Jump to content

Capitolo 3 - Night’s Dark Terror (Parte 5)


AndreaP

Recommended Posts

Gromdain 15 Yarthmont 992, Pomeriggio [poche nubi - fine primavera]

Era pomeriggio inoltrato quando la città di Threshold giunse in vista degli amici: come Illius, Vass e Xeno ben sapevano essendo originari della zona, la città era costituita sulle rive del fiume principalmente in legno, il materiale principale presente nella zona, fatta eccezione di alcuni edifici governativi e le mura. Oltre la città il fiume sfociava in un grosso lago montano
Le cime dei monti neri circondavano interamente la valle.

Abitata principalmente da umani, era governata dal Patriarca Sherlane, un prete legale amico intimo del Grand Duca Stephan Karameikos: il patriarca governava con giustizia la città tanto da vietare di portare armi diverse da pugnali, bastoni o armi ad una mano all'interno delle mura, e di lanciare magia arcane in essa. La volontà del sacerdote aveva reso la città molto sicure, fatta eccezione per l'isola di Forgor, la parte più derelitta della comunità.

Il capitano stava dirigendo la Mudlark verso il porto, quando una barca delle guardie cittadine si staccò dal molo per intercettarla. "Procedura normale" disse il capitano "controlleranno chi viene in città"

@all


 

Link to comment
Share on other sites

Arn

"Speriamo che sia davvero così e che non incontriamo piuttosto un altro dei nostri soliti guai", commentò Arn, sottovoce, rivolto ai compagni. 

"Se succede qualcosa - e mi auguro di no - restiamo molto calmi. Però temo che ľIron Ring possa avere degli uomini anche tra la gente "civile" di Threshold, quindi non è detto che siamo al sicuro nemmeno ora".

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Gromdain 15 Yarthmont 992, Pomeriggio [poche nubi - fine primavera]

Come aveva detto il capitano Scylla la barca si affaincò alla Mudlark e un sergente insieme a quello che dovevano essere uno scriba e quattro soldati salirono a bordo. Il sergente, sui 50 anni e alto più di due metri, aveva una profonda cicatrice che gli attraversava il volto e una bevanda su un occhio. Aveva sopra la divisa della guardia una spilla con un calice dorato.

djmxFbW.jpg

Subito il capitano gli andò incontro aggiornandolo sugli eventi che erano occorsi durante il viaggio e sul prigioniero che subito venne preso in custodia dalle guardie

Quindi il sergente si mosse verso i compagni a cui, dopo essersi presentato come il sergente Arthol, con voce possente chiese il nome, annotato prontamente dallo scriba, aggiungendo poi "Una cosa importante. Threshold è un luogo di legge e pace. Per essere certi che tutti percorrano questo sentiero, in città è possibile introdurre solo spade, bastoni e pugnali. Inoltre non si possono usare incantesimi arcani per non incorrere in un giudizio presso in tribunale ecclesiastico. Qualche domanda? non ho tutto il giorno da perdere."

Edited by AndreaP
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Arn

"Sì, certo", rispose subito Arn, senza nessuna simpatia verso il brusco modo di fare del soldato. 

"Cosa significa che non si possono introdurre altri tipi di armi? Che verranno sequestrate dalla guarnigione? O è possibile farle entrare se rese innocue? In fondo, per disabilitare un arco basta sganciare la corda".

Non aveva molto senso lasciare andare in giro gente armata di spada, ma pazienza. Era cosa abbastanza comune, in diversi luoghi, che la spada potesse essere tenuta al fianco solo dai nobili o da uomini ďarme dotati di licenza; il problema era cosa sarebbero stati costretti a fare del loro equipaggiamento. 

Link to comment
Share on other sites

Vassilji

"Io devo lasciare una balestra. C'è la possibilità di consegnare a voi le armi proibite e riprenderle alle Porte quando lasceremo la città?"

