Vai al contenuto

Benvenuto in Dragons´ Lair

La più grande e attiva community italiana sui Giochi di Ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

4 milioni di account su Roll20 sono stati hackerati

Articolo di Morrus del 16 Febbraio 2019
Ecco l'annuncio ufficiale degli ultimi giorni.
"Giusto poche ora fa oggi (14 Febbraio, NdT) Roll 20 è stato citato in un rapporto come una tra le vittime di un attacco da parte di cybercriminali. Anche se possiamo confermarvi che effettivamente c'è stata una breccia nella sicurezza siamo al momento concentrati nello scoprire tutti i dettagli. Per ora è importante sottolineare che il rapporto rende chiaro che nella breccia non sono stati coinvolti dati finanziari. I nostri team della sicurezza stanno lavorando senza sosta per correggere eventuali debolezze dei nostri sistemi e prendiamo con la massima serietà il nostro impegno nel salvaguardare le informazioni personali dei nostri utenti.
Ecco come mettiamo in pratica tale impegno:
Roll20 salva solo le seguenti informazioni personali: nome utente, indirizzo mail, password hashed, l'ultimo IP e tempo di login, e le ultime 4 cifre della carta di credito.  Usiamo Stripe e Paypal per processare le transazioni; tutte le informazioni dei pagamenti sono gestite da loro e non toccano mai i nostri server. Utilizziamo bcrypt per mascherare le password, il che implica che non possono essere decrittate per essere usate su altri siti o per accedere a Roll20. Sappiamo che è frustrante non avere tutti i fatti e stiamo lavorando per scoprire tutti i dettagli su questo hacking. Vi terremo costantemente informazioni man mano che l'investigazione prosegue.
Aggiornamento delle 14:45 del 15 Febbraio: sulla base dei numeri degli accounti dei dati trafugati abbiamo determinato che la breccia è avvenuta all'incirca il 26 Dicembre. Le dimensioni dei dati (circa 700 MB) è coerente con il fatto che si tratta dei nostri "oggetti account" che, come detto prima, includono nomi utente, indirizzi mail, ultime quattro cifre della carta di credito, indirizzo IP più recente e password hashed. Anche se il mascheramento dovrebbe mantenere sicure le password non farebbe male resettarle. Stiamo continuando a lavorare internamente e con l'aiuto di investigatori esterni per determinare come sia avvenuta la breccia, e al contempo rispettare i requisiti GDPR e mantenere al corrente le forze di polizia. Aspettatevi di ricevere maggiori dettagli la settimana prossima."
Venire hackerati è cosa comune al giorno d'oggi, ciò che è sorprendente è che Roll20 abbia 4 MILIONI di account. Questo sicuramente ci mostra come stia crescendo il nostro hobby.
Link all'articolo originale: http://www.enworld.org/forum/content.php?6053-Roll20-s-4M-Accounts-Hacked
Leggi tutto...

Create Città Fantastiche in Pochi Minuti con Questo Generatore di Città Fantasy

Articolo di J.R. Zambrano del 15 Febbraio 2019
Il Medieval Fantasy City Generator è uno dei migliori generatori di mappe/città esistente al momento. Che siate un DM esperto o un novizio che vuole creare un quartiere questo strumento ha tutte le funzioni di cui avrete bisogno.
Le città sono un aspetto importante di molti GdR. Possono servire da centri di avventura dove i gruppi possono riposarsi tra un'avventura e un altra, comprare dell'equipaggiamento, incontrare PNG interessanti, investire nella vita dei propri personaggi, trovare nuovi missioni e, in base allo stile di gioco che preferite, rimanere invischiati in vari intrighi e cospirazioni. In fondo ad un vicolo potreste trovare una gilda di ladri pronti a derubarvi o a rendervi il loro re; potreste incontrare principi e principesse che devono essere salvati e rimessi sul trono che spetta loro oppure aiutati ad abbandonarlo. E nelle fogne si possono trovare delle famiglie di otyugh.

Ma progettare una città non è per niente facile; nel corso delle varie edizioni di D&D le città hanno spesso avuto supplementi dedicati. Si possono, per esempio, trovare svariate versioni di Waterdeep, la Città degli Splendori, o di Menzoberranzan, la capitale dei Drow. Se invece volete provare per la prima volta a cimentarvi in queste opere, il Medieval Fantasy City Generator è uno dei migliori strumenti attualmente disponibili per farlo. Ha una serie di funzioni molto facili da usare e che fanno nascere delle intere città sulla base di un seme, di un'idea base che gli fornite.

Ciascuna delle mappe tiene conto di aspetti come la presenza d'acqua, il dislivello del terreno, il numero e la complessità degli edifici, il numero delle strade. Ci sono opzioni per poter visualizzare la vostra città a colori, in scale di grigio, a tratteggio. Si possono ruotare le fattorie del circondario e togliere od aggiungere singoli elementi (come mura, castelli, torri e così via).

La qual cosa risulta nell'accesso ad un gran numero di potenziali città. Si possono personalizzare un po', ma non si possono fare grandi modifiche come cambiare nome ad un quartiere (non per ora quanto meno), ma i vari strumenti ed opzioni a disposizione sono ancora in fase di sviluppo ed allargamento. Giusto settimana scorsa è stato fatto un aggiornamento che permette di scegliere i colori da applicare alla propria città, di aumentarla di dimensioni, e che rende fiumi e corsi d'acqua più realistici.
Potete salvare tutti i possibili file come mappe separate che poi potete integrare con l'Azgaar Fantasy Map Generator, che è un altro strumento fantastico che forse non conoscevate. Quindi se state pensando di progettare una città (o una dozzina) potete sfruttare questo strumento.
Come sempre, buone avventure!
Link all'articolo originale: http://www.belloflostsouls.net/2019/02/rpg-create-fantastic-cities-in-minutes-with-this-fantasy-city-generator.html
Leggi tutto...

Larry Elmore ci parla della composizione dell'illustrazione I Compagni della Lancia

Articolo di Morrus del 15 Febbraio 2019
Questa iconica illustrazione di Dragonlance, creata da Larry Elmore, è stata il soggetto di un post dell'artista la settimana scorsa, in cui ha parlato di ciò che successe dietro le scene quando dovette crearla!

