Jump to content

Capitolo II: Ad Ignotum


Bellerofonte
 Share

Recommended Posts

Spoiler

Giorno -335, ore 20:30

Atrio antistante l'ufficio di Kerberos, Capo Ventura

Il capitolo richiede che ci siate tutti e quattro, perciò man mano che vi liberate delle vostre sub-quest unitevi pure. Finché non ci sarete tutti, potete iniziare a ruolare tra voi, se vi va.

Sulla porta della Sala Grande è affisso un annuncio a lettere cubitali che ha smosso gli animi di chiunque dubitasse della fattibilità di questa spedizione. Giravano voci che dopo il dissenso reciproco dei Pionieri scelti e l'allontanamento di Kiltus, Kerberos volesse in via del tutto straordinaria annullare la Proclamazione e procedere con la scelta di nuovi Pionieri; voci in realtà infondate, ma si sa, la Eurus Septima non è mai stata solo avventura: è politica. La Loggia è ormai un potere forte dell'intero continente, naturale che molti abbiano interessi di ogni genere guardando a ciò che avviene nel torrione di Capo Ventura. A dire la verità, non avete fatto una grandissima campagna mediatica: arrivati a questo punto, vi basta leggere i giornali ogni giorno per rendervi conto che avete dato a molti avversari politici di Kerberos gli strumenti per diffondere l'incertezza e attaccare la vostra credibilità.

Ma la verità, è che a nessuno di voi importa. La visibilità non è mai stata una vostra prerogativa, né lo è per questo consiglio ristretto; si dice che il precedente consiglio, prima che Kerberos diventasse il Gran Maestro, fosse molto più attento a costruire un'immagine potente e forte della Loggia al fine di alimentare il mito dei Pionieri impavidi e straordinari che fu poi la chiave per ottenere i fondi per le primissime spedizioni. Ma il mondo è cambiato da allora. Più cinico, più disilluso, più votato agli interessi economici e meno all'appariscenza. Il continente è saturo di novità e si sente nell'aria la decadenza che incombe alle porte. Un motivo in più per aggrapparsi a qualcosa di realmente rivoluzionario. Un motivo in più per stare dalla parte dei Pionieri.

Ma torniamo all'annuncio: è letteralmente impossibile che qualcuno di voi non l'abbia notato; come avrete sicuramente ben compreso, la discrezione è il punto debole della Loggia; i muri hanno orecchie più spalancate delle vostre, per non parlare dell'efficienza del passaparola.

Cita

Nel giorno diciassettesimo del quinto mese, anno 1490 - al segnare delle ore nove,

i Pionieri della Settima Spedizione sono convocati presso l'ottavo piano, ufficio del Gran Maestro, per una letio magistralis.

La presenza è obbligatoria. Non sarà permesso a nessun altro di assistere, inclusi i membri del Consiglio Ristretto.

Si prega la puntualità.

Gran Maestro K. Fuinur

L'ottavo piano è stranamente popolato, questa sera. Tutti pionieri, tutti con l'intenzione di origliare o captare qualcosa di ciò che Kerberos tiene segreto al resto di loro. L'enorme porta di mogano in fondo al corridoio di pietra è sormontata da una spessa architrave di pietra sul quale campeggia una frase scolpita: Omnia Fert Aeatas, "il tempo porta via tutto". Il motto della famiglia Fuinur. Di fronte a questa, il capo delle guardie della Loggia - e amico di lunga data di Kerberos, da quanto dicono in molti - Gordon Uriel fa sì che nessuno sorpassi una linea immaginaria tracciata per terra, a circa tre metri dalla porta. Nessuno tranne voi quattro, ovviamente.

