Jump to content

Gestire i livelli di potenza


Lyt

Recommended Posts

Volevo creare questa discussione per aprire un dialogo e sentire le opinioni di tutti, da master a player.

Consideratelo un po' come uno spazio per le vostre opinioniūüėĀ¬†Sono curioso di sapere cosa ne pensate

 

Master, come gestite i livelli di potenza degli png? vi piace creare eroi epici di molti livelli superiori ai pg? o preferite png pari o addirittura inferiori ai pg? Ovviamente so che possono esistere sia contadini senza nessun potere offensivo sia maghi al 20 nella stessa cittadina. Ma volevo sapere come vi piaceva gestirla, anche a seconda di come è strutturata la campagna. Perché ovviamente la situazione cambia al salire di livello dei pg

Player, come vi piace il rapporto con i png? Ammirate dei png molto pi√Ļ forti di voi? o li odiate perche non potete opporvi a loro? Come vi sentite in loro presenza? Pensate di essere molto guidati ad avere a che fare con loro? Di solito preferite png deboli, al vostro livello o superiori a voi?

 

So che non ci sono risposte giuste¬†e inoltre sono stato anche rimasto molto sul vago¬†ma ero curioso di sentire il parere di tutti. Perch√© per la mia esperienza per il momento sono stato master di una campagna con png molto tranquilli (praticamente sempre al pari dei pg)¬†e ora sono player di una campagna dove nelle prime 4 sessioni abbiamo incontrato 5 png epici e atri 3/4 png di livello superiore al nostro (o almeno anno dato l'impressione di esserlo), e basta, non abbiamo incontrato altri combattenti (siamo a livello 5/6).¬†Aggiungo che questi png sono al momento tutti alleati (i villain per ora erano tutti al nostro livello) Con questo non voglio in alcun modo criticare il mio master. Questi png non anno mai combattuto al nostro fianco, ma per il momento si sono limitati ad affidarci ordini pi√Ļ o meno importanti

La attuale campagna è solo al inizio, quindi non so di quanto saliremo di livello, e non so quanti altri png incontreremo

 

Per il momento penso che dei png di alto livello rimangano pi√Ļ impressi in testa, ma che al tempo stesso sminuiscano i player e le loro azioni. Quindi fatemi sapere, cono curioso di sapere che ne pensate e di sentire delle vostre esperienze

Link to comment
Share on other sites

Basso o alto non importa, il problema sono i personaggi di livello molto pi√Ļ alto. Il problema dei personaggi di alto livello √® che rendono ogni pericolo non pi√Ļ spaventoso.

La prima volta che vai in vacanza da solo, senza i tuoi genitori, ti accorgi di un nuovo livello di paura e responsabilità: se sbagli, se ci sarà un problema, nessuno potrà aiutarti. Un bambino non ha nessuna paura nel perdersi nella foresta con il padre, mentre diventa terrorizzante appena scopre di essere solo. Per quanto i personaggi non giocanti eviteranno di aiutare i personaggi giocanti con qualche scusa, la loro stessa presenza ci rassicura, elimina la sensazione di pericolo.

Corollario a questo, ogni missione sembra meno rilevante. Quando il mago di 20 ci dice di andare a recuperare il medaglione dei goblin o il mondo verrà invaso dai demoni, noi sappiamo che lui potrebbe recuperarlo in due round. Anche se il DM avrà pensato una ottima scusa per cui non possa andare, la zuppa deve girare sempre o si attacca al pentolone, si avrà sempre l'impressione di non essere degli avventurieri che vanno a salvare il mondo, ma di star salvando la zuppa del mago. L'immagine mentale che crea non è una in cui siamo i protagonisti, ma una in cui siamo dei bambini a cui il padre ha chiesto di andare a comparare il pane: non perché solo noi avremmo potuto farlo, non perché la profezia ci aveva indicati, ma perché il padre ci vuole tenere occupati mentre guarda la partita, o perché non gli va di prendere la macchina -- ha trovato un parcheggio perfetto proprio sotto casa.

