Jump to content

Player poco curiosi


Recommended Posts

Salve a tutti, sono nuovo e spero di aver scritto nella sezione giustaūüėÖ

Sono master alle prime armi di una campagna DnD 5e, ormai sono circa 20 sessioni che giochiamo, la campagna è ha sfondo militare in cui i pg sono aspiranti soldati. Dopo tutte queste sessioni i pg si limitano ad eseguire incarichi senza mai prendere iniziative e ogni qual volta lascio un indizio che possa distogliere l'attenzione dall'obbiettivo principale i player tirano dritto ignorandolo. La maggior parte delle info, anche molto utili ai fini della missione se non le spiattello in faccia i player se ne infischiano. Nell'ultima sessione nonostante gli avvertimenti di alcuni npc sono andati dritti verso una trappola e un player ci ha lasciato le penne. Parlandone col gruppo mi è stato detto che sentendosi ancora delle reclute non vogliono prendere iniziative e durante i dialoghi si limitano ad ascoltare. Come posso risolvere questo impiccio? non credo che possano divertirsi a lungo così.

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Topolino88 ha scritto:

Parlandone col gruppo mi è stato detto che sentendosi ancora delle reclute non vogliono prendere iniziative e durante i dialoghi si limitano ad ascoltare. Come posso risolvere questo impiccio? non credo che possano divertirsi a lungo così.

Se a detta loro si ritrovano a giocare sul tapis roulant (dritti alla meta nessuna iniziativa di sorta) il problem potrebbe essere l'impostazione della campagna.

Soluzioni al volo:

- Responsabilizzarli: I pg vengono promossi. Gli viene assegnato un distaccamento, una piccola squadra ecc. Da lì in avanti potranno giostrarsi tra quest militari a scadenza e quest di esplorazione/cazzeggio come meglio credono.

 

- Responsabilizzarli con la terapia d'urto: al ritorno da una quest vedono una colonna di fumo e scoprono che la loro compagnia/quelche√® √® stata spazzata via, catturata o messa fuori gioco come pi√Ļ ti aggrada. Le gerarchie militari sono saltate e al momento non ci sono¬†png¬†graduati in zona a dargli ordini. Cosa faranno le reclute?¬†

Edited by Nyxator
  • Like 11
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Concordo in pieno con @Nyxator, e aggiungo una cosa, che dovresti poter realizzare anche nel brevissimo termine con un costo minore. Mettili di fronte a una situazione in cui devono compiere una scelta.

Non una scelta tra "seguire gli ordini / l'incarico così com'è" e distaccarsene: in questo caso, come hai visto, sceglieranno la prima opzione. Mettili invece in una situazione in cui entrambe le opzioni soddisfano gli ordini pienamente, ma in modo sostanzialmente diverso.

Mi è difficile fare un esempio non conoscendo la loro situazione attuale, ma potrebbero dover scegliere tra due diversi approcci per portare a termine l'incarico, o trovarsi davanti a un imprevisto di cui gli ordini non tenevano conto e dover trovare il modo di risolverlo (senza poterlo semplicemente ignorare) senza mettere a repentaglio la missione.

Piccole cose come queste, in cui prendere una decisione e assumersene le responsabilità è necessario e non c'è una comoda opzione di default, possono essere un modo soft per iniziare ad "allenarli" a prendere in mano il proprio destino.

Non che i modi hard proposti sopra non vadano benissimo, eh, anzi! ūüôā

  • Like 4
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

D’accordo su tutto aggiungo un’idea. Fagli assegnare una missione importante che porterà alla promozione e che comporti ricognizione, scelta e azione.

Ad esempio trovare il campo degli insorti valutarne la forza e sabotare il pi√Ļ possibile il campo (provviste, acqua, animali, macchine, armi, prigionieri‚Ķ)

EDIT: Se giocano così perché interpretano un ruolo va bene non è una mancanza è il loro modo di interpretare i personaggi nel contesto. Se hanno scelto tutti di fare personaggi ligi all’ordine e alla gerarchia va bene che li giochino cosi. Un’altra opzione è promuoverli come reclute di un’unità speciale sotto il comando di un’istruttore che durante le prime missioni gli chieda di decidere. Oppure che li metta in guardia dal seguire gli ordini in modo cieco.

Edited by savaborg
  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

8 ore fa, Bille Boo ha scritto:

Mi è difficile fare un esempio non conoscendo la loro situazione attuale, ma potrebbero dover scegliere tra due diversi approcci per portare a termine l'incarico, o trovarsi davanti a un imprevisto di cui gli ordini non tenevano conto e dover trovare il modo di risolverlo (senza poterlo semplicemente ignorare) senza mettere a repentaglio la missione.

devono andare da A a B a prendere una cosa. Normalmente c'√® un ponte, giunti sul posto il ponte non c'√® pi√Ļ.

