Jump to content

Di Cosa Hai Paura - Ricerca giocatori


Recommended Posts

DI COSA HAI PAURA?

HorrorCover.png

"Quella sera andai a letto più tranquillo, sicuro che nessun mostro immaginario avrebbe disturbato il mio sonno. C'era una bella luna piena.                             

Invece mi svegliai di nuovo. Le tende si muovevano e qualcosa di pesante mi gravava sul petto. Avrei voluto accendere la luce ma non riuscivo a muovermi, paralizzato dalla paura. Avrei voluto aprire gli occhi e vedere non c'era niente. Ma se ci fosse stata? Pensai al sito web, alla paralisi ed a tutto ciò che mi avevano detto mamma e papà per farmi coraggio. Così aprii gli occhi.

La vecchia signora mi stava guardando dritto in faccia, con la bocca spalancata. 

Ora ho veramente paura. Non riesco più a muovermi da diversi giorni. I miei genitori non hanno fatto altro che piangere. Sono venuti in tanti a visitarmi, tutti in lacrime. Poi mi hanno messo il vestito buono.

Non riesco a muovermi. Ho paura.

Tiratemi fuori da questa bara.

Vi prego non bruciatemi nel forno.

Ho paura."

Ciao a tutti. Ultimamente mi è tornato in mano il manuale di "Di Cosa Hai Paura" (Fear Itself) e mi è venuta una voglia matta di creare un'avventura. 

Si tratta di un gioco investigativo - horror, dove persone comuni vengono confrontate con il sovrannaturale, con la realtà oscura che si nasconde nelle ombre e nelle leggende. L'idea alla base del gioco è di ricreare le atmosfere di film come Scream, 13 Spettri, Non aprite quella Porta, Poltergeist, Shining o The Blair Witch Project, potendo spaziare tra i più variati stili e temi horror, dallo splatter alla casa infestata, dal mistico ed occulto al folle e paranoico. 

L'avventura non è ancora stata fatta, per ora sto solo vedendo se ci sono giocatori interessati a provare. Se si raggiungerà un numero accettabile allora creerò l'avventura ad hoc. 

Giusto un paio di piccoli disclaimer:

Il ritmo sarà variabile: mediamente si parlerà di un post ogni 1/2 giorni (preferibilmente uno al giorno ma con un margine d'accettazione largo) ma ci potranno essere periodi di rallentamento.

Si tratta di un gioco con una forte parte introspettiva: molto del gioco è basato sulle reazioni dei personaggi all'orrore che li circonda. Verranno giocati brevi flashback per far luce su aspetti del personaggio e cose del genere.

L'avventura è investigativa: DCHP usa il sistema gumshoe, un sistema creato appositamente per avventure investigative. Ci sarà un mistero da risolvere e sarà il fulcro dell'avventura. Questo non preclude scene adrenaliniche e d'azione ma aspettatevi anche momenti dal ritmo più rallentato. 

Non serve conoscere le regole (anche se aiuta): le regole necessarie alla creazione del personaggio sono veramente poche e semplici e ve le spiegherò (i personaggi li potremo fare passo passo). Per tutto il dietro le quinte ci penso io.

 

Che altro dire? Niente, ho detto fin troppo! Cerco da 3 a 5 giocatori che siano disposti a buttarsi nel mondo dell'Orrore Incessante, provando un sistema nuovo e rischiando tutto per portare a casa la pelle e la sanità mentale.

 

Infine, giusto per iniziare a sondare le acque, se foste interessati vi chiederei di dirmi i vostri 3 film horror preferiti (e se volete anche un veloce perché) e che tipo di horror vi piacerebbe giocare (considerando le premesse del gioco), anche con esempi cinematografici o letterari.

 

  • Like 1
Link to comment
Share on other sites


Non conosco il sistema, ma il mio genere preferito è l'horror, quindi...contami!

Venendo ai tre film, è una scelta molto difficile.
Metto sicuramente La Cosa di Carpenter. Per la suspense, per il motivo di fondo, per le creature di Rambaldi.
Poi probabilmente c'è The Conjuring perchè pur essendo recente ha un qualcosa di veramente inquietante. Non è semplice fare film sui fantasmi senza cadere nel banale. 
Il terzo posto se lo giocano Profondo Rosso e Hellraiser. Il primo è un classicone italiano con stoffa da vendere, il secondo introduce un punto di vista interessantissimo sul mondo horror...