Riprendo l'argomento fatto all'inizio: tutto questo dipende dai livelli di potere relativi nella campagna, e quindi cosa si intenda per alto livello. Parlando di D&D, 2 o 3 livelli in pi√Ļ o in meno non c'√® problema, non si ha l'effetto "bambini e adulti". Se giochi a E6 ad esempio il problema non sussiste: il personaggio pi√Ļ forte del mondo non sar√† forte quanto un gruppo di PG. Magari un gruppo di reclute di primo livello pu√≤ essere guardato dall'alto in basso, ma gi√† dopo le prime missioni un gruppo di terzo livello sar√† una forza rilevante rispetto al PNG pi√Ļ forte del mondo. Ma se si parla invece di differenze di 10 livelli, e quindi di edizioni standard di D&D, questo problema diventa centrale.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Da Master io uso la progressione della demografia eroica risalente ancora ai tempi di AD&D, che ho poi adattato alla mia ambientazione.

Il 75% degli abitanti dell’Alfeimur non ha un livello o capacità degne di nota.

Del restante 25% della popolazione, il 75% è di primo livello.

Livello 0 : 75%
Livello 1 : 18,75%
Livello 2 : 4.25%
Livello 3 : 2.625%
Livello 4 : 1.0625%
Livello 5 : 0.78125%
Livello 6 : 0.390625%
Livello 7 : 0.1953125%
Livello 8 : 0.09765625%
Livello 9: 0.048828125%
Livello 10: 0.0244140625%
Livello 11: 0.01220703125%
Livello 12: 0.006103515625%
Livello 13: 0.0030517578125%
Livello 14: 0.00152587890625%
Livello 15: 0.000762939453125%
Livello 16: 0.0003814697265625%
Livello 17: 0.00019073486328125%
Livello 18: 0.000095367431640625%
Livello 19: 0.0000476837158203125%

In base a questa tabella in un paese di 10.000 abitanti vi √® un singolo PNG di undicesimo¬†livello (il PNG pi√Ļ forte¬†che si pu√≤ incontrare), due di decimo¬†e quattro di nono. Inoltre un PNG di ventesimo livello √® cos√¨ raro da sfidare la sorte (uno ogni dieci milioni di abitanti, ovvero uno in tutta la Regione dell‚ÄôAlfeimur).

Tenendo sott'occhio questa tabella credo di aver evitato che i PG si sentissero irrilevanti, facendo sentir loro d'altro canto che il loro salire di livello aveva un effetto serio sul mondo attorno.

Edited by Dracomilan
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

59 minuti fa, Dracomilan ha scritto:

Da Master io uso la progressione della demografia eroica risalente ancora ai tempi di AD&D, che ho poi adattato alla mia ambientazione.

Il 75% degli abitanti dell’Alfeimur non ha un livello o capacità degne di nota.

Del restante 25% della popolazione, il 75% è di primo livello.

Livello 0 : 75%
Livello 1 : 18,75%
Livello 2 : 4.25%
Livello 3 : 2.625%
Livello 4 : 1.0625%
Livello 5 : 0.78125%
Livello 6 : 0.390625%
Livello 7 : 0.1953125%
Livello 8 : 0.09765625%
Livello 9: 0.048828125%
Livello 10: 0.0244140625%
Livello 11: 0.01220703125%
Livello 12: 0.006103515625%
Livello 13: 0.0030517578125%
Livello 14: 0.00152587890625%
Livello 15: 0.000762939453125%
Livello 16: 0.0003814697265625%
Livello 17: 0.00019073486328125%
Livello 18: 0.000095367431640625%
Livello 19: 0.0000476837158203125%

In base a questa tabella in un paese di 10.000 abitanti vi √® un singolo PNG di undicesimo¬†livello (il PNG pi√Ļ forte¬†che si pu√≤ incontrare), due di decimo¬†e quattro di nono. Inoltre un PNG di ventesimo livello √® cos√¨ raro da sfidare la sorte (uno ogni dieci milioni di abitanti, ovvero uno in tutta la Regione dell‚ÄôAlfeimur).

Tenendo sott'occhio questa tabella credo di aver evitato che i PG si sentissero irrilevanti, facendo sentir loro d'altro canto che il loro salire di livello aveva un effetto serio sul mondo attorno a loro.

Wow, questo è interessante. Mi sembra una buona suddivisione dei livelli, soprattutto per creare una mappa/citta in modo rapido.

