Jump to content

About This Club

Un'avventura nel solco del mito.
  1. What's new in this club
  2. Davanti a voi avete due possibilità: nuotare nell'acqua gelida, oppure scalare le pareti come già fatto in precedenza da Rallo. Il tutto confidando che non vi siano altri Chuul in agguato. @ tutti
  3. Kyrian "Grazie" disse il Rashemi alla sciamano, di cui apprezzava il rispetto per gli spiriti. Alle parole di Rallo che parlavano delle cascata il barbaro storse la bocca, tuttavia disse "Sono pronto! Andiamo" lasciando ai compagni più esperti ili are strada
  4. Rallo La sciamana si dimostra subito di grande utilita' "Se questa razza e' furba come dicono, l altro ci lascera' stare e verra' a mangiarsi il compare morto quando ci allontaneremo" rispondo beffardo "Coraggio, il passaggio segreto dovrebbe essere vicino la cascata" - narratore
  5. Andrej Tars "Grazie, donna", dico alla Rashemi, di cui non mi fido ancora abbastanza. Ma un po' di taumatargia fa passare ogni resistenza, anche se solo per qualche minuto. "Credo che l'altro non si farà più vedere, per adesso. Direi di approfittarne in fretta, prima che cambi nuovamente idea alla prospettiva di variare la sua dieta abituale...", aggiungo, saggiando il fondale più vicino con il legno del falcione. Scruto sia l'acqua, che l'oscurità più lontana della caverna, per poi richiamare una Luce incantata sulla lama della mia arma. DM
  6. Ad eccezione di Pennarossa, tutti gli altri hanno qualche taglio o livido di cui cui lamentarsi. Nulla di troppo preoccupante, ma comunque doloroso. La sciamana Turani, silenziosa, si avvicina a voi e comincia a cantare una leggera nenia. dopo aver sfiorato ciascuno dei feriti, le ferite vengono rimarginate. Resta qualche graffio a Rallo, ma è poca cosa. Spiriti d'acqua sono benevoli commenta senza guardarvi, gi occhi invece puntati verso il lago sotterraneo, ora quasi perfettamente liscio. @ tutti
  7. Andrej Tars "Allora, Rallo... a questo punto, ci dobbiamo aspettare altre sorprese lacustri, secondo te?", chiedo, riponendo la cetra in spalla e recuperando l'arma da terra. "In ogni caso, non saremo certo passati inosservati a chiunque altro possa essere nelle vicinanze, con le orecchie tese. Diamoci una mossa, per quanto possibile!".
  8. Kyrian Il barbaro abbassò l'arma, vedendo la creatura cadere. Per un attimo si fermò pensando di riposare, poi decise che non era il momento: era meglio rimanere di guardia Voltatosi dai compagni si accertò con lo sguardo su come stessero.
  9. Ci pensa Rallo. Lo gnomo, che finora ha soltanto patito gli abbracci chitinosi delle creature, decide di ricambiare con una pugnalata che si infilza tra le placche del crostaceo e colpisce là dove fa più male. E sarebbe pure peggio, considerato che la lama del ladruncolo è cosparsa di un potente veleno, recente e pregiato acquisto dal mercato sotterraneo. Eppure la creatura non sembra affatto risentirne. Succede, quando non sai esattamente cosa stai combattendo. Arriva Kyrian ad affilare le sue lame contro il corpo del chuul. Le asce affondano ripetutamente e aprono squarci da cui cola sashimi di gambero freschissimo. Il dardo di balestra finale di Pennarossa chiude le danze piantandosi dritto tra occhietti e mandibole. Il chuul crolla al suolo in uno spruzzo d'acqua gelida. Poco dopo, Andrej si riprende poco dopo, almeno per quanto la senilità lo consente. Fine iniziativa *DADI*
  10. Rallo Lo scontro sembra finalmente alle battute finali. Uno dei bestioni, visibilmente ferito, si volta e rientra claudicante in acqua mentre l altro non sembra ancora deciso a mollare il possibile pasto. Sebbene l idea di vedere il babrbaro divorato dal granchione sia alquanto divertente, raggiunger eil tempio dei coboldi e' per me una priorita', decido quindi di sfruttare l occasione e scivolare a lato del mostro per sorprenderlo. - Narratore
  11. Ceredic Il colpo va a segno, entra profondamente. E' evidente che il chuul ne abbia risentito. I colpi dei miei compagni non sono da meno, uno dei mostri tenta la fuga. Non posso lasciarlo sfuggire, sarebbe ancora pericolo anche ferito, se rientra in acqua. Con la balestra posso colpirlo anche da immerso, ma finche' resta visibile posso approfittarne.
