Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Il Futuro di D&D

Ci sono in ballo grandi piani per D&D 5E nei prossimi anni e in particolare in vista del 50° anniversario del gioco di ruolo più celebre del mondo.

Read more...

In Arrivo il Rules Expansion Gift Set

A inizio anno prossimo la WotC farà uscire un set di tre manuali per coloro che sono interessati alle espansioni regolistiche per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

L'Arte della Legenda: Parte 4 - La Lista degli Avversari

Volete aggiungere spessore e profondità ai vostri scenari senza per questo complicarvi la vita a tener traccia degli spostamenti di ogni singolo mostro o nemico? The Alexandrian ci offre uno strumento formidabile per la gestione in tempo reale di scenari complessi e di moltitudini di avversari. 

Read more...

Anteprime di Fizban's Treasury of Dragons #2

Andiamo a scoprire delle novità legate a classi, razze e mostri che saranno presenti nella Fizban's Treasury of Dragons.

Read more...

La Free League ha annunciato il GdR ufficiale di Blade Runner

Andiamo ad immergerci nell'iconico universo di Blade Runner con questo nuovo prodotto della Free League in arrivo l'anno prossimo.

Read more...

Consiglio combattente melee divino


Recommended Posts

Salve a tutti ragazzi,sono iscritto da poco sul forum,ma ne approfitto già per chiedervi consiglio.

Al momento sto facendo una bella campagna su pathfinder,ambientazione golarion,setting legale malvagio,dovuto ad alcune nostre scelte in game,stile sandbox.

Per intenderci sul sandbox,prima città più di una ventina di quest possibili da fare e almeno una decina di organizzazioni di cui poter scalare i ranghi.

Nessun limite ai propri obbiettivi,si può distruggere il mondo volendo.

Il party si fregia di un mago god,si specializzerà in creazione di oggetti magici e golerm,un guerriero arciere,un monaco e un ladro.

Poi ci sono che al momento sono il barbaro della compagnia,iracondo invulnerabile,build incentrata sull'ottenere pounce e spell sunder.

Si può però notare la mancanza di un healer e,data la grossa probabilità che sia io a morire a morire in quanto frontline,già una volta sono sopravvissuto grazie a un tiro penoso del master per confermare un critico,mi sto preparando un personaggio di riserva per ogni evenienza.

L'idea come da titolo è creare un pg che meni come un fabbro ma che posso curare,buffare o debuffare all'evenienza.

Ovviamente,da buon giocatore di barbaro,preferisco avere un focus più sulla mischia potendo all'occorrenza fare il resto.

Cose importanti da dire:I punteggi tiriamo i dadi 4 set,ogni punteggio tiriamo 4d6 levando il più basso,puoi prendere il set che preferisci.

Come stat linea guida,per provare a creare una possibile build, usiamo quelle che ho sul barbaro:18,17,16,13,11,11

Progressione esperienza veloce,master che fa raggiungere almeno la ricchezza medio del proprio livello,ovviamente non piovono gold ma ha i suoi metodi sensati.

Cosa fondamentale,almeno secondo me la più importante,il master mi ha concesso di usare guided sulle armi,in italiano guidato.In pratica,per chi non lo conosce,incantamento +1 si usa la saggezza per colpire e per i danni,non si applica il 1.5 in caso di armi a due mani non si applica lo 0.5 in caso di armi in mano secondaria.

Ora nella 3.5 mi sarei buttato sul chierico,ma adesso in pathfinder le cose sono diverse(addio metamagia divina e incantesimi persistenti,crucio e delizia di giocatori e master).

Ho individuato diciamo 5 classi che possono andare bene al mio scopo.

Paladino/Inquisitore/Sacerdote Guerriero/Chierico/Anti paladino.

Paladino lo escluderei,party sul neutrale/malvagio,ci andrebbe male,oltre al setting di per se non adatto.

Antipaladino,garba ma non può curare,feature assai importante visto il party.

Rimangono Inquisitore/Sacerdote Guerriero/Chierico.

Inqusitore:Sta da dio nell'ambientazione,utile per perseguire i propri obbiettivi,ma di cure manco l'ombra,per quanto compensi con belle abilità a livello di combattimento,team play e skill sociali.Però ovviamente 

Sacerdote guerriero:Ha tutto eppure non so non mi convince in alcuni aspetti,principalmente i bonus alle armi armature,durano poco e l'oro nella campagna non è un grande problema.In compenso si buffa che un piacere,può curare discretamente se stesso e alleati,e può cacciare build niente male a livello di danni.Volendo una bella build con due armi leggere sfruttando il dado che sale col livello.Si kukri guidati a 2d6 a livello 20 sto guardando voi.