Volendo poi uno può modificare le percentuali per adattarle al mondo pensato 

Link to comment
Share on other sites

20 hours ago, Lyt said:

Master, come gestite i livelli di potenza degli png? vi piace creare eroi epici di molti livelli superiori ai pg? o preferite png pari o addirittura inferiori ai pg? Ovviamente so che possono esistere sia contadini senza nessun potere offensivo sia maghi al 20 nella stessa cittadina. Ma volevo sapere come vi piaceva gestirla, anche a seconda di come è strutturata la campagna. Perché ovviamente la situazione cambia al salire di livello dei pg

Dipende dallo scopo del PNG, e dal contesto.

A me piace che il livello conti molto, che modifichi radicalmente il tuo posto nel mondo. Nelle mie campagne:

  • Personaggi di basso livello (approx. 1-4) sono "reclute", apprendisti, gente che non va all'avventura, o comunque vicini alla gente comune.
  • Personaggi di medio-basso livello (approx. 5-9) sono avventurieri veterani, gente importante, famosa a livello locale, con capacit√† davvero non comuni.
  • Personaggi di medio-alto livello (approx. 10-14) sono eroi, con fama e influenza a livello internazionale; gente che travalica la norma da ogni punto di vista, e che inizia a entrare nella leggenda.
  • Personaggi di alto livello (approx. 15+) sono praticamente dei semid√®i, le cui capacit√† sfidano la comprensione, e le cui gesta plasmano il cosmo.

Tutto ciò vale sia per i PG che per i PNG.

 

Non sono contrario a priori al fatto che PG di una certa "fascia" possano incontrare PNG di "fascia" superiore (di quelli di alto livello sentiranno senz'altro parlare anche senza incontrarli... se esistono), ma sto attento a valutare bene lo scopo e le conseguenze di tale incontro, proprio per quello che dici tu stesso, e che dice @bobon123 poco dopo: non bisogna sminuire i PG, né farli sentire irrilevanti o troppo al sicuro.

 

Le rare volte in cui introduco in scena un PNG "potentissimo" cerco, perlopi√Ļ, di renderlo una fonte di problemi pi√Ļ che di risorse.

Per esempio, mi va benissimo che l'archvillain della campagna, o comunque un nemico, sia potentissimo: questo fa sentire i PG pi√Ļ in pericolo e li incoraggia a trovare approcci e soluzioni diversi dalla violenza diretta... almeno finch√© non avranno accumulato abbastanza potere per affrontarlo. In una mia campagna ancora in corso i PG si sono trovati a dover placare un drago nero infuriato perch√© qualcuno gli aveva sottratto un uovo. E s√¨, per me era un PNG a tutti gli effetti (parlante, influente, con una personalit√† individuale e delle motivazioni: non importa che la sua forma non sia umanoide). Ho messo in chiaro la sua superiore potenza in modo plateale: era chiaro che se lo avessero attaccato gli avrebbero fatto appena il solletico. Dopo varie vicissitudini sono riusciti a placarlo, ma √® ancora una presenza minacciosa nel mondo di gioco: spesso la sua ombra torna a lambirli, e probabilmente un giorno, prima o poi, verr√† l'ora del confronto finale.

Un'altra cosa che mi va benissimo, sempre su questa falsariga, √® insierire un PNG molto potente ma i cui scopi e le cui motivazioni non siano in linea con quelli dei PG. Non un nemico, quindi, ma qualcuno che segue una sua strada parallela, che a volte incrocia la loro, in genere causando guai o ripercussioni negative (o almeno "rotture di scatole"). In un'altra mia campagna c'√® una misteriosa strega del deserto, PNG di medio livello, che in un paio di occasioni ha incontrato i PG offrendo il suo aiuto, ma in circostanze tali che non sapevano se potevano fidarsi; √® chiaro che la donna persegue una sua agenda, anzi, quella di qualcuno ancora pi√Ļ potente di lei. I PG non si sentono n√© usati n√© protetti: sono invece attenti, guardinghi, e quando possono cercano di cavarsela da soli perch√© intuiscono che l'aiuto della strega avrebbe un prezzo.

 

In casi pi√Ļ rari mi √® capitato di avere un PNG potentissimo nelle vesti di alleato o quest giver. √ą una cosa che facevo soprattutto in passato e che tendo a fare sempre meno. Dipende molto anche dal gruppo con cui gioco.

