Jump to content

Benvenuto in Dragons’ Lair

La più grande e attiva community italiana sui giochi di ruolo.
Accedi o registrati per avere accesso a tutte le funzionalità del sito.
Sarai così in grado di discutere con gli altri utenti della community.

Personaggi di Classe #3 - Patrono Ultraterreno: La Fame Folle

Oggi lo chef ci consiglia un Warlock che trae i suoi poteri dal cannibalismo, buon appetito!

Read more...

Recensione: Emerald City, ambientazione e avventura per Mutants&Masterminds

Recensione: Emerald City, ambientazione e avventura per Mutants&Masterminds

Read more...

Waterdeep: il Furto dei Dragoni. Remix - Parte 1C: Fazioni dei Personaggi

Proseguiamo nel remix proposto da The Alexandrian dell'avventura Waterdeep: Il Furto dei Dragoni, finendo di parlare delle fazioni presenti a Waterdeep.

Read more...

In arrivo la Guida di Van Richten a Ravenloft, la Guida Omnicomprensiva di Xanathar e lo Schermo del Dungeon Master Reincarnato

Sono stati annunciati ufficialmente dalla WotC tre nuove localizzazioni italiane di prodotti per D&D 5E.

Read more...
By Lucane

I Mondi del Design #13: Le Quattro Fasi della Magia - Parte 3

Lew Pulsipher ci propone una serie di domande circa la diffusione della magia nel mondo di gioco, offrendo spunti di riflessione sui quali costruire campagne e ambientazioni più interessanti. 

Read more...

GDR Fantascienza


diego mangani
 Share

Recommended Posts


  • Replies 13
  • Created
  • Last Reply

Top Posters In This Topic

2 aree di domanda:

Vuoi un gioco tradizionale, con design influenzato da the forge, o ti vanno bene tutte e due i tipi?

Di che genere di avventura stiamo parlando? La classica avventura "avventurosa"? O ci sono delle tematiche particolari da affrontare? O che ne so vuole mettere i giocatori davanti a scelte etiche?

Inviato dal mio MK16i con Tapatalk 2

Link to comment
Share on other sites

Rogue Trader credo sia più legnoso di un'albero di sequoia.

Dungeon Planet, derivando da Dungeon world, ha solo due regole e sono:" tirare 2d6 e dì quello che vuoi, non giocare alla cacchio"

Potresti provare Mutant Chronicles, se non guardi i buchi che ha la prima e seconda edizione (fra poco esce la 3)

Link to comment
Share on other sites

Il regolamento di Numenera è senza dubbio semplice e versatile ed è pure interessante, ma ha un enorme limite intrinseco di bilanciamento.

Non ho approfondito molto il gioco (sto ancora cercando membri per far partire una sessione di prova), ma cosa intendi come "enorme limite intrinseco di bilanciamento"?

Link to comment
Share on other sites

Il problema di Numenera è che un PG di livello 4 che non ha mai nemmeno messo un cerotto è un medico molto migliore di un PG superpecializzato in chirurgia di livello 1. Due livelli di differenza cambiano tutto, e ce ne sono ben sei.

Un Nano di livello tre sa fare a schiaffi molto meglio di uno Strong Glaive Who Masters a Weapon. Non nel modo di D&D, dove magari il mago si pompa con la magia: in Numenera il Nano 3 di cui sopra è superiore al superguerriero 1 proprio nel semplice combattimento fisico (e in tutto il resto).

Il gioco ha delle regole ad alto livello di astrazione, ma questo non diminuisce in alcun modo il problema di cui sopra. Il Nano 3 può spostare una grande masso con più facilità del superguerriero con i muscoli scalpitanti di Radamax. È inutile dire che il punteggio fisico e l'edge non rappresentano la forza fisica, perché ciò che succede in gioco è che il personaggio che io ho caratterizzato come un Raistlin può sollevare un masso più grosso e pesante di quello che solleva Conan il barbaro, se ha due livelli in più. Perché può usare molto più effort.

