Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Anteprime di Strixhaven: Curriculum of Chaos #1

Andiamo a scoprire alcune anteprime su Strixhaven: A Curriculum of Chaos, il prodotto cross-over tra D&D e MtG in uscita tra due mesi.

Read more...

Hexcrawl : Parte 8 - Esempio di Legenda per gli Esagoni

Nell'ottava parte di questa rubrica Justin Alexander ci illustrerà alcuni esempi di esagoni da lui creati all'interno della sua mappa.

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #1

Stanno circolando in questi giorni i primi frammenti di anteprima del contenuto del manuale sui draghi di D&D 5E: Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

Zone Jaune

Un nuovo articolo legato a Il Re in Giallo, in cui Gareth Ryder-Hanrahan prova ad inventare alcuni spunti per delle inquietanti avventure legate ad una misteriosa zona piagata dai poteri occulti. 

Read more...

Anteprime di The Wild Beyond the Witchlight #2 - Leproidi/Harengon

Andiamo a scoprire meglio le caratteristiche dei leproidi, la nuova razza giocabile di conigli antropomorfi.

Read more...

Minions e d&d 5e


Nocciolupo
 Share

Recommended Posts

Nella quarta edizione esisteva una tipologia di mostri, i minions appunto, che aveva capacità all'altezza dei personaggi ma solamente 1 punto ferita, in modo che si potesse affrontarli in gruppi e rimanessero lo stesso una minaccia. Premetto che ho già sperimentato ampiamente la 5e e ho già notato dove mostri singolarmente deboli, in gruppo, possano essere veramente letali (ricordo ancora un incontro casuale contro 10 lupi che si è quasi risolto in tpk).
Il mio problema più che altro è che ho notato che negli scontri grossi, i mostri deboli raramente colpiscono, avendo tiri per colpire molto bassi, mentre invece sono fastidiosamente robusti avendo una media di circa 20 pf. Questo porta al fatto che i giocatori generalmente si concentrano sui mostri grossi, ignorando quelli piccoli che generalmente non costituiscono un grosso problema. A me piacerebbe che i combattimento fossero un po' più, passatemi il termine, cinematografici, con gli sgherri nemici che sono una seria minaccia ma che "vengono colpiti e muoiono" senza dover anche tener traccia dei loro punti ferita.

Qualcuno di voi ha mai provato ad implementare una regola simile nella 5e? Se si distrugge il bilanciamento del gioco o è invece divertente da giocare?

Link to comment
Share on other sites


Quasi tutti i miei boss hanno dei minion da 1 pf, di solito evocabili con tre azioni leggendarie se non ce ne sono altri già in campo. Mi fa un po' storcere il naso che siano nemici già incontrati con meno pf, quindi trovo di solito più coerente usare versioni "minori" di alleati del boss che abbia senso poter evocare (scheletri già distrutti, scintille elementali, ombre...). Direi funzioni bene, benché siano riutilizzabili all'infinito rubano tutte le azioni leggendarie del boss e ha senso usare dei colpi su di loro.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Io inserisco dei nemici minori in certe circostanze, ma ho scoperto che il trucco sta nel dare loro qualche hp in più e alzare un poco il loro attacco.
Di solito significa che un personaggio può comunque usare un'azione di attacco per ucciderne uno (o due) senza consumare risorse costose; però per eliminare uno di questi minion deve prima di tutto colpirlo, e comunque impiega un turno a fare solo questo. 

Perciò il minion non è che carne da cannone, in pratica hp aggiuntivi per i veri nemici, ma ha un attacco che può colpire con maggior facilità del solito, e infligge qualche danno (o alternativamente, una condizione fastidiosa come entangled o grabbed). Questi minion da soli non sono pericolosissimi, ma costringono comunque i giocatori ad una scelta: ignorarli e prendersi qualche danno, oppure eliminarli e non attaccare i mostri più forti.

Qualora i minion dovessero essere senzienti, possono tornare utili in altri modi: per esempio usando l'azione di Aiuto per concedere vantaggio al tiro per colpire dei loro alleati più pericolosi. Così un cacciatore di taglie con alcuni scagnozzi diventa improvvisamente più pericoloso, specie se ha modo di far entrare un furtivo, e uccidere i suoi uomini diventa imperativo per ridurre il suo danno medio per turno. 

