Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Tabella per il Tempo Atmosferico

Oggi GoblinPunch ci offre degli spunti per del tempo atmosferico bizzarro e peculiare da inserire nelle nostre partite.

Read more...
By Lucane

Una Sandbox Fantasy nel Dettaglio: Parte XIX

Anche se per voi lettori della D'L è passata solo una settimana, per i lettori di Robert Conley erano stati necessari sei anni per leggere questo articolo.

Read more...

Esplorando Eberron è uscito in italiano

Preparatevi ad esplorare Eberron in italiano grazie alla Need Games e Keith Baker

Read more...

Progetta Le Tue Avventure #3: Ferrovie e Scatole di Sabbia

Eccovi il terzo articolo della mia serie di consigli per progettare le avventure.

Read more...

Hexcrawl: Parte 1

Con Hexcrawl si intende il viaggio dei PG attraverso una mappa composta da esagoni (hex) dove ogni esagono corrisponde ad un tipo di terreno (pianura, montagna, palude, collina, mare, ecc). In questa rubrica Justin Alexander ci spiegherà nel dettaglio le regole che usa per realizzare le sue avventure Hexcrawl

Read more...

Per amore di Greyhawk: perché le persone continuano a lottare per preservare Greyhawk


aza

788 views

Rigiocando dopo molto tempo a questa ambientazione, mi sono ritrovato a discutere con alcuni della "vecchia guardia" sulla necessità, o forse sarebbe meglio dire sul desiderio, di vederla aggiornata a D&D 5e.

In realtà, come mi è stato fatto notare, l’ambientazione (quella vera) ha 128 pagine di cui solo 4 di statistiche. Tali statistiche inoltre sono riferite a semi-dei e quindi sostanzialmente ininfluenti.

Pertanto, quasi tutti concordano che un suo aggiornamento sia totalmente superfluo.

Questa idea di “non toccare Geyhawk” ha radici lontane e Snarf Zagyg su EnWorld un annetto fa ci ha dedicato un post molto esaustivo che riporto per tutti coloro che sono interessati alla storia di questa ambientazione.


In realtà, questo messaggio è un buon promemoria del fatto che la WotC ha poco da guadagnare pubblicando un manuale completo di Greyhawk per 5e. Ogni volta che l’ambientazione viene toccata (Mordenkainen Tome of Foes, Ghosts of Saltmarsh) o addirittura semplicemente sfiorata (Princes of the Apocalypse, Tomb of Annihilation) la vecchia guardia si lamenta di come tutto dopo il 1984 non sia “canonico” e non rispetti l’Unica Vera Visione di Gygax.

Questo non è proprio del tutto sbagliato! Ciò che manca è capire perché la "vecchia guardia" è ancora così sulla difensiva e capire come la tarda-TSR e la WoTC si sono in passato occupate di Greyhawk. Tutti sono protettivi nei confronti delle cose a cui tengono, ma cos'è esattamente che provoca una reazione così intensa? Perché ogni discussione su un aggiornamento di Greyhawk incontra più o meno lo stesso livello di vetriolo di qualcuno che dice: "Ehi, sai cosa sarebbe fantastico? Un nuovo Dark-Sun... SENZA PSIONICI! Fantastico!"

Ma perché? Qual è l'origine di questa reazione istintiva? Ho pensato di fare un po' di analisi: userò i miei pensieri e cercherò di generalizzare alcune opinioni che ho visto; ma questo non costituisce e non può costituire l'opinione di tutti. 
Di seguito è riportato il mio pensiero, diviso in cinque parti:

  1. La storia della campagna domestica di Gygax;
  2. La storia della pubblicazione di Greyhawk (TSR, pre-1985);
  3. Perché la "vecchia guardia" ha una storia di sfiducia nei confronti del Greyhawk post-Gygax;
  4. Un confronto tra Forgotten Realms e Greyhawk;
  5. Cosa può riservare il futuro a Greyhawk.

1. La storia della campagna domestica di Gygax

Greyhawk non è nato completamente formato; una volta, molto tempo fa, c'erano altri due mondi. Braunstein (Brownstone) e Blackmoor. Senza perdersi troppo tra le nebbie del passato, Braunstein di David Wesley generò Brownstone che generò Blackmoor che generò Greyhawk. Potete vedere l'evoluzione e probabilmente come Greyhawk prese il nome.
Brown Stone
Black Moor
Grey Hawk
Bhe, i nomi vengono da qualche parte. Comunque, Greyhawk era il nome della campagna casalinga di un certo E. Gary Gygax ("EGG", "Gygax"). È da qui che inizia la confusione di quello che più tardi emerge quando si parla di cosa sia "Greyhawk".

In primo luogo, mentre Greyhawk era la campagna personale di EGG, egli non era l'unico dungeon master. Rob Kuntz ha masterizzato a Greyhawk, e altre persone occasionalmente sono intervenute per brevi periodi.