Elmore: "Penso che questa storia vi piacerà! Un giorno ricevetti un progetto dalla TSR per creare un quadro e avevo solo dieci giorni per completarlo...e c'erano dieci personaggi da includere. Ero praticamente nel panico! Ho chiamato mia moglie Betty e le chiesi di prendere Stephanie (visto che era alta) e di portarla di sopra nello studio....Raccolsi tutti gli artisti lì, Clyde, Jeff, Jeff Butler e Keith e poi li portai tutti in questa grande stanza vuota, simile ad un ufficio. Era dove a volte scattavamo delle foto e c'erano delle sedie pieghevoli, e forse anche un paio di fari da illuminazione, o forse solo uno che si poteva spostare. Avevo un'idea di quale disposizione delle varie figure avrebbe potuto funzionare per fare in modo di inserire dieci personaggi in un singolo quadro. Riuscii a terminarlo e a rispettare la scadenza, ma non mi sarei mai aspettato che sarebbe diventato così popolare e celebre. Vorrei solo che mi avessero dato più tempo per fare in modo che il quadro venisse ancora meglio!"

Link all'articolo originale: http://www.enworld.org/forum/content.php?6051-Larry-Elmore-On-Composing-The-Companions-Of-The-Lance-Art
Leggi tutto...

Statistiche varie per D&D 5E da D&D Beyond

Dopo quelli sulle avventure più visionate D&D Beyond ha rilasciato nuovi interessanti dati statistici legati alla 5e di Dungeons & Dragons, basati sull'utilizzo della loro piattaforma. Il primo set di dati riguarda il numero di personaggi suddivisi per categorie di livello e l’utilizzo delle classi in suddette categorie di livello. Il secondo, invece, è inerente ai dati generici di utilizzo di razze, classi e sottoclassi dei personaggi a prescindere dal loro livello.

Il Tier 1 indica personaggi che sono di un livello tra il 1° e il 4°, il Tier 2 quelli di un livello compreso tra il 5° e il 10°, il Tier 3 quelli con un livello compreso tra l’11° e il 16° e il Tier 4 quelli con un livello compreso tra il 17° e il 20°.
Come ci si potrebbe aspettare, il Tier 1 rappresenta la maggioranza dei personaggi creati sulla piattaforma, seguito poi nell’ordine dai Tier 2, 4 e 3. Come fanno notare gli sviluppatori, il 90% delle partite non va oltre il 10° livello.

Questa tabella mostra che il guerriero è la classe più comunemente utilizzata in ciascuno dei singoli Tier, immediatamente seguito dal ladro. Il terzo posto cambia un po’, infatti nei Tier 3 e 4 il mago diventa più popolare di quanto sia invece nei Tier 1 e 2, mentre nel caso del chierico e del ranger le due classi godono di un’elevata presenza ai bassi livelli che poi cala agli alti livelli.
Potete trovare un resoconto di queste informazioni nel seguente video sullo sviluppo di D&D Beyond.
Passiamo ora ad analizzare i dati sull’utilizzo di razze, classi e sottoclassi partendo dalle razze.

Gli Umani sono di gran lunga la scelta più comune, rappresentando il 22% dei personaggi attivi creati sulla piattaforma. Sono poi seguiti da Mezzelfi, Tiefling e Dragonidi. Gli Gnomi delle Profondità sono invece la razza meno popolare, con poco meno dell’1% di personaggi attivi, sebbene gli sviluppatori abbiano confermato che molte altre razze si aggirino intorno allo 0,8%, ponendosi al di sotto di questi ultimi.

Segue poi uno sguardo sull’utilizzo delle classi. I più utilizzati sono i guerrieri, i meno utilizzati invece risultano essere i druidi. Le quattro classi base “tradizionali”, ossia guerriero, ladro, chierico e mago, sono le quattro classi più utilizzate. Gli sviluppatori hanno anche fatto menzione del fatto che i warlock abbiano visto un aumento della loro popolarità dopo l’uscita della Xanathar’s Guide, per poi vedere nuovamente un decremento del loro utilizzo.

Infine si parla dell’utilizzo delle sottoclassi. Le più utilizzate sono il Dominio della Vita per il Chierico, lo Stregone con la Stirpe Draconica e il Patrono Immondo del Warlock (sebbene si tratti di una classe meno popolare). Gli sviluppatori fanno anche notare che la Hexblade era molto popolare l’ultima volta che avevano controllato i dati, ma che sia ora calata al 2,8%.
Ovviamente si parla di personaggi creati sulla piattaforma, e quindi non necessariamente giocati. Molte persone impostano più costruzioni dei personaggi per divertimento. Secondo gli sviluppatori, ci sono 8,8 milioni di personaggi in totale.
Link agli articoli originali:
http://www.enworld.org/forum/content.php?6028-90-of-D-D-Games-Stop-By-Level-10-Wizards-More-Popular-At-Higher-Levels
http://www.enworld.org/forum/content.php?6037-Humans-Fighters-and-Life-Domain-Most-Popular-On-D-D-Beyond
Leggi tutto...

La Scienza dei Simic

Articolo di J.R. Zambrano del 29 Gennaio 2019
Venite a scoprire gli scivolosi e sguscianti salvatori della scienza, che siedono sui loro scranni negli Zonot di Ravnica: ecco a voi i membri bioingegnerizzati dell'Alleanza Simic.
L'Alleanza Simic è una gilda che, diversamente da un sorprendente numero di altre "gilde" di Ravnica, non sta attivamente cercando di distruggere la città, di uccidere in stile carnevalesco tutti gli abitanti o di controllarla in segreto: anzi, si adopera per cercare di salvarla. Purtroppo, però, a volte a Ravnica l'unico modo per salvare il mondo è dare degli innesti di pesce a tutti coloro su cui si possono mettere le mani. Diamo assieme uno sguardo ai biomaghi e agli esperimenti segreti dell'Alleanza Simic.
Si può dire quello che si vuole dei Simic, ma sicuramente sono molto coerenti. Come si suol dire, se l'unico strumento che si possiede è una naturale predilezione per la biomanzia e per la capacità di modificare l'impianto naturale delle creature intelligenti in modo da dare vita ad esseri che probabilmente non dovrebbero esistere, allora è normale che ogni problema che si affronta paia poter essere risolvibile innestando parti di pesci/uccelli/lucertole nelle persone.

