Jump to content

La Spada e La Strega (2)


darteo
 Share

Recommended Posts


Herlan avverte Bracciodilama oltre la porta appena chiusa.
Il mostro non è da solo, altre otto creature sono con lui.
Decidete di avanzare nel buio più totale. Più andate avanti e più sentite un rumore farsi sempre più intenso. Dopo pochi secondi scoprite che è il respiro di Astilla. E' sempre più affannoso.
La ragazzina, tra un sospiro e l’altro, riesce a dire: devo confessarvi che ai Figli del sole non piace stare nei luoghi chiusi… angusti… stretti… e senza una via d’uscita.
Ho bisogno d’aria! Ho bisogno d’aria.

E’ in crisi. Barcolla e sbatte la schiena contro una parete.
Il suo gomito fa rientrare nel muro una roccia particolarmente sporgente. Sentite ora degli ingranaggi che, a fatica, si mettono in moto.
La paura fa dimenticare ad Astilla la sua claustrofobia. Si irrigidisce e tira in su le spalle.
I suoi occhi sono spalancati e le sue orecchie sono tese nella speranza di cogliere ogni rumore. Una sezione di muro, al fianco di Astilla, si apre e delle vecchie lance scattano in avanti (non colpiscono nessuno).
Incastonato tra queste armi c’è uno scheletro.
Quei resti appartengono a un nano. Indossa una vecchissima armatura e ha un’ascia tra le mani. Sui suoi guanti c’è un simbolo -> click.
Astilla sviene per lo spavento.

Analizzate lo scheletro del nano.

Spoiler

In base ai suoi vestiti capite che il cadavere è qui da almeno trecento anni. L’armatura vi suggerisce che non appartiene a questa nazione. Con se non ha nulla… ad eccezione di un borsello per il denaro che è stato svuotato. La sua ascia (come anche l’armatura) non è magica ed è così malandata che non serve neanche per spaccare la legna.

Astilla non è la sola a star male.
Hinox è sempre più affaticato. Dice che gli fa male il cuore.
Cercate di capire cos’ha ma senza alcun esito. Dovete proseguire il viaggio per la galleria. Trovate altre trappole ma sono così vecchie e logore che neanche scattano.
Raggiungete infine il fondo della galleria.
In questo punto trovate due grandi specchi. Sono vetusti e coperti dalla polvere.
Sono posizionati l’uno al fianco dell’altro e pendono dal soffino attraverso un grande anello di rame. Gli specchi quindi possono scorrere su quell’anello.

yQ1PJB6.jpg

 

Link to comment
Share on other sites

Jorunn lo Splendente

Rinfodero i Kukri e tiro fuori l'arco, poi mi posiziono rivolto verso il punto da cui siamo arrivati. Vi copro le spalle, voi intanto cercate di risolvere quell'enigma. Sono sicuro sia una via d'uscita. 

dm@

Spoiler

Allora, se mi si presenta davvero davanti un nemico uso sia Knowledge Devotion che law Devotion (la seconda per un +3 al txc). Possibilmente concentro il fuoco su braccio di lama, sennò il primo nemico a portata. 

Txc 6 + KD, Danni 1d8 +KD.

 

Link to comment
Share on other sites

Oloth

Cerco di fare coraggio ad Astilla, sorreggendola in caso ne abbia bisogno.
Non perdo comunque occasione di documentare velocemente tutto quello che vedo, ponendo particolare cura a segnarmi i dettagli dello scheletro e il suo guanto.
Cerco di ricopiare il simbolo quanto più fedelmente possibile. 
Scrivo due cose anche sulla sala sala degli specchi, giusto per documentare tutto. 
"Idee su cosa fare?"
Chiedo agli altri mentre scrivo.
"Magari potremmo provare a specchiarcisi, o a far specchiare qualcosa, per vedere se almeno riflettono... Chi si avvicina per primo?"

@DM
 

Spoiler

Da debita distanza dove sono provo una prova di sapienza magica+13 e conoscenze arcane+11

 

Link to comment
Share on other sites

Rhaen

Non ci sono vie di uscita , e il posto era protetto da trappole, quindi sicuramente ci dovrebbe portare da qualche parte.

Mi avvicino e provo a mettere gli specchi uno di fronte l'altro

Se non succede nulla chiedo ad Hinox e alla ragazza di mettersi avanti agli specchi.