In secondo luogo, mentre Greyhawk veniva menzionato nei primi giorni della TSR attraverso Dragon Magazine, Strategic Review e alcuni primi moduli (pre-Folio), non era un’ambientazione pianificata. Era una campagna che cresceva mentre cresceva il gioco stesso; è letteralmente iniziata come un dungeon e un castello, e i dettagli del mondo intorno sono stati aggiunti a seconda delle necessità.

Terzo, c'erano diverse persone che giocarono nella campagna. Ci sono momenti in cui i ricordi non corrispondono alle date, o le loro storie sono un po’ in contraddizione, o le loro prospettive sono un po’ diverse, o ci sono delle lacune. Ciò non rende gli eventi sbagliati o le storie meno divertenti, ma rende difficile avere un controllo su tutto ciò che è emerso nella campagna originale di Greyhawk.

Il risultato di tutto questo è duplice:

  1. Le persone spesso scambiano liberamente esempi della "campagna casalinga" di Gygax con esempi di materiale pubblicato. Non ho una forte opinione sul "canone" di Greyhawk, ma non sono la stessa cosa.
  2. A causa dell'uso continuo di riferimenti a Greyhawk quando Gygax scriveva i suoi articoli, e poiché veniva citato frequentemente nei suoi lavori pubblicati alla TSR, c'era una grande richiesta di materiale di Greyhawk.

2. La storia della pubblicazione di Greyhawk (TSR, pre-1985)

La TSR degli inizi non era nota per il senso degli affari; forse non lo ha mai avuto. Possiamo dire che D&D ha avuto successo nonostante la TSR. 
All'inizio, la TSR non credeva che la maggior parte degli accessori (come i moduli o le ambientazioni) potessero vendere. Da un lato, questo ha aperto un grande mercato per i prodotti di terzi, tra gli altri, quelli della Judges Guild (JD). La prima ambientazione ufficialmente approvata per D&D non era Greyhawk, ma City State of the Invincible Overlord (1976) e Wilderlands of High Fantasy (1977) della JG. L’idea alla base era che i giocatori si sarebbero creati le proprie avventure e le proprie campagne, quindi perché avrebbero dovuto acquistarle? Tuttavia, come abbiamo visto con il passare del tempo, questo “impulso hobbistico” a creare avventure e ambientazioni è sempre stato minimo poiché la maggior parte delle persone preferisce il materiale preconfezionato. Usare il materiale pronto è più facile (e richiede meno tempo) che crearne del proprio.

Ma ecco il punto: il primo D&D, e in particolare AD&D, furono definiti da Greyhawk. Non ostentatamente. Ma furono definiti da Gygax, perché scrisse (o aiutò a scrivere) gran parte del materiale formativo iniziale e nei manuali stava usando il suo materiale di Greyhawk. Quindi, quando si guarda ad AD&D, tutti i manuali principali pubblicati (pre-folio) devono essere considerati "Greyhawk". Sì, sono "D&D" generici, ma la tradizione che usano, i riferimenti, altro non sono che tutta la campagna di Gygax. Gli artefatti (Lum, Vecna, Kas), gli incantesimi (Tenser, Bigby, Mordenkainen, Tasha) le razze specifiche, tutto. E lo stesso vale per i moduli; i moduli per AD&D hanno una locazione in Greyhawk come ambientazione predefinita e quelli scritti da Gygax sono stati giocati nella sua campagna casalinga.

Come regola generale, qualsiasi cosa dalla linea B/X o BECMI, ciò a cui ora ci riferiamo come Mystara/Known World, e tutto ciò che ha a che fare con AD&D (fino al 1985, vedi sotto) era Greyhawk, ma leggermente accennato in modo tale che potesse essere utilizzato in qualsiasi campagna (VECNA ERA OVUNQUE!).
E poi c'era ... Greyhawk! Quando le persone (in realtà, Grognard) si riferiscono a "Greyhawk", di solito si riferiscono a due prodotti. Il Folio (1980) e Il Box Set (1983). In modo confuso, esiste un prodotto del 1975 per OD&D chiamato, ehm, Greyhawk che non ha assolutamente dettagli su Greyhawk.
Ora, come regola generale, la maggior parte delle persone che si riferiscono al "vero Greyhawk" (true Greyhawk o real Greyhawk) o altre sciocchezze (ehm!) si riferiscono all'edizione del 1983. 

gh-box-folio-4th.jpg
Il "Folio" – The World of Greyhawk (1980)

Il motivo per cui la maggior parte delle persone vede la versione del 1983 come la versione superiore o "reale" è che contiene più materiale. Il Box Set passò da 32 pagine a 128 pagine e includeva molto più materiale, divinità e così via. Sia il Folio che il Box Set hanno una copia dell'incomparabile “Darlene Map” per cui la gente va ancora oggi in estasi.
Quindi, per alcune persone, l'idea di un "vero Greyhawk" consiste in gran parte di materiale dal Box Set del 1983 (chiameremo "WOG" per World of Greyhawk) più materiali di AD&D dal 1977 al 1983 (come le descrizioni degli PNG nella Rogue's Gallery e gli artefatti nella Guida del DM). Perché, beh, ora diventa complicato ...

