Jump to content

Capitolo 1. La tomba perduta di Kruk-Ma-Kali


AndreaP

Recommended Posts

Fireday 4 Renewal 420, Pomeriggio [Sereno - Inizio Primavera]


La Reanaaria Bay, su cui sorge la piccola Haanex con le sue case in legno, era sempre stupenda in primavera. I pescatori sulla riva preparano le barche per la pesca notturna della notte seguente mentre un paio di navi mercantili scaricavano i beni che avevano portato.

Il centro del paese era animato dai preparativi per la festa per il matrimonio di Aydd, la figlia del capo villaggio Foosiwain, che si sarebbe tenuto dopo due giorni: la gente si muoveva lungo le strade strade di terra battuta organizzando banchetti e costruendo un palco; lunghe tavolate sarebbero state messe sotto un grosso tendone. 

Le guardie cittadine nella loro armatura di pelle indurita controllavano la situazione mentre i mercanti iniziavano ad allestire i loro spazi, sicuri di fare affari con la gente che sarebbe giunta per l'evento.

Più a margine del paese sorgeva la torre di Veoden

rW2jiFG.jpg

 

La torre pendente poteva essere vista da ogni angolo del villaggio essendo più alta di ogni altro edificio. Era l'incubo di qualsiasi architetto. Alta almeno 15 metri era di forma quadrata con un lato di 3 metri ma non cresceva dritta ma pendente e spezzata in più punti come se fosse un ubriaco pronto a cadere. Le crepe nella calcina ed i giganteschi supporti lignei che avrebbero dovuto darle stabilità, davano invece l'impressione che questa costruzione potesse crollare in qualunque momento. Anche il tetto di tegole presentava buchi. 

Vi era un’unica porta, colorata di giallo e che presentava un grosso batacchio; La porta dava su un unico ambiente, un salottino, alle cui pareti erano allineate sedie coperte da un velluto blu scuro. Piccoli tavoli, su cui erano poste delle grosse candele, impegnavano gli angoli, mentre contro una parete era appoggiata una credenza. Una scala, di fronte alla porta di ingresso, permetteva di raggiungere i piani superiori. La cosa che tuttavia colpiva di più all’ingresso della casa erano gli strani angoli che le pareti formavano con il pavimento.

Un forte odore di vaniglia dominava la sala. 

Le sedie erano davvero comode, probabilmente fatte nella più civilizzata Geanavue, da dove proveniva Veoden, ed erano disposte in modo da permettere di osservare tutta la stanza. In un angolo dove era posto un piccolo cavallo a dondolo di legno vicino a dei cubi di legno su cui erano state disegnate delle lettere. 

Erano passati sei mesi dal loro ritorno ad Haanex dopo la sconfitta della strega e i quattro compagni della Mano erano stasti chiamati dal mago per "un'importante missione", così diceva il messaggio.

Cita

Cari amici,

ho bisogno di voi con urgenza per una missione importante. Qualcosa di oscuro potrebbe stare tramando e solo la vostra esperienza può fare luce sulla situazione. Vi aspetto il pomeriggio Fireday prossimo a casa mia per il the. Lì potremo parlare.

Veoden

Con loro era presente anche Ingvar, uno sciamano del villaggio che tutti conoscevano: il fatto che fosse stato convocato implicava che qualcosa di serio da affrontare.

Veoden indossava una giacca lunga senza maniche di colore blu sopra una tunica ancora più lunga e dalle maniche lunghe, con stivali che raggiungevano le ginocchia e alla cintura una borsa e un pugnale. Aveva capelli marroni con una riga in mezzo lunghi sulla schiena, una faccia ben rasata, dimostrando non più di 25 primavere.

ZPOHLX4.jpg

 

Il mago li aveva accolti sorridendo e poi, invitati a sedere sulle comode poltroncine: "Sono proprio felice di vedervi" disse con tono cordiale "senza quello che avete fatto lo scorso anno, non so se saremmo qui a goderci questi bei giorni di sole. E un po' di compagnia mi ci vuole proprio."


Poi dopo un attimo di silenzio aggiunse  "Ebbene cosa posso fare per voi?"


 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Lainadan

Pagarci disse il giovane convinto, avevi promesso di riempirci di incanti e pozioni magiche ma ancora non hai adempiuto a quella parte del patto. Comunque sarò magnanimo e ti prometto un forte sconto nonostante il ritardo. 
Poi si mise a sorseggiare il the allungando nel frattempo la lettera di convocazione a Veoden: soprattutto tenuto conto che ci stai per implicare in qualche altro pasticcio.

