda risposta e anche senza aver mosso alcuna critica. Ma magari ad uno interessa uno stile particolare e vuole qualche consiglio su come rendere quello stile nella maniera migliore. Rispondergli "fai un po' come ti pare, qui mica si sta a buildare come in 3.x" primo non è molto cortese, secondo non c'entra nulla, terzo non vedo in ogni caso dove sia la colpa. Le domande sono legittime, se l'unica risposta che sai dare è "se vuoi buildare vai a giocare a 3.x", nessuno ti obbliga a rispondere. Perchè forse la convinzione che la stiano usando è convinzione tutta tua. Mi è capitato di recente con il lancio di creature. Io che sottolineavo alcuni potenziali problemi meccanici, e mi si diceva che ragionavo troppo con la forma mentis della 3.5, salvo poi venirmi tutti a rompere l'anima con l'ottimizzazione dei danni irrisori che io nemmeno stavo prendendo in considerazione. Beato te. 3.x=PP bimbominkia è praticamente il cavallo di battaglia dei peggiori fanboy 5e. Dubito che se qualcuno mi dice che sono un PP infantile perchè gioco alla 3.x una affermazione di tal genere possa essere fraintesa. Se sei scazzato, tanto vale che non rispondi. Io ho visto risposte scazzate anche in prima battuta, se è per questo. Nella mia esperienza invece, quando parlo di eventi che possono realmente presentarsi in gioco, mi si dice che sto ragionando del sesso degli angeli.
  17. DnD 3e Guida al counterspell

    Non è che "se si accetta". Le regole sono così. Interpretarle in maniera diversa è semplicemente errato, punto. Non ci sono alternative. Il testo è più che chiaro. Che poi oltre oceano una certa quantità di ignoranti non sappiano leggere ed abbiano diffuso la leggenda che divine defiance permette di fare un counter senza prove, senza spesa di incantesimi, e senza preparazione, al costo di un singolo tentativo di scacciare, deriva appunto da palese ignoranza delle regole. Ne abbiamo discusso a lungo qui sul forum, e una tale interpretazione è contraria ad ogni principio di interpretazione. Quindi il talento non si può interpretare in altra maniera.
  18. Meccaniche Dubbi del Neofita (13)

    Banalmente, non esiste alcunchè di simile ad un attacco speciale chiamato "capacità magiche". Esistono una serie di attacchi, ciascuno singolo, che possono essere raggruppati sotto una "macro-categoria", cioè le capacità magiche. Ovvero, per comodità di scrittura, brevità e rapidità di consultazione, c'è l'apposità entry "Capacità magiche" in cui vengono elencate tutte e sole le capacità magiche della creature, a prescindere anche dal fatto che siano attacchi speciali o meno. Il talento Abilità Focalizzatà recita: Mentre dalla SRD apprendiamo che: Quindi è possibile per una capacità magica non essere un bersaglio valido per Ability Focus. E questo è il motivo per cui non è possibile prendere come "bersaglio" di Ability Focus l'intera entry "Capacità magiche" di una creatura. Oltre naturalmente al fatto che sarebbe un filo appena sbilanciato... tipo come un tiro alla fune fra una zanzara e un elefante.
  19. WotC Tweet ufficiali WotC

    Mike "Heisenberg" Mearls. A Breve la nuova rubrica da lui gestita sul sito wotc: Breaking Dragons. [Traducendo la risposta di Mearls: "Sì, potremmo anche farlo, tanto prima o poi gli psion li dobbiamo trattare, incidentalmente abbiamo valutato l'opzione settimana scorsa ma siamo indecisi se parlarne subito o meno, i tempi potrebbero non essere ancora maturi."
  20. Azioni Afferrare una creatura e lanciarla

    What? Scusami? Cosa? Chi? Due personaggi oppure un feat. Vediamo di non mischiare le cose. E non è per tirare un goblin. A meno che tu non lanci contro i tuoi nemici solo goblin come creature di taglia piccola. O che per te taglia piccola=pippa. PS: quanto al "ancora una volta interpreto in maniera molto meccanica", sai com'è, è stato chiesto un parere riguardo una regola, e si parla di meccaniche di gioco. Ok il ritorno alle origini, ma non esageriamo. 1 singolo talento, e mi dici che non so fare altro che quello? Ok che sono merce rara, ma insomma, mi pare un pochino esagerato, non trovi? 2 azioni per una cosa del genere? Fai prima a dire di no. Mi daresti un esempio di "penalità generica per non renderlo sempre fruibile"? Ergo? Beati voi, tutti in pianura. Condizioni particolari? Ne ho citate due facendo 5 secondi di ricerca sul manuale. Taglia uguale o inferiore alla mia? Mago amico mio, ingrandiscimi. Ma perchè siete tutti a pensare al danno? "Prima di essercela rotta". 1) chi ti ha detto che faccio ipotesi su tale base? 2) chi ti ha detto che anche lì fossero fatte su quella base? 3) quand'anche, cosa cambierebbe? Ne sono lieto, normalmente i miei interventi sono visti piuttosto aggressivi, e mi chiedo sinceramente perchè.
  21. Azioni Afferrare una creatura e lanciarla