gh-box-1st.jpg
Il "Box Set" – World of Greyhawk  "WOG" (1983)


3. Perché la "vecchia guardia" ha una storia di sfiducia nei confronti del Greyhawk post-Gygax

Se guardate un elenco dei materiali classici di AD&D, noterete qualcosa di interessante. Quasi tutto risale al 1983 o prima. Il 1984 ha visto l'uscita della serie Dragonlance (che è classica in un modo diverso) ma potete vedere che nonostante il rilascio di molto più materiale, in particolare di moduli, la quantità di materiale eccezionale (o materiale classico che si sarebbe ricordato per decenni) cala drasticamente.

La TSR era esplosa in popolarità tra il 1978 e il 1982 in un modo a cui le persone di quel tempo non erano preparate. Questo tipo di crescita è problematico per qualsiasi piccola società ed è stato decisamente rovinoso (come poi si è visto) per la TSR. Uno dei grandi problemi fu che Gygax decise, invece di continuare a far crescere il business dei giochi, di puntare su D&D come brand per l’industria dell’intrattenimento a Hollywood. Altri hanno accennato al fatto che i Gygax abbiano iniziato, beh, a festeggiare piuttosto duramente durante questo periodo (sto cercando di essere eufemisticamente generoso). Il fatto è che Gygax nel 1984 era in gran parte fuori da molte decisioni creative sul gioco, e venne estromesso dalla società nel 1985.

Ora, ovviamente, sappiamo tutto questo. Ma allora? Ricordo che non esisteva internet! Quindi, per la stragrande maggioranza dei giocatori di D&D là fuori, sentire che Gygax era stato estromesso dalla TSR/D&D equivaleva più o meno a sentire che Babbo Natale era stato appena rimosso dal Polo Nord. Per non parlare delle persone che ancora speravano e si aspettavano nuovo materiale su Greyhawk ... soprattutto, il leggendario Mega Dungeon sotto Castle Greyhawk. 

Ora immaginate di essere fan di Greyhawk, magari organizzate lì la vostra campagna. Negli anni successivi, vedete che la TSR fa quanto segue:

  1. Pubblica sempre più materiale su Dragonlance;
  2. Ha un calo (relativo) della qualità del materiale di AD&D (1e);
  3. Comincia a pubblicare materiale sui Forgotten Realms (ad alcune persone piace, mentre altre rabbrividiscono di fronte agli articoli di Dragon a causa di Elminster);
  4. Rilascia il supplemento Greyhawk Adventures. Amo Jim Ward, ma quel supplemento decisamente no.

Ma la goccia che fece traboccare il vaso per molte persone fu il famigerato WG7 - Castle Greyhawk. Rilasciato nel 1988, questo ha davvero esasperato molti giocatori. A parte la recensione positiva sulla Pravda ... scusate, Dragon Magazine, è stata accolto con una condanna quasi universale. Perché?

In precedenza, ho scritto che molte persone si aspettavano il Sacro Graal del primo D&D, il MegaDungeon sotto Castle Greyhawk. Quindi, quando è stato rilasciato, so che molti giocatori (incluso me) sono andati ad acquistarlo aspettandosi, come minimo, qualche fetta della visione di Gygax. Invece, era una serie di parodie. Brutte battute. Sembrava, a molte persone dell'epoca (io ero uno di loro), che questo non fosse niente di più che l’ultimo sforzo della TSR per screditare Gygax. Trasformava la sua creazione più mitica in uno scherzo. Il progetto è iniziato in questo modo? Non lo so; ma che fosse intenzionale o meno, era l'ultima cosa che ho acquistato della TSR. Perché a un certo punto non c'è distinzione tra cattiveria e incompetenza per il consumatore. Parlando per me, provoca una tale reazione viscerale che provo ancora ondate di disgusto quando penso a quel modulo.

gh-wg7.jpg
WG7 - Castle Greyhawk (1988)

... e questa è la genesi del motivo per cui ci sono alcune persone che semplicemente non si fidano della gestione di Greyhawk da parte del detentore della proprietà intellettuale. Mi prendi in giro una volta, vergogna, vergogna. Non mi farò ingannare di nuovo. O qualcosa di simile.

Quindi, con l’andare delle edizioni, c'è stata una mancanza di fiducia che è stata ulteriormente confermata nelle azioni successive. Seconda edizione? Quella era la TSR che rilasciava ambientazioni a tutto spiano e permetteva ai Forgotten Realms di inglobare tutto ciò che volevano da GH. Terza edizione? Certo, l’ambientazione era "Greyhawk di default" (ma non proprio!), ma le cure erano affidate a persone che lo volevano come i "Forgotten Realms" con conflitti massicci, e così via*
Per la maggior parte, GH viene trattato come una proprietà intellettuale discarica che viene occasionalmente saccheggiata per recuperare alcune parti per altre ambientazioni, oppure viene trattata in modo generico come gli "altri" Forgotten Realms. E i fan, una volta scottati, non si fidano più.