Menzione d'onore a Il Serpente e l'Arcobaleno, un film sugli zombie particolare.

Detto questo, sul genere horro che mi piacerebbe giocare dico che probabilmente per un migliore effetto di gioco escluderei troppa azione splatter e nemici numerosi.
Qualcosa di sinistro, inquietante, fuori dall'ordinario ma tutto sommato difficile da distinguere dalla normalità. 
Oppure un vampiro (ultimamente va di moda giocarli, ma non ucciderli, chissà per chè), qualcosa a metà tra il classico e il moderno; un buon esempio è il vampiro da Le Notti di Salem.

Link to comment
Share on other sites

Dunque, permesso che l'unico horror recente che mi sia piaciuto è Cabin in the wood, che non è neanche un vero horror secondo me, ecco le mie preferenze :

- Cube: anche questo non è un horror in senso stretto, ma l'atmosfera paranoica e claustrofobica lo rendono molto angosciante 

- Il seme della follia, ma questo è Cthulu puro e semplice 

- 30 giorni di buio, è quello che mi piacerebbe di più giocare ed eventualmente si ricollega alle preferenze di @Pippomaster92: vampiri intesi come mostri e non vampirla moderni, in un'ambientazione isolata dalla civiltà moderna 

Menzione d'onore per Cabal, ma non credo sia adatto a questo gdr; non mi dispiacerebbe neanche qualcosa tipo the Ring, o the Blair Witch project. 

Link to comment
Share on other sites

mi interessa particolarmente un PBF con poche regole e introspettivo.
I miei tre film horror preferiti sono:
The Cube (film):  geniale l'idea di un labirinto moderno dove la gente viene rinchiusa senza unos copo apparente.
Insidious 1 e 2(film): un film su fantasi e possessioni a mio avviso geniale

Cell di Stephen King(romanzo): forse non il suo più conosciuto, ma mi ha colpito per il parallelismo tra i cellulari e gli zombie

 

Per ricollegarmi al tempa vampiro c'è Lasciami entrare (la versione svedese) sia il romanzo che il film affrontano il vampirismo da un punto di vista decisamente diverso da qualsiasi altro film. Qui il vampiro non è ne il demone da sconfiggere ne il bello e dannato, ma semplicemente una creatura sfruttata come qualsiasi altra.

Edited by Cronos89
Link to comment
Share on other sites

Provare sistemi di gioco nuovi mi piace, l'horror soprannaturale anche.

 

Di film non solo horror :

1408- la propria mente messa alla prova fino all'estremo limite da qualcosa che non ci si riesce a spiegare che spinge a ricordare il tuo passato

La città verrà distrutta all'alba- non è prorpiamente un horror,ma l'idea che siano gli uomini il male mi piace. Un virus modifica le persona e le fa impazzire e diventare violente

Session 9- io odio i manicomi,abbandonati anche peggio XD se poi la gente inizia a sparirci e si comincia a sentire voci e presenze....beh è tutto dire...

Link to comment
Share on other sites

Ciao, io non sono un grande appassionato di horror cinematografici, ma se avanza un posto, tienimi in considerazione come giocatore, che il tipo di gioco, invece, mi interessa moltissimo!

 

Per quanto riguarda il sistema di gioco, il GUMSHOE, faccio presente che la Pelgrane Press ha reso disponibile l'SRD del regolamento base, in inglese, con licenza Creative Common (e, infatti, usciranno a breve due giochi non Pelgrane che usano il GUMSHOE: Bubblegumshoe, della Evil Hat, e Tales of the Quaesitores, della Atlas Games).

 

Per chi mastica l'inglese, potete vedere qui:

GUMSHOE SRD

Link to comment
Share on other sites

Wow... non avrei mai creduto in una risposta così rapida per un sistema poco conosciuto come DCHP^^

Comunque sia visto che abbiamo raggiunto le 5 adesioni direi di poter chiudere qui le iscrizioni. Riguardo all'SRD le do un'occhiata prima di confermarvela perché il GUMSHOE può essere utilizzato per 3 sistemi diversi (DCHP, Esoterroristi e Trail of Chtullhu) e ci sono lievi differenze tra l'uno e l'altro^^

 

Riguardo ai giocatori ora mi documento bene sui vostri film/generi preferiti ed inizio a buttar giù qualche idea. Nel frattempo discutete pure tra di voi sul tipo di atmosfera/genere che preferite, così da affinare le idee ed assicurarmi di riuscire a rendervi felici il più possibile^^

Link to comment
Share on other sites

Argh! Arrivo in ritardo. Potresti tenermi in considerazione come eventuale sostituto nel caso ci fossero problemi? :D 

Film horror preferiti (in ordine sparso; non ho una vera e propria classifica):

Sinister: scrittore in crisi, trasloco ai margini della civilità, filmini in super-8, questo film ha tutto. 