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites


Kaleb Kron

Sarà un lungo anno, pieno di difficoltà. Mi chiedo come riuscirò a gestire questa faccenda per arrivare nelle migliori condizioni a salire sulla futura Eurus...
Cammino pensieroso, diretto verso le mie stanze, quando noto alcune persone intente a leggere la bacheca con fare attento e scrupoloso. 
Mi avvicino, camminando fermo e deciso e limitandomi a fare un cenno ai presenti.
Quindi leggo velocemente l'annuncio mentre un sorrisetto si staglia sul mio volto.
Finalmente si comincia a fare sul serio. Meglio sbrigarsi, non resta molto tempo, fortuna che ho visto l'annuncio. 
Mi avvio a passo svelto su per le scale, diretto all'ottavo piano della Loggia, laddove è stato fissato l'incontro. 
Una volta arrivato, osservo il gruppo di persone radunatosi all'ingresso.
Quanta invidia, tutti loro vorrebbero essere al mio posto, poveri stupidi. Sognate pure.
Signori. Faccio un cenno col capo ai presenti, quindi mi avvio ad entrare. 

Edited by Claudyu1994
  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Vuldo "Capitan Biscottino" Pinklewhipper - "Capitan Tempesta"

@Bellerofonte

Spoiler

Ovviamente sono "vestito da Vuldo", idem per Vaniglio :D!

Entrato dalle porte della Loggia, mi guardo attorno con lo sguardo da turista, come se fosse la prima volta. Mi piace ammirare i posti che vedo, per cogliere qualche particolare sfuggito alle visite frettolose svolte finora.

Salgo lentamente le scale che portano all'ottavo, parlottando con Vaniglio Vedi queste scale di legno? Secondo te di che legno sono fatte? Mogano? Cedro? Per poi zittirmi quando arrivo in cima. Parecchia gente se ne sta lì, come in coda. Il mio sguardo si posa dapprima sul motto della famiglia Fuinur, poi sull'omaccione che protegge la porta.

Inizia così a rimbalzare nervosamente tra le due cose, per poi fermarsi sulla guardia, a fissarla, senza sbattere le palpebre. In completo silenzio. In stasi. In attesa.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Oggi ho scelto la sobrietà. D'altronde, contessa o meno, signora delle serate mondane o sogno proibito della nobiltà locale, in questa sede il mio nome é solo Sandrine ed il mio unico titolo è quello di Pioniera. 

E tuttavia, Pioniera della Settima Spedizione pare comunque essere una qualifica di un certo prestigio, come assaporo anche ora, misurando ad intuito quel conturbante misto di delusione, aspettativa e curiosità che inonda l'aria del corridoio antistante lo studio di Kerberos Fuinur.

Soffocati i sensi di colpa e celate nuovamente le debolezze, confermata nel mio ruolo dal silenzio seguito al mio ultimo incontro col Gran Maestro, sbatto studiatamente i corti tacchi dei miei stivali sul pavimento ormai consumato. Sobrietà non significa anonimato, miei cari spettatori, e laddove sono a mancare paggi e maggiordomi, la Figlia dello Zefiro e del Tulipano sa annunciarsi  da sé, persino nel vuoto totale delle parole. 

Nascondo il sorriso soddisfatto dietro la maschera vellutata della compostezza ed inondo improvvisamente gli spazi silenti con un saluto vibrato sul do maggiore: " Egregi signori. Gentili signore. Con permesso...".

Edited by Ghal Maraz
Link to comment
Share on other sites

Spoiler

Giorno -335, ore 20:35

Atrio antistante l'ufficio di Kerberos, Capo Ventura

Le scale sono in parte ricoperte di legno, poggiano su uno strato di pietra durissima di cui la Loggia è interamente costruita; d'altronde con l'aria di mare e la salsedine perennemente nell'aria, una costruzione di legno non avrebbe avuto vita lunga - e questo vorrebbe dire Vaniglio, se solo il suo vocabolario non fosse ridotto a una cinquantina di parole essenziali. "C-Craa!" è quello che risponde - ma probabilmente, in pappagallese, questa sillaba ha un profondo significato architettonico che noi comuni mortali siamo troppo ignoranti per comprendere.

I tre Pionieri arrivano in ordine, quasi equidistanti tra loro. In primis Kaleb, che ispira occhiate d'odio - tanto per cambiare! - da parte dei presenti, con quell'aria di spavalda superiorità. Poi Vuldo, che, piazzatosi di fronte al buon vecchio Gordon, stimola la curiosità di tutti. Cosa avrà da chiedergli? Cosa sta facendo? Sta per dire qualcosa di profondo? Ma la guardia si limita a fare il saluto militare indicandogli poi con un cenno del capo di entrare dentro - evidentemente aveva solo bisogno di indicazioni.