* Non intendo essere dispregiativo verso quelle persone che sono fan del Living Greyhawk, ecc., della 3e. Molte delle persone che sono fan di WOG, tuttavia, non sono fan delle pubblicazioni 3e di GH.

4. Un confronto tra Forgotten Realms e Greyhawk

Ci sono quelli che non capiscono perché alle persone piaccia anche Greyhawk, dal momento che è solo una "ambientazione generica di D&D", proprio come i.... FORGOTTEN REALMS.
Ovviamente, affermare ciò è più o meno l'equivalente di sventolare una bandiera rossa davanti a un toro, o dire che una data edizione di D&D non è "vero D&D". Significa solo cercare di litigare. Sarei il primo a dire che le somiglianze tra FR e GH sono maggiori di, diciamo, FR ed Eberron, o di GH e Dark Sun. Ma come si dice all'università, "La ragione per cui i dibattiti accademici sono così viziosi è perché la posta in gioco è così piccola".

Greyhawk è diverso. Sia in "feeling" che come “concetto”. Alcuni punti:
Greyhawk è “swords & sorcery”. I Reami sono “high fantasy”.
Greyhawk è (quasi) post-apocalittico, con civiltà sparse che resistono. FR non è così.
Greyhawk è più concentrato sulla neutralità (mantiene l'equilibrio). FR parla più del bene eroico che sconfigge il male.
I giorni migliori di Greyhawk sono nel passato; il Grande Regno è in un declino irreversibile, e Suel e Baklun non avranno mai più il potere della Pioggia di Fuoco Incolore e della Devastazione Invocata. FR hanno Elminster.
...e così via.

Ma ancora più importante, vorrei ora dire che il concetto di Greyhawk è molto diverso. Una cosa che le persone amano dei Reami sono i ricchi retroscena e la loro storia. Dalla pubblicazione del Box Set del 1987 (la "Scatola grigia"), i Forgotten Realms hanno avuto innumerevoli moduli, giochi per computer, espansioni, manuali di storia aggiuntivi e oltre  300 (!!!) romanzi (penso che oltre 100 di questi siano su Drizzt, ma dovrei controllare). 
Forgotten Realms incorpora la tradizione e le terre di altre ambientazioni (Kara-Tur, Al-Qadim, ecc.) e regolarmente viene devastato da qualche sorta di cataclisma.

Per contrasto, WOG non fornisce dettagli esaustivi; dà "ganci". Fornisce schizzi, voci e “cibo” per l'immaginazione del DM. Quello che chiamiamo "Greyhawk" è in realtà solo una parte (le Flanaess) di un continente (Oerik) su Oerth. Concettualmente, Forgotten Realms è un romanzo e Greyhawk è una serie di suggerimenti per la scrittura.

Molti dei fan più anziani di Greyhawk non vogliono il trattamento dei Reami. Non vogliono un’ambientazione che incorpori altre ambientazioni. Non vogliono che gli venga detto tutto. Vogliono loro riempire gli spazi vuoti. È un artefatto di quello che è successo; se Gygax fosse rimasto, avrebbe riempito una parte maggiore della mappa di Oerth. Ci sarebbero stati più libri (terribili) come Gord su cui la gente avrebbe discusso se sia "canone" o meno. 
Poiché Gygax è stato estromesso (e la TSR ha fatto un pessimo lavoro in seguito), la gente ha rifiutato il materiale che è venuto dopo e il "vero Greyhawk" si è congelato nel tempo.

5. Cosa può portare il futuro a Greyhawk.

Allora cosa deve fare l’editore con Greyhawk? Penso che al problema ci siano due semplici soluzioni, facili da capire e sbagliate:

  1. Ignorare gli haters e pubblicare quello vuole; piagnucoleranno comunque e andranno a morire;
  2. Non preoccuparsi di Greyhawk; non ne vale la pena.

Il motivo per cui nessuno di questi punti è veramente corretto è perché ignorare le persone che sono veramente appassionate di un prodotto probabilmente non è un buon modo per avere successo (dopotutto, anche le persone anziane possono evangelizzare) mentre anche ignorare l’ambientazione in 5e sembra una scelta sbagliata.

La risposta, come sempre, è questa: trovate qualcuno che ami "Old Greyhawk" (WOG) e che sia anche un buon designer e lasciate che faccia un ottimo prodotto. C'è molta ostilità innata verso i nuovi prodotti Greyhawk perché, ad essere onesti, c'è una lunga storia di schifezze fatte (dal punto di vista della Vecchia Guardia), con l’aggiunta del prodotto più mal concepito e peggiore di sempre (WG7) nell'era TSR.

Ma, parlando per me, mi piacerebbe vedere un "Greyhawk aggiornato" che accentui le differenze dell'ambientazione (rispetto ad altre) e enfatizzi davvero gli aspetti tipici di Greyhawk come lo “sword & sorcery” e gli avventurieri che agiscono per soldi e non per missioni eroiche.

