Jump to content

Il TG1 ha dedicato un servizio a D&D...e ne ha parlato bene!


SilentWolf
 Share

Recommended Posts

Ieri il TG1 ha fatto un piccolo miracolo: non solo ha dedicato un intero servizio al Gdr più famoso al mondo, ma ha anche evitato di esprimere luoghi comuni e giudizi negativi su di esso. Che finalmente anche in Italia si stia iniziando a capire il valore del gioco di ruolo?

Ieri, 30 Novembre 2019, la Rai ha deciso di trasmettere sul TG1 un servizio interamente dedicato a D&D, nel quale viene menzionato il ritorno in grande stile del Gdr da noi diventato celebre in particolare negli anni '80 e oggi fortemente pubblicizzato da star televisive, cinematografiche e popolari serie tv. Se già il fatto che uno dei più grossi telegiornali nazionali abbia scelto di dedicare un proprio spazio a D&D risulta di per sé una notizia estremamente sorprendente, la cosa che colpisce di più è lo scoprire che il servizio inoltre parla bene del gioco e lo descrive anche in maniera abbastanza competente, evitando di riportare notizie inesatte o giudizi negativi sul nostro passatempo preferito. Il che, considerato il pregiudizio con cui è sempre stato considerato il Gdr negli anni, risulta un vero e proprio miracolo.

Anzi, come molti di voi sapranno, in passato D&D è stato per molto tempo tenuto in bassa considerazione dal pubblico main-stream, più preoccupato di denigrare un prodotto poco conosciuto che di comprenderne davvero il contenuto...figurarsi il capirne l'effettivo valore.

Il Gdr in generale, infatti, è stato a lungo visto come un prodotto di nicchia, acquistato e giocato da ragazzi considerati strani e asociali per il loro desiderio di volersi isolare nelle loro camere con un piccolo gruppo di amici, in modo da fantasticare su mondi immaginari e creature fatate. Peggio ancora, per un certo periodo - sull'onda del Panico Satanico scoppiato durante gli anni '80 in particolare negli USA - si è arrivati addirittura ad accusare D&D e gli altri Gdr di influenza negativa sulle menti dei ragazzi, che, a detta di qualche genitore un po' troppo frettoloso nel sparare sentenze e desideroso di trovare un capro espiatorio ai mali del mondo, rischiavano a causa del Gdr di perdere il contatto con la realtà o, addirittura, di finire con l'essere sedotti da un qualche culto satanico (la presenza di magia, divinità, diavoli e demoni tra gli elementi narrativi delle ambientazioni di D&D, infatti, fu vista da alcuni come un pericoloso strumento di deviazione, capace di convincere innocenti ragazzini a venerare divinità inesistenti o il diavolo stesso).

Ovviamente queste preoccupazioni si rivelarono infondate: divinità, diavoli o demoni immaginari non spinsero i ragazzini a creare culti satanici segreti, perché la gran parte delle persone - anche se di giovane età - sa tranquillamente distinguere il reale dall'immaginario, ciò che è serio da ciò che è detto/fatto per gioco; e per lo stesso motivo quei ragazzini non finirono con il distaccarsi dalla realtà, perdendosi nei mondi immaginari da loro giocati. Anzi, come molti di noi ben sanno, il Gdr si è dimostrato invece un ottimo strumento per socializzare e fare nuove amicizie, per stimolare la propria creatività e per imparare cose nuove, utili anche nella vita reale (quanti sono diventati scrittori o artisti grazie al Gdr? Quanti hanno imparato episodi della nostra storia o la cultura di altre popolazioni tramite il Gdr? Quanti grazie al Gdr hanno imparato informazioni e capacità che poi gli sono tornate utili anche nella vita professionale? E cosi via). L'opinione pubblica generalista ha a lungo mal giudicato il Gdr solo perchè fin ora non si era mai presa realmente la briga di conoscerlo per davvero, limitandosi piuttosto a denigrarlo ogni volta che si sentiva il bisogno di trovare un colpevole per un qualche problema....cosa che negli ultimi decenni sta accadendo anche al mondo del videogioco.

Il fatto che, dunque, un telegiornale nazionale decida di realizzare un servizio come quello, positivo e capace di fornire una descrizione corretta del gioco, lascia un minimo ben sperare che, quantomeno, in futuro si smetta di parlarne male e di far circolare notizie palesemente false su di esso. E' difficile che il mondo cambi all'improvviso ed è decisamente probabile che il TG1 non avrebbe mai dato una notizia del genere se non fosse stato per l'incredibile successo ottenuto da D&D 5e negli USA e nel mondo (insomma, sta facendo una barca di soldi!) e per il fatto che a pubblicizzarlo ci siano attori celebri come Joe Manganiello, ma chi lo sa... Nel frattempo godiamoci questo piccolo miracolo.