Dulcis in fundo, la meravigliosa contessa di Zefiro, che attrae l'attenzione da quando i suoi passi calpestano l'ultimo gradino delle scale; e state pur certi che molti dei pionieri lì presenti invidiavano non poco quelle assi di legno calpestate con leggiadria dai suoi tacchi. Dilaga il sussurro del suo nome, e alcune donne la fissano come comari sull'uscio di casa. Gordon si si sposta di dieci centimetri a destra per farla passare, rivolgendole un meccanico inchino.

La porta di fronte a voi è chiusa, ma Kaleb, temerario più di tutti, si accinge ad aprirla rivelando uno scorcio dello studio illuminato da flebili candele; entrato, i suoi occhi si sarebbero presto abituati alla scarsità di luce e avrebbero intravisto la sagoma del capogilda con gli occhi rivolti fuori dalla finestra, ad Est, verso l'ignoto. Kerberos non proferisce parola, almeno finché tutti non foste entrati - e la porta si sarebbe chiusa sotto il suo stesso peso. 

Immerso nei suoi pensieri, né vi saluta, né si volta a guardarvi.

 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Kaleb Kron

Notando l'arrivo degli altri Pionieri della Settima Spedizione, abbozzo un lieve cenno del capo in segno di saluto.
Non vedo il cuoco, l'avremo già perso per strada? Abbozzo uno strano sorrisetto mentre osservo in direzione della porta da cui sono entrato.
Osservo per qualche istante la stanza in cui mi trovo quindi volgo infine il mio sguardo su Kerberos, incrociando le braccia e restanto in silenzio, in attesa. 

Link to comment
Share on other sites

Vuldo "Capitan Biscottino" Pinklewhipper - "Capitan Tempesta"

Al saluto militare rispondo indicandomi sorpreso come a dire "Chi? Io?" per poi seguire il gesto della testa della guardia ed entrare.

Il mio sguardo è fisso su Sandrine, sebbene non dico nulla.

Link to comment
Share on other sites

Cita

Giorno -335, ore 20:40

Ufficio di Kerberos, Capo Ventura

Oggi ricorre un mese esatto dalla proclamazione; magari nessuno di voi ci aveva ancora pensato, ma è interessante come il tempo sia passato così in fretta, da quando siete lì. Perfino Nero sembra essersi ambientato nelle segrete - è il pirata più affamato di libri che abbiate mai visto! - e per qualcuna delle guardie, il fatto che ne consumasse così tanti in così poco tempo poteva essere sintomo dell'ennesima presa in giro ai vostri danni: e se Nero non sapesse leggere? Supposizione ironica, ma sbagliata. 

Di tanto in tanto Naesala si prodigava a cercare nella sua sfera di cristallo qualche segno della Bussola d'Argento, la nave con a bordo il vostro capitano e altre due inquiline della Eurus; viaggiavano nell'estremo meridione del continente, in luoghi caldi ed esotici in cui tutti e tre facevano ancora fatica ad abituarsi. Ma fortunatamente, stavano tutti bene.

Ma il punto focale era ancora nell'ultimo baluardo orientale, Capo Ventura; era stato un mese movimentato per tutti e tre, e Kerberos, entro certi limiti, lo sapeva. Quando la contessa pronuncia il suo nome, l'uomo si volta lentamente a guardarvi uno alla volta. Vi si avvicina, vi osserva marziale più del suo solito, e si dirige con altrettanta calma verso la scrivania sedendosi sulla regale poltrona dietro di essa. Gomiti sul tavolo e dita che si incrociano di fronte al suo naso. 

"Il signor Ridley ci raggiungerà più tardi." 

L'unico oggetto presente sul tavolo è una raccolta di fogli, alcuni dei quali legati da un semplice spago ad una copertina di pelle, altri invece lasciati semplicemente tra la copertina e il resto delle pagine. Kerberos indugia sull'oggetto, facendovi cenno di sedervi sulle sedie di fronte a lui.