 

Il limite dei mostri con 1hp è che possono essere uccisi anche quando il personaggio è molto debuffato o in condizioni di svantaggio: per esempio un mostro con resistenza ai danni usati dal personaggio verrà comunque ucciso. Concedere loro qualche hp in più serve a renderli più coerenti con il resto dei nemici. Invece sconsiglio di alzare troppo il loro tiro per colpire, o in caso tu lo ritenga necessario, fallo pure. Però non alzare i danni. Tutto sommato è più pericoloso un nemico che colpisce 3 volte su 4 e infligge 5 danni per volta, di uno che infligge 10 danni ma colpisce una 1 volta su 4...

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

4 ore fa, Nocciolupo ha scritto:

E invece come nemici convenzionali, invece che "evocati" dalle azioni leggendarie non hai mai provato?

Sinceramente man mano che mastero ho progressivamente ridotto gli scontri, limitandomi a inserirne quasi solo di importanti, tranne nei dungeon. Come nemici convenzionali non credo di averli mai usati, forse in due o tre frangenti particolari.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Se usi la tabella per la determinare il CS dei mostri puoi modificare facilmente qualsiasi mostro lasciando il suo CS invariato. Valuta quanti pf minimi sviluppano i tuoi pg, abbassa i pf del mostro a quel livello e alza dello stesso numero di righe il danno che può sviluppare. Oppure dividi il numero di righe di cui sei sceso tra CA e danni sviluppati.

Poi però descrivi i mostri in modo da chiarire i cambiamenti. Ad esempio se, per pg di primo livello, prendi dei banditi e gli dimezzi i pf per aumentare i danni descrivili come meglio armati dei normali banditi ma già malconci o stanchi o qualsiasi altra cosa ti venga in mente.

Oppure chiarisci da subito ai giocatori che tutti i mostri saranno più veloci da abbattere ma anche più letali.

Link to comment
Share on other sites

I mooks non mi convincono tanto perché alla fin fine somo dei nemici normali, a parte che lo si descrive come tanti mostri invece che uno solo.

Il 26/4/2018 alle 09:22, savaborg ha scritto:

Se usi la tabella per la determinare il CS dei mostri puoi modificare facilmente qualsiasi mostro lasciando il suo CS invariato. Valuta quanti pf minimi sviluppano i tuoi pg, abbassa i pf del mostro a quel livello e alza dello stesso numero di righe il danno che può sviluppare. Oppure dividi il numero di righe di cui sei sceso tra CA e danni sviluppati.

Cosa intendi di preciso con "quanti pf minimi sviluppano i tuoi pg"? Quanti danni fanno mediamente a turno?

Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Nocciolupo ha scritto:

I mooks non mi convincono tanto perché alla fin fine somo dei nemici normali, a parte che lo si descrive come tanti mostri invece che uno solo.

Beh, è un po' semplicistico definirli nemici normali, tanto più che le differenze sono tutt'altro che relegate solo alla loro descrizione: le marmaglie agiscono come fossero singoli nemici, questo sì, ma rispetto alla loro controparte "normale" infliggono un danno fisso (con un x2 sul 20 "naturale") e soprattutto hanno ciascuno 1/5 dei PF e la somma di tutti i PF delle marmaglie facenti parte dello stesso gruppo forma una sorta di "pool": cioè, sei hai delle marmaglie da 6 PF ciascuna e tu infliggi 10 PF su una di esse, ne ammazzi una (perché le infliggi 6 PF), ma i restanti 4 PF vengono inflitti a un'altra marmaglia dello stesso gruppo.

Questa dinamica di "danni a cascata" è ottima per massacri parecchio cinematografici.

Qui c'è un articolo (in inglese) che chiarisce ulteriormente il tutto.

Edited by Checco
aggiunto un link
Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Alonewolf87
      Andiamo a scoprire alcune anteprime su Strixhaven: A Curriculum of Chaos, il prodotto cross-over tra D&D e MtG in uscita tra due mesi.
      In preparazione all'evento D&D Celebration 2021 che si terrà questo fine settimana (in concomitanza all'uscita di The Wild Beyond the Witchlight), la Wizards of the Coast ha fornito ad una serie di influencer delle anteprime su dei prodotti di D&D 5E in futura uscita. Ve ne abbiamo già mostrati alcuni relativi alla Fizban's Treasury of Dragons, e oggi vi faremo vedere quelli relativi a Strixhaven: A Curriculum of Chaos, il manuale che porterà in D&D una delle ultime ambientazioni di Magic the Gathering e che uscirà il 16 Novembre.
      Queste anteprime includono una breve descrizione dei Gufini, una nuova razza che sarà introdotta in Strixhaven: A Curriculum of Chaos, e un primo sguardo ad alcuni dei club extracurriculari e dei lavori che i PG potranno svolgere mentre sono iscritti alla scuola. Cosa degna di nota, pare che ciascun club abbia una serie di prove di abilità associate che saranno usate con una certa regolarità mentre si è parte di quel club. Inoltre un'altra anteprima mostra una mappa in miniatura del campus di Germoglioscuro, che include un'area ironicamente chiamata Palude della Detenzione