Li apprezzo molto come Gilda. E' una delle poche che può fungere facilmente da cattiva o da buona, a volte anche entrambe le cose in contemporanea. Tutto quello che bisogna decidere è "quanto in là" si spinge nei suoi esperimenti organici e poi affinare la cosa in base alle vostre esigenze. Che si tratti del classico cattivo che pensa davvero di stare salvando il mondo, anche se significa costringere tutti quanti a subire forzatamente dei trattamenti Simic per diventare una sorta di Krasis; oppure dello scienziato deliziosamente folle, che si spinge involontariamente troppo in là e cerca sempre con affabilità di innestare delle spine tossiche sul gatto famiglio del mago; e così via.
Entrambi questi personaggi potrebbero perfino essere presenti nella stessa campagna. L'Alleanza Simic è piena di potenziale narrativo. E' probabilmente una delle mie Gilde preferite, dato che può ricoprire qualsiasi ruolo vi serva nella vostra campagna, dai nemici agli antagonisti amichevoli, dai rivali ai personaggi di supporto; anche se i suoi membri danno il meglio quando sono al centro della scena come PG. Si potrebbe facilmente immaginarsi una campagna in cui i personaggi sono dei ricercatori dell'Alleanza che devono portare a termine degli esperimenti, raccogliere strumenti, ottenere organi, intrufolarsi in centri di ricerca per ottenere prove che i loro superiori stanno creando cose malvagie; con loro si possono sfruttare al meglio i livelli subacquei e le estetiche acquatiche e lovecraftiane.

A dirla tutta, come Simic si vive alla grande. Come ricercatore si ha accesso a vaste riserve di conoscenze da poter sfruttare al meglio, oltre che ad una serie di incantesimi legati alla trasformazione e al potenziamento delle creature.
Abbiamo già discusso in passato del sistema dei ranghi della gilda quindi non staremo a rispiegarlo da capo. Quello che dovete sapere in questo caso è che, salendo di grado, avrete accesso ad un sempre maggior numero di adattamenti da poter applicare ai vostri compagni e potrete chiamare in vostro aiuto sempre più creature per compiere ricerche ed esperimenti.
Ad un certo punto otterrete anche un talismano Simic, che vi fornisce accesso a Ingrandire/Ridurre, Caratteristica Potenziata o Forma Gassosa, prima di terminare la propria magia.

Tutto questo è molto in linea con i Simic. Come dicevamo prima, hanno un tema e lo perseguono con tutte le proprie forze. Cosa evidenziata ancora di più dal capo della loro Gilda, la Portavoce Zegana:

Che, oltre ad avere una serie di potenti incantesimi in stile Simic, può anche comandare le acque con il suo tridente o con la capacità Diluvio (Deluge), cosa che le fornisce la potenza necessaria per dire la sua contro un gruppo di avventurieri; e questo senza considerare le sue azioni leggendarie, resistenze e altro.

Se state cercando dei modi per dare più spessore alla vostra campagna di Ravnica oppure volete una GIlda che si possa adattare a una qualsiasi campagna ad alta presenza di magia, l'Alleanza Simic è un ottimo punto di partenza. L'Alleanza vi aspetta, piena di furia e di pesci!
Buone Avventure!
Link all'articolo originale: http://www.belloflostsouls.net/2019/01/dd-science-with-simic-guilds-of-ravnica.html
Leggi tutto...
Accedi per seguirlo  

A proposito di questa gilda

Pbf a tema cyberpunk inestigativo che usa il sistema heroquest/questworlds

  1. Cosa c'è di nuovo in questa gilda
  2. TartaRosso

    PbF Finis Imperii

    Scusate, ieri è stata una giornata un po' impegnativa. Riprendo a scrivere oggi pomeriggio.
  3. Alabaster

    PbF Finis Imperii

    Bene, anche io per il momento non ho particolari domande, possiamo iniziare
  4. Brighterstar

    PbF Finis Imperii

    Ciao a tutti, ecco la lista: Per ora nessuna domanda, quindi se volete possiamo cominciare Buona serata!
  5. TartaRosso

    PbF Finis Imperii

    Vanno benissimo! Colorano bene il personaggio. E al contempo sono del livello di potere che mi immaginavo anch'io per il gioco. Per il numero, lascerei al momento solo questi. Non per ragioni di bilanciamento meccanico ma piuttosto perché in un pbf non mi sembra opportuno gestire troppi dettagli tutti insieme dall'inizio. Meglio se, in qualche modo, recuperi nuovi incantesimi durante il gioco. Se lo riterremo interessante ovviamente. P. S. Aspetto i valori di brighter star e se on ci sono altre domande procediamo ad aprire il topic di gioco. Scriverò intanto ai moderatori per capire cosa fare con questa gilda.
  6. Alabaster

    PbF Finis Imperii

    Ciao, per le controindicazioni anche pensavo ad un può stancare. Sulla lista più che un elenco mi piaceva l'idea di aggiungere utilizzi diversi col tempo per dare l'idea dell'apprendimento con il tempo di nuovi segreti. Modificato il personaggio
  7. TartaRosso

    PbF Finis Imperii

    Ok. Brighterstar, a questo punto puoi attribuire i valori alle abilità. 17 all’abilità che ritieni più importante, più utile o comunque che ti caratterizzi di più e 13 alle altre. Poi distribuisci 20 punti fra queste abilità. @Alabaster, riguardo alla magia. Bravo che mi ricordi di parlarne. Me ne ero dimenticato . Allora, la magia funziona come ogni altra abilità. C’è però un’importante differenza per la narrazione. Tutti abbiamo un’idea di cosa succede se si fanno azioni che sono possibili anche nella realtà e non solo nei racconti di fanatsia. Abbiamo un’idea anche quando queste azioni sono mediate da libri, film ecc. . Ma anche se le idee non coincidono esattamente, proprio perché magari uno non ha mai visto l’azione dal vivo ma solo in determinati film, è comunque facile trovare un accordo su cosa è plausibile per tutti. Con la magia siamo invece in un campo vergine. Abbiamo solo i riferimenti dei media e ogni storia, film, racconto, fumetto usa un approccio suo. Quindi è bene che almeno per i protagonisti che usano la magia, ci accordiamo su cosa questa può fare. Per la magia che useranno i PNG invece vi chiedo la cortesia di permettermi di descrivervela lì per lì. Sennò devo fare un superpapiro. Riguardo al fatto di quante volte la puoi usare, io direi in continuazione. Tanto come detto è un’abilità come le altre (a parte gli effetti in fiction). Mai avuto particolare simpatia per il sistema vanciano. a slot di d&d. Per quanto riguarda la lista degli incantesimi decidi pure te se usarla o no. Se dai una descrizione abbastanza precisa di cosa può fare la tua magia, i singoli incantesimi, non servono. Se però ti piace l’idea di elencare degli incantesimi come sottoabilità (una volta data la descrizione generale di cosa fa la tua magia) sei libero di farlo. E’ una cosa che aggiunge profondità al personaggio e che da spunti di ambientazione. Non pensavo di introdurre particolari limitazioni legate alla magia. Tipo che corrompe. Al massimo possiamo dire che stanca ma questo più che con una meccanica a parte lo gestirei come possibile esito di un fallimento o di un “sì ma”. Quindi Alabaster dimmi qual è la tua idea di cosa può fare la magia e ci accordiamo.
  8. Brighterstar