2rdi4jt.jpg

"Niente di quello che verrà detto in questa stanza può essere riferito ad anima viva, pena l'espulsione dalla Loggia. Chiaro?" quanta segretezza…! "Quando vi ho chiamati a far parte della Settima, avete accettato di partire verso l'ignoto con la sola consapevolezza che nessuno era mai tornato, e che era a noi ignoto ciò che c'è al di là della cintura d'Onice. Ebbene, questo non è vero." 

L'uomo sposta con due dita il quaderno verso di voi. 

"Cinquecentonovantuno anni di vita mi hanno insegnato che in questo mondo non ci si può fidare di nessuno, perciò teniamo segreto il contenuto di questo quaderno. Non avervene parlato prima che accettaste il ruolo di Pioniere, oltre che una precauzione, per noi era...un test. Volevamo vedere chi fosse davvero disposto a dare la vita per la causa, nessun altro sarebbe stato degno.

In questo quaderno ci sono alcuni messaggi che le precedenti spedizioni sono riuscite a mandare dopo aver attraversato il punto di non ritorno."

Le pagine sparse del quaderno sono piene di simboli che tuttavia non riuscite a comprendere; sembrano in qualche modo essere state criptate, poiché le lettere sono messe alla rinfusa.

 

 

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Vuldo "Capitan Biscottino" Pinklewhipper - "Capitan Tempesta"

Lo stupore in continua competizione con la curiosità si fa largo sul mio viso alle parole di Kerberos Wow! esclamo mentre fisso quei fogli apparentemente in codice senza riuscire a capirci una mazza Ebbene, queste pagine cosa ci comunicano esattamente?

Link to comment
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Mentre Kerberos parla, mi accorgo della sguardo dell'halfling su di me e lo ricambio, con aria dolcemente interrogativa. 

Quando poi il discorso finisce, pongo le domande che mi sono sovvenute: "Lord Fuinur... è evidente che questi scritti siano in codice. Viene quindi assegnato alla spedizione un crittografo della Loggia?

I messaggi parrebbero essere stati trasmessi per via mondana e non magica: esiste qualche speciale linea di comunicazione privilegiata o si è trattato invece di casi fortuiti, isolati, ma comunque ripetuti?

Esistono trasmissioni di tutte le precedenti Spedizioni?"

Link to comment
Share on other sites

Il ‎09‎/‎06‎/‎2018 alle 12:05, Bellerofonte ha scritto:

Giorno -335 [17/4/1490], ore 20:45

Ufficio di Kerberos, Capo Ventura

"Le pagine che vedete sono delle riproduzioni accurate di Naesala, appositamente criptate per evitare che cadano nelle mani sbagliate. Gli originali sono conservati nel caveau della Loggia." 

Kerberos si protrae verso uno dei fogli e pronuncia solennemente la parola di comando: "Mezzodrago di bronzo" le lettere si accendono come braci ardenti e si rimescolano, stavolta ognuna al loro legittimo posto. Evidentemente Kerberos voleva che memorizzaste questa particolare parola, o vi avrebbe presentato i documenti già belli che pronti. Dopo il primo, anche tutti gli altri fogli seguono a cascata l'esito, e in ordine vi ritrovate stralci di conversazioni alcune delle quali mancanti di lettere, parole, o interi periodi. Il capogilda tira fuori da sotto il tavolo un rotolo di pergamena grande quanto metà scrivania, che apre di fronte a voi usando un portacenere, un pugnale, un portapenne e una boccetta di calamaio ai bordi per stenderne i bordi senza che questi tornino ad arricciarsi.