      Inoltre sulla rivista online di D&D, Dragon+, sono stati rivelati alcuni dettagli sulle mascotte associate ai vari campus e un paio di illustrazioni delle stesse.
      Mascotte Statua Spirituale (Archeoroccia)
      Gli studenti di Archeoroccia evocano sovente gli spiriti delle creature morte per migliorare i loro studi sul passato. Queste mascotte sono antichi spiriti che ora dimorano in delle statue, di modo che abbiano una residenza più permanente da cui poter aiutare i viventi.
      Mascotte Arte Elementale (Prismari)
      Spesso definiti "espressioni viventi", questi elementali sono creatività od emozione che hanno ricevuto una forma fisica.

      Una mascotte arte elementale
      Mascotte Frattale (Quandrix)
      Gli aritmomanti sanno che i frattali sono in realtà delle equazioni viventi, forme di vita artificiali create estraendo magia dagli schemi matematici della natura.
      Mascotte Scarabocchio (Pennargento)
      Questi globi viventi di inchiostro scuro emettono strani versi liquidi mentre si contorcono volando in aria. Sono spesso evocati dai professori che usano enormi quantità di questi esseri per i loro programmi di scrittura (oppure da studenti solitari che vogliono avere della compagnia mentre ripassano).
      Mascotte Peste (Germoglioscuro)
      Scontrosi, puntuti e generalmente irritanti, queste creature delle paludi della taglia di un furetto nascondono grandi riserve di essenza vitale.


      Visualizza articolo completo
    • By Alonewolf87
      In preparazione all'evento D&D Celebration 2021 che si terrà questo fine settimana (in concomitanza all'uscita di The Wild Beyond the Witchlight), la Wizards of the Coast ha fornito ad una serie di influencer delle anteprime su dei prodotti di D&D 5E in futura uscita. Ve ne abbiamo già mostrati alcuni relativi alla Fizban's Treasury of Dragons, e oggi vi faremo vedere quelli relativi a Strixhaven: A Curriculum of Chaos, il manuale che porterà in D&D una delle ultime ambientazioni di Magic the Gathering e che uscirà il 16 Novembre.
      Queste anteprime includono una breve descrizione dei Gufini, una nuova razza che sarà introdotta in Strixhaven: A Curriculum of Chaos, e un primo sguardo ad alcuni dei club extracurriculari e dei lavori che i PG potranno svolgere mentre sono iscritti alla scuola. Cosa degna di nota, pare che ciascun club abbia una serie di prove di abilità associate che saranno usate con una certa regolarità mentre si è parte di quel club. Inoltre un'altra anteprima mostra una mappa in miniatura del campus di Germoglioscuro, che include un'area ironicamente chiamata Palude della Detenzione








      Inoltre sulla rivista online di D&D, Dragon+, sono stati rivelati alcuni dettagli sulle mascotte associate ai vari campus e un paio di illustrazioni delle stesse.
      Mascotte Statua Spirituale (Archeoroccia)
      Gli studenti di Archeoroccia evocano sovente gli spiriti delle creature morte per migliorare i loro studi sul passato. Queste mascotte sono antichi spiriti che ora dimorano in delle statue, di modo che abbiano una residenza più permanente da cui poter aiutare i viventi.
      Mascotte Arte Elementale (Prismari)
      Spesso definiti "espressioni viventi", questi elementali sono creatività od emozione che hanno ricevuto una forma fisica.

      Una mascotte arte elementale
      Mascotte Frattale (Quandrix)
      Gli aritmomanti sanno che i frattali sono in realtà delle equazioni viventi, forme di vita artificiali create estraendo magia dagli schemi matematici della natura.
      Mascotte Scarabocchio (Pennargento)
      Questi globi viventi di inchiostro scuro emettono strani versi liquidi mentre si contorcono volando in aria. Sono spesso evocati dai professori che usano enormi quantità di questi esseri per i loro programmi di scrittura (oppure da studenti solitari che vogliono avere della compagnia mentre ripassano).
      Mascotte Peste (Germoglioscuro)
      Scontrosi, puntuti e generalmente irritanti, queste creature delle paludi della taglia di un furetto nascondono grandi riserve di essenza vitale.