  12. Kyrian Restava l'altro. Il barbaro con un ghigno di soddisfazione a veder allontanarsi la prima bestia, si gettò su quella che aveva preso l'amico. @all
  13. Andrej ricorre di nuovo alla magia della parola e ricopre di insulti il mostro che però questa volta non sembra interessato al confronto magico-verbale. In compenso Rallo riesce a divincolarsi dalla presa dell'altro crostaceo e ad allontanarsi dalle chele. Kyrian, indifferente alla presa che lo stringe all'addome sollevandolo da terra, aggredisce il carapace della bestia con le sue asce. La lama affonda una volta nel corpo della creatura, carne di gamberone bianca e maleodorante fuoriesce dallo squarcio. Il chuul decide di averne abbastanza, abbandona la presa sul rashemi e cerca di ritirarsi in acqua. Il barbaro, ancora sbilanciato per l'atterraggio inatteso, non riesce ad approfittare e il colpo d'ascia opportunista va a vuoto. L'altro gamberone invece, ancora bello vispo, cerca di chelare prima il barbaro e poi il bardo. E se il primo schiva agilmente, il cantore non è così agile. Viene ferito al fianco, pinzato e avvelenato: il suo corpo rigido non si muove più. *INIZIATIVA, CONDIZIONI, MAPPA* *DADI*
  14. Kyrian Il barbaro si rese conto che il mostro che stava combattendo stava per crollare. Decise di dargli il colpo di grazia per poi aiutare il compagno @all
  15. Andrej Tars Che fatica... Lascio partire un'altra scia di insulti taglienti sul Chuul che sta affrontando Rallo, cercando di capitalizzare sui danni che ha già ricevuto. Poi, ripongo nuovamente a tracolla la cetra, che, in questo frangente, non mi è necessariamente fondamentale, pronto a raccogliere la mia arma, nel caso lo scontro dovesse piombarmi addosso. DM
  16. Rallo Il mio corpo reagisce al veleno e poco a poco mi riprendo cercando di liberarmi da quella stretta mortale. Ci riesco ma solo per pochi istanti, un altro colpo mi toglie il respiro ma se non altro non mi mette completamente fuori combattimento come il precedente...devo sbrigarmi o questi cosi mi ridurrano ad una marmellata di gnomo. Sfruttando la mia agilita' e la mia piccola statura inizio a divincolarmi per provare nuovamente ad allontanarmi da quelle bestiacce. - Narratore
  17. Dopo aver abbandonato l'arma, Andrej impugna la cetra magica e da forma ad una nube iridescente sopra le teste dei chuul, che ne rimangono affascinati. Rallo sembra reagire al veleno in corpo e comincia a dimenarsi nella stretta della bestia, riuscendo così a liberarsi. Kyrian ne approfitta e si lancia verso il mostro di fronte a lui con entrambe le asce. Lo colpisce una volta con uno squarcio tremendo. Pennarossa invece fa un bel respiro per prendere la mira e scocca un colpo di balestra verso il chuul che tiene Rallo tra le chele. Il dardo si conficca a fondo nel carapace della bestia dolorante. I due mostri si riscuotono così dal torpore in cui li aveva gettati la magia di Andrej. Il primo si getta nuovamente su Rallo, pinzandolo per ben due volte nonostante la magia di Andrej che ancora interviene. Lo gnomo sembra questa volta resistere al veleno dei tentacoli. Il secondo mostro si avventa su Kyrian e dopo averlo colpito altre due volte, lo stringe tra le chele. Il fisico del barbaro, possente, resiste al tocco velenoso. *INIZIATIVA, CONDIZIONI, MAPPA* *DADI*
  18. Rallo Ignoro la voce della mia coscienza che risuona dentro di me ma mi rendo conto troppo tardi che un illusione che non emana luce e' poco credibile nel sottosuolo. La creatura la ignora e si avventa su di me con una velocita' ed una forza disumane, non faccio a tempo a maledire la vocina della mia coscienza che le mie membra si irrigidiscono e perdo i sensi.