35clk5t.jpg

"Qui siamo noi." dice, mettendo un dito su Capo Ventura. Ad uno ad uno, affianca i fogli accanto alla mappa, confrontando le frasi sulla posizione riportate e confrontandole con linee immaginarie che traccia con le mani, ognuna delle quali ha epicentro la Loggia e finisce su un punto poco preciso della Cintura d'Onice.
"Ogni spedizione ha comunicato la propria rotta di partenza prima di partire ed ha raggiunto e superato con successo l'arcipelago, ma come notate, tutte hanno avuto problemi di comunicazione dopo qualche tempo nel nuovo mondo. Tutti i Primi Incantatori della Loggia hanno ipotizzato che l'Arcipelago dell'Orizzonte interferisca in qualche modo con la magia di Divinazione, in un campo di raggio variabile - ma ha una particolarità: è cavo all'interno. Per spiegarmi meglio: non so se qualcuno di voi" - lo sguardo è su Vuldo - "Ha mai navigato ad est del Bivio delle Correnti; le navi tendono a evitare quella rotta perché sanno di incappare in una zona dove i messaggi e lo scrutamento subiscono interferenze, ma questo disturbo scompare se si prosegue verso Est raggiungendo i vulcani. Ipotizziamo che la stessa cosa succeda dall'altra parte: come dimostrano i diari, la zona di quiete a volte prosegue per settimane prima di entrare nuovamente in una zona di soppressione. Non abbiamo certezze a riguardo, ma le ipotesi sono due: la zona di disturbo magico dall'altra parte è enormemente più estesa di quella del nostro lato, o semplicemente, nessuna delle navi ha mai superato l'area di interferenza dall'altro lato."

Sempre buone notizie, eh? A questo punto, sembra doveroso rispondere a Sandrine. "Sì, hanno tutte mandato un messaggio per aggiornarci della loro posizione, è questo il protocollo. I messaggi sono stati inviati con questo." Kerberos apre uno dei cassetti della scrivania, dando in mano alla contessa un quaderno molto più raffinato rispetto a quello che hanno davanti.

w1pk4k.jpg

All'interno della copertina è incisa una runa particolare, mentre sulla prima pagina è disegnato il simbolo della Loggia. Tutte le altre pagine sono bianche. "E' un Diario del Navigatore. Tutte le spedizioni, a partire dalla Scirocco Prima, ne hanno avuto uno. Quello che viene scritto lì sopra viene automaticamente trasmesso su un quaderno gemello che teniamo qui, in Loggia. I quaderni delle altre spedizioni, come già detto, sono nella cassaforte. Col passare degli anni i Primi Incantatori ne hanno creato sempre di più potenti, affiché la loro magia riuscisse a bucare l'interferenza, ma con scarsi risultati. Questo è il quaderno più potente mai creato finora, e sarà donato al vostro Capitano alla partenza da Capo Ventura. In genere è lui a tenere la corrispondenza, ma potrebbe incaricare qualcuno della sua ciurma di comunicare con noi." Lascia il quaderno nelle mani della donna tutto il tempo necessario, ma qualcosa non torna e questo la contessa lo sa bene: manca un diario. Ma Kerberos non sa delle confidenze che suo figlio si è lasciato scappare durante i vostri incontri a lume di candela, ed ignora completamente che tu sappia la verità in proposito.
 

Cita

Diari di Bordo precedenti - parola d'ordine: Mezzodrago di Bronzo

Scirocco Prima - direzione EST [Partenza: 1/10/1312]

  • “Qui è il Commodoro Morris Burglar, Capitano della Scirocco Prima. Stiamo viaggiando in direzione Est, seguendo le tracce della Australia Secunda. Ovunque si siano cacciati, questa nave li prenderà e riporterà tutti indietro, inclusa mia figlia. Abbiamo lasciato la Cintura d’Onice da due giorni, il mare è quieto e le nuvole scarse. Procediamo con debole vento a favore.”
  • “Qui è Morris Burglar, Capitano della Scirocco Prima. Come dai precedenti messaggi, non son---ave è in buone cond---temp---resta prima che il diario sm---unzionare come alla Aus---biamo trova---cora niente. Contin---ggiare verso est. Ad Ignotum.”
  • “Qui è Conrad il Muto, primo uf---Morr---orto. L---ostro gigante che ha uc---iutateci---eradora—secunda non è q---aiut---por---a cas---"

Australia Secunda - direzione EST [Partenza: 1/10/1308]

  • “Per la grazia concessami da Corellon, Feradora Burglar a vostro umile servizio. La cintura d’onice ci saluta da ovest e copre il tramonto mentre avanziamo verso l’ignoto oriente. Fieri e ligi alla nostra fede, proseguiamo verso l’orizzonte sconosciuto. Dio lo vuole!”
  • “E’ il Capitano Feradora Burglar che vi scrive, crediamo che alcune interferenze non permettano al diario di inviare tutti i messaggi. Riscriverò questo altre tre volte, per essere sicura che---mo verso est ma il tempo inizia a cam---alcosa che non va. La nostra fortuna ci arriderà al sorgere del sole! Corellon non ci abbandonerà mai, finché seg---erra promessa.”
  •  “A---anti con c---ato e poi si---ppiamo dai p---ol ex Velis.”