Link to comment
Share on other sites

Ingvar Halvorsen

@descrizione

Spoiler

Ingvar è il figlio di Tryggvi Halvorsen, uno dei carpentieri Fhokki di Haanex. È un ragazzo alto e robutosto tra i 20 ed i 30 anni: ha lunghi capelli biondi con la testa rasata sui lati ed una barba lunga e incolta che insieme a qualche cicatrice su zigomi e naso lo fanno sembrare più vecchio della sua vera età. Spesso gira con una pesante armatura di pelle, ferro e placche ossee unite assieme che fanno sembrare il ragazzo ancora più imponente. Un pesante martello magico con un teschio stilizzato - dono del suo mentore - è sempre al suo fianco

ca7535856ac3e8b20a10217bcbe7bdd6.jpg

IMG-20220225-144048.jpg

1ebab4b567c5fafc365a0e94c11dbc2e.jpg

Ingvar si era accomodato sulla comoda poltroncina con gli altri quattro ragazzi aspettando che Veoden spiegasse finalmente perché li aveva convocati e rimase perplesso quando il mago chiese cosa potesse fare per loro: Spero non serva disturbare gli spiriti per vedere nel futuro e sapere il motivo della tua convocazione - disse a Veoden quasi in tono di biasimo perché non era arrivato subito al punto. - Hai accennato a qualcosa di oscuro che starebbe tramando, potremmo partire da lì... 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Lainadan. 6 mesi prima.

Spoiler

Una volta tornato nel paese natio Lainadan si fiondo' sulla Cigno, tra le braccia della bella Boebea, e ne usciva saltuariamente per fare baldoria in taverna.

Fu durante una di queste sere che il ragazzo riunì i suoi amici per una proposta: dobbiamo trovare un modo per sfruttare le potenzialità della Cigno disse agli altri, lasciarla in porto a svernare è improduttivo.  Io approfitterei dell'autunno per farla partire prima del cattivo tempo e affiderei a Herdor (il nostromo) il compito di trovare potenziali clienti per il futuro e merci esotiche da portare qui in primavera. 

Agrumi, spezie e sale potrebbero essere un carico che vende bene.Che ne dite? 

Probabilmente dovremo investire qualcuno dei nostri risparmi per il primo viaggio, ma se funziona potremo farne dei buoni profitti. 

Master

Spoiler

Se gli altri sono d'accordo con la proposta di Lainadan il ragazzo passerà l'inverno a prendere accordi con negozianti, locande e produttori locali per vendere la merce in arrivo e offrire i servizi della Cigno per l'autunno prossimo. 

 

 

Link to comment
Share on other sites

Byrnjolf

antecedenti
 

Spoiler

Byrnjolf aveva fatto ritorno ad Haanex con enorme piacere. Aveva riabbracciato la famiglia e gli amici, rivisto le pareti familiari della sua casa, ripreso in mano i ferri del mestiere nella carpenteria di famiglia. Nelle forgia di zio Gudrid aveva continuato a plasmare il metallo, ma si era anche cimentato in una nuova forma d'arte che lo zio, a partire dal suo ritorno, aveva cominciato a svelargli: il potere delle rune. Perbacco, si era persino dato una calmata e aveva seriamente pensato di prender moglie, sistemarsi, seppur senza troppa fortuna.

Quanto alla Cigno, la proposta di Lainadan alla Mano l'aveva moderatamente annoiato. Ne capiva lo spirito commerciale, ma il suo animo guerriero gli ispirava ben altri sogni.
Quando ritorna la buona stagione, attrezziamo la Cigno, riprendiamo le buone vecchie abitudini e andiamo a razziare qualche città vicina! aveva proposto battendo i pugni sul tavolo, una sera in locanda, quando l'idromele gli aveva sciolto la lingua più del solito.
Molti dei suoi piani, ancora non lo sapeva, non si sarebbero avverati.
La primavera avrebbe portato con sè ben altre notizie.

da Veoden

Spoiler

Nella torraccia di Veoden era entrato controvoglia. Nè il mago, nè quel luogo gli evocavano alcun ricordo piacevole. Veoden era foriero di guai e missive nefaste. Non gli ci volle molto per capire che, anche quella volta, le sue brutte sensazioni sarebbero state confermate.
Come se Veoden non bastasse, insieme all'arcanista era presente Ingvar. Per quanto onorasse gli spiriti degli antenati, lo sciamano fu per Byrnjolf sufficiente motivo per esibire una plateale grattata ai gioielli di famiglia Larsson. Quei due uomini riuniti sotto lo stesso tetto potevano significare soltanto che una gran sfiga nerissima era alle porte. Si guardò attorno preoccupato, poiché mancava solo una cosa per completare il lugubre quadretto apocalittico: per fortuna non vide alcun gattaccio nero nei dintorni.
Si sedette i più lontano possibile dai due, osservandoli da sotto i cespugli delle sue sopracciglia.