Quando uso una figura del genere, tipicamente miro ad ottenere due cose: farne una fonte di ispirazione ("anche noi saremo grandi come lui, un giorno!") e farne uno strumento per evidenziare la grandezza di certe minacce ("è un nemico superiore alle vostre forze... fuggite, schiocchi!" - attenzione, mi sono concesso la citazione perché la tentazione era troppo forte, ma a differenza di Gandalf il mio alleato potentissimo non può e non deve risolvere il super-problema al posto del PG, deve invece ritirarsi anche lui, o soccombere).

La cosa deve comunque essere temporanea: al momento opportuno l'alleato potente deve farsi da parte per qualche motivo, lasciando ai PG campo libero. Può cadere tragicamente, e spingerli alla vendetta o a finire ciò che aveva iniziato. O può avere davvero bisogno del loro aiuto, ad esempio essere imprigionato.

Dipende molto dal tipo di campagna.

 

Edited by Bille Boo
  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

2 hours ago, Bille Boo said:

Dipende dallo scopo del PNG, e dal contesto.

[...]

Dipende molto dal tipo di campagna.

 

Direi che il secondo "dipende" è primitivo al primo: in molte campagne il PG potentissimo non dipende dallo scopo del PNG, non esiste e basta. La differenza sostanziale che guida la nostra divergenza, così come quella sull'uso dell'allineamento, è proprio il tipo di campagna che si assume, o di storia che si racconta. E credo che tu abbia ragione, nel senso che sicuramente il tipo ci campagna che tu assumi è giustamente lo standard da considerare giocando a D&D.

Personaggi che sanno che diventeranno potentissimi, quel feeling che non esistono pericoli insormontabili nel mondo ma solo pericoli che sono insormontabili ora, così come gli allineamenti definiti su assi chiari e la presenza di personaggi non giocanti (e giocanti) potenzialmente onnipotente, sono al centro delle campagne Power Fantasy che sono tipiche di D&D. Io in effetti spesso rispondo pensando a come piace giocare a me, ma effettivamente non è lo standard nel gioco.

Dissenso per√≤ sui riferimenti letterari che citi. Non si pu√≤ parlare di Signore degli Anelli parlando di Power Fantasy. Gandalf come effetto sulla storia √®, al meglio, un mago di 6¬į livello (ed √® un Istari, non un mortale) in un gruppo che spazia tra il 1¬į e il 5¬į-6¬į. Durante il viaggio nessuno cresce evidentemente di livello, gli unici che visibilmente crescono sono gli Hobbit, da cittadini a avventurieri. Aragorn pu√≤ sconfiggere qualche Uruk-hai, ma deve scappare quando ne arrivano un gruppo sostenuto (e Boromir ci lascia le penne per tre frecce).

Il Power Fantasy è creato da D&D e poi parzialmente catturato dalle storie che si ispirano a D&D (Dragonlance, FR, che fanno un pessimo lavoro nel cercare di adattare al genere Power Fantasy i temi Fantasy tradizionali), per poi essere effettivamente colto quando si abbandonano completamente i temi fantasy, soprattutto in Light Novel asiatiche e shonen manga stile Dragonball. I riferimenti letterari di una campagna Power Fantasy è Solo Leveling, non il Signore degli Anelli. Se si provano a ricreare le atmosfere del Signore degli Anelli con una campagna che abbracci lo stile Power Fantasy, l'effetto è pessimo perché mancano i driver principali, meccanicamente non esistono.

Nella letteratura Fantasy tradizionale ci sono cose difficili e facili, sia in termini assoluti sia in termini relativi: viaggiare per Mordor è visto come difficile in termini assoluti, non relativi. Nel Power Fantasy non esiste invece niente di assoluto, è tutto relativo. Il fiocco rosso è forte nella prima serie di Dragonball, ma spalla comica nella seconda. Questi sono i riferimenti a cui si deve guardare. Goku pensa ed esiste in un Power Fantasy: arriva Freezer, è relativamente troppo forte per lui, e decide di andarsi ad allenare. Frodo non pensa mai: "Ok, dobbiamo distruggere l'anello... viaggiare per Mordor ora è troppo difficile, siamo solo di primo livello... facciamo qualche side quest, alleniamoci, e poi andiamo."