Libeccio Tertia - direrzione SUD [Partenza: 19/2/1361]

  • “Capitano Sir Irving Townsend al comando della Libeccio, ore sedici e trentotto minuti. La nostra nave ha superato la cintura d’onice, e come stabilito da protocollo, informo la Loggia della stabilità della rotta verso sud. I cerchi alchemici della Libeccio ci informano che siamo ancora nell’occhio del ciclone, e che la Cintura d’Onice presto interferirà con le comunicazioni e i teletrasporti. Ci prepariamo al silenzio radio.”
  • “Cap---send---eccio---dici e tr---bbiamo inc---costretti a usare il t---d’Onice rischia di compromet---periamo di non morire disinteg---x Magicae Dirig---mandi buona." 

Maestrale Quarta - direzione SUD-EST [19/4/1460]

  • “Primo Ufficiale di Bordo, Earnest “Boccalarga” Lancaster. Sono stato incaricato dal capitano Blake Edwards di soprassedere il compito di comunicare con voi, mastro Fuinur. Tutti i paladini a bordo paiono sicurissimi del successo della spedizione, dicono che Pelor gliela manderà buona…se lo dicono loro. Certo però che se fossi stato io a guidarla, questa spedizione avrebbe avuto una disciplina un po’ meno rigida a bordo: pensate che hanno iniziato già a fare i turni di guardia. Ma dico io, chi deve attaccarci nel bel mezzo del nulla? E che abbiamo di così prezioso a bordo da costringerci a fare i turni? Hanno paura che qualche pirata li derubi del loro prezioso incenso per le preghiere? Scommetto che se ne incontrassimo, ci lascerebbero stare appena saputo che siamo completamente senza rum. Ah, ecco un’altra delle mie rimostranze: l’assenza degli alcolici. Avete idea di come si sente la ciurma? Dico, quella parte di noi che non è fissata con i dogmi di Heironeous e il pulire le spade ogni venti minuti. Ne vorrei parlare piuttosto approfonditamente, ma ora mi chiamano per andare a dare una mano sottocoperta. La prossima volta che vi contatterò, vi racconterò meglio delle mie opinioni sulla gestione della nave. Addio, mastro Fuinur.”

Tramontana Quinta - direzione NORD [Partenza: 18/6/1481]

  • “Padre mio, la cintura d’Onice è superata. Secondo i quaderni della Libeccio, tra poco entreremo nella zona dei disturbi arcani delle isole e non riusciremo più a inviare messaggi. I miei uomini sono fieri e la nave resistente. Qualsiasi cosa accada, sta’ tranquillo e bada ai miei fratelli. Riuscirò nell’impresa, e tornerò, è una promessa.”
  • “L’h---ato. È st---ibile.”

Zacinta Sexta - direzione NORD-EST [Partenza: 29/12/1486]

  • “Vi scrive il Capitano Aelumon della casa Gali, primo del suo nome, re dei nani di Ughna e signore dei tesori sotterranei. La corazzata Zacinta è armata per annientare sei navi contemporaneamente. Non ci spaventa niente e nessuno. I nani di Ughna e l’equipaggio che ho reclutato servono solo ed unicamente me! È stato un piacere servirmi del vostro appoggio, ma d’ora in poi ce la caveremo benissimo da soli. Addio!”

 

Edited by Bellerofonte
Aggiunte le date
Link to comment
Share on other sites

Vuldo "Capitan Biscottino" Pinklewhipper - "Capitan Tempesta"

L'impazienza chiaramente mi fa passare per maleducato. Gesticolo per far capire "più tardi" alla contessa, senza dir nulla e distogliendo poi lo sguardo, per fissarlo sul quaderno che sembra trasmettere le parole tra le navi e la Loggia Quante cose strane.

