Jump to content
  1. What's new in this club
  2. @GM Faccio segno a Sarith di stare calmo, supero Jivvinul e faccio lo stesso con lei. Poi mi avvicino al gruppo di mercanti, uscendo allo scoperto e mi rivolgo direttamente a loro. Non sto sguainando spade. Salve avventurieri, non è solito trovare altre anime benevoli in questo labirinto. Lasciate che mi presenti, sono Zoey, e sfortuna ha voluto che la mia guida per questi cunicoli perisse, ci è mancato poco che ci lasciassi le penne anche io. Purtroppo ora non so più orientatarmi, ho più poche provviste e più poca voglia di badare ai ragni della via della seta. Mi chiedevo dove vo
  3. Zoey, Sarith ha la sua spada corta a portata, ma ti fa cenno di porgergli l'altra con una mano tesa verso di te. In effetti, tu hai solo due mani, e quattro spade sono quasi una scomodita' da dover gestire. Intanto, Sarith si guarda attorno, come per cercare una via di fuga casomai le cose si mettessero male. Jivvinul, invece, si e' gia' incamminata nel passaggio, oltre i muschi ed e' sparita dalla vostra vista. Jivvinul, mentre carichi la tua balestra, giungi verso la fine di questo stretto passaggio che non sara' stato piu' lungo di qualche metro. Senti dell'acqua. E senti delle
  4. Durante il cammino, oltre a condividere con molta generosità le mie scorte di cibo con ulteriore generosità concedo una spada a chi disarmato. Quando sentiamo le voci tiro fuori la mia spada corta, coprendo con cura sotto la mia mantella Astra, quasi coccolandola come fosse un bambino in fasce. Cercando quindi di evitare che attiri attenzioni con la sua luce ma allo stesso tempo tranquillizzandola. Il primo è @Tutti, il secondo @GM
  5. Faccio segno agli altri di fare silenzio e mi avvicino al passaggio tra i muschi. Tendo le orecchie per cercare di cogliere cosa stanno dicendo, mentre carico la balestra lentamente.
  6. @Zoey La luce accecante che illuminava la stanza scompare improvvisamente, lasciandovi per qualche istante cechi in un buio che vi sembra ancora più accecante, finché i vostri occhi non si riabituano ad esso. Dopo aver raccolto quello che vi può essere utile, Jivvinul si avvicina all'ingresso della grotta, seguito lentamente dal cubo gelatinoso. Non sembrano esserci nemici nelle vicinanze più immediate, ma è probabile che qualcuno possa essere in arrivo. Al segnale di Jivvinul, seguite la caverna per qualche metro fino alla grande caverna della via della seta, e proseguite v
  7. Jivvinul @Zoey Vero, tocca levarsi di qui. Ma quella luce piu' che farci strada ci fara` trovare in un attimo, e sarei anche stufa di scappare. Spegnila immediatamente o come ci siamo ri-incontrati ce ne andiamo. @Sarith, in sottocomune
  8. Zoey Mi rivolgo ai tre nuovi arrivati Va bene, spostiamoci di qui che abbiamo attirato l'attenzione abbastanza tra rumore e luce. Questo anfratto non era male ma oramai non è più utilizzabile. Non sembrate molto in forma, vediamo di non andare troppo lontano.
  9. @Zoey Mentre Jivvinul parla, al di sotto del mantello di Zoey (o quella cosa che secondo lei funge da mantello) la luce di astra si fa sempre più intensa, talmente intensa che il mantello non riesce a contenerla completamente. Se mai Zoey dovesse scostare il mantello, verreste investiti da una luce accecante, ne siete certi. -- Io Sono Glabbagool, gli amici dei miei amici sono mieiminimici! Sentite tutti questa voce nella vostra mente, mentre lentamente e cautamente il cubo gelatinoso si avvicina a voi. Non sapreste dire se con fare minaccioso o meno, dal momento che si tratta di
  10. Jivvinul Riguardo il fidarsi di noi...Hai davvero scelta? Magari ti vogliamo tendere una trappola, o magari siamo le uniche creature amichevoli nel raggio di chissa` quanti chilometri. Visto come siamo messi non ci possiamo permettere il lusso della diffidenza. Glabba ci ha aiutato a trovare la strada mentre un torrente riempiva i cunicoli della caverna in cui eravamo finiti, e ci ha anche salvati da una melma che ci avrebbe volentieri mangiato. Diglielo anche tu, Glabba! E a proposito di fiducia, quell'arma che porti mi ha quasi accecato ma mi sembra di capire che ne sappia qu
  11. Zoey Beh, che dire, non ce la siamo passata bene nemmeno noi. Perché non ci avete seguito? Alcuni di noi sono pure tornati indietro a cercarvi, sono certa che se fossimo rimasti tutti assieme ora conteremo meno morti. Lei è Astra, portatrice di luce. Se non fosse per lei probabilmente sarei morta o quantomeno impazzita. Sto vagando in questi cunicoli da non so quanto tempo e non ho una chiara idea di dove dovrei andare, questo luogo è un vero e proprio labirinto. Possiamo fidarci di quel cubo? Che poi non so nemmeno se fidarmi di voi.