Chierico:Manca di armature pesanti ,può usare poche armi e ha pochi talenti,sicuramente andrebbe a fare meno danno.In compenso casta di 9 livello,con una divinità neutrale può decidere se curare o fare danni,ed ha la lista più lunga di incantesimi,quindi maggior scelta e maggior utilità.

Ultimi appunti la campagna non ha una vera e propria fine a detta del master,quindi si potrà arrivare al 20,quindi potete dare consigli fino al 20.Inoltre il master è un tipo che banna poca roba,preferisce aggiustare l'avventura ai giocatori non il contrario,infatti già fa gs+2 per il nostro livello e pensa di passare a gs+3 XD.

A voi la sfida adesso 

 

Link to comment
Share on other sites


Se non vuoi completamente abbandonare l'idea del paladino, il Gray paladin consente di entrare con allineamenti diversi da quello di legale buono.

 

Secondo me hai già inquadrato tutto; a parte che il warpriest se la cava alla grande nel combattimento; se mai...il punto debole della classe sono le skills ed il fatto di essere MAD; ma che ti frega? tu ti concentri su combattimento e cure ed usi i tuoi magri skill points per tappare i buchi eventuali del party.

Io lo farei cosi: For 11, Dex 20 (18+2 human), Con 17, Int 13, Wis 16, Cha 11. Talenti al primo livello: Weapon Focus (dagger), Weapon Finesse, Slashing Grace. Tratti:  Ancestral Weapon (Silver)

Come blessing sceglierei Magic (che ti permette di recuperare i pugnali una volta lanciati con Hand of the Acolyte fin dal primo livello)  e non sono sicuro per il secondo...

Comunque, un opzione molto popolare per gli utilizzatori di pugnali, e' essere fedeli della dea Pharasma (dea neutrale della nascita, della morte del destino) e prendere il talento Deific Obedience, che facendo un rituale molto semplice (che richiede un semplice sacchetto di ossa di animali, facile da procurarsi, se anche venisse perso, ordinando un semplice pollo arrosto al ristorante) che conferisce un bonus di +2 (cumulabile con quello di weapon focus e simili) ai tiri per colpire con i pugnali.

Al primo livello con il Masterwork Silver Dagger fai attacco +7, danni 1d6+6 in mischia o +5 1d6+6 a distanza (ritornante) con hand of the apprendice. Hai 12 PF (se hai scelto +1 PF come bonus di classe preferita); CA 18 (con una Chain Shirt); TS: Fort +5, Ref +5, Will +5 e 4 Punti Abilita'. Hai tre orisons di livello 0, e due incantesimi di primo livello convertibili spontaneamente in incantesimi di cura. 

Andrei avanti con two weapon fighting e Combat Expertise al terzo livello; Toughness al quinto, Two-Weapon Grace al Sesto e Improved Two Weapon Fighting al settimo, giusto in tempo per l'extra attacco all'ottavo livello. 

 

Edited by Dadone
Link to comment
Share on other sites

Grazie per la risposta in realtà se poi farò questo cambio si partirà dal livello del party,ora siamo al 6,ma potremmo ancora salire.

Inoltre la razza, visto che siamo stati fatti risorgere dai demoni può essere custom, massimo 10 pr, mantenendo comunque il sottotipo umano per il bonus di classe favorito riguardo ai talenti.

Comunque domanda scema, capisco i bonus di pharasma,ma non sono meglio i kukri come armi,per via del critico?Alla fine il danno è uguale ma guadagno nei critici.

Inoltre potendo usare la saggezza, spendere quelle poche monete ne vale la pena, per danni e colpire posso maxarla e guadgnaere spell e danni allo stesso modo.In questo modo guadagno pure un talento da spendere.Perdo un +2 a colpire però poi mi posso pure specializzare in critici che non sono male.

Che ne pensi?

Link to comment
Share on other sites

32 minutes ago, Arbaal said:

Grazie per la risposta in realtà se poi farò questo cambio si partirà dal livello del party,ora siamo al 6,ma potremmo ancora salire.

Inoltre la razza, visto che siamo stati fatti risorgere dai demoni può essere custom, massimo 10 pr, mantenendo comunque il sottotipo umano per il bonus di classe favorito riguardo ai talenti.