 

Link to comment
Share on other sites

Randal Ridley

Ma porc.. sempre in ritardo.. queste scale poi non fanno che aumentare di giorno in giorno.. sto dando i numeri.
Arrivo in ritardo, leggermente perlato dal sudore dopo una corsa.
'Sera Gordon, lo so lo so metto le mani avanti come se spingessi qualcosa sono in ritardo, ma non è stata colpa mia, giuro! Di solito sono sempre puntuale lo sai.

Proseguo oltre dopo aver salutato il guardiano della porta e mi avvio all'interno asciugandomi la fronte con la manica sinistra. Un respiro profondo, una sistemata alla giacca ed entro a passo tranquillo, come se non fosse successo niente e fossi la persona più puntuale del mondo.

Ahem.. tossico lievemente schiarendomi la voce per richiamare l'attenzione dei quattro che vedo attorno ad un tavolo. ..'sera

  • Like 2
  • Haha 1
Link to comment
Share on other sites

Kaleb Kron

Resto in silenzio a braccia conserte, ascoltando le parole di Kerberos senza battere ciglio, preso dal racconto.
Questa faccenda si fa sempre più interessante...
Mi avvicino dunque, dando una rapida lettura al quaderno che ci viene mostrato, senza voltarmi all'arrivo del cuoco.
Alzo quindi la testa verso Kerberos. 
Mi piacerebbe parlarne meglio con Naesala, se sarà possibile. Forse i miei poteri potranno rivelarsi utili in questa faccenda.
Apparte questo, vorrei chiedervi quali consigli avete per noi, adesso che ci avete dato questa informazione...

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Sandrine Alamaire

Guardo dapprima i brevi diari, con fare sempre più sorpreso ed incuriosito, nuovamente una bambina innamorata delle meraviglie del mondo. A malapena registro l'arrivo di Randal, persa nella lettura e nel tentativo di dare un senso ai messaggi frammentari, cercando di attingere alle mie conoscenze ed al mio intuito per ricomporre le tessere del mosaico. 

Scuoto infine il capo, a sentire Kron proporsi come salvatore miracoloso della situazione. Non dubito che ľIncantatrice trovi interesse in lui e nel suo marchio, ma... è il suo ego sempre perfettamente smisurato a farmi sorridere ed abbozzare. 

Attendo comunque in silenzio l'eventuale replica di Kerberos, da cui, però, non mi aspetto, al solito, grandi rivelazioni. 

  • Like 2
Link to comment
Share on other sites

Il ‎10‎/‎06‎/‎2018 alle 16:05, Bellerofonte ha scritto:

Giorno -335, ore 20:50

Ufficio di Kerberos, Capo Ventura

Il ritardo di Randal gli vale un'occhiataccia dal capogilda che, proprio per evitare cose del genere, aveva perfino scritto esplicitamente che la puntualità era d'obbligo. "Con comodo, signor Ridley." dice sarcasticamente, indicandogli una sedia libera accanto ai suoi compagni. I diari e la mappa sono ancora ben stesi sul tavolo ma lo sguardo di Kerberos non è lì. "Potrete parlare con Naesala quando volete, il consiglio è sempre a vostra disposizione. Anzi, vi invito a farlo il prima possibile, così possiamo tutti metterci al lavoro mentre voi sbrigate le vostre faccende a Capo Ventura."

Il cuoco è per un attimo al centro dell'attenzione. "Conto che ripeterete al vostro compagno ciò che vi ho raccontato finora." Una breve pausa e Kerberos sospira; consigli, ne aveva dati abbastanza anche alle altre sei spedizioni eppure non erano tornate. Forse questa volta avrebbe dovuto lasciar fare interamente ai Pionieri, non farsi condizionare dalla fallace esperienza di chi aveva visto la cintura d'Onice solo da un lato. Ma il suo istinto gli dice il contrario.