  12. Jivvinul Peggio di cosi' ne dubito - non mi ricordo l'ultima volta che ho mangiato, almeno in cella potevo dormire e nutrirmi con una certa regolarita`. Ma io stessa sono incredula di essere sopravvissuta a questo torrente d'acqua, sembrava non finire piu', al contrario dei miei polmoni...e Sgabello. Indico il pezzo di carbone accanto al cubo Non ce l'ha fatta, era impossibile nuotare in quella corrente. Glabba l'ha generosamente preservato nel suo acido. I gemelli? Rabbrividisco al ricordo, li abbiamo visti trasformarsi in qualcosa di indescrivibile; certo e` che non erano
  13. Zoey Abbasso ulteriormente Astra, coprendola con il mio mantello e mi rivolgo a lei sussorrandole Stai tranquilla mia cara, sono conoscenti miei, cioè più o meno Poi mi rivolgo verso il gruppo di individui appena comparso, un po' stupita di vedere quelli che erano i miei compagni di cella ed un po' schifata dalla visione del corpo putrefatto Ah Jivvinul, ti ho vista meno peggio, decisamente meno peggio di così. E già stavi messa davvero male prima eh. Ma che cosa è quel cubo? E soprattutto, perché ci sono dei resti dentro fluttuanti? Io ho girato ma non sono andata lontana,
  14. Jivvinul @Zoey TOGLI QUELLA C***O DI LUCE CI STA ACCECANDO RIDURRE PARZIALMENTE STOC***O oltre al fatto che ci vedono tutti Nella prigione? Grazie per la domanda! Oltre ai 4 qui presenti c'erano ovviamente i due gnomi Gimmy&Tommy, la Nanatuttatana, quel mostrone dall'eloquenza inaspettata che e` stato divorato da un ragno gigante, pace all'anima sua...come si chiamava? Ah si', Giandomenico. E quello-che-all'inizio-mi-stava-dando-consigli-utili-ma-poi-mi-sono-distratta-dal-menare e niente, e` andata cosi'. Manca qualcuno? 4+5=10, che botta di culo. Torna tutto, come vedi siam
  15. @Jivvinul Zoey, quella che sembra la voce di Sarith blatera qualcosa nella sua orribile lingua gutturale, indicando in maniera un po' nervosa nella tua direzione mentre con l'altro braccio ancora si copre gli occhi. Mentre l'altra creatura resta ancora in contemplazione con qualcosa tra le mani rivolta verso l'enorme cubo di gelatina.
  16. Abbasso Astra per ridurre parzialmente il fascio di luce che inondava la caverna. (in elfico) Jivvinul!? Sei tu per davvero Jivvinul? Dimostramelo: dimmi i nomi di tutti quelli con cui siamo scappati dalla prigione.
  17. Jivvinul Dando la schiena alla luce e continuando a coprirmi gli occhi, stringo tra le braccia Sgabello. Con voce rotta dalla disperazione mi rivolgo al cubo: Quando sento la voce provenire da dietro di me mi riprendo di scatto, sempre senza voltarmi: (in elfico) Zoey! ero sicura fossi morta! ...sei Zoey? Aaah, togli quella maledetta luce!
  18. Jivvinul, dopo una rapida ricognizione della pozza, ti rendi conto che Sgabello galleggia sull'acqua alle spalle di Glabbagool. Ti fiondi verso di lui per raggiungerlo e quello che vedi e' qualcosa di raccapricciante. Capisci che si tratta di Sgabello solamente per la forma del suo corpo, che pero' odora ha uno strano odore acidulo ed e' completamente sfregiato e reso irriconoscibile come se fosse stato preso e cotto vivo. Anche Sarith si copre gli occhi e si volta verso dite quando la luce comincia ad espandersi. Sairth [sottocomune] Ma non ti sembra di conoscerla questa voce? Semb
  19. Zoey Con tono deciso mi rivolgo alle creature che sono apparse: Chi siete? Andatevene da dove siete venuti!
  20. Jivvinul, distesa per terra a pancia in giù, con il fiato ancora corto e i capelli davanti agli occhi, hai incoccato la balestra in maniera alquanto maldestra. Ovviamente, è un miracolo che ci sia ancora qualche dardo nella tua faretra, e tutto ovviamente è zuppo. Però ti permette quantomeno di dare una parvenza di minaccia. Il cuore ti palpita a mille, non sai ancora se per la paura o l'eccitazione di essere ancora vivo. Sarith ti ha imitato ed è anche lui per terra accanto a te, per metà ancora in acqua. Anche lui ha soppresso la sua luce danzante per poter rimanere nell'ombra. M
  21. Zoey Mi allontano immediatamente dall'acqua, raccogliendo al volo i miei averi e mi infilo nell'apertura che dà sulla via della seta.
  22. Jivvinul Privo di forze, mi sdraio a terra li' dove sono e incocco la balestra, cercando di capire se c'e` qualcuno oltre il falo`. Stringo la balestra con mani tremanti mentre mi preparo a colpire chiunque mi compaia di fronte se armato. Chi c'e` qui?? Fatti avanti molto lentamente cosi' ti possiamo vedere. Faccio segno a Sarith di accovacciarsi ...Glabba, tu rimani qui dietro
  23. @Zoey Passano ore, o forse giorni, o forse piu', non sapresti dirlo. Ti nutri del cibo che ti e' avanzato solamente quando hai davvero fame, e intanto mediti sul da farsi, a momenti interpellando la tua spada luminosa che cerchi di tenere ben lontana da qualsiasi apertura possa dare sulla via della seta. Ad un certo punto decidi di incamminarti verso neanche tu sai dove. Certo e' che qui il cibo puo' solo finire, e la probabilita' di sopravvivere si riduce sempre di piu'. Puntando sulla compassione e sulla pieta', riesci a convincere Astra a ridurre l'intensita' della sua luce, e ce
  24.  

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.