Comunque, questa è la mia storia. Siete liberi di intervenire - i commenti servono a quello.

 

 

18 Comments


Recommended Comments

Ciao,

Quote

Invece, era una serie di parodie. Brutte battute. Sembrava, a molte persone dell'epoca (io ero uno di loro), che questo non fosse niente di più che l’ultimo sforzo della TSR per screditare Gygax. Trasformava la sua creazione più mitica in uno scherzo.

Non ho capito bene questa parte. Se hai tempo potresti approfondire, magari con qualche esempio? Sono molto curioso

Link to comment
3 ore fa, Bille Boo ha scritto:

Ciao,

Cita

Invece, era una serie di parodie. Brutte battute. Sembrava, a molte persone dell'epoca (io ero uno di loro), che questo non fosse niente di più che l’ultimo sforzo della TSR per screditare Gygax. Trasformava la sua creazione più mitica in uno scherzo.

Non ho capito bene questa parte. Se hai tempo potresti approfondire, magari con qualche esempio? Sono molto curioso

Non ne sò molto (eufemismo per dire che non ne sò niente! 🤣), ma ad occhio e croce direi che l'immagine postata nell'articolo dice tutto:

gh-wg7.jpg

Non sò tu, ma a me mostri del genere, più che far paura, fanno ridere...

 

P.S.: comunque l'articolo non è di Aza, ma di Snarf Zagyg (su EnWorld); Aza si è limitato a tradurlo.

  • Like 1
Link to comment
  • Administrators
3 ore fa, Bille Boo ha scritto:

Ciao,

Non ho capito bene questa parte. Se hai tempo potresti approfondire, magari con qualche esempio? Sono molto curioso

Il manuale in oggetto contiene 12 livelli ognuno dei quali creati da un autore decisamente famoso all'epoca. Tra questi Rick Swan, John Terra, John Nephew e l'attuale produttore esecutivo di D&D Ray Winninger.

Ti cito l'inizio un qualche livello preso un po' a caso:

Cita

The adventure begins at the entrance to the Temple of Really Bad Dead Things. While descending the staircase the party will have to wade through parchment sheafs of errata and addenda from the previous level. The stairway soon clears.
[...]
The Temple is dedicated to the god Genericus Brant the Universally Bland. At one time Genericus was worshiped by a medium-sized horde of average followers, served by a bunch of undistinguished Priests of the Mediocre. all of whom served under the Faceless One, who was renowned for his bottomless barrel of cliches. 

 

Cita

In this level of the Greyhawk Dungeon, the intrepid adventurers find themselves in the midst of a covert war between Colonel Sandpaper and King Burger. The situation may be summarized as follows: 
Colonel Sandpaper has been using his terroristic cockatrice minions (available in extra crispy as well as traditional recipe) to make sandstone statues of innocent passers-by. These are then ground up and made into sandpaper. The sandpaper is then diverted to supply the Countertop Rebels, who are struggling against the autocratic regime of King Burger by wearing away at his Profits. 

Ah e lasciamo perdere che in un livello c'è un B-52 (si un bombardiere) messo li a caso...

Ora la cosa è voluta o semplicemente un prodotto riuscito male e non capito?

Visto il periodo storico e l'acredine che si era creata tra il management della TSR e Gygax, l'opinione più diffusa è che fosse un tentativo di screditare e rovinare quello fatto da Gygax.

  • Like 1
  • Thanks 1
  • Sad 1
Link to comment
13 ore fa, aza ha scritto:
Cita

The adventure begins at the entrance to the Temple of Really Bad Dead Things. While descending the staircase the party will have to wade through parchment sheafs of errata and addenda from the previous level. The stairway soon clears.
[...]
The Temple is dedicated to the god Genericus Brant the Universally Bland. At one time Genericus was worshiped by a medium-sized horde of average followers, served by a bunch of undistinguished Priests of the Mediocre. all of whom served under the Faceless One, who was renowned for his bottomless barrel of cliches. 

 

Cita

In this level of the Greyhawk Dungeon, the intrepid adventurers find themselves in the midst of a covert war between Colonel Sandpaper and King Burger. The situation may be summarized as follows: 
Colonel Sandpaper has been using his terroristic cockatrice minions (available in extra crispy as well as traditional recipe) to make sandstone statues of innocent passers-by. These are then ground up and made into sandpaper. The sandpaper is then diverted to supply the Countertop Rebels, who are struggling against the autocratic regime of King Burger by wearing away at his Profits. 

Cielo, è persino peggio di quanto immaginassi! 🤮

Link to comment

Possibile che siano entrambe le cose e cioè sia la volontà di screditare Gygax e dall'altra una enorme incompetenza di ch ha scritto il modulo.

Perchè è il gruppo e il DM che giocano che devono estrapolare gag e cose divertenti e anche bizzarre e/o comiche, ma non è il modulo che deve farlo.