Link to comment
Share on other sites

Hinox Stonetalon

Forse è un bene che sia svenuta per ora... si risparmierà un po' di attesa e ansie...

dico continuando a tenere la mano sul petto, il dolore in continua crescita

non pensavo che avere il fuoco nelle vene facesse così male... forse sto semplicemente avendo una combustione spontanea! Hahaha... GH!!!

azzardo una risata per stemperare l'atmosfera, ma una fitta mi fa fermare per prendere fiato, mentre il sudore mi imperla il viso

"la tua volontà prima di tutto Kratoa... se non sono degno che il mio corpo venga incenerito e questa sia la mia tomba! Lotterò per mostrarmi ai tuoi occhi!"

proseguiamo nel corridoio trovando un cadavere che scopriamo essere di trecento anni prima

è più vecchio del mio monastero! Ma non è di questa zona...

confuso e ancora dolorante seguo gli altri nella sala degli specchi, confuso come prima

per me qui c'è qualcosa che deve essere illuminato di riflesso dagli specchi... ma in realtà non sono il più indicato: non mi sono mai piaciuti gli indovinelli...

mi metto in mezzo agli specchi come detto da Rhaen per vedere se c'è qualche effetto o vedo qualcosa, per poi cercare nella stanza se c'è una imperfezione o un dettaglio fuori posto sulle pareti, che potrebbe essere illuminato

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

@tutti

Studiate i due specchi e tentate di capire a cosa servono spostandoli o mettendovi tra di loro.
Dopo aver messo gli specchi perfettamente l’uno di fronte all’altro, smettono di riflettersi a vicenda… i vetri scompaiono e al posto di uno di loro compare una galleria.

@Oloth

Spoiler

Solo ora hai capito di cosa si tratta: viene chiamata porta paradossale.
E’ uno strumento antico e non viene più usato nel continente. Varcare questo specchio non comporta alcun rischio. E’ come superare una normalissima porta.
Il vantaggio di questo passaggio paradossale è che permette di arrivare in posti impossibili da raggiungere con tutti gli altri sistemi.

@tutti

Oltrepassate la cornice e continuate a camminare per la galleria.
Vi voltate indietro e quello che vedete è una copia di voi stessi che (attraverso l’altro specchio) marcia nella parte opposta rispetto a voi.

Dopo altri metri riuscite a vedere una serie di mantelli neri appesi a un’asta di ferro.
Non hanno simboli e sono tutti della stessa misura.
Scostando quelle cappe scoprite la presenza di due ante di legno.
Le aprite e di fronte a voi vedete una grande sala.
In realtà si tratta di un altro antro del vulcano ma è stato arredato come se fosse una camera.
Entrate al suo interno e vi voltate all’indietro, scoprendo così che siete appena usciti da un armadio.
Se guardate oltre i mantelli (nella direzione da cui siete venuti) non vedete più una galleria ma uno specchio.

Iniziate a controllare la stanza: ci sono mobili, divani e tavoli.
Su alcuni di loro si trovano dei piccoli scrigni. Sul pavimento inoltre ci sono diverse monete d’oro.
Nella stanza (inoltre) ci sono due porte aperte. La prima porta a una grotta da cui proviene una sinistra luce rossa. La seconda porta invece conduce a una scala a spirale che scende per molti metri. Anche da lì proviene una luce (meno intensa della prima) e quello che sembra essere il rumore di un battito cardiaco. Sono dei tonfi molto cupi e minacciosi.

Astilla si riprende.
Hinox inizia a sentirsi meglio. Il suo cuore torna a battere senza più alcun scompenso. Il nano inoltre scopre che i battiti del suo cuore hanno lo stesso ritmo e frequenza dei battiti che provengono dalla fondo della scalinata.

Link to comment
Share on other sites

Hinox Stonetalon

Quando gli specchi si rivelano un passaggio sono restio ad attraversarlo, ma l'attuale situazione mi impedisce di scegliere diversamente, quindi seguo gli altri nel tunnel. Una volta dall'altra parte mi guardo all'indietro vedendo il passaggio chiudersi, e mi rivolgo agli altri

dite che si è chiuso del tutto? Non c'è garanzia che bracciadilame non possa attraversarlo come noi... cosa ne pensate?

raggiunta la stanza sono sempre più confuso, ma la scomparsa del dolore unita al battito del mio cuore, proveniente contemporaneamente dal mio petto e dal fondo della scalinata mi fanno fermare sul posto con gli occhi sbarrati. Solo ora noto la presenza di oro e scrigni nella stanza, al che mi rivolgo subito agli altri

fermatevi! Non toccate nulla! Ho come l'impressione che il proprietario sia nei paraggi...

indico il corridoio da dove proviene il battito cardiaco continuando

questi battiti sono identici a quelli del mio cuore, e se le mie preghiere sono state ascoltate so esattamente di chi si tratta... non vorrei che la Sua ira cada su di voi...

senza neanche pensarci e con vigore rinnovato mi avvio verso l'inizio della scala a spirale da dove provengono i battiti, per poi fermarmi e rivolgermi di nuovi agli altri

non preoccupatevi: se sarete meritevoli probabilmente vi lascerà un dono... seguitemi!

guardo brevemente verso l'altra porta da cui proviene la luce rossa, con occhi carichi di preoccupazione, prima di scendere senza indugio le scale

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Jorunn lo Splendente

Mi rimetto l'arco nella schiena, poi sfodero nuovamente i Kukri.