Il Seme della Follia: è Lovecraft, credo basti.

Suspiria: un classico che non smette mai di affascinare, considerando anche l'atmosfera creata da musica e fotografia. 

Link to comment
Share on other sites

@MencaNico: Ti tengo in conto come riserva. Purtroppo non me la sento di accettare un sesto giocatore^^"

Ok, sono riuscito a dare un'occhiata alla SRD. In realtà è molto più complessa di quanto non serva perché contiene regole per tutti i giochi del GUMSHOE. DCHP ne usa molte meno. Professions, Packages, 80% del combattimento, molte abilità, vari tipi di prove... tutte cose che non servono. Quindi una letta male non fa (creazione personaggio, la parte sulle abilità, rating e pool, la parte di combattimento fino alle ferite, stability test) ma non serve sicuramente impararsi tutto a memoria. La parte finale (quando parla di clues) è più per i master che per i giocatori. 

Ma ripeto: non è fondamentale conoscere il regolamento.

Andando a parlare di personaggi ditemi: preferite che scelga io tutte le specifiche dell'avventura o volete decidere tutti assieme? Per esempio l'età/occupazione dei personaggi (devono essere tutti studenti universitari, devono essere persone di mezz'età con un lavoro senza sbocchi, tutte persone in carriera, un mix, ecc...), l'ambientazione, ecc...

Link to comment
Share on other sites

Per me va bene quello che preferisci, se hai già in mente qualcosa. Certi tipi di tematiche a volte richiedono certi tipi di personaggi, a mio avviso.

 

Ho dato anch'io un'occhiata all'SRD ed effettivamente è un toolkit. Però almeno mi da un'idea (e un giorno mi piacerebbe provare Night's Black Agents e Mutant City Blues: hanno dei concetti di base fantastici!).

Link to comment
Share on other sites

Leggendo un po' il regolamento e gli archetipi complicazioni incluse mi era venuta un idea,ma dipende dall'avventura in sè,magari la mia idea è completamente fuori contesto ^^

 

Avevo pensato a un cuoco cinese ex artista marziale ritiratosi a fare il cuoco dopo aver ucciso un avversario durante uno scontro per un incidente.

Il fatto di essere un po' avanti con l'età,il rimorso e avere un locale di cucina lungo la strada lo rende un personaggio che può essere dappertutto nella storia,ma in italia esempio avrebbe meno senso che in Cina o in America ^^

Link to comment
Share on other sites

Io preferisco non dover fare personaggi troppo giovani, ma intorno alla quarantina (come il sottoscritto del resto :P).

Avevo in mente due idee per il PG, fondamentalmente molto simili:

- Ex poliziotto, diventato tossicodipendente per via di un lungo periodo come infiltrato, poi disintossicato, ma sull'orlo della ricaduta da quando la moglie lo ha lasciato/è morta

- Un ex artista, che ha avuto un lampo di gloria da giovane, ma da allora non è riuscito più a creare nulla di successo. Ha cercato di ritrovare l'ispirazione con l'abuso di allucinogeni e simili (aridaje...), ma dopo essersi salvato per un pelo da un'overdose ha una nuova ossessione per l'occulto.

Link to comment
Share on other sites

Sul personaggio aspetto qualche indizio sullo stile di avventura.
Magari siamo in un'università dove qualcuno gioca con il Necronomicon, o magari siamo studiosi in una base al polo Sud.

A mio avviso se hai già un'idea potresti darci un pool di tratti/spunti dai quali possiamo tirare fuori personaggi del tutto originali. 
per esempio, se hai idea di ambientarlo nel campus universitario puoi appunto dirci che l'avventura comincerà li. Poi noi decideremo se essere professori, studenti, bidelli, tossici imbucati...