    PbF Finis Imperii

    Ciao a tutti, per me va benissimo aggiungere i fratelli alle abilità: sono piuttosto legata a entrambi e sono stata contenta che siamo stati scelti proprio noi tre per mettere in piedi una nuova attività. In base alle indicazioni che mi hai dato ho provato a modificare la descrizione del personaggio: Rispondo alle domande: 1) la cultura romana mi affascina per la sua storia: è stata un grande impero, in grado di portare avanti tradizione e innovazione al tempo stesso (penso soprattutto a innovazioni tecniche), anche se ora la trovo piuttosto decadente. Non ho problemi verso gli elfi romani, gli umani e i Germani; non mi piacciono molto né orchi né mezz’orchi perché li trovo rozzi e violenti. 2) come collegamenti direi alcuni membri della tribù longobarda che si erano già trasferiti in zona e che, quando siamo arrivati, hanno accolto piuttosto bene me e i miei fratelli; dopo il trasferimento mi sono fatta alcune amicizie (per me va bene anche la proposta di Alabaster che abbia salvato una di loro): direi una ragazza di stirpe romana che ha un’altra bottega artigiana – ma non orafa – e un fabbro e una conciaia longobardi. Non ho particolari nemici (siamo stati attenti a non “pestare troppi piedi” per poter iniziare con una certa serenità l’attività) ma sicuramente non veniamo ben visti dagli altri artigiani che si occupano in vario modo di incisione di metalli e oreficeria. Grazie e buona serata!
  9. Alabaster

    PbF Finis Imperii

    Ciao, apporto delle modifiche al personaggio Per le altre questioni: Propongo che noi ci si conosca di vista, dato che il suo personaggio è curioso del mondo e il mio un po' lo ha girato ma di non essere particolarmente amici da subito. Magari ho visto i suoi lavori, mi sono fermato a dare un occhio e abbiamo fatto 4 chiacchiere ed ogni tanto passo a chiacchierare. Magari la figlia del mercante che ho aiutato è un'amica di Ansa. In questa zona direi che sono arrivato da poche settimane, abbastanza da essermi fatto un'idea del luogo ed aver conosciuto qualcuno ma non da troppo da voler ripartire a breve. Ho fatto amicizia con il padrone di una taverna, per cui faccio ogni tanto da buttafuori in cambio di cibo e bevande, un tipo socievole, un soldato in pensione con una brutta ferita ad un braccio ma che non gli impedisce di lavorare e non ne ha minato lo spirito. Mi sono fatto amico un mercante locale che ho aiutato passando mentre lui e la figlia venivano aggrediti una sera da dei tagliagole. Stavano tornando più tardi del previsto da una visita a dei conoscenti e sono stati aggrediti in una zona poco frequentata. Io passavo da quelle parti per caso e ho sentito un urlo di spavento. Arrivato ho amministrato un po' di giustizia irlandese. Purtroppo alcuni tagliagole sono fuggiti e hanno amici e sicuramente non si sono dimenticati il mio volto, anche perché è difficile. Mi sono fatto nemico un paio di locali coi quali ho discusso a suon di pugni una sera in una bettola che mi hanno deriso per il mio aspetto particolare. L'aspetto particolare deriva dal fatto che ho i capelli e la barba di un rosso scuro, quasi rame e gli occhi di un verde intenso. Abbastanza alto per l'epoca ma non a livello delle tribù germaniche, muscoloso con diverse cicatrici visibili. Ha dei disegni tribali sul torace. Indossa abiti robusti e pratici, oltre ad una corazza di cuoi indurito che sa solo il cielo quante ne ha passate. Un'altra precisazione, la lancia che utilizzo non è di quelle che spesso si immaginano a lama corta ma una di quelle a lama lunga. So che sono un po' più orientale come stile ma non vogliamo essere degli storici abbiamo detto. NO SI 1) Quella latina è una cultura che ho già incontrato in diversi luoghi ma ovunque è un po' diversa avendo assorbito le culture locali a diversi livelli di integrazione, quindi in buona parte mi piace e mi incuriosisce anche se certi aspetti li trovo inutilmente complessi, soprattutto certe sottigliezze di forma. Ne ammiro l'abilità degli artisti e artigiani. Un po' meno certe figure che basano la loro influenza sull'oratoria. Gli elfi non mi creano problemi e nemmeno gli umani. Orchi e mezz'orchi invece non mi fido troppo, sapendo quanto feroci e brutali possano essere, anche se questo li rende interessanti avversari. 2) Sono in viaggio verso sud e sono arrivato qui aggregandomi ad una carovana. Ho sentito parlare degli spettacoli in un luogo chiamato Anfiteatro Flavio e voglio assolutamente vederne uno prima o poi. Anche perché ne parlano come se fosse qualcosa di enorme ma non può essere davvero così grande questo posto, no? 3) Per il momento mi sto ambientando in questa zona e cercando di scoprire se ci sono luoghi interessanti da esplorare nelle vicinanze e mi mantengo come guardia o altre attività dove serva una certa prestanza fisica. Cerco di tenere ben nascosto i miei poteri mistici. Sono stato abbastanza chiaro ed esaustivo? Ho bisogno ancora di chiarimenti io invece. Come useremo la magia non l'ho capito. Tipo devo fare una lista degli incantesimi che vorrei? Ne delineo alcuni in maniera generica? Quante volte li posso usare? Il loro utilizzo ha delle "controindicazioni"?
  10. TartaRosso

