Jump to content

Brighterstar

Circolo degli Antichi
  • Content Count

    198
  • Joined

  • Last visited

Community Reputation

5 Coboldo

About Brighterstar

  • Rank
    Viandante
  • Birthday 01/01/1985

Recent Profile Visitors

The recent visitors block is disabled and is not being shown to other users.

  1. Nessun problema! Comunque che sfortuna 😅
  2. Appena vedo il mostro materializzarsi e avventarsi su mia sorella scaglio contro di lui frecce in rapida successione per cercare di ucciderlo.
  3. Alterno il mio sguardo dal giovane ibernico che sta armeggiando col fuoco al carro e punto l'arco contro l'aria tremolante.
  4. Ciao, anche per me nessun problema 🙂
  5. Annuisco alle parole di Cassia e mi tornano subito in mente le varie parti del racconto sull’attacco alle carovane. Lancio una rapida occhiata a mia sorella e decido di scommettere sul nostro carico: qualcuno o qualcosa vuole le nostre merci e Wigelinda si è trovata in mezzo. Sperando di aver fatto la scelta giusta, incocco la freccia all’arco e mi volto verso il carro.
  6. Scoppio a ridere anch’io: mai l’avrei detto, ma ora capisco perché Lucius ha provato... simpatia per mia sorella. In famiglia non siamo mai stati troppo ligi alle regole della società. Hai affrontato molte battaglie? Continuo a conversare, tenendo però gli occhi bene aperti.
  7. Non mi importuni affatto, le sorrido, anzi, mi fa piacere conversare un po' con qualcuno. Alzo lo sguardo al cielo. Non è una brutta notte, se si esclude il fatto che stiamo tutti attendendo un attacco. Poi torno a guardarla. Sì, è stata la mia famiglia a fare quei monili, sono contenta che ti siano piaciuti e sono certa che torneremo vive, quindi inizia a pensare a cosa vorrai (pensa anche in grande), le nostre abilità ti sorprenderanno. Concludo la frase con una risata. Poi, se mi sembra ben disposta a parlare, le chiedo se conosce da molto la famiglia di Lucius e, se non le sembro troppo sfacciata, perché ha deciso di diventare un guerriero: tra i longobardi una donna guerriero non è così inusuale, ma è la prima volta che ne incontro una tra le famiglie patrizie.
  8. Preparo arco e frecce per averli sottomano nel momento del bisogno. Se Wigelinda rimane così vicina al carro dei latini potrebbe rientrare anche nella loro protezione, quindi mi permetto di guardarmi un po’ intorno, in particolare in cerca dell’ibernico che ci ha permesso di uscire dal forte abbandonato. Sarei curiosa di saperne di più sulla magia che ha affrontato qui, ma allontanarmi ora dal carro comporterebbe lasciare indifesi i dipendenti e ho la loro responsabilità in assenza di mio fratello. Continuo a cavalcare in silenzio, attenta a ogni minimo rumore.
  9. Registro mentalmente le informazioni di Lucius sul metallo: appena a casa le confronterò con quelle contenute nei miei libri. Lo ringrazio per la sua preoccupazione nei confronti di mia sorella e rinnovo i ringraziamenti per averla salvata. Gli assicuro che presto dimostreremo meglio la nostra - mia e dei miei fratello e sorella - gratitudine e ribadisco che il nostro primo pensiero sarà individuare i vari colpevoli non sovrannaturali. Mi assicuro quindi che i servi abbiano la situazione sotto controllo e mi accomiato da entrambi i romani. Torno quindi verso l’esterno.
  10. Sorrido a Wigelinda e le assicuro che appena saprò qualcosa di preciso lo condividerò con lei. Le chiedo però di fare molta attenzione e di non esporsi a pericoli inutili: se hanno attaccato una volta possono farlo di nuovo. Le raccomando di muoversi con prudenza possibilmente vicino ad altri membri della spedizione, mai da sola e, concordando su tutte le sue direttive su come partire, le affido nuovamente sia la merce sia l’incolumità dei dipendenti (sperando che questo le impedisca di fare altre sciocchezze come durante il primo attacco dei briganti). Intanto andrò a sincerarmi che il latino stia bene.
  11. Mi avvicino molto a Bewalt e gli sussurro che vorrei approfondire la questione appena avremo un momento libero: Se hanno deciso di usare anche la magia c'è decisamente qualcosa che non quadra. Poi vado alla ricerca di mia sorella: devo riuscire a far evacuare lei e il servo il più in fretta possibile, anche se già so che dovrò trovare una soluzione anche per il latino di cui si è invaghita.
  12. Mi appunto mentalmente di parlare a Wigelinda appena sole e ascolto attentamente il longobardo. Prima di potergli chiedere maggiori dettagli percepiamo dei rumori. Ti ringrazio Bertwalt, vorrei saperne di più: più tardi ti chiederò di approfondire la questione. Poi ci avviciniamo al capannello di persone e chiediamo cosa stia succedendo.
  13. Gli rispondo che va bene. Chiedo a mia sorella di attendermi e lo seguo.
  14. La ringrazio per le sue parole, mi sono di conforto: adesso sono sicura che la punizione sarà esemplare. Qualunque possano essere le motivazioni di un uomo che decide di delinquere, non devono essere una giustificazione per le sue azioni: ognuno sceglie come comportarsi in ogni circostanza. Da quanto mi ha raccontato Wigelinda, oggi ho rischiato di perderla e posso ancora parlarle e stringerle la mano grazie al suo intervento. Lei avrà sempre la riconoscenza mia e della mia famiglia, seppur mi rendo conto non sia abbastanza per esprimere appieno tutta la nostra gratitudine. Purtroppo è rimasto ferito e temo che la nostra presenza possa solo affaticarla; è meglio che andiamo ad aiutare a trovare una soluzione per poter tornare in città in fretta e perché lei possa essere debitamente curato dai cerusici. Recupero, aiutata dal servo, tutte le mercanzie e gli oggetti di mia sorella e mi congedo - portando con me Wigelinda. Torno alle mura esterne e cerco di capire se nel frattempo sia stata aperta una strada comoda da attraversare con le mercanzie.
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.