Link to comment
Share on other sites

Ok allora, visto che vi vedo belli carichi, partiamo subito con la creazione dei PG^^ Non ho ancora tutte le specifiche dell'avventura (ma penso che comunque ve le terrò segrete per aumentare la suspance^^) ma sarà ambientata in una piccola cittadina americana, probabilmente in Louisiana. Avete presente quei paesini da 300 abitanti, dispersi in mezzo al nulla, dove fondamentalmente si conoscono tutti? Con fattorie lontane dalla città, un lago/fiume nelle vicinanze ed un unica grande strada principale per uscire dalla città. Preferibilmente non avete mai avuto a che fare con il soprannaturale (eventuali casi singoli li possiamo discutere volta per volta) e per questo preferisco non dirvi nulla sul tipo di avventura. Buona parte di voi non è mai uscita dalla cittadina o si è limitata a girare per lo stato, senza mai aver viaggiato più in là di esso. Non avete limitazioni d'età, sesso o lavoro ma ricordate che siete persone comuni. Ci sono solo due limitazioni:

- Esperto d'investigazione/combattimento: nel gruppo può esserci un solo esperto di combattimento/investigazione. Questa macrocategoria comprende ufficiali di polizia, veterani dell'esercito, campioni di arti marziali, investigatori privati, ecc... Ed a sua volta non potrà essere sia esperto in combattimento che in investigazione ma dovrà scegliere tra le due.

- Psichico: un membro del gruppo potrà scegliere di essere psichico. Come si siano sviluppati i suoi poteri, da dove derivino, la sua consapevolezza di essi, ecc... verrà scelto in seguito. Se qualcuno è interessato vi dirò di più. (Non aspettatevi blast mentali o controllo della mente. Pensate più ai sensitivi dei film horror).

Ricordo che non è obbligatorio avere un esperto e/o uno psichico nel gruppo e considerate che far parte di una di queste due categorie porta tanti svantaggi quanti vantaggi solitamente.

Comunque sia: quello che dovete pensare ora per il vostro PG è:

Concetto: 

Spoiler

ti dice chi è il personaggio a prima vista. Esempi sono: segretaria sgarbata, maniaca festaiola, musicista scostante, impiegato di copisteria menefreghista, venditore arrogante, ecc...

Stereotipo:

Spoiler

 

non è obbligatorio seguire uno stereotipo e quelli che scrivo qui sotto sono solo esempi. Aderire ad uno stereotipo aiuta a calarsi meglio nell'atmosfera da film (se ci pensate i personaggi nei film horror sono sempre quelli^^). Se vi vengono in mente stereotipi diversi proponete pure. Gli stereotipi qui sotto sono adattabili a qualsiasi età (aggiungete o togliete una decina d'anni di esperienza.):

Brava Ragazza: giovane donna qualunque. Se non proprio casta è sicuramente la più riservata sessualmente e la più modesta. Sveglia e cauta tende a diventare il boccone più ambito delle forze del male ma si dimostra spesso alla fine più determinata degli altri. Esempio: Jamie Lee Curtis in Halloween.

Ragazza Sexy: vestita provocante fa da contraltare alla brava ragazza. Spesso oltre che sexy è anche stronza e ribadisce la propria superiorità sociale. Spesso va in contro ad una morte truculenta ma potrebbe evolversi in una persona migliore e sopravvivere. Esempio: Paris Hilton in La Maschera di Cera.

Il Fusto/Atleta: contraltare maschile della ragazza sexy è il maschio dominante, l'esemplare di mascolinità (spesso in maniera negativa). Fa spesso coppia con la ragazza sexy. Può dimostrarsi degno di morire onorevolmente o fare una fine violenta e dolorosa. Esempio: Nicholas Le Phat Tan in Sheitan.

Il Cervellone: spesso esageratamente sfigato, fornito di un background "segreto" che gli fornisce le informazioni necessarie per capire chi o cosa stia cercando di uccidere il gruppo. Spesso timido, impacciato e "strano" agli occhi della società. Esempio: Cory LeGros in The Last Winter.

La figura autoritaria: personaggio protettivo, esperto di combattimento, spesso più vecchio degli altri, che insegna ai personaggi a combattere le mostruosità. Spesso il suo destino è di tirare le cuoia verso la fine del secondo atto. Esempio: Ving Rhames in L'Alba dei Morti Viventi.

Il Fattone: personaggio di stampo comico, è il prototipo del cazzeggiatore, così fatto d'erba da non accorgersi dell'orrore che lo circonda. Questo da una parte lo difende dalla follia, dall'altra lo rende facile preda delle creature dell'oscurità. Esempio: Brad Pitt in True Romance (non propriamente un personaggio horror ma rende l'idea meglio di altri)

Il Bravo Ragazzo: il personaggio maschile qualunque, spesso caratterizzato il minimo sindacale per offrire maggior senso d'identificazione al pubblico. Nonostante la situazione diventi sempre più dura, continua a proteggere gli altri e a mantenere una semplice moralità "da tutti i giorni". Esempio: Cillian Murphy in 28 Giorni Dopo.