    PbF Finis Imperii

    Allora, per come ho in mente di condurre il gioco non dovete necessariamente conoscervi ma è bene che abbiate almeno due o più collegamenti, anche indiretti. Ovviamente potete anche conoscervi direttamente o addirittura essere in rapporti stretti. Per i legami posso crearveli io ma preferirei che foste voi a farli. Comunque partite tutti e due nella tuscia. Zona nord. Intanto riguardo ad Eogan Mac Neill. Da quanto sei nel paese o nella città in cui ti trovi in questo momento (che poi decideremo)? Ti sarai fatto qualche amico sul posto. E anche qualche nemico, visto il tuo carattere. Me ne potresti elencare qualcuno? O preferisci che li crei io? Considerate che si tratterà di un insediamento di tradizione latina in cui però si sono insediati anche i germani di Odo Hak. C’è sicuramente un reggente germanico che però deve dividere il potere sostanziale con i vecchi governanti latini. 1) Come ti poni verso la cultura romana? Verso gli elfi romani? E verso i Germani, orchi, mezz’orchi e umani? 2) Che cosa ti ha portato in questo insediamento? Soldato al seguito dei germani? Una qualche missione personale che hai intrapreso strada facendo? Anche qui, se vuoi decido io, ma preferirei fossi tu a decidere. 3) Che cosa fai adesso nell’insediamento? Che attività svolgi? Hai degli obiettivi particolari a breve termine? E ora passiamo ad Ansa, la nostra mezzelfa longobarda. Intanto, ovviamente essendo longobarda, è anche di stirpe germanica. Ma non delle stesse tribù di Odo Hak. Quindi, sicuramente i germani ti vedono più come una di loro rispetto ai latini, ma si ricordano sempre che sei di una tribù diversa (in più avendo detto che sei mezz’elfa, hai stabilito implicitamente che fra i Longobardi ci sono Elfi e mezz’elfi. Mi va benissimo!). A volte qualche altro germano di Odo Hak ti guarda anche con sospetto. E in un certo senso fa anche bene, visto che dopo i goti che batteranno i germani, i successivi invasori dell’Italia saranno i Longobardi. Ah, considero che tu sia nello stesso insediamento di Eogan. Riguardo alle abilità, aggiungerei anche tuo fratello e tua sorella. Se non li ritieni particolarmente importanti, o comunque al momento non vuoi sottolinearli nella storia, li puoi mettere come sottoabilità dell’abilità “Clan Longobardo”. Inoltre potresti mettere anche bottega orafa come abilità individuale o come sottoabilità di abile artigiana (o commerciante). Per decidere se abilità singola o sottoabilità usa come elemento di riferimento quanto vuoi che sia importante e che appaia in gioco. Puoi rendere in una abilità anche il fatto che nelle fiere chiacchieri con gli stranieri. Direi che conosci un po’ gli avvenimenti anche di terre lontane. Il desiderio di visitare il mondo può diventare un’abilità. Se lo diventa, ricorda però che mi darà un’indicazione importante sul genere di gioco. Cioè mi starai dicendo che andiamo più verso una storia itinerante ( e in quel caso consultiamo anche Alabaster). Infine alcune domande. 1) Come ti poni verso la cultura romana? Verso gli elfi romani? E verso i Germani, orchi, mezz’orchi e umani? 2) Quali amici e collegamenti hai in questa città? Se non ti va di elencarne qualcuno (da 2 a 4) posso crearli io. Hai qualche nemico o comunque qualcuno che ha interessi contrastanti con i tuoi? Di nuovo, se vuoi posso pensarci io. Visto che avete delineato entrambi due personaggi con un legame con il viaggio, mi aspetto che il gioco possa prendere la direzione di essere una storia itinerante, in varie parti dell’ ex impero. Per il momento mi pare tutto.
  11. Brighterstar

    PbF Finis Imperii

    Ciao a tutti, ecco la descrizione del personaggio: Grazie e buona serata!
  12. TartaRosso

    PbF Finis Imperii

    Buongiorno. Per postare sto aspettando il protagonista di brighter star.
  13. Alabaster

    PbF Finis Imperii

    Ciao, il concept del mio sarebbe un celta (proveniente dall'Irlanda o se preferisci Hibernia come la chiamavano i Romani) combattente in grado di usare la magia grazie alla sua connessione con gli spiriti antenati, che ha abbandonato la propria terra per viaggiare e vedere il mondo. Può quindi essere arrivato un po' ovunque si voglia ambientare la cosa. Sotto la bozza del personaggio
  14. TartaRosso

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    Ok, ora si pone alcuni problemi logistici. Chiederò se è possibile trasformare il nome della gilda. Altrimenti apriamo una nuova gilda. Per il resto ci spostiamo nell’altro topic
  15. TartaRosso

    PbF Finis Imperii

    Allora, la cronologia degli eventi di questo mondo è parallela, ma in maniera molto libera, a quella del nostro, almeno fino a quando iniziate a giocare voi. Scrivo “molto libera” perché non ho intenzione di andare a consultare wikipedia per ogni piccolo dettaglio (ma neanche per molti dettagli più grandi). La situazione sicuramente è simile. L’impero romano d’occidente è caduto (siamo nel 476 d.c.) . E’ ormai anni che i “barbari” provenienti dal nord e da oriente invadevano a ondate successive quello che rimaneva dell’impero. Poi nel 476 la deposizione dell’ultimo imperatore Romolo Augusto (anche se gli storici oggi ci dicono che non fu vissuto come la fine dell’impero dai contemporanei). Comunque, tornando a noi. L’impero con capitale Roma era un impero del tutto simile all’impero romano, fatta eccezione per il fatto che era un impero umano-elfico. Gli elfi raramente avevano avuto il ruolo di imperatore ma erano un 30% della popolazione ed erano una parte importante della corte. Nobili, letterati ecc. ecc. . Immaginatevi i classici “high elfs” di molte ambientazioni fantasy. Provenivano dalla zona della Grecia-Turchia. L’impero Romano d’oriente, con capitale Bisanzio, invece è stato governato e viene governato tutt’ora da una famiglia reale di sangue elfico e ogni tanto da mezz’elfi. A oriente quindi gli Elfi hanno più potere. I barbari in generale sono popolazioni miste di umani, orchi, mezz’orchi, e elfi selvaggi (razza inventata ora, vedremo poi com’è in gioco). In particolare i Germani, che controllano ora l’Italia con Odo Hak (il corrispettivo di Odoacre) sono una popolazione di orchi, mezz’orchi e umani. Odo Hak è un orco. Odo Hak ufficialmente è il Rex Italiae sottoposto all’imperatore elfico bizantino Zenonis. In sostanza però controlla l’Italia come più gli piace. Purtroppo per voi alle porte d’Italia preme l’esercito dei Goti, comandati da Te do Rak (il corrispettivo di Teodorico). Avevo proposto il centro Italia come zona d’ambientazione ma se volete possiamo scegliere altro. Potete essere quello che volete. In generale, ci sono le popolazioni latine (cioè le vecchie popolazioni italiche), e le popolazioni germaniche (ovviamente con tutte le sfumature di umani, elfi ecc.) . Ci sono anche halfling, nani e altro. Ma in Italia sono pochi. C’è contrasto fra i nuovi signori germanici e i vecchi signori latini. Ma anche fra le popolazioni. E’ stata fatta una redistribuzione delle terre alle tribù germaniche che ha penalizzato le popolazioni italiche. Come detto la magia è presente anche se la possono usare in pochi (voi ovviamente potete essere fra questi). Vista la scarsità della magia il livello tecnologico è sostanzialmente quello del corrispondente periodo nel mondo reale. Maghi, druidi, chierici e altro sono tenuti di gran conto. Vengono usati pesantemente in battaglia. Per fare un esempio sulla reperibilità di utenti di magia: se qualcuno è in gravi condizioni, non è raro che, dal proprio villaggio, faccia un lungo viaggio per trovare qualcuno che possa curarlo con la magia. Magari nel suo villaggio c’è qualcuno che riesce a fare piccole benedizioni o magie che rendono un po’ più semplice la vita di tutti i giorni ma già curare completamente con la magia una ferita da coltello è una cosa che si trova solo in città e non così facilmente (come già detto voi potete essere alcuni di quei pochi che possono usare la magia). Fatemi sapere un po’ dove volete ambientare la cosa. Come detto io propongo qualche città di medie dimensioni in Toscana o Emilia Romagna. Se avete già in mente qualche tipologia di protagonista ditemelo perché così mi date anche spunti per precisare meglio dove ambientare la cosa. Resto in attesa.
  16. Alabaster