"Ognuna delle spedizioni passate ha preso spunto dalle precedenti per riuscire dove le altre avevano fallito. Per esempio, il capitano Irving della Libeccio Tertia era membro di un circolo arcano del sud, e aveva premuto parecchio affinché la sua nave fosse potenziata magicamente il più possibile, a scapito del fatto che ciò richiedesse un quantitativo enorme di fondi. Perché lo fece? La Scirocco Prima e la Australia Secunda erano sicuramente navi resistenti, probabilmente le migliori dell'epoca, ma non avevano protezioni magiche di alcun tipo. Ser Irving pensava che non fossero riuscite a sopravvivere proprio per questo. Ma dopo il suo mancato ritorno, i Pionieri ipotizzarono che la magia servisse a ben poco, così progettarono la Maestrale Quarta con l'appoggio della chiesa di Fhalgharn, tutti convinti del fatto che la fede fosse la chiave del nuovo mondo. E dopo la Maestrale, la Tramontana...beh, avete capito. Tutti hanno cercato di imparare dal passato, invano. Almeno finora."

  • Like 1
  • Thanks 1
Link to comment
Share on other sites

Randal

[..] Ascolto con interesse le parole di K e poi intervengo.. forse non nel momento migliore ma tant'è..
..insomma abbiamo capito che tutte le imbarcazioni che portavano sulla chiglia il nome di un vento non sono mai tornate, forse facendo una fine ingloriosa.
Guardo poi tutti gli altri dopo un momento di pausa
Vogliamo cambiare il nome alla Eurus Septima.. che facciamo, prendiamo sotto braccio la sorte e rischiamo? Non che io sia uno che crede a queste cose eh.. ma sapete com'è.. i marinai sono superstiziosi. Certo loro quasi certamente non sanno il significato che sta dietro al nome della Eurus però.. pausa tattica per aumentare la suspence ..oh va beh, io ve l'ho detto.

Poi aehm mi schiarisco la voce ..questa cosa che man mano le varie spedizioni hanno fatto affidamento a magia arcana e divina per protezioni varie.. e anche loro non sono tornati.. come la valutiamo?
Ma prima di questo.. Kerberos, vorrei fare una domanda: nei cantieri al porto c'è Isaac che sta lavorando sulla Jocasta. Mi sono soffermato ad osservare i lavori dei suoi carpentieri per qualche tempo..
Lo scopo è prendere ispirazione dai segreti di costruzione elfici?

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites

Sandrine Alamaire

La mia mente comincia a trovare un senso alle cose. Tutte le frasi dette, i segreti svelati, le date gettate lì, più o meno a caso...

Questi diari. 

Decido di partire dal semplice. 

"Lord Fuinur... questi diari sono interi? Completi? O sono solo degli estratti?

Perché, vedete... il commento di... del capitano della Tramontana fa riferimento alle informazioni ricavate dai diari della Libeccio, ma... le due navi risultano avere preso rotte quasi contrapposte. 

Non... riesco a capire...".

E già la mia riflessione si spinge in un altro verso. La Scirocco Prima e la Australia Secunda... c'è qualcosa che...

Guardo Kerberos e ragiono sulle informazioni che assillano la mia testa. 

@DM

Spoiler

Conoscenze (Storia) 7 sui nomi delle prime due navi e sul perché della loro partenza invertita rispetto alla intitolazione. 

Diplomazia 14 o Raccogliere Informazioni 11 su Kerberos. Percepire Intenzioni 8 per decifrare come reagisce. 

 

Link to comment
Share on other sites

Vuldo "Capitan Biscottino" Pinklewhipper - "Capitan Tempesta"

Come dici Signor Ridley? Sta lavorando sulla Jocasta? Com'è possibile? Non era dentro ad un capannone?

Sicuramente dobbiamo cambiare nome, concordo con te, troppa sfortuna già: donne, venti di navi disperse chissadove negli abissi...

Io propongo di usare più di una nave per la spedizione, potrebbe essere un'ottima idea visto che finora sicuramente abbiamo appreso che una nave da sola fa una brutta fine, e sicuramente allenterebbe la tensione che si è formata tra tutti noi.

Link to comment
Share on other sites

Guest
This topic is now closed to further replies.
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.