Il Predicatore: un genere in cui il male prende forma fisica porta a domande di natura religiosa. Il prete o il predicatore sono figure standard dell'horror sovrannaturale, soprattutto del genere legato ai culti demoniaci. Spesso addestrati nell'arte dell'esorcismo sono in grado di tenere a basa il male... o forse no? Esempio: Harvey Keitel in Dal Tramonto All'Alba.

Scegliere uno stereotipo non vuol dire seguirlo pedissequamente. I personaggi sono comunque vostri e solamente vostra è la scelta di come ruolarli.

 

Fattore di rischio:

Spoiler

 

quante volte vi siete chiesti: "perché non scappano e basta" durante un film horror? Effettivamente persone normali, quando entrano in contatto con il soprannaturale o si trovano in forti situazioni di pericolo, tendono a darsela a gambe levate. In un'avventura horror questo vorrebbe dire chiudere l'avventura al terzo post XD Ecco che entrano in gioco i Fattori di Rischio. Si tratta di un elemento portante della psicologia del personaggio che lo spinge ad affrontare il rischio di affrontare pericoli mostruosi. Quando si trova a fronteggiare una situazione che potrebbe far scattare il suo fattore di rischio, il personaggio è costretto a ficcarsi ancora più nei guai o a subire una perdita di Stabilità (per la stabilità ne parleremo in seguito. Fondamentalmente si tratta di sanità mentale.) Avere un fattore di rischio è obbligatorio e quelli presentati qui sotto sono solo i "classici". Sentitevi liberi di proporne di vostri se non ve ne piace nessuno.

Avido: ti interessano unicamente ricchezze e beni materiali. Che tu viva in una catapecchia o in una villa di lusso stai cercando il colpaccio e non sarai mai sazio di ricchezze. Correrai qualsiasi rischio se c'è la possibilità di ricavarne un profitto adeguato.

Cacciatore di Brividi: pericolo è il tuo secondo nome. Cerchi l'adrenalina con tutto te stesso: sport estremi, corse illegali di macchine, ecc... In ogni caso la possibilità di morte imminente ti da una scarica di adrenalina più gustosa di qualunque supefacente. Mostri? Dacci dentro bello!

Tossico: non hai ancora incontrato una sostanza psicotropa che non ti piacesse. Potresti essere già assuefatto da una o più droghe o essere stufo della roba "normale" ed in cerca di qualcosa di più esotico e distorcente. Apriresti qualunque porta e accetteresti qualunque compagnia per un assaggio dell'ultimo ritrovato in fatto di sballo.

Curioso: di fronte ad un mistero non puoi fare a meno di investigare. Chissene frega del rischio, qui sta succedendo qualcosa e tu scoprirai cosa! Ti inoltri avventatamente in sotterranei bui, scoperchi bare polverose e reciti formule magiche scritte su logori manoscritti per soddisfare la tua curiosità.

In Calore: dicono che il cervello sia l'organo sessuale più grande, ma nel tuo caso le funzioni cerebrali più evolute si disattivano non appena qualcosa risveglia le tue parti intime. Se vieni costretto a scegliere tra prudenza e la possibilità di una sveltina, ti stai già strappando di dosso la maglietta. Il pericolo come se non bastasse, non fa che amplificare le tue voglie. 

Protettivo: le preoccupazioni sulla tua sicurezza passano in secondo piano quando ci sono altri in pericolo. Alla resa dei conti, salterai nel fuoco per qualsiasi persona meritevole che si trovi in pericolo. Non butterai al vento la tua vita senza motivo, ma puoi essere propenso a sovrastimare le tue capacità nell'effettuare tentativi di salvataggio.

Scettico: un sano scetticismo può rivelarsi fatale in un mondo in cui le cose si fanno folli davvero la notte. Sei un razionalista patentato, sbugiardatore professionista, assolutamente incapace di credere al soprannaturale. Nessuna quantità di prove potrai mai farti accettare la reale esistenza dell'Oscurità Remota. Di fronte ad un Orrore Incessante gli corri in contro, deciso a trovare cavi, protesi di lattice e un sistema di controllo a distanza.

