Jump to content

Consigli e pareri per la creazione di uno stregone


-Feanor-

Recommended Posts

Buonasera,

Come da titolo vi scrivo per chiedervi aiuto riguardo un prossimo PG che mi piacerebbe giocare, appunto, uno stregone.

Ora, ho due dubbi sulla razza e due sull'origine.

Il mio gruppo gioca con i 3 manuali base più, da poco, xanathar e tasha (i dubbi nascono proprio da queste aggiunte, altrimenti credo avrei optato per un mezzelfo origine draconica).

- razza: 1) umano variante, per prendere già dal primo livello il talento della metamagia per aggiungere punti stregoneria e per raddoppiare (almeno per i primi livelli) le opzioni di metamagia.          2) drow, per alcuni tratti "magici" della razza, per i modificatori e soprattutto per il flavour che potrebbe avere il PG (dico potrebbe perché non ho mai giocato un drow ma li trovo affascinanti)

- origine: 1) divina, la possibilità di lanciare dalla lista del chierico mi intriga, sia dal punto di vista delle meccaniche sia per l'aspetto caratterizzazione. 2) aberrante, trovo molto interessante l'aspetto psionico di questa sottoclasse, mi sembra dia dei buoni privilegi e soprattutto gli incantesimi aggiuntivi mi sembrano un bonus assurdo, essendo un grosso limite dello stregone gli incantesimi conosciuti. 

 

Mi sono un po' dilungato ma così ho fatto un quadro generale della situazione. 

Grazie a chiunque vorrà dare un consiglio/parere.

Link to comment
Share on other sites

  • Replies 4
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

Entrambe le sottoclassi che hai indicato sono buone. Scegliere una delle due è puramente una questione di gusti... e forse un po' ha a che fare con il resto del gruppo. 

Mi spiego meglio. Può essere una questione di ruoli: se nel party hai già un chierico, lo stregone divino può essere ancora utile, ma rischia di essere ridondante. Può anche essere una faccenda di gimmik: nel party hai un warlock dei grandi antichi, e fare un secondo caster su Carisma con un legame "lovecraftiano" può andare a pestargli i piedi. 

Per la scelta della sottoclasse dovresti confrontarti sia con il party che con il DM. Vai tranquillo comunque, le due sottoclassi sono anche versatili e quindi puoi scegliere quella che vuoi senza inficiare troppo gli equilibri di potere del party. 

Per quanto riguarda la razza, qui è una questione di gusto personale. Se vuoi provare il drow, perché no? Anche qui senti il tuo DM, perché in certe ambientazioni di drow possono avere piccoli problemi a girare liberamente tra le genti civilizzate e buone. Se poi per te il dilemma sta tra l'umano col talento e il drow senza, ti suggerirei di puntare sulla razza che ti piace di più e non su quella che percepisci come "più forte".
Non ho nulla contro l'umano variante, ma se vuoi sceglierlo solo per il talento e sei già attratto da altro, fai altro. Tra parentesi, il talento sulla metamagia all'inizio è utile, ma ad un certo punto scoprirai che avere tante opzioni di metamagia è utile, ma non vitale. Alcune potresti non usarle mai. 
E ricorda che il drow ti fornisce incantesimi extra!

Link to comment
Share on other sites

Se cerchi ottimizzazione, l'umano con il talento di metameria è superiore secondo me. Circa l'origine, non è detto che ci siano sovrapposizioni con eventuali chierici, anzi si potrebbero creare interessanti spunti di gioco. L'unica cosa che posso dirti circa la scelta tra le due origini è che l'anima divina ci fa poco con l'enorme lista delle spell del chierico visti i pochi incantesimi che conosce mentre la mente aberrante è molto più forte conoscendo più incantesimi e potendoli scambiare con altri dalle liste di maghi e warlock. Non c'è storia.

Link to comment
Share on other sites

20 ore fa, Pippomaster92 ha scritto:

Se poi per te il dilemma sta tra l'umano col talento e il drow senza, ti suggerirei di puntare sulla razza che ti piace di più e non su quella che percepisci come "più forte".

Ciao! 

Intanto grazie per il tuo parere.

Sono anche io dell'idea di preferire la caratterizzazione alla "meccanica", essendo però ancora un'idea e nulla di già pronto volevo analizzare più possibilità.

A livello parametrico penso che il top sia il mezzelfo per uno stregone, però appunto volevo provare a valutare altro.

Il "variante" perché il talento già da primo livello penso che sia un bel plus, il drow perché rispetto al mezzelfo (già usato) mi ispirava da provare, con i suoi pregi e difetti

19 ore fa, Lord Danarc ha scritto:

Se cerchi ottimizzazione, l'umano con il talento di metameria è superiore secondo me. Circa l'origine, non è detto che ci siano sovrapposizioni con eventuali chierici, anzi si potrebbero creare interessanti spunti di gioco. L'unica cosa che posso dirti circa la scelta tra le due origini è che l'anima divina ci fa poco con l'enorme lista delle spell del chierico visti i pochi incantesimi che conosce mentre la mente aberrante è molto più forte conoscendo più incantesimi e potendoli scambiare con altri dalle liste di maghi e warlock. Non c'è storia.

Ciao, e grazie!

Anche io trovo che sia molto forte questa meccanica delle origini di tasha che aggiunge (e permette di scambiare!!) degli incantesimi alla misera lista di incantesimi conosciuti dallo stregone. 

Devo dire che ero parecchio convinto su uno stregone origine draconica (magari con mezzelfo o variante e talento adepto elementale), ma queste origini mi stanno facendo riflettere. Pur rimanendo l'origine "sangue di drago" molto allettante per flavour e privilegi

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...