 

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Fireday 4 Renewal 420, Pomeriggio [Sereno - Inizio Primavera]

"Io vi ho invitati?" disse Veoden perplesso "Ah sì, Kein, sì" aggiunse poi come se gli fosse sopraggiunto un pensiero

"Vedete io intrattengo una corrispondenza con numerosi amici maghi, che conobbi durante i miei viaggi. Uno di questi è il mia amico Kain: lo conobbi mentre attraversavo la Brandobia penso venti anni fa: e da allora ci siamo sempre tenuti in contatto"

"Recentemente mi ha contattato, esprimendomi la la sua preoccupazione per alcuni fatti accaduti nella sua terra: mi ha parlato di oscure divinazioni, di profonde ombre, di misteri di cui ne lui ne i suoi sodali ne stavano venendo a capo. Tuttavia mi ha detto che forse aveva trovato uno dei bandoli della matassa ma che per recuperarlo serviva un gruppo di valorosi, abituati ad affrontare pericoli senza pari."

"E io gli ho detto che li conoscevo, 'quelli della Moneta' certo! Chi se non  voi!"

"Lui si fida di me e ha detto che se io vi ritenevo all'altezza per lui andava bene affidarvi il compito: ovviamente remunerato. Kein è abbastanza ricco, ed è disponibile ad offrivi 1000 pezzi d'oro a testa oltre alla possibilità, qualora le sue preoccupazioni fossero peggiori del previsto, di affidarvi altri incarichi" 
 

  • Like 2
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Bjorn

il lungo inverno

Spoiler

lo skaldo aveva deciso di passare un inverno tranquillo con la famiglia, gli amici, a fare passeggiate e scrivere poemi e canzoni da portare la sera nelle piazze e nelle locande della zona. Passava spesso a tutto quello che avevano passato, quello che aveva provato e le prove che avevano superato insieme. 

Gli piaceva il caldo del villaggio, la semplicità della gente e le bellezze locali. 

Aiutò volentieri Lainadan a tessere relazioni commerciali e spesso andava nel laboratorio da carpentiere di Byrnjof e mentre lavorava lo allietava con qualche canzone o qualche racconto che stava scrivendo. 

Con la primavera arrivò anche l'invito di Veoden, in cuor suo lo Skaldo sperava di poter iniziare qualche nuova avventura dopo il lungo riposo e la lettera del mago arrivò quanto mai puntuale. 

Veoden ti ho portato del ottimo idromele, così da poterne bere una di queste fresche notti primaverili o magari al posto del the di oggi. 

un sorriso avvolse il viso di Bjorn Raccontaci qualcosa in più, le monete sono importanti, ma non sono tutto!  

Link to comment
Share on other sites

Ingvar Halvorsen

Oscure divinazioni? - Lo sciamano restò sorpreso dall'ingente offerta del mago - Per mettere a disposizione quella quantità d'oro ed andare a cercare qualcuno disposto ad indagare cosí lontano, probabilmente sono più che semplici presagi. Hai qualche altra notizia a riguardo? Sarebbe un viaggio non indifferente già solo per arrivare in Brandobia... 

Ingvar era sicuramente più attratto dall'oscuro mistero in sè che dall'oro ed avrebbe accettato di partire anche se non fosse stato offerto del denaro, tuttavia la fame di conoscenza lo divorava dall'interno e allo stesso tempo non poteva porre troppe domande visto che solitamente era lui quello che dava le risposte... 

Link to comment
Share on other sites

Byrnjolf

Il guerriero aveva cercato di stemperare la tensione attingendo alle usuali generose offerte alcoliche di Veoden. Pane al pane, al mago andava riconosciuto un degno senso dell'ospitalità.
L'idromele gli andrò però di traverso alla prima frase del loro anfitrione, col risultato che Byrnjolf si trovò a tossire rumorosamente mentre sputazzava a destra e a manca idromele e la parola Maghi!
Chi altri?