Stordito: non cerchi veramente il pericolo ma hai la pessima abitudine di inciamparci sopra senza rendertene conto. Grazie ad una combinazione di sfortuna, sbadataggine ed eccessiva fiducia nel prossimo, finisci per ritrovarti in pessimi quartieri, cadere in trabocchetti e inoltrarti in proprietà private in cui non andrebbe nessuno con un po' di buon senso.

Testardo: detesti sentirti dire quello che devi fare. Non importa la tua età, ti senti sempre addosso l'immortalità dei giovani. Se qualcuno ti dice di non andare in una vecchia casa scura, subito ti senti in dovere di chiarire che la paura è per i mortali tuoi inferiori!

Violento: alcuni uomini sono nati per essere calpestati. Tu sei nato per calpestare. Fin da bambino la vista di un'arma luccicante ti faceva venire l'acquolina in bocca. Reagisci al pericolo con entusiasmo, soprattutto quando si parla di creature soprannaturali. Questo è il motivo per cui sei stato messo al mondo! Prima sparare, poi fare domande. Ti getterai in qualsiasi situazione in grado di farti passare quel fastidioso prurito ai pugni.

Vendicativo: quando qualcuno fa del male a te o a qualcuno che ti sta caro, non hai pace finché il malfattore non ha subito la giusta ritorsione. In effetti qualunque tipo di conflitto va bene come scusa, basta che tu possa sentir scorrere nelle vene quel fiume di nobile indignazione. Resta il fatto che dimentichi o sottostimi i rischi a cui vai incontro mentre percorri il tuo cammino di vendetta.

 

La cosa peggiore che tu abbia mai fatto: 

Spoiler

Le storie dell'orrore orbitano spesso intorno a questioni di "colpa e redenzione". Ogni giocatore deve specificare quale sia l'oscuro segreto di cui il personaggio potrebbe sentirsi colpevole. Sta a voi decidere l'atteggiamento del personaggio riguardo questo avvenimento passato. Potrebbe tormentarlo costantemente o, in circostanze particolari, aprire uno spiraglio nella sua coscienza. Potrebbe essere in profondo stato di negazione, addirittura negando fatti noti a tutti. Uno psicopatico fatto e finito potrebbe andare fiero delle sue peggiori azioni. Giocatori che giochino personaggi schiettamente virtuosi possono scegliere anche misfatti meno gravi, a patto che i loro personaggi provino a riguardo un grande senso di colpa. Un personaggio potrebbe anche incolpare se stesso per eventi fuori dal suo controllo, di cui non ha alcuna colpa. Alcuni esempi potrebbero essere: 

  • parzialmente responsabile per la morte accidentale di una persona amata
  •  uccidere per legittima difesa
  • questioni di denaro sporco
  • assistere ad uno stupro da parte di una gang senza intervenire o dare l'allarme.
  • barare ad un esame
  • accusare ingiustamente qualcuno di un crimine
  • uccidere un animale per divertimento
  • essersi dimostrato vigliacco in una situazione di pericolo
  • scaricare illegalmente un gioco di ruolo, privando del giusto introito persone creative in difficoltà

 

  •  

Per ora direi che possiamo fermarci qui^^ Avete comunque un bel po' su cui rimuginare. Il prossimo step sarà più meccanico, abilità e simili.

Come ultima cosa i personaggi devono essere in qualche modo legati tra loro: un gruppo di amici, membri dello stesso club del libro, impiegati nella stessa azienda, ecc... i legami possono essere anche più labili, Tizio potrebbe avere legami con Caio e Sempronio ma non con Pippo che potrebbe essere il fratello di Topolino, che a sua volta lavora con Caio e Minnie. Sempronio conosce Tizio ed ha avuto una storia con Pippo. Insomma: non è importante che tutti i personaggi siano legati a tutti gli altri, l'importante è che sia possibile tracciare una linea di legami che in qualche modo colleghi tutti. 

Ho scritto un papiro ma spero di essere stato abbastanza esaustivo. Se avete domande chiedete^^

Edited by Aleksi
Link to comment
Share on other sites

Mi sa che confermo il cuoco cinese da strada.

 

Quindi la "figura autoritaria" con un passato di artista marziale che ha ucciso durante uno scontro e per questo si è ritirato. PEnso come rischio Stordito,dopotutto vendere cibo in strada porta a incontrare brutta gente o vedere brutte cose.

 

Probabilmente inoltre essendo l'unico cinese nella cittadina americana non mancherà razzismo e altro XD

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.