  • Like 2
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

6 ore fa, Lyt ha scritto:

Volendo poi uno può modificare le percentuali per adattarle al mondo pensato 

Assolutamente.

In un mondo high fantasy come i moderni Forgotten Realms le percentuali possono essere raddoppiate ūüėȬ†mentre per mondi come Greyhawk e Dragonlance pu√≤ essere usata la tabella di High Level campaigns (che si trova qua, le percentuali sono pi√Ļ alte rispetto alle mie di un 30%, il rapporto 1-ogni-milione si raggiunge al 18^ livello)

Edited by Dracomilan
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Dracomilan ha scritto:

In un mondo high fantasy come i moderni Forgotten Realms le percentuali possono essere raddoppiate ūüėȬ†mentre per mondi come Greyhawk e Dragonlance pu√≤ essere usata la tabella di High Level campaigns (che si trova qua, le percentuali sono pi√Ļ alte rispetto alle mie di un 30%, il rapporto 1-ogni-milione si raggiunge al 18^ livello)

Per la mia prossima campagna penso far√≤ qualcosa di un p√≤ pi√Ļ basso. Magari tra il 30% e il 50% in meno. Ma √® davvero un ottimo modo per rendersi conto quando si esagera (o quando si sminuisce troppo)

Link to comment
Share on other sites

@bobon123, non volevo dire (e non ho mai pensato) che Il Signore degli Anelli fosse un prototipo di una tipica campagna di D&D, né che ospitasse al suo interno tutte e quattro le macro-categorie di livello-potenza che ho menzionato, né che Gandalf fosse un semidio nel senso di un PNG di livello alto (ok, tecnicamente è una sorta di semidio, ma con capacità effettive non molto superiori ai mortali, come giustamente dici tu).

Mi √® chiaro che il mondo de Il Signore degli Anelli, in termini di D&D, √® un mondo che si ferma al 5¬į livello a parte pochissime eccezioni.

Forse non è chiaro a chi ha letto il mio commento quindi ti ringrazio della precisazione. Ci tengo a ribadire a tutti che in quella citazione di Gandalf che ho fatto, che peraltro riconoscevo subito dopo come impropria, mi riferivo al ruolo di Gandalf nella trama e non volevo con questo sostenere che avesse un certo "livello" (in termini di D&D) piuttosto che un altro.

Già che ci sono faccio un'altra precisazione: tutto quello che ho detto nel mio commento precedente non era altro che il racconto personale e soggettivo di quello che faccio io solitamente nelle mie campagne (solitamente perché non sono tutte uguali). L'ho raccontato perché il thread era strutturato esplicitamente per chiedere esperienze personali. Non c'è niente in ciò che ho detto che pretendesse di avere valenza generale.

Uno degli aspetti positivi, secondo me, di D&D √® che permette di spaziare in tutta quella gamma amplissima di "livelli di potere" che ho abbozzato, ma non √® obbligatorio includerla tutta contemporaneamente in una campagna o in un mondo di gioco. Anzi, spesso, se si cerca una certa esperienza di gioco (tipica di una certa "fascia") preferendola a tutte le altre, √® bene concentrarsi solo su quei livelli l√¨ ed escludere gli altri. Se si vuole un certo gusto, diciamo, low fantasy si pu√≤ benissimo giocare una campagna in cui tutto il mondo (i PG come i PNG) non va oltre il 5¬į o 6¬į livello. Se si vuole una campagna in cui il mondo intero √® in pericolo sin dal principio e i PG sono supereroi platealmente sovrumani che prendono a mazzate mostri grossi cento volte loro (stile Avengers), si pu√≤ fare benissimo una campagna nei soli livelli tra il 15¬į e il 20¬į. Non devono per forza coesistere.

A me (che detesto Dragonball e affini) piace, generalmente, spaziare dai bassissimi agli altissimi livelli nel corso di una campagna proprio perché mi piace variare passando da un "gusto" all'altro, con gradualità. Ma è un mio gusto personale. Non è una cosa che consiglio (o sconsiglio) in modo particolare.