Chi ha scritto quei testi non può che essere in massima parte incompetente. Perchè anche allora scrivevano i moduli per vendere non per fare beneficenza, per cui credo che il fattore anti Gygax fosse il fattore minore.

 

Link to comment
2 minuti fa, neurone ha scritto:

Perchè anche allora scrivevano i moduli per vendere non per fare beneficenza, per cui credo che il fattore anti Gygax fosse il fattore minore

No. Soprattutto se devi affossare un prodotto per lanciarne un altro.

In campo economico commerciale ci sono tanti esempi del classico "compro l'azienda concorrente e la chiudo".

Link to comment

Dopo i danni che hanno fatto e continuano a fare ai FR e a Ravenloft davvero c'è qualcuno della vecchia guardia che spera che la WOTC prenda in mano altre ambientazioni TSR? Le uniche che potrebbero uscire in maniera decente sono quelle in linea con lo spirito High Magic che la WOTC ha imposto su D&D, ovvero Planescape e Spelljammer. Ma quelle più low magic e medievali come Greyhawk ne uscirebbero sfigurate.

  • Like 2
Link to comment

Oh boy quanti ricordi. Interessante lettura senza dubbio. Bravo. Ricordo con nostalgia giocare nelle Flannes 20 e passa anni fa (e il pastrocchio geografico che GR potesse essere a causa della natura casareccia e modulare dell'ambientazione. Che bei tempi lol.) Il nome Iuz vi dice qualcosa? Era ovunque ahah!

Onestamente, non penso che ci servano nuove versioni di vecchie ambientazioni (tranne se non si trattasse di Planscape tbh) e che le ambientazioni homebrew siano moooolto più interessanti ma posso capire come i vecchi fan, come te, possano desiderare un aggiornamento. Spero non faccino un pastrocchio come la TSR ma una bella ambientazione, almeno in omaggio a Gygax e ai vecchi veterani di DnD.

Link to comment
23 ore fa, aza ha scritto:

Il manuale in oggetto contiene 12 livelli ognuno dei quali creati da un autore decisamente famoso all'epoca. Tra questi Rick Swan, John Terra, John Nephew e l'attuale produttore esecutivo di D&D Ray Winninger.

Ti cito l'inizio un qualche livello preso un po' a caso:

 

Ah e lasciamo perdere che in un livello c'è un B-52 (si un bombardiere) messo li a caso...

Ora la cosa è voluta o semplicemente un prodotto riuscito male e non capito?

Visto il periodo storico e l'acredine che si era creata tra il management della TSR e Gygax, l'opinione più diffusa è che fosse un tentativo di screditare e rovinare quello fatto da Gygax.

Non posso credere che abbiano messo in vendita questa monnezza facendola pagare ai clienti.

  • Like 1
Link to comment
  • Administrators
16 ore fa, Grimorio ha scritto:

Le uniche che potrebbero uscire in maniera decente sono quelle in linea con lo spirito High Magic che la WOTC ha imposto su D&D, ovvero Planescape e Spelljammer.

 

14 ore fa, AngoloDelGdR ha scritto:

non penso che ci servano nuove versioni di vecchie ambientazioni (tranne se non si trattasse di Planscape tbh)

Premesso che ritengo Planescape l'ambientazione più originale creata dalla TSR e perfettamente integrata a quello che è D&D, penso che in questo momento storico sia l'ambientazione che rischia maggiormente lo snaturamento.

La cosmologia della grande ruota, in particolare i piani esterni, sono plasmati dagli allineamenti di D&D. Le forze che li formano e li guidano sono forze contrapposte: bene-male, legge-caos.
Gli abitanti nativi di quei piani SONO l'allineamento del piano, siano essi umanoidi o meno. Vista la tendenza attuale non oso immaginare come verrebbero "snaturati".

 

  • Like 4
Link to comment
2 hours ago, aza said:

 

Premesso che ritengo Planescape l'ambientazione più originale creata dalla TSR e perfettamente integrata a quello che è D&D, penso che in questo momento storico sia l'ambientazione che rischia maggiormente lo snaturamento.

La cosmologia della grande ruota, in particolare i piani esterni, sono plasmati dagli allineamenti di D&D. Le forze che li formano e li guidano sono forze contrapposte: bene-male, legge-caos.
Gli abitanti nativi di quei piani SONO l'allineamento del piano, siano essi umanoidi o meno. Vista la tendenza attuale non oso immaginare come verrebbero "snaturati".