Era tornato dal viaggio della Moneta convinto di volersi finalmente sistemare. Aveva scoperto che quelle vicende avevano instillato in lui un senso di irrequietezza e un richiamo verso l'ignoto che gli rendeva la vita del villaggio stretta. L'idea di lasciare di nuovo gli affetti lo tormentava, ma il richiamo dell'avventura era innegabile e 1000 pezzi d'oro avrebbero permesso a lui e al clan Larsson un enorme salto di qualità e la possibilità di avventurarsi in progetti sin lì resi impossibili dal costo abnorme.

Al netto di questi pensieri, Due Asce se ne uscì con il consueto pragmatismo.
Veoden dannazione, parla la mia lingua: cosa dobbiamo fare? Cosa è questo matasso della bandola che dobbiamo ritrovare? Dove? Da chi?

  • Like 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Gromnir

D'inverno

Spoiler

Gromnir non aveva una casa a cui tornare ad Haanex, era giunto là dopo un lungo viaggio a bordo di una galea e dopo aver fatto il gladiatore nell'Arena. Tornare nel proprio Paese natio significava ritrovarsi a ripetere quelle esperienze appena fosse stato riconosciuto. Rimase perciò con i compagni, cercando di industriarsi per trovare un lavoro che non prevedesse uccidere o picchiare qualcuno. Non gli andò troppo bene, si ritrovò a impegnarsi come macellaio, principalmente di maiali o cinghiali. 

La presenza del Cigno e le idee di Lainadan in proposito, tuttavia, gli istillarono l'idea di andare a bottega da un carpentiere del porto. L'obiettivo finale era di poter fare in autonomia le riparazioni di manutenzione che periodicamente vedeva diventare necessarie affinché la nave si reggesse a galla.

spacer.png

Dal mago

La smemoratezza del mago fece trasalire per l'ansia l'animo di Gromnir. Se non scattò in piedi urlando alla trappola fu solo perché la probabilità che qualcuno volesse vendicarsi di loro dopo ben sei mesi dalla morte della Megera era effettivamente scarsa. Avrebbe controllato da una finestra che nessuno si mettesse a giocare proprio in quel momento con i puntelli lignei, se solo non avesse temuto che la casa crollasse per i propri spostamenti.

Il guerriero/macellaio/carpentiere si rese conto di aver avuto ben due paure in pochi pensieri. La cosa non gli piacque affatto. Così gli rimase una sola domanda da fare. Anzi, due.

"Quando si parte e come si parte?" c'era infatti da decidere se andare in nave, a cavallo, o per intervento magico. 

 

Edited by PietroD
Link to comment
Share on other sites

Fireday 4 Renewal 420, Pomeriggio [Sereno - Inizio Primavera]

"Beh Kain è un amico ma non di tante parole" rispose Veoden "da quel che ho capito qualche tempo fa a otto suoi amici appartenenti alla sua gilda di maghi sono partiti per una spedizione avendo avuto, attraverso la magia, presagi di un grande pericolo. Da questa spedizione non sono mai tornati."

"Kain che è un mago potente ha provato usare lui stesso incanti di divinazione per capire cosa fosse accaduto e dove fossero, ma senza successo: lui sostiene che solo una forza potente e malvagia possa averglielo impedito."

"Tuttavia dopo molte ricerche ha identificato un portale divinatorio che secondo lui potrebbe essere in grado di superare questo blocco, svelando gli eventi occorsi. Purtroppo questo portale fece parte del corredo funebre del grande re hobgoblin Kruk-Ma-Kali, la cui tomba andò perduta molti secoli orsono. Lui ha bisogno di un gruppo di fidati avventurieri per ritrovarlo."

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Ingvar Halvorsen

E suppongo che la tomba di Kruk-Ma-Kali si trovi in Brandobia, vero? - chiese all'incantatore - Non sarebbe una cattiva idea parlare con Kain e vedere cosa sa di questo portale. Dopotutto se ha individuato il portale è probabile che abbia individuato la tomba che lo contiene. A meno che il portale non si sposti per qualche motivo... 

Edited by Minsc
Link to comment
Share on other sites

Byrnjolf

Il Fhokki faceva fatica a capire come il corredo funebre di un re defunto potesse essere un... No, faceva fatica a capire cosa fosse un portale divinatorio. Anzi, non aveva capito pressoché nulla della spiegazione di Veoden.
Insomma, l'unica cosa che aveva capito era che ... quindi dobbiamo recarci in una tomba e sgraffignare qualcosa dal morto, come i peggio ladri. E già questo era un presagio di sfiga nerissima.
Che cosa è quest'oggetto esattamente? Se dobbiamo prendere qualcosa, ci dovete dire cosa.

