Jump to content

Eroi o supereroi?


Fenice

Recommended Posts

Girando nella sezione [creazione e sviluppo dei personaggi] ho visto che la maggior parte dei personaggi non ha praticamente nessuna caratteristica sotto il 13.

Cose del tipo (il post è ipotetico):

Ecco il mio PG mago umano di 1º livello:

For 13

Des 17

Cos 16

Int 18

Sag 15

Car 14

Ora, a parte il domandarmi com'è possibile che un numero così sproporzionato di gente abbia tanta fortuna con i dadi, oppure quale metodo assurdo utilizzino i master per far decidere i punteggi di caratteristica, ma mi chiedo, a voi giocatori piace giocare personaggi così supereroici? Personaggi senza difetto alcuno, tutti superforzuti, superagili, superobusti, intelligentissimi, saggissimi e con la stoffa del vero leader?

A me sinceramente piacciono di più personaggi con qualità e deficienze diverse, come le persone reali. È vero che il Manuale del Giocatore dice che i personaggi sono al di sopra della media, ma io avevo sempre interpretato questa frase nel senso che nelle caratteristiche in cui sono bravi hanno punteggi molto alti, non che sono supereroi sotto qualsiasi aspetto li si voglia guardare.

Link to comment
Share on other sites


Girando nella sezione [creazione e sviluppo dei personaggi] ho visto che la maggior parte dei personaggi non ha praticamente nessuna caratteristica sotto il 13.

Cose del tipo (il post è ipotetico):

Ora, a parte il domandarmi com'è possibile che un numero così sproporzionato di gente abbia tanta fortuna con i dadi, oppure quale metodo assurdo utilizzino i master per far decidere i punteggi di caratteristica, ma mi chiedo, a voi giocatori piace giocare personaggi così supereroici? Personaggi senza difetto alcuno, tutti superforzuti, superagili, superobusti, intelligentissimi, saggissimi e con la stoffa del vero leader?

A me sinceramente piacciono di più personaggi con qualità e deficienze diverse, come le persone reali. È vero che il Manuale del Giocatore dice che i personaggi sono al di sopra della media, ma io avevo sempre interpretato questa frase nel senso che nelle caratteristiche in cui sono bravi hanno punteggi molto alti, non che sono supereroi sotto qualsiasi aspetto li si voglia guardare.

io avevo un barbaro con car 6 e sag 8.:lol::lol::lol:

uno spasso da giocare.

per ora come dm ho sempre fatto tirar ei dadi.

dalla prossima campagna inizierò a usare il metodo dle point buy sistem con 28 da spendere in modo da aver pg equilibrati e non assurdi

a me piacciono da matti i difetti dei pg, sono quelli che li caratterizzano veramente.

ho sempre odiato guerrieri, come li chiamo io, "stile aragorn" senz amacchia o paura e eccellenti in tutti

è molto più bello interpretare dei difetti, imho.

Link to comment
Share on other sites

Problema vecchio come il mondo (per lo meno vecchio come Faerun :-D), quello dei giocatori "esagerati".

Potremmo parlarne per ore e ore, oppure giungere subito a quella che (IMHO) è l'unica affermazione sensata per concludere la questione: D&D è un gioco, e i giochi sono fatti perché le persone si possano svagare; non esistono un buon modo e un cattivo modo per giocare a D&D, l'importante è che ciascuno si diverta come meglio crede, sempre senza ledere il diritto al gioco delle altre persone.

In altre parole: finché uno si diverte così e lo fa con un gruppo di persone che si divertono alle stesse condizioni, o comunque tollerano la cosa, ben venga. Chi siamo noi per giudicare il divertimento degli altri, quando questo non è immorale o illegale?

Link to comment
Share on other sites

In altre parole: finché uno si diverte così e lo fa con un gruppo di persone che si divertono alle stesse condizioni, o comunque tollerano la cosa, ben venga. Chi siamo noi per giudicare il divertimento degli altri?