Comunque domanda scema, capisco i bonus di pharasma,ma non sono meglio i kukri come armi,per via del critico?Alla fine il danno è uguale ma guadagno nei critici.

Inoltre potendo usare la saggezza, spendere quelle poche monete ne vale la pena, per danni e colpire posso maxarla e guadgnaere spell e danni allo stesso modo.In questo modo guadagno pure un talento da spendere.Perdo un +2 a colpire però poi mi posso pure specializzare in critici che non sono male.

ti qualifichi con cinque gradi in una abilita e il Talento Deific obedience.

Che ne pensi?

I kukri sono certamente migliori per i critici; ma i pugnali, in genere, li preferisco per la versatilità del danno (tagliente o perforante) e, soprattutto, la possibilità di essere lanciati (cosa sulla quale avevo improntato questa idea che ti proponevo).

Guided Hand e spostare i danni su Saggezza potrebbe essere una scelta valida; ma forse ti limiti troppo le opzioni a distanza, se trascuri sia forza che destrezza; ma, ancora una volta, questo e' vero solo per la mia proposta: sicuramente ci saranno opzioni valide (e migliori) di quella che ho buttato giu io. Allora considera le due cose: Guided Hand come seguace di Pharasma e Deific Obedience: Massimizzi l'uso di Wisdom, combatti a distanza e a corpo a corpo con gli stessi pugnali.

Se vai cosi' e scegli Pharasma, considera di entrare nella CdP evangelist al sesto livello: normalmente le CdP sono tutte sbagliate in pathfinder e raramente (ma diciamo anche mai) funzionano meglio della classe base; ma l'Evangelist e' un eccezione: mantieni esattamente la crescita di i privilegi di classe del personaggio (fatta eccezione per il primo livello della cdp) livello da incantatore, incantesimi compresi; e ottieni in più alcune utili abilita di classe (soprattutto quella di risollevare la carenza sulle skill del warpriest). 

Ti qualifichi con Deific Obedience e con cinque gradi in una skill qualunque che non sia Conoscenze (religione)

Edited by Dadone
Link to comment
Share on other sites

Si in realtà l'idea dei pugnali in questa ottica non è male.

Ma dato un arciere ed un mago,che qualche spell di danno la tiene sempre,preferisco non invadere troppo il loro campo di competenza ci penserò.

Magari vediamo anche se altri hanno opinioni differenti :)

PS: comunque non mi riferivo a guided hand ma a questa incantamento per le armi concessomi dal master Guided

 

Edited by Arbaal
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Arbaal ha scritto:

Cherico:Manca di armature pesanti ,può usare poche armi e ha pochi talenti,sicuramente andrebbe a fare meno danno.In compenso casta di 9 livello,con una divinità neutrale può decidere se curare o fare danni,ed ha la lista più lunga di incantesimi,quindi maggior scelta e maggior utilità.

Nope. Se la divinità è neutrale ma tu sei comunque malvagio, incanali energia negativa.

Link to comment
Share on other sites

2 minutes ago, Lone Wolf said:

Nope. Se la divinità è neutrale ma tu sei comunque malvagio, incanali energia negativa.

hai ragione....e, inoltre, se anche il personaggio e la divinità fossero neutrali, il chierico potrebbe scegliere solo una delle opzioni fra cura ed infliggi.

Link to comment
Share on other sites

56 minutes ago, Arbaal said:

Avete ragione,ma alla fine infliggere danni tramite energia negativa potrei anche eliminarlo,infondo non infliggo tali danni tramite fervore tali da impensierire un nemico.

Preferisco le cure che possono sempre essere utili

Quindi, come chierico neurale o buono di una divinità neutrale o buona, puoi farlo. :-)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