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

Gromnir

"Ma come, Byrnjolf, mi pare che la Mano sia già andata ad aprire una tomba, per forgiare la nostra versione della Moneta. In questo caso non è nemmeno un re umano, ma pelleverde. Che problemi ti fai? Hai più rispetto degli hobgoblin morti che dei draghi vivi?"

Edited by PietroD
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Byrnjolf

Due Asce non si scompose troppo, anche se Gromnir, che ormai ben lo conosceva, era cosciente di aver stuzzicato l'orgoglio assai suscettibile del grosso Fhokki.
Il fatto che abbiamo dovuto fare qualcosa in passato, non significa che mi sia piaciuto, tantomeno che mi piaccia l'idea di riflarlo.
E poi c'è una differenza sostanziale tra affrontare un drago vivo per sfilargli il tesoro e sottrarre gli averi di un mucchietto d'ossa in decomposizione. I morti sarebbe meglio non toccarli, a parte quelli che si muovono e non dovrebbero.

Si sentì, in quel frangente, molto saggio.

  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Ingvar Halvorsen

Gli spiriti sono tra di noi, che tu li voglia evitare o meno - Rispose calmo al grosso fhokki sentendosi chiamato in causa dal discorso sui morti - Ci sono spiriti che hanno raggiunto la casa del loro padri, spiriti tormentati che vagano ancora per il mondo perché non hanno portato a compimento il loro destino, spiriti benevoli che proteggono la loro stirpe, spiriti malevoli che una volta liberi dal loro corpo sono stati ancora più facilitati nel perseguire la voglia di dolore e terrore... 

Forse il discorso era esagerato per chi non aveva a che fare ogni giorno con l'aldilà, ma Ingvar provò lo stesso a spiegare agli altri che i morti abitavano il mondo quanto i vivi e non sarebbe bastato voltarsi dall'altra parte per non averci nulla a che fare

Link to comment
Share on other sites

Bjorn

Amici miei non scordiamoci il motivo per cui bisognerebbe andare in questa tomba: Presagi di grande pericolo ed una potente presenza oscura sono stati percepiti da un potente mago amico di Veoden. Grazie a questo oggetto potremmo aiutare Kain a superare i malvagi muri che bloccano la sua vista lo skaldo cercò di rappresentare figuratamente la cosa ai compagni meno avvezzi alla magia  e poter quindi capire cosa si cela nell'ombra e minaccia questo mondo.

Veoden ma dovremmo recarci da Kain o avresti già tutti gli indizi per permettere ad un potenziale gruppo di fidati compagni per partire alla ricerca di questa dimenticata tomba?

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Fireday 4 Renewal 420, Pomeriggio [Sereno - Inizio Primavera]

"Non dovrete portare via nulla" rispose Veoden. 

Poi si alzò ed espresse da un cassetto una pietra piatta dalla forma di un ottagono: sulle facc piatte vi era incisa un occhio. "Questa me l'ha mandata Kain. Il Portale è incastonato nella pietra della tomba, nella sala del sepolcro: avvicinando questa al portale su di esso comparirà una divinazione, il fato degli otto compagni del mio amico. Quello che dovrete fare è prestare attenzione e poi riportargli ciò che vederete"

"Kain è potente e conosceva questo portale, ma non sapeva dove fosse la tomba. Per questo mi ha chiesto di indagare, e io ho trovato la notizia"

"La tomba era andata persa da più di cinquecento anni, ma venticinque anni fa la regione di Brandobia fu colpita da dei terremoti. E a valle di questi pare che una banda di avventurieri abbia trovato la via per la valle dove si trova. Purtroppo di questi solo uno sopravvisse ma tornò alla cittadina di Dijishy e raccontò la storia della loro scoperta. La gente del luogo non badò molto al racconto, essendo la tomba divenuta una leggenda, ma io ho ragione di credere alla storia. Quindi dovrete andare là ed indagare"

"Quanto ad incontrare Kain, beh non so cosa dirvi. Io e lui ci parliamo via mezzi magici, e ci scambiamo cose da maghi. Non ho idea dove viva. Ma sul fatto che abbia i soldi... beh me li ha già mandati." 
 

  • Like 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Gromnir

"Quale sarebbe, Veoden, la parte di leggenda che conosci? Mi pare chiaro che il resto dovremo andare a  Dijishy a sentirlo con le nostre orecchie dai cittadini, per ricostruire il percorso della scoperta e percorrerlo a nostra volta, ma avere una base per distinguere un narratore da un truffatore non mi farebbe schifo."

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

×
×
  • Create New...