Hinox, ti voglio tanto bene, ma mi sembra una ca***ta andare così alla cieca verso un grosso battito cardiaco. E seguire un invasato come te verso una cosa del genere in passato mi ha portato solo guai. Comunque, se sei deciso, capirai comunque la mia prudenza nel tenere pronte le armi. 

Mi muovo quindi dietro ad Hinox, finito di parlare. 

Link to comment
Share on other sites

Sole

10 ore fa, MetalG ha scritto:

non preoccupatevi: se sarete meritevoli probabilmente vi lascerà un dono... seguitemi!

Bha! E se non è quello che crede? Nel dubbio io queste ricchezze le raccolgo, ai morti e agli dei non serve il denaro ma a noi si.

Rimango nella stanza e apro tutti gli scrigni in cerca di oggetti di valore e raccolgo l'oro per spartirlo in un secondo momento, quando saremo fuori pericolo.

Link to comment
Share on other sites

Oloth

"Quella che abbiamo attraversato non è una normale porta, e non ha un collegamento diretto con questa stanza.
L'unico modo per raggiungere questo posto è quello specchio.
E' un posto piuttosto protetto..."

Informo gli altri, annuendo
"Dev'essere un luogo particolare..."
Aggiungo, continuando i miei pensieri, mentre seguo gli altri

Link to comment
Share on other sites

Zantes-Senza Nome

Trappole e oro... non mi sembra un tempio di una divinità... Cioè l'oro potrebbe essere le donazioni dei fedeli, ma le trappole...

Ascolto Hinox preoccupato del fatto che noi possiamo irritare il suo dio. Cercherò di non cacciarmi nei guai.

Con il piede inizio a spostare le monete per terra, quando all'improvviso sento un rumore regolare e profondo.

Un battito... regolare... forte... forse sarà veramente la divinità che Hinox sta cercando... meglio non andare in quella direzione.

Dopotutto io non sono un suo credente... non vorrei scatenare le sue ire... mi volto verso gli altri compagni. Leidor e Rhaen vanno verso la stanza con la luce rossa.

Aspettatemi voi due, dico in direzione dei due uomini, vengo anche io a vedere che cosa sta producendo quella luce rossa...

 

Link to comment
Share on other sites

@Sole

Negli scrigni ci sono altre monete d'oro e dei gioielli: rubini, smeraldi, zaffiri, diamanti...

@HIinox - Jorunn - Herlan - Oloth

Astilla viene con voi.
Scendete per molti metri in profondità. I battiti sono così forti da percuotere la terra. Alla fine della scalinata c'è un grande portone a due ante.
E' alto almeno venti metri e si trova in una grotta gigantesca e illuminata da alcuni bracieri mastodontici. In lontananza vedete un fiume di lava scorrere inesorabilmente.

Le ante della porta sono socchiuse, ciò vi permette di passare.
Entrate in una grandissima stanza colma di tesori. La maggior parte dei beni sono stati ammassati agli angoli della camera.
Ci sono lingotti, monete, spade, gioielli, corone e altri oggetti preziosi.
Il soffitto è pieno di stalattiti oscure. Sono fatte di ossidiana... così come sono fatte anche le pareti e il pavimento.

Nella parte opposta della stanza (rispetto a voi) c'è una grande scalinata che porta ad una struttura che ricorda le radici di un albero.
E' un materiale che si irradia dal basso verso l'alto e raggiunge il soffitto.
Al suo centro c'è un cristallo grande quanto un pugno umano.
E' quella pietra che pulsa come se fosse un cuore. Emana anche un fortissimo bagliore rosso. Non avete mai visto una cosa del genere.

@Herlan

Spoiler

In questa stanza avverti un male antico.
E' così intenso che hai bisogno di sederti. Ti senti infatti girare la testa. Hai la pelle d'oca.

@Oloth

Spoiler

La pietra che pulsa è uno dei cristalli anomali che avevi letto nei libri di Dorwal. Una delle pietre più rare al mondo.
Ci sono membri della gilda fuoco che non vedranno mai uno spettacolo simile.

@Rhaen - Leidorl - Sole - Zantes

Percorrete la galleria che conduce alla luce rossa. A ogni passo che fate sentite sempre più caldo. Il tunnel termina con una corta "lingua di terra" che si affaccia su un abisso. Sotto di voi, a molti metri di distanza, c'è il magma ribollente del vulcano.
Se alzate lo sguardo verso l'alto invece vedete un soffitto (molto distante da voi). Incastonato tra le rocce più alte si trova un'altro piedistallo con la sfera girevole. Si trova sottosopra e in una posizione impossibile da raggiungere a piedi.

Nella lingua di terra si trova un'altro scheletro di un nano.
Questo cadavere non assomiglia a quello che avevate incontrato poco fa. Veste abiti simili a quelli che indossa Hinox. Tra le mani regge una pergamena.
La aprite... sul foglio ci sono delle parole scritte di suo pugno poco prima di morire. E' scritta nella lingua dei nani.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.