Questa è la base di ogni mia considerazione ludica.

Link to comment
Share on other sites

Problema vecchio come il mondo (per lo meno vecchio come Faerun :-D), quello dei giocatori "esagerati".

Potremmo parlarne per ore e ore, oppure giungere subito a quella che (IMHO) è l'unica affermazione sensata per concludere la questione: D&D è un gioco, e i giochi sono fatti perché le persone si possano svagare; non esistono un buon modo e un cattivo modo per giocare a D&D, l'importante è che ciascuno si diverta come meglio crede, sempre senza ledere il diritto al gioco delle altre persone.

In altre parole: finché uno si diverte così e lo fa con un gruppo di persone che si divertono alle stesse condizioni, o comunque tollerano la cosa, ben venga. Chi siamo noi per giudicare il divertimento degli altri, quando questo non è immorale o illegale?

Aerys, la mia non era una battaglia moralistica, la mia domanda era semplicemente "A voi giocatori piace giocare personaggi così supereroici?" (a cui segue la mia personale risposta) e possibilmente se sì perché.

Link to comment
Share on other sites

Puntualizzo prima di tutto che finché la gente si diverte a me va bene, per cui pur utilizzando personalemnte altri metodi, non ho alcuna critica da fare a chi preferisce questo approccio.

Sono però curioso (pura curiosità, davvero) di sapere come fanno a venire fuori con tanta frequenza punteggi tanto alti :mrgreen:

L'unica maniera che mi viene in mente è il PBS con più punti, ma chissà, magari ci sono modi più originali. ;-)

Link to comment
Share on other sites

bhe... anche io una volta ho avuto **** con i dadi, tirando su un druido....

Punteggi ottenuti, in ordine:

18

16

16

14

12

12

che sono diventati, essendo uno druido gnomo:

10

12

20

16

16

14

io, francamente, mi sto divertendo come un idiota a ruolarlo... e a vedere la faccia del barbaro quando vede che ha meno hp di me XD

Link to comment
Share on other sites

Io sono diventato famoso nel mio gruppo (quando faccio il pg) di creare sempre personaggi molto caratterizzati psicologicamente ma che sono delle vere schiappe nei combattimenti. Pur tuttavia credo di essermi sempre divertito più di loro che puntavano solo a creare combinazioni di classi e talenti per rendere il loro pg un "superuomo". Aggiungo anche che quando creo un pg (noi li facciamo coi tiri di dado) spero sempre che mi venga almeno un risultato molto basso per metterlo in una caratteristica e interpretarla di conseguenza.

Comunque sul discorso dei tiri alti non mi meraviglio minimamente. Mi fa pensare a un episodio di quando ero al liceo: l'astuccio che usavo per scuola era lo stesso che usavo per le sessioni e spesso succedeva che mi dimenticassi dentro i dadi, c'era una mia amica (non giocatrice) che sapeva che giocavo a D&D e visto che le piacevano i dadi capitava spesso che prendesse il D20 e facesse dei tiri a caso. Non dimentichero mai la serie di risultati che faceva sempre: 20 20 19 20 18 20 :banghead::banghead::banghead:

Una cosa ho imparato da questi giochi: che la matematica è soggettiva e che il "calcolo delle probabilità" è solo una favola per bambini:lol::lol::lol:

Link to comment
Share on other sites

Ribatto alla "domanda" di Fenice con un'altra domanda...

Che male c'è a fare i supereroi?

Secondo me nessuno.... a patto di divertirsi tutti (e per tutti intendo tu e tutti quelli che sono attorno ad un tavolo assieme a te)...

:bye:

Quindi un piccolo commento su questi due posts (ho ptreso questi, ma il commento in effetti è più sul point-buy-system piuttosto che sui due post in se)....

in effetti, per quello il sistema migliore è quello a punti, si fanno scele molto più bilanciate, per esempio i classici 20 punti per le caratteristiche.