Alternativamente puoi guardarti i film "Quella sporca dozzina" e "Gli eroi di Kelly (o col pessimo titolo italiano : i guerrieri)

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

30 minuti fa, Albedo ha scritto:

devono andare da A a B a prendere una cosa. Normalmente c'√® un ponte, giunti sul posto il ponte non c'√® pi√Ļ.

Alternativamente puoi guardarti i film "Quella sporca dozzina" e "Gli eroi di Kelly (o col pessimo titolo italiano : i guerrieri)

Una situazione simile √® gi√† successa e si sono "limitati" a tornare indietro e chiedere aiutoūüėÖ, comunque ringrazio tutti per gli ottimi consigli

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

27 minutes ago, Topolino88 said:

Una situazione simile √® gi√† successa e si sono "limitati" a tornare indietro e chiedere aiutoūüėÖ,

Avere una scadenza temporale urgente (e quindi non avere tempo da perdere) renderebbe questa scelta pi√Ļ interessante, e l'opzione di tornare indietro meno attraente. ūüôā

  • Like 3
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

  • 2 weeks later...

se il gruppo è di tendenze buone potrebbe anche arrivare un nuovo comandante, estremamente bastardo che gli dà ordini a cui non vorrebbero obbedire, od accusa falsamente il vecchio comandante che viene incarcerato ed inizia a serpeggiare odore di rivolta

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

@Aranarè un espediente che sto già utilizzando il problema è che i pg non capiscono che hanno tutte le risorse per agire. Piccolo aggiornamento dell'ultima sessione, ho messo i pg in condizione di non avere superiori intorno ma solo un gruppo di soldati in panico, bhe i pg se ne sono altamente fregati della possibilità di amministrare le guardie in assenza di superiori e hanno tirato dritto perdendo pure un oggetto fondamentale.

Link to comment
Share on other sites

 

11 ore fa, Topolino88 ha scritto:

@Aranarè un espediente che sto già utilizzando il problema è che i pg non capiscono che hanno tutte le risorse per agire. Piccolo aggiornamento dell'ultima sessione, ho messo i pg in condizione di non avere superiori intorno ma solo un gruppo di soldati in panico, bhe i pg se ne sono altamente fregati della possibilità di amministrare le guardie in assenza di superiori e hanno tirato dritto perdendo pure un oggetto fondamentale.

Non potresti promuoverli? Fai accadere qualcosa di strano, e offri loro una carica piu incisiva. Potrebbero diventare un plotone d'elite, una squadra d'assalto o semplicemente avere un grado in piu.

Dovrebbero sentire il peso dei veri superiori, ma dovrebbero essere liberi di agire senza avere la paura di disobbedire. Inoltre, per evitare menefreghismi, prova a persuaderli in game a dagli questa responsabilità. Il comandante arriva e dice "il generale ha detto che è necessario esplorare al meglio. Bla bla bla"

Insomma, quello che i pg dovrevbero sentire in game è un salto di responsabilità, se alla prima missione sono troppo menefreghisti, vengono richiamati dal cimandante i dal generale stesso.

 

  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Non rispondo mai in questo forum, perch√© le diatribe on line non mi piacciono pi√Ļ. Per√≤ il tuo caso mi sembrava interessante.

Quindi, siccome sono convinto che le domande accrescano la conoscenza pi√Ļ delle risposte, te ne pongo qualcuna per farti riflettere.

Cita

Come posso risolvere questo impiccio? non credo che possano divertirsi a lungo così.

Non è che sei tu che credi di non poterti divertire a lungo così? Hai mai pensato che forse i giocatori stanno interpretando dei personaggi e facendo scelte già nel momento in cui decidono di non divagare? Potrebbe essere che in questo caso l'ego del DM, desideroso che tutti gli indizi che ha pazientemente sparso per il mondo siano scoperti, distorca ciò che avviene al tavolo attribuendo a ciò un disvalore che in verità non c'è?

Sai, i fattori di divertimento per il master e per i giocatori sono asimmetrici.

Edited by ilprincipedario
  • Like 2
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

In realt√† la domanda dovrebbe essere: ‚Äúma i¬†giocatori si divertono?‚ÄĚ

Perché, se loro si spanciano dalle risate mentre avanzano senza azzeccarne una e mandando in cacciara tutte le missioni, puoi anche rilassarti e andare avanti così.

Forse dovresti fare una sessione 0 in ritardo.

Fai il punto,¬†chiedi se si stanno divertendo, chiedi se questo stile di gioco gli piace o se vorrebbero esplorarne altri, pi√Ļ seri o meno seri, chiedi se l‚Äôambientazione militare gli piace o se preferirebbero un‚Äôaltra cosa.

Poi potrai organizzarti con pi√Ļ facilit√†.

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...