Jump to content

Demian

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    2.1k
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    13

Everything posted by Demian

  1. Indice Ricorsioni Le Ricorsioni sono state divise in "Principali" (quelle maggiormente trattate, ovvero Ardeyn e Rukk), "Semplici" (quelle cui, seppur meno approfondite rispetto alle Principali, è stata comunque dedicata una stesura moderatamente elaborata), e "Semi di Ricorsioni" (quelle descritte solo brevemente). Questa distinzione è stata in parte operata da me per rendere più preciso l'indice, e in parte era già esistente (Recursion Seeds è un capitolo del manuale Worlds Numberless and Strange, cui io ho aggiunto le ricorsioni brevemente descritte nel manuale base dell'ambientazion
  2. Premessa Con la pubblicazione del Cypher System Rulebook, il regolamento nato per Numenera e poi utilizzato per The Strange è diventato un regolamento generico per giochi di ruolo, un po' come GURPS o FATE. Siccome il materiale pubblicato per questo sistema è consistente e frazionato, ho deciso di creare degli indici che ne facilitino la fruizione, questi indici saranno pubblicati in post successivi alla premessa. Siccome in futuro gli indici potranno essere modificati in base al nuovo materiale pubblicato, ho deciso di dedicare ad ogni indice un post in modo da poterli, nel caso, gestire c
  3. I mostri presenti nell'avventura sono nuovi o vengono da qualche altro manuale di d&d 5?
  4. Scusa silent, non posso ancora darti PE. Detto questo, l'idea alla base del progetto è interessante, ma temo che col limite minimo a sei anni siano stati un po' troppo ottimisti. Ho un fratellino che ha appena passato quell'età, e ancora non lo vedo adatto ad un pen and paper, più che altro per difficoltà nel mantenere la concentrazione. Non oso immaginare se fossero in sei i bambini.
  5. Potresti utilizzare il manuale per i personaggi mitici. Alla fine ci sono dei template e delle regole per modifcare le creature, se non sbaglio quella più aperta permette di fornire due capacità speciali a scelta ad una creatura in cambio di un +1 al GS. Tecnicamente è, come detto, pensata per delle creature, ma non penso che faccia molta differenza se applicata ad un NPC.
  6. La Silver Games, casa editrice che non conoscevo, ha pubblicato Ponyfinder, un'ambientazione con regolamento Pathfinder ispirata a... My little pony Sono sempre stato propenso ad acquistare prodotti borderline, specie se pubblicati da case minori, un po' per finanziare il coraggio di osare, un po' per vedere cosa viene introdotto di nuovo, ho quindi preso (in ambito Pathfinder) roba come Broken Earth, Amethyst, Thunderscape e Noble Wild. In caso di Ponyfinder ero parecchio restio, sia per lo stile che non mi sconfinfera, che per il costo (il pdf a venticinque dollari mi rode parecch
  7. se lo vuoi proveniente dalle profondità, potresti usare un drago delle profondità (Bestiario di Faerun).
  8. Mothra non è una divinità? Penso che si finirebbe per usare Dei e Semidei
  9. Sono la stessa cosa. Questo era sui manuali di PF
  10. Si chiama Mogaru, è uno dei 4 Kaiju dotati di statistiche per il momento
  11. Personalmente terrei il doppio fumble per vedere in che razza di casini il mio pg riesca a cacciarsi da solo.
  12. non sono interessato come giocatore ma, se v'interessa, hanno pubblicato il gioco di ruolo di Warcraft con le regole di d&d 3.5, e ci sono anche parecchi manuali in giro, almeno una dozzina. Dai un'occhiata qui: http://www.wowwiki.com/Warcraft_RPG EDIT: Temo di aver frainteso, credevo voleste hackare 3.5 per renderlo come Warcraft, mi era sfuggito un rigo dove fai capire che volete probabilmente usare proprio il materiale che ti ho linkato.
  13. Cenando al giapponese mi è venuta una battuta da ingegnere: Se non ti tange dev'essere secante, ma se lo trovi secante com'è che non ti tange?
  14. il manuale cartaceo uscirà quando gli autori avranno terminato l'ultimo capitolo, per ora in vendita c'è il pdf, col download che viene aggiornato man mano che completano i capitoli (alla pubblicazione mancavano i capitoli 7 e 8, ora ne resta solo 1). Akashic: Akashic è una delle creature della Pelgrane Press, i cui più grossi contributi a Pathfinder sono stati l'aggiornamento alla nuova edizione di meccaniche presenti nella 3.5 ma non importate dalla Paizo, come le classi psioniche (con Ultimate Psionic), o il Tome of Battle (con Path of War), allo stesso modo Akashic importa in Pathfi