Che bello così Aerys non ha il PG più forte del mio!

E se lo avesse? che male ci sarebbe? nessuno... secondo me il point buy è una cosa da "bambini" per impedire alla fortuna di privilegiare un giocatore piuttosto cheun altro....

Infatti noi molto raramente utilizziamo i tiri di dado per costruire i pg.

Point buy system > * Bilanciato e uguale per tutti.

Ma non è che così tutti i PG saranno uguali?

E poi...

dato che D&D non è bilanciato... al mago basta l'intelligenza... al ladro serve un po' di tutto al monaco ed al paladino serve praticamente tutto (parlado di punteggi alti di caratteristica).... col point buy si openalizzano le classi che hanno richieste maggiori e che, IMHO, con i loro poteri NON bilanciano una classe "semplice" come il mago o il chierico... ;-)

Se poi ci tiriamo in mezzo CDP varie... la cosa peggiora ancora... :banghead:

:bye:

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Per quanto mi riguarda le pagine del monaco e del paladino del PHI non esistono, quindi non sussiste il problema.

In ogni caso con un pb da 32 anche un paladino è giocabile.

Il point buy system è molto più bilanciato nel senso che tutti avranno pg con le stesse forze. Con i dadi potenzialmente a uno potrebbero uscire tutti 18 e ad un altro tutti 14. La classe giocata non ha molta importanza.

E no, non escono pg tutti uguali, a meno che non siano pg con la stessa classe e progressione.

Link to comment
Share on other sites

Ribatto alla "domanda" di Fenice con un'altra domanda...

Che male c'è a fare i supereroi?

Secondo me nessuno.... a patto di divertirsi tutti (e per tutti intendo tu e tutti quelli che sono attorno ad un tavolo assieme a te)...

:bye:

Allora, supponendo che esistano due stili di gioco, il pp e il gioco di interpretazione:

- Se a uno piace l'interpretazione, allora credo che avrà maggior piacere a giocare personaggi "reali", con pregi e difetti.

- Se a uno piace il pp, allora sarà sempre teso ad avere il PG più forte, quindi il tiro casuale dei dadi non ha altro effetto che rendere infelice il giocatore sfortunato in questo tiro di dadi e infantilmente felice il giocatore che invece ottiene buoni punteggi. Insomma, se tutti hanno c**o, allora si ottenevano gli stessi risultati con un sistema di assegnazione a punti in cui si concedano tanti punti, in caso contrario si finirà per rovinare il divertimento a qualcuno.

Che bello così Aerys non ha il PG più forte del mio!

E se lo avesse? che male ci sarebbe? nessuno... secondo me il point buy è una cosa da "bambini" per impedire alla fortuna di privilegiare un giocatore piuttosto cheun altro....

Come sopra, se uno gioca per il gusto del pp, evidentemente la cosa ha la sua importanza.

Ma non è che così tutti i PG saranno uguali?

Visto che ognuno può assegnare i punti come vuole, mi sembra improbabile.

E poi...

dato che D&D non è bilanciato... al mago basta l'intelligenza... al ladro serve un po' di tutto al monaco ed al paladino serve praticamente tutto (parlado di punteggi alti di caratteristica).... col point buy si openalizzano le classi che hanno richieste maggiori e che, IMHO, con i loro poteri NON bilanciano una classe "semplice" come il mago o il chierico... ;-)

Perché, se invece il mago ottiene sei 18 e il monaco 13, 12, 12, 9, 8 e 6 il tirare i dadi è stato di qualche utilità per il secondo?

Comunque, questa discussione NON è per discutere se è meglio il tirare le caratteristiche casualmente o usare il sistema a punti, oppure se è meglio l'interpretazione o il pp (quindi pregherei di evitare frasi stile "Ma che male c'è????"), la domanda è su che tipo di personaggi si preferisce interpretare, se con punteggi di caratteristica alti e bassi o solo alti.