  • Similar Content

    • By Aranel
      Ciao a tutti. Avrei bisogno di aiuto per una build per un paladino. Consigli? Purtroppo non posso multiclassare con la lama del sortilegio perché il personaggio deve essere buono. 
    • By Alexandre
      Salve, stavo leggendo con curiosità il post circa il massimo numero di danni possibile in un singolo round e mi é sorta una domanda. Premesso che sono innamorato del Monaco e della via della Via dell'ombra, ci sono significative differenze in termini di output di danno tra le varie tradizioni o le differenze sono di flavour? Vi ringrazio
    • By Aramil619
      Salve volevo strutturare un guerriero maestro di battaglia umano variante (con talento cuoco)specializzato nelle armi da lancio , per le statistiche abbiamo via libera per usare il sistema dei 27 punti o prendere i seguenti punteggi  15, 14, 13, 12, 10, 8. Avete idee di come distribuire le caratteristiche ed eventuali talenti e manovre  ?mi piacerebbe usare una lancia/tridente o comunque un arma su asta per intenderci .Campagna fino livello 20
    • By darksaro1990
      ciao a tutti, dopo quasi un annetto in cui sono stato introdotto attraverso nuove amicizie alla 5e mi stavo divertendo a pensare a un futuro pg. attualmente sto masterando una campagna in conclusione ( non vuol dire che sia esperto in questa edizione comunque) e visto che finita la mia uno dei giocatori farà da master, per sfizio, ho iniziato a pensare a un pg
      tra le varie scelte possibili quella che mi da da pensare e' quella di un pg Shadar- kai che per ragioni attualmente non decise ( possiamo parlarne insieme se vi fa piacere ) , riesce o viene , tramite influenze esterne, liberato dal giogo imposto dalla Raven queen. La sua storia come PG dovrebbe iniziare nel piano materiale , probabilmente nel Faerun o in un mondo Custom ma comunque abbastanza standard.
      L'idea era giocare come classe il Ranger con le varianti offerte da tasha ( favored foe ecc..) La scelta del ranger era data dal fatto che immaginano questo shadar kai nella cui memoria ci sono scene di avvenimenti che non ricorda bene e per sopravvivere si da alla via del ramingo,arrangiandosi come può'.
      Non e' mia intenzione cercare di fare power playing ma mi farebbe piacere una build solida che abbia il suo senso in combattimento. sono molto indeciso se farlo ranged ( hand crossbow o arco lungo) o in corpo a corpo andando di stocco , due spade corte o magari in alternativa  con la doppia lama valenar ( adattata da eberron).
      le sottoclassi che mi sembrano più adatte sono gloom stalker ( uno shadar kai che si mimetizza nelle ombre e fa agguati ci sta), horizon walker ( stessa cosa, essendo fuggito da un altro piano ci starebbe benissimo un ranger planare) e anche il fey wander ( meno indicato tra i tre, ma magari puo essere da stimolo per il master per la "fantomatica motivazione narrativa" che ha permesso a questo shadar kai disgraziato di liberarsi dalla schiavitù della regina corvo e vivere libero.
      Sono aperto ad alternative, stravolgimenti cambi di razza o classe basta che si segua concettualmente il flavour di base.
      avevo valutato la Custom Lineage presente in tasha per creare un elfo  "shadar- kai " privo della benedizione della regina corvo ( e per essere elfo con il talento bonus , magari proprio per partire subito con il talento revenant blade per usare la doppia scimitarra valenar con "finesse" , si so che sono un po' paraculo  )
      sotto un' immagine di concept di partenza e ringrazio tanto chiunque mi dedichi qualche minuto del suo tempo. ( male che vada, goblin beastmaster che cavalca il compagno animale lupo o magari un coboldo barbaro !)
      Edit: manuali concessi tutti quelli in italiano, niente UA. niente ranger rivisitato, tasha consentito

       
      a voi ...

    • By MadLuke
      Ciao a tutti,
           il damage dealer del gruppo tra poco prenderà l'abilità speciale della CdP 3.0 in oggetto (Dragon Magazine #314).
      Personalmente trovo sia decisamente debole: spendere un'azione standard per fare 28 pf danno, che con TS Riflessi CD 20 si dimezzano, seppure ad area è davvero imbarazzante considerato che lui con un singolo attacco ne fa 35 di media. Pensavo quindi:
      - danni: d6 --> d8, così danno medio 36, cambia poco ma è una prima misura;
      - l'utilizzo dell'abilità comporta interruzione immediata dell'ira: questa è una delle tante fisime di tanti talenti e CdP 3.0, faccio come non l'avessi neanche letto;
      - usi: 1/giorno --> 3/giorno, in realtà considerato quanto pochissimo danno fa io la metterei anche at will;
      - area: cerchio diametro 9 m. incentrato su se stesso --> diametro 12 m. su se stesso modellabile su qualsiasi ampiezza di cono/semicerchio, così da colpirne almeno qualcuno in più e non mettere a rischio i propri alleati.
      Che ne pensate? Per dirla tutta io gli ho consigliato di lasciar perdere la CdP e riprendere piuttosto la classe base, ma lui dice una CdP così particolare non la farà più e allora giacché c'è vuole completarla (e lo capisco anche).
      Ciao e grazie, MadLuke.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.