Lasciare le armi a bordo aveva poco senso, se la barca fosse ripartita sarebbero diventate indisponibili per loro.

Link to comment
Share on other sites

Gromdain 15 Yarthmont 992, Pomeriggio [poche nubi - fine primavera]

Arthol rispose alle domande sollevate dagli amici "Se siete in possesso di armi proibite possiamo tenervele noi. Vi rilasceremo una ricevuta e, avvisandoci il giorno prima di lasciare Threshold, ve le riconsegneremo all'atto di lasciare la città. Non è previsto che possiate tenerle innocue.

Po aggiunse "Dite pure allo scriba cosa consegnate e lui vi darà la ricevuta: poi potrete scendere senza ulteriori ritardi"

Intanto la Mudlark era approdata al molo.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Gromdain 15 Yarthmont 992, Pomeriggio [poche nubi - fine primavera]

Il sergente osservò i compagni che consegnavano le armi "Fabbri li potete trovare nella parte nuova della città" rispose agli amici "Al di là delle mura interne, mentre per una bevuta vi consiglio "L'amo e l'accetta" nella parte vecchia vicino alle mura"

Gli amici scesero dalla Mudlark: nel porto di Threshold vi era un via vai di gente ma non c'era confusione, e la città stessa pareva ordinata, con le case in legno costruite allineate e ben distanziate.

L'unica parte che pareva più sporca e caotica era l'isola alle loro spalle, dove le case molto antiche erano costruite ammassate l'una sull'altra

@all

Spoiler

Mappa Threshold . voi siete al porto fra la città e l'isola.
https://drive.google.com/open?id=10k-unRcMdiO_DozcZsI8HrdIlzEboepP&usp=drive_fs

 

Link to comment
Share on other sites

Arn

"Se abbiamo affari da sbrigare, direi che è il momento giusto per farli. Io e Grigory dovremmo anche cercare un sacerdote in grado di benedirci e liberarci dalla maledizione", propose Arn. 

"E poi ci metteremo in cerca della nostra meta e dei nostri misteriosi nemici... sempre che non ci trovino prima loro".

Link to comment
Share on other sites

Gromdain 15 Yarthmont 992, Pomeriggio [poche nubi - fine primavera]

Seguendo Arn e Grigory gli amici si diressero verso la piazza centra di Threshold dove avevano saputo esservi il tempio cittadino

Velocemente superati alcuni isolati il gruppo giunse in un ampio slargo posto sul tracciato della strada principale che collegava da nord a sud le due principali vie cittadini

La piazza era dominata da due grandi edifici: il primo in pietra recava le insegne cittadine, mentre il secondo era un edificio con un colonnato davanti che lo mostrava essere un tempio della Chiesa di Karameikos

Ma l'attenzione degli amici fu attirata da una processione che stava percorrendo la strada principale da nord dirigendosi proprio verso il tempio. Il suono  di cembali e tamburi risuovana lungo la strada accompagnato da quello di corni. 
Sacerdati con addosso paramenti  muovevano al ritmo incensieri conducendo la processione seguimi da musicisti e da un distaccamento della guardia cittadina in abito da parata.
Un grande palanchino bianco e dorato trasportato da otto poratori ondeggiava lungo il percorso; seduto nel palanchino, sorridendo calorosamente alla folla circostante vi era il Patrialca Sherlane, leader religioso e politico della città.


@all

Spoiler

Mi sono permesso di muovervi tutti insieme

La mappa nel post precedente

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Gromdain 15 Yarthmont 992, Pomeriggio [poche nubi - fine primavera]

Fu questione di un attimo ma i compagni intravvidero, al di là della colonna della processione un volto noto

Era Gholtar, il mago incontrato a Xitaqa, e affianco a lui vi era una donna dai capelli scuri. 

Ma gli amici non fecero in tempo ad intervenire: la processione avanzò con una compagnia di soldati, e appena questi furono passati i due non erano più in vista, spariti fra la folla.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
×
×
  • Create New...