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    La terza va benissimo anche a me Incompleto ma per incominciare a buttare giù idee
  17. Brighterstar

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    Ciao a tutti, @TartaRosso grazie mille per la pazienza nel cambiare ambientazione. Mi piacciono molto tutte e tre le proposte (della prima conosco pochissimo ma mi sembra interessante); fra le tre se devo scegliere propendo per la terza, quella medievale post caduta impero romano. Buona serata!
  18. TartaRosso

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    Nessun problema per il lanciere. Nessun problema per i druidi. Su athas i druidi ci sono e sono degli strenui difensori delle ultime oasi esistenti. Ma già lo stesso manuale suggerisce delle motivazioni per cui si sono spostati dalle proprie oasi. Inoltre esistono due foreste su athas. Anche in questo caso ci sono delle motivazioni per cui un druido sia in giro per i deserti. O per quel che mi riguarda possiamo anche fare un druido del deserto, anche se non è canonico.
  19. Alabaster

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    Quindi tipo se io volessi fare un lanciere con poteri (psionici o magici poco mi cambia), si adatterebbe a tutte e 3 discretamente? E se Brighterstar volesse avere poteri legati alla natura in dark sun si adatterebbe bene?
  20. TartaRosso

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    In dark sun i poteri psionica sono diffusissimo. La magia c'è ma funziona traendo energia dal suolo e dalle piante. Se non fatta seguendo la via della preservazione ma quella della profana ione, il suolo diventa sterile. Che è poi il motivo per cui il mondo è ridotto così a seguito dell'uso indiscriminato della profana ione durante delle guerre di pulizia etnica. Negli altri due casi la magia sarebbe in stile d&diano classico almeno a livelli bassi e medi. A livelli alti sarebbe poco diffusa. Livelli di potere, non livelli nel senso d&diano del termine. Non sarebbe vanciana ma la gestiremmo "narrativamente" visto che il sistema lo permette.
  21. Alabaster

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    In Dark Sun se non ricordo male ci sono i poteri psionici, nelle ambientazioni 2 e 3 invece come si presenta la magia?
  22. TartaRosso

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    Rieccomi qua! E scusate “l’ora tarda” in cui posto. Ogni tanto però devo anche lavorare . Allora ho le seguenti proposte (non in ordine di preferenza). 1) Dark Sun. Ha il vantaggio che conosco bene l’ambientazione. Mi basterebbe che leggeste quello che c’è scritto su wikipedia inglese (neanche tutto, uso la versione della quarta edizione in cui gli accadimenti della pentalogia del prisma non sono mai avvenuti, omicidio di Kalak a parte). Il possibile problema è che è un’ambientazione molto lontana dai canoni tradizionali del fantasy d&desco. Ovviamente potreste chiedere tutto a me, dato che la conosco abbastanza bene ma non è detto che vi piaccia. 2) Un’ambientazione liberamente ispirata all’occupazione romana della Gallia e della attuale germania. Con umani, elfi, orchi, nani e le altre classiche razze fantasy. Il fulcro del gioco sarebbe in una qualche zona stile germania occupata dai Romani. Quindi culture celtiche, romane e poi anche quelle elfiche. I dettagli però solo se scegliamo questa. Non vi preoccupate, non dovete conoscere a fondo la storia del periodo. Se avete visto Asterix va bene , tanto non voglio essere corretto filologicamente (in fondo ci saranno draghi, elfi e tutte le altre razze e mostri fantasy). 3) Un’ambientazione liberamente ispirata al periodo fra la data ufficiale della caduta dell’impero romano e l’inizio dei regni romano-barbarici. Di nuovo con umani, elfi, nani ecc. ecc. . Sarebbe quindi in stile medioevale. Ambientata in un luogo corrispondente all’Italia centrale in quel periodo. Quindi troppo lontana dalla corrispondente Roma per chiedere aiuto, vista la situazione di Roma in quel momento, e con i barbari umani, orchi ecc. che preparano invasioni. Anche qua stesso discorso di prima per la verosimiglianza storica. So che tutte e 3 le ambientazioni non sono esattamente un fantasy d&desco classico ma il fantasy proprio classico non lo amo particolarmente. L’ambientazione 2 e 3 sono basate su periodi storici così non devo fare troppa fatica a inventare le culture e se vi faccio un paragone dovreste capirlo subito, senza che vi stia a spiegare tutto per filo e per segno. Fatemi sapere.
  23. Alabaster