 

Verissimo. Ho letto compendi che la convertono da 2e a 5e ma si sente la discrepanza (sopratutto dopo aver rigiocato planescape torment un mese fa) e non oso immaginare cosa gli combinerebbero quest'oggi. Forse potrebbero svilupparla come un multiveso completamente indipendente e distaccato dagli altri ma capisco come potrebbe confondere non pochi DM o giocatori. Inoltre, essendo Sigil e dintorni così particolarmente noir (più sword & sorcery che si può) e diversa dal solito, planescape è un'ambientazione che potrebbe non essere sempre appetibile per il giocatore o DM medio (idem per alcuni sistemi o generi come ad esempio Cthulhu dove hai bisogno di una certa categoria di giocatori per costruire una narrativa centrata sull'orrore.) cmq, per tornare in topic, mi fa piacere che si stia rivalutando GH (data che è stata la mia prima ambientazione di sempre) e sarebbe fantastico per riparare, almeno in parte, cosa la TSR fece a Gygax ma non so se qualcuno, a parte che per nostalgici come noi, la preferirebbe ad una della tante ambientazioni già disponibili

Link to comment
12 ore fa, aza ha scritto:

Vista la tendenza attuale non oso immaginare come verrebbero "snaturati"

Mi vengono i brividi pensando all'impatto del mainstream americano di oggi su Planescape. Già gli effetti su Ravenloft sono drammatici.

WotC è troppo in vista per poterne essere immune, memtre produzioni di livello ma più defilate, come Lankhmar di Goodman Games, riescono a mantenere il tono appropriato alla fonte e associato allo sword and sorcery.

La cessione a terzi, anche con accordi complessi come quello per Alternity, potrebbe salvaguardare GH meglio di una riedizione diretta.

 

  • Like 1
Link to comment
14 ore fa, Dracomilan ha scritto:

Mi vengono i brividi pensando all'impatto del mainstream americano di oggi su Planescape. Già gli effetti su Ravenloft sono drammatici.

WotC è troppo in vista per poterne essere immune, memtre produzioni di livello ma più defilate, come Lankhmar di Goodman Games, riescono a mantenere il tono appropriato alla fonte e associato allo sword and sorcery.

La cessione a terzi, anche con accordi complessi come quello per Alternity, potrebbe salvaguardare GH meglio di una riedizione diretta.

 

Scusa cosa intenti per gli effetti devastanti di Ravenloft? è diventato mainstream, roba da bambinetti brufolosetti? ma non dovrebbe essere horror? L'artwork mi sembra non adeguato all'horror per quello che ho potuto vedere.

Ma se hai tempo spiega oppure se puoi mettere qualche link in modo che possa informarmi, son curioso. Grazie

Link to comment

io invece vorrei lasciarvi questa riflessione.

già la tsr all'epoca ha messo da parte GH per i motivi che sappiamo.

poi arriva la wizard e dopo ben 3 edizioni, non sono ancora riusciti a dare un taglio netto con GH.

mi spiego: gli incantesimi hanno ancora nomi di personaggi di GH e su 4 libri con nome per la quinta edizione, ben DUE sono intitolati a personaggi di GH.

ma GH continua a restare sotto al tappeto. io non comprendo come sia possibile questa specie di "limbo" in cui da una parte GH sembra essere ancora l'ambientazione base, mentre dall'altra si continua a spingere qualsiasi altra ambientazione tranne GH. se la wizard vuole eliminare GH ma che lo faccia una volta per tutte. che lo releghi pure ad ambientazione per grognard come mystara, non ci vedo niente di male. se invece vuole continuare (come spero) ad usare i nomi storici, ma che facciano finalmente un nuovo manuale. questa situazione di incertezza però non la capisco.

ma poi ai 20enni di oggi non viene la curiosità di scoprire chi sono e da dove saltano fuori i vari Bigby, Tenser, Tasha eccetera?

possibile che sia normale per i ragazzi di oggi leggere dei nomi sul manuale del giocatore (e non solo) e accettare di non ritrovarli in nessuna avventura o manuale d'ambientazione?

vi lascio anche una birretta che comincia a far caldo 🍺

  • Haha 1
Link to comment
1 ora fa, neurone ha scritto:

Ma se hai tempo spiega oppure se puoi mettere qualche link in modo che possa informarmi, son curioso. Grazie

http://www.5mwd.com/archives/6628

Direi che questa è una recensione equilibrata. Non eccederei per non andare fuori tema.

 

 

Link to comment
1 ora fa, cultistapazzo ha scritto:

io invece vorrei lasciarvi questa riflessione.

già la tsr all'epoca ha messo da parte GH per i motivi che sappiamo.

poi arriva la wizard e dopo ben 3 edizioni, non sono ancora riusciti a dare un taglio netto con GH.

mi spiego: gli incantesimi hanno ancora nomi di personaggi di GH e su 4 libri con nome per la quinta edizione, ben DUE sono intitolati a personaggi di GH.

ma GH continua a restare sotto al tappeto. io non comprendo come sia possibile questa specie di "limbo" in cui da una parte GH sembra essere ancora l'ambientazione base, mentre dall'altra si continua a spingere qualsiasi altra ambientazione tranne GH. se la wizard vuole eliminare GH ma che lo faccia una volta per tutte. che lo releghi pure ad ambientazione per grognard come mystara, non ci vedo niente di male. se invece vuole continuare (come spero) ad usare i nomi storici, ma che facciano finalmente un nuovo manuale. questa situazione di incertezza però non la capisco.

ma poi ai 20enni di oggi non viene la curiosità di scoprire chi sono e da dove saltano fuori i vari Bigby, Tenser, Tasha eccetera?

possibile che sia normale per i ragazzi di oggi leggere dei nomi sul manuale del giocatore (e non solo) e accettare di non ritrovarli in nessuna avventura o manuale d'ambientazione?

vi lascio anche una birretta che comincia a far caldo 🍺

A mio avviso la maggioranza dell'utenza NON si cura di questi dettagli e i grognards sono sempre di meno.