    Eppure esiste un singolo talento che mi permette di fare la stessa cosa con limiti molto meno stringenti riguardo la taglia. E visto che il danno chissenefrega, allora spiegatemi perchè dare lo svantaggio. "prima di essercela rotta". Tutte le ipotesi fatte sulla base del "Tutto è concesso a la 3.x" (che, anche lì, sono vere fino a un certo punto), sono solamente fumo e niente arrosto. Con questo post non voglio essere offensivo né ostile nei tuoi confronti (anzi apprezzo molto i tuoi interventi )
  22. Azioni Afferrare una creatura e lanciarla

    Certo. Senza talenti sono d'accordo. Ma se concedi i talenti? Prendo charger e faccio uno shove con svantaggio ma il +5 se mi muovo di 3 metri. Annullo sostanzialmente lo svantaggio.
  23. DnD 5e La mia impressione sulla quinta edizione

    Però vedi il problema? Credo che in mage armor sia l'unico punto in cui si parla di "base AC". E io cosa diavolo ne so che la "base AC" del mio barbaro è 10+mod di Cos? E per io, intendo io neofita che leggo il manuale per la prima volta, o comunque che ho poca esperienza. E soprattutto, se i bracers of armor si sommano, perchè mage armor no? E' così devastante un punto in più, considerando che comunque è un incantesimo a concentrazione? Sia chiaro non voglio fare quello che vuole aver ragione a tutti i costi, ma seriamente non capisco la logica dietro i due ragionamenti. Non è l'intero team, ma è stato investito di ufficialità. Piccolo ot: leva pure il quasi, in ogni caso una regola del genere mi pare decisamente opposta al buonsenso. O meglio, non capisco perchè se ti riempio di mazzate e mi entrano 10 colpi in 20 secondi, solo con 3 ti avveleno. Libero di farlo, c'è la sezione 3.5 apposta, però, questa non è la sede adatta.
  24. Azioni Afferrare una creatura e lanciarla

    Nel momento in cui concedi di farlo, io presumibilmente cercherò il modo di avere tutti i vantaggi possibili. Diciamo che mediamente avrò la competenza nel check (Atletica rientra, a memoria fra le competenze dei combattenti). Una volta consolidata questa tecnica, magari chiedo l'azione di aiuto per riuscire, annullando lo svantaggio. O se il dm concede i talenti, uso Lucky. Senza contare che concedendo i talenti, abbiamo una forte incongruenza: il talento charger consente già di base la spinta di 3 metri se si prende una rincorsa di almeno tre metri. O, in alternativa un bonus di +5 al tiro. Ma a questo punto, se mi dai lo svantaggio per fare uno shove di 3 metri più il danno, e mi concedi i talenti, io prendo charger e scelgo il +5, che come sappiamo statisticamente equivale ad avere un vantaggio. Il che vuol dire che ti sto annullando lo svantaggio che mi dai. Diventa complicato da gestire. Tu mi dirai: non concedo i talenti. Certo, è possibile, ma a parte che bisogna vedere se il tavolo è d'accordo, ma anche ammesso, potrebbero esserci oggetti magici o incantesimi, che magari danno vantaggio a queste prove. Un semplice Enlarge fornisce vantagigo alle prove di forza, incluso quindi lo shove, cosa che annulla subito lo svantaggio. Oppure potrebbe esserci un debuff che fornisce uno svantaggio a dette prove. Non so, magari è irrilevante, però mi pare fin troppo semplice annullare le penalità per un'azione che è addirittura una capacità speciale di alcuni mostri (e che, come ricorderai bene, anche nelle edizioni precedenti aveva fortissime limitazioni per chiunque ci volesse provare). Gestirla con uno shove mi pare troppo semplicistico, per tutti i motivi sopra elencati. Semplicemente perchè se me lo fai fare una volta, allora cerco di farlo sempre, specie se vedo che può essere utile. Poi magari non sono così addentro le meccaniche e mi sto facendo pippe mentali io, però boh, messa giù così mi pare troppo poco penalizzante per qualcosa che dovrebbe essere di base molto difficile.
×