  19. Ceredic "Sono Chuul, aberrazioni rese intelligenti." li ho riconosciuti, comincio a capire che genere di edificio sia il tempio. Ma non c'è modo che conosca di affrontarli diversamente che piantandogli i miei dardi dove fa più male. "Rallo!" il dardo è per l'essere che lo stringe.
  20. Andrej Tars "Gli obbrobri arrivano sempre in coppia. Come i guai", commento, infastito, mascherando la preoccupazione per Rallo. Nel mentre, mi posiziono per offrire copertura ai miei compagni, parzialmente oscurato dalla illusione evocata da Rallo. Il falcione mi scivola di mano, rapidamente sostituito dalla cetra incantata, che diventa, a suo modo, un'arma disperata. Inizio infatti subito a suonarla, focalizzando un coacervo di potere ad inondare l'aria attorno ai Chuul con una sequenza ipnotica di energia, mentre faccio rimbombare parole di stordimento nella mente del bestione che sta stritolando Rallo. DM
  21. Kyrian 'Ce ne è un altro" imprecò il barbaro "Salvate Rallo!" urlò poi Kyrian ai compagni mentre provava a tenere impegnata la bestia che aveva davanti @all
  22. Ora che potete vederlo, Ceredic riconosce la creatura, udita in racconti di avventurieri che prima di voi hanno sfidato il sottosuolo. E' un chuul, antichissima aberrazione che abita le acque sotterranee, partorita dagli incubi di antichi imperi dimenticati che li crearono dotandoli di un'intelligenza superiore rispetto ai semplici animali. Rallo crea un'illusione tra sé e la creatura, sperando di distrarla ma con poca efficacia, mentre Andrej infonde magia nel suo scherno e frustra l'ego della bestia e la sua mente, come affondandone un pugnale. Kyrian e Pennarossa la aggrediscono con efficaci colpi d'ascia e di balestra. Questa, stordita e confusa, reagisce allungando le grandi pinze verso Kyrian, che è però sufficientemente agile da evitarle. Le cose cominciano a mettersi peggio quando un'altro chuul emerge furente dalle acque, ignora la sua illusione e aggredisce Rallo. Lo gnomo viene colpito da una pinzata tremenda stemperata solo dall'arma di Andrej che si frappone limitando i danni, ma senza impedire che il ladruncolo resti intrappolato tra le chele e poi raggiunto da una sferzata dei barbigli tentatolari del mostro. Il corpo di Rallo improvvisamente si irrigidisce immobile. Veleno! vi avvisa la sciamana alle vostre spalle Posso curarlo, ma dovete portarlo da me! *INIZIATIVA, CONDIZIONI, MAPPA* *DADI*
  23. Kyrian Kyrian non perse tempo: doveva tenere occupata la bestia mentre i compagni la ingaggiavano da distanza Con le sue due armi in pugno si mosse verso il crostaceo per attaccarlo @all
  24. Ceredic Ecco che succede ad andare in giro con dei chiacchieroni. Per fortuna sono stato previdente. Scaglio un dardo con la balestra, cercando il punto debole. Non è questione di grandezza, nè di quantità, contro un solo attaccante l'essenziale è la precisione. Quasi sempre colpire agli occhi è utile, ma riuscire a infilare un dardo fra due bande di quella corazza dovrebbe fare comunque abbastanza danni.
  25. Andrej Tars Mi riposiziono alle spalle di Rallo, pronto a ostacolare eventuali azioni del granchione, sfruttando ľallungo della mia arma. "Tutti degli adoni, qua sotto!", sbeffeggio poi il mega crostaceo, anche se non mi capisce quasi sicuramente. Ma, a volte, una serie di semplici parole può diventare una sequela di Parole cariche di un antico Potere, in grado di ferire nel profondo anche un bestione di acqua dolce. Un insulto vale mille discorsi. DM
  26.  

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.