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    Ciao, allora premetto che non vorremmo continuare per senso di colpa o simili ma perché siamo onestamente interessati a provare. In caso contrario te l'avremmo detto e basta, inutile far perdere ulteriore tempo. Detto questo per l'ambientazione Brighterstar non ne conosce nessuna se non da libri (vedi Signore degli anelli o simili), io oltre a quelle dei libri (che non sto qui ad elencare) conosco un po' Golarion (quella di Pathfinder) e Mystara. Dark Sun l'ho provata un pochino taaanto tempo fa e non ricordo quasi nulla. Personalmente io propongo di usarne una che permetta di aggiungere pezzi a piacimento. In una ambientazione fantasy mi sento un po' più a mio agio nel worldbuilding (avendo fatto anche un po' il master) e posso aiutare Brighterstar con più disinvoltura. Qui dicci tu cosa preferisci e cosa ti è più comodo, se vuoi usare magari qualcosa di già fatto ma prendere solo dei pezzi o se usarne una completa o ancora se "prendere in prestito" solo il tono e manipolare il resto. Pensavamo una cosa non da supereroi ma nemmeno troppo sfigati, con un tono più avventuroso e di scoperta, con un livello di magia che si esiste ma non si trovano gli oggetti magici alla bancarella del mercato e chi è in grado di usarla è una percentuale limitata ma non impossibile da trovare/incontrare. Tu cosa ne pensi? Per fare un esempio se uno volesse fare un abile spadaccino e si dovesse trovare nei guai con 2 o 3 briganti probabilmente avrebbe la meglio senza grossi problemi ma contro una squadra di soldati veterani sarebbe tutta un'altra storia. Quello che abbiamo trovato ostico è che senza conoscere bene quello che può essere un mondo cyberpunk, improvvisamente vi abbiamo dovuto contribuire attivamente in maniera sostanziale. Elaboro: In un gioco tradizionale prendo ad es. Corporation, ti vengono dati alcuni luoghi con una breve indicazione della situazione sociopolitica, delle corporazioni (in fase di creazione 5) a cui essere o meno affiliati ognuna con delle peculiarità e dei talenti di cui ne prendi un paio come specializzazioni. Quindi il giocatore "principiante" guarda delle liste, si fa una idee di massima e sceglie. A quel punto inizia a giocare e il master espande, presenta elementi man mano. Il giocatore prende dimestichezza e incomincerà magari a chiedere al master cose che sul manuale non ci sono e concordano per personalizzare. In questo caso invece avevamo tutto in mano e pochissimi riferimenti che, per chi non è particolarmente avvezzo, a nostro parere confonde. Credo che questo sistema premi la conoscenza del genere che si sceglie, mentre crea grosse difficoltà a chi sceglie un genere di cui ha una familiarità limitata, soprattutto se ci sono importanti elementi socio-politici in ballo. Spero di essere stato chiaro. Ciao e grazie ancora per la disponibilità.
  24. TartaRosso

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    Allora, eccomi qua. Intanto vediamo se chiudere o continuare. Il fatto che vogliate smettere non mi crea problemi. Sì ho dedicato del tempo al PBF, ma, sono anche consapevole che capita di voler iniziare un PBF e poi accorgersi che non fa per noi. Il decidere se continuare o meno dipende soprattutto da quanto lo volete veramente. Se volete continuare per il senso di colpa di avermi fatto scrivere qualche post, per piacere non continuiamo. Giocare senza averne voglia è una cosa piuttosto noiosa, sia per chi non ha voglia, sia per chi gioca con chi non ha voglia. Se invece siete genuinamente interessati a questo sistema di gioco allora sarò felice di continuare. Ripeto, di nuovo, per fugare veramente ogni dubbio, che non me la prendo per niente se decidete di interrompere. Qualche accenno all’eventuale continuazione. Se poi decidiamo di continuare invece ne parliamo più in dettaglio. Mi scuso di una cosa. Di essermi fatto prendere un po’ la mano dal worldbuilding. Brighterstar aveva anche detto che avrebbe preferito un approccio più tradizionale ma sono abituato in questa maniera e l’ho fatto senza prestarci troppa attenzione. L’ho fatto per abitudine e inconsciamente. Se sceglieremo un fantasy sappiate che sono disponibile anche ad un fantasy classico secondo i canoni di D&D ma devo ammettere di non conoscere in maniera approfondita nessuna ambientazione tradizionale. Conosco poco o nulla dei forgotten realms, poco del mondo di pathfinder (non mi ricordo neanche come si chiama ), poco di greyhawk, poco di mystara. Conosco ovviamente la terra di mezzo ma se mi chiedete approfondimenti, anche qui farei brutta figura all’esame. Ovviamente possiamo considerare l’ambientazione generica di default di D&D, che non è codificata da nessuna parte ma è data per scontata. Potremmo avere però qualche difficoltà nel coordinarci. Infine se volete Dark Sun o Eberron, mi trovate qui disponibile. Conosco anche Banestorm di GURPS ma dovrei riguardarmela. Infine se non ci va bene nessuna di queste, ci sono le ambientazioni dei mondi di fate. Sono scaricabili gratuitamente, sono ambientazioni abbozzate, che quindi ci possiamo leggere tutti in poco tempo. Però sono solo in inglese (se questo fosse un problema). Poi, se avete voglia di rispondermi avrei una curiosità? Esattamente che cos’è che vi ha spiazzato o dato noia nel modo in cui stavamo procedendo? Se anche fosse che andando avanti avete capito che il sistema non vi piaceva ditelo pure. Fatemi sapere.
  25. Alabaster

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    Ciao, non ci odiare, ma ho parlato un po' con Brighterstar e stiamo avendo grosse difficoltà che non avevamo previsto. Temo abbiamo puntato un po' troppo in alto con l'ambientazione. Se provassimo a fare un fantasy che sicuramente è più semplice come ambientazione, almeno di partenza, ti darebbe molto fastidio? Ci spiace molto averti fatto perdere tempo per nulla, a noi piacerebbe provare questa esperienza diversa ma se tu volessi cercare altri candidati ti capiremmo benissimo. Scusaci ancora ma abbiamo l'impressione che l'ambientazione cyberpunk sia un po' troppo complessa per il livello di collaborazione richiesta da parte nostra, soprattutto per Brighterstar che ha giocato poco a gdr in generale e che quindi ne risentirebbe il risultato finale. Facci sapere e davvero scusaci ancora. Nel frattempo ti ringraziamo per la disponibilità dimostrata, indipendentemente dal fatto che si prosegua o meno con il progetto.
  26. TartaRosso