 

 

 

Edited by Bille Boo
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Divagazioni a parte sul Signore degli Anelli, io ne faccio una questione prettamente dettata dal mondo in cui si svolge l'avventura, che "vive" a dispetto dei PG e da loro ne viene influenzato (sempre di pi√Ļ col passare dei livelli).
Quindi i PG incontrano personaggi di pi√Ļ o meno alto livello a seconda delle loro scelte e dove loro generalmente decidono di andare. Anche se sono di 1¬į livello potrebbero andare a parlare con l'arcimago supremo e chiedere aiuto, √® improbabile che per√≤ egli li consideri anche solo. Quindi va da s√© che √® pi√Ļ facile che abbiano a che fare con personaggi di livello comparato (amici o nemici), anche se non √® impossibile il contrario.

Diciamo che comunque in generale non mi piace presentare PNG epici ai bassi livelli sia per il discorso che faceva¬†bobon123 sul "non fa pi√Ļ paura", sia per il fatto che pu√≤ sembrare quasi un master che, come si dice, "se la canta e se la suona da solo": se √® un alleato i PG devono essere in timore reverenziale, se √® nemico i PG devono stare muti e subire. Entrambe sono brutte esperienze per il giocatore (e per il PG).
Poi pu√≤ capitare che i PG incontrino qualcuno che sia molto famoso e potente, ma magari √® solo in una posizione importante e poi √® un aristocratico di 5¬į livello. Oppure √® veramente epico, ma non deve essere un deus ex machina in grado di risolvere ogni problema, al limite come si diceva Bille Boo che i PG possano ammirare.

Per concludere, anche se si tratta del PNG che affida la data missione, preferisco di gran lunga evitare sia un PNG di alto livello di turno a dare la missione (perché lui non può per motivi X), quanto piuttosto al contrario qualcuno che non ha i mezzi per farlo in prima persona.

  • Like 3
Link to comment
Share on other sites

Il 20/6/2021 alle 11:08, Dracomilan ha scritto:

Da Master io uso la progressione della demografia eroica risalente ancora ai tempi di AD&D, che ho poi adattato alla mia ambientazione.

Il 75% degli abitanti dell’Alfeimur non ha un livello o capacità degne di nota.

Del restante 25% della popolazione, il 75% è di primo livello.

Livello 0 : 75%
Livello 1 : 18,75%
Livello 2 : 4.25%
Livello 3 : 2.625%
Livello 4 : 1.0625%
Livello 5 : 0.78125%
Livello 6 : 0.390625%
Livello 7 : 0.1953125%
Livello 8 : 0.09765625%
Livello 9: 0.048828125%
Livello 10: 0.0244140625%
Livello 11: 0.01220703125%
Livello 12: 0.006103515625%
Livello 13: 0.0030517578125%
Livello 14: 0.00152587890625%
Livello 15: 0.000762939453125%
Livello 16: 0.0003814697265625%
Livello 17: 0.00019073486328125%
Livello 18: 0.000095367431640625%
Livello 19: 0.0000476837158203125%

In base a questa tabella in un paese di 10.000 abitanti vi √® un singolo PNG di undicesimo¬†livello (il PNG pi√Ļ forte¬†che si pu√≤ incontrare), due di decimo¬†e quattro di nono. Inoltre un PNG di ventesimo livello √® cos√¨ raro da sfidare la sorte (uno ogni dieci milioni di abitanti, ovvero uno in tutta la Regione dell‚ÄôAlfeimur).

Tenendo sott'occhio questa tabella credo di aver evitato che i PG si sentissero irrilevanti, facendo sentir loro d'altro canto che il loro salire di livello aveva un effetto serio sul mondo attorno.

Questa √® una tabella interessante, ma ho smesso di seguirla in modo pedissequo gi√† dalla 3 edizione. Pu√≤ fornire uno spunto ma nulla pi√Ļ. Intanto perch√® se l'ambientazione fosse, per qualsiasi motivo composta solo da villaggi non avresti PNG di livello alto, secondariamente perch√® il numero delle persone potenti √® correlato direttamente alla popolazione cosa che non √® vero. Elminster vive a Shadowdale, 14.000 abitanti nel 1372 CV. Non ci dovrebbe essere.