Link to comment
Share on other sites

Con 13 12 12 9 8 6 si rilanciano i dadi... ci vuole almeno un 15 e la somma di tutti i bonus e malus deve essere minimo +1...

Io preferisco giocare le statistiche casuali... Se vengono basse sono un'ulteriore sfida alla mia abilità di giocatore e alla mia capacità di combattimento...

Ricordo ancora il mio grr con for 15 des 11 cos 12 int 10 sag 8 car 9 ^^

Peccato che morì con tutto il gruppo... Credo che quella volta il master abbia calcolato male il GS con quell'ululatore avanzato...

Link to comment
Share on other sites

Scusate eh, ma si parla sempre di sbilanciamento classi e cose del genere e poi mi venite a dire che le stats hanno poca importanza?

Non è questione di PP o meno lol, e' questione di costruire pg bilanciati e gestibili più facilmente per il master. Con 28 o 32 bp avrai al massimo due statistiche a 16 e un paio a 14, lasiandone 2 a 8. Così noi giochiamo in generale.

I tiri di dado non sono controllabili, quindi potresti avere nel party dei pg ultra scarsi assieme a dei pg ultra forti specialmente a bassi livelli.

Il pb system mi piace perchè le caratteristiche le do come voglio io, perchè il personaggio lo sto creando io. E soprattutto non possono veneri fuori i personaggi "supereroi" denunciati nel topic.

Link to comment
Share on other sites

Guest DeathFromAbove

Sto in mezzo all'uragano hanna o come si chiama a NY Newark... in attesa di partire alle 22:00 locali :confused:

beh, diciamo che il problema non e' tanto le caratteristiche di partenza, ma tutto il resto.

Essere superforti, superagili, etc., non crea un super erore.

Il problema sono i 200 PF, i TS infallibili, CA ridoclarmente alte ed oggetti magici da comics.

Il problema e' il contorno. Un PG con caratteristiche molto alte e' un superuomo.

Un PG ridicolarmente sbilanciato, che non incorre mai in pericoli, e' un supereroe.

Spoiler:  

Giocando ad ars magica (che ha un sistema per tirare caratteristiche tutto suo) un PG e' uscito veramente mostruoso.

Sono molto rigido sui tiri, ed amo profondamente i giochi violenti e brutali, ma questo PG era "uscito" dal controllo :-o

beh, alla fine risultava facilitato in alcune situazioni (quasi tutte) rispetto ai restanti giocatori, ma questo non cambiava le cose.

Incontri impegnativi, trappole difficili, incatesimi potenti, rischiavano di trucidare il superuomo tanto quanto l'erore "medio".

Link to comment
Share on other sites

I pg creati col lancio dei dadi presentano una serie di difetti non trascurabili:

- la possibilità che escano risultati pesantemente sbilanciati. Se si trattasse di pochi punti sarebbe un fattore di variabilità tollerabile ed interessante, ma l'alea è piuttosto elevata.

- lo sbilanciamento eccessivo può provocare, oltre a piccoli attriti fra i giocatori, anche una difficoltà di gestione non indifferente per il master, che si troverà a dover presentare sfide strettamente ad hoc.

- affidare il settaggio delle caratteristiche al puro tiro di dado fa venir meno l'essenza stessa del gioco di ruolo: ossia creare un personaggio che risponda all'immagine che io ho di lui nella mia fantasia. Sono io che devo decidere come sarà il mio personaggio, non un dado.

Rispondendo quindi alla domanda originaria posta da Fenice:

Io e il mio gruppo siamo sempre stati concordi nel giocare personaggi molto "umani". Con pregi, anche grandi, ma con difetti altrettanto grandi.

Tutto quando espresso sopra è la mia modestissima opinione di signor nessuno, non lapidatemi solo perchè lo espressa senza mezzi termini ;)

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...