Il problema non è arginabile nemmeno eliminando la meccanica dei livelli: significherebbe eliminare metà regolamento perché i px sono usati in senso narrativo per indebolire la Regola Zero e non servono solo a cambiare livello.

È un peccato perché il regolamento è semplice e funziona bene, basta abituarsi all'alto livello di astrazione e usarlo nel modo giusto. E rassegnarsi ai problemi di bilanciamento di cui sopra, che purtoppo tendono a disintegrare la caratterizzazione dei personaggi - un PG definito come un cyberguerriero erculeo viene battuto a braccio di ferro da Mago Merlino, se sono di livello 1 e 3.

Link to comment
Share on other sites

Il problema di Numenera è che un PG di livello 4 che non ha mai nemmeno messo un cerotto è un medico molto migliore di un PG superpecializzato in chirurgia di livello 1. Due livelli di differenza cambiano tutto, e ce ne sono ben sei.

Un Nano di livello tre sa fare a schiaffi molto meglio di uno Strong Glaive Who Masters a Weapon. Non nel modo di D&D, dove magari il mago si pompa con la magia: in Numenera il Nano 3 di cui sopra è superiore al superguerriero 1 proprio nel semplice combattimento fisico (e in tutto il resto).

Il gioco ha delle regole ad alto livello di astrazione, ma questo non diminuisce in alcun modo il problema di cui sopra. Il Nano 3 può spostare una grande masso con più facilità del superguerriero con i muscoli scalpitanti di Radamax. È inutile dire che il punteggio fisico e l'edge non rappresentano la forza fisica, perché ciò che succede in gioco è che il personaggio che io ho caratterizzato come un Raistlin può sollevare un masso più grosso e pesante di quello che solleva Conan il barbaro, se ha due livelli in più. Perché può usare molto più effort.

Il problema non è arginabile nemmeno eliminando la meccanica dei livelli: significherebbe eliminare metà regolamento perché i px sono usati in senso narrativo per indebolire la Regola Zero e non servono solo a cambiare livello.

È un peccato perché il regolamento è semplice e funziona bene, basta abituarsi all'alto livello di astrazione e usarlo nel modo giusto. E rassegnarsi ai problemi di bilanciamento di cui sopra, che purtoppo tendono a disintegrare la caratterizzazione dei personaggi - un PG definito come un cyberguerriero erculeo viene battuto a braccio di ferro da Mago Merlino, se sono di livello 1 e 3.

Per tutto questo però c'è da dire che un nano non avrà mai una pool tale da poter fare questo procedimento "forzuto" più volte.

L'effort aiuta, ma devi anche spendere might, e un nano ne avrà sempre molto poco. Numenera, a livelli alti, permette a tutti di avere la "botta" di energia in determinati settori, ma se non è specializzato la potrà fare poche volte (e consumare il might implica il dover stare attenti in un combattimento)

invece, nella sua specializzazione sarà immensamente più forte, perché avrà pool alta ed edge, e potrà fare molti effort per molte volte

Link to comment
Share on other sites

Sì ma nemmeno un Glaive di basso livello può fare exploit fisici ripetuti, vista la sua pool fisica.

Il problema è che il Nano di medio livello ha una performance fisica buona quanto quella del Glaive di basso livello (o migliore). La cosa vale anche al contrario, un Glaive di medio livello analfabeta può usare la sua pool mentale per avere delle conoscenze paragonabili a quelle di un coltissimo Nano di basso livello. Ricorda anche che le abilità possono diminuire la difficoltà di massimo due livelli e gli asset pure. Si può dire tranquillamente che un PG di livello 4 sa fare TUTTO meglio di un PG di livello 1, a prescindere dall'iperspecializzazione di quest'ultimo. Se non è iperspecializzato, poi, viene surclassato nei propri campi di competenza specifica anche da un qualsiasi PG di livello 3.

Per me è un problema.

Link to comment
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!

Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.

Sign In Now
 Share

×
×
  • Create New...

Important Information

We have placed cookies on your device to help make this website better. You can adjust your cookie settings, otherwise we'll assume you're okay to continue.