    PbF Cyberpunk Confidential - TdS

    @Alabaster 1) Ok per lo scoprire in gioco su cosa stava indagando tuo padre. 2) Per il quartiere: ti immagini casette monofamiliari con giardino una accanto all’altra oppure dei grattacieli o palazzoni (anche se da gente benestante)? 3) In teoria di potenziamenti ne puoi scegliere all’infinito . Tanto il valore dell’abilità è sempre lo stesso . Però c’è una cosa di cui tenere conto. Il livello di potere e il tono della campagna. Rifaccio un esempio. Possiamo decidere insieme che il protagonista ha un cannone laser cybernetico nel braccio. Ma questo ha un impatto sul tipo di storia che raccontiamo, ovviamente. Quindi finchè il tipo di potenziamenti e il loro numero è compatibile con il genere di storia che vogliamo raccontare, va tutto bene. A questo punto precisiamo che genere di storia vogliamo raccontare. Ne scrivo più sotto. 4) OK. Il tuo contatto rimane una abilità. 5) Perché accantoneresti il codice morale e l’essere mercenario? Se non ti piacciono, ok, non metterli. Ma se li stai accantonando perché li ritieni ambivalenti e non esistono abilità ambivalenti, allora no mettili. Perché io li considererei come abilità positive. Poi come ho già spiegato, a volte le abilità possono essere utilizzate anche come difetti. 6) Di solito si mette la professione o comunque l’archetipo del personaggio come abilità massima. Anche perché spesso, come nel tuo caso, è una abilità keyword (cioè da cui è facile tirare fuori delle sottoabilità). Però se pensi di voler utilizzare molto l’abilità “fantasma” e metterla spesso sotto i riflettori, allora va benissimo mettere quella come abilità con il livello massimo. Risposte alle domande A) Allora gli equipaggiamenti vengono gestiti o in maniera narrativa o come abilità. Se è plausbilie che tu abbia un equipaggiamento, allora ce l’hai. Se è un’oggetto particolarmente importante per il continuo della avventura e non è così netto che tu te lo sia portato dietro, ci accordiamo fra di noi o possiamo ricorrere ad un tiro. Ad esempio, ad un certo punto ti serve qualcosa di molto particolare per aprire una porta blindata a comando elettronico e sei in una situazione dove non è certo al 100% che tu ti sia portato uno strumento per aprirla. In quel caso, o ci mettiamo d’accordo oppure potresti tirare sulla tua abilità di investigatore per vedere se, basandoti sulla tua esperienza, avevi pensato di portarti una cosa del genere anche in una situazione che ad una prima analisi superficiale non l’avrebbe richiesta. Il resto degli strumenti del mestiere invece, ce li hai quando è plausibile narrativamente. Non danno però particolari bonus alle azioni. In QuestWorlds conta chi sei, cosa sai fare, la tua comunità. Non il tuo equipaggiamento. E quando metti un equipaggiamento come abilità, in un certo senso viene a fare parte di “chi sei”. In generale poi se un oggetto comincia a diventare importante nella storia e ti piacerebbe l’idea di farlo risaltare di più, lo puoi mettere come breakout e poi alzarlo singolarmente o addirittura metterlo come abilità singola. Quindi la chincaglieria varia puoi averla o come semplice elemento narrativo, o come sottoabilità di “investigatore dei bassifondi”, o come abilità vera e propria a parte (con i singoli oggetti che possono essere sottoabilità). B) Anche l’agenzia può essere un’abilità se vuoi (con le stesse opzioni che non sto a ripetere) e i dipendenti dei breakout. Che ne dici di 3-4, così non devo gestire 1000 NPC (che poi mi fa fatica ). Ah i nomi e delle descrizioni brevi e generiche decidili pure tu, se ti fa piacere. C) Decidi pure tu. Magari evita detective star di New York perché non mi sembra a tono con la storia ma per il resto decidi tu. D) Anche per la gestione dei soldi ci affidiamo alla plausibilità narrativa. Ovviamente plausibilità per noi come gruppo. Per me il realismo assoluto non esiste. Esiste la plausibilità per un gruppo di persone all’interno di un genere letterario (a meno che non si decida di affidarsi ad una tabella precostituita di un qualche manuale di ambientazione). Quindi se è plausibile che tu abbia il denaro, allora avrai il denaro. Se invece la gestione del denaro diventa una parte importante della storia, allora lo conteggeremo. Esempio di questo ultimo caso. Siete in una zona, isolati dai vostri contatti e avete con voi solo 100 dollari. Ogni dollaro che spendete allora diventerà importante. @Brighterstar 1B) Mi potresti elencare un po’ dei tuoi contatti con una breve descrizione? Da 1 a 3 contatti descritti va bene. Gli altri poi saranno contatti generici che tireremo fuori durante la narrazione. 2B) Lucy ha qualche obiettivo particolare? Le interessa solo campare alla giornata? Ha qualche principio o valore irrinunciabile o anche solo importante? 3B) In che genere di zona vive Lucy? Una zona da benestentanti? Nello sprawl? Una via di mezzo? 4B) Quanto tiene Lucy ai suoi libri? 5B) Genera pure le abilità e distribuisci pure i punti. @Entrambi: 1C) Qual è la posizione dei due protagonisti verso la proletarizzazione avanzante? Verso le ingiustizie quotidiane dello sprawl e anche della società tutta? Lo considerate una cosa naturale perché tanto ci siete cresciuti dentro? Ma un po’ in generale qual è la vostra posizione verso i vari aspetti di questa società ipertecnologica e iperpiramidale. Non voglio un trattato su cosa pensano i protagonisti di tutti gli aspetti della società ma sapere se c’è qualcosa di questa società cyberpunk che vi disturba in particolare. Anche “mi importa solo di me stesso” va bene come risposta. 2C) Gli impianti cibernetici danno qualche problema? A me piacerebbe di sì, ma non tanto come in CP2020 dove abbassavano l’umanità se ce ne era troppi. O quantomeno non qualcosa di così meccanico. Che ne dite se quelli di basso costo possono creare problemi? E comunque anche quelli buoni, se riguardano la sfera neurologica qualche problemino di tipo psicologico/emotivo, a volte possono darlo? Tratterei le vostre abilità relative agli impianti come dei flaw in determinate situazioni. Comunque fate le vostre proposte. Anche “gli impianti non danno nessun problema” per me è accettabile. GENERE DI STORIA Se siete d’accordo, almeno in partenza, poi le cose evolvono in maniera autonoma, direi che il genere di storia è un hard boiled su corruzione e sugli aspetti negativi della società con i protagonisti che sono degli individui “normali” (poi tanto normali non sono perché si chiamano protagonisti ). Questa scarna descrizione vi è chiara?
  27.  
×

Informazioni Importanti

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Ulteriori Informazioni.