  15. Dunque, riprendendo dal post di Darken Rahl, che ringrazio per averlo introdotto: Spheres of Power è una creazione recente di una compagnia third party, non è materiale ufficiale della Paizo (così come Akashic e Pact Magic, del resto). Di quelli fin qui elencati, fatta eccezione alle modifiche proposte sull'ultimate magic, è l'unico vero sistema magico alternativo, esso può essere utilizzato come sistema alla base della magia intera (regole per modificare le classi d'incantatore esistenti), oppure per introdurre le classi del manuale che usano questo sistema magico a fianco di quelle legate
  16. Di nulla, te le darò senza problemi, solo prima devo dormire qualche ora, comincio a non sentirmi troppo lucido. EDIT: Niente, non riesco a dormire lo stesso, tanto vale che cominci: Pact Magic: Un adattamento del sistema magico usato dal Binder in D&D 3.5 (Tome of Magic), era già stata creata una variante dal medesimo autore (Dario Nardi) per quell'edizione, lui ha poi aggiornato alcune delle sue creazioni in due manuali legati a Pathfinder (Pact Magic Unbound Volumi 1 e 2). Nardi ha reso il sistema del Pact Magic più coerente con quello delle altre classi caster, portando i
  17. Dunque: io ho il materiale di Akashic, ma non l'ho ancora letto perché ho aspettato l'uscita dell'Ultimate dato che ora le pubblicazioni sono a moduli (attualmente sono disponibili le classi Guru e Visir). Ciò detto, se t'interessa posso dargli un'occhiata e riferire, ma il sistema non è ancora completo. Ho anche Pact Magic Unbound 1 e 2, quello l'ho letto in parte e posso dirti quel che ne penso (più tardi, ora non potrei dare una buona risposta causa stanchezza, ho avuto una notte insonne ). Ha alcune rilevanti differenze rispetto alla pact magic di 3.5. Ti segnalo inoltre una vari
  18. Concordo, delle divinità silenti aggiungono un elemento di disperazione perché non sono di gran conforto rispetto al canone di dèi attivi e comunicativi. Come grande antico, qualche culto deviato della natura legato a Shub Nigurrath non ce lo vedo male. Ti darei altri consigli, ma l'ora è tarda e ho paura che scriverei più castronerie che altro, quindi ritorno dopo una bella dormita.
  19. Per chi avesse acquistato il rulebook di The Strange in PDF, segnalo che una versione aggiornata è disponibile per il download, non so cosa esattamente sia stato aggiunto o modificato/corretto.
  20. Io ci sto, ma non sono molto familiare col regolamento, ci sono personaggi preimpostati? Altrimenti mi guardo qualcosa in questi giorni
  21. Mi arriva un messaggio da Drimos, gli rispondo, e secondo il mio cell la mia risposta è partita un minuto prima dell'arrivo del suo messaggio. Sto pensando di cominciare a chiamarlo TARDIS.
  22. Di base D&D come rpg ha un regolamento che punta a gestire la simulazione del mondo di gioco, in altre parole a riprodurre il suo funzionamento meccanico (quanto male ti fai quando cadi, quanto veloce puoi correre, eccetera). Specifico questo perché non tutti i rpg puntano a un aspetto di questo tipo. La tua idea mi sembra che punti invece a regolamenti di tipo più storytelling, dove ciò che conta è la storia invece della simulazione. in giochi di questo tipo si punta più a generare storie (in questo caso sarebbero storie epiche), e la fisica del mondo viene lasciata in secondo piano. Pe
  23. Lo fai anche in ambientazioni/regolamenti dove è previsto che i personaggi di alto livello siano in grado di affrontare sfide di questo tipo? Se la risposta è si, come lo giustifichi? Per rispondere a questo invece: aprire questo thread come discussione su gdr generici forse non è stata una grande idea, dato che permette di prendere in considerazione un panorama amplissimo ed estremamente variegato, per cui ti si potrebbe rispondere quasi di tutto ed anche il contrario di tutto. Alcuni rpg non prendono in genere in considerazione la possibilità di partecipare a scontri campali
  24. Indubbiamente. Ma siccome ci hai presentato il libro nella speranza di suscitare il nostro interesse, dovresti renderti conto che alcuni particolari si fanno notare. Personalmente, se nella presentazione di un libro vedo già degli errori, allora sono decisamente meno propenso a dargli una possibilità, dato che la cosa mi fa sospettare si tratti di un lavoro sbrigativo e mal eseguito, sospetto che di conseguenza può facilmente toccare altri aspetti del prodotto finale, come la profondità dei personaggi per fare un esempio. Scusami se ti faccio notare un particolare: il fatto
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.