Grazie a "Cesare Shalafi" per aver postato il video su Youtube.


Visualizza articolo completo

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites


Signori e signore: è ufficiale. La fine del mondo si avvicina. Anche il TG1 ci ha sdoganato. Mi sento quasi come omologato (che fa pure rima ma non era voluto :D) e mi infastidisce quasi un po' 🙂

 

Link to comment
Share on other sites

Tutto ciò è ingiusto, io volevo rimanere un emarginato.

A parte gli scherzi è veramente un sollievo che anche in Italia cominci a tirare un' altra aria.
Una decina di anni fa facevi una fatica bestia trovare gente disposta a giocare, ora scendi di casa e trovi un gruppo.

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Figurati, è stato un piacere condividere il video su Youtube. Ho pensato che un evento epocale di tal portata non dovesse sfuggire a nessuno.

Beh, comunque ora che ne ha parlato perfino il TG1, il GdR è diventato troppo mainstream per me, penso mi dedicherò al satanismo tout court.

  • Like 2
  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

3 ore fa, Cronos89 ha scritto:

In pratica D&D è stato riabilitato solo perchè i social e la tecnologia fanno più paura 🙂

2 ore fa, Mezzanotte ha scritto:

E non dimentichiamo il revival degli anni '80 che va per la maggiore.

Revival degli anni '80 + tecnologia in aumento esponenziale + rivalutazione dei gdr... ci stiamo avvicinando al mondo ipotizzato in "Ready Player One"!

  • Haha 2
Link to comment
Share on other sites

Uaglio'! Voi pensate che al TG1 possa fregare veramente qualcosa del GdR, di D&D o cose del genere?

Le cose non possono che essere due:
a) è in arrivo sulla RAI una serie televisiva, o film, fantasy, per cui il direttore di rete gli ha chiesto di pompare un po' sul tema (ma ne dubito fortemente, sarebbero circolate già da tempo voci a riguardo), oppure
b) non era niente altro che una mega marchettona commissionata dalla WotC o chi per esso (molto più probabile), niente altro che lo stesso meccanismo per cui talvolta, dietro pagamento della casa discorgrafica, del distributore, del produttore o chi per esso, trasmettono un servizio (l'ultimo prima della sigla di chiusura) in cui "scoprono" un giovane talento canoro, della recitazione, ecc. (roba che ha fatto anche TG5 per lanciare nuovi comici o partecipanti del GF nel mondo dello spettacolo).

E con questa premessa vi sorprendete che ne abbiano parlato bene? Che altro dovevano fare?
Al limite il giorno in cui Report o chi per esso, ci dedicherà un servizio si potrà ascoltare qualcosa di meno superficiale di quel servizio, esamineranno i risvolti positivi e negativi del GdR e tutte le altre solite fantapippe (quella del satanismo però effettivamente si spera l'abbiano accantonata nel frattempo).

Ciao, MadLuke.

  • Like 1
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Mh non credo sia plausibile nessuna delle due opzioni. 

a) non seguo molto la tv ma non mi risulta vi siano serie come quella che dici, e comunque quelle che vi sono state (tipo la spada della verità su rai due) non hanno comportato nulla del genere. 

b) non ce la vedo la WOTC a pagare qualcosa in un mercato come quello italiano, per D&D oltretutto, che ha avuto solo da poco un aumento di budget. 

Secondo me è semplicemente un buco riempito con una cosa che ultimamente va "di moda" a causa dei vari BBT, GOT, film marvel e simili. 

Link to comment
Share on other sites

Voto per il servizio riempi buchi. Il montaggio e le immagini usate mi suggeriscono quello probabilmente un frammento di un qualcosa trasmesso in USA. Nessun pezzo di quel servizio  è stato -secondo me- girato anche solo in Europa.

Edited by Albedo
Link to comment
Share on other sites

Boh? A me sembrano piuttosto improbabili entrambi le ipotesi (serie fantasy da pompare e/o servizio commissionato dalla WotC). Anche a me sa molto di servizio ripreso da qualche emittente americana e usato per riempire un buco nella sezione del TG dedicata al "costume".

Link to comment
Share on other sites

Quoto, senz'altro un servizio in appendice, ma pensiamo anche che la spinta di Stranger Things al gioco, può aver portato una riscoperta da parte di chi nn ci giocava, anche solo per curiosità, ed effettivamente sembra che la WOTC con la 5ed abbia centrato il punto, quindi essendo diventato quasi una nuova corrente, parlarne al TG1 fa avanguardia, magari aiuta a creare nuove reclute, a staccarsi un po' dagli schermi e lanciare un po' di dadi

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.