    • By Alonewolf87
      Stanno circolando in questi giorni i primi frammenti di anteprima del contenuto del manuale sui draghi di D&D 5E: Fizban's Treasury of Dragons.
      Come vi avevamo raccontato qualche tempo fa il manuale per D&D 5E previsto in uscita per il 17 Ottobre, Fizban's Treasury of Dragons, sarà un compendio sui draghi, una specie di Draconomicon potrebbe dire chi è passato per D&D 3E.
      In questi giorni la WotC, in una campagna di marketing simile a quelle già fatte in passato con Tasha's Cauldron of Everything and il set di MtG Avventure nei Forgotten Realms, ha distribuito a vari influencer delle immagini di anteprima di alcuni contenuti del manuale, che questi ultimi hanno condiviso su Twitter. Andiamo a vederle assieme.

      Era già stato annunciato che i draghi gemmati, delle varianti psioniche rispetto ai soliti draghi metallici, sarebbero tornati in questo manuale. Questo drago di pietra di luna potrebbe essere parte di questa categoria oppure una creatura distinta.

      A quanto pare ad ogni tipologia di draghi verranno anche assegnati degli agganci di avventure, per poterli inserire più facilmente nelle nostre campagne.

      In questa anteprima molto interessante viene prospetta l'idea di dei "Doni Dragonici" che sembrano funzionare come una via di mezzo tra un beneficio immateriale ed un oggetto magico.

      Ecco una lista dei draghi presenti nel manuale, che includono i classici draghi metallici e le nuove versioni dei cinque draghi gemmati della 3E. Ad essi si affiancano anche altri classici del mondo draconico come la testuggine dragona, il drago delle profondità, il drago fatato e il drago delle ombre.

      Per concludere ecco una lista dei GS più alti disponibili tra i draghi di questo manuale. Degno di nota come i grandi dragoni sembrino essere più una generica categoria applicata in blocco ai draghi gemmati, cromatici o metallici. Inoltre sembra essere presente una variante più potente ed antica della testuggine dragona e un "Drago Cervello Antico" che forse nasce da un incrocio con gli illithid.

      Visualizza articolo completo
    • By Alonewolf87
      Come vi avevamo raccontato qualche tempo fa il manuale per D&D 5E previsto in uscita per il 17 Ottobre, Fizban's Treasury of Dragons, sarà un compendio sui draghi, una specie di Draconomicon potrebbe dire chi è passato per D&D 3E.
      In questi giorni la WotC, in una campagna di marketing simile a quelle già fatte in passato con Tasha's Cauldron of Everything and il set di MtG Avventure nei Forgotten Realms, ha distribuito a vari influencer delle immagini di anteprima di alcuni contenuti del manuale, che questi ultimi hanno condiviso su Twitter. Andiamo a vederle assieme.

      Era già stato annunciato che i draghi gemmati, delle varianti psioniche rispetto ai soliti draghi metallici, sarebbero tornati in questo manuale. Questo drago di pietra di luna potrebbe essere parte di questa categoria oppure una creatura distinta.

      A quanto pare ad ogni tipologia di draghi verranno anche assegnati degli agganci di avventure, per poterli inserire più facilmente nelle nostre campagne.

      In questa anteprima molto interessante viene prospetta l'idea di dei "Doni Dragonici" che sembrano funzionare come una via di mezzo tra un beneficio immateriale ed un oggetto magico.

      Ecco una lista dei draghi presenti nel manuale, che includono i classici draghi metallici e le nuove versioni dei cinque draghi gemmati della 3E. Ad essi si affiancano anche altri classici del mondo draconico come la testuggine dragona, il drago delle profondità, il drago fatato e il drago delle ombre.

      Per concludere ecco una lista dei GS più alti disponibili tra i draghi di questo manuale. Degno di nota come i grandi dragoni sembrino essere più una generica categoria applicata in blocco ai draghi gemmati, cromatici o metallici. Inoltre sembra essere presente una variante più potente ed antica della testuggine dragona e un "Drago Cervello Antico" che forse nasce da un incrocio con gli illithid.
    • By Alonewolf87
      Andiamo a scoprire meglio le caratteristiche dei leproidi, la nuova razza giocabile di conigli antropomorfi.
      Una delle anteprime su The Wild Beyond the Witchlight di cui vi avevamo parlato nello scorso articolo era una nuova razza per PG di conigli antropomorfi: i leproidi (Harengon, traduzione non ufficiale).

      Qualche giorno fa sono state rese disponibili su D&D Beyond le statistiche dettagliate di questa razza, di cui ora vi forniremo una traduzione (come sempre da considerarsi non ufficiale):

      Visualizza articolo completo
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.