Insomma: frega veramente a pochi di GH. E più passa il tempo meno fregherà alle nuove generazioni.

 

Per quanto riguarda i nomi dei PNG di GH che sono ancora riportati in Faerun la cosa mi piace molto, è un legame con il passato forte.

 

Alcuni poi come Mordenkainen puoi pure incontrarli nel Faerun, in passato è successo.

 

Sarebbe molto bello avere una ambientazione GH di 5a, però a questo punto non è forse anche abbastanza tardi? Voglio dire che o la fanno uscire subito oppure saremo già a ridosso della 6a edizione di D&D.

 

Molto più probabile che facciano uscire qualcosa di Dragonlance o ancora qualcosa su Drizzt.

 

Se rifacessero una ambientazione GH di 5a, sarebbe molto bello che avesse regole particolari, piu alla AD&D 1a edizione aggiornata alla 5a.

Esempio px per lo più per oro trovato e non per mostri uccisi.

Più politica.

Razza giocante per lo più umana (non lo faranno mai e non capisco perchè, visto che sul pianeta terra siamo tutti umani, non capisco perchè possa essere un problema)

 

Se rifacessero una cosa fatta bene di GH sarebbe un grande omaggio a Gary Gygax e ai fondatori di D&D. Sarebbe una buona cosa.

 

Non trapela molto però sul futuro di D&D, il marketing ora gira così.

Link to comment
Il 27/5/2021 alle 23:56, Dracomilan ha scritto:

Mi vengono i brividi pensando all'impatto del mainstream americano di oggi su Planescape. Già gli effetti su Ravenloft sono drammatici.

 

Spoiler

Dar le fazioni e tutto il resto a creativi che: "Esplorare le piramidi di un gdr fantasy fa brutto/è offensivo/è problematico. Perciò, tra una bufala sui pg nativi di Ravenloft e l'altra, vi rielaboriamo il darklord grande mummia in chiave high fantasy-power ranger (semicitaz di un intervista su Polygon) nella speranza che nessuno si accorga dell'altra illustrazione all'insegna di mummie e mostri egizi e/o si chieda se zombie e golem di carne sono fatti davvero di mattoncini lego e venduti in kit allo shop del necromante legale buono." ?

Altro che i brividi 😄

 

Chiaramente,è risaputo che i ghoul anche in 5e rosicchiano esclusivamente caramelle gommose a forma di coccodrillo nel vuoto cosmico e non hanno nuuuulla a che vedere col folklore e i racconti d'oriente, e il Tarrasque (aka Tarasca) non c'entra con la Provenza, no no...

 

22 ore fa, cultistapazzo ha scritto:

se invece vuole continuare (come spero) ad usare i nomi storici, ma che facciano finalmente un nuovo manuale. questa situazione di incertezza però non la capisco.

Ora come ora penso che al massimo riproporrebbero il modulo Greyhawk Ruins/Expedition to the Ruins of Greyhawk, ma ci credo poco nulla. (ed imho è meglio così, sarebbero capaci di infilarci una versione rivista/contestualizzata di the Amazing Drider Man del megadungeon parodia 😄)

 

Edited by Nyxator
  • Like 1
Link to comment

Il punto è che noi gronard non contiamo più un cavolo, ormai siamo diventati la minoranza. Ci sono 40,000,000 nuovi giocatori giuovani e politicamente corretti. Se rifaranno le ambientazioni classiche lo faranno con dei reboot per accordarsi ai loro gusti, non mantenendole inalterate per seguire i nostri, perché al momento sono loro la fetta di mercato dominante. Quindi rimuovendo tutto ciò che considerano "problematico" (ovvero tutto ciò che non è stato creato l'altro ieri*) e reimmaginando completamente alcuni dei personaggi storici e del lore, ovviamente il tutto condito da articoli faziosi e maligni come quelli di Morrus, Zambrano e Dicebreaker che si appiglieranno ad ogni scusa per scrivere articoli clickbait su quanto fossero problematici e politicamente scorretti Gygax e Greyhawk (solo per poi fare dieci articoli in stecca spiegando per filo e per segno il lore dell'ambientazione nei manuali TSR in modo da generare altri clik).

* Al momento in cui sto finendo di scrivere l'articolo ciò che è stato creato l'altro ieri è già diventato problematico e va cancellato. Ora si può usare solo materiale creato 8 ore fa.

Edited by Grimorio
  • Like 1
  • Thanks 1
  • Haha 3
Link to comment

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.