Quindi il livello di potere dei PNG della campagna dipende dalla campagna. Ad esempio ora sto masterizzando Dark Sun. Le città stato hanno poche decine di migliaia di abitanti e i re stregoni non possono avere un livello correlato al numero di abitanti. DEVONO far paura. E devono avere sgherri seguaci e collaboratori estremamente potenti. Per non parlare del Drago di Tyr che vive in un posto in cui non ci sono abitanti, se non non morti. 

Insomma alla fine io valuto il livello di potere dei PNG sulla base di quello che fanno i PG, e di come e dove la storia li porta. Se ¬†la storia e il gioco migliora inserendo soggetti pi√Ļ potenti √® bene farlo. Normalmente i PNG sono del livello di potere dei PG, ma questo varia a seconda del livello del PG: pi√Ļ i PG salgono di livello e pi√Ļ ci saranno PNG meno potenti.¬†

Link to comment
Share on other sites

22 minutes ago, Lord Danarc said:

Questa √® una tabella interessante, ma ho smesso di seguirla in modo pedissequo gi√† dalla 3 edizione. Pu√≤ fornire uno spunto ma nulla pi√Ļ. Intanto perch√® se l'ambientazione fosse, per qualsiasi motivo composta solo da villaggi non avresti PNG di livello alto, secondariamente perch√® il numero delle persone potenti √® correlato direttamente alla popolazione cosa che non √® vero. Elminster vive a Shadowdale, 14.000 abitanti nel 1372 CV. Non ci dovrebbe essere.

 

Concordo che la tabella lasci un po' il tempo che trova, ma credo che vada interpretata in senso probabilistico e non come quantità assolute.

Ad esempio, applicandola così com'è, si vede che ci sono 0.0016688 personaggi di livello 19 in un insediamento da 14 000 abitanti. Questo non vuol dire che ce ne sono 0, ma che c'è una probabilità dello 0.16688% che ce ne sia uno. Su 600 insediamenti del genere, ne troverai uno che ospita il PNG di livello 19.

Invece, su un singolo insediamento con popolazione 600 x 14000 = 8.4 milioni (molto inverosimile, concordo) è praticamente certo che un PNG di quel livello sia presente.

Poi concordo con te che la tabella vada presa con le molle e la presenza di PNG di alto o altissimo livello dipenda molto pi√Ļ dalla storia che non dai calcoli, ci mancherebbe.

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

1 ora fa, Bille Boo ha scritto:

Poi concordo con te che la tabella vada presa con le molle e la presenza di PNG di alto o altissimo livello dipenda molto pi√Ļ dalla storia che non dai calcoli, ci mancherebbe.

Assolutamente, la tabella va adattata all¡ambientazione e alla storia. Ma allargandola a Regni e Signorie alla fine il conto - o meglio, il livello di potere medio - torna sempre.

Infatti se teniamo conto delle Valli - e non della singola Shadowdale - e della percentuale per la high fantasy, troviamo che il numero e il livello dei PNG presente in Forgotten  Realms Adventures la rispetta.

Link to comment
Share on other sites

12 ore fa, Lord Danarc ha scritto:

Ad esempio ora sto masterizzando Dark Sun. Le città stato hanno poche decine di migliaia di abitanti e i re stregoni non possono avere un livello correlato al numero di abitanti. DEVONO far paura. E devono avere sgherri seguaci e collaboratori estremamente potenti. Per non parlare del Drago di Tyr che vive in un posto in cui non ci sono abitanti, se non non morti. 

Però anche in questo caso sono i PG che vanno nella città stato e costretti a vivere nell'ombra o a sottostare alle sue regole per non subire l'ira del re stregone. Fa parte anche dell'atmosfera che è il punto forte dell'ambientazione.
Anche nella mia ambientazione ci sono tirannie guidate da mistici di divinit√† malvagie o magocrazie dove se attacchi briga con tutti rischi di attirarti l'ira di una famiglia nobiliare il cui principe sovrano √® almeno di 20¬į livello. √ą giusto cos√¨ per il discorso che faceva sul mondo che vive a discapito dei PG.

Diverso sarebbe essere di primo livello e arriva il re per affidarti la missione di salvare la principessa. Che fai gli dici di no? O all'opposto arriva il necromante supremo che minaccia di trasformare tutti i tuoi conoscenti in suoi schiavi non morti e obbliga il gruppo a fare una missione per conto suo.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...